Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 29 n° 229

Posts Tagged ‘spettacolo’

Spettacolo: AgGREGazioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 aprile 2016

greg

Roma. Sarà il scena al Teatro Ambra Jovinelli Via Guglielmo Pepe, 43 /47 dal 28 al 30 aprile AgGREGazioni, scritto diretto ed interpretato da Claudio Greg Gregori. Greg debutta come solista in un monologo tratto dall’omonimo suo libro e trasformato in pièce teatrale: AgGregazioni. Greg è Mallory, un detective filo-americano che, con scanzonato stile noir anni ’40, ci narra la squallida parabola esistenziale di un ragazzetto della periferia romana, conducendo le indagini tra viscide sagrestie e sordidi locali notturni.
Ma è anche il mellifluo cantante Swing, il poeta, l’oratore cechoviano, il prete pusillanime, il Cardinale, il teppista, i suoi ottusi genitori e i grezzi amici di borgata. Un esilarante ed elegante “film teatrale”, che scorre fluido in una scenografia essenziale e suggestiva, con una vera colonna sonora suonata dal vivo dalla Swing Band diretta dal M° Attilio Di Giovanni al pianoforte.
L’ideale humus in cui l’irresistibile umorismo cinico, salace ed irriverente tipico di Greg trascina la platea (ma anche la galleria) in un caleidoscopio di risate intelligenti.Durata: 1 ora e 40 minuti senza intervallo. Spettacoli dal martedì al sabato h 21:00 Biglietti (compresa prevendita): da € 23,00 a € 11,50 (foto: greg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: l’uomo dal fiore in bocca

Posted by fidest press agency su domenica, 3 aprile 2016

l'uomo dal fiore in boccaRoma dal 5 al 17 aprile 2016 dal martedì al sabato ore 21,00 domenica ore 18,00 Teatro dei Conciatori Via dei conciatori, 5 L’uomo dal fiore in bocca è indubbiamente un capolavoro pirandelliano; esso prende spunto da una novella talmente nota che, in queste poche righe, ne tralasceremo la trama. Lo spettacolo ha una drammaturgia interna che fa dei due antagonisti una sorta di specchio riflettente i loro corpi, le loro voci, gli spasimi e le manie cliniche. L’uomo sbanda sulla sua malattia, sussurra ed urla le sue disgrazie ad una donna che, probabilmente, è la moglie, ma anche una fata, un’avventrice e la Morte. Ella lo rivela a poco a poco e ne presenta la mortificazione. L’uomo malato è solo. La solitudine gli rende estranea e, nel contempo, – questo è il paradosso sostanziale del teatro – più familiare la vita quotidiana. L’allestimento ha dieci sedie in diagonale come fossero posti occupati da pazienti sghembi. L’originalità dovrebbe risiedere in una sorta di colluttazione verbale – ché i ricordi della recitazione e della convivenza umana si avvicinano, nello stravolto linguaggio pirandelliano, in una urgente e psichica mania di evocare una notte colma di grilli infiniti.
E’ un tentativo dalla parte della regia di dare nuova linfa al represso genio in virtù d’una più clinica faccenda d’attori! I grilli friniscono, l’uomo si disintegra nei suoi toni e nel suo sangue malato, la donna respira i suoi personaggi fino all’ultimo. Ma è ineluttabile il crollo: l’equilibrio viene a poco a poco eroso dalla malattia. Così tutte le certezze: le case, l’intimità, la sala d’attesa di uno studio medico, tutto crolla. BIGLIETTI: € 18,00 + tessera obbligatoria di 2 €.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La biblioteca di Babele

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2015

martinatricomiBologna Giovedì 12 novembre, alle ore 19 Biblioteca di Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro, 20/2) proseguono i viaggi-spettacoli nel mondo della letteratura e dei libri della rassegna Spritzbook, curata da Andrea Maioli (ingresso gratuito). Un recital con musica e videoproiezioni per accompagnare il rito dell’aperitivo bolognese nella splendida cornice della Biblioteca di Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale.L’appuntamento di questa settimana è inspirato al racconto fantastico di Jorge Luis Borges: La Biblioteca di Babele. Guidati della voce dell’attrice Martina Valentini Marinaz lo spettatore si perderà nel labirinto delle biblioteche o di una libreria, in cui a volte sarà difficile trovare la via d’uscita.
I suoni unici e vibranti della viella, dell’oud, del tombak e del flauto, eseguiti dal musicista Fabio Tricomi, insieme alle videoproiezioni di Marg8 & Retrophuture (Gianni Margotto e Fabrizio Passarella) e ad un bicchiere di spritz, accompagneranno e animeranno questo imperdibile incontro. (foto: martina, tricomi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Francesco Micheli su RAI1 per una rubrica sull’opera

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

Rai: sede di romaFrancesco Micheli, regista, divulgatore e direttore artistico della stagione lirica del Macerata Opera Festival e del Teatro Donizetti, sarà fra i protagonisti di “Sabato in”, nuova trasmissione televisiva di Rai1 – condotta da Tiberio Timperi e Ingrid Muccitelli – in onda a partire da sabato 17 ottobre alle ore 15:45 è firmata da Michele Guardì, Giovanni Taglialavoro, Marco Aprea, Alessia Ganga, Francesco M. Marcucci e Concita Borrelli; produttore esecutivo è Eleonora Iannelli, la regia di Marco Aprea.
Un programma contenitore rinnovato nei contenuti e articolato in quattro momenti: attualità, gioco, discussione e spettacolo.
Di quest’ultima sezione sarà protagonista Francesco Micheli per un originale racconto del melodramma italiano, con la narrazione delle trame, la caratterizzazione, dei personaggi e l’interpretazione delle arie più famose.
La scelta di invitare Francesco Micheli deriva dal successo e dal coinvolgimento che il regista bergamasco è riuscito a ottenere nelle attività divulgative e creative di cui è protagonista da molti anni nei teatri, nelle scuole, sui canali televisivi tematici e in altre sedi meno convenzionali del mondo della musica, riscuotendo sempre ampi riconoscimenti dal pubblico e dalla critica. Adesso, grazie a RAI1, la platea si farà ancora più ampia e articolata, permettendo di avviare un progetto più capillare di divulgazione, attualizzazione e coinvolgimento nel teatro d’opera, forma di spettacolo oggi vivacissima e assai apprezzata dal pubblico di ogni età e ogni formazione.L’intervento di Micheli è progettato proprio per far sì che sia gli appassionati sia chi non conosce la lirica o nutre qualche diffidenza nei suoi confronti, possa apprezzarla, possa coglierne l’intensità espressiva e la portata etica e civile, arrivi a riconosca come eredità collettiva tanto nel linguaggio quanto nella musica.Da Rossini a Puccini, da Donizetti a Mascagni, Micheli introdurrà – con contributi live di cantanti, attori, musicisti, musicologi e con documenti audio e video storici – alcuni titoli altamente rappresentativi dell’opera italiana invitando tutti – con la passione, l’impegno e l’ironia che gli sono propri, senza accademismo né banalità – alla scoperta dell’opera come attualissima forma d’arte e di aggregazione.La prima puntata di sabato 17 ottobre sarà dedicata a Tosca di Giacomo Puccini, seguita poi da Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni.
Francesco Micheli Nato nel 1972 a Bergamo, laureato in Lettere Moderne, si è diplomato a 24 anni alla Civica Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. A Milano ha debuttato come regista e autore grazie al sodalizio con l’associazione Aslico e l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali. Ha insegnato regia presso il biennio di specializzazione in Scenografia all’Accademia di Brera e collabora con la rete satellitare SKY Classica nell’ideazione e conduzione di programmi sull’opera lirica. Da tre anni Direttore Artistico del Macerata Opera Festival, a gennaio 2015 èstato nominato anche Direttore Artistico della Fondazione Donizetti di Bergamo. Ha allestito Roméo et Juliette di Gounod all’Arena di Verona: lo spettacolo è andato in scena per cinque stagioni di seguito, riscuotendo un enorme successo di pubblico e di critica.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo “Piero della Francesca. Il punto e la luce”

Posted by fidest press agency su domenica, 11 ottobre 2015

il punto e la luceSansepolcro (Ar) lunedì 12 ottobre alle ore 21 Teatro alla Misericordia per il 523 anniversario della morte del pittore e dal 13 al 15 ottobre in replica per le scuole spettacolo “Piero della Francesca. Il punto e la luce”, di Luca Ricci per la compagnia Capotrave.
Le due repliche dello spettacolo, a ingresso gratuito ma con richiesta di prenotazione in anticipo, sono inserite nella programmazione degli eventi patrocinati dal Comune di Sansepolcro per commemorare il 523° anniversario della morte di Piero della Francesca, avvenuta il 12 ottobre 1492, a Sansepolcro.
Lo spettacolo indaga un preciso momento della vita di Piero della Francesca, caposaldo della pittura rinascimentale, sperimentatore e innovatore che ha rotto con la convenzioni del proprio tempo, quando il suo linguaggio innovativo era quasi formato, ma attorno a lui si addensavano ancora perplessità e riconoscimenti incompleti.
Una favola storica, dove nulla è vero ma tutto è verosimile, basata su eventi e testimonianze storiche e poi del tutto il punto e la luce1immaginata, in cui il percorso artistico, le scelte di vita, le relazioni del pittore sono raccontate da due persone che abitano e lavorano con lui: il giovane aiutante Paolo e Giovanna, la moglie di suo fratello Marco.
Paolo racconta la ricerca artistica di Piero, ne conosce gli effetti e cerca di rintracciarne il senso mentre dialoga con Giovanna, che invece porta sulla scena il mondo borghese dei loro concittadini, che un po’ ammirano e un po’ criticano, un po’ intuiscono e un po’ ironizzano sulle novità che questa pittura rappresenta. Attraverso un ricco apparato di video ed elaborazioni grafiche si cerca di entrare dentro la mente di Piero per esplorare un processo creativo, spiegare come funzioni l’immaginazione e domandarsi come nasca la creatività, di cosa si nutra, attraverso quali sentieri proceda e come avvenga il rapporto dell’autore con la propria opera.
Lo spettacolo sarà in replica per le scuole superiori da martedì 13 a giovedì 15 alle ore 10.30. (foto: il punto e la luce)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo “Tutto va ben… Madama la Marchesa”

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

marchesaRoma martedì 29 settembre ’15 alle ore 21,00 Via Simone de Saint Bon, 19, Teatro dell’Angelo (ORARI: da mercoledì a sabato ore 21,00 domenica ore 17,30) debutterà in prima nazionale lo spettacolo “Tutto va ben…. Madama la Marchesa” per la regia di Marco Simeoli con la Marchesa d’Aragona. (Lo spettacolo resterà in scena al teatro dell’Angelo fino al 4 ottobre 2015. Da mercoledì 29 settembre 2015 ore 21,00 a domenica 4 ottobre 2015 ore 17,30) In scena accanto alla Marchesa d’Aragona nel ruolo della Marchesa di Castiglia i Pandemonium ed i Milk & Coffee.
Una divertente commedia musicale scritta da Gian Michele Meloni, Mariano Perrella, Marchesa d’Aragona, Silvio Subelli e Claudio Pallottini, che vede come protagonista la Marchesa d’Aragona nel ruolo della Marchesa di Castiglia in una performance poetico musicale, ricca di auto ironia e straordinari colpi di scena.
La Marchesa di Castiglia, decide di commemorare la ricorrenza del ventesimo anniversario della dipartita del suo amato e mai dimentico marito (sopraggiunta alla veneranda età di 97 anni e dopo solo tre settimane di matrimonio) con uno spettacolo che si dovrà svolgere nell’ampio cortile del condominio da lui lasciatole in eridità. Approfittando del fatto, che in alcuni appartamenti degli otto stabili che fanno parte del suo imponente condominio, vivono i componenti dei due gruppi musicali, i Caos (Pandemonium) e i Cappuccino (Milk & Coffe), un po’ vintage, storicamente antagonisti e cronicamente morosi, decide di affidare a loro la parte musicale dello spettacolo. In mezzo a mille disguidi e peripezie, lo spettacolo andrà finalmente in scena e, neanche a dirlo, sarà un successo
“Tutto va ben…madama la Marchesa”…gioco teatrale e metafora del nostro bel paese dove tutto va ben?…mah nnMarchesa1Marchesa2 proprio, però a teatro dove “…tutto è finto” x una sera si può immaginare o sperare che sia così…un immaginario ring e uno scontro ironico e a volte gustosamente crudele tra due gruppi storici i Pandemonium da un lato e i Milk and coffee dall’altro: scontro a colpi di note, di battute, di ricordi, di vecchie rivalità sanremesi, di meravigliose risate e bevute condivise e di rancori e rimpianti che abbracciano anche le vite personali di ciascuno dei componenti dei due gruppi. E poi Lei l’adorata Marchesa d’Aragona protagonista della pièce che da singolare e stupendo arbitro dello scontro, oltre a risolvere ed aiutare i problemi condominiali dei due malcapitati gruppi, darà vita ad esilaranti divertenti e piccantissimi momenti di intrattenimento col pubblico con le sue armi di seduzione e con quella verve e simpatia “adorata” con la quale il pubblico che la segue da tempo, ha imparato ad amarla prima come viaggiatrice spericolata e poi come personaggio televisivo ricco di humor e sempre pronto alla battuta. A me il compito di unire il tutto e come nella migliore tradizione della nostra commedia, dare allo spettacolo grande ritmo forza ed energia, nella speranza di far dire al pubblico uscendo…”Mbe madama la Marchesa…x una sera si che tutto va ben” MARCO SIMEOLILe scene sono state curate da Alessandro Mathis Piumatti Sabotero, aiuto regia Claudio Pallottini.
PREZZI: poltronissima euro 23,00 ridotto poltronissima 18,00 poltrona 20,00 ridotto poltrona 16,00 (foto: marchesa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Homage to De Sica by closing the exhibit dedicated to his life and works

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 settembre 2015

de sicaVittorio De Sica (1901-1974) is the symbol of art cinema throughout the world. His works, from Shoeshine (1946) to Bicycle Thieves (1948), from Two Women (1960) to The Garden of the Finzi-Contini (1971), have been acclaimed in Europe, North and South America, Asia, and can be considered among the most influential films of all times. Four of his films won the Academy Award Oscar for Best Film in a Foreign Language.The Italian Cultural Institute will pay homage to De Sica by closing the exhibit dedicated to his life and works displayed at the Institute.Prof. Coen will deliver a lecture and show several excerpts from his films to share with the audience the beauty of his art and his profound humanist poetry. (Photo: De Sica)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spettacolo-concerto: La morte della bellezza di G. Patroni Griffi

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 agosto 2015

nadia baldiL’11 agosto, a Valle/Sessa Cilento – Palazzo Coppola, il Festival Segreti d’Autore – Festival dell’Ambiente, delle Scienze e delle Arti diretto da Ruggero Cappuccio – si arricchisce di un nuovo importante evento: La morte della bellezza di G. Patroni Griffi, spettacolo-concerto di Nadia Baldi. In scena: Franca Abategiovanni, Nadia Baldi, Tonia Filomena, Antonella Ippolito e Marina Sorrenti. Cantante Roberta Rossi, batteria e composizione Andrea Bonioli, pianoforte Jacopo Carlini, chitarra Renato Salvetti, basso Matteo Carlini. La morte della bellezza di Giuseppe Patroni Griffi, è un romanzo classico e storico. E’ la vicenda di un amore omosessuale fra due giovani, sullo sfondo di una Napoli in piena guerra e sotto i bombardamenti aerei; amore sensuale e sentimentale, controverso e negato, che l’atmosfera crudele e incantata di una città fatale rende simbolico come le fiamme che la esaltano e distruggono. Emerge il conflitto fra l’educazione sentimentale e la celata omosessualità del sedicenne Eugenio che, insidiato dal giovane tedesco Lilandt, prima lo rifiuta e poi si getta impetuosamente in un legame amoroso.Cinque leggii sono l’unica scenografia, resi viventi da un accordo di morbide e graffianti voci che illuminano il palcoscenico. Qui il soggetto non è soltanto quello dichiarato in prima battuta Com’era bella Napoli quaranta anni fa, ma anche l’omosessualità, che lo scrittore-regista narra con cenni insoliti e coraggiosi, afferrati nella sua intrinseca e naturale inclinazione scenica dal riadattamento di Nadia Baldi. Nella Napoli del ‘43, sotto i bombardamenti incessanti, brucia la storia di due giovani la cui straordinaria bellezza ha come sfondo una città contraddistinta, quaranta anni fa, dallo splendore di Posillipo e del mare….meglio che i Caraibi.La mimesi linguistica, presentata con grazia ed ironia dalle cinque protagoniste, celebra la consacrazione, da parte di Eugenio e Lilandt, ai sensi del corpo, alla voluttà di un amore tormentato, negato ed in seguito bramato. Ebbe la sensazione che tutta quanta la sua vita, con la rapidità di una fisarmonica che si chiude, si concentrasse per arrivare a questo momento.La morte della bellezza, nel riadattamento, rispetta ed esalta lo “stile d’acqua” di Patroni Griffi che, associato alla capacità da parte delle interpreti nel trattare con una rara attitudine gestuale e vocale un argomento così delicato come la omosessualità, scorre fluente come acqua. La rielaborazione del testo evidenzia una grande abilità femminile a raffigurare con destrezza e maestria l’avvenenza e la riluttanza di un amore maschile. Una nota caratteristica si concentra sull’ironia di pezzi musicali che irrompono prepotentemente sulla scena, adeguandosi alla situazione ambientale concreta di una Napoli sempre sospesa tra farsa e realtà.Ad introdurre la serata sarà Elisabetta Nepitelli Alegiani.L’ingresso agli eventi è gratuito. (foto: nadia baldi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’anima rivoluzionaria della Parigi sessantottina con La Bohème

Posted by fidest press agency su domenica, 26 luglio 2015

BohèmeMacerata arena Sferiterio 26 luglio, 1 e 7 agosto 2015, ore 21. Dopo il successo del 2012 torna sul palcoscenico dello Sferisterio La Bohème del 2012 del regista Leo Muscato premio Abbiati nel 2013. L’allestimento, concepito per lo spazio unico dello Sferisterio e ambientato in una viva e incandescente Parigi del 1968, si inserisce pienamente tra gli spettacoli più apprezzati e fortunati del Macerata Opera e viene riproposto in tutta la sua bellezza al Festival prima di essere ospitato, a partire da ottobre, dai Teatri del Circuito Lirico Lombardo e Reggio Emilia.A dirigere l’Orchestra Filarmonica Marchigiana è il Maestro David Crescenzi, noto al pubblico dello Sferisterio per aver diretto Cleopatra di Lauro Rossi con la regia di Pier Luigi Pizzi, inaugurando la stagione 2008, e lo scorso anno la serata Nozze d’oro, gala per i cinquant’anni del Macerata Opera Festival. In palcoscenico Carmela Bohème1Remigio e Arturo Chacón-Cruz sono i coloratissimi Mimì e Rodolfo. Con loro nel cast: Larissa Alice Wissel, Damiano Salerno, Andrea Porta, Andrea Concetti, Antonio Stragapede, Alessandro Pucci, Giacomo Medici, Roberto Gattei, Gianni Paci, Giovanni Di Deo.Le scene sono di Federica Parolini, mentre Silvia Aymonino e Alessandro Verazzi firmano rispettivamente costumi e luci. Sul palco anche il Coro Lirico “V. Bellini”, il complesso di paloscenico Banda Salvadei e i Pueri Cantores “D. Zamberletti”. Per Leo Muscato la scelta di ambientare l’opera durante le rivoluzioni del 1968 è frutto di un’analisi del lato “politico” di Puccini. Quando Puccini cominciò a lavorare su La vie de bohème di Murger era ormai un compositore di successo. Probabilmente in quel soggetto ravvisava un po’ se stesso all’epoca della Scapigliatura. Quei giovani, animati da un forte sentimento di ribellione e di disprezzo nei confronti della cultura e del perbenismo borghese, avevano desunto il loro nome da una libera interpretazione del termine francese Bohème (vita da zingari), e si erano ispirati alla vita libertaria e anticonformista degli artisti parigini descritta proprio nel romanzo di Murger.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Tancré sotto le stelle”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 luglio 2015

TancréPalermo in via Falzone (piazza Inserra), sfida la canicola serale venerdì 24 luglio alle 20,30 nel corso del nuovo appuntamento con la rassegna “Tancrè sotto le stelle”. Il pubblico potrà visitare lo spazio grande tre ettari, vedendo le stalle con gli animali e trascorrendo la serata sotto i secolari alberi d’ulivo, godendo dei sapori dell’aperitivo a base di pesce e pane di Tumminia macinato a pietra. La serata sarà inoltre allietata dall’accompagnamento musicale di un dj che alternerà brani rock e jazz dagli anni Settanta a oggi. Gli eventi del Tancrè continueranno anche nei venerdì successivi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“In agriturismo con Le Morgane”

Posted by fidest press agency su martedì, 14 luglio 2015

le morganePalermo venerdì 17 luglio alle 20,30 all’agriturismo e bed and breakfast Al Tancrè in via Gaetano Falzone a Palermo. Un concerto che inaugura il ciclo di serate del venerdì del locale intitolate “Tancré sotto le stelle”. Alessandra Ponente, Cinzia Gargano e Barbara Tutrone, accompagnate dal chitarrista Piero Compagno, snoccioleranno un gran numero di canzoni italiane e straniere sfoggiando la particolarità delle loro voci in sincrono, con tanto di beatbox abbinata alla capacità di tenere il ritmo con strumenti come le marakas e il kazoo. L’ingresso è gratuito. (foto Le morgane)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Slava’s Snowshow

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 febbraio 2015

Slava’s SnowshowSlava’s Snowshow1Dal 18 febbraio all’1 marzo al Teatro Argentina sogno e realtà si confondono per seguire il clown giallo e i suoi compagni in un’avventura senza limiti con Slava’s Snowshow. Uno spettacolo fatto di poesia, gioia, divertimento, ma anche un pizzico di malinconia per incantare con la magia della neve il pubblico dei grandi e dei piccini, alternando gag e momenti comici ad attimi di struggente dolcezza. Slava’s Snowshow è lo spettacolo fra i più applauditi e amati degli ultimi anni nei più prestigiosi teatri: dal 2004 è attrazione fissa off-Broadway ed alcuni dei suoi numeri sono stati inglobati dal Cirque du Soleil. Il suo geniale ed eccentrico ideatore, il russo Slava, pluripremiato (ha meritato l’Olivier e il Time Out Award a Londra, il Drama Desk a New York, lo Stanislavskij a Mosca e il Festival Critics Award a Edimburgo) e considerato “il miglior clown del mondo”, afferma di amare «un teatro che nasce dai sogni e dalle fiabe; un teatro ricco di speranze, desideri e nostalgie, mancanze e disillusioni. Un teatro che sfugge a qualsiasi definizione, all’interpretazione unica delle sue azioni e da qualsiasi tentativo di limitazione della sua libertà».
Lo Slava’s Snowshow è libero, lirico, ironico, fantasioso, divertentissimo e tenero, raccoglie i numeri più belli e famosi del repertorio di Slava, che per la sua arte si ispira a maestri come Leonid Engibarov, clown triste, o al raffinato Marcel Marceau, o alla delicata comicità di Charlie Chaplin. Un’esperienza incredibile e inattesa, che lascia gli adulti pervasi di spirito bambino, che induce spettatori piccoli e grandi a divertirsi nella neve e a giocare assieme con i giganteschi palloni che invadono il teatro nel gran finale. Lo spettacolo è una sequenza di sorprendenti magie: una nevicata di carta che infuria su tutta la sala, enormi, leggerissimi e colorati palloni che planano sulla platea, cinque clown che danno gas a una rappresentazione poetica e candida, dispettosa eSlava’s Snowshow2 imprevedibile, gioiosa e atletica, in bilico tra happening e circo. Ma prima di questo coup de theatre, sono molti i sortilegi e le ironie che i clown regalano alla platea, invadendola talvolta, per fare qualche dispetto esilarante.Slava nasce in una piccola città russa, lontano dai grandi centri urbani. Trascorre tutta la sua infanzia in mezzo alle foreste, ai campi e ai fiumi. Vive in un mondo incontaminato che ha sviluppato le sua capacità di inventare cose e storie sempre nuove: Slava ama costruire le case sugli alberi – anche di quattro piani, piccole città di neve e organizza divertenti feste con i suoi amici. Grazie alla televisione e al cinema, conosce e si innamora dei grandi clown e dei grandi mimi. Il suo sogno è quello di poter diventare un clown; un desiderio talmente forte che lo spinge a non aspettare il conseguimento del diploma. All’età di 17 anni si trasferisce a San Pietroburgo (all’epoca Leningrado) con l’intenzione di studiare ingegneria. In realtà, si iscrive a una scuola di mimo; inizia così il lungo cammino di Slava verso la riscoperta e la riaffermazione dell’arte del vero clown. Grazie all’influenza di grandi artisti come Chaplin, Marcel Marceau, Engibarov e al suo innato talento, Slava e la sua Compagnia – fondata nel 1979 – danno una nuova valenza al ruolo del clown, estrapolandolo dal mondo circense e portandolo nelle strade prima e nei più grandi teatri del mondo poi. La sua reputazione cresce molto rapidamente, a tal punto che tanti sono i suoi allievi disposti persino a viaggiare per miglia pur di imparare la sua tecnica di fusione tra teatro visivo e clown. Molti degli ex-allievi di Slava hanno oggi delle proprie compagnie e alcuni hanno preso parte alle produzioni del Cirque du Soleil. Slava approda con la sua Compagnia in Inghilterra nel 1988. Le sue tre recite all’Hackney Empire sono sufficienti per renderlo Slava’s Snowshow3famoso. Cinque anni dopo, raccoglie le gag e gli sketch più famosi del suo repertorio in un unico spettacolo SLAVA’S SNOWSHOW (precedentemente intitolato Yellow) che è un vero e proprio trionfo tanto da valergli il Time Out Award. Dopo il successo londinese, parte per una tournée nel Nord America con la produzione Alegrìa del Cirque du Soleil nella quale ancora oggi sono presenti degli estratti di SLAVA’S SNOWSHOW. Nel 1997 viene insignito dell’Olivier Award come miglior spettacolo durante una delle tante recite esaurite all’Old Vic. SLAVA’S SNOWSHOW viene presentato in tournée in più di 30 paesi, 100 città e a più di due milioni e mezzo di spettatori. Nel 1989 Slava riunisce un gruppo di 150 clown per un tour della durata di sei mesi che tocca le maggiori capitali dell’Europa Orientale ed Occidentale; è il The Mir (Peace) Caravan. Più di 50 compagnie locali si aggiungono ad ogni tappa ampliando sempre più la già grande compagine di artisti. Ancora oggi, Slava è Presidente dell’Academy of Fools da lui fondata e che ha prodotto più di trenta tra spettacoli e rassegne.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gala di Chiasso

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 ottobre 2014

massimo lopezSi terrà venerdì 3 ottobre presso il Cinema Teatro di Chiasso la seconda edizione del “Gala di Chiasso”, una serata a scopo benefico realizzata grazie ad una collaborazione attivata tra il Gruppo Banche Chiasso, il Municipio di Chiasso e direzione artistica Cinema Teatro Chiasso.
Alle 19.30 si terrà una cena – solo su invito – per cui tutta la struttura teatrale verrà elegantemente allestita: la platea sarà svuotata dalle tradizionali sedute e trasformata in una grande sala da ricevimento sfavillante di luci e suoni, con sedie e tavoli finemente addobbati per l’occasione.
Alle 22.00 l’evento proseguirà con lo spettacolo – aperto anche al pubblico – “Sing and Swing” con Massimo Lopez e la Jazz Company, una messa in scena nella quale l’istrionico attore rivisiterà in chiave personale alcune tra le più celebri melodie dell’epoca d’oro dello Swing, una carrellata di canzoni composte da grandi autori quali Cole Porter, George Gershwin, Jimmy Van Heusen, Richard Rodgers ed altri. E tra una canzone e l’altra, Massimo Lopez intratterrà il pubblico con divertenti gag, monologhi e le sue irresistibili imitazioni, le stesse che negli anni lo hanno portato al grande successo popolare.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferragosto a Manziana col Rinascimento de La Rossignol a Musica in Piazza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 agosto 2014

manzianaVa in scena a Manziana venerdì 15 agosto alle 21 in via del Forte per la XXII edizione di Musica in Piazza, la prestigiosa rassegna di musica e spettacolo organizzata dall’associazione Il Cantiere dell’Arte. Protagonista della serata unica La Rossignol, con “Corti e Cortili –Arie e danze tra XV e XVI secolo nelle corti del Rinascimento italiano”. Un evento in cui la magnificenza si coniuga con la ricerca storica tra musiche come madrigali e scherzi. Torneranno a risuonare strumenti come la ghironda, l’organo positivo, il chitarrino, e si potranno ammirare eleganti e raffinate danze. Tutto rigorosamente in costumi d’epoca. Un repertorio frutto di una accurata ricerca storica condotta su fonti dirette, sin dal 1987 dall’ensemble La Rossignol, in tutta Europa. Un evento unico, da non perdere che riporta a Manziana, come auspicato da molti, uno spettacolo degno dei grandi teatri italiani. L’Associazione Il Cantiere dell’Arte, il Comune di Manziana del sindaco Bruno Bruni, grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, prosegue nella sua intensa di attività di promozione della cultura che in ventidue anni di intensa attività le ha consentito di proporre all’attenta platea del territorio personaggi di calibro dello spettacolo italiano: da Regina Bianchi a Luca De Filippo, da Severino Gazzelloni a Carlo Alberto Rossi, da Lino Patruno a Angelo Branduardi. Solo per ricordarne alcuni. “Sono convinto – commenta il sindaco Bruni – che la riscoperta del patrimonio artistico e culturale italiano, sia uno straordinario fattore di ripresa e il Rinascimento costituisce senz’altro, col fiorire delle arti, una delle migliore pagine della storia italiana”. “Il Cantiere dell’Arte – dice il presidente Adriana Rasi – ringrazia la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia e il Comune di Manziana per il sostegno alla realizzazione di questo evento culturale, che vuole fare conoscere le splendide pagine del canto, della musica, della danza di epoca rinascimentale. La nostra rassegna non aveva ancora ospitato questo genere di repertorio. Siamo lieti di colmare la lacuna proponendo uno spettacolo de La Rossignol uno dei gruppi più noti e importanti in Italia e all’estero nella convinzione che la cultura italiana sia la leva per affrontare il periodo di crisi in atto. Siamo sicuri – conclude il presidente – che il pubblico di Musica in Piazza saprà apprezzare questo straordinario gruppo, rinnovando gli apprezzamenti che da più di due decenni riserva all’attività di diffusione culturale della nostra associazione”. Dietro queste movenze e queste melodie che vengono proposte al pubblico di Manziana per un Ferragosto tutto speciale si cela una filosofia e un preciso stile di vita rinascimentale. “La magnificenza si coniuga – si legge in uno scritto dell’epoca – con la ricercatezza, la voglia di meravigliare, di stupire e la ricerca di un modo di vivere sempre più colto e raffinato inducono le corti ad acquisire un’arte musicale e coreutica raffinata, elegante, codificata in forme scritte ben precise, un vero rituale di celebrazione del potere in cui i protagonisti sono i cortigiani, attori e spettatori al tempo stesso”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Grazie Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 26 luglio 2014

grazie italiagrazie italia1Una miriade di emozioni fortissime quelle vissute ieri sera in Molise dove gli immigrati sono stati protagonisti dello spettacolo che li ha portati sul palco ad interpretare ‘In mezzo al mare’, la canzone di Malì ispirata proprio al dramma della migrazione.
Nella cittadina di Pozzilli, provincia di Isernia, quattordici dei ragazzi ospiti nelle strutture della zona sono saliti sul palco nella seconda parte del brano e, ‘disarmando’ migliaia di spettatori, con le braccia aperte hanno simulato il volo di pace e libertà.
Alle sensazioni forti che ‘In mezzo al mare’ trasmette grazie anche ad un testo duro ed alla voce ‘nera’ di Malì si sono aggiunte, dunque, quelle provocate dai giovani volti dei superstiti dei tanti viaggi della speranza, per un giorno contraddistinti da sorrisi e serenità.
Un momento di profonda commozione, poi, lo si è vissuto quando Abdoulaje Toure, portavoce dei migranti, ha salutato la platea: “Grazie Italia, grazie italiani e grazie alle Forze dell’Ordine che ci hanno salvato la vita. Dal mare abbiamo imparato molto così come dai tanti amici che abbiamo trovato in questa terra e che oggi sono la nostra sola famiglia. Quello che abbiamo vissuto noi, e che purtroppo continuano a vivere migliaia di esseri umani, non lo ha auguriamo neanche al nostro peggior nemico”.
La serata si è conclusa con un simpatico siparietto che ha visto ballare, sulle note di Happy, gli stessi migranti assieme a Don Rino Prevedoni, parroco della cittadina molisana e responsabile dell’associazione che sostiene i migranti dal loro arrivo in Italia.
Uno spettacolo straordinario, quindi, e dalla grande valenza sociale che ha eletto ‘In mezzo al mare’ inno dei migranti. (fonte Tomasso Management ufficio comunicazione)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tutto è spettacolo

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 luglio 2013

Vi è tanta l’ansia di creare uno spazio d’ascolto che non si trascurano gli eccessi per rendere più allettante l’audience da chi è preposto al lancio di queste “bufale”. Non solo. Se ci troviamo in competizione con altri come accade nei talk show cerchiamo di strappare il breve tempo che ci è riservato adottando due specifiche tecniche. La prima è quella d’interloquire mentre parlano gli altri per rubare il loro spazio e la seconda per cercare le frasi a effetto che sintetizzino in qualche modo un certo discorso anche a costo d’essere incompleti e vaghi. Questo significa che occorre essere preparati e aggressivi, concilianti e pacati quanto basta per cogliere il massimo d’attenzione non certo per gli astanti ma per quel pubblico che è dall’altra parte dello schermo. Tutto questo va detto per capire la ragione che spinge Grillo a scoraggiare la partecipazione dei suoi rappresentanti a incontri mediatici del genere dove si rischia di fare da cassa di risonanza più per la diffusione delle idee altrui che per le proprie. Ma l’insidia è ancora più raffinata nel far passare questa scelta prudenziale come l’arroganza del padre padrone che vuole accentrare solo su di se le luci della ribalta. La verità è che si vuole far dimenticare, la vera natura del dominus che convoca periodicamente i suoi “lacchè” per l’indottrinamento prima di lanciarli nell’agone mediatico e non è certo il caso di Grillo. Chi è buon intenditore intenda. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dal bunga-bunga al Burlesque

Posted by fidest press agency su martedì, 24 aprile 2012

Invidia

Invidia (Photo credit: ontwerpplus)

Il Cavaliere nel sul recente blitz al Tribunale di Milano ci ha reso la sua “verità” sui fatti che lo riguardano circa le cene con accompagnamento femminile in quel di Arcore e negli altri palazzi che furono del “governo” e che ora sono diventati dei solitari eremi che carabinieri e poliziotti continuano a presidiare, stancamente. Il tutto è stato vistosamente derubricato e pronti i giornali della famiglia Berlusconi hanno esultato come dire: visto? Si trattava solo di cene innocenti e nulla più. Con questo andazzo il bunga bunga è diventato uno spettacolo burlesque e chi non ne conosce il senso può approfittarne per assisterlo al teatro Margherita in via due Macelli a Roma dove proprio sotto questo nome è in programmazione.
Non solo. Sappiamo anche che tra i tanti doni avuti da Gheddafi ai tempi dei suoi fasti libici furono regalati a Berlusconi vestiti da donna. Bel regalo davvero anche se mi sono sembrati stravaganti, ma data la natura del rais, dopo tutto possono rientrare nella normalità. E il nostro ex premier che fa? Li offre alle ragazze sue ospiti che per l’occasione li indossano trasformandosi in odalische, in danzatrici del ventre et similia. Ma nulla di più, ovviamente. A noi dovrebbe restare solo l’invidia per un uomo che per ammaliare la figura più rappresentativa di questo harem personale che avrebbe potuto fare invidia ai sultani e agli sceicchi delle Mille e una notte, non le lesina regali altrettanto favolosi come ci dicono le cronache di oggi che tradotti in soldoni sono l’equivalente di circa duecento mila euro al mese. Dovremmo solo commentare, come giustamente ha detto D’Alema ad otto e mezzo, nella trasmissione di Lilli Gruber, che queste cose non ci riguardano, sono personali, ma se a farle è un Presidente del Consiglio allora incominciano ad avere un valore diverso, diciamo etico, di immagine e la stessa giustizia, se sono ravvisabili ipotesi di reato, è messa in grave imbarazzo. Che dire di più o di diverso? Certo una cosa: facciamola finita. Parliamo di cose serie e lasciamo gli scandali sessuali alla fantasia dei pervertiti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Cosang si sciolgono di comune accordo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2012

Antonio Riccardi e Luca Imprudente, in arte CoSang dopo 15 anni di collaborazione hanno deciso di dividere le loro strade artistiche sciogliendo il gruppo. E così dopo una lunga riflessione e per effetto delle diverse idee artistiche la separazione è sembrata la cosa più giusta da fare in modo da favorire le personali scelte artistiche di entrambi. Antonio e Luca sono molto rammaricati e si scusano con tutti, soprattutto con i numerosi fan che da mesi aspettavano l’uscita del nuovo lavoro. Purtroppo hanno ritenuto più onesto intellettualmente nei confronti di chi li ha seguiti finora sospendere un lavoro non rappresentativo delle linee artistiche di entrambi. Nessuno dei due lascerà il mondo dello spettacolo ed ognuno seguirà la propria strada artistica senza che alcuno dei lavori pubblicati finora sarà ritirato dal mercato. ‘Nto e Luchè ringraziano di cuore tutte le persone che in questi anni di carriera comune li hanno sostenuti con il loro affetto e con la loro stima.

Posted in Recensioni/Reviews, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pattinaggio sul ghiaccio a Venezia

Posted by fidest press agency su sabato, 17 dicembre 2011

Venice, Italy (NASA, International Space Stati...

Image by NASA's Marshall Space Flight Center via Flickr

Venezia. Boom per la pista di pattinaggio sul ghiaccio a Campo San Polo. La più grande pista mai realizzata in laguna, 450mq in ghiaccio naturale fruibile in qualsiasi condizione atmosferica, é stata presa d’assalto non solo dai turisti, ma anche dai residenti con più di 3.000 presenze in meno di una settimana. Inaugurata il 7 dicembre scorso, con uno spettacolo acrobatico di un gruppo di giovani pattinatori professionisti e dal concerto degli Ska-J che per l’occasione hanno presentato in anteprima nazionale l’ultimo album “desCanta Claus”, rimarrà aperta fino a Martedí Grasso ( 21 febbraio 2012) permettendo anche al pubblico internazionale in arrivo per il Carnevale di provare il brivido di pattinare in un campo veneziano. Ambientato in un villaggio di stand che riproducono i tipici mercatini natalizi con artigianato locale e prodotti enogastronomici di qualità, il patinoire, con un ricco calendario di iniziative ed eventi in tema, é aperto tutti i giorni, feriali (15-19), venerdì (15-21), sabato e domenica (11-21), con prezzi agevolati per residenti e speciali formule di abbonamento, ed offre inoltre la possibilità di noleggiare in loco l’attrezzatura.
La Pista di Pattinaggio é una delle molteplici attrazioni che caratterizzano l’offerta di eventi a Venezia e Mestre nel periodo natalizio, consultabile on line sul portale bilingue http://www.invernoveneziano.it che raccoglie tutte le proposte di intrattenimento promosse ed organizzate dal Comune di Venezia con le sue Municipalitá, le Associazioni di categoria ed altre realtà del territorio. Dai mercatini ai presepi, spettacoli e concerti, passando per le feste di Capodanno, tutti gli appuntamenti più significativi, sono presenti anche su una guida cartacea distribuita capillarmente in 30.000 copie presso i pubblici esercizi e gli uffici di informazione turistica del territorio.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Venezia: festa del Redentore

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2011

Venezia. Sono state 120.000 le persone stimate ieri a Venezia per la “notte famosissima” del Redentore, la tradizionale festa che si svolge ogni anno la terza domenica di Luglio, in ricordo del voto espresso nel 1576 per la fine di una terribile pestilenza. La festa è conosciuta in tutto il mondo per lo spettacolo pirotecnico in Bacino San Marco: qui e nel canale della Giudecca erano circa 5000 le imbarcazioni presenti. Lo spettacolo pirotecnico di quest’anno, realizzato dalla ditta Parente Fireworks di Melara (RO), si è aperto con un omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia: nel cielo e nelle acque del Bacino si sono disegnati suggestivi tricolori che hanno incantato il pubblico presente “Mi ha molto emozionato che spontaneamente lungo le rive della Piazzetta San Marco si sia intonato l’Inno di Mameli – queste le parole del Presidente di Venezia Marketing & Eventi Piero Rosa Salva – ancora una volta la nostra città ha vissuto un grande momento di magia e di splendore in un evento molto impegnativo che però come sempre è stata prima di tutto una grande festa, che si è potuta svolgere nel migliore dei modi grazie al grande impegno e alla collaborazione di tutti” A Palazzo Ducale si è svolta la Cena di Gala della città di Venezia, circa 200 gli ospiti tra i rappresentati delle istituzioni (l’ambasciatore della Repubblica Federale Tedesca in Italia Michael H. Gertdts che era ospite della città di Venezia; gli Assessori Comunali Agostini, Ghetti, Maggioni, Micelli, Panciera, Paruzzolo; Stefano Beltrame, consigliere diplomatico della Regione Veneto e Liborio Stellino, consigliere diplomatico della Regione Lombardia; il questore di Venezia Fulvio Della Rocca; il Comandante Provinciale dei Carabinieri Giovanni Cataldo; il Direttore Generale del Comune di Venezia Marco Agostini; il Presidente della Fondazione Musei Civici Walter Hartsarich) e numerosi sponsor (per il Casinò di Venezia il Presidente Massimo Miani e l’Amministratore Delegato Vittorio Ravà, la Carive con il Presidente Giovanni Sammartini, il Gruppo Argenta, la Parente Fireworks).Tra le iniziative più apprezzate, la ditta Bellini Canella ha scelto la notte del Redentore per presentare la nuova bottiglietta Fusion, in alluminio leggerissimo, riciclabile e infrangibile: per tutta la giornata di sabato, fino a poco prima dell’inizio dei “foghi”, sono state distribuite tra le barche ormeggiate in Bacino San Marco bottigliette di Bellini Fusion ghiacciate insieme al programma della serata.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »