Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘sostenibilità’

Consip: pubblicato il secondo Rapporto di sostenibilità

Posted by fidest press agency su sabato, 10 agosto 2019

Oltre 12 miliardi di euro di acquisti – di cui 5 miliardi con contenuto “sostenibile” – sugli strumenti di e-procurement Consip, con vantaggi in termini di risparmio, efficienza, semplificazione e rapidità delle procedure. È il dato principale che emerge dal Rapporto di sostenibilità Consip 2018, che evidenzia anche:
· più di 700mila contratti dematerializzati attraverso la piattaforma elettronica, pari a 566 milioni di pagine non stampate e oltre 4.600 tonnellate di CO2 non immesse nell’ambiente
· oltre 800mila TEP (Tonnellate Equivalenti Petrolio), pari a 2 milioni di tonnellate di CO2 risparmiate per interventi di efficientamento energetico negli ultimi 10 anni
oltre 100mila imprese abilitate agli strumenti di e-procurement, di cui il 99% Micro, Piccole e Medie Imprese che hanno realizzato un fatturato per quasi 4 miliardi di euro (Mepa)
· un tasso di soddisfazione sull’utilizzo degli strumenti di oltre il 90% per le amministrazioni e di oltre l’80% per le imprese.
Affiancando il Bilancio economico-finanziario, il Rapporto racconta l’identità, il modo di lavorare, i risultati e le sfide dell’azienda, dando conto degli effetti sociali, ambientali ed economici generati da iniziative e progetti. Quattro gli ambiti in cui sono forniti indicatori numerici e fattuali:
1) la creazione di valore per il Paese, tramite la riqualificazione della spesa, la capacità di innovare, l’attenzione agli aspetti sostenibili e il contributo all’economia circolare
2) la capacità di ascolto dei principali interlocutori, pubbliche amministrazioni, imprese e tutti i soggetti istituzionali coinvolti
3) il rispetto delle regole e il continuo perfezionamento del modello di governance, controllo e sicurezza, per assicurare etica e integrità di comportamenti e attività
4) la centralità delle persone che con competenza, professionalità, esperienza e responsabilità rappresentano la chiave del successo aziendale.
Il Rapporto, elaborato tenendo conto del contributo ai 17 Sustainable Development Goals dell’Agenda ONU 2030, ha ricevuto l’attestazione del Global Reporting Index (standard internazionale per la rendicontazione sostenibile).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aziende modenesi insieme per la sostenibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 luglio 2019

In Emilia si respira aria più pulita grazie alle scelte e al know how di due aziende storiche del territorio. Bompani – grazie al bando regionale per la riconversione e riqualificazione industriale (legge 14) – ha interamente ricoperto di pannelli fotovoltaici lo stabilimento produttivo di Ostellato: si tratta di una superficie di oltre 20 mila metri quadrati, per un impianto con una potenza di circa 1.000 Kw. Durante i lavori di rifacimento delle coperture sono stati rimossi 20.000 mq di amianto e oggi lo stabilimento ne è completamente privo.L’impianto fotovoltaico è entrato in funzione in questi giorni, dopo lavori durati quasi un anno: l’energia prodotta viene tutta dedicata all’autoconsumo e permette di ridurre le emissioni di CO2 di 784 tonnellate l’anno, che corrispondono a circa 300 tonnellate di petrolio risparmiate. Ora l’azienda è completamente autonoma per i consumi diurni nei mesi primaverili ed estivi, quelli con più luce. L’impianto fotovoltaico ha tra gli altri vantaggi quello di ridurre la temperatura all’interno delle aree produttive durante la stagione estiva, minimizzando l’assorbimento di energia solare e, di conseguenza, migliora il benessere all’interno dell’ambiente di lavoro.Questo è solo uno step di un più ampio programma di efficientamento energetico che interessa l’intero stabilimento, finalizzato a limitare gli impatti ambientali del sito industriale: è stata eseguita la coibentazione delle coperture ed è prevista a breve quella degli infissi, l’installazione di nuove caldaie più efficienti con un sistema di recupero del calore dalla smalteria e di un impianto di ventilazione che migliorerà il microclima interno; in più l’illuminazione è oggi in gran parte prevista con luce naturale. Bompani è il marchio dell’elettrodomestico made in Italy. Dal 1954 progetta e realizza nel cuore dell’Emilia Romagna – terra di motori, arte ed eccellenza culinaria – elettrodomestici per la cottura, quali cucine, forni incasso, piani cottura. L’offerta a marchio Bompani comprende anche lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici e cappe. La scelta di tecnologie all’avanguardia, nuovi materiali, design ricercato si coniuga con la funzionalità e l’ergonomia dei prodotti per rendere concreta la filosofia aziendale: consentire a tutti di sentirsi chef a casa propria in un ambiente accogliente e stimolante. Con Bompani si “vive e cucina italiano”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume: “Sostenibilità e Capability Approach”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 giugno 2019

Roma Mercoledì 26 giugno 2019, dalle ore 15:30 alle ore 18:00, presso l’aula C. Volpi del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, sita in via del Castro Pretorio 20 la Prof.ssa Giuditta Alessandrini presenterà il volume “Sostenibilità e Capability Approach” pubblicato nella Collana di “Pedagogia del Lavoro” della casa editrice FrancoAngeli (Milano, 2019). E’ necessario iscriversi previa prenotazione.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salute: dati allarmanti sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale

Posted by fidest press agency su martedì, 11 giugno 2019

Se la sanità pubblica va male, quella privata (il secondo pilastro) va peggio e non funziona neppure la spesa diretta (out of pocket) dei cittadini. È a tinte fosche il quadro delineato questa mattina dal Dott. Nino Cartabellotta, presidente di Gimbe, presentando il quarto rapporto sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale.
Un rapporto che segna una forte sintonia con le analisi di Federconsumatori che richiedono ciò che da anni manca alla sanità italiana: centralità politica, volontà e capacità riformatrice. Una svolta profonda che deve riguardare la parte pubblica, il secondo pilastro, la cui attuale scarsa utilità è conclamata, e la spesa diretta dei cittadini.
L’intervento del dott. Andrea Urbani, Direttore Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Salute, legittimamente volto a difendere alcune eccellenze della sanità italiana (cura dei tumori e delle cardiopatie) lascia il campo al vero vulnus per i cittadini, ovvero al fatto che, se esiste una copertura pubblica e sostanzialmente gratuita per patologie acute e ospedalizzate, per tutto il resto (cronicità, riabilitazione, odontoiatria, per fare solo alcuni esempi) si vive una situazione di abbandono, drammatica in alcune aree del Paese.Il discorso finale del Ministro Giulia Grillo, concentrato sulla più stretta attualità, si è trasformato in un appello al Presidente del Consiglio e al Ministro dell’Economia a non tagliare la spesa sanitaria nella prossima manovra di bilancio e ha lanciato una tre giorni sul tema salute, coinvolgendo tutte le parti interessate, comprese le rappresentanze dei cittadini, quale è Federconsumatori.“Auspichiamo questo confronto avvenga a breve: il rilievo della partecipazione dei cittadini è stato uno dei fili conduttori della giornata. – afferma Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori – In tal senso Federconsumatori da tempo insiste sul fatto che molte riforme, tagli alle inefficienze, e migliore efficacia si possono realizzare anche a costo zero con il coinvolgimento dei cittadini in termini di informazione e di partecipazione attiva alle politiche della salute.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IMD e Pictet hanno sottoscritto l’accordo triennale per riconoscere l’eccellenza nella sostenibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Losanna, Svizzera. IMD, la business school indipendente con radici svizzere e rilevanza globale, e Pictet, tra i principali wealth manager e asset manager indipendenti in Europa, uniscono le forze per celebrare le imprese familiari che si pongono in evidenza per la qualità del loro lavoro e l’impegno a favore della sostenibilità. Insieme hanno istituito l’IMD-Pictet Sustainability in Family Business Award.
«In un’epoca di crescente sfiducia nei confronti delle istituzioni, IMD e Pictet stanno creando questo premio per incoraggiare e aiutare i leader e le organizzazioni a essere una forza di bene nel mondo. Le imprese familiari sono tra le più proattive in quest’area, poiché comprendono l’importanza del pensiero a lungo termine” ha osservato il presidente IMD Jean-François Manzoni. «Siamo lieti di lanciare questo premio unitamente a Pictet, una istituzione con solidi valori e un chiaro interesse per la sostenibilità».
Il premio è focalizzato in particolare sulla strategia, le iniziative, l’impatto, la capacità di realizzazione e l’impegno nel campo della sostenibilità. Il professore IMD e Award Director Sameh Abadir ha detto: «Sono entusiasta di avere l’opportunità di lavorare a questo premio e assicurare che le iniziative sostenibili meritevoli siano riconosciute e celebrate su una piattaforma globale».
Questo premio, che verrà assegnato presso la business school IMD a Losanna il 5 dicembre 2019, è uno dei due che vengono conferiti ogni anno da IMD alle imprese familiari. Il primo èl’affermato IMD Global Family Business Award sponsorizzato da Pictet, che celebra l’eccellenza nelle imprese familiari ed è generalmente considerato come il riconoscimento più prestigioso per le imprese familiari globali di successo.La famiglia Scheufele, che è parte integrante della lunga storia di Chopard, una impresa familiare con un impegno a lungo termine a favore delle pratiche aziendali sostenibili, offrirà il trofeo che verrà consegnato all’impresa vincitrice.
Il Global Family Business Award è un elemento di distinzione per le imprese familiari in tutto il mondo fin dal 1996.
IMD è una business school indipendente con radici svizzere e rilevanza globale. Focalizzata sullo sviluppo dei leader e sulla trasformazione delle organizzazioni, IMD progetta e realizza interventi che mettono in discussione l’esistente e ispirano il futuro.Negli ultimi sette anni, IMD si è consecutivamente classificata al primo posto a livello globale per i programmi Open Executive e tra le top three overall per l’Executive Education (Financial Times 2012)
Il Gruppo Pictet è una società di persone con otto soci che si occupano direttamente della sua conduzione, nel rispetto di principi di successione e trasmissione della titolarità che sono rimasti invariati sin dalla fondazione nel 1805. Si dedica esclusivamente al wealth management, all’asset management e agli asset services. Il Gruppo non svolge attività di banca d’investimento e non concede prestiti commerciali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Temi del futuro: innovazione, food e sostenibilità

Posted by fidest press agency su martedì, 30 aprile 2019

Milano. Link Campus, Università non statale con marcata vocazione internazionale, e Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit, il più importante evento mondiale dedicato alla Food Innovation (6-9 maggio 2019, Fiera Milano Rho), definiscono un piano di azioni comuni di informazione, formazione e sensibilizzazione sull’innovazione e la sostenibilità nella filiera agroalimentare.
Il memorandum siglato da Link Campus University e Seeds&Chips indica 4 linee di attività realizzate in sinergia: Lancio dell’applicazione gamificata HARMOONIA nell’ambito della 5° edizione di Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit, che si terrà dal 6 al 9 maggio a Fiera Milano Rho. L’app, nata dalla collaborazione tra i Centri di Ricerca Innovation 4 Hearth e DASIC della Link Campus University, verrà usata per coinvolgere una fascia di pubblico giovane, studentesco, nelle strategie di educazione e sensibilizzazione alla sostenibilità per aumentare la consapevolezza rispetto agli obiettivi dell’Agenda 2030 ovvero i Sustainable Development Goals (SDGs), che sono tra i principali topic del Summit;
Integrazione tra gli “ecosistemi” di startup dei due partner in particolare sui temi innovation, food e sostenibilità;Due nuovi corsi di studio: il primo sul tema Food & Beverage, orientato alla innovazione ed al marketing nella filiera agroalimentare; il secondo invece, focalizzato su politiche e strategie di implementazione dei Sustainable Development Goals sia nell’ ambito corporate che istituzionale. La definizione della struttura e dei contenuti dei corsi sarà frutto di un lavoro sinergico tra Seeds&Chips e Link Campus University;Organizzazione di uno spin-off di Seeds&Chips a Roma in cui portare i format già consolidati del Summit e proporre nuovi contenuti, rivolti in particolar modo al mondo accademico e delle startup, su temi di lavoro comune.
Seeds&Chips e Link Campus University faranno squadra e metteranno a disposizione strumenti, strutture, esperienze e rete di contatti per sostenere iniziative e progetti innovativi che possano contribuire in modo efficace e concreto alla rivoluzione della filiera agroalimentare in chiave sempre più sostenibile.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Sinodo CELI 2019 si chiude con un impegno per la sostenibilità e l’ecologia

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

Il Sinodo della Chiesa Evangelica-Luterana in Italia, CELI, si è concluso dopo tre giorni intensi di lavoro tra mozioni, relazioni, una tavola rotonda e gruppi di lavoro sul tema Fede e Futuro – Glauben und Handeln (Fede e Azione), culminati in una dichiarazione d’impegno in 5 punti come base dell’agire ispirato dalla fede.Soprattutto le ultime quattro mozioni, raggruppate poi in una mozione che funge da dichiarazione programmatica del Sinodo stesso, hanno dimostrato come la CELI prenda sul serio il tema dell’ecologia e della sostenibilità. Già nei loro discorsi introduttivi, il decano Heiner Bludau e il presidente del Sinodo, Georg Schedereit, hanno ribadito come una chiesa debba svolgere anche un ruolo sociale e politico. Il decano Bludau ha posto i 17 obiettivi dell’AGENDA 2030 come linee guida dei lavori dei 56 sinodali.La dichiarazione conclusiva del Sinodo è una presa di posizione su come la Chiesa Evangelica-Luterana intenda affrontare il proprio cammino verso il futuro in riferimento al tema Fede e Futuro – Fede e Azione:
1. “Riconosciamo che abbiamo peccato nei confronti delle buone intenzioni di Dio con il suo Creato e prendiamo atto che stiamo puntando verso una catastrofe globale irreversibile.“
2. “Ci impegniamo a cambiare il nostro stile di vita personale attraverso misure concrete, per vivere e agire in maniera più equa.”
3. “Ci informiamo, impariamo gli uni dagli altri (es: “Come diventare un’ ‚Eco-Famiglia” Comunità di Verona). Nominiamo un referente per l’Ambiente nelle nostre Comunità e a livello della CELI.“
4. “Creiamo reti a livello locale e interregionale con altri attori (Chiese, istituzioni). Quando celebriamo e agiamo, lo facciamo nella consapevolezza del processo conciliare di pace, giustizia e mantenimento del Creato.”
5. “Come Chiesa Evangelica Luterana in Italia (CELI) difendiamo gli interessi del Creato che Dio ci ha affidato nei confronti della politica e della società.“
La terza giornata dei lavori del Sinodo si è conclusa con un ricevimento a Villa Aurelia a Roma per festeggiare i 70 anni dalla fondazione della CELI. Domenica, 28 aprile il sinodo si è concluso con un culto solenne nella chiesa della Comunità Evangelica-Luterana di Roma, durante il quale c’è stato il saluto di congedo ai tre pastori Franziska Müller, Friedemann Glaser e Urs Michalke.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostenibilità del Sistema Sanitario

Posted by fidest press agency su sabato, 23 marzo 2019

Bologna. L’industria del farmaco si conferma in buona salute e occupa il gradino più alto del podio dell’innovazione. Rispetto ai 107 miliardi di euro spesi a livello globale in Ricerca & Sviluppo nel farmaceutico, l’Italia sta a quota 1,4 miliardi. Nel 2015, dati ultimissimi di Farmindustria, gli investimenti sono cresciuti ancora con un aumento del 15% dal 2013, distribuiti per il 50% su studi clinici, per il 30% in personale di ricerca e per il 20% in studi pre-clinici. Le aziende del farmaco sono destinate a diventare sempre più un interlocutore importante non solo degli organismi nazionali e regionali cui spetta il controllo e la gestione delle risorse destinate al sistema Salute, ma anche delle Associazioni dei pazienti chiamate a tutelare i diritti di tutti i malati e a rappresentare in modo efficace i loro bisogni clinici e sociali.Da qui la necessità che i futuri ‘manager’ delle Associazioni pazienti acquisiscano conoscenze e competenze anche sul funzionamento delle aziende farmaceutiche e sugli step che portano dalla progettazione alla messa in commercio di un farmaco. Per questo l’Università di Bologna nell’ambito del Corso di Formazione Permanente “Formare le Associazioni impegnate per la salute”, ha messo a punto il terzo modulo sugli aspetti regolatori, brevettuali ed economici del farmaco, che si tiene dal 21 al 23 marzo con il coinvolgimento di referenti delle più importanti aziende farmaceutiche in Italia.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sostenibilità, territorio e ambiente. Opportunità e sfide per la società contemporanea

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 marzo 2019

Roma venerdì 22 marzo 2019 nel convegno “Sostenibilità, territorio e ambiente. Opportunità e sfide per la società contemporanea”, organizzato dall’Università Europea di Roma insieme a The Italian Council for a Beautiful Israel, alle 9:00 in via degli Aldobrandeschi 190.
L’incontro sarà aperto da un saluto di Padre Pedro Barrajón LC, Rettore dell’Università Europea di Roma, e di Dario Coen, Co-Fondatore di Italian Council Beautiful Israel.
Moderatore del convegno sarà il Prof. Guido Traversa dell’Università Europea di Roma.
Interverranno: Loredana Giani (Università Europea di Roma) sul tema “Ruolo del principio di precauzione e di prevenzione nelle politiche pubbliche ambientali”, Renata Salvarani (Università Europea di Roma) “Spazi urbani e coesistenza di gruppi identitari diversi: case studies e prospettive di coesione sociale”, Simonetta Putti (Psicoanalista e psicoterapeuta socia A.R.P.A. e I.A.A.P. e A.L.I.) “Un’etica della responsabilità per il benessere e la sostenibilità del vivere”, Marcelo Sternber (Head, Plant Ecology Lab School of Plant Sciences and Food Security, Faculty of Life Sciences , Tel Aviv University) “Effetti del cambio climatico in Israele: certezze e incognite”, Aldo Winkler (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) “La Terra e il suo clima: cicli naturali, mutamenti d’origine antropica e inquinamento atmosferico”, Alberto Sonnino (Medico-Psichiatra, Membro della Soc Psicoanalitica italiana; Presidente dell’Italian Council Beautiful Israel) “Cambiamenti climatici e rispetto per l’ambiente: il punto di vista di uno psicoanalista, l’esperienza israeliana”, Ruggero Di Pace (Università del Molise) “Risorse naturali e sostenibilità: gli strumenti operativi per la qualità della vita”, Carmen Bizzarri (Università Europea di Roma) “Sostenibilità e territorio: il ruolo attivo della comunità per la tutela dell’ambiente”. Conclusioni: Guido Traversa.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lazio: educazione e formazione alla sostenibilità

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 febbraio 2019

WWF Italia e Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio (USR Lazio) hanno siglato oggi un protocollo d’intesa per l’educazione e la formazione alla sostenibilità nelle scuole della regione. Al primo punto della collaborazione (che prevede tra l’altro la formazione dei docenti, la promozione di progetti innovativi) vi è la promozione di attività volte alla diffusione della conoscenza della biodiversità urbana da parte delle scuole del Lazio. I servizi forniti dalla natura nelle città sono cruciali per il benessere di coloro che vi vivono, per la sostenibilità stessa delle comunità urbane e per il futuro dell’intero Pianeta. Il verde scolastico è una parte importante del sistema del verde urbano: solo per fare un esempio, sommando le superfici dei giardini scolastici delle scuole di Roma si arriva a un totale di 80,8 ettari, l’equivalente di Villa Borghese.
WWF Italia e l’Ufficio Scolastico Regionale propongono alle oltre 4.000 scuole di ogni ordine e grado del Lazio, di individuare un’azione per aumentare la biodiversità urbana e favorire la presenza di natura in città. Partecipando con i loro progetti al contest Urban Nature “L’impegno delle Scuole per la Natura delle nostre Città”, che vedrà anche la collaborazione del Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri, gli istituti scolastici potranno essere aiutati a realizzare il loro sogno e a vederlo valorizzato.
“Gli istituti di ogni ordine e grado della regione Lazio sono già esempio di eccellenza per le buone pratiche nel campo dell’educazione per l’ambiente e per la sostenibilità. Sono infatti molti gli esempi che dimostrano la capacità di progettare, di fare rete con le istituzioni, con il mondo della ricerca, con le associazioni del privato sociale per prendersi cura in modo concreto del bene comune e della propria collettività”, sostiene il Direttore Generale dell’USR Lazio Gildo De Angelis, alla firma del Protocollo triennale siglato nella sede Nazionale del WWF Italia a Roma.La formazione dei docenti è parte integrante dell’iniziativa e prevede, a partire da mercoledì 13 febbraio nella sede WWF di Roma, il primo seminario di formazione per insegnanti al quale seguiranno gli altri incontri in tutta Italia.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

3M si conferma nuovamente azienda leader in tema di sostenibilità

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 dicembre 2018

Per il diciannovesimo anno consecutivo il Dow Jones Sustainability Index ha riconosciuto all’azienda di St. Paul l’eccellente livello del suo impegno, inserendola nel ristrettissimo numero di società costantemente presenti nell’Index (DJSI). 3M, società che traduce la scienza in soluzioni che migliorano la vita, vanta un impegno di lunga data nella sostenibilità. Tutto è iniziato negli anni ‘70 con il Programma 3P (Pollution Prevention Pays), una serie di impegni che si sono tradotti sia in azioni concrete nel rispetto dell’ambiente sia in centinaia di miglioramenti di prodotto e processo, formando così le basi di una la cultura permeata nell’organizzazione. Oggi l’azienda traguarda agli Obiettivi di Sostenibilità 2025 in un percorso che si concentra su acqua, clima ed energia, per continuare a dimostrare concretamente che le buone pratiche, oltre ad essere positive per il pianeta, sono anche positive per il business.La sostenibilità è oggi un approccio integrato nelle pratiche di business di 3M: nello sviluppo di nuove soluzioni per i clienti l’azienda mantiene il proprio impegno a ridurre l’impatto in termini ambientali attraverso prodotti e soluzioni, ma anche aiutando i clienti ad essere sostenibili a loro volta con vantaggi economici.Questo impegno ha permesso a 3M di raggiungere numerosi importanti obiettivi nel 2018:
· riduzione del 68,1% delle emissioni di gas serra rispetto al 2002
· energia elettrica ricavata per il 30% da fonti rinnovabili
· investimenti per la tutela dell’ambiente, programmi di formazione e programmi per le comunità di entità superiore a 70 milioni di dollari
· nuovo processo di valutazione dei fornitori che ne misura il livello di sostenibilità sociale e ambientale
· lancio di un prodotto innovativo – i granuli riducismog 3M™- che, applicato sulle tegole, sfrutta la luce del sole per ripulire l’aria dallo smog.
Il DJSI – creato da analisti e ricercatori che studiano in modo approfondito le strategie ambientali, sociali ed i risultati economici delle imprese – non è però l’unica classifica a premiare 3M.Per il 2018 l’azienda è stata infatti inserita da EcoVadis nella categoria «Gold», tra le primissime aziende al mondo (1% della classifica) in termini di responsabilità sociale (ambiente, sociale, etica e catena logistica) per tutte le categorie industriali. EcoVadis gestisce la prima piattaforma collaborativa che permette alle aziende di verificare la performance di sostenibilità dei fornitori, in 150 settori e 110 paesi, con l’obiettivo di migliorare le pratiche ambientali e sociali sfruttando l’influenza delle catene logistiche globali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rapporto tra economia circolare e sostenibilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Parma giovedì 15 novembre alle ore 9 al Centro Sant’Elisabetta dell’Università di Parma (Campus Scienze e Tecnologie) sarà un’occasione di approfondimento su temi di assoluta attualità, guardando all’oggi ma soprattutto al futuro prossimo.Nel corso dell’appuntamento, organizzato dall’Università con il Circolo culturale “Il Borgo”, proporranno interventi Alberto Petroni, Coordinatore dell’Unità di Ingegneria meccanica e gestionale del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Ateneo, Monica Cocconi, Delegata del Rettore e docente di Diritto dell’ambiente (“Un diritto per l’economia circolare”), Paolo Giandebiaggi, docente del Dipartimento di Ingegneria e Architettura (“Il recycle e la sostenibilità applicata all’architettura”), Chiara Allegri, Presidente dei Giovani Imprenditori della CNA Emilia Romagna (“L’economia circolare nella conoscenza e nelle competenze per i nuovi modelli organizzativi e lavorativi”), Lorenzo Frattini, Presidente regionale di Legambiente (“Economia circolare: il ruolo delle associazioni ambientaliste”), e Paolo Ganassi, Responsabile dei servizi ambientali di AIMAG (“Chiudere il cerchio per i rifiuti organici”).
Il passaggio verso un modello più efficiente nell’utilizzo delle risorse, a basse emissioni nocive e quindi resiliente rispetto al cambiamento climatico, costituisce la principale sfida, a livello internazionale, per conseguire una crescita economica sostenibile e inclusiva. In realtà non si tratta unicamente di una riforma del modello attuale ma di un vero e proprio cambio di paradigma, che impone mutamenti rilevanti nell’utilizzo delle risorse e nel ciclo di vita della produzione dei beni. Il nuovo paradigma viene qualificato, a livello nazionale ed europeo, come economia circolare, e trae origine dall’osservazione dei sistemi non lineari e complessi, in particolare quelli viventi: sistemi rigenerativi, evolutivi e termodinamicamente lontani dall’equilibrio.L’obiettivo è quello di puntare a una crescita economica che avvenga entro il paradigma della sostenibilità e della rigenerazione, ossia in cui i beni di oggi siano le risorse di domani: arrivare quindi a coniugare una risposta adeguata ed efficace alle attuali dinamiche ambientali e sociali accrescendo, al tempo stesso, la competitività del sistema economico e i suoi livelli occupazionali.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità”

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 novembre 2018

Roma martedì 13 novembre 2018, dalle ore 09:30 alle ore 17:30 presso l’Aula Nuova (I piano) del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, sita in via del Castro Pretorio 20 Seminario Nazionale dal titolo “Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità”.
Il Seminario è stato realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, la Società Italiana di Pedagogia (SIPED), la Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF), l’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile (ASVIS) e con il sostegno del Network di Lavoro “Dimensioni pedagogiche e formative del Capability Approach” e del Dottorato di Ricerca “Teoria e Ricerca Educativa e Sociale Applicata” (Roma TRE).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità”

Posted by fidest press agency su martedì, 30 ottobre 2018

Roma Martedì 13 novembre 2018, dalle ore 09:30 alle ore 17:30, si terrà, presso l’Aula Nuova (I piano) del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, sita in via del Castro Pretorio 20, il Seminario Nazionale “Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità” Il Seminario è stato realizzato in collaborazione con in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, la Società Italiana di Pedagogia (SIPED), la Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF), l’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile (ASVIS) e con il sostegno del Network di Lavoro “Dimensioni pedagogiche e formative del Capability Approach” e del Dottorato di Ricerca “Teoria e Ricerca Educativa e Sociale Applicata” (Roma TRE).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Convegno su sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa e aspettative dei consumatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Parma Venerdì 12 ottobre, alle ore 14.30, nella Sala Congressi del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Ateneo (via Kennedy 6), è in programma il convegno Sostenibilità, responsabilità sociale d’impresa e aspettative dei consumatori: nuovi paradigmi di qualità?, promosso dall’Università di Parma in collaborazione con Comune di Parma, Gruppo Imprese Artigiane Parma, Centro Universitario di Bioetica – UCB dell’Ateneo, Centro di Etica Ambientale, Legambiente e Circolo culturale Il Borgo.Il convegno, moderato da Monica Cocconi, Docente di Diritto amministrativo all’Università di Parma, sarà aperto dai saluti del Rettore Paolo Andrei, del Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali Luca Di Nella, dell’Assessora all’Agricoltura della Regione Emilia – Romagna Simona Caselli, dell’Assessora alla Sostenibilità del Comune di Parma Tiziana Benassi, del Delegato del Direttivo dell’UCB Alessio Malcevschi e del Presidente de “Il Borgo” Giuseppe Giulio Luciani.Interverranno nel corso del pomeriggio Stefano Magagnoli, Docente di Global History all’Università di Parma (Alle origini della denominazione di origine. Tipicità, mito e reputazione), Franco Mosconi, Docente di Politica industriale all’Università di Parma (La metamorfosi del modello emiliano negli anni della sostenibilità), Emilio Ferrari, Responsabile Acquisti Grano Duro e Semole del Gruppo Barilla (Il nuovo paradigma della sostenibilità nella filiera del grano duro) e Giuseppe Iotti, Presidente del Gruppo Imprese Artigiane (La responsabilità sociale dell’impresa verso la sostenibilità). Seguiranno gli interventi programmati delle docenti dell’Ateneo Katia Furlotti e Mariasole Porpora e di Lorenzo Frattini, Presidente regionale di Legambiente. L’evento è inserito nell’ambito delle iniziative per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostenibilità ambientale tra le mura domestiche

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 agosto 2018

Il 66% dei romani dichiara di seguire un comportamento attento alla sostenibilità ambientale all’interno delle proprie mura domestiche. È quanto emerge dall’ultima ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni, la compagnia assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia.
Un approccio virtuoso ed ecosostenibile verso la propria abitazione, d’altra parte, permette sia di tutelare l’ambiente, sia di ottenere un risparmio economico anche significativo. I romani ne sono sempre più consapevoli, al punto che più di uno su tre (38%) si dice persino disposto a investire in interventi edilizi per riqualificare la propria abitazione e renderla così più efficiente.
Tuttavia, per limitare gli sprechi e gestire al meglio i consumi, oltre ai veri e propri lavori di ristrutturazione si possono anche adottare piccoli accorgimenti e attenzioni nei gesti di tutti i giorni.Diminuire il consumo di energia fa bene all’ambiente e alle bollette. I romani lo sanno bene: il 76% degli intervistati, infatti, spegne luci e dispositivi elettronici quando non è in casa o quando non è nella stanza, mentre il 68% sostituirebbe le vecchie lampadine a incandescenza con lampadine a LED, che possono durare da 8 a 10 volte in più e consumano molto meno. Il 38% preferisce acquistare elettrodomestici di classe energetica elevata, mentre il 25% ha dichiarato di fare un uso razionale del condizionatore. La sensibilità verso l’ambiente si conferma anche in tema di fonti di energia: quasi la totalità dei romani (91%) utilizzerebbe fonti rinnovabili per le proprie abitazioni, da quella solare a quella geotermica.Infine, per risparmiare energia, si può trovare un valido alleato nella domotica? Ha espresso parere positivo il 91% degli intervistati, pur con alcune perplessità legate alla difficoltà di utilizzo e sul fatto che ancora non sia sufficientemente diffusa.
Anche per quanto riguarda i consumi idrici, i romani si dimostrano attenti: il 68% degli intervistati preferisce la doccia al bagno, il 51% adotta accorgimenti per utilizzare l’acqua in modo razionale e il 42% ritiene utili i dispositivi frangi getto nei rubinetti. L’attenzione dei romani si sofferma anche sul tema dell’inquinamento idrico, tanto che il 26% dichiara di preferire detersivi ecosostenibili proprio in virtù del loro minore impatto ambientale. “La nuova ricerca del nostro Osservatorio ha fatto emergere una sensibilità sempre più diffusa degli italiani verso l’importanza di un approccio sostenibile nel modo di vivere la quotidianità in casa – commenta Marco Brachini, Direttore Marketing, Brand e Customer Relationship di Sara Assicurazioni – Adottare piccole abitudini nella vita di ogni giorno all’interno delle pareti domestiche può incidere positivamente sia sull’ambiente, sia sul risparmio. Questa è un’ulteriore conferma di quanto la casa ricopra un ruolo centrale nella vita degli italiani”.
Indagine CAWI condotta dall’istituto di ricerca Nextplora nel 2017 su di un campione rappresentativo della popolazione italiana per quote d’età, sesso ed area geografica.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giovani, Speranza, Trasparenza, Diritti, Cambiamento, Sostenibilità

Posted by fidest press agency su sabato, 23 giugno 2018

In un periodo offuscato dagli slogan e dalla propaganda sulla pelle dei più deboli e indifesi, come coloro che fuggono da povertà e conflitti, è compito delle organizzazioni non governative di solidarietà e cooperazione internazionale affermare la centralità e il significato di un vocabolario essenziale per affrontare le sfide del nostro tempo.Non c’è futuro possibile costruendo mura e steccati, abbattendo ponti, sacrificando i valori della solidarietà, dell’inclusione, del diritto internazionale. Non c’è futuro possibile se l’Italia, l’Europa e il mondo accantoneranno gli impegni assunti a New York il 27 settembre 2015, sottoscrivendo l’Agenda 2030 con i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.
È con queste idee in testa che il CISP – Sviluppo dei Popoli si appresta a riunire la sua assemblea annuale dei soci, il 23 giugno 2018, per approvare il bilancio del 2017, riflettere sulla sua nuova dichiarazione di intenti adottata nel gennaio 2018 e aggiornare la programmazione strategica e operativa.Si tratterà di un’assemblea aperta alla partecipazione di non soci, in particolare giovani studenti universitari interessati alla cooperazione internazionale, che si terrà nell’aula ‘Oriana’ del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università La Sapienza a Roma, Via Salaria 113 (ore 9.15-13). Si tratta di una scelta precisa: quella cioè di aprire le porte a chi si affaccia al nostro mondo, incoraggiando la partecipazione e la riflessione su tematiche tradizionalmente interne alle organizzazioni, quali il bilancio, la programmazione, le scelte strategiche ed organizzative.I giovani, come tutti i cittadini, hanno il diritto di conoscere come un’organizzazione di cooperazione internazionale intende rispondere alle sfide del nostro tempo, quali passi sta compiendo per contrastare l’esclusione sociale e la povertà estrema anche qui in Italia, oltre che in Africa, in America Latina, in Medio Oriente, nel Mediterraneo, in Asia. I cittadini hanno diritto di sapere come i progetti vengono valutati, a quali risultati sono giunti, come sono stati spesi i soldi ricevuti da privati e agenzie pubbliche nazionali e internazionali. La gente vuole sapere cosa significhi operare per la tutela dei diritti lì dove questi sono più sistematicamente violati, a sostegno dei rifugiati, dei richiedenti asilo, degli sfollati.
Questo è il senso dell’assemblea del 23 giugno: un impegno ad avvicinare la prassi di cooperazione alla cittadinanza, dando a tutti, soci e non soci, la possibilità di intervenire, chiedere approfondimenti, esprimere valutazioni, concorrere ad aggiornare la programmazione strategica e operativa.Un impegno anche verso la formazione dei giovani, per sostenerne la capacità di essere protagonisti nelle sfide del nostro tempo, tenendo fermi valori forti, quali la giustizia, la solidarietà, la pace.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il premio internazionale di fotografia dedicato al tema della sostenibilità

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Torino Camera Via delle Rosine, 18, dal 23 maggio al 26 agosto, saranno esposte le immagini selezionate per la settima edizione del Prix Pictet. CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia è stata scelta come sede ufficiale per la presentazione in Italia delle opere vincitrici e selezionate dal Prix Pictet, l’importante premio fotografico internazionale dedicato al tema della sostenibilità.
Il Premio è assegnato annualmente da una commissione di altissimo livello presieduta da Kofi Annan, già Segretario Generale delle Nazioni Unite. Dopo il grande successo della grande esposizione dedicata a Carlo Mollino, la nuova mostra rappresenta un’ulteriore dimostrazione della centralità conquistata da CAMERA, anche nel panorama espositivo internazionale, a soli due anni e mezzo dalla sua inaugurazione. L’opportunità di presentare a CAMERA le opere finaliste del prestigioso Prix Pictet è per noi motivo di orgoglio nella consapevolezza del prestigio e del grande valore culturale e sociale dell’iniziativa, da sempre molto attenta al tema della sostenibilità”, afferma il Presidente della Fondazione CAMERA Emanuele Chieli. Il Prix Pictet è stato fondato nel 2008 da Banque Pictet, con sede a Ginevra, in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra e il Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, con l’obiettivo di utilizzare la potenza della fotografia per comunicare messaggi sulla sostenibilità a un pubblico globale.
Le mostre collettive di CAMERA uniscono sempre la qualità delle immagini esposte con la capacità di raccontare momenti cruciali della società: in questo caso è proprio il mondo che ci circonda a essere protagonista, è l’attualità più flagrante che viene proposta al pubblico attraverso lo sguardo particolare di alcuni dei maggiori fotografi attivi oggi a livello mondiale”, ricorda il Direttore di CAMERA Walter Guadagnini.Il concetto di “sostenibilità” è stato declinato intorno al tema dello “spazio” inteso nelle sue varie accezioni, una visione volutamente ampia che ha portato i fotografi ad abbracciare i più diversi soggetti: la sovrappopolazione, la disputa territoriale, l’inquinamento atmosferico, lo spazio cibernetico, le malattie portate dal vento, gli uragani, così come la fragilità delle grandi aree selvagge del pianeta e la nostra tendenza a riempire lo spazio con spazzatura e molte altre cose.”I lavori presentati per questa edizione del Prix Pictet – ha affermato Sir David King, presidente della Giuria della più recente edizione del Premio – sono stati di uno standard eccezionalmente alto. La gamma di risposte creative dei circa 700 fotografi selezionati per il Premio è stata davvero notevole”. I finalisti sono 12: Mandy Barker (Regno Unito); Saskia Groneberg (Germania); Beate Gütschow (Germania); Rinko Kawauchi (Giappone); Benny Lam (Hong Kong); Richard Mosse (Irlanda); Wasif Munem (Bangladesh), Sohei Nishino (Giappone), Sergey Ponomarev (Russia), Thomas Ruff (Germania), Micheal Wolf (Germania), Pavel Wolberg (Russia).I 100 mila franchi svizzeri del Premio sono andati al vincitore, il fotografo irlandese Richard Mosse; con la serie “Heat Maps”, attraverso una termo camera militare in grado di rilevare la presenza del corpo umano a oltre trenta chilometri, ha documentato la situazione migratoria dei profughi in Europa, Medio Oriente e Africa.
Le opere di Richard Mosse saranno esposte a CAMERA insieme a quelle degli altri finalisti del Premio.
La mostra torinese è già stata ammirata a Londra, Zurigo, Tokyo, Stoccarda, Bruxelles, Mosca, New York, Città del Messico e San Diego. L’’attività di CAMERA è realizzata grazie a Intesa Sanpaolo, Eni, Reda, Lavazza, in particolare la programmazione espositiva e culturale è sostenuta dalla Compagnia di San Paolo. Ingresso Intero € 10 Ingresso Ridotto € 6, fino a 26 anni, oltre 70 anni.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Con nuove linee guide PUMS mobilità romana sostenibile più efficiente”

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 marzo 2018

Roma.”Nella Commissione Trasporti odierna, assieme all’Assessorato alla Mobilità, a Roma Servizi per la Mobilità e ai rappresentanti di alcuni Municipi e Associazioni, abbiamo esaminato le linee guida al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Roma Capitale. Attraverso queste ultime ci prefiggiamo di: garantire e migliorare l’accessibilità al territorio; garantire e migliorare l’accessibilità delle persone; migliorare la qualità dell’aria; migliorare la qualità dell’ambiente urbano; favorire l’uso del trasporto pubblico; garantire efficienza e sicurezza al sistema della viabilità e dei trasporti; governare la mobilità attraverso tecnologie innovative e l’infomobilità. Il PUMS è un piano ad orizzonte temporale di breve, medio e lungo periodo, che intende mettere a sistema i vari piani della mobilità: viene affrontato, infatti, il tema delle infrastrutture con particolare riferimento al trasporto pubblico, alla mobilità dolce, alla rete stradale primaria e alla distribuzione delle merci, favorendo la sicurezza e l’accessibilità per tutti. Il Piano mette al centro le persone e la soddisfazione delle loro esigenze di mobilità, seguendo un approccio trasparente e partecipativo che prevede il coinvolgimento attivo dei cittadini e degli altri portatori di interesse”. Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Mobilità di Roma Capitale Enrico Stefàno. (n.r. Ci auguriamo che le promesse vadano oltre le premesse e che diventino ben presto una realtà perché la situazione sta diventando insostenibile)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il futuro dell’oncologia e la sostenibilità del SSN

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 gennaio 2018

comoNegli ultimi trent’anni il Servizio Sanitario Nazionale ha assicurato a generazioni di italiani servizi di buon livello e accessibili a tutti e oggi si trova ad operare in un contesto diverso rispetto al passato a causa di fattori tecnici, economici ed etici. Il progresso tecnico, insieme ai trend demografici, contribuisce ad allungare la vita media aumentando la domanda di prestazioni sanitarie. I vincoli e i limiti di natura economica hanno un peso sempre maggiore nei processi decisionali. Per fronteggiare queste sfide, il Sistema Sanitario Italiano dovrà sapersi muovere sotto diversi aspetti: continuare a migliorare la prevenzione delle malattie e l’efficienza delle strutture sanitarie, ridurre le disparità tra le prestazioni, definire una politica sanitaria nazionale integrata con le priorità industriali del Paese e semplificare la burocrazia.
Dopo il grande successo della scorsa edizione, tenutasi a Ferrara, anche quest’anno Motore Sanità ha promosso ed organizzato la seconda Winter School 2018, a Como. Le tre giornate, 25,26,26 Gennaio, hanno coinvolto Direttori Regionali e Generali, Senatori e Deputati, Presidenti di enti sia pubblici che privati, rappresentanti di Centri di ricerca e dell’Università, oncologi di livello internazionale, associazioni di categoria, aziende del settore farmaceutico e della salute.
Come si dovrebbero ulteriormente attrezzare le regioni, quale il confine tra politica e tecnocrazia, e quali competenze debbano appartenere al governo centrale per favorire un’omogeneizzazione dell’offerta a livello nazionale, e se la Conferenza Stato-Regioni continui ad essere il collante tra le due realtà: questi sono gli interrogativi posti alla Winter School 2018.
Con il fallimento del referendum sulla modifica della Costituzione e l’approvazione dei temi referendari autonomistici del Veneto e della Lombardia, che si aggiungono alle richieste dell’Emilia-Romagna per un decentramento di competenze attualmente centralizzate, il tema del regionalismo e di una maggiore autonomia gestionale regionale, già importante per ciò che concerne la sanità, diventa insieme al finanziamento del SSN il tema principale degli ultimi mesi.
1. Temi di discussione sono stati le ‘reti delle patologie’ e le difformità regionali con riferimento alle malattie rare, infettive-croniche, cardiopatie e al trattamento del diabete: la rete è un modello innovativo di organizzazione dell’assistenza fondato sulla condivisione delle conoscenze e sulla collaborazione clinica, finalizzato a migliorare la qualità e l’appropriatezza di cura di una malattia e l’efficienza del Sistema nell’utilizzo delle risorse, orientando allo stesso tempo il paziente nei percorsi di cura, con la riduzione dei tempi di attesa e della mobilità.
2. Si è trattato il tema del ‘market access’ in un’ottica di centralità del paziente e dell’importanza dell’investimento in tecnologie per investire sulla salute. L’attuale modello regolatorio e di governance a livello centrale, che fino ad oggi è stato in grado di governare la spesa farmaceutica territoriale, si sta mostrando incapace e inadeguato a governare la spesa farmaceutica ospedaliera con il conseguente sfondamento dei tetti di spesa.
3. La cronicità ha aperto il dibattito sulla delibera del Riordino della Rete di Offerta e la modalità di presa in carico dei pazienti cronici e/o fragili della Lombardia e del Veneto; sul ruolo dei Medici di Medicina Generale, sia per la gestione del paziente cronico sia per la stesura dei piani terapeutici.
4. Gli altri temi di confronto: la Legge Gelli-Bianco (la responsabilità del medico e ‘medicina difensiva’) con l’intervento dell’Onorevole Amedeo Bianco, co-propositore della legge; l’innovazione in campo oncologico, quindi l’importanza dei PDTA e del PAI e della ‘medicina di precisione’ e le ricadute per la sostenibilità del SSN.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »