Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘sostituzione’

La sostituzione dei contatori del gas non è obbligatoria per ogni consumatore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

Lo ribadisce l’Associazione Codici, all’indomani della puntata della trasmissione Le Iene, che ripropone il pericolo truffe.Nel corso di un servizio, è stato dimostrato che alcuni modelli dei nuovi tipi di contatori digitali segnano consumi anche se è stato chiuso il gas.Si parla di un incremento che si aggira intorno ai 15 euro al mese. Il problema non sarebbe voluto, come riportato dal servizio della trasmissione Le Iene, ma c’è chi non segnala il malfunzionamento ai consumatori e così ci guadagna.“Se il nostro contatore non ha più di 15 anni di attività – precisa l’Associazione Codici – non è necessaria la sostituzione. Invitiamo gli utenti a controllare i propri contatori, verificando la corretta registrazione dei consumi.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le aziende devono prepararsi già ora per la sostituzione dell’Eonia e dell’Euribor

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Londra. Le istituzioni finanziarie devono cominciare a prepararsi fin d’ora per la transizione dall’Euribor (Euro Interbank Offered Rate) e dall’Eonia (Euro Overnight Index Average), se vogliono evitare di incorrere in un aumento dei costi e dei rischi. Lo sostiene un nuovo studio della società di consulenza Oliver Wyman, intitolato “A Tale of Two Benchmarks: The Future of Euro Interest Rates”.L’Euribor e l’Eonia sono tassi di vitale importanza per l’eurozona: vengono utilizzati infatti come riferimento per oltre 175 trilioni di dollari di prodotti finanziari all’ingrosso e al dettaglio, tra cui i mutui a lungo termine in Finlandia, Spagna e Italia. Entrambi sono però destinati ad essere sostituiti, o comunque trasformati, poiché non soddisfano i requisiti previsti dal recente Regolamento dell’Unione Europea sugli indici di riferimento (Benchmarks Regulation – BMR).“I preparativi per la migrazione dal LIBOR, l’equivalente dell’Euribor per il dollaro USA e per altre valute importanti, sono già in corso” spiega Claudio Torcellan, partner Oliver Wyman. “Tuttavia, si parla molto meno dell’Euribor e dell’Eonia, nonostante i tempi di transizione siano molto più stretti. Le aziende devono agire ora e prepararsi. Si stima che la transizione potrebbe costare oltre 100 milioni di dollari per alcune società: tergiversare farà solo aumentare i costi e amplificherà i rischi finanziari, operativi e reputazionali.”Il report analizza come l’Euribor potrebbe essere riformato per consentire – nel migliore dei casi – una transizione senza intoppi, ma restano dubbi sulla fattibilità di questa soluzione ottimale entro il termine previsto, il 1 °gennaio 2020. Visto il volume di affari coinvolto, le istituzioni finanziarie dovrebbero avere almeno un piano B per la riforma dell’Euribor.Non ci saranno invece tentativi di riforma per l’Eonia: sarà dunque sicuramente necessario passare ad un altro tasso di riferimento entro gennaio 2020. Ad oggi, però, un tasso di riferimento overnight alternativo all’Eonia ancora non c’è, anche se la BCE sta lavorando su ESTER (Euro Short-Term Rate), che pianifica di lanciare prima del 2020. (fonte: http://www.oliverwyman.com)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prove generali di sostituzione etnica in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 8 ottobre 2016

“Nel 2015 più di 100 mila italiani hanno lasciato la nostra Nazione per cercare fortuna all’estero. Di questi, oltre il 30% sono giovani tra i 18 e 34 anni. In compenso, sempre nel 2015, sono sbarcati in Italia 153 mila immigrati, nella stragrande maggioranza uomini africani. Questi sono i risultati della fallimentare politica del Governo Renzi-Alfano: porte aperte a tutti gli immigrati del pianeta e povertà crescente degli italiani costretti a cercare fortuna all’estero. Ma perché non espatriano questi incompetenti che ci governano?».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Equitalia e attentati

Posted by fidest press agency su martedì, 3 gennaio 2012

English: Beppe Grillo, Italian comedian, activ...

“E’ estremamente pericoloso associare gli attentati alle sedi di Equitalia a un giudizio di disumanità nei confronti del sistema esattoriale”. Lo afferma l’europarlamentare del Pd Debora Serracchiani, commentando quanto scrive Beppe Grillo sul suo blog nel post “I botti di fine anno di Equitalia”, in cui sostiene che “se Equitalia è diventata un bersaglio bisognerebbe capirne le ragioni”. Secondo Serracchiani “c’è sicuramente più di una riflessione da fare su Equitalia, ad esempio sui tassi di interesse raggiunti dalle cartelle esattoriali, sulla messa all’asta delle prime case o sull’impossibilità per le imprese di compensare debiti e crediti con lo Stato. Ma da qui ad accreditare in modo strisciante il concetto che gli attentati dinamitardi sono un fenomeno ’da capire’ – sottolinea – corre la stessa distanza che c’è tra la protesta civile e il lancio delle molotov”. Per l’esponente democratica “fomentare i sentimenti più torbidi e potenzialmente violenti per fare consenso è una tattica già sperimentata dalla Lega, ed evidentemente piace anche a Beppe Grillo dato che, dopo aver sponsorizzato i cartelli anticasta di schietta ispirazione razzista, ora sembra adombrare il giustificazionismo dei bombaroli: è un peccato anche perché l’ex comico si poteva ritagliare un ruolo più propositivo di quanto non sia cavalcare banalmente il malcontento”. Quanto alla proposta di cambiare la Costituzione lanciata da Grillo, Serracchiani osserva che “si tratta di un ritornello simile a quello che ripete da anni Berlusconi”.(n.r. cara onorevole, qui non si tratta di plaudire su un attentato. Ci mancherebbe. Ma ciò che ha detto Grillo è sulla bocca di non pochi italiani. Equitalia è “odiosa” perchè, come al solito, colpisce i più deboli ed è, nel suo agire, disumana. Questa “crudeltà” stimola una reazione ed è come dire “chi la fa l’aspetta”.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Garanzie post vendita

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2011

“Il diritto di garanzia vale anche in periodo di saldi”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), riferendosi alle numerose segnalazioni giunte alla nostra associazione da parte di consumatori che denunciano quei commercianti che non permettono la sostituzione del prodotto difettoso perché scontato. “Il negoziante è sempre responsabile di ciò che vende e se c’è un difetto è tenuto a ripararlo o sostituirlo -afferma l’avvocato Dona- senza contare che non ha alcun fondamento la giustificazione di non poter effettuar il cambio nei giorni successivi all’acquisto: il registratore di cassa ha il tasto per evidenziare sullo scontrino ‘eventuali rimborsi per restituzione di vendite’”. “E’ sempre bene, dunque, conservare lo scontrino per l’eventuale sostituzione -ricorda il Segretario generale- controllare, poi, che sui cartellini sia specificato il prezzo intero, quello in saldo e la percentuale di sconto e non accettare scuse insensate da parte dei negozianti: si può pagare con la carta di credito tutto l’anno!” Al tema delle garanzie post-vendita è dedicata la nostra sezione del progetto “Guarda che ti riguarda” finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato dalla nostra Unione, Movimento Difesa del Cittadino, Assoutenti, Codacons, e Confconsumatori. Maggiori informazioni sul sito http://www.guardachetiriguarda.it.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sostituzione della valvola aortica

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2011

Presentati in anteprima, al VII Congresso europeo di geriatria “Healthy And Active Ageing For All Europeans” conclusosi a Bologna, i risultati dello studio “PARTNER-Coorte A”: confronto, in pazienti con stenosi grave della valvola aortica, tra la tecnica standard di intervento cardiochirurgico a cuore aperto (AVR) e l’innovativa procedura TAVI (impianto di valvola aortica per via transcatetere, attraverso l’arteria femorale o l’apice del cuore). I dati, ottenuti utilizzando le valvole SAPIEN di Edwards Lifescience, dimostrano che, dopo 12 mesi, non c’è alcuna differenza di risultato tra i pazienti sottoposti ai due diversi interventi. 24,2% è la mortalità, per qualunque causa, a 1 anno dalla TAVI, 26,8% quella con intervento cardochirurgico tradizionale: un lieve vantaggio, non statisticamente significativo, per la nuova procedura. Stesso andamento per quanto riguarda la mortalità per qualunque causa riscontrata a 30 giorni dall’operazione: 3,4% con TAVI, 6,8% con l’intervento a cuore aperto. In questo caso, però, il dato osservato con la procedura standard risulta inferiore a quello normalmente riscontrato nel caso dell’intervento a cuore aperto, che ha generalmente un rischio di mortalità a 30 giorni pari a 11,8%.
Lo studio PARTNER è il primo studio randomizzato e controllato mai effettuato per valutare i risultati ottenibili con la TAVI. “PARTNER-Corte A” ha valutato 699 pazienti con stenosi aortica sintomatica e grave, considerati a rischio elevato per l’intervento tradizionale a cuore aperto, e assegnati casualmente alla TAVI attraverso l’arteria femorale, alla TAVI per via intercostale tramite l’apice del cuore o alla chirurgia tradizionale a cuore aperto. I risultati della prima parte dello studio, denominato “PARTNER-Coorte B”, erano già stati pubblicati nel settembre 2010 sul New England Journal of Medicine. “PARTNER-Coorte B” confrontava la TAVI con la terapia farmacologica o di valvuloplastica percutanea, ossia tecniche non chirurgiche riservate ai pazienti che non possono essere sottoposti all’intervento a cuore aperto. Dopo 12 mesi la mortalità nei pazienti trattati tradizionalmente era stata del 50,7%, mentre con la TAVI del 30,7%, 20 punti percentuali in meno pari a una riduzione della mortalità del 39,4%. Il commento dei ricercatori era stato, testualmente: “l’impianto transcatetere con valvola espandibile con pallone è il trattamento di elezione per i pazienti con stenosi aortica che non possono essere sottoposti a intervento chirurgico”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presidente della Quadriennale di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 febbraio 2011

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi, ha nominato Jas Gawronski Presidente della Fondazione La Quadriennale di Roma, ente nel cui Consiglio di Amministrazione contestualmente il Comune di Roma ha nominato Carlo Fabrizio Carli in sostituzione della scomparsa Graziella Lonardi Buontempo. Nel ringraziare Gino Agnese per la preziosa opera svolta alla guida di questa importante istituzione, il Ministro augura ogni successo al Presidente Gawronski nello svolgimento dell’incarico cui è stato chiamato.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

RAI: assolta sulla gestione della comunicazione

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2010

Dichiarazione di Marco Pannella e dell’Avv. Giuseppe Rossodivita, Segretario del Comitato Radicale per la Giustizia Pier Calamandrei  e difensore di Marco Pannella. La Procura di Roma, con riguardo alla Rai, davvero non si smentisce mai. A fronte di una messe di fatti, narrati in denunce e memorie, il Pm Di Salvo, con la controfirma del Procuratore Capo Giovanni Ferrara, ha
richiesto l’archiviazione del procedimento a carico di Masi, Minzolini e Berlusconi per le vicende relative alla sostituzione del Direttore di Rai Tre Ruffini e per la gestione della comunicazione politica nel corso dell’ultima campagna elettorale. Il cosiddetto “sistema Mastella”, cioè la lottizzazione di un ente finalizzata al controllo del potere, sul presupposto che abbia rilevanza penale, viene ora contestato solo a Napoli e solo a Mastella,  non a Roma e non a Berlusconi & Company. Nella richiesta di archiviazione (contro la quale verrà depositata opposizione e verranno adottate altre iniziative di carattere legale)  il suddetto PM scrive, incredibilmente, che i vertici della RAI, essendo questa società una Spa, non possono essere più considerati, quanto al
profilo strutturale, incaricati di pubblico servizio. Le pressioni finalizzate a condizionare le scelte del Cda sulle nomine di Direttori e Vicedirettori, non riguardando un ente sottoposto allo statuto giuridico della pubblica amministrazione, sarebbero dunque penalmente irrilevanti. Quanto alla presenza di Berlusconi sugli schermi della concessionaria pubblica nel corso dell’ultima campagna elettorale, con tempi e spazi strabordanti rispetto agli altri contendenti ed in trasmissioni in cui ne
era vietata la presenza (ad esempio, Uno Mattina in cui il Premier fece propaganda ininterrottamente per 12 minuti in una fascia di ascolto particolarmente significativa) la Procura di Roma, scrive “non è dato scorgere intento alcuno di procurare a chicchessia ingiusto vantaggio
patrimoniale o danno ingiusto”. Questa opinione della Procura, supportata  da un davvero eccezionale sforzo investigativo concretizzatosi nella totale assenza di indagini – in ossequio al principio dell’obbligatorietà dell’azione penale –  si caratterizza per essere  di  una straordinaria singolarità rispetto al notorio comune sentire, persino dei giornalisti della RAI. Se queste sono le Toghe Rosse, Berlusconi, Masi e Minzolini possono dormire sonni tranquilli e possono impunemente continuare a fare della concessionaria del servizio pubblico la propria Tv di Regime per le prossime quindici campagne elettorali.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Proroga carta identità

Posted by fidest press agency su sabato, 7 agosto 2010

Il Dipartimento degli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno, con la circolare n. 23 del 28 luglio 2010, ha comunicato che “sono stati segnalati disagi provocati dal mancato riconoscimento, da parte delle Autorità di frontiera di un significativo numero di Paesi esteri, del documento di identità prorogato con le suddette modalità. Pertanto – in relazione ai quesiti pervenuti e sentito il Ministero degli Affari Esteri – attesa la particolare circostanza della inutilizzabilità per l’espatrio del  documento d’identità prorogato con le modalità di cui sopra, si ritiene che si possa procedere alla sostituzione della carta d’identità da prorogare o già prorogata, seppur valida, con una nuova carta d’identità la cui validità decennale decorrerà dalla data del rilascio”. Adiconsum Lazio ritiene fondamentale che questa informazione sia diffusa ai molti cittadini interessati, che potranno così evitare spiacevoli sorprese alle frontiere di molti Paesi Esteri.

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiusura temporanea galleria Giovanni XXIII

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 luglio 2010

Roma. La Galleria Giovanni XXIII sarà temporaneamente chiusa dalle ore 22 di venerdì 2 luglio 2010 fino alle ore 6 di sabato 3 luglio 2010 per via di lavori di manutenzione relativi agli interventi di sostituzione della porta antincendio. Lo comunica il Dipartimento Lavori Pubblici del Comune di Roma.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dio abita in tutti coloro che hanno una retta vita

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 settembre 2009

Lettera al direttore. Il Papa a Castegandolfo ha pronunciato queste parole: “Se uno ama il prossimo con cuore puro e generoso, vuol dire che conosce veramente Dio. Se invece uno dice di avere fede, ma non ama i fratelli, non è un vero credente. Dio non abita in lui. E poi ha citato alcune parole di san Giovanni Crisostomo: “Uno può anche avere una retta fede nel Padre e nel Figlio, così come nello Spirito Santo, ma se non ha una retta vita, la sua fede non gli servirà per la salvezza”. Bisogna riconoscere che il discorso è giusto e bello. Però, a ben riflettere, esso riguarda solo una parte dell’umanità. Si rivolge a coloro che hanno la fede (cristiana), i quali possono salvarsi secondo se amano o non amano i fratelli. Così ho pensato ad un breve discorso non in sostituzione di quello del Pontefice ovviamente (non mi permetterei mai), ma in aggiunta, sì da estenderlo anche a coloro che, poverini, la fede non l’hanno per niente. Che fine faranno? Basta qualche ritocco alle parole stesse del Papa e di san Crisostomo, per saperlo. Ecco: “Se uno ama il prossimo con cuore puro e generoso, vuol dire che conosce veramente Dio, anche se non lo sa. Se uno dice di non avere fede, ma ama i fratelli, Dio abita lo stesso in lui. Uno può anche non avere  fede nel Padre e nel Figlio, così come nello Spirito Santo, ma se ha una retta vita, ugualmente avrà la salvezza”. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: piano casa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

«Abbiamo sempre detto che la legge regionale sul Piano Casa potrebbe essere una grande occasione per snellire le procedure urbanistiche, per favorire l’housing sociale, e per rilanciare l’economia cittadina, e avevamo grandi aspettative su questo. Purtroppo, per quel che fino a oggi è trapelato, rischia di essere un’occasione mancata. Abbiamo avanzato proposte di modifica alla legge che ci auguriamo che, nel restante iter approvativo alla Pisana, vengano recepite». Lo afferma con rammarico l’assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Marco Corsini, il quale aggiunge: «Gli incentivi volumetrici per l’ampliamento (+20%) e per la sostituzione edilizia (+35%) verranno limitati solo alle sedi di abitazioni e di artigianato di modesta dimensione (1.000 mc e 1.000 mq). A Roma, questi incentivi sarebbero di scarsa importanza, perchè riguarderebbero soprattutto edifici abitativi della periferia più esterna, spesso abusiva e disordinata, priva di qualità e di urbanizzazioni, con il rischio di peggiorare ulteriormente tali condizioni». «Pensiamo si debba osare di più soprattutto in questo momento perché opportunità di questo genere non si presentano spesso. Meglio assai sarebbe – prosegue l’assessore Corsini – lasciare liberi i Comuni di estendere gli incentivi a tutti gli edifici e le sedi di attività economiche (produttive, turistico-ricettive, di servizio alla popolazione e alle imprese), senza limiti dimensionali degli edifici stessi. Inoltre, molto più efficace sarebbe aumentare dal 35 al 50% l’incentivo per interventi di sostituzione edilizia, se all’interno di programmi di riqualificazione promossi e approvati dai Comuni, in deroga agli strumenti urbanistici, e soprattutto senza necessità di approvazione regionale. Infine, nonostante le dichiarazioni di intenti del mondo politico regionale, manca ogni accenno alla disciplina del fascicolo di fabbricato, le cui indispensabili modifiche erano state annunciate. “La nostra posizione sostiene la necessità di semplificazione delle procedure urbanistiche rivedendo le leggi regionali 36/1987 e 38/1999 in modo tale da rendere obbligatoria l’approvazione regionale solo per le varianti urbanistiche davvero sostanziali e rilevanti, lasciando il resto ai Comuni e rendendo certi e indilazionabili i tempi per le procedure urbanistiche straordinarie. È necessaria la riforma dei Programmi integrati inserendo principi e criteri di perequazione urbanistica e finanziaria, già presenti nel PRG di Roma, senza i quali i Comuni non possono operare, in carenza di risorse finanziarie, per la riqualificazione urbana e per l’housing sociale. Non si tratta di allentare vincoli per favorire i costruttori, come alcuni poco accorti potrebbero pensare, ma di rendere i Comuni in grado di rispondere tempestivamente alle esigenze che provengono dai loro territori. Abbiamo inoltrato alle Regione delle proposte – conclude Corsini – che spero trovino nell’iter formativo della legge l’attenzione che meritano».

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dieci proposte per uscire dalla crisi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

Aix-En-Provence, Francia,  Dichiarazione finale del centro studi Cercle des Economistes. È grande la tentazione di sperare in una rapida risoluzione delle attuali difficoltà economiche. Il Cercle des Economistes si distacca da tale visione rassicurante che non consente di definire e implementare le riforme istituzionali e i coordinamenti indispensabili per un nuovo modello di crescita. Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, questo periodo può essere favorevole per la Francia. La situazione è grave e richiede decisioni drastiche.  Le 10 proposte del Cercle des Economistes:  A livello mondiale  1) Instaurazione del G20 in qualità di autorità di coordinamento economico a livello mondiale in sostituzione del G7/G8, e con l’incarico di gestire i problemi di commercio, variazione e stabilizzazione del prezzo delle materie prime.  2) Rafforzamento immediato fino alla fine del 2009 del controllo bancario e finanziario iniziato a Londra prima che il consenso tra i paesi anglosassoni e il resto del mondo svanisca.  3) Rafforzamento delle funzioni di previsione e risoluzione degli squilibri finanziari del Consiglio di stabilità finanziaria e dell’FMI. Rivalutazione dei diritti di voto dell’FMI.  4) Organizzazione alla fine del primo trimestre del 2010 di una Conferenza internazionale che ridefinisca le regole di governance mondiale: La conferenza della rinascita. Questa iniziativa decisiva è indispensabile per consentire al G20 di essere d’ora in avanti il luogo di confronto e di risoluzione dei conflitti su scala mondiale.  Per preparare tale conferenza, il G20 deve:  1) ideare nuovi strumenti di stabilizzazione delle zone monetarie che consentano una ripartizione maggiormente equilibrata delle riserve di cambio delle banche centrali;  2) avviare i lavori di analisi delle esigenze mondiali per il 2015 in materia energetica e agroalimentare, e implementare dispositivi di produzione che migliorino l’equilibrio domanda-offerta su tali mercati;  3) concepire nuovi meccanismi di trasferimento dei flussi pubblici di finanziamento verso i paesi del Sud per compensare i flussi privati, con l’obiettivo di raddoppiare in cinque anni l’aiuto pubblico allo sviluppo;  4) farsi carico dell’attuazione degli impegni che saranno presi per il dopo-Kyoto in occasione della conferenza di Copenhagen in programma il prossimo dicembre, in particolare sul piano finanziario e in merito a una migliore gestione del clima, bene collettivo mondiale.  5) Sul piano congiunturale, è fondamentale che il G20 non aumenti i tassi di interesse prima che la crescita sia tornata stabile, non prima della fine del 2010.  A livello europeo  6) Rafforzamento coordinato dei piani di sostegno del mercato del lavoro e degli investimenti nei settori in crescita. Realizzazione della strategia di Lisbona.  7) Fornire alla Banca Centrale Europea, in coordinamento con l’Eurogroup, i mezzi per una gestione attiva dei tassi di cambio.  8) Organizzazione e pubblicazione rapida di veri e propri << stress test >> bancari europei.  A livello nazionale francese  9) Forte rilancio degli investimenti alla fine del 2009 – inizio del 2010. Definizione consensuale dei settori da privilegiare, dei tipi di finanziamento e delle modalità di investimento del prestito. 10) Assegnazione di un quarto dei mezzi destinati al rilancio del sistema di istruzione superiore e di ricerca per una parziale soluzione al problema della disoccupazione dei giovani. Forte orientamento delle politiche di impiego verso la lotta contro l’emarginazione e soprattutto verso la diffusione della messa in sicurezza dei percorsi professionali.  In tale contesto, sono più necessarie che mai riforme strutturali.  http://www.cercledeseconomistes.asso.fr

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Licitra sostituisce Alvarez in Tosca

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 aprile 2009

Teatro Regio di Parma 14 aprile 2009, ore 20.00 A causa del perdurare di una fastidiosa forma allergica che lo ha colpito improvvisamente nel corso della recita di mercoledì 8 aprile (recita, anche questa, conclusa tra le acclamazioni del pubblico entusiasta), Marcelo Alvarez non potrà interpretare il ruolo di Cavaradossi in Tosca martedì 14 aprile 2009 alle ore 20.00. Per il ruolo, è stato chiamato a sostituirlo Salvatore Licitra, artista applaudito e amato nei teatri di tutto il mondo: dopo aver fatto il suo debutto proprio al Regio nel 1998 in Un Ballo in maschera (l’artista ha studiato a Parma), la sua folgorante carriera lo ha visto richiesto tra gli altri più volte da direttori quali Riccardo Muti, James Levine, Zubin Mehta.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »