Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘sound’

A Dictionary of Sound

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 novembre 2018

Milano 9, 16, 30 novembre alle ore 21.00 viale Pasubio 5 re serate di esperienze visive e sonore a cura di Teho Teardo Con Jessica Moss, Eric Chenaux, Gareth Dickson, Pan·American e Robert Lippok per esplorare insieme agli artisti più interessanti della scena internazionale la stretta relazione fra musica e immagini. Incuranti della protezione fornita dai termini musicali che impieghiamo per descrivere la musica, le parole elettronico, acustico, sperimentale, jazz, songwriting, minimale, per loro sono solo tappe di un passaggio obliquo ed avventuroso nella contemporaneità.
Si parte con i due concerti di Jessica Moss, proveniente dalla scena musicale underground di Montreal, e, a seguire, di Eric Chenaux, chitarrista e compositore canadese alla ricerca delle possibili interazioni fra vocalità romantica ed effetti sorprendenti della chitarra. Venerdì 16 novembre, sempre alle 21.00, è la volta di Gareth Dickson, cantautore scozzese di nuova generazione, e dell’ambient acustico del gruppo Pan·American. Infine, terzo e ultimo protagonista venerdì 30 novembre del ciclo A Dictionary of Sound, Robert Lippok, artista audiovisivo d’avanguardia proveniente dalla scena musicale berlinese.Ogni appuntamento è anticipato da una introduzione del curatore Teho Teardo che, insieme ai musicisti, accompagna lo spettatore in un percorso in cui gli elementi sonori e le suggestioni visive si combinano per attivare memorie e sogni in una esperienza di ascolto multimediale e immersivo.
I concerti sono a pagamento, i biglietti sono disponibili in prevendita su http://www.vivaticket.it Biglietto intero: 15 euro + pBiglietto ridotto: 12 euro + pv
per possessori Carta Più/Multipiù Feltrinelli, over 65 anni, under 25 anni Abbonamento a 3 concerti: 30 euro + pv Ingresso gratuito under 12 anni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Gay men and lesbian women less likely to be employed in a leadership position due to the sound of their voice

Posted by fidest press agency su martedì, 21 marzo 2017

londonLondon. Gay men and lesbian women face discrimination when seeking leadership positions due to the sound of their voice, a new study in the Archives of Sexual Behaviour has found. The study, carried out by researchers at the University of Surrey, also found that people thought gay men should be paid less than their heterosexual counterparts. During this study researchers presented voice samples of gay and heterosexual speakers and pictures, devoid of any background features and other characteristics, to a heterosexual sample group. Participants were not informed of the sexual orientation of the person but allowed to freely guess from the voice or face of the individual. The sample group were asked to form impressions about applicants for the fake position of CEO and evaluate the employability of candidates by responding to five statements (which were rated on a scale of one to five) and to report the amount of monthly salary they considered adequate. The process was then repeated with lesbian candidates.Researchers discovered that participants perceived men and women who they considered to be gay or lesbian, as inadequate for a leadership position.For male candidates, auditory and not facial features impacted on whether they were deemed suitable for the role. Researchers discovered that having a heterosexual- rather than a ‘gay- sounding’ voice created the impression that the speaker had typically masculine traits, which in turn increased their perceived suitability for the role and the chance of receiving a higher salary.Lesbian candidates were associated with a lack of femininity and identified as gender non-conforming and received less positive evaluation than heterosexual counterparts.Dr Fabio Fasoli said: “These results demonstrate that the mere sound of a voice is sufficient to trigger stereotyping denying gay- and lesbian-sounding speakers the qualities that are considered typical of their gender.“It is revealing, that despite all the work to lessen discrimination against the LGBT community, people subconsciously type cast an individual before getting to know them. This study highlights that it can be a real problem in the workplace and for people’s career prospects.”In another study participants were also asked to listen to the voices of two different speakers who pronounced a single sentence of neutral content and then requested to evaluate the speakers’ likely personality traits and personal interests (i.e. sports and fields of study). The traits and interests were manipulated in order to be recast characteristics/interests perceived to be “typically masculine” (e.g., football) and “typically feminine” (e.g., dance). In addition, participants were asked which of the speakers they would choose as an acquaintance. Similarly to the first study this was repeated with lesbian candidates.Researchers discovered that participants attributed more feminine traits to the gay than to the heterosexual speakers and lesbian speakers were more likely to be associated with masculine than to feminine characteristics. Interestingly, this happened without any mention of sexual orientation of the speakers demonstrating that vocal cues can lead to unfair stereotyping.When asked which of the speakers’ participants would choose as an acquaintance for an interaction, researchers found that male participants were more likely to avoid male gay-sounding speakers, suggesting a subtle impact of voice on social exclusion of gay individuals.Dr Fasoli added: “What is most concerning about this study is the subconscious behaviour intention of participants, where heterosexual male participants avoided choosing a gay male as an acquaintance.“This study demonstrates that unacceptable levels of discrimination, be they subconscious or conscious, still exists in our society, and we need to do more to tackle the discrimination faced by the LGBT community.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sound & Silence Canto e Silenzio”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

Montegrotto Terme (PD) dal 24.8 al 28.8.2010  Sarà il musicista tedesco Markus Stockhausen il docente del workshop internazionale “Canto e silenzio – Quando l’anima canta”, organizzato da ZeroZeroJazz in collaborazione con la Città di  Montegrotto Terme nell’ambito del Programma Europeo LifeLong Learning – Grundtvig.  Partecipano al workshop fino ad un massimo di 30 persone provenienti da ben 16 paesi della Comunità Europea: Lettonia, Austria, Cipro, Germania, Irlanda, Finlandia, Turchia, Inghilterra, Lituania, Polonia, Portogallo, Grecia, Slovacchia, Bulgaria, Turchia e Italia.   Markus Stockhausen trombettista e compositore, figlio di Karlheinz Stockhausen con cui ha collaborato per 25 anni, ha costruito una propria strada originale e profonda. I suoi principali interessi come trombettista sono la musica intuitiva, l’improvvisazione e la musica contemporanea.  Markus suona in tutto il mondo e scrive composizioni per solista con orchestra d’archi, con orchestra sinfonica ed anche con diversi ensemble jazz.  Il corso è  aperto a tutti, non solo ai musicisti ma a coloro che amano esprimersi attraverso il canto e desiderano esplorarne gli effetti sul proprio universo interiore. Non si cantano canzoni tradizionali, ma piuttosto si fanno esercizi vocali e si canta intuitivamente. Gli strumenti musicali possono essere portati e potranno essere usati solo in certi momenti, tuttavia non è un corso d’improvvisazione strumentale, piuttosto l’esplorazione del suono attraverso il canto e il silenzio, verso la meditazione. http://www.zerozerojazz.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ostinati! 2010”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 febbraio 2010

Padova, 26 febbraio ore 21  cinema teatro Torresino Rob Mazurek “sound is” (cornetta), Jason Adasiewicz (vibrafono), Matthew Lux (basso elettrico), Josh Abrams (contrabbasso), John Herndon (batteria).   Padova, lunedi 1 marzo – Sala dei Giganti del Liviano – ore 21  Craig Taborn  (pianoforte)  Doppio appuntamento a distanza ravvicinata per “Ostinati! 2010”, rassegna di musiche contemporanee in corso di svolgimento a Padova, organizzata dal Centro d’Arte dell’Università. “Sound Is” è il nuovo quintetto di Mazurek, un progetto più vicino ai suoni del jazz di ricerca degli anni 60 e 70, che ha come punti di riferimento autori come Don Cherry, i maestri del minimalismo, l’AACM di Chicago. L’organico con vibrafono, due bassi e batteria garantisce una continua trasformazione del suono, trattato a volte con uso di elettronica. Tra i componenti della band spiccano il nuovo talento del vibrafono Jason Adasiewicz ed il batterista John Herndon, componente stabile dei Tortoise. Lux e Abrams ai bassi sono musicisti molto richiesti nella scena alternativa di Chicago. Il concerto in piano solo di Craig Taborn al Liviano (1 marzo) è una esclusiva assoluta di “Ostinati! 2010”. Spesso sidemen di autori notissimi (James Carter, Roscoe Mitchell, Tim Berne, tra gli altri), Craig Taborn è tra i pianisti più apprezzati della musica americana e leader del gruppo “Junk Magic”, da poco tempo si dedica alla performance per solo piano, con risultati altamente originali. Biglietti a 12 euro (interi), 10 (ridotti) 8 (studenti universitari) dalle ore 20 alla cassa del Torresino (via del Torresino 2) per il concerto del 26 febbraio e della Sala dei Giganti (piazza Capitaniato) per quello del primo marzo. (craig, roby)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Casinò Giardino e Wagner Caffè

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 agosto 2009

Venezia fino al 13 settembre. La rassegna estiva dei concerti intitolata “Casinò Giardino e Wagner Cafè in Musica” è un’iniziativa promossa dalla società controllata della casa da gioco Casinò di Venezia Meeting & Dining Services che si occupa di ristorazione e gestione eventi. Tra i concerti in programma, ad ingresso libero fino ad esaurimento di posti disponibili.  Un duo collaudatissimo che rivisita in chiave jazz i brani classici della canzone italiana. Una voce personalissima e una chitarra ispirata ed elegante. La programmazione relativa alla rassegna, avviata il 7 maggio e che si concluderà il 13 settembre 2009, prevede, inoltre, tutti i martedì musica con i solisti del repertorio classico internazionale nazionale, tutti i mercoledì e giovedì duo acustico Pop e Jazz, venerdì e sabato musica nazionale ed internazionale con band, tutte le domeniche duo di musica cover. Sarà un’occasione per ascoltare della buona musica dal vivo sorseggiando il tradizionale Mojito (da “Mojo” che significa “Incantesimo”) preparato dai barman del “Wagner Cafè” (foglie di Hierba Buena, rum silver dry o carta blanca, zucchero di canna, succo di lime e acqua frizzante, ghiaccio rotto a mano) che sarà proposto nella variante tanto apprezzata anche da Ernest Hemingway (che consiste nel mescolare due tipi di rum, il primo chiaro invecchiato da 1 a 3 anni ed il secondo ambrato invecchiato per un periodo che va dai 7 anni in su). Da non perdere è anche l’appuntamento con “Spritz in Time & Cicheti”, tutti i giorni, dalle ore 18.00 alle ore 21.00, al “Wagner Cafè”. Prima dell’inizio del concerto è anche possibile cenare, gradita la prenotazione, al Ristorante Wagner che si trova al primo piano nobile del palazzo e che è intitolato al grande compositore tedesco che qui morì nel 1883. L’eccellente qualità della ristorazione è ormai un altro fiore all’occhiello di Casinò di Venezia: prima casa da gioco italiana e la più antica del mondo. http://www.casinovenezia.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »