Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘stadio’

Il nuovo stadio della Roma possiamo costruirlo noi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 giugno 2018

Roma. “Le inchieste giudiziarie di queste ultime settimane rischiano di ritardare notevolmente o di bloccare la costruzione del nuovo stadio di Roma. La mia proposta è quella di affidarne la realizzazione a Invimit, società dello Stato interamente pubblica”: lo annuncia il presidente Invimit, Massimo Ferrarese.“Il nuovo impianto per il calcio – sottolinea Ferrarese – rappresenta una grande opera fondamentale per la città di Roma, ma diventerebbe anche una grande opportunità per la società pubblica Invimit che si occupa anche di grandi immobili sportivi.“Esiste addirittura – aggiunge il presidente di Invimit- un fondo creato appositamente per questo tipo di investimenti che intendiamo utilizzare per la costruzione di importanti impianti sportivi in altre realtà italiane con le cui amministrazioni locali sono tuttora in corso trattative.“A differenza di qualsiasi iniziativa privata che porterebbe guadagni esclusivamente alle imprese chiamate a realizzarla, tutti gli utili delle opere di Invimit sono destinati alla riduzione del debito pubblico del nostro Paese”, aggiunge Ferrarese.Il presidente di Invimit ha già compiuto i primi passi per dare seguito alla sua proposta: “Ritengo l’idea realizzabile a tal punto che la mia segreteria si è già messa in contatto con quella della sindaca di Roma per programmare un incontro urgente sull’argomento”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Nove arresti per lo Stadio Tor di Valle

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 giugno 2018

Sulla questione dei lavori per la realizzazione dello Stadio Tor di Valle a Roma è in corso un’operazione dei Carabinieri, che ha portato all’arresto di nove responsabili, dei quali sei sono finiti in carcere e tre ai domiciliari, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie indeterminata di delitti contro la pubblica amministrazione.CODICI si augura che i soggetti coinvolti vengano scagionati dalle accuse ma annuncia, allo stesso tempo, che si costituirà parte civile in questa annosa vicenda se gli imputati dovessero risultare colpevoli.
Nell’operazione dei Carabinieri sono stati coinvolti il costruttore Parnasi, in carcere, il presidente della più grande municipalizzata di Roma, l’Acea, che è ai domiciliari, il vicepresidente del consiglio Regionale, Adriano Palozzi (Fi) e l’ex assessore regionale all’Urbanistica Civita (Pd).L’ipotesi è quella di una associazione a delinquere per corrompere le istituzioni nell’ambito del progetto per l’impianto a Tor di Valle. C’è il sospetto che gli indagati abbiano ricevuto, in cambio dei favori agli imprenditori, una serie di vantaggi tra cui posti di lavoro per amici e parenti.Come al solito in queste faccende di pubblica utilità spunta fuori il meccanismo della corruzione e del malaffare. CODICI avrà la massima cautela nel seguire la vicenda e verificare che gli inquisiti siano responsabili.“C’è l’ombra dell’illecito dietro la costruzione dello Stadio Tor di Valle – ha dichiarato il Segretario nazionale di CODICI – e questa è un’onta che i cittadini non possono accettare dato che chi paga correttamente le tasse e agisce nella legalità non può assistere a questa corruzione dilagante intorno alle grandi opere a Roma”.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvato il Protocollo di Intesa Roma Capitale – Sapienza Università di Roma per la riqualificazione dello Stadio Flaminio

Posted by fidest press agency su martedì, 6 marzo 2018

È stato approvato con delibera di Giunta l’accordo di cooperazione tra amministrazioni pubbliche con il Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica della Sapienza Università di Roma finalizzato al recupero e alla valorizzazione dell’impianto sportivo “Stadio Flaminio” mediante la predisposizione di un piano di conservazione.Il Protocollo di Intesa è finalizzato allo studio approfondito dell’immobile ed ha come obiettivi:
Presentare il valore architettonico e storico dell’opera e valutarne lo stato attuale di conservazione;
Valutare le modifiche e trasformazioni dell’opera e del rapporto tra questa ed il contesto urbano e paesaggistico susseguitesi nel tempo;
Definire modalità e livelli di protezione calibrati per le diverse parti della struttura che ne permettano il riutilizzo e funzionamento;
Formulare raccomandazioni dettagliate e definire interventi compatibili atti a orientare futuri interventi di restauro e lavori di riqualificazione;
Formulare linee-guida sulla manutenzione e gestione nel rispetto dell’opera originale in funzione di progetto di riqualifica;
Diffondere le attività di ricerca e i risultati da essa conseguiti tramite una costante attività di divulgazione Faranno parte del gruppo di lavoro interdipartimentale, oltre al Dipartimento Sport e Politiche Giovanili, il Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica, il Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana, il Municipio II e la Sovrintendenza Capitolina.
“La firma del Protocollo d’Intesa rappresenta un risultato importante per l’iter di riqualificazione dello Stadio Flaminio al fine di sottrarlo al degrado in cui versa ormai da diversi anni. Vogliamo restituire alla città un polo di attrazione sportivo e culturale di alto valore storico e pregio architettonico. La fase di studio, ad opera del Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica della Sapienza Università di Roma, che è assegnataria di un finanziamento erogato dalla Getty Foundation, rappresenta anche uno studio pilota da poter applicare in altri ambiti di interesse delle amministrazioni coinvolte” ha dichiarato l’Assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi Eventi Daniele Frongia. “Oggi molti edifici moderni hanno bisogno di essere reinterpretati, ripensati e adeguati alle esigenze e alle norme attuali, anche preservandone la vocazione originaria. E’ il caso dello Stadio Flaminio, un capolavoro della storia dell’architettura italiana, che merita di tornare a vivere e a far parte della quotidianità dei cittadini. Questo protocollo ha quindi l’obiettivo di permetterci di studiare e conoscere nel dettaglio lo stato di salute dell’edificio e allo stesso tempo di costruire un percorso di condivisione di strategie possibili per garantirne il suo futuro”, ha aggiunto l’Assessore all’Urbanistica Luca Montuori.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Realizzazione dello stadio della Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

stadio-roma«La nuova conferenza dei servizi per la realizzazione dello stadio della Roma nell’area di Tor di Valle partirà senza che le modifiche al progetto iniziale abbiano in alcun modo attenuato le criticità riguardanti viabilità e trasporti. Tralasciando tutte le perplessità relative alle cubature e alla pubblica utilità dell’operazione, non si capisce su che basi questa volta si possa arrivare a un responso positivo da parte di tutte le istituzioni coinvolte».
Lo dichiara l’ing. Sandro Simoncini, docente a contratto di Urbanistica e Legislazione Ambientale presso l’università Sapienza di Roma e presidente di Sogeea SpA.«Gli scenari che ipotizzano l’afflusso e il deflusso di 20.000 persone ogni ora con la Roma-Lido, incubo quotidiano di decine di migliaia di utenti, sono quantomeno improbabili: considerata una capienza di circa 1.200 passeggeri a convoglio, significherebbe garantire almeno 16-17 treni e abbassare a poco più di tre minuti e mezzo le frequenze di passaggio. Attualmente, al netto di disservizi e guasti tecnici che sono la regola più che l’eccezione, anche nelle ore di punta le frequenze non scendono mai al di sotto dei dieci minuti: con le risorse che sono state abbozzate, è davvero difficile credere che una delle peggiori ferrovie d’Italia si possa trasformare in un gioiello della mobilità.Discorso simile – prosegue Simoncini – per quella parte di progetto in cui si paventa l’utilizzo da parte dei tifosi della linea Orte-Fiumicino o, in una seconda fase di sviluppo dell’area dello stadio, addirittura degli attracchi fluviali sul Tevere. La realtà è che, per la zona che è stata scelta e per come sono stati concepiti gli interventi su di essa, la stragrande maggioranza degli spettatori arriverà allo stadio con il mezzo privato lungo l’unico asse percorribile, quello via Ostiense-via del Mare. E non sarà certo l’unificazione delle due strade fino a viale Marconi a scongiurare il rischio che ne possa fare le spese la già precaria viabilità dell’intero quadrante».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ama trasparenza e management aziendale

Posted by fidest press agency su martedì, 19 settembre 2017

cassonetti“Le accuse delle opposizioni sui cambi operati da questa Amministrazione ai vertici di Ama lasciano il tempo che trovano. Un’azienda martoriata da anni di mal gestione e di indirizzi politici tutt’altro che limpidi. Stiamo cercando di restituire ad Ama quel know how a lungo negato dalle precedenti gestioni amministrative, le cui nomine nelle Municipalizzate non sempre hanno risposto a criteri di competenza e capacità (vedi vicenda Parentopoli). Inoltre, in ossequio al criterio di trasparenza che da sempre ispira e governa le nostre azioni, sarà nostra premura assicurarci che tutte le informazioni relative allo spazzamento e pulizia delle strade, alla raccolta rifiuti e alle altre attività espletate da Ama siano pubblicate sul portale dell’azienda a rese pubbliche alla cittadinanza. Non abbiamo nulla da nascondere”.
Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Pd è contro lo Stadio della Roma?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 agosto 2017

stadio roma (2)“Il Partito democratico e la Regione Lazio a guida Zingaretti con i loro giochetti politici non fanno altro che dire bugie ai cittadini. Non hanno il coraggio di dire una semplice verità ovvero che non vogliono lo stadio della Roma.
Venerdì abbiamo chiaramente detto che il Pd non vuole lo stadio: abbiamo ricordato ai cittadini e ai tifosi romanisti che proprio il Pd del Campidoglio a giugno ha votato CONTRO la delibera sul pubblico interesse del progetto di Tor di Valle.
Ora stanno perdendo tempo, cercando di confondere le carte in tavola. Addirittura il consigliere comunale del Pd Marco Palumbo, uno di quelli che ha votato CONTRO la delibera stadio, travisa la realtà e rilascia una dichiarazione in cui sostiene che il parere favorevole del Campidoglio in realtà è un parere negativo. Siamo all’assurdo: si nega l’evidenza per bloccare il progetto.La verità è semplice ed è riassumibile in un unico concetto: Roma Capitale e Città Metropolitana hanno dato parere favorevole sul progetto dello Stadio di Tor di Valle, tutto il resto è Pd”. Lo dichiara in una nota Paolo Ferrara, capogruppo M5S di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tor di Valle: “Chiarezza su procedure, vicenda stadio non è segreto di stato”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 marzo 2017

stadio-romaRoma “Le procedure per la realizzazione dello stadio della Roma interessano la città, i tifosi, le imprese ed eventuali futuri investitori interessati alla capitale. A 20 giorni dalla riunione della conferenza dei servizi sulla realizzazione della nuova infrastruttura e delle opere pubbliche connesse non ci possono essere segreti. Anzi dalle stanze in cui il progetto è stato tenuto ben coperto per settimane, è necessario venga tirato fuori. Le procedure, gli accordi e le modifiche non possono essere motivo di segretazione. Per questo motivo ho convocato una commissione trasparenza il giorno giovedì 23 marzo al fine di accertare gli iter adottati e acquisire una informativa sugli atti propedeutici alla prossima conferenza di servizi . Alla riunione è stato invitato per una audizione anche il neo assessore all’urbanistica Luca Montuori “ Così in una nota il presidente della commissione trasparenza Marco Palumbo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito dello stadio a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 marzo 2017

stadio-roma“Sullo Stadio della Roma il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che ha dato certezze alla città. Ha ottenuto un accordo storico con i proponenti, che mette in primo piano l’interesse dei cittadini, elimina tre torri e dimezza le cubature. Quelle previste dalla delibera del Pd, che preferiva una colata di cemento a un intervento eco-sostenibile, e che ora addirittura parla di presunti ritardi e tentennamenti. Ma quali? Noi in sette mesi una soluzione l’abbiamo trovata! Di fronte alle sterili polemiche altrui rivendichiamo i risultati del nostro lavoro. Abbiamo dato massima attenzione alle opere pubbliche e alle infrastrutture per la viabilità, dal ponte sul Tevere alla Roma-Lido, al verde, alla messa in sicurezza dell’area, alla qualità degli standard energetici. Per #UnoStadioFattoBene”. Lo scrive su Facebook il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Assemblea capitolina, Paolo Ferrara.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stadio Roma, Legambiente: “La nostra posizione è chiara”

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 febbraio 2017

stadio-romaRoma “Come già ampiamente ribadito, dopo l’accordo tra amministrazione capitolina e As Roma per la costruzione di Business Park e Stadio di Tor di Valle, e in attesa di verificare le specifiche del progetto, Legambiente rimane contraria al progetto immobiliare legato allo Stadio della Roma.”Il taglio delle torri e la riduzione delle cubature in variante al piano regolatore è un piccolo passo avanti, rispetto a un progetto immobiliare da oltre 500mila metri cubi in variante al Piano Regolatore, che nulla ha a che fare con lo Stadio della Roma. Si conferma l’errore dell’area scelta che rimarrà irraggiungibile con i mezzi pubblici, in particolare con la metropolitana, visto che il progetto sembra finanziare solo la riqualificazione della stazione di Tor di Valle ma continueranno a passare i soliti pochi, vecchi treni di una linea che funziona malissimo. Inoltre, a confermare l’errore nella scelta dell’area, è proprio il fatto che gran parte della cubatura da realizzare viene motivata con la spesa per la messa in sicurezza idrogeologica”
Questa è la posizione di Legambiente, che non deve essere confusa con quella espressa nell’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica da Roberto Della Seta, ex presidente dell’associazione, che in questa vicenda è coinvolto direttamente in quanto consulente del costruttore Luca Parnasi per l’operazione immobiliare dello Stadio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uno stadio fatto bene

Posted by fidest press agency su sabato, 25 febbraio 2017

stadio-romaRoma di Virginia Raggi. Tre torri eliminate; cubature dimezzate, addirittura il 60% in meno per la parte relativa al Business Park; abbiamo elevato gli standard di costruzione a classe A4, la più alta al mondo; mettiamo in sicurezza il quartiere di Decima che non sarà piu soggetto ad allagamenti; realizzeremo una stazione nuova per la ferrovia Roma-Lido.Abbiamo rivoluzionato il progetto dello stadio della Roma e lo abbiamo trasformato in una opportunità per Roma. Abbiamo sempre detto di essere favorevoli alla realizzazione dello stadio ma nel rispetto della legge e per il bene della nostra città.Ci siamo riusciti. Abbiamo evitato il progetto monstre ereditato dalla precedente amministrazione. A Tor di Valle nascerà uno stadio ma moderno, ecocompatibile, all’avanguardia dal punto di vista delle tecnologie ma soprattutto sarà un’opera che rispetterà molto di più l’ambiente e il territorio.E abbiamo previsto una convenzione con i costruttori: avranno priorita’ le opere di urbanizzazione utili alla città e ai romani, come la messa in sicurezza dell’area di Decima o il potenziamento della ferrovia Roma-Lido grazie a cui si accorceranno i tempi per andare e venire dal litorale di Ostia. Uno stadio fatto bene. (fonte: blog Grillo)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: lo stadio si ma non a Tor di Valle

Posted by fidest press agency su sabato, 25 febbraio 2017

stadio-romaRoma Italia Nostra Roma condivide le ultime dichiarazioni del leader del Movimento 5 Stelle: “lo stadio della Roma si, ma da qualche altra parte”.
Italia Nostra Roma auspica che l’Amministrazione Comunale sia coerente con le promesse elettorali “lo stadio si ma nel rispetto delle regole del PRG” e che sappia resistere alle inusitate e massicce pressioni dei proponenti, orientati, più che allo stadio, al “business” dei grattacieli.Italia Nostra Roma sottolinea come le dichiarazioni del leader del Movimento 5 Stelle trovino conforto nei seguenti motivi:un nuovo, ingiustificato, consumo del territorio la localizzazione di un pesante insediamento monofunzionale (uffici e commerciale) fuori dal Piano Regolatore approvato, appena ieri, nel 2008
sacrificare al cemento l’unica consistente ansa del Tevere entro il GRA, a sud del centro storico della Capitale con vocazione a Parco Fluviale del Tevere SUD aperto al godimento di tutti i cittadini.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dalle Olimpiadi allo stadio della Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2017

stadio-romaRoma appare sempre più come una città dai milletentacoli alcuni dei quali sono immersi nella melma del malaffare e non riescono a sottravisi. E’ lecito,quindi, dopo il mancato business delle Olimpiadi vederci chiaro per ciò che riguarda la nuova impresa che ruota intorno allo stadio della Roma e che oggi è diventata fonte di accesi dibattiti e false partenze. Qui parliamo di un costo complessivo che va oltre il miliardo e mezzo di euro. A farvi fronte sono l’A.S. Roma e il costruttore Parnasi. A questo punto la prima domanda che ci poniamo è se hanno i mezzi per farlo dato che l’A.S. Roma ha debiti finanziari per 150 milioni di euro e Parnasi che ha con la capofila Parsitalia un’esposizione bancaria di 450 milioni di euro. Logica vorrebbe che entrambi gli interessati, per evitare che alla fine toccherà alla mano pubblica di coprire la spesa, come è accaduto in passato per altre opere, dimostrassero con i fatti la loro disponibilità finanziaria e si facessero carico di garanzie in solido e indicassero data e scadenza lavori e il pagamento di eventuali penali per gli eventuali ritardi alla tabella di marcia prefissata. Anche in questo caso fa “storia” la vicenda dei diversi cantieri edili e stradali aperti nei vari municipi romani e che da anni restano tali senza che si intraveda la fine dei lavori e persino l’inizio come la chiusura da circa un anno della strada che dal ponte di Portonaccio porta alla stazione Tiburtina. Tutto questo deve essere chiaro ai romani e soprattutto a quelle opposizioni che non mancano occasione per accanirsi nei confronti della giunta romana. Roma la vogliamo tutti bella ma non senza valide garanzie che alle promesse e ai progetti vi possa essere un seguito senza ciurlare nel manico.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma Capitale. Stadio della Roma. Attori e conti

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 febbraio 2017

romaDibattito acceso per la costruzione del cosiddetto Stadio della Roma.Vediamo gli attori in campo, oltre alle istituzioni. James Joseph Pallotta, imprenditore americano, proprietario dell’Associazione Sportiva Roma.
Luca Parnasi, costruttore, proprietario dell’area dove dovrebbero sorgere lo stadio e il centro direzionale.
Ora i conti. Il progetto, in sintesi, prevede la costruzione dello stadio, piu’annessi, un centro direzionale e relative opere pubbliche. Il costo complessivo e’ di circa 1.540 milioni di euro, dei quali 400 milioni per lo stadio, 700 milioni per il centro direzionale e 440 milioni per le opere pubbliche. Il tutto a carico dell’A.S. Roma e del costruttore Parnasi. Il progetto riqualifica un’area, rilancia un settore asfittico e crea nuova occupazione.La domanda e’: i soldi ci sono o c’e’ il rischio dell’ennesima incompiuta? Vediamo.
L’A.S. Roma incassa dalla sua attivita’ 220 milioni, ne ha 14 in perdita e ha debiti finanziari per 150 milioni.
Parnasi ha, con la capofila Parsitalia, una esposizione bancaria di 450 milioni.
Entrambi sono alla ricerca di finanziamenti per l’opera che dovra’ essere collocata sul mercato. Riusciranno? Fatti loro, diremmo. Aspettiamo il piano finanziario, cosi’ potremmo valutare con numeri alla mano. Non vorremmo, pero’, che alle imprese private in difficolta’ subentrasse la mano pubblica, cioe’ noi contribuenti. Nel nostro Paese succede anche questo (banche docet). (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pulizia dello stadio Olimpico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 settembre 2010

Questo il testo della lettera che il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha inviato al prefetto, Giuseppe Pecoraro, in merito alla pulizia dello stadio Olimpico al termine degli eventi che vi si svolgono. «Egregio Prefetto, nonostante le nostre ripetute sollecitazioni, persiste ancora il problema della pulizia successiva a manifestazioni, concerti o eventi sportivi, particolarmente grave per quanto attiene all’area intorno allo stadio Olimpico successivamente allo svolgimento delle partite di calcio delle squadre capitoline o di grandi concerti. Sebbene il Regolamento comunale per la Gestione dei Rifiuti Urbani imponga a chi organizza manifestazioni sportive ed eventi di provvedere alle pulizia delle aree interessate, questa norma non viene rispettata dalle squadre di calcio che giocano nella Capitale e più in generale dagli organizzatori dei numerosi eventi che si tengono allo stadio Olimpico. L’Ama, l’azienda che ha il compito di gestire l’igiene urbana, è costretta comunque, al solo scopo di garantire ai cittadini un ambiente decoroso e di non scaricare sugli stessi queste criticità, a fronteggiare  autonomamente ed a proprie spese gli interventi straordinari di pulizia (l’azienda  spende ogni domenica circa 5.000 Euro per la pulizia straordinaria dell’area dello stadio).  Non ritengo che sia più accettabile perpetuare questo stato di cose e tantomeno continuare ad ammettere un atteggiamento così elusivo da parte di società od organizzazioni che beneficiano di un grande giro di affari dai diversi eventi e che comunque hanno la responsabilità ed il dovere di riconsegnare alla città le aree occupate in uno stato adeguato di decoro ed igiene. Sono altresì convinto che le diverse istituzioni coinvolte debbano trovare un punto di intesa, richiamando ciascuna le proprie responsabilità, evitando di procrastinare un problema (che, ripeto, è già risolto dalla norma vigente) con l’unico risultato di provocare un nocumento alle casse comunali e, dunque, al patrimonio della città».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cos’è il venture capital?

Posted by fidest press agency su martedì, 18 agosto 2009

E’ la presenza di un’attività d’investimento. Va premesso che al riguardo le stesse associazioni di settore dei singoli paesi ed europee adottano definizioni dell’attività di venture capital differenti. In alcuni casi  vi sono ricompresse tutte le forme di investimento nel capitale di rischio in imprese non quotate effettuate con l’obiettivo di conseguire, in un arco temporale medio-lungo, guadagni di capitale derivanti dalla successiva dismissione della partecipazione detenuta. In altri invece l’attività di venture capital è distinta da altre forme di investimento nel capitale di rischio in quanto tipicamente indirizzate a sostenere la nascita e il primo stadio di sviluppo dell’impresa. In altri ancora si distingue tra venture capital e operazioni di buy-outs. Fatta questa premessa di natura terminologica, dobbiamo ritenere fondamentali tre aspetti che riguardano il il venture capital. Il primo è quello del finanziamento allo sviluppo, oltre che quello dell’avvio. E’ noto, infatti, che le imprese italiane scontano non solo difficoltà alla nascita, soprattutto nei settori innovativi, ma anche problemi di crescita. Il secondo si ricollega all’importanza quantitativa che gli investimenti di capitale hanno per lo sviluppo che essi ricoprono rispetto all’early stage e ai buy-outs. La terza considerazione è che dall’analisi delle regole che modellano il rapporto tra venture capitalist e impresa tanto nell’early stage quanto nella fase di sviluppo è emersa una sostanziale omogeneità di contenuto: in tutti i casi la partecipazione del venture capitalist è solitamente di minoranza e in tutti i casi egli tenderà a proteggere la propria posizione anche agendo all’interno della compagine sociale, con mezzi endosocietari. In qualsiasi stadio di sviluppo dell’impresa venga ad operare il finanziamento del venture capitalist l’impatto sul diritto societario avviene dunque nelle stesse forme, anche se con intensità differente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Supercoppa: i complimenti di Alemanno alla Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

«Esprimo le mie congratulazioni alla squadra e alla società per la vittoria della Lazio nella Supercoppa Italiana. È un trofeo importante ed è una vittoria che, mi auguro, sia di buon auspicio per il resto della stagione. È, inoltre, l’occasione più lieta per festeggiare, insieme ai giocatori e allo staff societario, in Campidoglio. Dopo la pausa estiva, avremo modo, insieme al presidente Lotito, di riprendere il discorso sul nuovo stadio». Lo afferma Gianni Alemanno, sindaco di Roma.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »