Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 299

Posts Tagged ‘spettacolo’

Fondo Unico dello Spettacolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 luglio 2018

“Di fronte al disastro della gestione Fus dell’ex ministro Franceschini ci sono domande inevase. Perché delle commissioni che avrebbero dovuto decidere in maniera imparziale non hanno trovato strumenti efficaci per valorizzare ogni offerta culturale? Forse c’è stato poco tempo per una approfondita analisi dei progetti? Ogni proposta, infatti, è stata valutata in appena un minuto ciascuna. Decisamente troppo poco per poter compiere un’analisi di merito dei progetti presentati. Forse il precedente governo è arrivato in ritardo e ha dovuto far concludere il lavoro alla commissione in fretta e furia, propinando involontariamente giudizi sbagliati ed
escludendo progetti monumentali delle migliori realtà culturali italiane? Non voglio pensare che ci sia stato accanimento, non voglio pensare che il ministro abbia presentato alle commissioni elenchi di associazioni che dovevano vincere, ne conosco l’onestà intellettuale e so che solo la fretta ha alterato il risultato finale. Non voglio pensare che, consapevoli che le elezioni non sarebbero andate bene per il PD, si sia cercato di occupare militarmente la programmazione culturale del prossimo triennio. La cultura, lo sanno tutti, è al di sopra delle parti, al di là della destra e della sinistra e quindi faccio due appelli: uno al ministro dei Beni e delle Attività Culturali Bonisoli affinché intervenga in autotutela per rimodulare i fondi e fermare la pioggia di ricorsi che rischia di tenere tutto fermo; l’altro alla commissione, che è stata costretta a lavorare in condizioni assurde. Sono sicuro che accoglierà con favore la proposta di approfondimento”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia, intervenendo alla conferenza stampa sul Fondo Unico dello Spettacolo organizzata dal Movimento Spettacolo dal Vivo.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spettacolo “Words” della Compagnia MOTUS

Posted by fidest press agency su domenica, 15 luglio 2018

Orgia Mercoledì 18 luglio alle 21,30 il Museo Etnografico del Bosco di Orgia si veste di danza con la prima nazionale dello spettacolo “Words” della Compagnia MOTUS, coreografato da Martina Agricoli e prodotto con il sostegno di Regione Toscana e Chiantibanca. Il lavoro che MOTUS porta in scena si pone in linea con il tema principale dell’edizione 2018 di “Sovicille d’Estate” che è l’Africa, in un’ottica provocatoria nei confronti di quanti nel nostro paese inneggiano all’isolamento, ignorando che l’Africa paga un prezzo altissimo per lo sfruttamento operato dalle nazioni più industrializzate e che la fuga dalla miseria e dalle guerre dipende da precise responsabilità che hanno radici storiche ben salde nei nostri paesi. Interpretato dalla stessa Martina Agricoli e da Andrè Alma, Carolina Fineo, Ilaria Fratantuono e Roberta Morello, lo spettacolo è inserito in “Muta-menti” nuovo progetto produttivo triennale 2018-2020 della Compagnia MOTUS.Il continente africano sarà anche protagonista nel secondo tempo della serata con “IL MIO VOLTO HA UN NOME”, spettacolo coreografato da Sara Nesti e diretto da Stefano Luci e portato in scena dai ragazzi rifugiati di COOP22 di Prato. Il lavoro nasce da un laboratorio di danza teatrale, finalizzato alla creazione di un rapporto di empatia, supporto e condivisione tra i partecipanti che ha permesso ai giovani rifugiati di esprimere, attraverso i gesti, il ricordo, il presente, la bellezza, la cultura da cui provengono. Interpretato da Marvis Ogbewi, Bakary Sidibe, Stephane Allui Koffi, Duah Muhammad Junayd, Toure Moussa, Kaba I.Kalil, Diomande Lacine, lo spettacolo prevede l’uso di musiche dei paesi di provenienza dei partecipanti, insieme a musiche della tradizione occidentale antica e contemporanea. La musica, e il modo con cui il corpo danzante la interpreta, diviene quindi un ponte fra culture.
Lo spettacolo apre la sezione danza del cartellone estivo del Comune di Sovicille, realizzato con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e sostenuto da Banca CRAS. La serata è ad ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XXII edizione Festival Ticino Musica

Posted by fidest press agency su domenica, 24 giugno 2018

Lugano. In attesa dell’inizio della XXII edizione del Festival (che sarà il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio con la prima de L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini), il Circolo degli Amici di Ticino Musica organizza quattro conferenze-spettacolo di introduzione all’opera: “Vivi l’opera di Ticino Musica! – Donne, avventure, sultani e la ricerca della felicità”, con Fabio Sartorelli (musicologo), Umberto Finazzi (direttore musicale dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”) e Gabor Meszaros (direttore artistico di Ticino Musica), e con la partecipazione dei cantanti dell’Opera studio.
Le conferenze-spettacolo si terranno il 26 giugno alle ore 19.00 a Giubiasco – Hotel La Tureta, il 27 giugno alle 14.30 a Lugano – Hotel Pestalozzi (in italiano e in inglese) ed alle 19.30 ad Ascona – Centro Evangelico (in italiano e in tedesco) ed infine per il 29 giugno nella sala 4 del LAC di Lugano alle 10.45.
Biglietti: i costi di entrata variano dai 10 ai 25 franchi per gli eventi dei giorni 26 e 27 giugno, mentre l’appuntamento al LAC del 29 giugno prevede un biglietto intero di 50 Fr. Per i membri del Circolo degli Amici di Ticino Musica l’ingresso è gratuito, mentre per coloro che si iscriveranno al Circolo Amici nel corso degli incontri, il costo del biglietto verrà dedotto dalla quota 2018.
Il team dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”, composto da cantanti e strumentisti provenienti da tutto il mondo e selezionati tramite audizioni lo scorso mese di marzo, sarà coordinato, guidato e ispirato da Umberto Finazzi (direzione musicale), Marco Gandini (regia) e Claudio Cinelli (scenografia). L’italiana in Algeri andrà in scena il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano (evento di inaugurazione di Ticino Musica 2018), il 20 luglio a Bellinzona (Chiesa Collegiata – opera in forma di concerto), il 21 luglio ad Ascona (Teatro del Gatto), il 22 luglio a Sorengo (Al Chiosetto) ed il 24 luglio di nuovo a Lugano, nella Hall del LAC.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lucina Lanzara: “Una voce che diventa il canto delle sirene”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2018

Palermo Giovedì 24 maggio, tra gli eventi organizzati nell’ambito della BIAS, alle ore 21.00 all’ex Chiesa di San Mattia dei Crociferi in Via Torremuzza 28, si terrà la performance live Isòla, Porta dell’Anima di e con Lucina Lanzara. “Una voce che diventa il canto delle sirene” è questo il tema della iniziativa che vede protagonisti oltre alla cantante Lucina Lanzara anche Giovanni Mattaliano al clarinetto, Massimo Patti al contrabbasso, Rosellina Guzzo all’Arpa Celtica. Mentre le immagini sono curate da Giorgia Görner Enrile, Salvo Gravano, Stefania Rallo, Francesco Dragotto, Anna Vicentini. Lucina Lanzara, cantautrice e produttrice siciliana, sperimentatrice vocale prodotta dalla RAI e dalla Sonzogno. Per l’ingresso allo spettacolo è prevista una donazione minima per il progetto PortAbility che prevede la costruzione di un Presidio ospedaliero odontoiatrico e otorinolaringoiatrico per Comunità Beduina della Penisola del Sinai. All’interno del progetto, sono tanti gli artisti e professionisti che lavorano a scopo umanitario. Prima tra tutti il presidente della BIAS, Chiara Modica Donà dalle Rose. Rosa Mundi, con la collaborazione della Performer e attrice Sarita Marchesi, ha elaborato ed eseguito un complesso progetto artistico, che ha coinvolto amici, professionisti, artisti, ed ha consentito all’Arte, linguaggio universale che non conosce barriere geopolitiche e socio-culturali, di essere strumento privilegiato di comunicazione, promozione e salvaguardia della comunità beduina del Sud della Penisola del Sinai.
La comunità dei beduini è una comunità antichissima, ricca di cultura e con una grande dignità da conoscere, tutelare e “traghettare”, con urgenza, verso migliori condizioni di vita igienico-sanitarie.
In occasione del Workshop organizzato da Rosa Mundi in più tappe e in Egitto, con la collaborazione di volontari, amici e artisti, nel cuore del villaggio di Nuweiba, l’artista ha coinvolto anche medici siciliani e italiani, nonché industriali del settore odontoiatrico, per formare e aggiornare in Italia i medici locali e per creare un moderno ed equipaggiato presidio ospedaliero per la cura e la prevenzione dei denti, prima di tutto dei bambini, dai 4 ai 12 anni. Le prime indagini, condotta con materiale sterilizzato, nella forma dei set odontoiatrici monouso, dal Dott. Giuseppe Ferrantelli, hanno evidenziato una condizione sanitaria dei bambini molto compromessa. Il Workshop si è svolto attraverso un’opera di riciclo di materiali naturali reperiti in mare e tra le dune del deserto, persino per strada, attraverso i pigmenti estratti da piante e pietre locali. Da ciò i bambini beduini hanno creato sculture, disegni, acquerelli, offrendo la propria e personale interpretazione del concetto di porta, tema della BIAS 2018. Inoltre, con l’aiuto di Sarita Marchesi, Vittorio Buset, Loretta Grigoletto, Lorena Rancati, Anna Peria, Giuseppe Ferrantelli, sono stati coinvolti sia i ragazzi che le mamme e le sorelle più grandi della comunità locale, nella realizzazione di un ricamo su cinque grandi zanzariere, nella città di Dahab, su disegno di Rosa Mundi, raffigurante le principali costellazioni di riferimento, sin dall’antichità, per le popolazioni nomadi beduine.
La Biennale, rappresenta un momento di alto valore culturale per la città di Palermo e della Sicilia tutta.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Rumors”: lo spettacolo più divertente degli ultimi tempi

Posted by fidest press agency su martedì, 1 maggio 2018

Roma Dal 3 al 27 maggio 2018 – Teatro degli Audaci – Via Giuseppe De Santis 29 Il direttore artistico del Teatro degli Audaci, Flavio De Paola, ha il piacere di annunciare, che dopo lo straordinario successo riportato lo scorso anno, la divertentissima commedia Rumors scritta da Neil Simon concluderà questa divertentissima e strepitosa stagione! Il sipario si aprirà il giorno 3 maggio alle ore 21:00.
La scenografia è curata nei minimi dettagli da Mina Perniola ed i costumi da GDF Studio: il divano bianco in pelle, angolo bar, finestra sull’esterno, con un magnifico cielo stellato. Porte e scale animano e movimentano la scena in un ritmato “apri e chiudi” durante tutto lo spettacolo!
La regia è di Flavio De Paola che è anche attore e dirige uno straordinario cast artistico composto da Maria Cristina Gionta, vivace ed espressiva che comincia il primo atto con un botta e risposta insieme al regista, facendo entrare subito il pubblico nella commedia degli equivoci. Ken (Flavio De Paola) e la moglie Chris (Maria Cristina Gionta) entrando nella casa del vicesindaco scoprono che è esploso un colpo di pistola: Charley è disteso sul suo letto con un orecchio ferito, mentre Myra, la moglie, e la servitù sono scomparsi. Ken e Chris cercano di nascondere a tutti gli invitati l’accaduto, per evitare scandali, iniziando così una serie di equivoci divertenti ad un ritmo incalzante ricco di bugie, invenzioni, travestimenti e colpi di scena. Con Lenny (Giuseppe Abramo) e Claire (Alessia Di Fusco), la seconda coppia che giunge a casa Brock, la trama si infittisce e nascondere l’accaduto diventa sempre più difficile. Cocca (Annamaria Fittipaldi) e Ernie (Emiliano Ottaviani) insieme al cugino Glenn (Stefano Centore), candidato al Senato, e sua moglie Cassie (Marina Pedinotti) sono le ultime due coppie ad arrivare. Il segreto non dura a lungo e tutti piano piano si accorgono di quello che è successo, fino a quando arriva la polizia e nascondere l’accaduto diventa quasi impossibile.
Tutte le sere ore 21:00 – domenica ore 18:00 – lunedì, martedì e mercoledì riposo Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10-13.30 / 16.00 – 20.00 domenica: 16.00 – 18.00
Costo dei Biglietti: intero € 28 -/ € 16,00 – ridotto € 13,00 (più € 2,00 di prenotazione e prevendita).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Musica senza dimora” alla Fonderia delle Arti

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 aprile 2018

Roma venerdì 13 aprile alla Fonderia della Arti di via Assisi 31 a partire dalle 19.30 spettacolo, arte e solidarietà a favore delle persone che non hanno una casa. Sono queste le tre anime di “Musica senza dimora”, evento aperto a tutti (ingresso gratuito)
Una performance collettiva che vedrà salire sul palco artisti del panorama musicale, teatrale e cinematografico della città ma anche persone senza dimora ospiti di Casa Arca, struttura di accoglienza gestita a Roma da Fondazione Progetto Arca onlus, da più di 20 anni a fianco dei senzatetto.
L’evento interesserà diversi spazi della Fonderia delle Arti. La Sala Grigia sarà dedicata alla video installazione di “Abitare”, reportage documentaristico sul disagio abitativo nella capitale realizzato dal fotoreporter Michele Cirillo, impegnato da più di tre anni a immortalare inquilini di case popolari, residence, palazzi occupati e persone senza dimora con la volontà di creare un vero e proprio “database visivo” di questa problematica sociale sempre più presente.
Qui si esibirà poi il duetto composto da Haina Gurska al violino e Albertt Kozinin al pianoforte, che insieme eseguiranno alcuni brani di musica classica e contemporanea.E ancora spazio al teatro con la lettura del brano di Pier Paolo Pasolini “Alì dagli occhi azzurri” recitato in italiano dall’attrice Grazia Carrino, affiancata da Salahaldin Siggid, che l’accompagnerà con un’interpretazione dello stesso testo in arabo.Nella Sala Teatro infine Mark Hanna e la sua Band (Mark Hanna vocals, guitars, harmonica; Moreno Viglione guitars, vocals; Dido Tabelli harmonica; Augusto Zanonzini drums, percussion; Fabrizio Sciannameo bass, vocals; Serenella Sotgiu vocals) in acustico eseguiranno brani rock e blues intervallati da talk dei giornalisti Ernesto Assante e Gino Castaldo.Musica senza dimora nasce da un’idea del direttore artistico Mark Hanna e dei giornalisti Ernesto Assante e Gino Castaldo, che sono riusciti a realizzarla grazie alla collaborazione a titolo gratuito di tutti gli artisti coinvolti e della Fonderia delle Arti, che ha concesso gli spazi.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caput Mundi International Burlesque Award

Posted by fidest press agency su sabato, 3 febbraio 2018

Albah BernauxKatrin GajndrRoma 9 e 10 Febbraio 2018 sarà Roma Eventi – Piazza di Spagna il centro nevralgico della bellezza nella capitale, con riflettori puntati sulla quinta edizione del Caput Mundi International Burlesque Award, che ormai da cinque anni è motivo di grande prestigio per Roma, aumentando in ogni edizione l’affluenza di un pubblico sempre più incline al gusto del burlesque. Domenica 11 Febbraio, festa conclusiva nell’irriverente club La Conventicola degli Ultramoderni.
La manifestazione fortemente voluta dalla direttrice artistica Albadoro Gala e dal direttore creativo Silvio Cossi alla guida della SDC Service, porta in Italia e nel cuore di Roma, il meglio delle performer che il panorama burlesque ha da offrire, con ospiti di rilievo mondiale come Mosh e Medianoche, entrambe simbolo di quell’eleganza iconica che caratterizza quest’arte. Saranno proprio le due dive, insieme al mecenate del burlesque Made in Italy Virgil DeNice, gli esimi giurati del concorso che vedrà l’elezione della Papessa del Burlesque 2018, tra cinque nuove leve (dette newcomers), accuratamente selezionate tra oltre 200 candidature raccolte nel mondo.Le nuove proposte saranno alternate alle esibizioni degli ospiti provenienti da Libano, Francia, Svizzera, America, Finlandia, Russia (detti international showcase). La kermesse sarà condotta dalla poliedrica Marty Maraschino, con il gran ritorno sulle scene dell’istrionico comico e conduttore Gianfranco Phino, entrambi coadiuvati dalla presenza dei performer e disturbatori Azzurro Fumo e Jesus. Sarà proprio con loro Medianoche_guestMOSHche la padrona di casa e fondatrice del festival Albadoro Gala vincitrice, tra i numerosi riconoscimenti in carriera, dell’ultimo Crystal Corset 2017, premio vinto in passato anche da Medianoche, ad aprire la manifestazione che godrà anche del live swing suonato dalla band Crazy Stompin’Club, espressione moderna di musica d’altri tempi, con un sestetto di maestri accompagnati da tre voci al femminile. Venerdì e Sabato la faranno da padrone le atmosfere degli anni ruggenti, con ispirazione che porta la firma di Francis Scott Fitzgerald e del suo celebre romanzo Il Grande Gatzby, a cui è liberamente ispirato il festival di burlesque più noto d’Italia, che invita il pubblico a partecipare con dress code Anni’20. Protagoniste attesissime del festival saranno le americane e super guest Mosh, diletta della divina Dita Von Teese, modella e già protagonista di molte riviste patinate come Vogue, seguita da Medianoche, la Miss Exotic World in carica, numero uno del burlesque mondiale, secondo il sito 21st Century Burlesque Magazine. Si delinea così Il Grande Caput Mundi che nella terza serata di domenica, dopo le prime due svoltesi a Roma Eventi, si sposterà nel club La Conventicola degli Ultramoderni, con l’ospitalità di Mirkaccio Dettori e Maria Freitas, per una festa conclusiva in pieno stile caffè d’antan, dove avranno luogo le prime esibizioni per le pre-selezioni del Caput Mundi Summer Edition. (foto: Albah Bernaux, Katrin Gajndr, Medianoche_guest MOSH)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La prima Mailing List con tutti i giornalisti che scrivono di cultura e spettacolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 gennaio 2018

luci della ribaltaQuanti sono i giornalisti che scrivono di arte, musica o cultura in Italia e quante le testate in cui si dà spazio a queste tematiche? Chi sono e cosa fanno gli addetti alla comunicazione che lavorano negli enti e nelle aziende del settore?
Per rispondere a questi ed altri interrogativi, l’Istituto Ricerche di Comunicazione di Roma ha dato vita alla prima ricerca su media e comunicazione nel settore dell’arte e dello spettacolo.
Lo studio è stato commissionato da un network di esperti comunicatori del settore che hanno sfruttato i risultati dell’indagine per mettere a punto un innovativo strumento per chi lavora nella comunicazione e nel marketing in questo ambito merceologico: la prima Mailing List dei Giornalisti dell’Arte, Cultura e Spettacolo (www.emailgiornalisticulturaspettacolo.it). Da qui si ricava che in Italia ci sono circa 13.000 redattori, blogger e freelance che scrivono di queste tematiche, all’interno di quasi 5.500 testate generaliste e specializzate.
I giornalisti lavorano per lo più in testate di livello nazionale (57% contro il 43% di chi lavora in testate locali). La tipologia di media che occupa più redattori che scrivono di questi temi sono i media cartacei (quotidiani e periodici), sebbene stia crescendo molto rapidamente il numero e il peso dei media online soprattutto nel campo dello spettacolo.I dati relativi ai media di settore con l’elenco delle testate specializzate ritenute più autorevoli sono disponibili gratuitamente nel report sintetico della ricerca, scaricabile a questo indirizzo (http://www.emailgiornalisticulturaspettacolo.it/scarica-report-della-ricerca-sui-media-del-settore-cultura-spettacolo/).Lo studio ha voluto anche indagare sul mondo della comunicazione di questo settore. E’ emerso uno scenario in forte evoluzione. Si stima che nel campo della cultura operino circa 36.000 addetti alla comunicazione. Di questi ben il 39% lavora all’interno di strutture organizzate di ufficio stampa, relazioni pubbliche e pubblicità, mentre il restante 61% va diviso tra imprenditori, manager di startup, responsabili commerciali e freelance. Circa il 74%% dei comunicatori opera nel settore privato e il resto in enti e organizzazioni pubbliche. Per quanto riguarda le attività di comunicazione, i professionisti del settore segnalano tra le funzioni che apportano maggior valore (ROI) alla propria organizzazione, in ordine: ufficio stampa e media relations (citata dal 79% del campione), tutte le forme di Marketing digitale (66%), Advertising classico (61%), Fiere ed eventi (57%). Da oggi tutti questi operatori della comunicazione e del marketing in ambito cultura e spettacolo possono contare su un innovativo strumento di lavoro per dare visibilità al proprio brand o far conoscere i prodotti e servizi offerti: una mailing list completa e aggiornata con tutti e solo i riferimenti dei giornalisti che scrivono di queste tematiche in tutte le testate nazionali e locali. Realizzata grazie al contributo di una trentina di professionisti dell’ufficio stampa di questo settore con decine di anni di esperienza, conta più di 13.000 email di redattori, blogger e freelance, forniti in un comodo foglio excel.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo “La Strada”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 gennaio 2018

CastConversano (Ba) Venerdì 2 febbraio ore 21:00 Teatro Norba – Piazza della Repubblica, 25 la compagnia Onstage, diretta da Vito Di Leo, porterà in scena lo spettacolo “La Strada”, il dramma musicale tratto dall’omonimo capolavoro del 1954 di Federico Fellini, vincitore del Premio Oscar nel ‘57, come miglior film straniero, e successivamente riproposto in teatro da Germano Mazzocchetti, Massimo Venturiello e Nicola Fano.
“Nove anni fa ho visto questo spettacolo con Venturiello e Tosca – ha commentato Di Leo, regista e fondatore della compagnia Onstage – e me ne sono innamorato. In seguito ho scelto di metterlo in scena e ho chiesto i diritti all’autore che, con mio grande stupore, ha accettato, senza riserve, consentendoci di mantenere la trama originale”.
Il regista Vito Di Leo si avvale, in questo lavoro, della collaborazione dell’attore barese William Volpicella, qui aiuto regia e nel ruolo del Matto e della supervisione artistica del performer, di origine tarantina, Maurizio Semeraro. In scena con loro ci saranno Marina Tafuri, Francesco Cazzolla, Vittoria Brescia, Valentina Gadaleta, Alessandro Fanizza, Silvia Borella, attori professionisti tutti pugliesi, come anche il cast tecnico. La scenografia è stata concepita in pieno stile urban, con materiale reperito, perlopiù, da fabbriche e cantieri, e assemblata in maniera modulare per essere al servizio di quest’opera poetica e musicalmente molto articolata, che narra del rapporto mancato, pieno di miseria e silenzio, tra l’artista errante Zampanò e la cara Gelsomina, un racconto senza lieto fine.
Il testo di quest’opera tratta temi molto attuali quali l’incomunicabilità nelle relazioni umane, il maltrattamento della donna e le figure ai margini della società, lasciando molto spazio a riflessioni e consentendo di abbracciare un’ampia fetta di pubblico. Non mancano, inoltre, momenti divertenti, emozionanti intrecciati da melodie che toccano l’anima. (foto: cast)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alice nel paese delle meraviglie, lo spettacolo ispirato al romanzo di Lewis Carrol

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 gennaio 2018

viero 2alice gruppoRoma 6-7 gennaio 2018 Teatro Cassia via Santa Giovanna Elisabetta 69 Doppi spettacoli ore 17.30 e 21.00 Costi: 20 euro poltronissima, 15 poltrona, 13 galleria. E se arrivi a teatro con la tua creazione di un costume o un accessorio della fiaba potresti entrare gratis se sei tra i tre migliori
Madrina la modella e conduttrice sportiva Georgia Viero.Sognare ad occhi aperti non è solo una pratica da bambini. Fantasticare è terapeutico anche per i grandi. E allora la parola d’ordine per tutti è: Largo alla fantasia. Arriva a teatro il varietà magico “Alice nel paese delle meraviglie”. La favola, tratta dal romanzo di Lewis Carrol, che ha fatto sognare numerose generazioni di bambini torna a Roma, dopo una fortunata tournée in giro per il Lazio, con l’originale fantasmagorica versione dedicata alle arti magiche, con acrobazie, prodigi ed incantesimi. Al Teatro Cassia, via Santa Giovanna Elisabetta 69, il 6 e 7 gennaio 2018 (doppi spettacoli ore 17.30 e ore 21.00) sul palco, tra sorrisi, stupore, faranno il loro ingresso: Alice, il Bianconiglio, il Cappellaio Matto, lo Stregatto, la Regina di Cuori, il Brucaliffo e tanti altri artisti acrobati o professionisti delle arti magiche, pronti a regalare un sogno. E se improvvisamente per un giorno ognuno di noi potesse scatenare la propria creatività e trasformarsi in uno dei personaggi della celebre fiaba? Indossate un abito a tema, inventatelo, oppure un accessorio o un dettaglio qualsiasi che ricordino uno dei protagonisti e presentatevi a teatro, dove le tre idee più belle riceveranno un ingresso omaggio. Uno straordinario cast di attori-prestigiatori, diretti dalla regista Francesca Bellucci, guiderà gli spettatori alla scoperta di un mondo nel quale tutto può succedere. il cappellaio magicoAlice (Silvia Sarritzu), la simpatica protagonista del racconto di Carrol, sarà impersonata da una giovane ginnasta acrobata, che lascerà tutti col fiato sospeso compiendo variopinte evoluzioni con nastri e cerchi fatati per sfuggire alla sanguinaria Regina di Cuori (Carla Mazzarella). Al suo fianco lo Stregatto (Mago Manfy) volteggerà sornione grazie alle feline acrobazie e il Bianconiglio (Sacha Bruni) affabulerà i presenti con la sua verve e simpatia. Non mancherà ovviamente il Brucaliffo (Mago Philippe), il Re di Cuori (Filippo Rosho Pieroni) e il Cappellaio Matto, impersonato dal prestigiatore Alessio Masci, tra le cui mani vedremo accadere incredibili prodigi con le carte da gioco. Madrina dell’evento la bellissima modella e conduttrice di programmi sportivi Georgia Viero, protagonista di un video nel quale invita a celebrare la fantasia: “Alice era tra i miei personaggi preferiti, forse perché un po’ le somiglio e non solo di aspetto…ma la verità è che come lei io adoro le avventure. Oggi siamo tutti un po’ affetti dalla sindrome del Bianconiglio che pensava sempre di non avere abbastanza tempo. Per una cosa non dimenticate di averne: sognare. Mai smettere di farlo. E’ il motore della vita”. E per questo finale a sorpresa: un gruppo di piccole “Alice”, delle scuole Fuego Latino (diretta dal ballerino e coreografo Simone Ripa) e Urban Artists danzerà sulle note della colonna sonora del film Disney, coreografata da Merilisa Stigliano, suonata dai giovani musicisti dell’associazione musicale Sei Corde. (foto: viero, il cappellaio magico, alice gruppo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conversazioni Teatrali a cura di Pino Strabioli

Posted by fidest press agency su sabato, 9 dicembre 2017

Sandra_MiloRoma 10 dicembre alle ore 11.30 al Teatro Villa Pamphilj Via di San Pancrazio 10 – P.zza S. Pancrazio 9/a, tornano le Conversazioni Teatrali a cura di Pino Strabioli. In questa occasione Sandra Milo, una delle protagoniste più amate, che ​dagli anni 50 ad oggi attraverso il cinema, la televisione, il teatro continua a stupire e ad affermare una personalità unica, ci regalerà una chiacchierata a cuore aperto durante la quale si rivivranno momenti e pagine della storia dello spettacolo e non solo.
​Una carriera vissuta nel segno della libertà e del coraggio. Come amare Fellini “segretamente”, recitare per lui, condividendo gioie e litigi.
L’interprete che aveva donato il suo corpo e i suoi sguardi a “Otto e 1/2” e “Giulietta degli spiriti”, per 17 anni ha vissuto accanto al più originale e celebrato regista italiano nel mondo: Sandra Milo racconterà questo e molto altro a Pino Strabioli.Sandra Milo ha portato in scena diretta e accompagnata da Pino Strabioli “Caro Federico”, spettacolo tratto dall’omonimo libro scandalo che raccontava la sua passione per il maestro. Da poco ha ​finito di girare il nuovo film di Gabriele Muccino “A casa tutti bene”Ingresso tre euro.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

Riedizione dello spettacolo teatrale “Le Colonne siamo Noi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 novembre 2017

Onu palaceRoma Venerdì 24 novembre 2017 alle ore 17,30 al Teatro “San Luigi Guanella” via G. Savonarola 36  verrà messa in scena la prima di una serie di repliche dello spettacolo teatrale “LE COLONNE SIAMO NOI”. Testo e regia sono di Maria Teresa Spina. La rappresentazione è liberamente tratta dal saggio del Founder di UNIPAX Orazio Parisotto “La rivoluzione globale per un nuovo umanesimo”, Effe2Edizioni. Hanno concesso il patrocinio e la collaborazione oltre a Unipax, Fondazione Etica ed Economia, Associazione Nazionale Bersaglieri, Civicrazia, Triskel, Effe2Edizioni, River. Si tratta di un lavoro teatrale, con riferimenti concreti all’importante ruolo che l’ONU ha e ancor più dovrà avere in futuro per la salvaguardia dei diritti fondamentali dell’uomo e dei popoli in tutto il pianeta. Oltre 40 attori di diverse etnie e religioni si esibiranno per affermare la necessità dell’impegno individuale per la costruzione di un mondo migliore, un Nuovo Umanesimo del quale appunto “LE COLONNE SIAMO NOI”, noi popoli delle Nazioni Unite…
“Il nostro vuole essere un messaggio di pace e di amore che vada oltre le divisioni del mondo di oggi, attraversato da guerre, lotte per il potere, individualismi” afferma Maria Teresa Spina, “Bisogna superare le differenze religiose o il colore della pelle per tentare di cambiare ogni singolo individuo e poter così cercare di cambiare anche il mondo. Il girotondo con il quale si conclude lo spettacolo vuole significare che è necessario tenersi per mano e non pensare solo a se stessi. Per questo ho voluto coinvolgere sulla scena, in un confronto intergenerazionale e interreligioso i giovani e gli anziani, insieme ai rappresentanti dell’ebraismo, del cattolicesimo, dei musulmani, buddhisti, induisti, sufisti che interpretano sul palcoscenico la preghiera come mezzo di comunione a prescindere da come si chiama il Dio che si ama, attraverso i diversi modi di pregare da soli o in comunità, con la parola o il pensiero, con la musica o la danza”.L’allestimento prevede la composizione di sette quadri. Il primo propone un congresso delle Nazioni Unite nel quale si sollecitano i Signori della Terra ad intervenire per trovare soluzioni efficaci all’attuale condizione di grave inquietudine e di perdurante conflittualità che angoscia la vita quotidiana di tutti noi. Nei successivi quadri si evidenziano tutte quelle situazioni che stanno causando la distruzione del pianeta, dalla catastrofe umanitaria dei profughi alle guerre, dalla crisi ecologica al dramma della condizione femminile in molte aree del mondo. In un finale a sorpresa pieno di speranza qualcuno “ venuto da molto lontano” cercherà di salvarci dall’abisso in cui stiamo precipitando.Lo spettacolo sarà accompagnato dalle musiche preparate da Franco Biasutto e dai balletti della Juvenia Dance Academy sotto la direzione artistica affidata a Francesca Marafioti.E’ prevista una ripresa video che sarà diffusa in rete e proiettata nelle scuole e nelle varie sedi di associazioni nazionali. Lo spettacolo sarà prossimamente in tournèe in Sicilia a Palermo.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parte dal World Trade Market la promozione del Macerata Opera Festival 2018

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 novembre 2017

sferisterio sold out@Alfredo TabocchiniLondra. Inizia dal prestigioso World Trade Market di Londra la promozione della stagione 2018 del Macerata Opera Festival. Dopo aver annunciato nei giorni scorsi il nuovo direttore artistico Barbara Minghetti, quello musicale Francesco Lanzillotta e aver confermato il sovrintendente Luciano Messi, l’Arena maceratese parte con la programmazione del triennio 2017-2020.Grazie alla Regione Marche e alla collaborazione della Confcommercio Marche Centrali, lo Sferisterio sarà impegnato dal 6 all’8 novembre in questo appuntamento internazionale dove potrà incontrare operatori turistici e buyers provenienti da tutto il mondo. Quella inglese è fra le più importanti fiere internazionali del settore: giunta alla 37ª edizione, punta a superare i numeri record del 2016, con oltre 51mila visitatori e affari conclusi per un valore di circa 2,5 miliardi di sterline. Tra gli espositori, numerosi Paesi asiatici, testimonianza della crescita notevole dei mercati orientali.Per il Macerata Opera Festival è l’occasione per presentare il nuovo cartellone, composto da tre opere: Il flauto magico (debutto il 20 luglio, repliche 29 luglio, 4-12 agosto), L’elisir d’amore (21 luglio, repliche 27 luglio, 5-10 agosto) e La traviata, nel famoso allestimento degli specchi (22 luglio, repliche 28 luglio, 3-11 agosto). L’Italia sarà protagonista del World Trade Market, in quanto – grazie all’impegno dell’Enit (Agenzia nazionale del turismo) – è Premier Partner.
Quello di Londra è la prima vetrina internazionale dello Sferisterio che nei prossimi mesi parteciperà all’Holiday World Show di Dublino (26-28 gennaio), al Salon des Vacances di Bruxelles (1-4 febbraio), al F.R.E.E. di Monaco (21-25 febbraio) e all’ITB di Berlino (7-11 marzo), ulteriori occasioni di contatto con il mondo del turismo per sviluppare nuove strategie commerciali e incrementare le presenze durante l’estate maceratese. (foto: sferisterio)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni siciliane: Le promesse non scadono!

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

urne-voteIl rinnovo del parlamento siciliano ha offerto un indecoroso spettacolo di qualunquismo, nel quale sono emersi tutti i difetti del traffichini della politica. Non trovo nessuno spunto per salvare il salvabile e indicare un politico credibile, sul quale riporre la fiducia. Abbiamo vissuto una tragicommedia dove tutti si sono sentiti primattori, pur recitando un meschino copione trito e ritrito, fatto di promesse, anticipazioni, progetti, programmi, tutti ai limiti della farsa. Berlusconi è emerso in mezzo a quel ciarpame di nullità; è emerso senza neanche capire di essere caduto nel ridicolo. L’attontunenne ex-tutto si è reso conto di non avere più nulla da dire, così ha ripreso il vecchio e stantio copione che gli valse, or sono 25 anni, una vittoria di Pirro, con penosa sconfitta dell’intera nazione.
“Se è andata bene 25 anni or sono, non vedo perché non deve andare bene oggi”, così deve avere elucubrato, rileggendo i fasti passati, traditi e annegati nel gran mare del più becero populismo.
Ha elencato alla lettera le promesse già fatte per risanare la Sicilia: Ponte sullo Stretto, Casinò a Taormina, ammodernamento delle ferrovie con l’alta velocità, abolizione del bollo auto per la prima macchina, completamento dell’autostrata Salerno Reggio Calabria, abbattimento del carico fiscale, aumento del minimo della pensione e facezie varie alle quali nessuno ha posto la benchè minina fiducia.
Ci viene da chiederli perché nessuno di questi provvedimenti è stato realizzato nel malaugurato periodo dei suoi allori politici? Delle sue ferventi attività, la storia ci tramanda solamente la solennità delle sue cene eleganti, con il sottofondo musicale del Bunga-Bunga. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Roma l’edizione italiana del Battle of the Year

Posted by fidest press agency su sabato, 9 settembre 2017

SNIPES BOTY ITALY2SNIPES BOTY ITALY1Roma dal 12 al 17 settembre 2017 con il più ampio programma di sempre presso il Teatro Golden Auditorium Goethe-Institut Rom D.A.F. c/o Lanificio 159.
Sei le giornate complessive di appuntamenti con il meglio della breakdance “Made in Italy”, spettacoli di danza con creazioni coreografiche originali, un camp di quattro giorni dedicato agli appassionati più giovani e un doppio appuntamento nel week-end con le finali-spettacolo che decideranno i nomi dei rappresentati italiani alla finale mondiale in Germania.
Il programma si aprirà martedì 12 settembre con Snipes BOTY Italy CAMP, una sequenza di workshop, talk-show e battles con ospiti italiani ed internazionali, che si svolgerà dal 12 al 15 Settembre al D.A.F. c/o Lanificio 159 in collaborazione con B-Students. Fra gli ospiti in programma anche Thomas Hergenroether, fondatore del Battle of the Year in Germania. Programmazione ogni giorno a partire dalle 16:00.
Giovedì 14 settembre alle 21:00 andrà in scena Snipes BOTY Italy THEATER, la serata di spettacolo che nasce dalla collaborazione pluriennale con Goethe-Institut Rom. Coreografie originali e di repertorio per una serata in cui il Breaking e Street Dance incontrano la dimensione teatrale. Fra gli ospiti principali della serata il danzatore tedesco Raphael Hillebrand di Berlino e la Compagnia Garofoli/Nexus di Roma.
SNIPES BOTY ITALYSabato 16 e domenica 17 saranno le giornate dedicate agi appuntamenti principali e più attesi, con le sfide a CREW e 1VS1 che decreteranno i nomi dei rappresentanti italiani alla finale mondiale in Germania.
Sabato 16 Settembre il Battle of the Year sarà in programma al Teatro Golden alle ore 21:00. Le migliori CREW italiane daranno vita alla consueta competizione/spettacolo. Creazioni coreografiche, battle di breakdance, virtuosismi in consolle. Una serata condotta dal rapper Rido, guidata in consolle da Dj Uragun, e arricchita dalle performance dei giudici internazionali Fastfoot (Predatroz, Russia), Danilo (DeKlan/SardiniKlan, Italia), Raphael Hillebrand (Battle Squad, Germania) e naturalmente dai migliori talenti italiani.
Domenica 17 settembre alle 17:00, sempre al Teatro Golden, per il Battle of the Year sarà il turno della competizione 1vs1. I bboy provenienti da tutta Italia si affronteranno prima per conquistare un posto fra i Top 8 (di cui fanno parte i vincitori delle selezioni che si sono svolte da febbraio a luglio lungo tutta la penisola) e poi l’ambito podio per rappresentare l’Italia il prossimo Ottobre in Germania. In consolle Dj Uragun (Italia / Ucraina) e Dj Nersone (Italia). (foto: SNIPES BOTY ITALY)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: “Prove aperte”

Posted by fidest press agency su domenica, 27 agosto 2017

prove aperteRoma Dal 30 agosto al 1 settembre 2017 A Villa Mercede, Via Tiburtina 113 – 115 spettacolo “Prove aperte” del Libero Teatro Calabria (Cosenza) Scritto e diretto da Max Mazzotta Con Max Mazzotta, Graziella Spadafora e Paolo Mauro.
Prove Aperte racconta le vicende di tre teatranti calabresi Mimì, Cocò e Carminuzzu (folle regista dei nostri tempi) alle prese con l’allestimento di uno spettacolo da rappresentare in un importante teatro con pochi giorni a disposizione e con una compagnia ridotta al minimo indispensabile. Mimì e Cocò fanno fatica a capire le idee del folle regista, la sua poetica e il suo modo di concepire l’arte teatrale, anche perché egli vorrebbe realizzare uno spettacolo incentrato sulla ricerca di «Un teatro moderno che parla dei tempi moderni» e che esprima attraverso metafore il tema della vittima e del carnefice. Questo li porta a sperimentare, in uno spazio ideale che Carminuzzu chiama Quadrato Magico (il magma della creazione), improvvisazioni di «storielle brevi, semplici e dirette», scelta che lo porterà alla creazione di una nuova forma di teatro che chiamerà Flash Art. tutti gli attori, anche Mimì e Cocò vivono il dramma di dover recitare sia sulla scena che nella vita e durante la preparazione di uno spettacolo questo dilemma si fa più stridente, portando i personaggi a compiere azioni la cui irrazionalità sorprende anche loro stessi. E’ proprio durante le prove che vengono fuori tutti i lati oscuri delle loro personalità, permettendo così al pubblico di conoscerli, di amarli, di odiarli, di giustificarne ogni intenzione.
Foto scenaLa forza di Prove Aperte sta sicuramente nell’irresistibile, surreale comicità dei personaggi; se Carminuzzu è un regista talmente pazzo da costringere i compagni a improvvisare una scena che ha come protagonisti una soppressata e un salumiere, Mimì e Cocò sono degnissimi rappresentanti della vasta gamma di manie, vezzi, isterismi e sindromi compulsive che caratterizzano gli attori. La sincerità della loro follia fa sì che ciò che avviene in scena risulti nello stesso tempo del tutto incredibile e assolutamente verosimile; il pubblico viaggia sospeso fra questi due opposti, domandandosi per tutto il tempo se i personaggi sul palcoscenico siano tre poveri guitti, oppure degli artisti talmente grandi da risultare incomprensibili. Al di là della risposta che ciascuno spettatore si darà, lo scopo dello spettacolo è proprio quello di stimolare domande e allo stesso tempo raccontare, con l’esplosiva leggerezza della comicità, il dramma della vita nel teatro, le quotidiane difficoltà con cui si scontra chi si rassegna a fare della poesia, del sogno e dell’immaginazione il proprio mestiere; la fatica, l’amore e la follia che ne costituiscono la straordinaria essenza. Palco A: 21.00 mercoledì 30 agosto, Palco B: 19.30 giovedì 31 agosto, Palco A: 21.00 venerdì 1 settembre. Biglietto unico 6 euro.(foto: prove aperte)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo “DIS-CRIMINE” della Compagnia MOTUS

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 agosto 2017

MOTUSOrgia (Sovicille). Notte magica quella di giovedì 24 Luglio al Museo Etnografico del Bosco di Orgia quando gli alberi secolari che circondano il piccolo museo si illumineranno sulle note del violoncello di Andrea Rellini per lo spettacolo “DIS-CRIMINE” della Compagnia MOTUS.
Lo spettacolo inserito nel cartellone estivo del Comune di Sovicille, realizzato con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e sostenuto da Banca CRAS, propone infatti un connubio riuscitissimo tra musica dal vivo e danza.
Il lavoro che MOTUS porta in scena alle 21,30, inizialmente programmato al Castello di Montarrenti e successivamente trasferito per motivi tecnici al Museo Etnografico del Bosco di Orgia, affronta il tema delle discriminazioni di ogni genere, da quelle di razza a quelle di sesso, da quelle di religione a quelle di opinione politica. Con lo stile che contraddistingue la ricerca artistica della Compagnia, MOTUS si ispira a Nidaa Badwan, fotografa e artista palestinese, che il 19 novembre del 2013 si chiuse nella sua camera, e ci rimase quattordici mesi per protestare contro i miliziani di Hamas che non riconoscevano il suo diritto ad essere donna e artista. Così in scena saranno presenti alcuni forti richiami alle opere della Badwan ma anche le rappresentazioni delle paure e dei pregiudizi che da sempre accompagnano le discriminazioni. Interpretate da Veronica Abate, Martina Agricoli, Andrè Alma, Ilaria Fratantuono, Simona Gori e Mattia Solano, le coreografie di Simona Cieri utilizzano le splendide composizioni di Andrea Rellini per scavare nel profondo e portare a nudo le contraddizioni di un mondo che si avvolge su sé stesso, innalzando muri, reali o virtuali, a difesa di interessi particolari, senza rendersi conto che tutto potrebbe cambiare da un momento all’altro e trasformare i discriminatori in discriminati. Lo spettacolo, dunque, è un monito per coloro che, in nome di una presunta verità, si ergono a giudici di tutto quanto non rientri nei canoni stabiliti, e, allo stesso tempo, è un’esortazione, come cita il libretto di sala, “a non rimanere sempre più soli”.
“DIS-CRIMINE” rientra nel progetto produttivo triennale della Compagnia MOTUS sostenuto dalla Regione Toscana e nel progetto di Residenza Artistica presso il Comune di Sovicille. (foto: motus)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teatro: Bohème!

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

trapani-villa-margheritaTrapani Martedì 8 e giovedì 10 agosto 2017 ore 21,00 Teatro Giuseppe Di Stefano Villa Margherita. Si conclude con il capolavoro pucciniano “La Bohème”, la 69ª stagione d’opera dell’ Ente Luglio Musicale Trapanese, tra le più felici, in termini di gradimento e riscontro da parte del pubblico. Sipario alzato, quindi, al Teatro Giuseppe Di Stefano a Trapani per un’opera che viene proposta con Orchestra, Coro del Luglio Musicale Trapanese e Coro di Voci bianche “Carpe diem” di Marsala. Sul podio Nikša Bareza. Protagonista di questa affascinante produzione, un cast di acclamate voci: nel ruolo di Mimì, Valentina Boi. Nel ruolo di Rodolfo Danilo Formaggia. Nei panni di Musetta, Larissa Alice Wissel, Marcello sarà interpretato da Fabio Capitanucci. Michele Patti sarà Schaunard, Andrea Patucelli in Colline, Alcindoro/Benoit sarà Angelo Nardinocchi. Andrea Schifaudo vestirà i panni di Parpignol. Affidata alla regia di Stefania Panighini, molto giovane ma che possiede un’intensa attività di regia in numerosi teatri europei, sarà capace di portare in primo piano le dinamiche drammaturgiche e musicali del testo, così peculiari nel capolavoro pucciniano. Scene di Andrea De Micheli, luci di Daniele Naldi mentre i costumi sono di Tatiana Lerario, le coreografie di Patrizia Lo Sciuto. Maestro del Coro sarà Fabio Modica e il Maestro del Coro di voci bianche Roberta Caly. Le scene liriche in quattro atti di Puccini su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa sono tratte dal romanzo Scènes de la vie de Bohème di Henri Murger. La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro Regio di Torino, il 1 febbraio 1896. Biglietti da 12 a 35 euro. Scrive Stefania Panighini: “La Bohème non è solo quel fenomeno artistico che attraversa quasi un secolo, dalla sua nascita – negli anni 30’ dell’800 – fino all’inizio della seconda guerra mondiale, ma anche una stanza dell’anima: un modo di sentire l’arte scanzonato e maledetto, dove gli opposti contrastano furiosamente fra loro, per poi fondersi come colori sulla tela. I dieci anni che intercorrono tra le due grandi guerre, sono in questo senso i più significativi, perché raccontano l’ascesa e la caduta di una grande utopia: il movimento Dada e il suo irriverente e disarticolato sistema artistico, che ignorava con tenacia dissacrante il desiderio di ricostruzione postbellico. Eccoci totalmente immersi nei folli anni venti, dove il fervore artistico di Picasso, Brancusi o Modigliani, esplode ai margini di una società troppo impegnata a ricostruire e ricostruirsi: chi si perde nei fumi dell’oppio e dell’assenzio (considerando l’arte come un cammino senza meta, piuttosto che una rivincita sulla guerra), viene escluso da un comune sguardo verso il futuro, isolato in un presente sterile, fatto di sogni che si sfaldano al fiorire di primavera. Nulla più che il glorioso e straordinario fallimento di un’intera generazione di artisti”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Romeo e Giulietta: spettacolo di danza

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 luglio 2017

romeo e giuliettaRoma martedì 18 luglio h 21 spettacolo di danza Teatro vascello via Giacinto Carini, 78 Dopo la festa/compleanno del quarto di secolo e gli ultimi anni ricchi d’intensa produttività Roberto Zappalà inizia un nuovo progetto dal titolo Antologia. Con Antologia si intende recuperare i lavori più interessanti che hanno lasciato un segno nel tempo e nella costruzione della linea coreografica di Zappalà e della compagnia. Il progetto non ha soltanto il compito di “recuperare” e di “rivisitare”, ma anche quello di originare attraverso un nuovo “contatto” nuove visioni; dove anche il “semplice” cambiamento degli interpreti può fare da primo mobile per un diverso approccio alla creazione da parte del coreografo. Tutto ciò non solo determinerà una riflessione sul passato ma inevitabilmente porterà a riflettere sul futuro. “La sfocatura dei corpi” era il titolo del Romeo e Giulietta del 2006 che Roberto Zappalà ha deciso di riprendere e riportare in scena come primo spettacolo di Antologia. Una revisione che è anche e soprattutto un rinnovamento. Un romeo e giulietta 1.1. Cosa ci fa sentire sfocati, quando ci sentiamo sfocati ? Tecnicamente, (in ottica, fotografia, cinema), la sfocatura è una questione di distanza. La distanza tra il centro focale dell’obiettivo è l’oggetto inquadrato; se questa distanza è inferiore o superiore ad una certa misura l’oggetto risulta, appunto, sfocato.
romeo e giulietta1Riportando tutto ai due amanti di Verona ci sentiamo sfocati quando “percepiamo” che la distanza tra noi e il mondo, tra noi e l’amato non è quella giusta; quando la distanza che ci separa dall’essere amato è condizionata dal proprio essere nel mondo; quando siamo, ci sentiamo, crediamo di essere, troppo vicini, o troppo lontani. Siamo tutti Romeo e Giulietta. Nella versione 1.1 il coreografo ha spostato la propria messa a fuoco, concentrandola più che sulla coppia di innamorati, sulla loro individualità di esseri che vivono singolarmente un disagio soprattutto sociale. Nelle note vicissitudini scespiriane si arriva all’amore sublimato dalla morte (e viceversa), la versione 1.1 vuole riflettere e al contempo “ribellarsi” ad un tempo storico (oggi) dove la pulsione di morte è sublimata solo da se stessa e contrapporle passione e rispetto nei confronti della vita.
Una riproposizione di Romeo e Giulietta che non vuole “parlare” d’amore ma essere un atto d’amore verso la vita.Si ringrazia Simone Viola per i movimenti di danze da sala e Stefano Tomassini per aver seguito in qualità di studioso l’inizio del percorso di ripresa e rilettura dello spettacolo. (foto: romeo e giulietta)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caserta con Ezio Bosso

Posted by fidest press agency su domenica, 16 luglio 2017

casertaezio bossoCaserta alla Reggia il 18 luglio, alle ore 21.00, Ezio Bosso con il suo “The Venice Concert” un concerto che propone insieme – nello stile inconfondibile dell’artista – grandi classici e composizioni originali. Il programma prevede infatti l’esecuzione del Concerto Brandeburghese numero 3 di J.S.Bach e della Sinfonia numero 4 di Felix Mendelssohn Bartholdy insieme alle composizioni di Ezio Bosso “Split, postcards from far away” e “Rain, in your black eyes”. Ad accompagnare l’esibizione di Ezio Bosso l’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli.Compositore, direttore d’orchestra e – come ama lui stesso definirsi – pianista all’occorrenza Bosso è uno straordinario artista con migliaia di fan, soprattutto giovani e giovanissimi, che lo seguono nel suo tour.
Per questo motivo la Scabec promuove la campagna “under 30”: 100 biglietti di poltrona a soli 10 euro per chi non ha ancora compiuto trent’anni. Un’occasione da non perdere per partecipare ad un concerto sorprendente in ogni passaggio.La rassegna “Un’Estate da Re” è voluta e finanziata dalla Regione Campania. L’organizzazione è della Scabec con la collaborazione artistica del Teatro di San Carlo Napoli e del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno ed il contributo della Direzione Reggia di Caserta, Comune e Camera di Commercio di Caserta. La direzione della rassegna e’ del Marstro Antonio Marzullo. (caserta, ezio bosso)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »