Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘stagione’

Mostra finale degli artisti residenti stagione 2018/2019

Posted by fidest press agency su domenica, 16 giugno 2019

Roma Inaugurazione: giovedì 20 giugno 2019 ore 20.00 Apertura al pubblico: 20 giugno – 15 settembre 2019 Real Academia de España en Roma Piazza S. Pietro in Montorio 3 la Real Academia de España en Roma apre le sue porte al pubblico con l’inaugurazione della mostra Processi 146, che presenta i progetti e i lavori realizzati dagli artisti durante la loro residenza presso l’Accademia nella stagione 2018/2019.
Gli artisti residenti, 23 in tutto, tra spagnoli, italiani e latinoamericani, sono i vincitori dell’annuale concorso indetto dal Ministero degli Affari Esteri spagnolo, e sono stati chiamati a realizzare un progetto dedicato all’Italia ed in particolare alla città che li ospita. Roma, dunque, è al centro della loro ricerca, che va dalla fotografia al cinema, dalle opere pittoriche al teatro, dalla letteratura agli oggetti di design, dall’arte figurativa alle performance, dalla storia dell’arte alle tecnologie multimediali, mettendo in mostra tutta la loro creatività.Sono già 966 i borsisti che sono stati ospitati alla Real Academia dall’anno della sua fondazione avvenuta nel 1873, un lungo percorso che ha visto l’Academia diventare una delle residenze più importanti di Spagna, sviluppando un ruolo fondamentale nella formazione di numerose generazioni di artisti e intellettuali spagnoli e ibero americani.La mostra rappresenta anche l’opportunità di visitare un complesso monumentale solitamente chiuso al pubblico, con i suoi grandi tesori nascosti, come il chiostro, i giardini, la terrazza, il salone dei ritratti e la sala da pranzo del piano nobile.Orari di apertura: Dal martedì alla domenica
dalle ore 10.00 alle ore 18.00 lunedì chiuso Ingresso libero.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione della 45 edizione della Stagione concertistica dell’A.Gi.Mus

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 gennaio 2019

Perugia Venerdì 1 febbraio, ore 11, Palazzo Gallenga, Saletta del Rettorato Palazzo Gallenga è convocata la conferenza stampa di presentazione della 45a edizione della Stagione concertistica dell’A.Gi.Mus di Perugia. All’incontro interverranno la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia, prof.ssa Giuliana Grego Bolli; Salvatore Silivestro, presidente e direttore artistico dell’A.Gi.Mus; il Vicepresidente di Agimus Giuseppe Pelli, e Stefano Ragni, docente di Musica all’Università per Stranieri di Perugia.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Undicesimo concerto della stagione di S. Cristina

Posted by fidest press agency su martedì, 27 novembre 2018

Bologna mercoledì 28 novembre 2018 alle ore 20.30 Piazzetta Morandi 1 undicesimo concerto della XI Stagione musicale 2018 di Santa Cristina. Il Maestro Modugno si esibirà in un concerto intitolato “Intorno a Rossini”, eseguendo musiche di Stefano Golinelli, Gioachino Rossini, Fryderyk Chopin, Robert Schumann e Felix Mendelssohn su un pianoforte storico Erard proveniente dalle collezioni della Fondazione Carisbo.
Per gravi ed improvvisi motivi famigliari il pianista spagnolo Eloy Orzaiz Galarza ha dovuto annullare il suo concerto (Scelta di Péchés de vieillesse, I), ci scusiamo per l’inconveniente. Resta invece confermato il concerto di mercoledì 5 dicembre 2018, a cura del pianista Davide Perniceni – Scelta di Péchés de vieillesse, II. I concerti rientrano nel Ciclo di sei concerti rossiniani tra San Colombano e Santa Cristina, nel 150º anniversario della scomparsa di Gioachino Rossini.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abu Dhabi Summer Season

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 ottobre 2018

Abu Dhabi, Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Dipartimento Cultura e Turismo – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi), il numero di hotel guest che hanno soggiornato ad Abu Dhabi ad agosto è aumentato del 10,5% rispetto allo stesso mese del 2017, con una crescita a doppia cifra nella maggior parte dei key source market.Con la popolarità dell’Emirato ulteriormente stimolata dall’Abu Dhabi Summer Season, i risultati di agosto mostrano che gli obiettivi del Dipartimento di migliorare le cifre del 2017 (quasi 5 milioni di hotel guest), sono a un ottimo punto.In totale, ben 477.606 visitatori hanno soggiornato ad agosto nei 162 hotel e apart-hotel di Abu Dhabi, con un aumento di oltre 45.000 unità rispetto all’agosto 2017. Per i primi otto mesi dell’anno, i dati mostrano che Abu Dhabi ha registrato più di 3,31 milioni di ospiti, una spinta del 5,8% sul numero totale rispetto allo scorso anno.Sua Eccellenza Saif Saeed Ghobash, Undersecretary, DCT Abu Dhabi, ha dichiarato: “L’ultimo rapporto ci conferma di essere sulla buona strada per un altro anno da record. I risultati per questi primi otto mesi del 2018 sono stati favoriti dalla popolarità della Abu Dhabi Summer Season, che si è svolta da giugno ad agosto. Il duro lavoro che stiamo facendo per promuovere l’Emirato sta raccogliendo dividendi in tutti i nostri mercati chiave. Stiamo registrando una crescita anno-su-anno quasi del 6% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il nostro impegno è ancora saldamente orientato all’obiettivo finale per il 2018: un altro record di numeri. Gli eventi ancora in arrivo contribuiranno ad alimentare l’interesse verso la destinazione: il Gran Premio di Formula 1 Etihad Airways Abu Dhabi, i nostri festival annuali che celebrano arte, cultura e food, i festeggiamenti di fine anno e il fascino crescente delle nostre ultime attrazioni, come Warner Bros. World Abu Dhabi. “Tutte e tre le regioni dell’Emirato hanno registrato un aumento anno su anno degli hotel guest in agosto: Abu Dhabi City ha guadagnato l’11,2%, la regione Al Ain ha registrato una crescita del 2,8% e la regione di Al Dhafra un aumento del 22,5%, con tassi di occupazione in crescita rispettivamente del 5,6% e 8,4%. Gli hotel guest italiani, ad agosto 2018, sono stati in totale 3.782, con una lieve flessione rispetto ad agosto 2017 (-0,47%). Il numero totale di hotel guest italiani, nei primi 8 mesi dell’anno, è pari a 37.782, con una media notti pari a 3.6.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nicolaus saluta la stagione 2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 ottobre 2018

E’ stato un risultato ancora una volta in crescita: il fatturato totale segna, infatti, un ottimo +10%. Osservando da vicino i dati si rilevano incrementi del 12% sull’Italia e del 5% per la Grecia e la Spagna che fanno prospettare una chiusura dell’anno con circa 84 milioni di euro.La positività dei risultati è stata resa possibile anche grazie agli sforzi messi in campo l’inverno scorso, con importanti investimenti in tecnologia e nel processo di digitalizzazione dell’azienda, che hanno consentito soprattutto al dipartimento vendite di sede e agli agenti sul territorio di poter monitorare meglio le performances e seguire le agenzie di viaggi con più cura e continuità. Questo ulteriore miglioramento nell’analisi dei dati e nel rapporto con le ADV ha permesso all’azienda di centrare gli obiettivi prefissati. “L’estate che si è appena conclusa si è rivelata essere una stagione particolare per tutto il mercato, che ha visto, tra gli altri fattori di discontinuità con il passato e la ripresa dei mercati del Nord Africa e per il futuro saranno quindi necessarie nuove riflessioni e valutazioni sulle destinazioni di medio raggio. Il mercato ritornerà, con molta probabilità, a essere “globale”. Ci sarà una maggiore scelta di prodotto e per emergere sarà sempre più necessario avere un’identità di prodotto chiara, che punti alla qualità con un tocco di innovazione, ma senza perdere di vista i principali fattori chiave di una vacanza apprezzata dalla clientela: cortesia, qualità dei servizi sino al dettaglio, accoglienza. Per ciò che concerne il nostro bilancio, legato al mare Italia, La Sardegna, la Sicilia e La Puglia hanno dato grandi soddisfazioni anche quest’anno e la Calabria si è confermata una destinazione importante, non solo per il traffico del centro-sud Italia, grazie ai suoi grandi e moderni resort. Basilicata e Campania si sono confermate, come ogni anno, scelte sicure per le famiglie”, commenta Gaetano Stea, Direttore Commerciale.
I numeri legati alla scorsa estate mettono in evidenza un altro dato di grande interesse che testimonia la fiducia accordata dal mercato al marchio Nicolaus: la percentuale dei repeaters ha, infatti, superato il 30%, su 150.000 clienti e oltre 1.300.000 presenze, di cui 40.000 con pacchetto volo e oltre 10.000 con pacchetti nave. Grande soddisfazione proviene anche dai feedback di post-soggiorno con un elevato tasso di alto gradimento che supera la media del 95%.
Il focus per l’estate 2019 continuerà a essere sul Mare Italia e sull’offerta per il target famiglia, che manterrà la sua centralità nell’ambito del business legato al format Nicolaus Club. L’operatore punterà ancora di più sulla ricerca inerente alla qualità nei servizi, rafforzando ulteriormente la partnership con la proprietà delle strutture. “La nuova stagione ci vedrà sicuramente impegnati in un’operazione di clean-up e selezione di prodotto, per perfezionare la nostra proposta al mercato su criteri di qualità in linea con le aspettative del cliente e con il brand Nicolaus. Saranno, infatti, operate nella stagione 2019 delle scelte di prodotto che punteranno a rafforzare e consolidare la coerenza del marchio”, conclude Roberto Pagliara, Presidente.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Apre la stagione del teatro Pegaso di Ostia con tantissime novità”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 settembre 2018

Ostia 28 settembre alle ore 18:00 il Teatro Pegaso di Ostia Viale Cardinal Ginnasi 12, aprirà il sipario a tantissime novità per questa importante stagione! Si susseguiranno sul palcoscenico Fabio Avaro, Alessandro Moser, Antonia Di Francesco, Veronica Liberale, Siddharta Prestinari e altri, affiancati da registi di grande notorietà del mondo del teatro e non solo come Luca Pizzurro, Davide Nebbia, Davide Desario, Roberto D’Alessandro.Sarà la regista, attrice, nonché direttrice del Teatro Pegaso Antonia Di Francesco a recidere il nastro con la conferenza stampa presso lo stabile del Comune di Roma, sito in viale Cardinal Ginnasi, 12 a Ostia.Aprirà la stagione lo spettacolo “C’eravamo tanto odiati” di Veronica Liberale in scena dal 18 al 21 ottobre 2018. Sarà un anno ricco di sorprese e tante anteprime, tra cui lo spettacolo “Vissi per Maria” con Siddharta Prestinari, per la regia di Roberto D’Alessandro dal 22 al 25 novembre 2018.Non mancheranno, inoltre, pièce de théâtre di un certo spessore artistico e culturale come la commedia scritta da Oscar Wilde in tre atti “L’importanza di chiamarsi Ernesto” per la regia di Antonia Di Francesco con Alessandro Moser dal 29 novembre al 9 dicembre 2018.
Dopo tre anni e a grande richiesta, dal 13 al 30 dicembre 2018, torna sul palcoscenico “O’ scarfalietto” per le regia di Antonia Di Francesco con Antonio Abet, Filippo Valastro e Fabrizio Caiazzo. Il capolavoro di Scarpetta è uno dei cavalli di battaglia della compagnia!
Dal 17 al 20 gennaio 2019 sarà in scena “Mi punge vaghezza” per la regia di Luca Pizzurro spettacolo nato dal lavoro attento di professionisti provenienti da diverse esperienze artistiche come Antonia Di Francesco e Alessandro Moser.
Dal 21 al 24 febbraio 2019, invece, irromperà sul palcoscenico del Teatro Pegaso Fabio Avaro con il suo spettacolo “Le mie storie bastarde” interpretato dallo stesso cabarettista, tratto dal libro omonimo di Davide Desario, per regalare al pubblico in sala due ore di assoluto divertimento!
Dal 7 al 10 marzo sarà la volta di “Precarie Età” di Maurizio Donadoni con Antonia di Francesco e Veronica Liberale per la regia di Alessandro Moser.
Inoltre per la gioia di molti che non sono riusciti a vederlo e per chi invece ha voglia di rivederlo, dall’11 al 14 aprile 2019, sarà in scena l’acclamatissimo spettacolo “Sarah – Le memorie di Sarah Bernhardt”, di John Murrell, conosciuto ormai per le sue repliche nei teatri più importanti della capitale, per la regia di Luca Pizzurro.La stagione si concluderà con lo spettacolo “Next Fall” di Geoffrey Nauffts dal 2 al 12 maggio 2019, già presentato al Teatro Trastevere di Roma a marzo, con Alessandro Moser e Antonia Di Francesco per la regia di Davide Nebbia.Ma le novità non finiscono di certo qui.. il teatro Pegaso di Ostia darà la possibilità a diverse compagnie emergenti di susseguirsi sul palcoscenico con spettacoli del tutto innovativi e inediti!
Altra importante notizia ogni domenica alle ore 16:00 la compagnia del Teatro Pegaso presenterà una stagione dedicata alle magiche avventure del mondo dell’infanzia, mettendo in scena degli spettacoli dedicati interamente ai bambini. Alla fine della presentazione del cartellone degli spettacoli 2018/2019 insieme agli attori, protagonisti di questa strepitosa stagione, si potrà degustare un gustosissimo buffet e brindare ad un anno da trascorrere insieme!

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

RevitArt, Festival di apertura della stagione 2018/2019

Posted by fidest press agency su martedì, 11 settembre 2018

Roma mercoledì 12 settembre p.v. alle ore 19.30 presso la Galleria del Palazzo Falconieri (Via Giulia, 1) dell’Accademia d’Ungheria in Roma la mostra RevitArt della Colonia internazionale degli artisti di Cered in collaborazione con l’Associazione Culturale SalGrotta di Capena. Cered è un villaggio ungherese di 1105 abitanti, sito nella parte nord-orientale della contea di Nógrád, vicino al confine slovacco, nella valle del fiume Tarna. I suoi abitanti svolgono delle attività prevalentemente agricole e di selvicoltura. La colonia internazionale di artisti contemporanei di Cered, fondata nel 1996 da artisti ed appassionati d’arte, è una scena artistica/residenza artistica con orientamento prettamente internazionale, inteso a preservare le tradizioni della classica colonia artistica, promuovere gli artisti, confrontare l’arte figurativa contemporanea ungherese con quella straniera, fare conoscere a largo spettro l’arte figurativa ungherese. http://www.artcolonycered.com. La mostra, curata da Pál Németh, presenterà le opere di ben 25 artisti provenienti da varie parti d’Europa. e accoglierà il pubblico fino al 10 novembre p.v.
Nel corso del vernissage, verranno inoltre firmati e consegnati sia l’accordo di gemellaggio tra le due città interessate – Cered e Capena – sia l’accordo di collaborazione in presenza dei sindaci delle rispettive città, Dr. Roberto Barbetti e László Dániel nonché dei presidenti delle rispettive colonie artistiche, Fernando Urbani e Csaba Fürjesi.
La serata si concluderà alle ore 20.30 con il concerto di world music/etno –jazz del trio ungherese Cirkusz- Ká.
Il Festival venerdì 14 settembre p.v. alle ore 19. 00 a Capena, Piazza del Popolo, proseguirà con un Incontro d’arte, nel corso del quale si terrà lo svelamento dell’opera monumentale di Ervin Hervé – Lóránth. In seguito il pubblico interessato potrà assistere ad una degustazione enogastronomica ungherese seguita dal concerto di due noti gruppi musicali ungheresi tra cui il Köles Eliza Group ed il Cirkusz –ká.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Funghi: come riconoscerli?

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 agosto 2018

Stiamo entrando nel periodo di maggior raccolta dei funghi. Questa attività, che si associa al piacere del contatto con la natura e delle passeggiate nei boschi, richiede di osservare alcune regole per la sicurezza. Una conoscenza inesatta delle caratteristiche dei funghi può essere causa di intossicazioni anche molto gravi. Si riportano alcune semplici regole che possono evitare spiacevoli inconvenienti legati al consumo di questo delicato alimento:
1. I funghi riconosciuti commestibili devono essere conservati in contenitori rigidi e aerati e in luogo fresco.
2. Non devono essere utilizzati per il consumo: gli esemplari troppo vecchi, intrisi di acqua per la pioggia o congelati per la bassa temperatura; i funghi in cui è evidente la presenza di larve, parassiti o segni di alterazione; i gambi che si presentano particolarmente tenaci e fibrosi.
3. Il consumo e le operazioni di conservazione devono avvenire nel più breve tempo possibile. Se non sono cotti lo stesso giorno della raccolta è consigliabile pulirli senza lavarli e riporli in frigo con gambo rivolto verso l’alto. Il tempo di conservazione deve essere breve.
4. I funghi devono essere lavati interi, in acqua fredda e asciugati prima di essere affettati e cucinati.
5. Tutti i funghi freschi, tranne rarissimi casi, devono essere consumati previa adeguata cottura.
6. Consumare crude le pochissime specie consigliabili e in piccole quantità solo se perfetta-mente conservate, freschissime e giovani.
7. Talune specie prima di essere cotte hanno bisogno di una prebollitura. L’acqua della bollitura deve essere gettata.
8. I funghi vanno utilizzati in piccole quantità.
9. Si sconsiglia di consumare funghi alle donne in gravidanza o in allattamento, ai bambini (per la difficile digeribilità), agli anziani debilitati, alle persone con particolari intolleranze o disturbi gastro-intestinali, epatici e renali.
10. Consumare funghi in quantità ragionevoli senza eccedere nell’uso di grassi per condimento (pasti abbondanti e ripetuti sono l’anticamera delle indigestioni). (Redazione Fidest)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stagione dei concerti della IUC

Posted by fidest press agency su domenica, 20 maggio 2018

Roma martedì 22 maggio alle 20.30 con una serata straordinaria fuori abbonamento all’Aula Magna dell’Università “Sapienza” si chiude la stagione di concerti della IUC: ne sarà protagonista Peppe Barra, insieme ai cinque straordinari musicisti che da tanti anni collaborano con lui.
In questo concerto-spettacolo Peppe Barra propone il suo nuovo disco “E Cammina Cammina”, una sintesi del suo cammino artistico, iniziato più di cinquant’anni fa, in cui mescola assieme canzoni vecchie e nuove in un crescendo di emozioni e di musica. Da “Shit Struck Street Blues”, ovvero l’Idillio e’merda del poeta Ferdinando Russo, magistralmente trasformata in un blues a dimostrazione che non esistono confini tra le varie contaminazioni culturali, agli autori del passato come Raffaele Viviani (“O Malamente”), Salvatore di Giacomo (“Munastero”), Pisano-Rendine (“La Pansè”) per arrivare all’omaggio a Eduardo De Filippo (“Uocchie c’arraggiunate”) fino alla reinterpretazione dei brani di autori contemporanei, come in “Vasame” di Enzo Gragnianiello e “Cammina, cammina” di Pino Daniele.
Alle canzoni si alternano i testi recitati di “Tiempo”, in cui la creatività artistica del cantante e attore napoletano trova il picco più alto, in questo eterno cammino di musica e poesia. Protagonista dello spettacolo è come sempre la versatilità interpretativa di Barra, espressione di una napoletanità dal sapore antico e dalle sonorità contemporanee. Le sue canzoni sono intrise di magia e di folclore, racchiudendo in maniera impareggiabile l’intero patrimonio culturale partenopeo.
Voce e dialetto sono i principali strumenti di lavoro di Peppe Barra. La sua voce gli consente di raggiungere in scena risultati mirabili. Personaggio sempre autentico, nella vita e sulla scena, artista puro, custode indiscusso della nostra tradizione popolare. Poliedrico e appassionato della vita, prima ancora che dell’arte, estro geniale in grado di trasmettere al suo pubblico un magma incandescente di emozioni, dalla risata più sonora alla commozione più autentica.Suoi prezioso collaboratori sono Paolo Del Vecchio (chitarra e mandolino), Luca Urciuolo (pianoforte e fisarmonica), Ivan Lacagnina (percussioni), Sasà Pelosi (basso) e Giorgio Mellone (violoncello).BIGLIETTI:Interi: da 15 euro a 25 euro, più prevendita Giovani: under 30: 8 euro; under 18: 5 euro http://www.concertiiuc.it

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il 24 Aprile uscirà l’ottavo episodio della seconda stagione di Kahbum

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 aprile 2018

Questa volta le tipiche “regole” che conosciamo tutti: 2 musicisti, 90 minuti, 1 titolo saranno arricchite da un nuovo elemento di sana follia.I protagonisti della prossima puntata saranno Massimo de Vita: Blindur, e Monique “HoneyBird” Mizrahi. E’ spettato a loro il compito di far nascere una nuova canzone mixando e facendo interagire le tendenze folk alternative e post rock del cantautore non vedente campano con quelle pop sperimentali della cantautrice e cantante italo-americana. Il risultato, ve ne renderete conto, è davvero notevole e rasenta ancora una volta quella piacevole follia di cui si parlava prima.Il progetto Kahbum si fonda, oltre che sull’estrema passione del suo pubblico, anche sulla disponibilità dei tanti artisti che scelgono di mettersi in gioco e di cimentarsi con cose mai fatte prima. Di questo i ragazzi di Kahbum sono estremamente fieri poiché, insieme ai musicisti e alle tante persone che amano la musica, sono riusciti a confezionare un prodotto del tutto inedito e che, almeno in senso letterale, è certamente rivoluzionario.
Blindur è un duo nato nella primavera del 2014 da Massimo De Vita, cantautore, polistrumentista e produttore e Michelangelo Bencivenga, polistrumentista. Il spund del duo s’ispira alle atmosfere del folk e del post rock. Nel 2016 Blindur è tra le 10 band rivelazioni dell’anno del circuito Keepon; il disco dell’esordio “blindur” è tra i cinque migliori dischi nella categoria opera prima per il premio tenco.
Monique Mizrahi a / k / a Honeybird è un polistrumentista, cantautore e attivista LGBT, specializzato nel charango, un liuto sudamericano a 10 corde, uno strumento raro da ascoltare a nord del confine. Ha eseguito la sua musica originale in diversi contesti, dalla Casa Bianca di Obama ai festival in tutta Europa, tra cui numerosi tour nella sua seconda casa in cui ha trascorso 15 anni: l’Italia.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ticino Musica: i primi eventi della nuova stagione

Posted by fidest press agency su sabato, 17 marzo 2018

Lugano. Il 25 (ore 15.30-20.00) e il 26 marzo (ore 12.00-14.00) si svolgeranno, nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana (via Soldino 9), le fasi finali delle audizioni – aperte al pubblico e ad ingresso libero e gratuito – dei cantanti per la produzione 2018 dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”: “L’italiana in Algeri” di Gioachino Rossini. I candidati si esibiranno, accompagnati dal pianoforte, nell’interpretazione di arie tratte dal repertorio rossiniano.
L’Opera Studio internazionale “Silvio Varviso” rappresenta a tutt’oggi l’unica produzione operistica che nasce e si sviluppa interamente nella Svizzera italiana.La giuria, composta da Umberto Finazzi (direttore musicale dell’Opera studio), Marco Gandini (regista dell’Opera studio) e Gabor Meszaros (direttore artistico di Ticino Musica), avrà il compito di selezionare il doppio cast che proprio nel 150° anniversario della morte del grande compositore pesarese avrà l’onere e l’onore di celebrarne il genio attraverso le 5 recite in programma sul territorio ticinese nel corso del Festival Ticino Musica.I vincitori delle audizioni saranno infatti innanzitutto i protagonisti di un concerto di gala che li introdurrà al pubblico in una sorta di speciale “anteprima” il 29 aprile 2018 nella Hall del LAC.
La tappa successiva sarà il 18 giugno, data di inizio del periodo di prove che avranno luogo a Mendrisio (Oratorio S. Maria) e saranno anch’esse aperte al pubblico.La première de “L’italiana in Algeri” avrà poi luogo il 18 luglio alle 20.00 nell’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana e sarà l’evento inaugurale di Ticino Musica 2018, seguito da altre 4 repliche sul territorio.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mantenersi in forma durante la stagione invernale

Posted by fidest press agency su domenica, 14 gennaio 2018

alimentareDurante la stagione invernale il nostro corpo è messo a dura prova dalle basse temperature e dai ritmi frenetici: per aiutarci a rimanere in forma, le verdure giocano un ruolo fondamentale all’interno della piramide alimentare. Composte per l’85% da acqua, sono ricche di proteine e minerali e contengono pochissimi grassi. Per questo motivo mangiarne due porzioni al giorno, circa 200 grammi, può aiutare a mantenere il corpo ben idratato. Cotta o cruda può dunque portare benefici e aiutare a depurare l’organismo: cruda infatti contiene più fibre e nutrienti e, se cucinata, non andrebbe cotta troppo per evitare di disperderne sostanze nutritive e vitamine. Ogni stagione ha però la sua verdura: in inverno broccoli, carciofi, cavoli e verze danno un tocco di colore alla tavola e aiutano a mantenersi in forma. Mangiare poca verdura al contrario può causare carenze di vitamine C, A, PP e minerali come il magnesio, il potassio e il ferro. Inoltre la fibra alimentare contenuta al suo interno facilita il senso di sazietà ed è un valido aiuto quotidiano.
L’iniziativa è frutto di un’inedita alleanza unica nel suo genere in Italia, perché unisce il settore alimentare, il mondo delle cooperative di consumatori e quello delle fondazioni no profit, tra Barilla, Coop Italia, Danone, Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone.
Il percorso di “ViviSmart”, mese dopo mese, si basa su una sorta di manuale virtuale sulle sane abitudini, che può aiutare nelle scelte più indicate per una corretta alimentazione.
All’interno dei punti vendita scelti nella prima fase del programma, infatti, verranno posizionate vere e proprie “stazioni” informative: il programma prevede una sorta di “onda” regolare di informazione, che in questa terza fase sarà dedicata proprio alla verdura.È possibile inoltre partecipare al concorso “ViviSmart”, con in palio tantissimi premi, scattando una foto smart con la verdura e registrarsi sul sito http://www.progettovivismart.it e scaricare la App dedicata al programma, per avere a disposizione anche sul proprio smartphone tutte le informazioni, gli approfondimenti, le notizie, i consigli dei nutrizionisti e i punti vendita che aderiscono all’iniziativa.“ViviSmart” propone un modello innovativo di approccio multifattoriale alla problematica degli stili di vita non corretti che si rivolge simultaneamente e in contesti diversi ma con messaggi univoci, semplici e coinvolgenti alle famiglie delle città selezionate, ai punti vendita, alle scuole, ai medici di medicina generale – individuati per l’importante ruolo rivestito in questo ambito. Tramite le nuove tecnologie, la piattaforma http://www.progettovivismart.it e l’hashtag #abcdpervivismart, il progetto, le cui attività nei punti vendita e online sono partite lo scorso 30 settembre, mira ad avviare un percorso di sensibilizzazione dell’intera famiglia sulle sane abitudini della dieta mediterranea, aumentando il grado di consapevolezza in tema di alimentazione equilibrata, partendo da quattro città coinvolte: Milano, Genova, Parma e Bari. Il Progetto Pilota realizzato su 100 famiglie, da settembre 2017 a maggio 2018, con il coinvolgimento della S.I.M.G. (Società Italiana di Medicina Generale), ha l’obiettivo di sviluppare un pionieristico modello di intervento che, attraverso strumenti mirati e counseling, ha l’obiettivo di stimolare e favorire il cambiamento dello stile di vita di un gruppo di famiglie con almeno un bambino di età compresa tra i 6 e i 10 anni e con problemi di sovrappeso in almeno uno dei componenti del nucleo. I progressi saranno monitorati e valutati attraverso parametri predefiniti, da cui deriveranno preziose informazioni scientifiche.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gruppo Air France-KLM: novità dall’Italia per la stagione estiva 2018

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 dicembre 2017

air france aereo JoonAir France inaugurerà una nuova rotta, da Catania a Parigi: dal prossimo 27 marzo la compagnia aerea francese collegherà l’aeroporto Fontanarossa a Charles de Gaulle tre volte alla settimana, il martedì, il giovedì e il sabato. I nuovi voli si aggiungeranno a quelli del sabato e della domenica di KLM per Amsterdam, permettendo ai passeggeri in partenza da Catania di approfittare di comode coincidenze, entro le due ore di transito all’aeroporto di Parigi o Amsterdam, verso più di 100 destinazioni in Europa e 14 nel mondo.
Orario voli Air France da Catania:
Parigi CDG (13h30) – Catania (16h05) martedì, giovedì e sabato
Catania (16h50) – Parigi CDG (19h35) martedì, giovedì e sabato
Orario voli KLM da Catania:
Amsterdam (12h40) – Catania (15h30) sabato e domenica
Catania (16h20) – Amsterdam (19h25) sabato e domenica
L’apertura di questa nuova destinazione Air France è anche l’occasione per lanciare una promozione a 39 euro a tratta per tutti i passeggeri che acquisteranno un biglietto entro l’11 dicembre. Una bella idea per un regalo di Natale!
La seconda novità riguarda KLM che aumenta il numero di frequenze tra Bologna ed Amsterdam, passando da 3 a 4 voli quotidiani. Inoltre, come nell’estate 2017, continuerà ad operare da Cagliari per tutta la stagione estiva 2018 con una frequenza settimanale in più, la domenica, da aprile ad ottobre.
Per Air France la crescita della capacità offerta sul mercato italiano sarà pari al 10%, con un incremento del 15% da Milano e del 27% da Genova.
L`altra grande novità per l’Italia riguarda i collegamenti da Roma Fiumicino e da Napoli per Parigi che, a partire dal 24 marzo prossimo, saranno operati da Joon, nuovo brand Air France. Joon è l’esperienza di viaggio di ultima generazione firmata Air France, è una compagnia aerea che rompe con la tradizione e s’ispira alle nuove aspettative dei viaggiatori. Joon offrirà un servizio del tutto in linea con Air France e nuovi plus come YouJoon: un servizio che consente ai passeggeri di accedere, in volo, ai contenuti in streaming attraverso lo smartphone, il tablet o il computer portatile. Una volta a bordo, sarà possibile collegarsi direttamente al portale di accesso Joon e scegliere tra un ampio catalogo di serie TV, cartoni animati, Web TV e programmi per bambini. Sui voli Joon di medio raggio vi sarà un’offerta catering gratuita nelle cabine Business e una nuova opzione a pagamento in classe Economy: sarà possibile sorseggiare un drink accompagnato da qualche stuzzichino, gustare un succo di frutta energizzante e ricco di vitamine o uno snack. Inoltre, in ogni momento della giornata sarà servita una ricca selezione di bevande gratuite: acqua, succo d’arancia, caffè Segafredo e tè di produzione biologica.E naturalmente su tutti i voli Joon i Soci Flying Blue potranno guadagnare e spendere le proprie Miglia.La crescita dei posti offerti da Roma e Napoli, grazie a Joon, è accompagnata da una promozione tariffaria: 39 euro a tratta, da acquistare entro l’11 Dicembre. (foto: air france aereo Joon)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stagione concertistica di Roma Sinfonietta

Posted by fidest press agency su sabato, 2 dicembre 2017

Dindo Cattarossi1Roma Mercoledì 6 dicembre alle 18 Enrico Dindo sarà ospite insieme alla pianista Monica Cattarossi della stagione concertistica di Roma Sinfonietta presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” (Auditorium “Ennio Morricone”, Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1).
Dindo nel 1997 conquista il Primo Premio al Concorso “Rostropovich” di Parigi e da quel momento inizia ad esibirsi con le più prestigiose orchestre del mondo come BBC Philharmonic, Orchestre Nationale de France, Filarmonica della Scala, Filarmonica di San Pietroburgo, London Philharmonic Orchestra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo e Chicago Symphony, al fianco dei più importanti direttori, tra cui Riccardo Muti, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Daniele Gatti, Valery Gergiev, Yuri Temirkanov e lo stesso Mstislav Rostropovich. È anche direttore d’orchestra, fondatore e direttore stabile dell’Orchestra da camera “I Solisti di Pavia” e direttore musicale della Dindo CattarossiCroatian Radiotelevision Symphony Orchestra di Zagabria. La Fondazione Pro Canale gli ha concesso in uso un violoncello Pietro Giacomo Rogeri del 1717, appartenuto a Giovanni Benedetto Platti, uno dei più grandi violoncellisti di ogni tempo. È docente di violoncello presso il Conservatorio della Svizzera Italiana e Accademico di Santa Cecilia. Incide per Decca e Chandos.Dindo suona in duo con la pianista Monica Cattarossi, che è invitata come solista da varie orchestre europee, suona regolarmente presso importanti associazioni concertistiche internazionali e prestigiosi festival e insegna al Mozarteum di Salisburgo.Il concerto si avvia con le Sette Variazioni su “Il flauto magico”, composte dal giovane Ludwig van Beethoven sul tema dell’ultima opera di Mozart, precisamente sul duetto “Bei Männern” tra Pamina e Papageno. Segue la monumentale Sonata n. 2 in fa maggiore op. 99 di Johannes Brahms, che ottiene una completa integrazione tra i due strumenti ed è indubbiamente la più importante sonata per questo duo strumentale dopo quelle scritte oltre mezzo secolo prima da Beethoven. La seconda parte del concerto è dedicata a due grandi compositori del Novecento. La Sonata per violoncello e pianoforte di Claude Debussy fu scritta di getto nel 1915 ed ha la grazie e la felicità delle opere nate spontaneamente e dalla cui stesura è assente ogni apparente sforzo creativo. Infine la Sonata op. 119 di Sergei Prokofev, frutto della felice collaborazione fra un compositore giunto al culmine della fama e prossimo al termine della propria vita e un giovane, straordinario violoncellista in fulminea ascesa, Mstislav Rostropovich. Eseguita a Mosca nel 1950 da Rostropovich al violoncello e dall’autore stesso al pianoforte, entrò ben presto nel repertorio dei maggiori violoncellisti. (foto: Dindo Cattarossi)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La stagione del raccolto offre una scarsa tregua alla crisi alimentare in Sud Sudan

Posted by fidest press agency su martedì, 7 novembre 2017

africa10La stagione dei raccolti in corso in Sud Sudan non porrà fine alla fame poiché il conflitto persiste nella maggior parte del paese e l’iperinflazione mette il cibo fuori dalla portata di molti, è quanto afferma l’ultimo aggiornamento dell’ Integrated Food Security Phase Classification (IPC) (il Quadro integrato di classificazione della sicurezza alimentare, N.d.T.), pubblicato oggi dal governo del Sud Sudan, dalla FAO, dall’UNICEF, dal WFP e da altri partner umanitari.Il numero di persone che soffrono di grave insicurezza alimentare in tutto il paese è probabile che scenderà a 4,8 milioni tra ottobre e dicembre, rispetto ai sei milioni di giugno. Tuttavia, questi 4,8 milioni di persone sono 1,4 milioni in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e gran parte di questa crescita è stata nella categoria Emergenza (stadio 4 su 5 dell’IPC).
“La stagione dei raccolti non ha portato molto sollievo ai milioni di persone del Sud Sudan che non hanno abbastanza cibo”, ha dichiarato Serge Tissot, Rappresentante della FAO in Sud Sudan.
“La cintura verde del paese è stata devastata dai combattimenti, e la ricerca di una soluzione pacifica a questa tragedia provocata dall’uomo dovrebbe essere la priorità assoluta o la situazione non potrà che peggiorare l’anno prossimo”.Si prevede che la situazione della sicurezza alimentare si deteriorerà all’inizio del 2018 e la “stagione della fame” – quando in genere le famiglie esauriscono il cibo prima del raccolto successivo – inizierà tre mesi prima del solito. Molte persone hanno pochi mezzi per far fronte alla pressione della stagione magra e la situazione diventerà sempre più critica.”Una forte risposta umanitaria ha aiutato quest’anno a fermare la carestia in alcune parti del paese. Ma anche nell’attuale periodo di raccolti, milioni di persone hanno bisogno di una prolungata assistenza per sopravvivere “, ha dichiarato Adnan Khan, Rappresentante del WFP nel Sud Sudan. “È spaventoso vedere che, nello scenario peggiore, condizioni simili potrebbero verificarsi in più zone nel corso della stagione di magra del 2018”.I gruppi che hanno condotto le analisi hanno identificato due province, Wau e Ayod, dove un totale di 25.000 persone stanno affrontando condizioni catastrofiche secondo la scala IPC. Desta maggiore preoccupazione la zona di Greater Baggari, una sottoarea dell’ex Wau, dove almeno il 10% della popolazione si trova ad affrontare condizioni di carestia, perché i disordini hanno fortemente limitato tutte le attività di sostentamento e l’assistenza umanitaria.C’è urgente bisogno di un corridoio umanitario da Wau a Greater Baggari per consentire alle agenzie di fornire un’assistenza completa.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La società dei diritti esiste ancora?

Posted by fidest press agency su domenica, 5 novembre 2017

01 Aldo Moro, 2010, acrilico su tela, cm. 60x50La seconda metà dello scorso secolo ha maturato in Italia un tempo pieno di tensioni ma anche provvido di successi sul piano dei diritti dei lavoratori e sull’evoluzione dei costumi. Un po’ meno, purtroppo, sul piano culturale e politico. I primi scricchiolii furono avvertiti da politici del taglio di Fanfani, Moro, Berlinguer quando posero in rilievo la questione morale e il rischio della degenerazione della corruzione e del malaffare a partire dagli appartenenti ai partiti, all’associazionismo e al mondo degli affari. Vi concorse, probabilmente, la congiuntura internazionale che intese allentare le maglie dei controlli e delle censure dovendo reggere da una parte e dall’altra l’urto dei due blocchi contrapposti: Urss e capitalismo occidentale. Il dopo è storia dei nostri giorni. I governi che da allora si sono succeduti non hanno saputo porre mano alla creazione di un sistema di contenimento del rilassamento dei costumi preferendo gestire l’esistente e concorrendo persino ad aggravare la stagione dei corrotti, corruttori e corrompibili dando loro l’impressione di essere immuni ai rigori della legge e di avere l’opportunità di prendersi beffa dell’opinione pubblica rallentando i suoi rigori morali. Così accade che se colti sul fatto ci sarebbe stata sempre la salvifica prescrizione favorita dalla cronica lentezza dell’iter giudiziario scremato su tre livelli di pareri. Così stanno cadendo uno dopo l’altro i valori della coesione sociale, di una società egualitaria, del rispetto per la legalità, della tutela dei ceti più deboli e dei comportamenti virtuosi. A questo punto non si può governare un paese perché mancano le certezze sul piano delle garanzie individuali e collettive e le stesse istituzioni hanno perso il rispetto che ad esse è dovuto per l’incapacità di chi le gestisce di farsene un garante in obiettività e fermezza e, soprattutto, nel tenersi al di sopra degli interessi di parte. E qui non è in gioco solo la stagione dei diritti ma la stessa democrazia. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bach e Vivaldi inaugurano stagione Univ. Tor Vergata

Posted by fidest press agency su martedì, 17 ottobre 2017

tor vergataRoma Mercoledì 18 ottobre 2017 alle 18.00 presso l’Auditorium “Ennio Morricone” (Macroarea di Lettere e Filosofia, via Columbia 1) la stagione di concerti dell’Università di Roma Tor Vergata, realizzata dall’Associazione Roma Sinfonietta con la direzione artistica del Maestro Luigi Lanzillotta, si inaugura con un concerto dedicato a Johann Sebastian Bach e Antonio Vivaldi. Ne sono protagonisti tre prestigiosi solisti – il violinista e maestro concertatore Marco Serino, il violoncellista Luca Pincini e l’oboista Luca Vignali – e l’Orchestra Roma Sinfonietta. Bach e Vivaldi, i due più grandi compositori della prima metà del Settecento e tra i più grandi di ogni epoca, sono accomunati dal destino di essere stati totalmente dimenticati subito dopo la loro morte. Ma se Vivaldi ignorò totalmente la musica e l’esistenza stessa del suo grande contemporaneo tedesco, Bach conobbe molto bene e ammirò grandemente la musica di Vivaldi, come testimoniano le sue numerose trascrizioni di musiche del compositore veneziano per strumenti solisti e per organici di diversa natura. Questo concerto riunisce dopo tre secoli i due compositori, alternando Concerti dell’uno e dell’altro. Se di Vivaldi rimangono centinaia di Concerti, sono relativamente pochi quelli di Bach giunti fino a noi. Marco Serino, sulla base di antichi manoscritti conservati a Berlino, è riuscito a ricostruirne uno per violino, oboe e archi, che era sopravvissuto solamente in una successiva rielaborazione per due clavicembali. Questa sua ricostruzione sarà eseguita insieme ad altri cinque Concerti dei due musicisti. I tre strumentisti ospiti sono alcuni dei migliori virtuosi italiani dei rispettivi strumenti, con un ricco curriculum internazionale come solisti, membri di formazioni cameristiche e prime parti di prestigiose orchestre. Marco Serino è il primo violino del Quartetto Bernini e del celebre complesso I Musici, con i quali svolge attività concertistica in tutto il mondo. Collabora con altri famosi solisti quali Giuliano Carmignola, Mario Brunello e Giovanni Sollima e, come violino di spalla, con l’Accademia Nazionale di S. Cecilia, la Kammerorchester di Zurigo e altre prestigiose orchestre; incide per importanti case discografiche quali Decca, Tactus e altre. Luca Pincini è stato primo violoncello solista dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, del Teatro La Fenice di Venezia, dell’Orchestra di Roma e del Lazio, del Teatro dell’Opera di Roma e membro di importanti formazioni cameristiche. Ha effettuato tournée in Italia, Svizzera, Germania, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Finlandia, Repubblica Ceca, Danimarca, Russia, Egitto, America Latina, Usa e Giappone. Luca Vignali ha vinto il primo premio al prestigioso concorso internazionale di Martigny e il Premio “Franco Alfano” a Sanremo Classica. Ha suonato con i mitici Berliner Philharmoniker sotto la direzione di Karajan e altri grandi direttori come Maazel, Ozawa e Barenboim ed è primo oboe dell’Orchestra dell’Opera di Roma. Ha suonato come solista con le maggiori orchestre italiane e viene regolarmente invitato dai più importanti festival, come Festival dei 2 Mondi di Spoleto, Festival delle Nazioni, Settimane Internazionali di Stresa e Accademia Chigiana di Siena. (foto: marco serino, luca vignali, luca pincini)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settantatreesima stagione della IUC

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 ottobre 2017

Anna Caterina AntonacciAntonacciRoma Sabato 14 ottobre alle 17.30 s’inaugura la settantatreesima stagione della IUC nella prestigiosa sede dell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma. Quest’importante appuntamento è dedicato alla musica del Seicento e ne è protagonista il soprano Anna Caterina Antonacci, una star internazionale suo malgrado – si potrebbe dire – perché “si dedica interamente alla musica, non a recitare la parte della prima donna”, come ha affermato un suo grande ammiratore, Riccardo Muti. La sua fortissima personalità d’interprete la spinge a crearsi un repertorio raro e raffinato, ma di grande impatto drammatico, di cui offre un esempio perfetto questo suo concerto. Con lei sarà Accademia degli Astrusi diretta da Federico Ferri, un ensemble strumentale con cui collabora spesso.La Antonacci canta nei principali teatri internazionali, dalla Scala di Milano all’Opéra di Parigi, dal Covent Garden di Londra a Monaco di Baviera, Amburgo, Bruxelles, Barcellona, San Francisco, New York. A Roma si è esibita sia all’Opera che all’Accademia di Santa Cecilia, ma ha riservato alla IUC le sue apparizioni più recenti.In questo concerto interpreterà tutti e tre i ruoli del Combattimento di Tancredi e Clorinda, capolavoro di Claudio Monteverdi, realizzando un vero tour de force non solo vocale ma anche emotivo, per la difficoltà di passare continuamente da un personaggio all’altro. Questo madrigale in “stile rappresentativo”, che evoca Accademia degli Astrusiun’azione drammatica senza però richiedere una vera e propria rappresentazione teatrale, mette in musica uno degli episodi più celebri della “Gerusalemme liberata”.
Un altro personaggio del poema di Torquato Tasso, la maga Armida, è la protagonista dell’omonima tragédie lyrique di Jean Baptiste Lully: lo stile nobilmente declamatorio di questa musica darà modo alla Antonacci di far valere le doti di grande tragédienne per cui è ammirata in Francia, ma che gli italiani ancora non conoscono, perché non ha cantato Lully in Italia prima d’ora.
Il concerto è dedicato non solo alla Gerusalemme terrena del Tasso ma anche a quella celeste della Bibbia: saranno infatti presentate in prima esecuzione moderna due Lamentazioni per la Settimana Santa di Giovanni Paolo Colonna, che fu stimatissimo maestro di cappella a San Petronio di Bologna, uno dei principali centri musicali dell’epoca.Completano il programma musiche strumentali di raro ascolto di Arcangelo Corelli (una vera gemma è la Sinfonia da lui scritta per l’oratorio S. Beatrice d’Este del compositore romano Giovan Battista Lulier) e Heinrich Ignaz Franz Biber, nell’esecuzione di Federico Ferri e dell’Accademia degli Astrusi. (foto: Anna Caterina Antonacci, Accademia degli Astrusi)

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I.S.R. racing chiude la stagione con uno strepitoso recupero a Barcellona

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 ottobre 2017

racingBarcellona Si è chiuso con un ottavo posto che vale una vittoria il weekend appena trascorso per I.S.R. racing, impegnata sul circuito di Barcellona per l’ultimo appuntamento stagionale della Blancpain GT Series Endurance Cup 2017. Grazie ad una gara particolarmente entusiasmante, l’equipaggio del team ceco ha infatti recuperato ben trenta posizioni.Per il gran finale di stagione, l’Audi R8 LMS n.75 si è presentata al Montmelò con una livrea e una line-up leggermente rinnovate. Al volante si sono infatti alternati Kevin Ceccon (ITA), al debutto con I.S.R. racing nella Endurance Cup, Filip Salaquarda (CZ) e Frank Stippler (GER).Il weekend ha visto l’equipaggio I.S.R. racing in evidenza già nelle prove libere, con il nono posto nella prima sessione a poco più di sei decimi dalla vetta. La pioggia si è poi resa protagonista sia nelle Pre Qualifiche del venerdì che, soprattutto, nelle qualifiche di sabato. Dopo un temporale nelle prime ore del mattino, i piloti si sono giocati la pole position su una pista umida ed insidiosa che ha tratto in inganno molti dei protagonisti. L’equipaggio I.S.R. racing non ha ottimizzato la prestazione, colpa di un set di gomme che sembra non aver reso come ci si sarebbe aspettato e ha chiuso al trentottesimo posto in 1’48.366.Emozionante la gara, corsa sotto un cielo nuvoloso, ma con pista asciutta. Stippler ha preso il via e ha portato a termine un grande stint, recuperando posizioni racing1con precisione chirurgica nelle caotiche bagarre al centro del gruppo. Dopo il pit stop, Ceccon ha proseguito la progressione con grande determinazione dimostrando grande freddezza e un ottimo feeling con la vettura che gli ha permesso di girare costantemente con il passo dei migliori. Nell’ultimo stint, Salaquarda ha concretizzato una prestazione sensazionale che, dopo ben trenta posizioni recuperate, ha consentito all’equipaggio I.S.R. racing di chiudere all’ottavo posto assoluto una gara piena di emozioni.Igor Salaquarda (I.S.R. racing, Team Principal): “Siamo decisamente soddisfatti di come si sono evolute le cose oggi. Dopo le qualifiche monlto sofferte, per le quali stiamo ancora investigando le cause, un risultato nella top ten sembrava pura utopia, ma Kevin, Filip e Frank hanno disputato una gara straordinaria supportati da tutto il team che li ha messi in condizione di esprimere al massimo il potenziale della vettura. È un risultato che ci ripaga del lavoro che abbiamo fatto quest’anno, in una stagione dove non siamo sempre stati aiutati dagli episodi e dove avremmo meritato di raccogliere qualcosa in più. Adesso ci godiamo il momento, i programmi per la prossima stagione e per il futuro di I.S.R. racing inizieremo a farli nei prossimi giorni”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Boldini: La Stagione della Falconiera

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 settembre 2017

boldiniPistoia, Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi 9 settembre 2017 – 6 gennaio 2018 sarà allestita la mostra GIOVANNI BOLDINI. La Stagione della Falconiera. L’esposizione, voluta dalla banca del Gruppo Intesa Sanpaolo come evento culturale di spicco tra quelli attivati nel corso del 2017, è stata curata da Francesca Dini con la collaborazione di Andrea Baldinotti e Vincenzo Farinella e rappresenta una delle esposizioni più importanti dell’anno programmate dal Museo ed una delle più interessanti nel cartellone delle iniziative di Pistoia Capitale. Il titolo della mostra prende ispirazione da un ciclo di pitture murali a tempera che Giovanni Boldini ha eseguito durante il suo periodo toscano, sul finire degli anni sessanta dell’Ottocento, presso la Villa La Falconiera, che apparteneva allora alla mecenate inglese Isabella Falconer.
Il ciclo di pitture murali oggi è interamente custodito all’interno dei Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi. La riscoperta delle pitture si deve a Emilia Cardona Boldini, giovane vedova nonché prima biografa del maestro. Alla fine degli anni Trenta del Novecento, la Cardona vagava per la Toscana per ritrovare un ciclo di pitture murali al quale Giovanni Boldini aveva lavorato in epoca giovanile, in una città di cui il ferrarese non ricordava il nome, ma che iniziava sicuramente con la lettera “P”. Emilia giunse, sulla scia di vaghe voci raccolte strada facendo, a Villa La Falconiera e dopo averla ispezionata, in procinto di andarsene venne attratta da una rimessa di attrezzi agricoli che altro non era che l’antica, ormai irriconoscibile, sala da pranzo della mecenate inglese Isabella Falconer, proprietaria della dimora negli anni Sessanta dell’Ottocento e interamente decorata dal giovane Boldini all’età di 25 anni. La vedova decise di acquistare la proprietà nel 1938 e a seguire vi trasferì da Parigi tutte le cose appartenute a Boldini, dalle suppellettili ai dipinti, ivi stabilendo la propria dimora. La conoscenza di questo importante ciclo pittorico è stata tuttavia graduale, solo dopo il distacco dai muri della villa (1974), il restauro e la collocazione nel Palazzo dei Vescovi a Pistoia è divenuto oggetto di studi ma è tuttora poco conosciuto al grande pubblico.
Del periodo macchiaiolo del Boldini saranno in esposizione sedici capolavori realizzati durante gli anni toscani (1864-1871), provenienti da collezioni private e da pubblici musei. Tra questi la Marina (1870) custodita a Milano, che ha una trasposizione a tempera in una scena nel ciclo della Falconiera; i ritratti di Telemaco Signorini (1870) e di Cristiano Banti (1866), custoditi presso la Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti a Firenze, artisti, legatissimi al Boldini, tanto da averlo sostenuto e promosso non solo durante il suo soggiorno toscano; l’innovativo, per posa e colori, Giovane paggio che gioca con un levriero 1869; il raffinato ritratto di Alaide Banti in abito bianco (1866) e il superbo ritratto del Generale Spagnolo, eseguito durante l’inverno trascorso in Costa Azzurra con la signora Falconer, tra novembre 1867 e marzo 1868 e considerato il capolavoro che ha proiettato il giovane Boldini nell’emisfero dei più grandi ritrattisti di tutti i tempi. Il catalogo, a cura di Francesca Dini come la mostra, è edito da Sillabe. (foto: boldini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »