Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘sospensione’

Parlamento europeo chiede sospensione dei negoziati con la Turchia

Posted by fidest press agency su sabato, 26 novembre 2016

ankaraI deputati chiedono una sospensione temporanea dei negoziati per l’adesione della Turchia all’UE. Nella risoluzione votata giovedì, dichiarano che la Turchia deve tuttavia restare “ancorata” all’UE. Si impiegano, inoltre, a rivedere la loro posizione allorché saranno state revocate le “misure sproporzionate” repressive nel contesto dello stato di emergenza in Turchia.I deputati ricordano che la Turchia è “un partner importante per l’UE”. Tuttavia, in un partenariato “la volontà politica di cooperare deve provenire da entrambe le parti” e la Turchia non dimostra “tale volontà politica, dato che le azioni del governo allontanano ulteriormente il Paese dal suo percorso europeo”.Un’interruzione temporanea dei negoziati non permetterebbe l’apertura di nessun nuovo capitolo e nemmeno l’avvio di nuove iniziative in relazione al quadro negoziale dell’UE per la Turchia.La reintroduzione della pena capitale da parte del governo turco porterebbe a una sospensione formale del processo di adesione. I deputati hanno quindi ricordato che “l’opposizione inequivocabile alla pena di morte è un elemento essenziale dell’acquis dell’Unione”.Nel documento si condannano fermamente le misure repressive sproporzionate adottate dal governo turco dopo il mancato colpo di Stato del luglio 2016. Tali misure, inoltre, “violano i diritti e le libertà fondamentali tutela dalla Costituzione turca”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vendita diretta a domicilio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2012

Si è svolta lo scorso 19 aprile la seconda assemblea associativa di Univendita, l’Unione italiana della vendita diretta, che raggruppa le principali aziende che operano in regime di vendita diretta a domicilio. Un’assemblea durante la quale è emerso il valore, sempre più incisivo, delle caratteristiche della vendita diretta soprattutto in un periodo di crisi economica come quello che sta attraversando ormai da un triennio il nostro Paese. Luca Pozzoli, presidente di Univendita, ha puntato l’attenzione proprio sugli aspetti collegati alla crisi economica e al ruolo che le aziende associate Univendita stanno giocando e si ritroveranno a giocare anche nei mesi a venire: «Le evidenti difficoltà economiche e di diminuzione dei redditi delle famiglie italiane-ha detto durante la sua relazioni ai soci-, spingono sempre di più i consumatori ad effettuare acquisti ragionati e ben ponderati che non sempre significa minore spesa o prezzi più bassi. Nel nostro caso è evidente che i prodotti della vendita diretta ottengono il riconoscimento dei consumatori proprio perché si tramutano in un investimento per il futuro. Se a tutto questo ci aggiungiamo che nell’era di internet e della crescita dell’e-commerce, l’unico altro comparto che fa registrare segni positivi nei propri bilanci è la vendita diretta a domicilio, c’è di che esserne orgogliosi». Ma anche la crisi occupazione ha trovato posto nella relazione del presidente: «Siamo consapevoli che la situazione del mercato del lavoro è grave nel nostro Paese e che, in periodi come questo, la vendita diretta a domicilio si tramuta in una soluzione per chi non riesce a reinserirsi nei settori di competenza. Noi, d’altronde, lo ripetiamo da tempo che non ci tiriamo indietro e affrontiamo il momento con la serietà che ci contraddistingue. Ma non si tratta, come molti potrebbero immaginare, di scelte dettate esclusivamente dal momento e dai bisogni contingenti, bensì da scelte che si tramutano in soddisfazioni eccellenti per molte persone. Ne sono esempio le tante storie di venditori che, entrati in una delle nostra aziende associate dopo aver perso il lavoro o dopo essere stati in cassa integrazione per parecchio tempo, si sono ritagliati spazi professionali interessanti e soddisfazioni personali di tutto rispetto».
L’attività associativa. Oltre ad avere approvato il bilancio 2011, l’assemblea di Univendita è servita anche per presentare le attività che hanno portato, nel giro di due anni, l’associazione a diventare la prima in Italia per giro d’affari: «Il nostro operare quotidiano ci ha permesso di diventare, in due anni, la prima associazione di categoria per fatturato. Un ottimo risultato considerato che siamo entrati a pieno regime solamente nel secondo anno di attività. Tra le decisioni affrontate e prese dall’associazione vanno segnalate l’adesione di Univendita a Confcommercio e i contatti istituzionali che potrebbero agevolare sia l’attività della forza vendita delle nostre aziende associate, sia i rapporti con il mercato del lavoro e con i consumatori».(Stefano Morelli)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Bcc: misure anticrisi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2012

BCC Carugate, Banca di Credito Cooperativo di Milano e Brianza, è una delle 330 BCC che hanno aderito all’intesa “Nuove misure per il credito alle PMI”, siglata da ABI, Associazioni imprenditoriali, Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell’Economia e delle Finanze, e che prevede operazioni di sospensione e allungamento dei finanziamenti concessi alle imprese. Dalla prima adesione al 20 aprile 2012, BCC Carugate ha approvato 77 domande di sospensione complessive, per un importo totale di “rate” sospese pari a 4,7 milioni di euro. BCC Carugate – Banca di Credito Cooperativo di Milano e Brianza attiva dal 1953 con 27 filiali in 90 comuni nelle province lombarde di Milano, Monza e Brianza, Lodi, Como e Lecco – ha rinnovato la propria adesione all’Avviso Comune per la sospensione dei debiti delle PMI per l’anno 2012, firmato lo scorso 28 febbraio da ABI e Associazioni di rappresentanza delle imprese e siglato anche dal Ministro dello sviluppo economico, delle infrastrutture e dei trasporti Corrado Passera, e dal Vice Ministro dell’economia e delle finanze Vittorio Grilli. Gli obiettivi dell’intesa – denominata “Nuove misure per il credito alle PMI” – sono analoghi a quelli dei precedenti accordi del 2009 e del 2011 e mirano ad assicurare la disponibilità di adeguate risorse finanziarie alle imprese che pur registrando tensioni sul fronte della liquidità presentano comunque prospettive economiche positive, creando le condizioni per il superamento delle attuali situazioni di criticità. Le misure finanziarie adottate a favore delle imprese includono operazioni di sospensione dei finanziamenti, operazioni di allungamento dei finanziamenti e operazioni per promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività.
BCC Carugate è una delle 330 BCC che hanno fin qui aderito all’iniziativa, alle quali si aggiungono i tre enti centrali del Credito Cooperativo: Iccrea Banca Impresa – ex Agrileasing, Cassa Centrale Banca e Banca Sviluppo.
Nel periodo ottobre 2009 – ottobre 2011, il Credito Cooperativo nel suo complesso ha accolto circa 16.400 domande (il 78,9% di quelle analizzate) per un debito residuo di circa 4,2 miliardi (78% circa dell’importo relativo alle domande analizzate). Dalla prima adesione al 20 aprile 2012, BCC Carugate ha approvato 77 domande di sospensione complessive, per un importo totale di “rate” sospese pari a 4.759.327 euro, che corrisponde a un dato medio di 61.800 euro per cliente. Le imprese clienti che volessero presentare una domanda di sospensione o di allungamento di finanziamenti possono farlo fin da subito presso tutte le filiali di BCC Carugate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dacci oggi il nostro “lodo Mondadori”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 luglio 2011

E’ probabile che la vicenda Fininvest/De Benedetti finisca con la sospensione degli effetti della sentenza d’appello in attesa del ricorso e del pronunciamento della Cassazione. Quindi i quasi 600 milioni di euro che la famiglia Berlusconi dovrebbe versare, forse saranno dovuti ma solo quando saranno esauriti i tre gradi che garantiscono l’applicazione della giustizia. Stendendo un velo pietoso sui metodi che la maggioranza parlamentare ha cercato di utilizzare per evitare l’esborso in fase di attesa di giudizio, il problema in se’ esiste e non e’ di secondo piano. E forse questa e’ l’occasione per affrontarlo facendo si’ che diventi una norma di civilta’ giuridica: il soccombente dovrebbe essere tale, anche economicamente, solo quando sono stati esperiti tutti i gradi di giudizio. Pensiamo ai numerosi contenziosi tributari, di 200 come di 200.000 euro, in cui non viene concessa la sospensiva dei pagamenti e, pur in attesa di sentenza, la parte ricorrente e’ costretta a pagare e, in caso di accoglimento, successivamente rivalersi, con ulteriori aggravi di spese, per riottenere il dovuto. Pensiamo anche ai ‘banali’ ricorsi ai giudici di pace per una infrazione al codice della strada, la cui multa base e’ di 39,00 euro e a cui il cittadino ricorre senza l’ausilio di un legale. Oggi l’iter prevede:
pagamento del contributo unificato di 37,00 euro (per ricorsi sotto i 1.100 euro, la maggior parte);
convocazione di una prima udienza in cui il giudice valuta se sospendere gli effetti della sanzione: non pagata dopo 60 giorni dalla notifica, l’importo raddoppia. Il giudice nella maggior parte dei casi mantiene l’importo originario perche’ valuta che, se la multa fosse stata pagata perche’ non raddoppiasse, il ricorso non sarebbe stato possibile… e quindi comprende le ragioni del ricorrente. La presenza del ricorrente è obbligatoria.
convocazione di una seconda (talvolta anche una terza) udienza per il merito del ricorso, dove il giudice decide. La presenza del ricorrente è obbligatoria.
Da notare che il giudice ha sempre potere di dimezzare o raddoppiare l’importo della multa. Quindi a che serve la prima udienza sulla sospensiva se non a scoraggiare il ricorso, cosi’ come il pagamento del contributo unificato che spesso e’ simile all’importo per cui si fa ricorso. Qui stiamo parlando di decine e centinaia di euro, non di 600 milioni e le cose sono un po’ diverse, ma che differenza fa quando la sostanza è questa: perchè pagare quando si e’ ancora innocenti?
Di fatto, la scure del pagamento, e dei costi della giustizia, viene utilizzata per allontanare i cittadini dal farsi rivalere quando credono di aver subito un torto, nonchè a metterlo in posizione di debolezza nei confronti dell’altra parte. Ogni cittadino ha un suo “lodo Mondadori” quotidiano, non solo il capo del nostro Governo. Perche’ non affrontare la questione complessivamente e, invece, accorgersene solo solo quando c’è l’eccellente emergenza del momento, emergenza che se il capo del Governo ha probabilmente strumenti per rimediarvi, per il ‘banale’ cittadino vale il contrario. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Percorso lavorativo degli ex-Lsu ATA della Scuola

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2011

Roma,  7 luglio via Fornovo – ore 10.30 manifestazione  sotto il ministero del lavoro. La notte del 14 giugno scorso si è tenuto presso il Ministero del Lavoro l’incontro che ha tristemente minato il già travagliato percorso lavorativo degli ex-Lsu ATA della Scuola ed ha portato alla firma di un accordo tra  il MIUR, i Consorzi di imprese di pulizia e Cgil Cisl Uil che prevede un netto taglio del lavoro per i 12.500 lavoratori impegnati da oltre 10 anni nelle scuole di tutta Italia.  L’accordo prevede infatti 65 giorni di sospensione dalle attività lavorativa per il 2011, e per l’anno 2012 altri 85 giorni di sospensione lavorativa più la decurtazione di 4 ore settimanali dal monte ore per ogni lavoratore. L’Unione Sindacale di Base non ha sottoscritto questo accordo scellerato, che sta vedendo crescere l’indignazione dei lavoratori traditi da sindacati i quali, dopo aver spinto questi precari storici alla protesta per ottenere la proroga dell’appalto, hanno poi abbandonato gli ex-Lsu al loro destino. Dichiara Carmela Bonvino dell’Esecutivo USB Lavoro Privato: “La USB sostiene, e ha sostenuto su tutti i tavoli, che è il sistema dell’esternalizzazione a creare diseconomie e che di fronte al taglio di risorse deciso dal MIUR diventava prioritario salvaguardare gli ex-Lsu”. “Questi lavoratori – prosegue Bonvino – sono una risorsa che merita di essere degnamente riconosciuta e assunta per rendere il servizio di pulizia funzionale ed economico a vantaggio della Scuola e delle casse dello Stato. Invece, pur di salvaguardare i margini di profitto delle aziende, si è preferito scaricare tutti i costi dei tagli sui lavoratori, riducendo le giornate lavorative e gli orari oltre il necessario”. Conclude Bonvino “Per questi motivi non abbiamo firmato e giovedì 7 luglio porteremo la protesta generalizzata dei lavoratori ex-Lsu provenienti da tutta Italia sotto il Ministero del Lavoro a Roma, per chiedere la revisione dell’accordo in occasione dell’incontro fissato per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga e per chiedere che invece si proceda, senza sperpero di risorse e senza tagliare lavoro e servizi, alla reinternalizzazione e all’assunzione ATA di tutti gli ex-LSU sui posti accantonati”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Precari: Tre giorni di Sit-in

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 maggio 2011

Carmine Epomeo, Mazzeo Antonio e Luigi Lorusso (componenti del comitato spontaneo dipendenti della ditta Intini Source s.p.a) comunicano che da giovedi’ 12, lunedì 16 e martedì 17 maggio 2011 dalle ore 10.00, unitamente ad altri lavoratori della Intini Source s.p.a., terranno nell’area antistante l’Assessorato alla Salute della Regione Puglia (Via Caduti di tutte le Guerre), un sit-in di protesta per chiedere l’immediata sospensione del bando di gara per l’affidamento del servizio delle pulizie a nuova ditta e relativa internalizzazione, la neo Società in House, di TUTTI i lavoratori, già dipendenti della Intini Source s.p.a., così come stà avvenendo presso le ASL dell’intera regione e da ultimo la ASL/Ba la quale stà procedendo alla costituzione della la neo Società in House, che assumerà n° 700 lavoratori, indipendentemente dalla categoria di appartenenza e, dunque, senza distinzione alcuna tra servizio di portierato, di ausiliariato e di pulizie.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinegoziazione mutui

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 maggio 2011

La proposta di rinegoziare i mutui per le famiglie meno abbienti è certamente utile, ma del tutto insufficiente e rischia di creare una “battaglia” tra poveri. Reddito ISEE di 30.000 euro per nucleo familiare, 150.000 euro di mutuo, non essere in ritardo con le rate – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Vicario Adiconsum – significa aiutare un numero molto limitato di famiglie. Peraltro non è ancora chiaro se la rinegoziazione comporterà costi per i mutuatari. Le misure necessarie sono altre – continua Giordano – a partire da rifinanziamento del fondo di 20 milioni di euro per la sospensione delle rate e da soluzioni immediate per quei mutuatari che finiti i dodici mesi previsti, dal Piano Famiglia sottoscritto tra ABI e associazioni dei consumatori, difficilmente riusciranno a riprendere regolarmente i pagamenti.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mozione per sospensione Trattato Italia-Libia

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 febbraio 2011

Roma 25/2/2011 ore 11,30 conferenza stampa alla sala stampa di Montecitorio per illustrare i contenuti della mozione. Ne parleranno Gianni Vernetti (ApI), Benedetto della Vedova (Fli), Ferdinando Adornato (Udc) ed altri deputati del Nuovo Polo hanno deposito oggi una mozione parlamentare in cui si chiede al Governo di sospendere il Trattato di Amicizia, Partenariato e Cooperazione fra la Repubblica italiana e la Libia. I parlamentari firmatari della mozione sostengono che: “I drammatici avvenimenti cui stiamo assistendo in queste ore, e la realtà che si sta concretizzando sul terreno, hanno reso ormai nella sostanza inefficace il Trattato di Amicizia italo-libico del 2008”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: appello sospensione trattato

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 febbraio 2011

Scrive il vicepresidente del Senato Emma Bonino: “Cari colleghi, vi invio un gruppo di video relativi alla drammatica situazione di queste ore in Libia; in particolare viene testimoniata la presenza di molti mercenari assoldati dal Regime. Preoccupa il fatto che in queste ore numerose agenzie parlino della presenza di mercenari europei e italiani impegnati in azioni di dura repressione contro la popolazione libica. Credo che tutto questo debba convincerci che non esiste più alcuna ragione per mantenere in vita l’accordo “di amicizia” con la Libia ovvero con chi è responsabile di questa spietata repressione della propria popolazione”. http://www.youtube.com/watch?v=W7pdvkkZWdo

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Autostrade Roma: abolizione pedaggio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

«Dal Tar è arrivato un segnale molto importante, ma la vera battaglia ce l’abbiamo davanti».È il commento del sindaco, Gianni Alemanno, a proposito della sentenza del Tar che annulla i pedaggi sul GRA. «Questo – ha spiegato- e’ il completamento della sospensione che già era avvenuta. Si tratta di pedaggi messi preliminarmente, in vista delle macchinette. La vera battaglia però è un’altra – ha sottolineato Alemanno- ossia contrapporsi a queste macchinette, fermo restando che parliamo sempre di pedaggi rispetto a persone che utilizzano le autostrade e non a chi si sposta da una parte all’altra della città di Roma».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libia: richiesta sospensione trattato amicizia

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2011

“Dichiarazione di Matteo Mecacci, Deputato Radicale e relatore dell’Osce su Democrazia e Diritti umani “Gli eventi in corso in Libia e le notizie sull’uccisione di decine di manifestanti a Bengasi e in altre zone della Libia, richiedono che il governo italiano intervenga immediatamente per chiedere a Gheddafi di fermare la violenza contro i cittadini che chiedono riforme democratiche. Infatti l’Italia, avendo scelto con il consenso di D’Alema e del Partito Democratico – e contro l’opposizione dei radicali – di offrire una partnership privilegiata al colonnello libico con un trattato che garantisce, tra l’altro, la cooperazione con le forze armate libiche, e che costa 4 milioni di euro agli italiani, ha oggi la responsabilità politica di porre fine a un sostegno politico e finanziare che rischia di macchiare anche le mani del governo italiano del sangue che sta scorrendo in Libia. Chiedo quindi che il Consiglio dei Ministri si riunisca al più presto per valutare la possibile denuncia unilaterale del trattato di “amicizia” con la Libia”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Trattamento economico dei militari

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

Il Comando Generale della Guardia di Finanza ha congelato gli assegni  funzionali in maturazione nel mese di gennaio 2011, a seguito dell’introduzione  del c.d. tetto salariale individuale previsto dal comma 1 dell’art. 9 del D.L.  78/2010. Cosicché, nelle buste paga del mese di gennaio dei Finanzieri che hanno  maturato da questo mese il diritto all’assegno funzionale (17 anni di servizio) o  il suo adeguamento (27 o 32 anni di servizio), non risulta accreditato il relativo  emolumento. Si tratta di una sospensione solo precauzionale, adottata nell’impossibilità di  verificare, oggi, la capienza del tetto salariale 2010 ed in attesa di  provvedimenti legislativi, più volte promessi dal Governo, che tramutino il tetto  salariale previsto dal citato comma 1 da individuale a complessivo. Allo stato delle cose, infatti, l’assegno funzionale maturato nel triennio 2011-2013 può essere corrisposto agli aventi diritto solo se il reddito percepito nel corso del 2010 è abbastanza capiente, ovvero se nel 2010 si sono percepite indennità accessorie di importo pari o superiore all’importo dell’assegno funzionale. Una situazione che potrà essere eventualmente verificata solo a fine anno, con il rischio di non vedersi pagato l’assegno funzionale o, in misura equivalente, le altre indennità accessorie maturate nel corso del 2011 (straordinario, missione, trasferimento, ecc.). Inutile precisare che la trasformazione del tetto salariale da individuale a complessivo garantirebbe la corresponsione dell’assegno funzionale a tutti i dipendenti, ma rappresenterebbe comunque un taglio al trattamento economico del personale, visto che il relativo pagamento verrebbe finanziato da un equivalente taglio delle risorse destinate alle altre indennità.
E’ inoltre utile precisare che il fondo di 80 mln per il 2011 e di 80 mln  per il 2012, previsto dall’art. 8 comma 11bis del DL 78, non potrà essere in alcun modo utilizzato per pagare gli assegni funzionali, in quanto è destinato a coprire gli adeguamenti stipendiali di dirigenti e  omogeneizzati, gli automatismi stipendiali dei dirigenti (classi e scatti) e gli effetti economici delle promozioni. (Gianluca Taccalozzi Presidente Direttivo Nazionale Ficiesse)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la sospensione della pena per George Ryan

Posted by fidest press agency su domenica, 9 gennaio 2011

Former Illinois Governor George Ryan

Image via Wikipedia

“Ci appelliamo al suo senso di umanità per chiederle una moratoria della esecuzione della pena a sei anni e mezzo, per la metà già scontata, comminata all’ex Governatore dell’Illinois George Ryan, perché egli possa recarsi al capezzale della moglie Lura in fin di vita”. Con queste parole i dirigenti di Nessuno tocchi Caino Marco Pannella, Sergio D’Elia ed Elisabetta Zamparutti si rivolgono al Governatore dell’Illinois Pat Quinn. Lura Lynn Ryan, moglie di George Ryan da cinquanta anni, è da giovedì scorso ricoverata nel reparto di terapia intensiva in un ospedale di Kankakee a causa delle gravi complicazioni intervenute nel ciclo di chemioterapia a cui la donna era sottoposta per un cancro ormai esteso a numerosi organi vitali. “Il Governatore Ryan – ricordano i dirigenti Radicali –, nonostante le sue iniziali convinzioni a favore della pena di morte, dieci anni fa ha avuto la onestà di riconoscere che il braccio della morte del suo Stato ospitava
condannati a morte innocenti a rischio di essere giustiziati, ragione per cui decise coraggiosamente di stabilire una moratoria delle esecuzioni”. “La imploriamo – scrivono i Radicali al Governatore Quinn – di voler concedere all’artefice della moratoria delle esecuzioni in Illinois, da Lei confermata, una seppur breve e individuale moratoria della pena inflitta a George Ryan, perché egli possa stare vicino alla moglie Lura nel momento in cui la sua vita si sta spegnendo”.
“Siamo sicuri che lei voglia condividere con noi il principio di umanità della pena che, se priva di senso di pietà, rischia di divenire crudele, tanto più se come in questo caso le conseguenze ricadono su familiari innocenti”, concludono nel loro appello i dirigenti di Nessuno tocchi
Caino. Per la decisione, nel 2000, di introdurre una moratoria delle esecuzioni e, nel 2003, di commutare tutte le 167 condanne a morte in Illinois, George Ryan ricopre la carica di Presidente onorario di Nessuno tocchiCaino.
George Ryan ha oggi 77 anni e ha avuto sei figli da Lura Lynn. Nel 2006 è stato condannato per corruzione e dal 7 novembre 2007 sta scontando in un carcere federale una condanna a sei anni e mezzo.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Proposta sospensione tasse contribuenti campani

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2010

E’ pronta l’istanza per la richiesta della sospensione di tutte le imposte e degli adempimenti tributari a favore dei Contribuenti campani, vittime dell’emergenza rifiuti, ai sensi dell’art. 9 dello Statuto del Contribuente. Inoltre, a partire da lunedì 22 novembre e per tutto l’anno 2011, tutti i contribuenti campani, danneggiati dall’emergenza rifiuti, potranno ricevere informazioni ed assistenza gratuita da parte degli “Angeli del Fisco” presso Lo Sportello del Contribuente. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani e gli “Angeli del Fisco” di KRLS Network of Business Ethics, a cui aderiscono oltre 1000 studi professionali di Avvocati, Architetti, Dottori Commercialisti, Giornalisti, Ingegneri, Notai e Sociologi i quali presteranno gratuitamente la propria opera di assistenza e informazione in favore dei contribuenti campani. Gli “Angeli del Fisco” di KRLS Network of Business Ethics si ispirano ai principi etici e morali di S. Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, ed hanno inteso ridefinire i confini delle proprie professioni, orientando la vita professionale non solo alla mera realizzazione di profitti, ma vivendola come missione al servizio degli altri, promovendo uno sviluppo economico sostenibile, nel quale siano posti al centro dell’attenzione l’uomo, la famiglia, le fasce deboli della società. “A fronte di una tragedia così devastante che sta colpendo i contribuenti della Campania – afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – non poteva mancare la nostra solidarietà. Insieme a Padre Massimo Rastrelli S.J., presidente onorario di KRLS Network of Business Ethics, aiuteremo tutti i contribuenti vittime dei rifiuti.”.www.contribuenti.it.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sospensione imposte per alluvionati

Posted by fidest press agency su domenica, 14 novembre 2010

E’ pronta l’istanza per la richiesta della sospensione di tutte le imposte e degli adempimenti tributari a favore delle vittime dell’alluvione ai sensi dell’art. 9 dello Statuto del Contribuente. Inoltre, a partire da lunedì 15 novembre e per tutto l’anno 2011, tutti i contribuenti alluvionati potranno ricevere informazioni ed assistenza gratuita da parte degli “Angeli del Fisco” presso Lo Sportello del Contribuente. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani e gli “Angeli del Fisco” di KRLS Network of Business Ethics, a cui aderiscono oltre 1000 studi professionali di Avvocati, Architetti, Dottori Commercialisti, Giornalisti, Ingegneri, Notai e Sociologi i quali presteranno gratuitamente la propria opera di assistenza e informazione in favore dei contrib uenti alluvionati. Gli “Angeli del Fisco” di KRLS Network of Business Ethics si ispirano ai principi etici e morali di S. Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, ed hanno inteso ridefinire i confini delle proprie professioni, orientando la vita professionale non solo alla mera realizzazione di profitti, ma vivendola come missione al servizio degli altri, promovendo uno sviluppo economico sostenibile, nel quale siano posti al centro dell’attenzione l’uomo, la famiglia, le fasce deboli della società. “A fronte di una tragedia così devastante – afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – non poteva mancare la nostra solidarietà. Insieme a Padre Massimo Rastrelli S.J., presidente onorario di KRLS Network of Business Ethics, aiuteremo tutti i contribuenti alluvionati”. http://www.contribuenti.it.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Casa: modalità per sospensione rate

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2010

A partire dal 15 novembre 2010 è possibile presentare la domanda di accesso al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa. Il regolamento di attuazione (Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 7 giugno 2010, n.132, pubblicato nella GU del 18 agosto 2010, n.192 e in vigore dal 2 settembre) prevede che, a fronte della sospensione del pagamento delle rate del mutuo acceso per l’ acquisto della prima casa, il Fondo rimborsi all’istituto di credito interessato i costi sostenuti dal beneficiario per eventuali oneri notarili anticipati dalla banca stessa, e gli oneri finanziari pari alla quota interessi delle rate per le quali ha effetto la sospensione del pagamento da parte del mutuatario, corrispondenti al “parametro di riferimento” del tasso di interesse applicato ai mutui, al netto della componente di maggiorazione sommata a tale parametro. Per parametro di riferimento si intende, l’ Euribor nel caso dei mutui a tasso variabile o bilanciato, il tasso IRS in euro per ciò che attiene i mutui a tasso fisso, mentre per i mutui con opzione di scelta di tasso (fisso o variabile), il parametro di indicizzazione corrisponde a quello vigente al momento della presentazione della richiesta di sospensione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sospensione della patente non sempre legittima

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

Interessante sentenza della Cassazione, la n. 21447 del 19 ottobre 2010 secondo Giovanni D’Agata, Componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”.  Secondo il principio enunciato dalla Suprema Corte, la sospensione della patente di guida non è un atto dovuto nel caso di guida in stato di ebbrezza alcolica. Infatti la misura non dev’essere disposta nel caso in cui il tasso di alcool non superi la maggiore soglia di 1,5 grammi per litro. La decisione della seconda sezione civile in commento ha accolto il ricorso di un automobilista, sorpreso a guidare in stato di ebbrezza alcolica, annullando la sospensione della patente disposta dal Prefetto e confermata da una sentenza del giudice di pace di Alberga. Per il magistrato onorario “il Prefetto di Savona, a seguito dell’accertamento da parte dei Carabinieri di Albenga della contravvenzione di cui all’art. 186 del C.d.S., aveva disposto a carico” dell’automobilista “la sospensione della patente di guida per giorni 15 e gli aveva ordinato contestualmente di sottoporsi a visita medica presso la Commissione Medica Locale Patenti di guida di Savona”.  Nel caso in questione, dal verbale di contestazione era emerso che i risultati dell’alcooltest cui si era sottoposto l’uomo avevano evidenziato un tasso alcolico di 1,28 e di 1,31 grammi per litro nelle due prove effettuate e comunque superiori a 0,50 grammi per litro, limite dello stato di ebbrezza. Per questo nel merito era stata confermata la sospensione del Prefetto, “laddove è previsto che questo dispone la sospensione in via cautelare della patente nelle ipotesi di reato diverse dalle lesioni colpose e dall’omicidio colposo, nelle quali rientra lo stato di ebbrezza, configura tale ordinanza come un atto dovuto”.  I giudici di legittimità ripercorrendo l’iter procedimentale seguito dalla Prefettura rilevano che all’automobilista era stata contestata la violazione dell’art. 186 del C.d.S., consistente nella guida di autoveicolo in stato di ebbrezza, che costituisce fatto penalmente rilevante, cui può conseguire, ai sensi della stessa disposizione la sospensione della patente di guida, a titolo di sanzione amministrativa accessoria in seguito all’accertamento del reato. Al ricorrente era stata però irrogata una sanzione in base all’art. 223 dello stesso codice, nel qual caso la misura, di carattere preventivo ed irrogabile dal Prefetto, ha natura cautelare e trova giustificazione nella necessità di impedire che, nell’immediato, prima ancora che sia accertata la responsabilità penale, il conducente del veicolo, nei cui confronti sussistano fondati elementi di una evidente responsabilità in ordine ad eventi lesivi dell’incolumità altrui, continui a tenere una condotta che può arrecare pericolo ad altri soggetti.  I Giudici di piazza Cavour sottolineando la palese diversità sia della natura della sanzione nell’uno e nell’altro caso, sia dei presupposti per la sua irrogazione, legati per la sospensione in via cautelare della patente di guida di cui al nono comma dell’art. 186 del C.d.S. sia all’accertamento di un valore corrispondente ad un tasso alcoolemico superiore a 1,5 grammi per litro, e per la stessa sanzione prevista dall’art. 223 terzo comma alla configurabilità di “altre ipotesi di reato” rispetto a quelle richiamate dal primo comma dello stesso articolo, hanno accolto il ricorso dell’automobilista annullando la sanzione della sospensione della patente di guida.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Poste: sospensione servizio del sabato

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Se, come si legge da qualche tempo sui media, l’accordo sottoscritto da Poste Italiane e sindacati sul passaggio di 3.300 postini al cosiddetto “mercato privati”, ossia Bancoposta e assicurazioni provocherà la sospensione del servizio di consegna del week-end, Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di IDV e fondatore dello Sportello Dei Diritti provvederà ad intraprendere tutte le iniziative utili affinché tale nefasta pensata sia immediatamente “messa nel cassetto”. Giovanni D’Agata, si chiede infatti se il governo sia a conoscenza di questa trovata di Poste Italiane che penalizzerà ogni fascia della cittadinanza: da chi quotidianamente aspetta il proprio giornale-quotidiano in abbonamento o agli studi professionali, ma anche i semplici cittadini danneggiati in quello che può essere definito, non a torto, servizio pubblico. Non è tollerabile, così come hanno tenuto a sottolineare numerosi articoli di giornale, che per la prima volta nella storia della nascita dei servizi postali si decida solo in virtù di un accordo di natura lavoristica di congelare la continuità delle consegne che neppure i due grandi conflitti mondiali ed eventi ben più traumatici avevano interrotto senza che l’attuale Governo abbia mosso un solo passo.  Pur rispettando, infatti, i diritti dei lavoratori di Poste Italiane che hanno evidentemente le loro giuste e legittime ragioni, riteniamo che comunque l’azienda debba farsi carico di garantire, almeno in tutti i giorni feriali la prosecuzione del servizio, stante la sua natura di evidenza pubblicistica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Easy download: bene la sospensione dell’Antitrust

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

“Accogliamo con soddisfazione la comunicazione pervenuta il 9 settembre da parte dell’Autorità per la concorrenza e il mercato, la quale rende nota la sospensione della (presunta) pratica commerciale scorretta posta in essere dalla società Euro Content Ltd”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC). Tale decisione è stata assunta a seguito delle pressioni esercitate da parte della società mediante l’invio di numerosi “solleciti assistiti dalle minacce di azioni e di ulteriori conseguenze legali nei confronti dei consumatori” e in considerazione dell’ampiezza della pratica posta in essere che, nelle more del procedimento, potrebbe “indurre molti consumatori a corrispondere somme di cui successivamente sarebbe estremamente difficile e oneroso ottenere eventuale ripetizione”. Tutto ciò aggravato dalla dislocazione all’estero delle sedi della società e della sua estrema frammentarietà. “L’Autorità -spiega Dona- ha altresì richiesto alla Euro Content Ltd di voler fornire “il numero esatto di consumatori che hanno corrisposto euro 101 a seguito dell’invio dei solleciti con minaccia di azione legale”. “Viste le numerose segnalazioni ricevute ai nostri sportelli -conclude Dona- ci rendiamo disponibili a raccogliere i nomi di tutti coloro che, a seguito dei numerosi solleciti, hanno già provveduto al pagamento della somma sopracitata”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Mutui e sospensione rate

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 settembre 2010

Il 2 settembre è entrato  in vigore il decreto del ministero dell’Economia (132/2010) che ha dato attuazione alla norma che consente di ottenere la sospensione delle rate dei mutui prima casa per le quali si possa dimostrare che non si e’ in grado di far fronte. Un decreto arrivato con un ritardo di più di due anni nonostante diverse nostre iniziative civiche e parlamentari per la sua emanazione. La norma che ne aveva annunciato l’emissione e che aveva introdotto l’agevolazione costituendo un “fondo di solidarieta’”, infatti, è la Finanziaria del 2008. Ma siccome il famoso diavolo fa le pentole ma non i coperchi, il ministero ha colto un’ennesima occasione per non smentirsi: se si va al link fornito dal ministero stesso per tutte le informazioni… queste non ci sono, cosi’ com’è assente la modulistica e c’è anche scritto che è in corso di individuazione il “Gestore” del fondo a cui si attingerà per far fronte alle spese. Siamo senza parole. Dopo due anni per il decreto ora non si rispetta neanche la data di entrata in vigore. Se io contribuente ottempero al mio dovere anche con un ritardo di un giorno, l’Erario mi fa pagare penali e altro… ma, anche solo per dare il buon esempio, non sarebbe dovere dello Stato essere puntuale in quello che e’ il suo compito principale, cioe’ l’attuazione dei diritti dei cittadini? Sembra di no! Ed e’ proprio questa disparita’ di comportamento davanti a diritti e doveri, ben percepito dal cittadino medio, uno dei motivi per cui il medesimo cittadino si trasforma in suddito che, appena puo’, cerca di fregare lo Stato nemico e arrogante. In questo caso e’ la credibilita’ il danno principale, perche’ nello specifico della sospensione delle rate dei mutui per i bisognosi, visto il perdurare di due anni nella latitanza del ministero nell’approvare il decreto, la societa’ civile si era in parte gia’ organizzata per conto proprio: dallo scorso 1 febbraio e’ in vigore un accordo dell’Abi (Associazione Bancaria Italiana) con alcuni istituti di credito che si sono prestati volontariamente alla sospensione delle rate dei mutui in presenza di difficoltà documentate del mutuatario. (comunicato aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »