Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘spettacolo’

Spettacolo: Io, Fabrizio e il Ciocorì”

Posted by fidest press agency su domenica, 12 gennaio 2020

Roma sabato 18 gennaio 2020 – ore 21 – biglietto 10 e 8 euro Spazio Rossellini via della vasca navale 58 spettacolo ispirato a Fabrizio De André nel connubio fra teatro di narrazione e canzone d’autore, arriva a Roma sabato 18 gennaio allo Spazio Rossellini di via della Vasca Navale. Sul palco, insieme all’autore Flavio Brighenti, che cura la narrazione con la regista Carmen Giardina, interagisce una formazione musicale che comprende Raffaela Siniscalchi (voce), Gabriele Coen (fiati), Mario Rivera (basso) e Stefano Saletti (corde).
“Io, Fabrizio e il Ciocorì” rappresenta un viaggio inedito e per certi versi sorprendente nel mondo del Maestro genovese attraverso vent’anni di incontri, musica, aneddoti e confidenze.Il racconto si snoda attraverso le tante interviste – e i coloriti retroscena che spesso le hanno accompagnate – che l’autore, Flavio Brighenti, ha realizzato dal gennaio del 1979, durante il tour di Faber con la Premiata Forneria Marconi, fino al febbraio del 1998, nel corso dell’ultimo tour del maestro genovese, successivo alla pubblicazione dell’album “Anime salve”.“Io, Fabrizio e il Ciocorì” gioca su una cifra stilistica netta e dichiarata, virando sul versante ironico e “leggero” del rapporto, così come è maturato tra i due, ben al di là dei rispettivi ruoli professionali.
Riflessioni, battute, semplici confidenze alimentano costantemente il percorso narrativo, con la piccola e trasparente ambizione di raccontare un’epoca dove l’arte, non solo la musica, e così pure il giornalismo, privilegiavano l’esperienza e l’iniziativa individuale anziché attingere all’immenso catino virtuale e frastornante della tecnologia.”Io, Fabrizio e il Ciocori” non rappresenta una celebrazione né tanto meno una beatificazione di De André – che di certo non ne ha bisogno – ma offre semplicemente una chiave differente e affettuosa per fare luce su di lui sotto il profilo umano prima che artistico.La sfilata dei personaggi evocati è assortita: da Vasco Rossi a Papa Wojtyla, da Beppe Grillo a Guy Debord, da Ray Charles ad Arthur Rimbaud, da Mauro Pagani a Renato Curcio, da Ivano Fossati a Carlo Marx, fra i tanti, oltre naturalmente ai volti familiari: Dori Ghezzi, i figli Cristiano e Luvi, il fratello Mauro.La regia dello spettacolo è affidata alla genovese Carmen Giardina, attrice, sceneggiatrice e regista di larga esperienza che sul palco, insieme a Flavio Brighenti, presta la voce a Faber: “De André era unico e inimitabile, al suo confronto chiunque si presterebbe a paragoni che vogliamo evitare”, spiega Brighenti, “allora ho voluto che a interpretarlo fosse una donna, anche e soprattutto per rendere omaggio all’universo femminile che Fabrizio ha cantato con inarrivabile sensibilità umana e poetica”.La narrazione musicale, che corre tra alcune tra le più amate canzoni di De André, è affidata al quartetto composto da Stefano Saletti, Gabriele Coen, Mario Rivera (provengono tutti e tre dalla Banda Ikona, e sono protagonisti in proprio di molti altri progetti), con la voce straordinaria di Raffaela Siniscalchi. I quattro artisti hanno realizzato un album con le proprie personalissime rivisitazioni dei brani di Faber intitolato “Ho visto Nina volare” di imminente uscita.
“Io, Fabrizio e il Ciocorì”, che nella sua prima versione è stato ospite per due sere dell’Auditorium di Strada Nuova di Genova nell’ottobre 2017 – sul palco con l’autore c’erano Laura Monferdini, Vittorio De Scalzi ed Edmondo Romano – va in scena con il patrocinio morale della Fondazione De André.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: Esseremme

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 dicembre 2019

Roma dal 9 al 12 gennaio 2020 al teatro Basilica – Piazza Porta S. Giovanni, 10 Tutti i giorni alle 21, la domenica alle 18 Biglietto intero euro 15, ridotto 12 sarà in scena la storia di ESSEREMME, una commedia nera, rock’n roll e sanguinaria che affronta il complicato rapporto tra due fratelli gemelli. Lo spettacolo, scritto e diretto da Stefano Vona Bianchini, è stato semifinalista del Premio Scenario 2017 al Teatro Bellini di Napoli e ha debuttato a dicembre 2018 all’Altrove Teatro Studio di Roma.ESSEREMME narra del complicato legame tra Esse ed Emme, attraverso un triplo incubo che i due gemelli condividono dal salotto della casa natale con uno sfondo ricorrente: l’uccisione dei genitori.Una strana coppia di vicini viene coinvolta nella vicenda. Addormentati sul divano di fronte alla TV accesa che ancora canta, nell’oscurità della notte, i due fratelli sognano di un Regno lontano e sconosciuto nel quale loro, come due principi reali alla morte del Re, danno vita a uno scontro che li porterà a macchiarsi di fratricidio.La profonda connessione tra i due, l’amore motivato dalla paura per il padre diventa odio che dalla figura paterna porta a desideri di parricidio: creando tra i due una perenne competizione, una estenuante ricerca di confermarsi il più amato, il più valido, quello che più somigli al Padre appunto. “Poiché a sua immagine e somiglianza, l’uomo sta sulla terra non già come creatura ma bensì come Dio stesso”. Ma il sangue li desterà dal sogno catapultandoli in una agghiacciante e distopica realtà.Note di regia. Immerso in un contesto sonoro che richiama gli anni 80 Esseremme si ispira a film come: Ritorno al futuro, Beetle Juice, I Goonies, La Famiglia Addams. Il testo presenta continui ribaltamenti drammaturgici che danno al racconto un montaggio alternato.Di sogno in sogno i due fratelli immaginano scenari che dai loro film preferiti prendono spunto. Si ritrovano protagonisti del loro quiz show più seguito, arrivando fino a rivivere il momento della loro nascita: quando come due porzioni della stessa vita Esse ed Emme hanno fatto la loro prima comparsa.In un assetto scenografico rappresentato da luci e suoni Esseremme è quasi totalmente affidato al lavoro attoriale della compagnia. I quattro attori in scena accompagneranno lo spettatore in un turbinio di sogni, apparizioni e allucinazioni.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spettacolo: Bolle di sapone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 novembre 2019

Roma dal 21 novembre al 1 dicembre Dal giovedì al sabato ore 20.00 Domenica ore 18.45 Teatro Brancaccino Via Merulana, 244 Bolle di Sapone, spettacolo scritto e diretto da Lorenzo Collalti ed interpretato da Grazia Capraro e Daniele Paoloni, grafica e costumi Silvia Romualdi, una produzione KhoraTeatro in collaborazione con l’Uomo di Fumo, torna in scena al Teatro Brancaccino. Due personaggi timidi e maniacali vivono le loro vite in maniera surreale, intrappolati in una visione fantasiosa del quotidiano fino a quando il destino non li fa incontrare in un giardino pubblico. Costretti a comunicare si raccontano le loro piccole solitudini sullo sfondo di una periferia metropolitana alienata. Lorenzo Collalti, giovane regista, autore di Nightmare N.7, Un Racconto d’inverno e Reparto Amleto, porta in scena, che ha debuttato nel 2018 al Festival In Equilibrio di Armunia, Bolle di Sapone, in cui la scrittura apparentemente leggera rivela un’analisi profonda ed emotivamente forte della società contemporanea nelle grandi metropoli in cui le persone vivono vite solitarie: “Se vivi in un paese di quattromila abitanti conosci tutti, se abiti in una città di tre milioni di persone non conosci nessuno.” La periferia con i suoi palazzoni sovraffollati spesso non permette le relazioni umane, rendendo gli individui sempre più soli, diffidenti e spaventati evitando il contatto e l’incontro con l’altro. Biglietti: intero 18,00 Euro ridotto 12,50 Euro

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

A Capaci si cunta u cuntu di Santa Rosalia

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 settembre 2019

Capaci (Trapani) Domani, 3 settembre, alle 21, in piazzetta Santa Rosalia, sotto lo sguardo benevolo della Santuzza andrà in scena lo spettacolo, aperto al pubblico. Il testo e la regia sono di Maria Ansaldi, i costumi di Francesco Davì. Le foto fatte ai piccoli teatranti sono di Ornella Mazzola. L’evento è promosso dal comune di Capaci con il sindaco Pietro Puccio e dall’associazione Conti Pilo e da I Teatantranti Instabili, associazione culturale e di teatro amatoriale. Gli attori sono proprio i “Piccoli Teatranti” giunti al quarto anno di laboratorio. A loro il compito difficile di rappresentare il male, la peste che affliggeva e affligge ancora oggi in altre forme la Sicilia. Alla santuzza il compito di individuarlo ed estirparlo oggi come allora. La Santuzza sarà interpretata da un’attrice emergente che fa parte del vivaio dei teatranti, Annagiulia Testaverde. Ad accompagnare e incorniciare la messainscena anche il ballo delle vergini affidato a Clara Lombardo. “Siamo orgogliosi del nostro gruppo di ragazzi – dice il presidente de I Teatranti Instabili Giuseppe Costanzo – che sempre più innamorato del teatro, continua a grandi passi il percorso di conoscenza intrapreso”. A Capaci il culto della santa è radicato da anni, la stessa regista, insieme alla sorella Francesca Ansaldi, ricorda la festività e l’impegno profuso nella realizzazione di questa. “Ricordiamo la discesa della santa dal santuario ubicato nella montagna, suggestivo scorcio carico di spiritualità che merita di essere visitato”, dicono Maria e Francesca Ansaldi. E ricordano anche il padre adoperarsi per realizzare la tradizionale volata degli angeli all’arrivo della santa. Uno spettacolo ricco di emozioni, “facevo l’angelo mi sedevo accanto a lei in processione. Era un esperienza bellissima: le tenevo la mano tutto il tempo sapevo che era una statua ma per me in quel momento era una ragazza in carne ed ossa e le tenevo la mano” dice Mariapia Greco, vicepresidente de I Teatranti Instabili. Ad animare la rappresentazione del cunto ci sarà il gruppo folk di Capaci I pupi ri zuccaru, formato da Arturo Di Natale alla chitarra, Pino Ferrara alla fisarmonica, Clara Rappa e Lisa Croce alla voce, special guest Antonio Rizzuto alle percussioni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo spettacolo musicale di Luca Bonaffini

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 luglio 2019

Mantova Sabato 6 luglio alle 21.15, presso il Cortile di Palazzo d’Arco, si terrà il debutto del nuovo spettacolo musicale di Luca Bonaffini – cantautore e scrittore – che, giunto alla terza opera letteraria (2017) e al tredicesimo album (2018), torna alla regia teatrale.
“L’ITALIA AL TEMPO DEL VINILE” – questo il titolo esplicativo dello show concept dell’autore mantovano – è un concerto vero e proprio (affidato alle generose corde vocali di Francesca De Mori, milanese, e al pianoforte di Roberto Padovan, torinese) che riscopre Bonaffini nel ruolo che egli stesso ha confessato da sempre, pare piacergli di più: quello di “regista in scena” e “narra-attore con chitarra alla mano”.La nascita del vinile, dei 33 giri e dei 45, l’esplosione del fenomeno “disco” nell’industria italiana e mondiale nel secondo dopoguerra e soprattutto una cascata di canzoni che, definite “leggere” oppure popolari e d’autore, hanno abitato le case, le librerie, le piazze e gli stadi di diverse generazioni. Modugno, Paoli, Bindi, poi De Gregori, Dalla, Bennato e tanti altri.Ecco una traccia di quello che accadrà la sera del 6 luglio a Mantova: immaginiamoci di essere in un grande salotto, dopo cena, a casa di amici, e che due di loro suonino il pianoforte e la chitarra. In mezzo, al centro del dialogo musicale, una ragazza – ben più che intonata semplicemente ma piuttosto assai virtuosa – che inizia a seguirli con vocalizzi, gorgheggi e infine… “note”. Si ritorna là, negli anni Cinquanta e poi si sale verso di noi, tra boom economico e austerity, sognando l’America di Bob Dylan, l’Inghilterra dei Beatles e l’Europa dei chansonnier francesi e spagnoli. Nessuna base, nessuna cover, nessun tributo nostalgico.La parola, anzi le parole, d’ordine sono: no vintage. “La Storia – dice Bonaffini – è la colonna sociale delle arti e la musica leggera del Novecento è arte popular che, grazie ai cantautori, alle rock e beat band, al genere musical e alla cinematografia, ha riempito le emozioni di tutte le classi sociali del Secolo scorso”.L’evento è organizzato dal Comune di Mantova, in collaborazione con Accademia Teatrale Campogalliani e Long Digital Playing Srls Edizioni Musicali. Costo del biglietto: Euro 10

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: Play On!

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 maggio 2019

Roma dal 4 al 9 giugno teatro San Genesio via Podgora, 1 (P.zza Mazzini – metro Lepanto) Da martedì 4 a venerdì 7 ore 20.30; sabato 8 e domenica 9 ore 17.30 con la regia di Sandra Provost spettacolo: Play On! Presentata dalla compagnia filantropica The Rome Savoyards/Plays in Rome, la frizzante e dinamica commedia è diretta dalla regista Sandra Provost, che porta sul palco ben dieci interpreti di diverse nazionalità.
Play On! è una delle commedie più divertenti e rappresentate al mondo del drammaturgo statunitense Jack Sharkey, di cui Rick Abbot è solo uno dei quattro pseudonimi con cui firmò le sue numerose opere. Cast in ordine di apparizione Gabriella Spadaro, Lydia O’Kane, Robert Peter Parker, Elizabeth Christy, Margherita Mei, John Calderone, Shane Harnett, Camilla Mazzitelli, Carolyn Gouger, Fabiana De Rose
Una compagnia teatrale si prepara a portare in scena un nuovo spettacolo, nonostante le intrusioni esasperanti dell’autrice che continua a modificare il copione, gettando gli attori nello sconforto e scatenando una serie di imprevisti che raggiungeranno il culmine la sera della prima, trascinando il pubblico in un finale totalmente esilarante.
The Rome Savoyards è una compagnia teatrale di lingua Inglese, costituita da attori, cantanti e tecnici di diverse nazionalità e provenienze, fondata dalla sua regista Sandra Provost e presente a Roma da oltre 30 anni. Inizialmente specializzata nella rappresentazioni delle operette di Gilbert & Sullivan, negli ultimi 15 anni la Compagnia ha ripreso anche il filone del teatro di prosa, con circa tre rappresentazioni l’anno (sempre in lingua Inglese) che spaziano dal teatro classico al contemporaneo. In questa sua nuova veste, la compagnia è presentata dall’associazione culturale non-profit Plays in Rome, attiva da numerosi anni nella produzione di eventi teatrali, a scopo filantropico, promuovendo l’intrattenimento di un pubblico di nazionalità mista e l’incontro tra la cultura locale ed estera.http://www.teatrosangenesio.it/inlingua.html
BIGLIETTI INTERO 15€ RIDOTTO 13€ (gruppi di 8, over 65 e membri dell’associazione Plays in Rome) RIDOTTO 10€ (studenti e bambini)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Più tutele per i lavoratori dello spettacolo”

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 maggio 2019

“Nel 2017 i lavoratori dello spettacolo hanno percepito in media circa 10 mila annui, con una notevole concentrazione dei lavoratori verso la classe di età più elevata (over 40 e over 50), e un divario reddituale fra uomini e donne del 20%. Durante la festa dei lavoratori rivolgo un appello per non tralasciare gli operatori dello spettacolo, spesso lasciati ai margini del dibattito pubblico.
Le situazioni di cronaca sono allarmanti: le Fondazioni lirico-sinfoniche percepiscono milioni di soldi dei contribuenti ma continuano a lasciare in completa precarietà i propri lavoratori.
Penso al caso del Teatro dell’Opera di Roma, e il controverso piano di licenziamento collettivo deciso da Carlo Fuortes poi fortunatamente rientrato, a cui si aggiunge il conseguente debito tributario di milioni di euro per il mancato pagamento degli oneri previdenziali dei lavoratori che, ancora una volta, pagherà lo Stato.
La commissione Cultura della Camera, congiuntamente con la commissione Lavoro, inizieranno una serie di indagini conoscitive del sistema previdenziale e dello stato occupazionale dei lavoratori dello spettacolo, di modo da poter migliori le condizioni di lavoro dei tanti operatori incentivando il ricambio generazionale, rendendo nuovamente attrattiva la scelta della via artistica per i giovani.”È quanto dichiara Federico Mollicone, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Cultura alla Camera.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Doppio legame: Quando l’Inferno uccide l’Amore

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 febbraio 2019

Roma 15 e 16 marzo 2019 ore 21.00 Teatro Tor Bella Monaca Via di Tor Bella Monaca, spettacolo Scritto e diretto da Antonella Salvatore con Stefano Flamia e Antonella Salvatore Aiuto regia Carolina Guerra Produzione Istituto Teatrale Europeo Durata: 60 minuti. Antonella Salvatore ci parla attraverso lo spettacolo “Doppio Legame. Quando l’Inferno uccide l’Amore” del delicato tema della violenza psicologica e della dipendenza affettiva nella coppia. Doppio Legame è il Mondo Infernale in cui si precipita quando ci si vorrebbe liberare dell’altro che ci sottomette con una continua violenza, ma il legame malato basato su emozioni intense e contrastanti, ci impedisce di dire basta. I protagonisti dello spettacolo sono una coppia coinvolta in una relazione paradossale, ma molto diffusa, in cui la violenza psicologica non viene riconosciuta come tale da chi la vive e la attua e causa lividi invisibili che annientano la mente. Il termine “DOPPIO LEGAME” indica una situazione in cui la comunicazione tra due individui, uniti da una relazione emotivamente intensa, presenta un’incongruenza tra quello che viene detto a parole e quello che viene espresso a livello non verbale.
L’uomo e la donna si scambiano il ruolo di vittima, salvatore e carnefice in modo estenuante fino a ritrovarsi in una posizione relazionale insostenibile.
La paura, l’affetto e l’adrenalina si mescolano in modo incontrollabile, impedendo a chi le subisce di riconoscere in modo chiaro la realtà, bisognosi uno dell’altro come di una droga che calma solo per un istante.
Una Drammaturgia Contemporanea ricca di oggetti scenici metaforici. Simbolo dello spettacolo sono delle rose rosse usate per sedurre, tradire, manipolare, colpire, creare tracce di un copione di vita legato all’idea di amore che è stata trasmessa ai protagonisti dai loro genitori e dalla loro infanzia. Piani temporali differenti si intrecciano per mostrare pensieri, ricordi, aspettative, paure in un limbo in cui la luce sottolinea l’alternarsi di un piano scenico reale e quotidiano ad uno astratto e onirico.
Lo spettacolo è stato presentato al Convegno “La violenza sulla donna e sul bambino: prevenzione, accoglienza e accompagnamento” organizzato dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Istituto Superiore di Sanità, per sottolineare il valore del Teatro come strumento di prevenzione sociale contro la violenza, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre.Trailer Spettacolo: https://www.youtube.com/watch?v=RlfPkkHZqFc&feature=share

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo di Emma Dante

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 dicembre 2018

Padova Giovedì 13 dicembre alle ore 21 all’MPX – Multisala Pio X di Padova, in scena uno spettacolo di Emma Danta, secondo appuntamento di ARTI INFERIORI 2018/19, rassegna di teatro contemporaneo promossa e realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven / Regione del Veneto e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. BALLARINI capitolo III, spettacolo di Emma Dante, è il terzo capitolo della Trilogia degli Occhiali composta da tre spettacoli autonomi ma indissolubilmente legati da temi di marginalità: povertà, vecchiaia e malattia. tutti i personaggi della trilogia inforcano gli occhiali. sono mezzi cecati. malinconici e alienati.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: “Wish you were here”

Posted by fidest press agency su sabato, 3 novembre 2018

Palermo 27 dicembre alle 21,30 al Real Teatro Santa Cecilia, nell’omonima via, accanto via Cantavespri si terrà lo spettacolo “Wish you were here” (vorrei che tu fossi qui) che ricreerà “Wish you were here” Una serata di totale omaggio alla band di Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason. La prima capace di fare della psichedelia una tendenza culturale.La band proporrà l’esecuzione integrale di uno degli album di “Wish You Were Here”. Pubblicato nel settembre 1975. l’album esplora i temi dell’assenza, dell’industria musicale e del declino mentale dell’ex membro della band Syd Barrett. Un disco elegante, malinconico e a tratti struggente, che può considerarsi, per tante ragioni, il punto di non ritorno del quartetto inglese. Si comincia dal ricordo del diamante pazzo e da quelle quattro note che compongono uno dei riff più iconici della storia del rock attraverso il rumore delle macchine dello showbusiness, che schiacciano i più deboli, dall’odore acre dei sigari dei produttori musicali senza scrupoli, alle atmosfere dolci e acustiche del brano che dà il nome all’album e che è ormai un’icona dell’assenza fisica e spirituale.Nella seconda parte dello show seguirà una selezione di brani tratti dalla discografia dei Pink Floyd per condurre lo spettatore in un viaggio al di là del lato oscuro della luna, al di là del muro, lungo il fiume infinito di una momentanea perdita della ragione al rintocco della campana divisoria. Il biglietto di ingresso costa da 20 a 25 euro.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo Mimì in arte Mia Martini

Posted by fidest press agency su sabato, 3 novembre 2018

Roma Da Martedì 6 a Domenica 25 novembre all’OFF/OFF Theatre Via Giulia 19 – 20 – 21,, va in scena lo spettacolo Mimì in arte Mia Martini, di e con Melania Giglio, in scena con Mamo Adonà e Sebastian Gimelli Morosini, diretti dal regista Daniele Salvo in una produzione Cardellino S.r.l.
Dopo il successo della passata stagione di “Édith Piaf – L’Usignolo non canta più”, che ha collezionato sold out e lunghi applausi, l’attrice Melania Giglio torna in Via Giulia per rendere omaggio ad un’altra grande artista e interprete di canzoni che hanno segnato la storia della musica italiana, firmate dai più grandi autori per una voce che rimane salda nella memoria, quella di Mia Martini, per tutti Mimì. Lucio Battisti, Baldan Bembo, Mogol, Ivano Fossati, Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Paolo Conte, Francesco De Gregori, Vasco Rossi, Franco Califano, Mariella Nava, sono soltanto alcuni dei tanti autori che hanno scritto per Mia Martini e per quella sua voce considerata, insieme a quella di Mina, una delle voci più belle ed espressive della musica leggera italiana e che l’hanno consacrata al pubblico che non può e non vuole dimenticarla. Con questo approccio pregno di profondo rispetto e amore per l’immensa Mimì, la Giglio porta in scena uno spettacolo che riporta in vita l’essenza stessa dell’artista, attraverso una originale tessitura teatrale e l’interpretazione dal vivo di successi come Piccolo Uomo, Minuetto, E Non Finisce Mica Il Cielo, Almeno Tu Nell’Universo, La Nevicata del ’56, Mimì Sarà e tanti altri ancora.
Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€; Gruppi 10€ – Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XXI edizione di Frantoi Aperti

Posted by fidest press agency su martedì, 30 ottobre 2018

Campello sul Clitunno (Pg) sabato 10 novembre dalle ore 18:00 alle 24:00 presso la straordinaria cornice del Frantoio Marfuga si terrà un evento speciale volto ad esaltare le ricchezze e le specialità dell’Umbria. Ospite di questo speciale ed insolito evento, che vede realizzare una serata di musica elettronica in un frantoio attivo e funzionante, una delle figure più importanti nel panorama nazionale ed internazionale: DJ RALF. Eccellenza assoluta nel suo genere, è anch’egli umbro di fiere origini contadine ed è conosciuto nel mondo come produttore musicale e discografico, ma anche, a suo modo, “influencer” ed “opinion leader”. Un artista, dunque, che ben rappresenta l’attuale musica elettronica così come un frantoio di esperienza e qualità riconosciuta si pone nell’odierno panorama della produzione olearia.
Il format, Oiler Room, gioca su una delle esperienze più elettrizzanti ed innovative emerse nel variegato panorama della musica elettronica dell’ultimo decennio e avviata da una piattaforma multimediale inglese: quella di collocare un DJ con una storia alle spalle e la disponibilità a raccontarla e sviscerarla in musica fuori dai contesti urbani o extra-urbani abituali (il nome suggerisce un “locale caldaia”, ma potrebbe essere un appartamento, un garage e, perché no, un frantoio) per un gruppo fisiologicamente ristretto di persone e poi trasmettere questa esperienza e provare a farla vivere dall’altro capo del mondo a chiunque abbia voglia di seguire la diretta in rete o scaricarsene i contenuti a piacimento.
Un’iniziativa che presuppone la scelta del contesto giusto e degli attori più adatti a creare le condizioni ambientali perché né l’una né l’altra delle due realtà messe a confronto risulti snaturata: proprio per tale motivo si è puntato sull’eccellenza delle proposte su cui accendere i riflettori di un grande evento, ovvero due realtà che hanno un’affinità non solo geografica, ma anche filosofica.
Da un lato un Festival Culturale e Musicale orgogliosamente radicato in Umbria, a Foligno, dove da oltre 10 anni l’associazione che porta il suo nome (Dancity, gioco di parole tra densità, citta e movimento) offre una panoramica a 360° sulla evoluzione della musica elettronica, coltivando la promozione della ricerca e della sperimentazione in vari ambiti creativi senza mai perdere di vista forme e produzioni artistiche tradizionali che rappresentano sempre e comunque le radici da cui tutto nasce.
Dall’altro una delle aziende più innovative ed apprezzate del panorama umbro, gestita a Campello sul Clitunno dalla famiglia Gradassi, con una storia di diverse generazioni come garanzia di qualità e di esperienza, ma anche con un piede ben piantato nel futuro del settore e dotata di spazi moderni, confortevoli e tecnologicamente all’avanguardia in piena sintonia con la contemporaneità: basti dire che gli spazi “sociali” del Frantoio Marfuga si presentano con una veste e tratti estetici che potrebbero appartenere ad un locale di tendenza, con connubi stilistici anche azzardati e provocatori tra la modernità e la tradizione rurale (utensili della frangitura, un inginocchiatoio, memorie dell’immaginario contadino).

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo: Durga Mcbroom e Gary Wallis

Posted by fidest press agency su martedì, 23 ottobre 2018

Catania 28 dicembre al teatro Metropolitan in via Sant’Euplio 21con gli Inside out in “Pink Floyd Pulse” ovvero una serata di totale omaggio alla band di Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason. La prima capace di fare della psichedelia una tendenza culturale.In scena la corista Durga McBroom e il percussionista Gary Wallis, accompagnati per l’occasione dagli Inside Out, ovvero la tribute band Pink Floyd di Palermo, attiva ormai da più di cinque anni.La vocalist statunitense ha cantato negli ultimi tour ufficiali – come “A Momentary Lapse of Reason” del 1987, “The Division Bell” del 1994, l’evento mondiale “Pink Floyd Live in Venezia” del 1989 – ed ha anche registrato i cori nell’ultimo album della storica band inglese “The Endless River” del 2014.Il percussionista inglese Gary Wallis ha suonato per i Pink Floyd durante il Delicate Sound of Thunder Tour del 1988 e il Pulse Tour del 1994, risultando uno dei migliori batteristi e percussionisti adatti a fare da spalla al batterista del gruppo Nick Mason. Mentre per il tour del 1988, conclusosi con il concerto di Venezia del luglio 1989, Wallis usava delle percussioni disposte anche in alto e si faceva notare per come saltava da una parte all’altra per suonare, per il tour successivo all’uscita dell’album “The Division Bell”, oltre alle percussioni, Gary ha suonato anche una batteria identica a quella di Nick Mason.La prima parte dello show sarà dedicata ai grandi classici come “Shine On you Crazy Diamond”, “One Of These Days”, “High Hopes”, “Hey You”, mentre nella seconda parte verrà eseguito integralmente uno dei capolavori di tutti i tempi, “The Dark Side Of The Moon”. Non mancherà lo schermo circolare, su cui verranno proiettati i filmati originali dei Pink Floyd, e gli incredibili effetti laser marchio di fabbrica di uno spettacolo “pinkfloydiano”, per un live maestosamente affascinante.
Il biglietto di ingresso costa da 25 a 35 euro per la sala (compresa la prevendita) e da 30 a 35 euro per la tribuna. I ticket si possono comprare al Botteghino del teatro, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dale 17 alle 20, o attraverso le sedi fisiche e online del circuito Boxoffice Sicilia.Il concerto è organizzato da In the Spot Light e il management è di Gaetano Vicari.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo “God save the king”

Posted by fidest press agency su domenica, 2 settembre 2018

Roma 28 e 29 settembre 2018 ore 21:00 Teatro del Torrino – Via Sciangai, 10 costo del biglietto 15 euro, ridotto 12 euro. Nato da un laboratorio estivo, che si tiene tutti gli anni al Teatro del Torrino, e da cui sono nati spettacoli come “Je m’en fous”, “Charlie Chaplin” ricevendo importanti riconoscimenti come il Premio Lago Gerundo e il Premio dei Visionari, “God save the king” narra la storia di Freddie Mercury.
Ricordato per il talento vocale e la sua esuberante personalità sul palco, è considerato uno dei più celebri e influenti artisti nella storia del rock: universalmente riconosciuto come uno dei migliori frontman nella storia della musica, nel 2008 la rivista statunitense Rolling Stone lo classificò 18° nella classifica dei migliori cento cantanti di tutti i tempi, mentre l’anno successivo Classic Rock lo classificò al primo posto tra le voci rock.Il sipario si aprirà con l’annuncio al telegiornale della morte di Freddie Mercury, proseguendo con una serie di flashback e ricordando una delle band più famose degli anni ‘70 -‘80.Il noto cantante negli ultimi anni della sua vita si rifugiò nella Garden Lodge, la sua villa di Earls Court a Londra e secondo le sue ultime volontà, fu cremato e le sue ceneri affidate a Mary Austin, l’unica donna della sua vita, la quale le conservò nella sua camera da letto per circa due anni.Ed è proprio dai suoi racconti e dalle allucinazioni che ha all’interno della Garden Lodge che Freddie Mercury rivive, ma soprattutto attraverso questo imperdibile spettacolo scritto e diretto da Luca Pizzurro.Non saranno raccontate le tournée, i concerti più famosi, la parte artistica, ma il Freddie Mercury uomo, compagno e amico di Mary Austin.Grandi le performance di Luca Pizzurro che interpreta Freddie Mercury e Lauraine Criscione che veste i panni di Mary Austin, il tutto coordinato dalle coreografie di Luana Iaquaniello e la preziosissima collaborazione del grande stilista di Versace Ilian Rachov, per rendere lo spettacolo irripetibile ed unico nel suo genere.Ma questa è solo parte di un’incredibile stagione firmata Luca Pizzurro e, a tale proposito, vi invitiamo a visitare il sito http://www.teatrodeltorrino.it/Home.html per non perdere le molteplici novità di una stagione che vi assicurerà, come sempre del resto, irripetibili emozioni!

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Piazza porterà in scena “Ti pozzu offriri un cottel”

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 agosto 2018

Palermo ’8 settembre alle 21,30 a villa Filippina in piazza San Francesco Di Paola Piazza porterà in scena “Ti pozzu offriri un cottel”, frase diventata un tormentone sul web, figlia di “Piazza grande”, il format di interviste ironiche ideato dallo stesso Stefano Piazza. Piazza, nel suo monologo, accompagnato musicalmente da Corrado Nitto e Vincenzo Castello, racconterà tutto ciò che non si è mai visto nel format web-televisivo, raccontando aneddoti realmente vissuti con quelle persone poi diventate protagoniste di Piazza Grande e diventati anche visi conosciuti dagli utenti che li hanno visualizzati. Un live che porta sul palco l’esperienza di una avventura web già diventata un cult per la Sicilia e non solo. Sarà una grande festa per tutti i fan di Piazza Grande che incontreranno i vari personaggi raccontati dal Piazza.
«L’uomo libero – dice Piazza – oggi a Palermo è il tascio, ovvero colui che si esprime senza freni inibitori. Il tascio salverà il mondo, perché antiglobal, mantiene le tradizioni è memoria storica, preserva e conserva la lingua. Io vi aprirò gli occhi su questa gente, partendo da un tormentone che ha superato i confini italiana: “Hey bambola ti pozzu offriri un cottel?”».Un’analisi ironica della nostra società che spesso giudica, ma solo quando comprende e si immedesima ride, fugando lo stress che accompagna i nostri giorni.
L’ingresso costa 12 euro per il primo settore, 10 per il secondo. I biglietti si possono comprare o attraverso le sedi fisiche e online del circuito Boxoffice, TicketOne, e Tickettando oppure telefonando al 3930231153. I ticket si venederanno la stessa sera del concerto anche a Villa Filippina.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fondo Unico dello Spettacolo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 luglio 2018

“Di fronte al disastro della gestione Fus dell’ex ministro Franceschini ci sono domande inevase. Perché delle commissioni che avrebbero dovuto decidere in maniera imparziale non hanno trovato strumenti efficaci per valorizzare ogni offerta culturale? Forse c’è stato poco tempo per una approfondita analisi dei progetti? Ogni proposta, infatti, è stata valutata in appena un minuto ciascuna. Decisamente troppo poco per poter compiere un’analisi di merito dei progetti presentati. Forse il precedente governo è arrivato in ritardo e ha dovuto far concludere il lavoro alla commissione in fretta e furia, propinando involontariamente giudizi sbagliati ed
escludendo progetti monumentali delle migliori realtà culturali italiane? Non voglio pensare che ci sia stato accanimento, non voglio pensare che il ministro abbia presentato alle commissioni elenchi di associazioni che dovevano vincere, ne conosco l’onestà intellettuale e so che solo la fretta ha alterato il risultato finale. Non voglio pensare che, consapevoli che le elezioni non sarebbero andate bene per il PD, si sia cercato di occupare militarmente la programmazione culturale del prossimo triennio. La cultura, lo sanno tutti, è al di sopra delle parti, al di là della destra e della sinistra e quindi faccio due appelli: uno al ministro dei Beni e delle Attività Culturali Bonisoli affinché intervenga in autotutela per rimodulare i fondi e fermare la pioggia di ricorsi che rischia di tenere tutto fermo; l’altro alla commissione, che è stata costretta a lavorare in condizioni assurde. Sono sicuro che accoglierà con favore la proposta di approfondimento”. È quanto ha dichiarato il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli, deputato di Fratelli d’Italia, intervenendo alla conferenza stampa sul Fondo Unico dello Spettacolo organizzata dal Movimento Spettacolo dal Vivo.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Spettacolo “Words” della Compagnia MOTUS

Posted by fidest press agency su domenica, 15 luglio 2018

Orgia Mercoledì 18 luglio alle 21,30 il Museo Etnografico del Bosco di Orgia si veste di danza con la prima nazionale dello spettacolo “Words” della Compagnia MOTUS, coreografato da Martina Agricoli e prodotto con il sostegno di Regione Toscana e Chiantibanca. Il lavoro che MOTUS porta in scena si pone in linea con il tema principale dell’edizione 2018 di “Sovicille d’Estate” che è l’Africa, in un’ottica provocatoria nei confronti di quanti nel nostro paese inneggiano all’isolamento, ignorando che l’Africa paga un prezzo altissimo per lo sfruttamento operato dalle nazioni più industrializzate e che la fuga dalla miseria e dalle guerre dipende da precise responsabilità che hanno radici storiche ben salde nei nostri paesi. Interpretato dalla stessa Martina Agricoli e da Andrè Alma, Carolina Fineo, Ilaria Fratantuono e Roberta Morello, lo spettacolo è inserito in “Muta-menti” nuovo progetto produttivo triennale 2018-2020 della Compagnia MOTUS.Il continente africano sarà anche protagonista nel secondo tempo della serata con “IL MIO VOLTO HA UN NOME”, spettacolo coreografato da Sara Nesti e diretto da Stefano Luci e portato in scena dai ragazzi rifugiati di COOP22 di Prato. Il lavoro nasce da un laboratorio di danza teatrale, finalizzato alla creazione di un rapporto di empatia, supporto e condivisione tra i partecipanti che ha permesso ai giovani rifugiati di esprimere, attraverso i gesti, il ricordo, il presente, la bellezza, la cultura da cui provengono. Interpretato da Marvis Ogbewi, Bakary Sidibe, Stephane Allui Koffi, Duah Muhammad Junayd, Toure Moussa, Kaba I.Kalil, Diomande Lacine, lo spettacolo prevede l’uso di musiche dei paesi di provenienza dei partecipanti, insieme a musiche della tradizione occidentale antica e contemporanea. La musica, e il modo con cui il corpo danzante la interpreta, diviene quindi un ponte fra culture.
Lo spettacolo apre la sezione danza del cartellone estivo del Comune di Sovicille, realizzato con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e sostenuto da Banca CRAS. La serata è ad ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

XXII edizione Festival Ticino Musica

Posted by fidest press agency su domenica, 24 giugno 2018

Lugano. In attesa dell’inizio della XXII edizione del Festival (che sarà il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio con la prima de L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini), il Circolo degli Amici di Ticino Musica organizza quattro conferenze-spettacolo di introduzione all’opera: “Vivi l’opera di Ticino Musica! – Donne, avventure, sultani e la ricerca della felicità”, con Fabio Sartorelli (musicologo), Umberto Finazzi (direttore musicale dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”) e Gabor Meszaros (direttore artistico di Ticino Musica), e con la partecipazione dei cantanti dell’Opera studio.
Le conferenze-spettacolo si terranno il 26 giugno alle ore 19.00 a Giubiasco – Hotel La Tureta, il 27 giugno alle 14.30 a Lugano – Hotel Pestalozzi (in italiano e in inglese) ed alle 19.30 ad Ascona – Centro Evangelico (in italiano e in tedesco) ed infine per il 29 giugno nella sala 4 del LAC di Lugano alle 10.45.
Biglietti: i costi di entrata variano dai 10 ai 25 franchi per gli eventi dei giorni 26 e 27 giugno, mentre l’appuntamento al LAC del 29 giugno prevede un biglietto intero di 50 Fr. Per i membri del Circolo degli Amici di Ticino Musica l’ingresso è gratuito, mentre per coloro che si iscriveranno al Circolo Amici nel corso degli incontri, il costo del biglietto verrà dedotto dalla quota 2018.
Il team dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”, composto da cantanti e strumentisti provenienti da tutto il mondo e selezionati tramite audizioni lo scorso mese di marzo, sarà coordinato, guidato e ispirato da Umberto Finazzi (direzione musicale), Marco Gandini (regia) e Claudio Cinelli (scenografia). L’italiana in Algeri andrà in scena il 18 luglio alle ore 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano (evento di inaugurazione di Ticino Musica 2018), il 20 luglio a Bellinzona (Chiesa Collegiata – opera in forma di concerto), il 21 luglio ad Ascona (Teatro del Gatto), il 22 luglio a Sorengo (Al Chiosetto) ed il 24 luglio di nuovo a Lugano, nella Hall del LAC.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lucina Lanzara: “Una voce che diventa il canto delle sirene”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 maggio 2018

Palermo Giovedì 24 maggio, tra gli eventi organizzati nell’ambito della BIAS, alle ore 21.00 all’ex Chiesa di San Mattia dei Crociferi in Via Torremuzza 28, si terrà la performance live Isòla, Porta dell’Anima di e con Lucina Lanzara. “Una voce che diventa il canto delle sirene” è questo il tema della iniziativa che vede protagonisti oltre alla cantante Lucina Lanzara anche Giovanni Mattaliano al clarinetto, Massimo Patti al contrabbasso, Rosellina Guzzo all’Arpa Celtica. Mentre le immagini sono curate da Giorgia Görner Enrile, Salvo Gravano, Stefania Rallo, Francesco Dragotto, Anna Vicentini. Lucina Lanzara, cantautrice e produttrice siciliana, sperimentatrice vocale prodotta dalla RAI e dalla Sonzogno. Per l’ingresso allo spettacolo è prevista una donazione minima per il progetto PortAbility che prevede la costruzione di un Presidio ospedaliero odontoiatrico e otorinolaringoiatrico per Comunità Beduina della Penisola del Sinai. All’interno del progetto, sono tanti gli artisti e professionisti che lavorano a scopo umanitario. Prima tra tutti il presidente della BIAS, Chiara Modica Donà dalle Rose. Rosa Mundi, con la collaborazione della Performer e attrice Sarita Marchesi, ha elaborato ed eseguito un complesso progetto artistico, che ha coinvolto amici, professionisti, artisti, ed ha consentito all’Arte, linguaggio universale che non conosce barriere geopolitiche e socio-culturali, di essere strumento privilegiato di comunicazione, promozione e salvaguardia della comunità beduina del Sud della Penisola del Sinai.
La comunità dei beduini è una comunità antichissima, ricca di cultura e con una grande dignità da conoscere, tutelare e “traghettare”, con urgenza, verso migliori condizioni di vita igienico-sanitarie.
In occasione del Workshop organizzato da Rosa Mundi in più tappe e in Egitto, con la collaborazione di volontari, amici e artisti, nel cuore del villaggio di Nuweiba, l’artista ha coinvolto anche medici siciliani e italiani, nonché industriali del settore odontoiatrico, per formare e aggiornare in Italia i medici locali e per creare un moderno ed equipaggiato presidio ospedaliero per la cura e la prevenzione dei denti, prima di tutto dei bambini, dai 4 ai 12 anni. Le prime indagini, condotta con materiale sterilizzato, nella forma dei set odontoiatrici monouso, dal Dott. Giuseppe Ferrantelli, hanno evidenziato una condizione sanitaria dei bambini molto compromessa. Il Workshop si è svolto attraverso un’opera di riciclo di materiali naturali reperiti in mare e tra le dune del deserto, persino per strada, attraverso i pigmenti estratti da piante e pietre locali. Da ciò i bambini beduini hanno creato sculture, disegni, acquerelli, offrendo la propria e personale interpretazione del concetto di porta, tema della BIAS 2018. Inoltre, con l’aiuto di Sarita Marchesi, Vittorio Buset, Loretta Grigoletto, Lorena Rancati, Anna Peria, Giuseppe Ferrantelli, sono stati coinvolti sia i ragazzi che le mamme e le sorelle più grandi della comunità locale, nella realizzazione di un ricamo su cinque grandi zanzariere, nella città di Dahab, su disegno di Rosa Mundi, raffigurante le principali costellazioni di riferimento, sin dall’antichità, per le popolazioni nomadi beduine.
La Biennale, rappresenta un momento di alto valore culturale per la città di Palermo e della Sicilia tutta.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Rumors”: lo spettacolo più divertente degli ultimi tempi

Posted by fidest press agency su martedì, 1 maggio 2018

Roma Dal 3 al 27 maggio 2018 – Teatro degli Audaci – Via Giuseppe De Santis 29 Il direttore artistico del Teatro degli Audaci, Flavio De Paola, ha il piacere di annunciare, che dopo lo straordinario successo riportato lo scorso anno, la divertentissima commedia Rumors scritta da Neil Simon concluderà questa divertentissima e strepitosa stagione! Il sipario si aprirà il giorno 3 maggio alle ore 21:00.
La scenografia è curata nei minimi dettagli da Mina Perniola ed i costumi da GDF Studio: il divano bianco in pelle, angolo bar, finestra sull’esterno, con un magnifico cielo stellato. Porte e scale animano e movimentano la scena in un ritmato “apri e chiudi” durante tutto lo spettacolo!
La regia è di Flavio De Paola che è anche attore e dirige uno straordinario cast artistico composto da Maria Cristina Gionta, vivace ed espressiva che comincia il primo atto con un botta e risposta insieme al regista, facendo entrare subito il pubblico nella commedia degli equivoci. Ken (Flavio De Paola) e la moglie Chris (Maria Cristina Gionta) entrando nella casa del vicesindaco scoprono che è esploso un colpo di pistola: Charley è disteso sul suo letto con un orecchio ferito, mentre Myra, la moglie, e la servitù sono scomparsi. Ken e Chris cercano di nascondere a tutti gli invitati l’accaduto, per evitare scandali, iniziando così una serie di equivoci divertenti ad un ritmo incalzante ricco di bugie, invenzioni, travestimenti e colpi di scena. Con Lenny (Giuseppe Abramo) e Claire (Alessia Di Fusco), la seconda coppia che giunge a casa Brock, la trama si infittisce e nascondere l’accaduto diventa sempre più difficile. Cocca (Annamaria Fittipaldi) e Ernie (Emiliano Ottaviani) insieme al cugino Glenn (Stefano Centore), candidato al Senato, e sua moglie Cassie (Marina Pedinotti) sono le ultime due coppie ad arrivare. Il segreto non dura a lungo e tutti piano piano si accorgono di quello che è successo, fino a quando arriva la polizia e nascondere l’accaduto diventa quasi impossibile.
Tutte le sere ore 21:00 – domenica ore 18:00 – lunedì, martedì e mercoledì riposo Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10-13.30 / 16.00 – 20.00 domenica: 16.00 – 18.00
Costo dei Biglietti: intero € 28 -/ € 16,00 – ridotto € 13,00 (più € 2,00 di prenotazione e prevendita).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »