Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘speciali’

Rapporto ISPRA sui rifiuti speciali

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 giugno 2021

Il Presidente di FISE Assoambiente (Associazione delle imprese di igiene urbana, riciclo, recupero e smaltimento di rifiuti urbani e speciali ed attività di bonifica) – Chicco Testa, commenta così i dati del Rapporto ISPRA sui rifiuti speciali, presentato venerdì 11 giugno.“Sono molti i numeri che come ogni anno ISPRA pubblica nel Rapporto sui rifiuti speciali in Italia, vediamone alcuni. Primo: in barba ad ogni ipotesi di disaccoppiamento fra crescita economica e produzione di rifiuti, nel 2019 i rifiuti speciali aumentano del 7,3% rispetto al 2018, pari ad oltre 10 milioni di tonnellate (un terzo del totale dei rifiuti urbani per avere un’idea). Il PIL era cresciuto solo di qualche decimale. Un aumento importante che viene dopo una crescita registrata anche fra il 2017 e 2018, e che è prevalentemente generato dai rifiuti da costruzione e demolizione (+14%). Crescono i rifiuti non pericolosi, da 133 a 144 mln di tonn., i pericolosi sono sostanzialmente stabili intorno ai 10 milioni. Secondo: oltre un quarto dei rifiuti speciali sono “rifiuti da rifiuti”, per oltre 38,6 milioni, cioè scarti prodotti dalle attività di recupero e smaltimento e dalle attività di bonifica e risanamento ambientale. A questi vanno aggiunti i rifiuti del trattamento delle acque. Dopo quelli da costruzione e demolizione, i “rifiuti da rifiuti” sono il principale flusso di rifiuti nazionale. Dato su cui riflettere per impostare la nostra strategia di economia circolare. Terzo: rimaniamo un polo industriale europeo del riciclo con oltre due terzi dei rifiuti speciali che vanno ad operazioni di recupero. Ottima notizia, ma ci sono segnali di fragilità del sistema. L’export registra un aumento del 13,4% rispetto al 2018 e circa il 25% è diretto verso recupero energetico e discariche. Aumenta, anche se di poco, la discarica e gli stoccaggi assorbono l’11% del totale dei rifiuti. Un valore che segnala la difficoltà del sistema dei trattamenti finali nell’assorbire il flusso. Quarto: la produzione e gestione di rifiuti speciali si concentra nel Nord Italia dove si genera il 57,6% del totale dei rifiuti delle attività economiche. Circa 6.000 gli impianti di recupero di materia, 81 gli inceneritori e circa 300 le discariche (di cui 142 per soli rifiuti inerti), 173 gli impianti di compostaggio e digestione anaerobica. Nella sola Lombardia viene smaltito il 26% del totale rifiuti speciali italiani. Uno squilibrio territoriale nord-sud ancora molto forte. Quinto: praticamente non si incenerisce niente, vanno ad incenerimento 1,2 milioni di tonnellate e a coincenerimento 2 milioni di tonnellate. Ma esportiamo verso inceneritori europei. Sesto, la produzione di fanghi da depurazione civile aumenta di circa 280.000 tonnellate rispetto al 2018: segno che i processi di depurazione si stanno diffondendo ancora. Ma la maggior parte dei fanghi viene ancora oggi avviato a smaltimento e non a recupero. Bassissima la quota di rifiuti contenenti amianto trattati e gestiti. Vedremo l’anno prossimo gli effetti della Pandemia sulla produzione dei rifiuti e come il sistema italiano ha affrontato la crisi economica conseguente. Restiamo un distretto del riciclo importante a livello globale, ma per affrontare le sfide del prossimo decennio occorrerà prestare attenzione ai segnali di criticità che il Rapporto indica con chiarezza”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma capitale e poteri speciali

Posted by fidest press agency su sabato, 3 ottobre 2020

“Sempre più frequentemente mi chiedono una valutazione sulla proposta del Sottosegretario alle politiche ambientali del Governo Conte Roberto Morassut di indire un referendum per il conferimento di poteri speciali a Roma in quanto capitale d’Italia. Pur confermando la mia stima lo ritengo personalmente un errore perché in questa maniera si provincializzerebbe il dibattito sulla Capitale che invece deve avere dignità nazionale e non rischiare di essere derubricato a canea campanilistica. Sono gli Stati nazionali che, ovunque, si occupano dello status delle loro Capitali, dei loro poteri, delle risorse, dei beni… e il nodo mai sciolto in questi vent’anni è rappresentato da una spaccatura che sembra insanabile tra lo Stato italiano e Roma, dopo la famosa e proficua legge voluta da Craxi su Roma Capitale che aveva l’intenzione di renderla competitiva con le principali capitali europee e non con altre città italiane. Legge dormiente e definanziata da oltre dieci anni. Con i più recenti epiteti di Roma ladrona, parassita, fannullona, fino all’epilogo vergognoso del titolo di Mafia capitale dato all’inchiesta per corruzione e malaffare ‘Terra di mezzo’ Roma è stata lasciata in stato d’abbandono, priva di strumenti operativi, discarica di problemi sociali ed economici irrisolti altrove, disconosciuta nelle sue funzioni nazionali e internazionali, orfana di una visione e di un ordinato supporto da parte della Regione che la contiene. Il M5S come è noto esprime allo stato attuale il Capo del governo, i 2/3 dell’esecutivo e il sindaco di Roma nonché presidente dell’area metropolitana Virginia Raggi. Il PD ha i ministri del MEF e del MIT oltre al Governatore regionale Nicola Zingaretti. Facessero dunque decreti, leggi, delibere e mettessero le risorse necessarie per risollevare Roma dall’abisso, altro che referendum…”. È quanto scrive il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia sulla sua bacheca Facebook.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma deve essere dotata dei poteri speciali

Posted by fidest press agency su sabato, 29 agosto 2020

“E soprattutto con le risorse che hanno le altre capitali mondiali. Come Fratelli d’Italia siamo stati i primi a portare questa battaglia in Assemblea capitolina, in Regione Lazio e in Parlamento perché è una priorità che la Capitale d’Italia sia trattata come tale e abbia tutti gli strumenti necessari per dare risposte ai problemi concreti dei romani. Per questo, è irritante vedere il Pd e i Cinquestelle che discutono dell’istituzione di una poltrona da sottosegretario, con l’obiettivo di salvare la carriera politica di qualcuno e puntellare la malconcia alleanza giallorossa di governo. Roma non merita questo dibattito, ma che ci si metta subito al lavoro per dare alla Città Eterna i soldi e le competenze che il suo status richiede. Basta con i giochi di palazzo, basta perdere tempo». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino: sperimentazione di droni speciali chiamati Skycopter

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 Maggio 2020

Alla presenza dell’Autorità Aeronautica Italiana (ENAC), della Sindaca di Torino, Chiara Appendino e del Vice Presidente MEDC (Michigan Economic Development Corporation), Ryan Michael è stato presentato un progetto che vede la Città di Torino in prima linea a livello internazionale nella sperimentazione di droni speciali chiamati Skycopter, realizzati dalla Skypersonic, azienda americana con sede a Detroit.L’iniziativa ha come focus l’utilizzo di questi droni in modalità BVLOS indoor, ovvero per missioni di ispezione e sanificazione in spazi chiusi, sia pubblici sia privati, il cui controllo avverrà direttamente dall’ufficio centrale della stazione di Polizia Municipale di Torino con il supporto dal centro di controllo di Skypersonic a Detroit.La Città di Torino, virtuosa per l’uso delle tecnologie avanzate in ambito di mobilità aerea urbana, ha creato una Drone Unit collocata negli spazi del Comando della Polizia Municipale che già opera, attraverso droni e sensori d’aria e programmi di monitoraggio del territorio, per supportare misure di prevenzione al contenimento della emergenza COVID-19. In questo contesto, all’interno dell’iniziativa di solidarietà di innovazione ‘Torino City Love’ (https://www.torinocitylab.it/it/submit-to/challenge/torino-city-love), l’Amministrazione ha avviato un proficuo dialogo con Skypersonic che ha messo a disposizione competenze, tecnologia e servizi per i torinesi.L’azienda americana – fondata da un ingegnere italiano – produttrice di droni speciali utilizzati in operazioni rischiose o d’emergenza come le ispezioni nucleari o gli impieghi nella sicurezza pubblica, in questo periodo di emergenza COVID-19, vista l’impossibilità di inviare i propri esperti nelle varie Nazioni, ha ideato, sviluppato e realizzato una piattaforma di pilotaggio da remoto per direzionare il volo dei propri droni Skycopter da qualsiasi parte del mondo.Il sistema è stato per la prima volta in assoluto adottato dalla Drone Unit del Comune di Torino per essere usato nelle attività di ispezione, monitoraggio e sanificazione di luoghi indoor. Questi droni sono unici perché volano anche all’interno di spazi confinati come le tubazioni degli impianti, le fognature, le ciminiere e le aree contaminate in genere.Per funzionare in scenari così pericolosi, il team di ingegneri, di cui alcuni italiani, ha brevettato tecnologie uniche per la localizzazione dei droni in assenza di GPS e per la trasmissione di segnali video e di controllo anche a grandi distanze.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Champions, scommesse speciali

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 Maggio 2010

Oltre alle solite scommesse come 1X2, under/over e risultato esatto, per la finale di Champions League si possono azzardare pronostici anche più particolari.  La partita vale una stagione e non mancherà tensione tra i protagonisti, ma l’eventualità che l’arbitro Webb sventoli un cartellino rosso nei 90 minuti ha una quota alta, 3.2 da Matchpoint. Assai più probabile (1.30) che la sfida si concluda con tutti i 22 giocatori in campo.   Identiche le quote proposte da Matchpoint per l’assegnazione di un rigore nei minuti regolamentari: il penalty a favore di Inter o Bayern vale 3.2 volte la posta, mentre la voce “rigore no” figura in lavagna a 1.30.  Si può scommettere anche sul momento della sfida in cui verrà segnato il primo gol: chi prevede una rete nella prima mezz’ora (0-15° e 16°-30°) può cogliere una quota Matchpoint a 3.5, al contrario chi ritiene che l’incontro si sbloccherà solo nel finale (76°-fine partita) può arrivare a vincere ben 10 volte l’importo scommesso.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Udine punta al Sudafrica

Posted by fidest press agency su domenica, 7 febbraio 2010

È cresciuto del +7,28%, nel primo trimestre 2009 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il valore dell’export del Friuli Venezia Giulia verso il Sudafrica. Un incremento determinato, in particolare, dalla performance della provincia di Udine che ha registrato nei primi tre mesi dell’anno un +92,71%. Prima voce dell’export, gli elementi da costruzione in metallo (39,9%), seguiti dai macchinari per impieghi speciali (21,8%) e prodotti dell’acciaio (4,4%). Dal Paese africano, invece, importiamo maggiormente pietra, sabbia e argilla (52,8%) e prodotti chimici, fertilizzanti in primis (15,3%). Il Sudafrica, dunque, sta assumendo sempre più il ruolo di partner commerciale di spessore per il Fvg (la nostra regione, peraltro, è al sesto posto in Italia nella classifica dell’export verso lo Stato sudafricano), un mercato da tenere monitorato: ne è convinta Monika Matika, branch manager della Camera di Commercio italo-sudafricana di Johannesburg. La referente, ospite della Cciaa di Udine, ha illustrato le caratteristiche dell’economia sudafricana, considerata particolarmente attrattiva per gli imprenditori stranieri specie in vista dei Mondiali di calcio del 2010. «Il Sudafrica è un importante centro logistico per l’ingresso delle merci in tutta l’area sub-sahariana: qui le esportazioni verso il resto dell’Africa sono 4,5 volte superiori rispetto alle importazioni», ha sottolineato l’esperta. «Inoltre, gli investimenti stranieri sono agevolati dal sistema bancario avanzato, dalle agevolazioni fiscali per le pmi e dallo sviluppo dei servizi finanziari – ha aggiunto la funzionaria, che dopo il meeting ha coinvolto le aziende in una serie di incontri tecnici personalizzati – comparto che nel 2008 ha pesato per il 22% nel complesso dell’economia locale». Tra i settori ai quali il Sudafrica offre più chance di crescita, compaiono la meccanica, l’agroalimentare, l’edile-infrastrutturale e l’arredo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »