Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘spostamento’

Ricostruito lo spostamento del Polo Nord Geomagnetico in Artide

Posted by fidest press agency su sabato, 28 dicembre 2019

paleopoloAttraverso un ciclo di analisi paleomagnetiche, un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), ha ricostruito il movimento del polo geomagnetico nell’Olocene, ovvero nell’attuale epoca geologica che ha avuto inizio circa 11700 anni fa. Un movimento variabile ed imprevedibile del polo geomagnetico in Artide è quanto emerge dai dati dello studio ‘A refined age calibrated paleosecular variation and relative paleointensity stack for the NW Barents Sea: Implication for geomagnetic field behavior during the Holocene’, recentemente pubblicato sulla rivista Quaternary Science Reviews. Infatti, in alcuni periodi prolungati – costituiti da diversi secoli – la posizione dell’antico polo geomagnetico (paleopolo) è stata sostanzialmente stabile, restando confinata in regioni piuttosto limitate. In altri periodi, invece, il moto del polo geomagnetico ha subito una accelerazione significativa, coprendo in poco tempo regioni molto estese. Questo fenomeno è collegato ai complessi processi che avvengono all’interno della Terra, in una zona al confine tra il mantello terrestre ed il nucleo esterno fluido dove si origina il campo magnetico terrestre.Il comportamento del polo geomagnetico nel passato è molto importante per aggiungere informazioni ed aiutare a comprendere i fenomeni che avvengono oggi. In particolare, il movimento odierno dei poli magnetici vede una brusca accelerazione, con un veloce spostamento del polo nord magnetico verso la Siberia e di quello sud verso la costa della Terra Vittoria in Antartide. L’attuale rapido cambiamento della posizione dei poli magnetici (punti della superficie terrestre in cui il campo magnetico è verticale) sembra essere compatibile con quanto emerge dai dati sull’Olocene, che indicano che la posizione dei poli geomagnetici (punti in cui il dipolo magnetico interseca la superficie terrestre; generalmente non corrispondono ai poli magnetici) nel recente passato geologico è stata contraddistinta da periodi di relativa stabilità e periodi di rapida variazione.La circostanza che l’accelerazione subita dal moto dei poli magnetici negli ultimi anni abbia costretto – nel 2019 – ad un aggiornamento anticipato del modello magnetico globale (World Magnetic Model – WMM), è legata a caratteristiche del nostro pianeta che operano secondo modalità già verificate nel passato.Lo studio dei ricercatori dell’INGV e dell’OGS è stato condotto su quattro carote di sedimenti marini prelevate nella regione artica al largo delle isole Svalbard (Mare di Barents) nel corso degli ultimi anni durante 3 crociere scientifiche oceanografiche condotte in una collaborazione internazionale che ha coinvolto diversi istituti di ricerca ed università tedesche, spagnole, norvegesi e danesi.A cura dell’INGV è stata la misura e le successive analisi dei dati relativi al magnetismo fossile (cd. paleomagnetismo) preservato nei sedimenti. (foto paleopolo copyright ingv.it)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le “fantasie” dell’on.le Porfidia

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

“L’obiettivo principale del Governo del paese dev’essere l’annullamento del dislivello qualitativo e quantitativo esistente tra nord e sud” lo dichiara l’on. Americo Porfidia in riferimento alla manovra economica che a breve sarà discussa in Parlamento “Il 30 maggio scorso alla Camera dei Deputati è stato presentato l’ultimo rapporto SVIMEZ sulla situazione del paese, ed è emerso chiaramente come a 150 anni dall’Unità l’Italia è divisa in due sotto il profile economico. L’attuale situazione economica dell’intera area europea sta marcando queste differenze e le sofferenze nei terriotori meridionali si amplificano. Il mondo del lavoro è in ginocchio e servono spinte concrete e di ampio raggio per ridare slancio e prospettiva al settore. I giovani del sud vivono una stagione di grave crisi occupazionale e si fatica a guardare con fiducia nel prossimo futuro. Noi crediamo – continua Porfidia – che una delle ragioni principali della distanza esistente tra nord e sud del paese sia legato al gap infrastrutturale, rivelato anche dal rapporto SVIMEZ. Il nostro tempo è segnato sostanzialmente dalla velocità degli spostamenti e lo sviluppo industriale è praticamente impedito in mancanza di una rete infrastrutturale valida. Del resto le ultime delibere CIPE sono state segnate da un evidente sbilanciamento di assegnazione fondi per lavori nell’area centro-nord del paese ed un inevitabile annichilimento delle aspettative del Sud. Questa tendenza dev’essere invertita. Per questo – conclude il deputato di Noi Sud – chiediamo al Governo di inaugurare una stagione nuova di investimenti industriali ed infrastrutturali nelle regioni del Sud Italia, sostenendo altresì lo sviluppo e la diffusione delle fonti energetiche alternative e rinnovabili, e crediamo che la realizzazione del Piano per il sud sia l’unica via percorribile in tal senso” (On. Americo Porfidia)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Spostamento ministeri

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 maggio 2011

«A Bossi rispondo: l’unica parola data che conta è quella nei confronti degli elettori. Nel programma elettorale del centrodestra non è mai stato inserito lo spostamento dei ministeri. Quindi compiere questo atto, tra l’altro senza neppure un voto parlamentare, sarebbe una violazione del mandato elettorale. I nostri elettori si aspettano grandi riforme anche in senso federalista, si aspettano la riduzione dei ministeri non il loro spostamento con aumenti di costi e appesantimento delle burocrazie. Siamo sempre di fronte a balle perché oggi si parla di spostare solo ministeri senza portafoglio con solo qualche decina di dipendenti, ma si tratterebbe comunque di una violazione del mandato elettorale che rimette in discussione ogni equilibrio e ogni intesa. In altri termini avviso ai naviganti: Roma questa cosa non l’accetta». È quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Arcore: Succursale presidenza consiglio

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2011

In questi giorni apprendiamo l’accelerazione data dal Presidente del Consiglio al “decentramento” delle sue attività di governo nella residenza di Arcore. E’ proprio di queste ultime ore, infatti, lo spostamento della corrispondenza elettronica della presidenza del Consiglio ad Arcore. Ma i primi significativi segnali li abbiamo avuto già da qualche mese allorchè ha ricevuto in quella sede il sindaco di Firenze Matteo Ricci e Luca Barbareschi transfuga della prima ora dal Pdl e ora rientrato dalla porta di servizio nel Pdl. E lo ha fatto, per ben intenderci, nella sua veste istituzionale. Ma già in precedenza era prassi consolidata la riunione settimanale, di lunedì, con Bossi e compagni della Lega. Qualche maligno ha alluso al fatto che queste iniziative siano state suggerite dai suoi avvocati per dimostrare agli inquirenti, che lo hanno rinviato a giudizio con l’accusa di favoreggiamento alla prostituzione minorile e concussione, che Arcore è qualcosa di più di un’abitazione privata. Sta di fatto che è in atto un tentativo di “decentramento” sistematico dei poteri dello Stato dal governo centrale in periferia. Basti pensare al tentativo della Lega di trasferire a Milano la Consob. Lo stesso “federalismo” è visto in questo senso e per certi versi è accettabile se non vi fosse lo zampino del “separatismo” strisciante della Lega. E pare frenato, almeno per ora, solo dalla decenza considerato che tra qualche giorno dovremmo festeggiare i 150 anni dell’unità d’Italia. Certo che mai come in passato questo evento unitario è stato messo in discussione, criticato, osteggiato come una ricorrenza persino infausta lasciando trasparire ad arte quanto di negativo vi fosse reale o supposto che sia. Lo stesso “ricatto” della Lega al Pdl: voi approvate il nostro federalismo e noi vi appoggeremo per la riforma della giustizia dovrebbe suonare come un campanello d’allarme a chi pensa all’Italia come nazione e non come a tanti “pezzettini” di Stato nello Stato. E lo diciamo non rivolgendoci alle opposizioni che molti pensano sono capaci di attaccarsi a tutto pur di fare dell’antiberlusconismo ma agli stessi uomini e donne del centro destra che, ad eccezione della Lega, credo abbiano nel loro dna un maggiore attaccamento all’idea di un’Italia unita,come stato e come popolo. Ma forse mi illudo. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spostamento truppe al Sud

Posted by fidest press agency su martedì, 22 febbraio 2011

“L’incremento del livello dello stato di allarme e lo spostamento di mezzi e uomini dell’Aronautica militare nelle basi del sud non è una semplice routine” – Lo dichiara Luca Marco Comellini Segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm) – “E’ quanto mai necessario che il Ministro della Difesa riferisca al Parlamento della reale situazione in atto nel paese libico e soprattutto sul possibile coinvolgimento delle forze armate.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spostamento della sede del G8

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 luglio 2009

Lo spostamento del G8 a L’Aquila porterà benefici alla popolazione colpita dal terremoto del 6 aprile? ActionAid, organizzazione internazionale che lotta contro la povertà, ha cercato di verificarlo tramite un’inchiesta i cui risultati sono raccolti nel documentario ‘Le crepe nel G8’ lanciato oggi. Dall’indagine, realizzata da Cecilia Mastrantonio e Sebastiano Tecchio, risulta che la gestione dei fondi per la preparazione del G8, tanto a La Maddalena quanto a L’Aquila, manca della trasparenza necessaria. L’efficacia dello spostamento della sede e il beneficio che ne deriverà per gli abruzzesi non sono al momento dimostrati, poiché gli stanziamenti sono avvenuti a favore di opere strettamente connesse allo svolgimento del meeting dei leader mondiali. Inoltre, coloro che più dovrebbero essere i protagonisti della ricostruzione, vale a dire gli abruzzesi colpiti dal sisma, sono scarsamente coinvolti nelle decisioni che riguardano il loro futuro. ActionAid è impegnata in questo periodo soprattutto contro la fame che, per la prima volta nella storia, è arrivata a colpire oltre un miliardo di persone. Niente al mondo uccide quanto la fame, nemmeno le guerre, nemmeno i disastri ambientali. E’ difficile pensare a un’emergenza più urgente del mancato rispetto del diritto al cibo. Secondo la FAO per affrontarla seriamente occorrono almeno 30 miliardi di dollari l’anno. ActionAid, tra le altre cose, chiede ai governi del G8 che si riuniranno a L’Aquila di versare complessivamente almeno 23 miliardi, in considerazione del proprio peso economico. Ma, al tempo stesso, ActionAid ha voluto occuparsi dell’organizzazione del G8: se non si perseguono trasparenza ed efficacia nel preparare importanti meeting internazionali, con quale credibilità in queste stesse riunioni ci si può impegnare contro la povertà?

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »