Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 250

Posts Tagged ‘spiaggia’

Melanoma e la crema in spiaggia: linee di tendenza

Posted by fidest press agency su martedì, 28 maggio 2019

Solo il 10% degli adolescenti afferma che è “cool” spalmarsi la crema solare in spiaggia. I giovani ignorano le regole fondamentali per esporsi al sole in modo sicuro. I raggi ultravioletti sono il principale fattore di rischio per il melanoma, il tumore della pelle più aggressivo e in costante crescita soprattutto fra i giovani: il 20% dei nuovi casi è riscontrato in pazienti fra i 15 e i 39 anni. Ma quasi il 40% degli adolescenti (39%) non mette mai la crema protettiva in spiaggia, per oltre la metà (51%) utilizzarla è “da sfigati” perché impedirebbe di abbronzarsi. Solo il 18% sa cos’è il fototipo (per il 53% è un tipo di immagine, per il 16% una tecnica di selfie e per il 13% una tonalità di colore dei fiori). Non solo. Il 63% ritiene che le lampade solari aiutino ad abbronzarsi meglio (per il 28% proteggono la pelle dai raggi del sole, solo il 9% afferma che in realtà fanno malissimo) e il 48% non sa cosa sia il melanoma (per il 24% è un problema alimentare). È la fotografia scattata dal sondaggio che dà il via al progetto #soleconamore, campagna nazionale di sensibilizzazione sull’abbronzatura consapevole e sulla prevenzione del melanoma indirizzata ai giovanissimi, realizzata da Fondazione AIOM e presentata oggi al Ministero della Salute.
“Il melanoma è una delle neoplasie che ha fatto registrare i più alti tassi di crescita – spiega Fabrizio Nicolis, presidente Fondazione AIOM -. È il secondo tumore più frequente negli uomini under 50 e il terzo nelle donne nella stessa fascia d’età. In particolare, in un quindicennio in Italia, il numero delle nuove diagnosi è raddoppiato, passando da poco più di 7.000 nel 2003 a 13.700 nel 2018, con un incremento sia negli uomini (+3,4% per anno) che nelle donne (+2% per anno). La mancata conoscenza dei fattori di rischio gioca un ruolo decisivo e le diagnosi negli adulti di oggi sono la conseguenza dell’esposizione scorretta al sole da giovani in passato. Ecco perché la nostra campagna è rivolta agli adolescenti e sarà declinata in particolare sui social network, con il coinvolgimento di influencer di primo piano. Un semplice gesto come spalmarsi la crema può diventare ‘cool’”. Al questionario, diffuso a maggio sui social, hanno risposto circa 3.500 adolescenti.
“Il progetto si concentra su prevenzione e diagnosi precoce, le due armi principali per sconfiggere il melanoma – afferma Paola Queirolo, responsabile scientifico del progetto #soleconamore e Direttore Unità Operativa Tumori Cutanei dell’IRCCS Ospedale Policlinico San Martino di Genova -. Il sole non è un nemico, ma vanno seguite alcune regole, a partire dall’uso di creme solari con un fattore di protezione alto. È importante spalmarle in modo abbondante, più volte durante tutta la giornata: la quantità giusta è non meno di 40 grammi ogni ora di esposizione. Le creme, però, non possono fare miracoli, cioè non esistono solari in grado di garantire una protezione totale, per questo il sole va sempre evitato nelle ore centrali, fra le 12 e le 15. Le scottature solari gravi, durante l’infanzia e l’adolescenza, triplicano il rischio di melanoma in età adulta, ma fra i teenager è ancora molto scarsa la consapevolezza di questi aspetti”.
La campagna, realizzata grazie al contributo non condizionante di Novartis e di Pierre Fabre, prevede l’impegno di una decina fra le influencer più seguite a livello nazionale sui social network, coordinate da Iaia De Rose. Da un lato, a partire da giugno, si svolgerà un vero e proprio tour nelle spiagge italiane più affollate di giovanissimi, con la distribuzione di un opuscolo informativo. Sul fronte digitale, la campagna proseguirà sui social, dove gli adolescenti saranno invitati dalle influencer a realizzare video accattivanti, per stimolare il dibattito e rendere virale il tema. Basandosi su quiz, le influencer intervisteranno i ragazzi in modo da testare la loro preparazione sul tema “sole sicuro”. L’obiettivo è raggiungere più di 100mila teenager. “Vogliamo trasmettere un messaggio educazionale attraverso l’intrattenimento – sottolinea Fabrizio Nicolis -. E lo facciamo usando il linguaggio dei social, che è immediato, condivisibile e divertente, ma sempre validato dal punto di vista scientifico. L’ignoranza degli adolescenti non è limitata ai fattori di rischio del melanoma. Un’altra falsa convinzione, molto diffusa soprattutto tra i ragazzi, è che le lampade solari siano utili per preparare la pelle all’abbronzatura estiva”. “Niente di più sbagliato – afferma Stefania Gori, presidente nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) e Direttore dipartimento oncologico, IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria-Negrar -. I danni di queste apparecchiature sono sottovalutati. È dimostrato che il loro utilizzo, soprattutto in età inferiore ai 35 anni, aumenta in maniera significativa il rischio di melanoma. L’intensità degli ultravioletti artificiali è di 12-15 volte superiore all’esposizione solare naturale. Infatti, secondo l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) le lampade solari sono ‘cancerogene’ per l’uomo al pari del fumo di sigaretta e, dal 2011, il Ministero della Salute ne ha vietato l’utilizzo ai minorenni e alle donne in gravidanza”.
“Troppe persone ignorano i danni del sole e non adottano nessuna protezione – afferma Monica Forchetta, presidente APaIM (Associazione Pazienti Italia Melanoma) -. I ragazzi devono essere informati anche grazie ai nuovi strumenti digitali, perché contro questo tumore è possibile adottare regole efficaci di prevenzione. Inoltre, il melanoma lascia i suoi ‘segni’ sulla pelle. In seguito a ogni modifica di un neo, è indispensabile rivolgersi allo specialista per approfondimenti”.
“La diagnosi precoce salva la vita – spiega Paola Queirolo -. Per individuare un neo sospetto è necessario seguire la regola ‘A B C D E’: Asimmetria nella forma; Bordi frastagliati; cambiamento del Colore; Dimensioni superiori a 6 millimetri di diametro; Evoluzione anomala con modificazioni evidenti nell’arco di settimane o mesi con fenomeni, ad esempio, di sanguinamento. Va sempre seguita la regola del ‘brutto anatroccolo’: l’insorgenza di un neo diverso per forma e colore rispetto a quelli già presenti è un segnale da tenere in considerazione e da far controllare dal dermatologo. Avere la pelle chiara, i capelli biondi o rossi e gli occhi chiari (blu, grigi o verdi) è un altro fattore di rischio. Se scoperto precocemente ed eliminato con una corretta asportazione chirurgica durante la fase iniziale, il melanoma è del tutto guaribile perché la probabilità che abbia invaso altri organi è pressoché nulla. Se, invece, la diagnosi avviene in fase avanzata, oggi abbiamo a disposizione armi efficaci per tenere sotto controllo la malattia a lungo termine, garantendo ai pazienti una buona qualità di vita. E grazie ai test di biologia molecolare possiamo individuare i pazienti da trattare con terapie mirate”.
“Va posta particolare attenzione anche ai tatuaggi, molto diffusi fra i giovani e non solo – conclude Fabrizio Nicolis -. Non aumentano il rischio di melanoma, ma in alcuni casi ne rendono più difficile la diagnosi. I pigmenti infatti ostacolano il monitoraggio dei nei, i cui cambiamenti rappresentano il segnale della trasformazione in forma tumorale. Inoltre il 50% dei melanomi si sviluppa a partire da nei preesistenti, per cui i tatuaggi non dovrebbero mai essere eseguiti su lesioni pigmentate della cute”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

È stato aperto stamattina il primo lido sul Tevere della Capitale

Posted by fidest press agency su sabato, 4 agosto 2018

Si chiama Tìberis ed è stato realizzato da Roma Capitale all’altezza di Ponte Marconi: circa 10mila metri quadrati di area attrezzata, per la quale è stata richiesta una concessione di lunga durata alla Regione Lazio.”Abbiamo creduto fortemente in questo progetto, perché il rilancio e la valorizzazione del fiume Tevere è una delle priorità del nostro mandato. È stato creato appositamente un Ufficio speciale che ha messo insieme i tanti soggetti istituzionali competenti, tra cui la Regione Lazio, l’Autorità di Bacino e la Capitaneria di Porto. Abbiamo firmato il Manifesto di intenti per il Contratto di Fiume con enti e associazioni. E ora, come avviene a Parigi e in altre capitali europee, anche a Roma si potrà prendere il sole sulle rive del fiume”, afferma la sindaca di Roma Virginia Raggi.La spiaggia è ad ingresso libero. È stata attrezzata con sdraio, docce dove potersi rinfrescare, distributori automatici di bevande e snack, spogliatoi, ombrelloni e campi sportivi. Aprirà tutti i giorni, comprese le domeniche e i festivi, dalle ore 8 alle 20. La gestione dell’area è a cura di Roma Capitale che si occuperà di garantire pulizia, manutenzione e sicurezza con la stretta collaborazione della Polizia Locale. Una spiaggia accessibile a tutti e adeguata alle specifiche esigenze anche delle persone disabili. Questo è il risultato di un grande lavoro di riqualificazione con un ruolo centrale svolto dal Servizio Giardini e dall’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale.“Nel pieno dell’estate abbiamo aperto questo tratto riqualificato di fiume, da luogo degradato a luogo ritrovato, un bellissimo scenario naturalistico immerso nel verde dove, a sorpresa, abbiamo trovato anche un nido di Aironi. Il Tevere è un veicolo di storia e di cultura, porta del Mediterraneo, luogo di nascita della culla della civiltà del mondo. Rappresenta un modello di turismo sostenibile che con il tempo vogliamo implementare e arricchire. Un luogo affascinante dove poter passare il tempo libero in totale relax restando in città, a due passi dal centro. Con la spiaggia chiara e lo stacco immediato del manto erboso questo spazio, che un tempo era in totale abbandono, è stato trasformato in una spiaggia vera e propria nel cuore della Capitale. Abbiamo abbellito l’area portando, direttamente dal Semenzaio di San Sisto, piante ornamentali come querce da sughero, bambù, agrifogli, ulivi, alloro e palme nane. A due passi dalla spiaggia si può prendere anche il battello dal molo di Ponte Marconi fino ad Ostia Antica navigando il fiume, scoprendone il grande valore ambientale e paesaggistico. Durante i lavori di riqualificazione è riemerso l’argine originario dell’area golenale risalente ai primi del ‘900 e sono stati fatti ritrovamenti di epoca romana, che noi intendiamo custodire e valorizzare”, dichiara l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.“L’apertura di questo spazio è un elemento di grande soddisfazione, perché è un esempio di come si possa mettere in campo un protocollo di azioni per garantire un reale presidio del territorio. Abbiamo assicurato la rimozione di insediamenti abusivi e rifiuti, bonificando l’area e riportandola alla fruizione da parte della collettività. Diamo così un ulteriore contributo al progetto di riqualificazione del Tevere, al recupero della bellezza di un luogo che è parte integrante della città”, afferma il direttore generale del Campidoglio Franco Giampaoletti.Determinante anche il contributo dell’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini nella realizzazione di un’area per la pratica sportiva, come ricorda l’Assessore Daniele Frongia: “Abbiamo fortemente voluto Tiberis e abbiamo cercato di renderla il più attrattiva possibile: i campi da beach volley riusciranno in questo intento. Mi preme ringraziare non soltanto per l’impegno il Dipartimento Sport e Politiche Giovanili nel fornire parte delle attrezzature, ma anche e soprattutto la Fipav Lazio e la Fipav Roma nelle figure dei due presidenti Andrea Burlandi e Claudio Martinelli per la sensibilità dimostrata nel voler contribuire con materiali e manodopera alla realizzazione dei campi da beach volley. Il lavoro sempre coeso e strettamente coordinato con le varie federazioni che questa Amministrazione sta compiendo palesa quanto di buono si possa fare per i cittadini di Roma”.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BAUBEACH® la spiaggia italiana che fa tendenza

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 agosto 2017

maccareseMaccarese (RM) 15 agosto 2017 Via Praia a Mare SNC. Baubeach® è la prima spiaggia italiana che fa tendenza attraverso un life-style totalmente etico, vegan friendly, ambientalista e con una particolare attenzione al benessere olistico di cani ed esseri umani, propone per il 15 agosto un viaggio emozionale che parte dalla osservazione delle meraviglie sbocciate nell’Orto Sinergico, novità di questa estate torrida e frutto di uno studio su tecniche di coltivazione antiche e totalmente esenti da fertilizzanti, pesticidi o altro che non sia la Natura allo stato primitivo e pulito. “In questa giornata di canonici e rumorosi festeggiamenti – afferma Patrizia Daffinà, ideatrice della prima spiaggia per cani del nostro Paese (unica certificata Iso 13009) – l’idea è quella di sbalzare le persone in una dimensione di eterea osservazione e attenzione, conducendole per mano a fare silenzio e ad accorgersi della magia che ci circonda per poter coltivare e rinfrescare la propria energia mentale verso percorsi creativi di immaginazione, sorriso, riflessione.” Dopo un’offerta gustosa e salutare di cibi preparati in parte con i frutti dell’Orto, sapientemente scelti tra le ormai celebri ricette del Ristoro Vegan (il primo sul mare del nostro Paese), faranno capolino sui tavoli delle immagini scattate da Carola Ghilardi nell’Orto e nel Giardino Mediterraneo: tra le “primizie” dell’orto vi sono erbe officinali, verdure di stagione e aromatiche, zucchine gialle, rosse e verdi in fiore e insalate variopinte, cresciute d’acqua e amore in uno spicchio di terra assolata che introduce alla spiaggia. Le persone che vorranno partecipare verranno condotte a guardare più da vicino le piccole meraviglie e verrà spiegato loro come creare un Orto in casa, scrigno prezioso dal quale attingere per tutto l’anno nutrimento per il corpo e per l’anima. Nella ricca giornata dedicata ad Armonia e Natura a condurre una speciale esperienza artistica sarà la pittrice Karen Thomas, gioiosa ambasciatrice di Pace con le sue Opere conosciute e apprezzate a livello internazionale, che guiderà i partecipanti alla scoperta del patrimonio di stimoli e colori e forme che talvolta possono passare inosservati, ma che sono sicuramente una fonte vitale di ispirazione. A tale proposito verrà allestita una piccola Officina d’Arte in cui ognuno avrà la sua tela, colori e pennelli, restituendo così al bianco della tela – con creazioni personali – il ricordo delle forme scoperte. L’immancabile, sgargiante rossa cocomerata rinfrescherà i palati mentre i colori delle creazioni creeranno un mosaico delle emozioni di questo giorno di mezz’estate al mare, come tradizione vuole, poiché – conclude Patrizia Daffinà – “Baubeach® vuole essere questo: un contenitore di emozioni, di consapevolezza, di attenzione verso il mondo naturale, verso un rispetto troppe volte offeso, verso l’energia creativa che illumina il giorno e rende le notti quiete, verso il racconto dell’incontro fantastico tra l’umana specie e la gioiosità animale, la sua trasparenza e la sua totale innocenza.” (foto: Baubeach)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I campeggiatori scelgono la Puglia

Posted by fidest press agency su martedì, 3 novembre 2015

Il portale turistico Campeggi.com ha indagato sui gusti e le abitudini dei campeggiatori, ricavando l’identikit del turista en plein air: estate, mare, Puglia e bungalow! La bella stagione è ormai alle spalle, ma per i turisti è già tempo di pensare alle prossime vacanze: c’è chi si informa, anche solo per fantasticare dall’ufficio sulla prossima destinazione, e chi invece sceglie e organizza ora il viaggio del 2016, per risparmiare evitando il rischio del tutto esaurito. Troppo presto pensare oggi alle vacanze? No, soprattutto se vi vedete già spaparanzati sul lettino di una spiaggia pugliese, in estate e con la comodità di un bungalow ad attendervi in campeggio.La nuova indagine di Campeggi.com ( http://www.campeggi.com ), promossa tra i circa 300.000 fan della pagina Facebook del portale KoobCamp ( http://www.koobcamp.com )dedicato alla ricerca di campeggi e villaggi, rivela una sorprendente armonia nelle scelte dei turisti en plein air. A mettere d’accordo gli intervistati, in particolare, sono il periodo e la destinazione della vacanza: il 78% dei campeggiatori sceglie l’estate, nei mesi che vanno da luglio a settembre, e per il 75,6% la preferenza va al mare. Scorrendo le classifiche, scopriamo che il 17% esce dagli schemi delle ferie di massa ed opta per la vacanza in primavera (da aprile a giugno), mentre in pochi “osano” in autunno e inverno. Va detto, però, che stiamo parlando di vacanze vere e proprie, in quanto la possibilità di gite e weekend, anche sulla neve, non mancano nemmeno per il mondo dei campeggi e dei villaggi, grazie alle numerose strutture vicine alle città d’arte e a quelle in montagna che offrono addirittura suggestivi chalet e centri benessere da sogno ( http://www.campeggi.com/le-nostre-proposte/vacanze-sulla-neve_rt9 ).Tornando alla classifica, un approfondimento lo meritano le destinazioni. Se per il puglia75,6% degli intervistati la vacanza è rigorosamente al mare, lago e montagna si piazzano pari merito al secondo posto con un buon 9,8% ciascuno. A pesare su questi dati sono soprattutto le preferenze degli stranieri per il lago, molto amato dai turisti olandesi, e quelle accordate alla montagna in primavera ed estate, a conferma di quanto detto sopra. Tra le curiosità, va detto che i camperisti sono i più aperti a nuove esperienze di viaggio: per loro ogni momento è buono per scoprire nuovi posti, anche se il mare resta la scelta più amata.
Campeggio al mare, ma dove? A mettere d’accordo tutti è la Puglia che, grazie a destinazioni come il Gargano ( http://www.campeggi.com/italia/mappa-campeggi/gargano ), straccia tutte le altre regioni italiane. Se l’Italia domina con il 75,6% delle preferenze dei campeggiatori, seguita da Croazia e Spagna, la regione leader delle vacanze è la Puglia per il 24,3% degli intervistati. Sul podio, a pari merito ma distaccate dalla capolista, troviamo Sardegna epuglia1 Toscana con il 9,7%. A seguire: Trentino Alto Adige, Veneto e Campania con il 7,3%, l’Abruzzo con il 4,8%, Sicilia e Calabria con il 2,4% e poi tutte le altre.Ma se le località fanno la differenza, anche le sistemazioni non sono da meno. L’idea che il campeggio sia solo sinonimo di vacanza in tenda è ben lontana dalla realtà: il 39% degli intervistati sceglie la vacanza in bungalow, il 26,8% la piazzola e il 12,1% l’appartamento. C’è poi chi la casa se la porta dietro in ogni momento e si tratta dei camperisti: il 19,5% sceglie la vacanza in camper. Che ci sia il bisogno di esplorare e conoscere meglio anche il resto d’Italia e le offerte dei singoli campeggi e villaggi? Una necessità alla quale risponde Campeggi.com, con le schede dettagliate delle strutture divise per nazioni (Italia, Spagna, Francia e Croazia), regioni e zone turistiche, impreziosite da immagini, descrizioni e contatti per vacanze sempre nuove e sempre all’altezza delle aspettative. (foto: puglia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il pizzo per un futuro che scappa via

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 settembre 2010

Sono bambini che hanno messo sotto quel nero sulla spiaggia, non razzisti, non delinquenti, non violenti e non intolleranti di professione. Semplicemente bambini al mare a ridere, a divertirsi, a fare quello che sentono a casa, a scuola, tra una giostra e un panino al McDonald’s, senza fretta di risultare protagonisti in qualche isola dei famosi,  bambini dentro un silenzio mai stato vigile su quella spiaggia. Bambini mettono a soqquadro la calma piatta del bagnasciuga, usano parole vetuste, incompatibili con la liquirizia che sporca le labbra, scalciano come si fa a un pallone tra i piedi, fanno male a chi è nel mezzo, diverso nel colore, distante nell’avere, differente nell’onorare una gratitudine che non ci sarà. Lanciano addosso all’intruso parole dure, aspre, gravide di dolore, lo fanno con il sorriso immacolato, ricercando approvazione e merito per quel che sentono a pranzo, alla televisione, e mettono in pratica con qualche difficoltà. D’improvviso la metastasi mai salutare averci a che fare, tra gli sguardi disattenti degli adulti voltati da un’altra parte, in fin dei conti non è successo nulla, poco più di una ragazzata, che non è il caso di esagerare, amplificare, per di più il nero disturbava, recava danno, costringeva a una fastidiosa sopportazione. Su quel fazzoletto di sabbia dorata è  accaduto qualcosa di ben peggio di una sperimentazione gruppettara tra minori annoiati, c’è il sentore strisciante di una pochezza educativa che espande una specie di tirannide rovesciata, e imputarla a dei bambini in vacanza è solamente un esempio brutale e completamente sbagliato.
Il rischio è di rotolare in una deresponsabilizzazione che non è di pochi, non è di qualcuno, ma di quanti scambiano il dovere del rispetto per se stessi e gli altri, per il diritto di poter sopraffare: aggirando e manipolando la giustizia, che è condizione inappellabile per perseguire il benessere delle persone, della collettività, è punto di partenza per schierarsi dalla parte di chi non vede riconosciuti i propri diritti fondamentali, di più, dalla parte di chi è calpestato nei propri diritti di vivere e non sopravvivere. Quei bambini non sono gli uomini che hanno opposto la disattenzione alla educazione, disarticolando il valore delle parole, per rendere quella differenza di pelle, di stato, di ruolo, un punto di arrivo per scacciare ciò che è diverso, ridotto a un non valore. Stiamo parlando di bambini assediati dai gesti e dagli atteggiamenti di un pianeta adulto ben più irresponsabile dei Peter Pan in calzoncini corti, ma che farà pagare a caro prezzo  come sempre ai più giovani il pizzo per il futuro che scappa via. (Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Tassa spiagge

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 agosto 2010

“L’introduzione di un contributo da 1 a 3 euro per i servizi balneari dovrà essere rivisto nel regolamento attuativo per il contributo di soggiorno così come previsto anche per gli altri contributi previsti nella Delibera del Consiglio Comunale n. 67 del 28.7.2010. Già in quella sede ho espresso le mie perplessità sull’inserimento di un contributo per i servizi balneari poiché ad usufruirne sono nella stragrande maggioranza dei casi i cittadini romani e non i turisti. Mi venne risposto che il contributo sarebbe stato previsto solo per i turisti, ma ho fatto presente che sarebbe stato difficile individuarli al momento dell’ingresso, problema che oggi è stato evidenziato anche da alcuni rappresentanti degli stabilimenti balneari.  Ad onor del vero ci è stato anche comunicato che questo contributo era stato concertato e deciso con i rappresentanti degli operatori. A questo punto i problemi sono due o all’interno della categoria ci sono delle visioni diverse su questa iniziativa oppure che gli interlocutori ascoltati da alcuni rappresentanti delle commissioni comunali non sono rappresentativi della categoria stessa. Comunque, indipendentemente da tutto ciò mi auguro che nel futuro Regolamento venga eliminato questo contributo poiché a fronte dei disagi che creerà agli operatori per la riscossione e l’individuazione di chi dovrà pagare o meno, non rappresenterà un’entrata importante per le casse comunali, al contrario gli altri interventi previsti nella delibera sono utili, necessari ed adeguati, quindi spero che si possa chiudere da subito questa polemica poiché non  è nostra intenzione tassare i romani sotto l’ombrellone.” Questo quanto dichiara Federico Rocca Vice Presidente della Commissione Turismo del Comune di Roma.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Spiaggia e multe

Posted by fidest press agency su sabato, 24 luglio 2010

Multe salate per i villeggianti, da 100 a 1.000 euro, per illeciti relativi alla inosservanza dell’uso del demanio marittimo, cioe’ delle spiagge. Possono venire multati coloro che portano cani, che giocano a pallone, a racchettoni o che comunque arrecano disturbo. Stessa sanzione per chi parcheggia veicoli sulla spiaggia. Inoltre entro 250 metri dalla battigia, dalle ore 9 alle 19 della stagione balneare (1 maggio – 30 settembre, orari e distanze possono variare), e’ proibita qualsiasi attivita’ che possa arrecare disturbo o costituire pericolo per i bagnanti  quali acquascooter, sci nautico, tavole a vela, subacquei; per l’approdo di questi mezzi devono essere predisposti appositi spazi delimitati da corde e galleggianti. La norma e’ prevista da un Regio Decreto del 1942 e successive modifiche, che punisce tutti coloro che non osservano le disposizioni relative al Demanio marittimo che sono emesse, con ordinanza, dalle Capitanerie di Porto ed ora anch  e dai
Comuni interessati. Le ordinanze sono affisse negli uffici delle Capitanerie e, in genere, agli ingressi degli stabilimenti balneari. Attenzione quindi, perche’ la vacanza puo’ trasformarsi in un vero e proprio salasso!!! (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’accesso alla spiaggia è libero e gratuito

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 luglio 2010

Adiconsum Lazio propone un vademecum a tutela dei bagnanti, nel quale si ricorda che:
1.    L’accesso alla spiaggia è libero e gratuito. È fatto obbligo agli stabilimenti di consentire ii transito alla battigia. L’impedimento o la richiesta di un pagamento rappresentano una violazione della legge e vanno denunciati alle Autorità.
2.    La battigia, cioè la striscia di sabbia di 5 metri dove arriva l’onda, è a disposizione di tutti. Si tratta, infatti, di un’area esclusa dalla concessione, sulla quale il concessionario non può vantare alcun diritto nè tanto meno intimare alcunchè ai bagnanti. Tutti vi possono transitare, ma non vi possono essere collocati oggetti ingombranti quali ombrelloni o sdraio, poiché deve essere garantito il passaggio.
3.    La pulizia delle spiagge libere è a carico del Comune.
4.    È stabilito, per legge, un equilibrio tra spiagge in concessione e spiagge libere. Queste ultime devono essere intercalate tra uno stabilimento e l’altro e non collocate nelle aree più lontane e disagiate. Segnalare il non rispetto del suddetto equilibrio ai sindaci e alle Regioni.
5.    I prezzi sono liberi e dovrebbero essere rapportati alla qualità dei servizi. Purtroppo questo troppo spesso non accade. L’unica possibilità per contrastare i prezzi elevati è decidere di non usufruire dello stabilimento.
6.    In caso di violazioni gravi, quali la cementificazione della spiaggia o il non rispetto di obblighi derivanti dalla concessione, è prevista anche la revoca di quest’ultima. Il non rinnovo della concessione può essere attuato anche nei casi in cui la continuità ininterrotta degli stabilimenti in concessione comprima in modo intollerabile il libero accesso alla spiaggia e al mare.
7.    In caso di violazione dei diritti dei bagnanti rivolgersi alla Polizia Municipale, ai Carabinieri, alla Capitaneria di porto e alle sedi di Adiconsum Lazio riportate sul sito http://www.adiconsumlazio.it

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In spiaggia a lume di candela

Posted by fidest press agency su domenica, 11 luglio 2010

Lago d’Orta (No) – Ragazze in spiaggia a piedi nudi per testimoniare il fascino incontaminato del lago d’Orta, classificato tra i più puliti d’Europa oltre che tra i luoghi più belli del mondo. A sfilare sulla sabbia del lido di Buccione, località balneare del comune di Gozzano (No) sono state le ragazze piemontesi del concorso di belezza più famoso, quello di Miss Italia. Bagno di folla per il primo dei quattro appuntamenti che si svolgeranno nella zona, in collaborazione con il Consorzio Cusio Turismo e le amministrazioni locali. A Gozzano centinaia di curiosi sono arrivati da ogni dove per assistere all’insolita selezione: le ragazze hanno sfilato a bordo lago, sulla passerella naturale del bagnasciuga illuminata per l’occasione dalla luce calda e soffusa delle candele. “Per Miss Italia, bellezza e turismo sono da sempre un binomio vincente – spiega l’agente regionale del Piemonte e Val d’Aosta Vito Buonfine – ringrazio il Consorzio Cusio Turismo e in particolare il responsabile eventi Massimiliano Ferrari per aver collaborato fattivamente all’organizzazione della serata”. La sfilata in spiaggia, evento unico nel panorama nazionale, è uno dei numerosi eventi studiati dagli operatori turistici del lago d’Orta per favorire la promozione territoriale. Tra pochi giorni, venerdì 16 luglio, le ragazze torneranno a sfilare in spiaggia, ma questa volta a San Maurizio d’Opaglio, in località lido di Prarolo, dove arriveranno in barca per poi sfilare fino al bagnasciuga su una passerella di 14 metri utilizzata per l’attracco. Insomma una vera e propria anteprima mai sperimentata precedentemente. Tornando alla selezione di Gozzano, ecco i nomi delle vincitrici.  Primo posto a Francesca Geraci, diciottenne di Aglié (To) incoronata Miss Liabel, che accede di diritto alle finali regionali al via la settimana prossima. Seconda classificata Chiara Ferrero, 17enne di Vigone (To) eletta Miss Rocchetta Bellezza.Terza Giulia Clemente, 18enne di Sestriere (To) nominata Miss Liabel Terza Classificata. Quarta Dalila Marchetto, 18enne di Rivoli (To) che ha conquistato la fascia di Miss Peugeot. Infine Marta Boano, 22enne di Castellero (At) eletta Miss Wella Professional.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arriva il basket in spiaggia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2010

Cervia. Dopo il 4°Trofeo Superbasket nella modalità 4 vs 4 Maschile e 3 vs 3 Femminile open, tenutosi il 26 e 27 giugno con la partecipazione di professioniste di serie A1, il 18 luglio va in scena il 1° Reebok Basket day All Star: per tutti, un’opportunità fantastica di giocare in squadra insieme ad una star del basket italiano, da Abbio a Coldebella fino al mitico Poz, Gianmarco Pozzecco. E’ un torneo dalla formula unica: una sorta di basket day a orario continuato dalle ore 10 alle 20. Con tanto divertimento e premi per tutti: perfino per la squadra con la divisa più bizzarra.
Il 18 luglio segna anche l’inizio di una intera settimana del basket al Fantini Club. Degna conclusione il 1° Trofeo Fantini Club, il 24 e 25 luglio, torneo 3 x 3 dedicato agli under 17 e under 19 sia maschile che femminile. Una settimana tutta da godere grazie al pacchetto completo sport+turismo che comprende iscrizione al torneo e soggiorno presso lo Sportur Hotel Manuela, la nuova struttura ricettiva collegata al Fantini Club. A 50 metri dalla spiaggia il patron Claudio Fantini ha infatti arricchito il suo polo del beach leisure di un vero concept hotel a tema sport, con servizi ad hoc pensati per chi lo sport lo ama e lo pratica davvero, emeroteca, allestimenti e camere a tema.
Il 7 e 8 agosto, infine, torneo 3×3 misto riservato ai giocatori fino alla serie C maschile e fino alla serie A femminile; infine il 22 agosto grande torneo di chiusura 1° Trofeo Sportur 5 vs 5 mista maschile e femminile open, a tutto campo. Una sorta di ‘partita-maratona’ che dura 4 ore… (basket)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizi spiaggia 2010

Posted by fidest press agency su sabato, 24 aprile 2010

Il Sindacato Italiano Balneari Roma ha annunciato che i servizi di spiaggia della prossima estate manterranno sostanzialmente i prezzi del 2009: le tariffe medie dei circa 10.000 stabilimenti balneari aderenti al Sib, infatti, oscilleranno (a seconda si tratti di bassa o alta stagione) tra i 3 e i 6 euro per una sedia a sdraio, tra i 4 e i 12 euro per un lettino, tra i 3 e gli 8 euro per un ombrellone. (fonte buon giorno impresa)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Recco Fly Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Recco (Ge) 10 ed 11 aprile 2010.  Quarta edizione del Recco Fly Festival.  Si tratta di un raduno di parapendio, mezzo che con il deltaplano costituisce il volo libero, cioè senza motore, nel fantastico scenario del Golfo Paradiso. Parte centrale dell’evento la gara di precisione in atterraggio, vale a dire che i piloti, dopo il decollo da un pendio posto a 400 metri d’altezza lungo la mulattiera che parte dalla millenaria chiesa di Ruta di Camogli, voleranno fintanto che le correnti d’aria ascensionali lo permetteranno. Al termine cercheranno di centrare un bersaglio posto lungo la spiaggia di Recco, atterraggio ufficiale della manifestazione, dove converrà il pubblico per assistere al festival. Le vele colorate dei parapendio risalteranno nel cielo ligure, sorvolando luoghi spettacolari come Camogli e le sue case multicolori, la Rocca del Castellaro un costone verticale lungo 600 metri a picco sul mare, il paesino di San Rocco di Camogli arroccato a 320 metri d’altezza, il Monte di Portofino con gli scorci mozzafiato sul suo parco naturale, la scogliera della Gaiassa, il Monte Esoli e la vallata di Recco. Collaterali alla manifestazione sono previste gite in canoa nel Golfo Paradiso, lanci di aerostati di carta velina, detti Balao, cena conviviale dei partecipanti il sabato sera, benedizione delle vele distese sulla spiaggia ed altro ancora. Partecipazione straordinaria del club soft air The Big One, che illustrerà questa entusiasmante disciplina sportiva con mezzi audiovisivi e montando un apposito campo base. In caso di condizioni meteo avverse la manifestazione sarà rinviata al 17 e 18 aprile. (volo libero)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia provinciale in spiaggia

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2010

L’inchiesta della Procura di Venezia sulla polizia provinciale in spiaggia a Venezia ha provocato una nota del sindacato di polizia a firma di Franco Maccari, Segretario generale del Coisp: “Questa indagine, indipendentemente dagli aspetti strettamente giudiziari, ha messo il dito in una piaga, quella delle gestione piuttosto dilettantistica di risorse preziose, di uomini e mezzi cui sono affidati incarichi gravosi ma di fondamentale importanza. Aria, acqua e monti da tenere sotto controllo non sono esattamente poco. E veramente non si comprende in base a quale criterio di efficienza e di razionalizzazione le poche decine di unità a disposizione della Polizia provinciale siano state mandate in spiaggia ‘contro i venditori ambulanti’ e ad occuparsi di viabilità. Chi conosce dal di dentro il settore della sicurezza si accorge subito quando si trova di fronte a interventi dal puro sapore pubblicitario, che però sono profondamente irrazionali, inefficaci e creano un vero e proprio vulnus alle attività ampie e complesse che i tutori dell’ordine devono portare avanti”.  Risale alla scorsa estate la decisione della presidente della Provincia, la leghista Francesca Zaccariotto, di spedire 21 delle 38 guardie provinciali a pattugliare le spiagge, per affrontare il problema degli abusivi che lei stessa definì di enorme importanza per i cittadini e per la tutela dell’ordine pubblico. A stretto giro, l’intera opposizione aveva tuonato, denunciando “un utilizzo del tutto improprio del Corpo di Polizia provinciale”.  “Non è che vogliamo esultare davanti ad un’inchiesta -aggiunge oggi Franco Maccari-, non lo facciamo mai, e non ne avremmo alcun interesse. Non interveniamo certamente per un prurito politico, ma come sempre ci preme evidenziare la gestione che riteniamo sbagliata in un settore delicato come quello della sicurezza, che ha bisogno di gente appositamente preparata e competente in materia, e non decida sull’onda di ciò che ‘può funzionare meglio col pubblico a casa’!”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Silvio De Blasio: Wives

Posted by fidest press agency su sabato, 10 ottobre 2009

wivesPalermo fino al 23/10/2009 via Goethe, 43 Galleria Lanterna Magica L’Eden sognato La prima parte del lavoro di Silvio De Blasio apre proprio con il piu’ antico e piu’ simbolico degli elementi naturali: l’acqua. La donna – pesce vi si trova a suo agio e si veste di riflessi e liquide trasparenze distendendo il suo corpo sulle direttrici di dinamiche diagonali. Poi dall’acqua emerge e va a riposarsi al sole, sulla spiaggia, dove comincia un altalenante dialogo fra chiaro e scuro, liscio e ruvido, asciutto e bagnato, morbido e duro, curvo e lineare, dialogo giocato dall’autore con eccezionale lirismo. Il corpo si muove nello spazio naturale con straordinaria dolcezza, ora cercando rifugio o nascondiglio, ora disponendosi quasi a ideale prolungamento di rami e tronchi in dolci abbracci o abbandoni. Ancora piu’ interessante si fa questo dialogo quando si crea fusione fisica e visuale, a stretto contatto fra pelle e legno, pelle e pietra, pelle e sabbia, pelle e acqua.  La seconda anima del lavoro di Silvio De Blasio potrebbe essere intitolata -the dark side of the nude- sia perche’ ci rivela un aspetto nascosto e forse inaspettato rispetto al sapore della prima anima, sia perche’ dark e’ letteralmente l’intonazione formale e concettuale di questa sezione.  Veniamo dal candore della luce del sole, dal chiaro riverbero delle nuvole, della spiaggia, della roccia e andiamo verso l’incognita del buio. L’ambiente, prima dichiarato e ricco di positività, ora si cela nel nero profondo e si nega allo sguardo cosi’ come emblematicamente la modella, inghiottita nel buio, oppone il palmo della mano all’obbiettivo indiscreto del fotografo, eterno inguaribile voyeur. (wives)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Degrado sulle spiagge di Ostia

Posted by fidest press agency su martedì, 21 luglio 2009

A sollevare la questione è Paola Torbidoni, responsabile del movimento per il XIII Municipio. A sua volta Alessandro Calgani: osserva: “Gli obblighi dei gestori sono tali per tutto l’anno” In estate, si sa, il litorale romano vive il suo periodo aureo, i cittadini provenienti dalla Capitale trovano strutture accoglienti, spiagge pulite, servizi efficienti. Ma in inverno? A questo riguardo Paola Torbidoni ha sollevato un problema che ha messo in mostra una situazione a tratti preoccupante. Passata l’estate, infatti, nonostante i proclami effettuati dai proprietari degli stabilimenti balneari circa gli sforzi per la conservazione e la salvaguardia del patrimonio del demanio, la fruizione delle spiagge diventa un problema: recinti, cancelli chiusi, sporcizia, plastica. In merito è intervenuto  anche Alessandro Calgani, responsabile romano del movimento presieduto da Antonello De Pierro, che ha dichiarato: “Gli obblighi dei gestori in termini di responsabilità della manutenzione degli arenili vanno rispettati anche quando questi non hanno come introito il biglietto di ingresso. Proprio quest’anno che i mondiali di nuoto stanno dando una opportunità enorme alla nostra città sarebbe il caso di dimostrare a tutti che esiste una gestione della costa non puramente di facciata. E’ da tempo che ci stiamo pensando, ma potrebbe essere istituito un fondo di cooperazione alla pulizia delle spiagge in cui esistano dei rimpalli di competenza e al quale dovrebbero partecipare coloro che traggono profitto da sfruttamento e concessioni di aree del litorale. Comunque – conclude Calgani – resta il fatto che azioni atte a garantire il decoro devono essere puntuali e allo stesso tempo repressive nei confronti di chi sfrutta la costa solamente per trarne giovamento economico”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Donne romane tigri sotto l’ombrellone

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 luglio 2009

(acorep.com) Donne romane tigri sotto l’ombrellone, pigre invece le milanesi. É solo una delle curiosità emerse da un sondaggio promosso dall’«Accademia Internazionale “Stefano Benemeglio” delle Discipline Analogiche» (www.accademianalogica.com). Così d’estate l’amore «made in Italy» risulta essere più caldo al centro-sud, dove le donne —oltre a prendere il sole— vorrebbero un po’ di azione. L’universo femminile a nord, invece, si dimostra più pigro; però —in contrapposizione— gli uomini meneghini a prendere il sole si annoiano e preferirebbero vacanze più movimentate. Sull’asse Roma-Milano uomini e donne hanno preferenze e abitudini molto diverse e gli amori diventano difficili non tanto per questioni di distanza geografica, quanto per il diverso approccio dei due sessi alla vita da spiaggia. Da Nord a Sud affiora un divario crescente tra le aspettative di lui e lei. Secondo il sondaggio dell’«Accademia Internazionale “Stefano Benemeglio” delle Discipline Analogiche» (www.accademianalogica.com): il 72% delle donne milanesi ama stare sotto il sole almeno 5 ore al giorno, mentre la questa percentuale si dimezza per le romane (34%), la maggiorparte delle quali (64%) ama prendere il sole dalle 3 alle 5 ore al giorno contro il 27% delle donne meneghine. Per lei prendere il sole è soprattutto una cura di bellezza per il 30% delle milanesi e per il 26% delle romane, ma c’è un divario nella percezione della tintarella come relax: lo è per il 45% delle donne capitoline contro il 68% di quelle di Milano. E se per i romani di sesso maschile prendere il sole è soprattutto percepito come un modo per rilassarsi (50%), la tintarella vuole dire relax solo per un milanese su quattro. Solo un uomo capitolino su 3 si annoia a prendere il sole, contro il 63% dei milanesi che considera la spiaggia una perdita di tempo. L’Italia dell’amore appare dunque confusa, con uomini e donne perplessi o addirittura spiazzati dal comportamento dell’altro sesso. «Le abitudini diverse di lui e di lei influiscono sulla percezione della vacanza durante la quale l’esigenza principale è quella di riposare ed è difficile farlo se non si riesce a comprendere il punto di vista dell’altro» spiega Stefano Benemeglio, presidente dell’«Accademia Internazionale delle Discipline Analogiche» (www.accademianalogica.com),

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Wifi day a Venezia

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 luglio 2009

Venerdì 3 luglio alle ore 10.30, giornalisti e blogger, che hanno contribuito all’organizzazione della giornata,  saliranno infatti su di un tipico “bateo”, (vaporetto) veneziano, creando, grazie al wi-fi aperto sul Canal Grande, contenuti ed espressioni della giornata, attraverso video, post, live e commenti che verranno raccolti da Michele Vianello, Vice Sindaco del Comune di Venezia.   Anche Andrea Spedale, Presidente Aicel, sarà tra i protagonisti di “Bateocamp”, evento organizzato su iniziativa del Comune di Venezia per festeggiare il Wifi day.   Un’espressività senza “rete”, senza vincoli, che porterà all’esclusiva spiaggia del Lido, anch’essa coperta dal wi-fi comunale, per terminare con un’inedita caccia al tesoro digitale organizzata da WHAIWHAI.   L’evento è inserito nel più ampio progetto creato dall’Amministrazione Comunale di Venezia, “Cittadinanza Digitale”, per consentire l’accesso alla rete tramite gli hot-spot pubblici.   L’Amministrazione comunale di Venezia ha deciso di realizzare una propria infrastruttura di rete basata su fibra ottica e wireless; la proprietà di una rete a larga banda consentirà all’Amministrazione cittadina di fornire servizi innovativi ai cittadini residenti, a chi lavora, studia e visita Venezia.  http://www.cittadinanzadigitale.it.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lavori alla spiaggia di Savona

Posted by fidest press agency su martedì, 7 aprile 2009

Cinquanta camion al giorno per depositare, sull’arenile delle Fornaci, 30 mila metri cubi di sabbia finissima. Un tour de force che durerà fino al 30 aprile, week end esclusi,  per trasformare la piccola e pietrosa spiaggia. Il responsabile per la Liguria dell’Italia dei Diritti, Maurizio Ferraioli, sottolinea l’importanza di questo progetto. “Visto il grande movimento di camion e sabbia, ci auguriamo che i lavori finiscano il 30 Aprile, come previsto, affinché si arrechi minor disagio possibile ai fruitori della spiaggia. Sarà importantissimo il lavoro di posizionamento dei tre tubi sottomarini che fungeranno da dighe sottoflutto e rappresentano l’ultimo ritrovato del campo nel contrasto dell’erosione costiera. I lavori, di questa seconda parte del progetto, dovrebbero iniziare nel 2010, speriamo che non vengano ulteriormente ritardati al fine di non sprecare l’impegno e il costo profuso per trasportare i 30 mila metri cubi di sabbia”. Questo piano, infatti, doveva essere realizzato già due anni fa grazie ai finanziamenti dell’ Autorità portuale di Savona, che stanziò 1,5 milioni di euro. “E’ importante – fa notare il responsabile ligure per il movimento presieduto da Antonello De Pierro – la scelta del tipo di sabbia. Dopo un’attenta selezione quella del greto del fiume Tanaro è stata ritenuta la più adatta perché più compatibile con quella preesistente. Invitiamo la cittadinanza tutta e i commercianti della zona – conclude Ferraioli – a monitorare l’andamento dei lavori e a segnalarci immediatamente qualsiasi variazione che potesse, in qualche modo, far temere ritardi macroscopici che da una parte penalizzerebbero i fruitori della spiaggia e dall’altra le tasche dei cittadini con un  possibile aumento dei costi preventivati”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »