Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘stagione’

Decima stagione del Teatro degli Audaci!

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 settembre 2022

Roma 14 settembre 2022 – Via Giuseppe De Santis 29 ore 19:00 il direttore artistico Flavio De Paola aprirà il sipario alla decima stagione teatrale del Teatro degli Audaci, svelando progetti ed anticipazioni di questa straordinaria kermesse di spettacoli! Moltissimi saranno gli ospiti presenti in sala e sul palcoscenico, tra cui Corinne Clery, Francesco Branchetti, Matilde Brandi, Claudio Insegno, Sandra Milo, Massimiliano Buzzanca, Antonello Costa, Roberto D’Alessandro e tanti altri! Lo stabile del III Municipio di Roma aprirà le porte al suo calorosissimo pubblico il 29 settembre 2022 con lo spettacolo “Le relazioni pericolose” per la regia di Francesco Branchetti con Corinne Clery, Francesco Branchetti, Isabella Giannone, Elisa Caminada, Giuliana Maglia e Stefano Dattrino e resterà in scena fino al 2 ottobre.Poi, a grande richiesta, dal 20 al 23 ottobre 2022, l’applauditissimo spettacolo “Novecento”, conosciuto ormai in tutta Italia per le sue repliche nei teatri più celebri; il tutto sotto la direzione di Pablo Maximo Taddei e la sua tecnica degli “psicosuoni”, con la straordinaria esibizione di Flavio De Paola.La stagione continuerà con divertentissimi spettacoli, come “Coppie scoppiate” in scena dal 10 al 27 novembre 2022 di Derek Benfield, per la regia di Flavio De Paola con Flavio De Paola, Gianluca delle Fontane, Serena Renzi, Ilario Crudetti, Antonio Coppola, Antonella Rebecchi. Ma non mancherà neanche quest’anno lo SPECIAL EVENT di Capodanno 2022 “L’ispettore Drake e il delitto perfeto” di David Tristram con Flavio De Paola, Gianluca delle Fontane, Serena Renzi e Ilario Crudetti, in scena fino al 22 gennaio del 2023.Signori e signore il divertimento non finisce di certo qui…approderanno sul palcoscenico degli Audaci spettacoli quali:“Il costruttore di valigie” di Marco Predieri, con Marco Predieri e Francesca Nunzi, attrice e regista; “Una come me” di Mauro Graiani con Matilde Brandi e Salvatore Buccafusca per la regia di Francesco Branchetti; “Essere Sandra Milo”, scritto e diretto da Claudio Insegno, con Sandra Milo e Claudio Insegno; “Il museo degli errori” di Gianfranco Phino, con Edoardo Guarnera, Massimiliano Buzzanca e Gianfranco Phino, per la regia di Antonello Costa e tantissimi altri!E ancora dal 9 al 26 marzo 2023 ritorna un grande cult del metateatro “Rumori fuori scena” di Michael Frayn per la regia di Flavio De Paola con Flavio De Paola, Gianluca delle Fontane, Serena Renzi, Ilario Crudetti, Antonio Coppola, Antonella Rebecchi e Michele Schena. Questa memorabile stagione si concluderà a maggio con un grande pièce de théâtre “Toulouse Lautrec e le ballerine del Moulin Rouge!” per la regia di Flavio De Paola con Flavio De Paola, Gianluca delle Fontane, Serena Renzi, Ilario Crudetti, Andrea Lami e Chiara Alivernini.Sarà un tripudio di emozioni, un susseguirsi di attori sia famosi che emergenti, ed è proprio a questo proposito che vi invitiamo a telefonare ai numeri 06 9437 6057 oppure 333 2403211 per assistere ad un evento unico ed irripetibile! http://www.teatrodegliaudaci.it/

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Turismo: stagione estiva nel caos

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2022

La stagione estiva ha preso da poco il via, ma sono già tantissimi i turisti che ci segnalano disagi, disservizi e criticità. In particolare, stiamo ricevendo molte richieste di assistenza relative alla cancellazione di voli, da parte di numerose compagnie aeree, a causa della mancanza di personale. Inoltre, sui siti di alcune compagnie, è assente il form per avviare la procedura di richiesta di compensazione pecuniaria, oltre al rimborso per la mancata prestazione del servizio. Altra grave criticità riguarda l’impossibilità, per i cittadini che risultino positivi al Covid-19, di richiedere un voucher o il rimborso del viaggio o dell’hotel prenotato, a meno che non abbiamo sottoscritto una apposita assicurazione in tal senso, che in ogni caso consigliamo. I rimborsi negati da parte di compagnie e strutture ricettive in caso di positività al Covid-19 rappresentano, a nostro avviso, un vero e proprio abuso, in violazione all’Art. 1463 del Codice Civile. Chi dovesse riscontrare la positività al virus, infatti, è sottoposto a un regime di quarantena obbligatorio, che chiaramente costituisce una oggettiva impossibilità a fruire del servizio. Nonostante ciò, sono ancora molti i vettori e gli hotel che negano il rimborso: è ora di porre fine alle pratiche vessatorie finora messe in atto dalle compagnie e dalle strutture, che stanno penalizzando l’intero settore turistico. Per far valere il diritto al rimborso è necessario inviare tempestiva comunicazione alla compagnia o alla struttura ricettiva, via raccomandata a/r o via per pec, della propria positività, allegando la documentazione che la accerti. Nel caso il rimborso, o l’emissione di un voucher, vengano negati invitiamo i cittadini a rivolgersi, per assistenza e informazioni, agli sportelli della Federconsumatori presenti in tutta Italia o allo sportello nazionale SOS Turista al n. 059 251108.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giappone, buona stagione degli utili

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 marzo 2022

A cura di Chantana Ward, gestore azionario Giappone di Comgest Anche in Giappone abbiamo assistito alla grande rotazione settoriale che ha favorito lo stile value rispetto al growth. In generale l’indice value ha overperformato il growth dell’8% dal mese di dicembre a causa del rialzo dei tassi di interesse e dei problemi legati alla supply chain e alle materia prime. Questa rotazione é avvenuta in Giappone come sugli altri mercati. D’altra parte, l’assenza di inflazione in Giappone rispetto agli altri mercati, la politica di tassi di interesse pari a zero e il controllo della curva dei tassi, riconfermato venerdi 18 marzo, con il continuo declino nei prezzi immobiliari, dovrebbe dimostrare che probabilmente questa rotazione si arresterà presto in Giappone.Nonostante la rotazione, il fondo é riuscito ad essere vicino al benchmark dalla fine di gennaio grazie ai buoni risultati delle società in portafoglio e alle reazioni positive degli annunci dei risultati di società come Uniqlo, Kode o Don Quijote. Il governo ha annunciato la riapertura delle frontiere per la prima volta in due anni, ad alcune condizioni. Si è trattato di un importante passo avanti a livello psicologico verso la normalizzazione dell’economia e, a nostro avviso, gli investitori possono ora sperare in una forte ripresa economica nel 2022.Siamo positivi su società come, Daifuku, che, nell’ultimo trimestre, ha registrato un aumento dell’utile operativo del 22% e un’espansione del portafoglio ordini del 17% (su base annua), in quanto l’infrastruttura di e-commerce giapponese e la domanda di robot per la manipolazione dei wafer di TSMC hanno continuato ad aumentare. Kosé ha previsto un aumento del 40% dell’utile operativo per il prossimo anno e ha ribadito il suo obiettivo del 15% di margine operativo a medio termine, dato che i suoi marchi di cosmetici di prestigio continuano a beneficiare della normalizzazione in Giappone e della crescente presenza in Cina. Nonostante l’impatto di Omicron sulla presenza dei consumatori nei negozi, Pan Pacific (gestore dei negozi Don Quijote) ha registrato una crescita dell’utile operativo del 5,5% lo scorso trimestre (su base annua) come risultato della sua eccellente politica di approvvigionamento.I più recenti risultati trimestrali di Shimano hanno evidenziato un aumento dell’utile operativo del 46% (su base annua) e l’azienda ha comunicato al nostro team un aumento della capacità produttiva del 20% per rispondere alla forte crescita della domanda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parma: Stagione concertistica

Posted by fidest press agency su sabato, 19 marzo 2022

Parma lunedì 21 marzo 2022, ore 20.30, al Teatro Regio di Parma, strada Garibaldi, 16/A, nell’ambito della Stagione Concertistica 2021-2022 realizzata da Società dei Concerti di Parma in collaborazione con Casa della Musica e con il sostegno di Chiesi il duo composto da Anna Tifu al violino e da Giuseppe Andaloro al pianoforte, interpreti acclamati in tutto il mondo. In programma, pagine di César Franck, Maurice Ravel, Ernest Chausson, Pablo Sarasate, in un gioco di richiami tra Francia e Spagna, tra slancio lirico, virtuosismo estremo, suggestioni gitane e allusioni popolari. Nata a Cagliari, Anna Tifu ha iniziato lo studio del violino all’età di sei anni e ha debuttato come solista a undici anni con l’Orchestra National des Pays de la Loire. Nato a Palermo nel 1982, Giuseppe Andaloro ha iniziato giovanissimo una intensa attività concertistica, proponendo al pubblico un vasto repertorio che spazia dal Rinascimento alla musica moderna e contemporanea. Biglietti da €10,00 a €35,00, riduzioni per Under 30 e associati Società dei Concerti di Parma. Strada Giuseppe Garibaldi, 16/A. I biglietti per tutti gli spettacoli sono disponibili anche su teatroregioparma.it. L’acquisto online non comporta alcuna commissione di servizio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le prime indicazioni idrologiche di stagione

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2022

Indicano un inverno particolarmente arido nelle regioni del Nord, mentre al Centro e soprattutto al Sud le piogge hanno riequilibrato un bilancio idrico, deficitario dopo l’autunno: a renderlo noto è il report settimanale dell’Osservatorio ANBI sulle Risorse Idriche. I grandi laghi settentrionali sono in sofferenza tranne il Garda, che si mantiene saldamente al di sopra delle medie storiche; sorprendente è la differenza di riempimento fra il Lario (11,8%) ed il Benaco (78,6%). Pur confermandosi largamente sopra la media mensile, è in calo la Dora Baltea in Valle d’Aosta, mentre restano sostanzialmente stabili le portate dei fiumi piemontesi, generalmente dimezzate, però, rispetto ad un anno fa (Tanaro: 33,2 metri cubi al secondo, ma un anno fa erano mc./sec. 91,50); in Dicembre le precipitazioni hanno registrato -65,6% (fonte: ARPA Piemonte). Il fiume Po, pur risultando in crescita nelle stazioni a monte, man mano che si avvicina alla foce registra un crescente deficit di portata, che lo pone in linea con gli anni più critici: le portate sono sotto media, ma soprattutto sono dimezzate rispetto a 12 mesi fa (fonte: ARPAE). Tutti con portate largamente inferiori allo scorso anno, i fiumi veneti si assestano su valori simili alle annate peggiori con il Brenta, che segna l’altezza idrometrica minima dal 2018 (cm. 0,46); a certificare questo stato di sofferenza è anche il report di Dicembre dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (A.R.P.A.V.), che segnala un deficit pluviometrico mensile sul Veneto, quantificabile in -47%. Condizionati dagli andamenti climatici localizzati, i fiumi emiliani si mantengono stabili sotto media con l’eccezione di Trebbia e Savio, che comunque crescono, mentre Secchia e Nure, quasi per contrappasso, precipitano al di sotto dei minimi storici mensili; scarsi sono i volumi invasati nei bacini del piacentino: la diga del Molato trattiene solo il 15,5% del volume autorizzato, mentre la diga di Mignano è al 31,3%. Anche l’Adda, in Lombardia, registra la portata più bassa dal 2017.Nell’Italia centrale le cose vanno meglio con i fiumi toscani in netta ripresa (Arno, Sieve ed Ombrone sono finalmente tornati sopra la media mensile); idem per i fiumi delle Marche, che registrano andamenti superiori agli anni più recenti.In Dicembre, pur inferiore al 2020, è tornata ad essere buona la quantità di precipitazioni sull’Umbria (fonte: Servizio Idrografico Regione Umbria).In Abruzzo, Dicembre è stato piuttosto secco in alcune località, mentre in Marsica e nell’Aquilano si è registrato un surplus di piogge; in provincia di Pescara, l’invaso di Penne è ai massimi livelli dal 2016 (5,83 milioni di metri cubi d’acqua). Diversa è la situazione nel Lazio, dove le portate dei fiumi Liri-Garigliano e Sacco sono praticamente dimezzate rispetto allo scorso anno.Rimanendo sul versante tirrenico, in Campania i livelli idrometrici dei fiumi Volturno, Sarno e Sele risultano in aumento, a causa del ritorno delle precipitazioni, mentre è in lieve calo il Garigliano, così come i bacini del Cilento ed il lago di Conza.“L’andamento climatico sta accentuando la diversificazione idrologica fra versanti della Penisola – annota Francesco Vincenzi – E’ una condizione, su cui riflettere e che pone una crescente necessità infrastrutturale per poter trasferire risorse idriche da un territorio all’altro.”Crescono di circa 13 milioni di metri cubi i volumi d’acqua, trattenuti negli invasi della Basilicata, raggiungendo un surplus di oltre 51 milioni sull’anno scorso; i bacini pugliesi, invece, segnano quasi 7 milioni di metri cubi in più nell’arco di una settimana, rimanendo leggermente superiori alle disponibilità del 2021. E’ ottima la performance dei bacini calabresi, ai livelli massimi dal 2016: il bacino Sant’Anna trattiene 8,48 milioni di metri cubi d’acqua, l’invaso di monte Marello ne conserva Mmc. 8,94. Infine, è una stagione da incorniciare anche per la Sardegna, che con oltre 592 milioni di metri cubi d’acqua dispone di quasi l’89% della capacità complessiva degli invasi; un anno fa, tale percentuale era di poco superiore al 73% (fonte: Autorità di bacino regionale della Sardegna).“I dati evidenziano che stanno cambiando le condizioni climatiche, ma altrettanto palesemente sottolineano la fondamentale funzione dei bacini, capaci di trattenere le acque, quando arrivano. In questo campo si sta aprendo una questione settentrionale” conclude Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stagione concertistica 2021-2022 dell’Accademia di Musica di Pinerolo

Posted by fidest press agency su sabato, 8 gennaio 2022

Prende il via martedì 11 gennaio la seconda parte della stagione concertistica 2021-2022 dell’Accademia di Musica di Pinerolo. Iniziata con i sette appuntamenti del ciclo “Preludi” in programma nel 2021, la stagione patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino prosegue nel 2022 con i nove concerti di “Fughe” che affidano a artisti di fama internazionale e a musicisti di grande maturità artistica il testimone di un cartellone che spazia dalla letteratura cameristica al jazz, dai concerti dedicati a compositori come Fauré e Bach al duo clarinetto e pianoforte.“Fughe” si apre martedì 11 gennaio alle 20,30 nella storica sala concerti di viale Giolitti 7 a Pinerolo con il Trio Chagall, cresciuto all’Accademia pinerolese e avviato a una brillante carriera dopo i successi conseguiti in contesti molto diversi, dal Premio “Trio di Trieste” al talent dei Conservatori italiani “Amadeus Factory”.La stagione prosegue martedì 25 gennaio con uno dei più importanti ensemble italiani affermatisi a livello internazionale, il Quartetto di Cremona, erede della tradizione cameristica italiana con una carriera ventennale alle spalle.Il mese di febbraio si apre all’insegna della modernità, martedì 8, con la pianista jazz Rita Marcotulli, tra standard, composizioni originali e improvvisazioni. Altrettanto nuovo è il repertorio proposto martedì 22 febbraio dal duo formato dalla pianista Valentina Messa e dal clarinettista Michele Marelli, collaboratore di compositori del calibro di Stockhausen, Lachenmann e Kurtag.Ospiti della stagione concertistica pinerolese sono anche Enrico Pace e Benedetto Lupo, tra i più importanti nomi del pianismo internazionale, entrambi docenti dell’Accademia, amatissimi dagli allievi dei corsi di perfezionamento. Il primo dei due concerti vede protagonista Benedetto Lupo con l’Orchestra da Camera di Mantova domenica 6 marzo alle 17,30 al Teatro Sociale, mentre l’appuntamento con Enrico Pace e il grande violoncellista Sung-Won Yang è per martedì 26 aprile alle 20,30 nella sala concerti dell’Accademia di Musica. Martedì 22 marzo è invece la data di inizio del ciclo “Da Bach a Bach” che proporrà in più stagioni l’integrale delle sonate bachiane, curato da Adrian Pinzaru, docente all’Accademia e primo violino del Delian Quartett e dalla pianista Costanza Principe. Martedì 12 aprile il Trio Debussy, che da anni tiene corsi di musica da camera all’Accademia, e Simone Briatore, prima viola al Santa Cecilia e docente a Pinerolo, suoneranno con Giulio Franchi, Matteo Gorrea e la soprano Laura Capretti in occasione del concerto dedicato al compositore Gabriel Fauré. Altre rarità saranno proposte nel gran finale in un recital affidato alla pianista Sofya Gulyak, erede della tradizione pianistica russa.Tutte le informazioni sull’accesso ai concerti, i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti, gli orari e le sedi dei concerti si possono reperire nel sito Internet http://www.accademiadimusica.it. By Michele Fassinotti

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stagione concertistica 2021-2022 dell’Accademia di Musica di Pinerolo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 gennaio 2022

Prende il via martedì 11 gennaio la seconda parte della stagione concertistica 2021-2022 dell’Accademia di Musica di Pinerolo. Iniziata con i sette appuntamenti del ciclo “Preludi” in programma nel 2021, la stagione patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino prosegue nel 2022 con i nove concerti di “Fughe” che affidano a artisti di fama internazionale e a musicisti di grande maturità artistica il testimone di un cartellone che spazia dalla letteratura cameristica al jazz, dai concerti dedicati a compositori come Fauré e Bach al duo clarinetto e pianoforte.“Fughe” si apre martedì 11 gennaio alle 20,30 nella storica sala concerti di viale Giolitti 7 a Pinerolo con il Trio Chagall, cresciuto all’Accademia pinerolese e avviato a una brillante carriera dopo i successi conseguiti in contesti molto diversi, dal Premio “Trio di Trieste” al talent dei Conservatori italiani “Amadeus Factory”.La stagione prosegue martedì 25 gennaio con uno dei più importanti ensemble italiani affermatisi a livello internazionale, il Quartetto di Cremona, erede della tradizione cameristica italiana con una carriera ventennale alle spalle.Il mese di febbraio si apre all’insegna della modernità, martedì 8, con la pianista jazz Rita Marcotulli, tra standard, composizioni originali e improvvisazioni. Altrettanto nuovo è il repertorio proposto martedì 22 febbraio dal duo formato dalla pianista Valentina Messa e dal clarinettista Michele Marelli, collaboratore di compositori del calibro di Stockhausen, Lachenmann e Kurtag.Ospiti della stagione concertistica pinerolese sono anche Enrico Pace e Benedetto Lupo, tra i più importanti nomi del pianismo internazionale, entrambi docenti dell’Accademia, amatissimi dagli allievi dei corsi di perfezionamento. Il primo dei due concerti vede protagonista Benedetto Lupo con l’Orchestra da Camera di Mantova domenica 6 marzo alle 17,30 al Teatro Sociale, mentre l’appuntamento con Enrico Pace e il grande violoncellista Sung-Won Yang è per martedì 26 aprile alle 20,30 nella sala concerti dell’Accademia di Musica. Martedì 22 marzo è invece la data di inizio del ciclo “Da Bach a Bach” che proporrà in più stagioni l’integrale delle sonate bachiane, curato da Adrian Pinzaru, docente all’Accademia e primo violino del Delian Quartett e dalla pianista Costanza Principe. Martedì 12 aprile il Trio Debussy, che da anni tiene corsi di musica da camera all’Accademia, e Simone Briatore, prima viola al Santa Cecilia e docente a Pinerolo, suoneranno con Giulio Franchi, Matteo Gorrea e la soprano Laura Capretti in occasione del concerto dedicato al compositore Gabriel Fauré. Altre rarità saranno proposte nel gran finale in un recital affidato alla pianista Sofya Gulyak, erede della tradizione pianistica russa.Tutte le informazioni sull’accesso ai concerti, i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti, gli orari e le sedi dei concerti si possono reperire nel sito Internet http://www.accademiadimusica.it. By Michele Fassinotti

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Thomas Obereggen: apertura stagione invernale 2021-22

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 novembre 2021

Un 50esimo anniversario nel segno della magia del “Latemar’s Sixpack”, letteralmente “I 6 addominali del Latemar”. Questa è la novità che proporrà la nota località delle Dolomiti, Obereggen, a 20 minuti da Bolzano, per la stagione invernale da venerdì 26 novembre in notturna. Sei addominali quante le 6 piste mozzafiato, tra affascinanti panorami dolomtici, decretati dall’UNESCO Patimonio Mondiale, che caratterizzano lo Ski Center Latemar. Qui una delle sue tre perla, Obereggen, all’inizio della prossima stagione invernale, spegnerà 50 candeline dalla sua fondazione avvenuta nel 1970. Sarà festeggiata anche dalle consorelle trentine Predazzo e Pampeago: le altre due perle del comprensorio che dall’Alto Adige scende dolcemente in Trentino e ritorno, sci o snowboard ai piedi senza mai sganciarli. Merito di impianti sciistici, quelli dello Ski Center Latemar, caratterizzati dalla presenza di 16 impianti all’aperto, skilift e seggiovie, in totale sicurezza. Un nastro di neve per sciatori che cercano forti emozioni a tal punto che più di un campione l’ha consacrata come una “pista da Coppa del Mondo”. Sempre sci ai piedi gli appassionati passano dall’Alto Adige al Trentino per raggiungere un’altra chicca, stavolta a Pampeago: la Pala di Santa a 2315 metri d’altitudine, che diventano 2400 metri dopo avere preso il susseguente skilift. Da Pampeago nuova seggiovia per arrivare alla terza perla del comprensorio: Predazzo ed al Passo Feudo con le due ultime chicche del “Latemar’s Sixpack”: la Cinque Nazioni e la Torre di Pisa. La Cinque Nazioni è una impegnativa pista rossa, battezzata con questo nome altisonante, per omaggiare quei campioni del passato che qui si sono sfidati negli anni ’70 nell’omonimo trofeo internazionale. Infine, ciliegina sulla torta, la Torre di Pisa, così battezzata in onore dell’inconfondibile guglia dolomitica del Latemar e del suo rifugio. Questa pista si presenta la massima pendenza dello Ski Center Latemar, 59 per cento ed un dislivello totale di 459 metri, tale da renderne adatti i suoi 1500 metri di lunghezza a sciatori esperti in cerca di forti emozioni. Il comprensorio Ski Center Latemar si dissemina su 48 km di piste di difficoltà varia tra Obereggen, Pampeago e Predazzo; 2 snowpark con halfpipe, 4 piste di slittino, 3 parchi gioco sulla neve per bambini come il Brunoland e 13 ristori alpini. C’è di più: si potrà sciare, slittare e scendere con lo snowboard sulla pista Obereggen, illuminata tre volte a settimana (martedí, giovedí e venerdí) dalle ore 19 alle ore 22. Per informazioni: http://www.obereggen.com.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Fine della stagione dei tagli alla Sanità

Posted by fidest press agency su martedì, 26 ottobre 2021

L’annuncio del Ministro della Salute, Roberto Speranza, dell’aumento del Fondo sanitario nazionale segna realmente la fine della stagione dei tagli al Servizio sanitario, e al sistema salute nel suo complesso, considerando anche la conferma degli investimenti straordinari e l’impegno, indicato dal documento programmatico di bilancio, di una ulteriore crescita degli stanziamenti per il 2023 e il 2024. La Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani saluta questa decisione del Governo come un elemento fondamentale per la tutela della salute ma anche per la ripartenza e la crescita dell’Italia. Come dimostrato dalla crisi pandemica, un Servizio sanitario forte, inclusivo, e presente in tutte le aree del Paese è una conquista irrinunciabile e un pilastro del benessere della collettività, della coesione sociale e dell’economia. La nostra professione può dare un contributo decisivo al rafforzamento e all’evoluzione del Servizio Sanitario. Nell’assistenza territoriale, dove occorrono le risorse per stabilizzare il ruolo della farmacia dei servizi come presidio di prossimità e attuare la riforma della remunerazione, indispensabile per riportare tutti i farmaci nella distribuzione territoriale, là dove il cittadino può più facilmente accedervi. Nelle strutture di ricovero, dove è un dato di fatto che occorre potenziare il ruolo dei farmacisti ospedalieri, aumentando le assunzioni e prevedendo per gli specializzandi in farmacia ospedaliera lo stesso trattamento economico e previdenziale previsto per quelli di area medica. Quello nella salute è il miglior investimento possibile, e i farmacisti italiani sono fin d’ora in prima linea per far sì che le risorse che ora vengono messe in campo diano i frutti che tutti si attendono.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuova stagione Brass In Jazz 2021/2022

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 ottobre 2021

Palermo. venerdì 12 e sabato 13 novembre ore 19.00 e 21.30 – Real Teatro Santa Cecilia (Piazza Santa Cecilia n. 5) inaugurazione con il premio Grammy Award Kurt Elling e OJS. L’Orchestra Jazz Siciliana diretta dal resident conductor Domenico Riina tiene il concerto I Have Dreamed. L’aumento delle repliche dei concerti deriva da uno specifico bisogno culturale a cui la Fondazione risponde con un calendario ricco di artisti internazionali, produzioni orchestrali e prime assolute. Tanti i nomi del mondo jazz inseriti per la nuova stagione concertistica del Brass. L’inaugurazione è affidata proprio a Kurt Elling che, dotato di una considerevole estensione vocale e di un invidiabile dinamismo espressivo, è uno degli esponenti principali del rinato vocalese. Nel suo modo di cantare, swing e poesia vanno naturalmente a braccetto, insieme a innate doti comunicative. Vincitore lo scorso marzo appunto del suo secondo Grammy Award (su ben 14 nominations) per l’album Secrets Are The Stories, inciso per l’inglese Edition con la partecipazione del pianista di origine panamense Danilo Perez, Elling mantiene saldamente la sua posizione di incontrastata star maschile del jazz vocale, consacrata anche dalle innumerevoli vittorie nei referendum di Down Beat da oltre un ventennio a questa parte. Nato a Chicago il 2 dicembre 1967, il cantante statunitense è entrato nel mondo del jazz dalla porta principale nel 1995 incidendo l’album Close Your Eyes per lo storico marchio Blue Note. Per la stessa etichetta ha poi registrato diversi altri dischi che ne hanno via via consolidato il peso specifico nell’ambito del jazz contemporaneo.Tra gli artisti che scorrono nel cartellone del Brass in Jazz, la bellissima trombettista e cantante jazz canadese Bria Skonberg vincitrice del Jazz Award of Merit nel 2006 e del Juno Award Vocal Album nel 2017, ed ancora la prima mondiale con il concerto di Dave Weckl con l’OJS, considerato uno dei batteristi jazz e fusion più influenti e tecnicamente dotati di tutti i tempi. Così come Scott Henderson che si esibirà con il concerto Master of Blues, chitarrista tra gli altri per un periodo della Chick Corea Elektric Band, altre importanti figure femminili inserite nella stagione Cyrille Aimée e Trijntje Oosterhuis, cantante dei Paesi Bassi molto amata da Vince Mendoza, entrambe in scena sempre con l’OJS. Tra i vari artisti, anche uno dei protagonisti del jazz Markus Stockhausen che presenterà, la propria performance esaltando l’eccellenza solistica con Wild Life. Non meno importante sarà il concerto d’orchestra di Jamison Ross con Keep On con un songbook che ispira le ricerche sonore per le orchestrazioni. Ed ancora, il chitarrista Francesco Buzzurro, uno dei più apprezzati e poliedrici chitarristi italiani, votato dalla rivista di settore Musica Jazz come uno dei più talentuosi del panorama internazionale, che si esibirà con l’OJS in un progetto inedito. Altri concerti vedono protagonisti Toni Servillo feat. Girotto & Mangalavite, Zakouska, Stefano di Battista, The Four Freshman e Bebi Garsia e l’OJS. Abbonamento intero Platea 150€, abbonamento Intero Galleria 125€, abbonamento Balconata 110€, abbonamento ridotto Under 26 Platea 130€, abbonamento ridotto Under 26 Galleria 110€, abbonamento Balconata 95€, biglietto singolo intero Platea 18,5€, biglietto singolo intero Galleria 16,5€, biglietto singolo Balconata 13,5€, biglietto singolo ridotto Under 26 Platea 16,5€, biglietto singolo ridotto Under 26 Galleria 13,5€, biglietto singolo Under 26 Balconata 12,5€. Solo per l’abbonamento del venerdì turno h 19.00 i costi sono i seguenti: Intero Platea 120€, Galleria euro 100€, Balconata 90€, Ridotto Under 26 Platea euro 100€, Galleria euro 90€, Balconata 80€. http://www.thebrassgroup.it,

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stagione lirica di Padova

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2021

Padova concerto di venerdì 6 agosto 2021, ore 21.15, al Teatro comunale Giuseppe Verdi di Padova, con un Gala Lirico Sinfonico che vede la partecipazione di numerosi e importanti interpreti, tutti artisti tra i più acclamati della loro generazione nei principali teatri d’opera internazionali. Protagonisti con l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Silvia Casarin Rizzolo, il soprano trevigiano Francesca Dotto, riconosciuta fin dagli esordi come uno dei più promettenti soprani del panorama italiano ed internazionale, il mezzosoprano romano Veronica Simeoni, considerata una delle “voci” più interessanti del panorama musicale internazionale, Enea Scala, tenore ragusano dalla vocalità ricca ed estesa, dalle spiccate qualità sceniche e dal repertorio estremamente versatile, ormai considerato un nome di riferimento nel repertorio del baritenore belcantista, il baritono pugliese Lucio Gallo, in grado di cantare da Rossini a Mozart, da Donizetti a Verdi, Puccini, Wagner e anche musica contemporanea grazie alle doti di interprete e alla raffinata tecnica vocale ed il basso trevigiano Roberto Scandiuzzi, uno degli ultimi rappresentanti della scuola italiana dei grandi bassi come Ezio Pinza e Cesare Siepi, dei quali ha subito profondamente l’influenza, oggi considerato dalla critica il miglior “basso nobile” del panorama operistico internazionale.In programma arie, duetti, quartetti, overture e intermezzi sinfonici tra i più conosciuti e amati di Rossini, Donizetti, Bellini, Verdi, Mascagni, Giordano, Saint Saens.Il concerto sarà in coproduzione con i Comuni di Treviso (Teatro Mario del Monaco) e Bassano (Bassano Opera Festival)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Con il voto amministrativo di fine estate si apre la stagione elettorale in Italia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 luglio 2021

Tutti i partiti sembrano voler imitare il piazzista delle fiere paesane dove la merce, pur di scarsa qualità, è venduta con un profluvio di parole per confondere e nascondere la verità all’incauto acquirente. In tutto questo polverone da accecare la vista avanza sempre più inquietante l’idea che sia meglio non andare a votare, tanto si pensa, l’uno è degno dell’altro. Non ci rendiamo conto, forse in buona fede, che anche in questo modo facciamo il gioco di chi punta a rendere la politica un potere riservato a pochi, ai sempre più selezionati e asserviti ad interessi partigiani. In altri termini non umiliamo la politica ma, semmai, la facciamo scadere in mercimonio. È che non ci siamo ancora resi conto di trovarci nel bel mezzo di una rivoluzione culturale dove i retaggi del passato hanno perso smalto e c’impongono una maggiore e più attenta riflessione. Oggi non dovremmo più ragionare secondo le correnti di pensiero che hanno attraversato gli ultimi due secoli dove l’ideologia ci ha portato a distinguerci tra la sinistra il centro e la destra e le loro sfaccettature. Oggi possiamo posizionarci solo in due modi: Tra chi ha e chi è. E chi ha, comanda, e chi è, resta asservito al primo. E la beffa sta nel fatto che mentre chi vive nell’area del benessere conta poche milioni di persone tutti gli altri, sono miliardi, pur tanto numerosi, non riescono ad imporre il loro diritto a vivere con dignità. A questo punto tornando agli eventi odierni ciascuno di noi dovrebbe rendersi conto che non si può continuare a sostenere chi ci rende schiavi del bisogno e che la sola forza del chi è sta nel partecipare e soprattutto comprendere da che parte collocarsi. (Riccardo Alfonso)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La stagione dei cantieri rischia d’incepparsi

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 giugno 2021

La “stagione dei cantieri” appena cominciata, indispensabile per il rilancio economico del Paese dopo il forzato stop epidemiologico, rischia di fermarsi e trasformarsi nella “stagione dei contenziosi”: l’allarme arriva dall’ANBI, che rende noto come molti Consorzi di bonifica ed irrigazione, esecutori di opere pubbliche finanziate, segnalino problematiche connesse all’aumento dei costi dei materiali. Le imprese appaltatrici, infatti, dichiarano di essere in forte sofferenza, perché tali imprevedibili incrementi si aggiungono alle già ingenti sofferenze finanziarie e patrimoniali, dovute all’evento pandemico; in tali eccezionali condizioni, i rincari dei materiali (acciaio, polietileni, rame, petrolio) non sono più sostenibili all’interno dei prezzi fissati al momento dell’aggiudicazione dell’appalto.“L’attuale codice di settore – precisa Massimo Gargano, Direttore Generale di ANBI – non prevede, però, la possibilità di introdurre meccanismi di revisione dei prezzi nei contratti di appalto. Nell’attuale congiuntura, la maggior parte dei cantieri rischia così di bloccarsi con gravi ripercussioni per il completamento delle opere avviate, mettendo a rischio anche la realizzazione dei progetti previsti dal Recovery Plan.”“Per prevenire tali conseguenze, che interessano investimenti per circa 790 milioni di euro e migliaia di posti di lavoro – indica Francesco Vincenzi, Presidente di ANBI – chiediamo al Governo ed in particolare ai componenti Ministeri Infrastrutture, Politiche Agricole ed Economia un intervento normativo urgente, inserito in un decreto di prossima emanazione o come emendamento ad un decreto in fase di conversione, attraverso cui consentire agli enti concedenti ed ai soggetti attuatori, come i Consorzi di bonifica, di riconoscere alle imprese gli incrementi straordinari di prezzo intervenuti.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Un’ottima stagione degli utili e le mosse delle Banche Centrali sostengono la ripresa

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 Maggio 2021

A cura di Roberto Rossignoli, Portfolio Manager di Moneyfarm. Ad aprile l’attenzione degli investitori si è spostata sui fondamentali societari. Ricordiamo che in questo periodo dell’anno le aziende riportano i propri risultati del primo trimestre: un appuntamento mai atteso come quest’anno con i mercati che aspettavano la conferma dei tanti segnali di un boom economico imminente. I risultati economici delle aziende fanno riferimento al primo trimestre in cui la campagna vaccinale è entrata nel vivo in molte delle geografie più importanti per i mercati finanziari. Le aspettative si erano tarate di conseguenza, dei risultati positivi erano certamente attesi. I risultati per ora sono significativi soprattutto per le società statunitensi. Con tre quarti delle società che hanno già pubblicato i numeri relativi ai primi tre mesi del 2021, la sorpresa è stata decisamente positiva. A livello di utili, è stata superiore al 20%, confermando una piena ripresa delle attività del mondo delle società quotate a stelle e strisce. In particolare, hanno sorpreso molto in positivo i titoli finanziari, i titoli energetici e i grandi distributori, sia online che non. Le prime hanno beneficiato di un contesto economico favorevole sia lato trading, con molti volumi, fusioni e acquisizioni e quotazioni, sia lato bancario, con la pendenza delle curve dei tassi in risalita a spingere la marginalità delle banche (quando i tassi di lungo termine si alzano, evidentemente, chi presta soldi si trova in una posizione di vantaggio). I titoli energetici hanno, invece, cavalcato l’onda del fortissimo rally delle materie prime – mentre la grande distribuzione, sta ancora beneficiando delle grandi manovre fiscali espansive del governo degli Stati Uniti che hanno permesso, a fronte di un notevole incremento della disoccupazione, di aumentare le risorse nelle tasche dei consumatori americani. In Europa è ancora presto per un bilancio. Tuttavia, anche da questa parte dell’Oceano i risultati parlano chiaro: utili e ricavi ben oltre le aspettative e con crescita a doppia cifra. Ricordiamo che in Europa la pandemia aveva colpito prima che negli Stati Uniti e, pertanto, i numeri relativi a questo trimestre sono ancora di più distorti al rialzo se paragonati a quelli dello scorso anno. Siamo ancora sotto i livelli pre Covid, ma gli analisti si aspettano che per fine anno i numeri superino i numeri di fine 2019. Con il rinnovato focus sui fondamentali societari non stupisce che tra fine marzo e aprile abbiamo assistito ad alcune interessanti rotazioni sia all’interno del comparto azionario sia su tutte le asset class. I titoli growth a più alta capitalizzazione hanno sovraperformato in maniera rilevante il resto dei settori, invertendo di netto la tendenza vista nei mesi precedenti. I titoli value, a bassa capitalizzazione e ad alto dividendo, grandi protagonisti del primo trimestre, hanno sottoperformato i titoli tecnologici e digitali che, come dicevamo prima, hanno beneficiato di una stagione degli utili ancora una volta strabiliante, confermando la capacità non solo di mantenere i margini guadagnati durante il lockdown, ma addirittura di espandersi. Interessante notare che questa rotazione abbia coinciso con un cambiamento delle dinamiche all’interno del mondo governativo, dove la risalita dei tassi in US si è fermata e gli strumenti a più lunga duration hanno sovraperformato. In Europa, invece, i tassi hanno continuato a salire leggermente. Con i numeri di maggio sull’inflazione più forti delle attese invece, il comparto value ha ripreso a sovraperformare. Dal punto di vista dei dati economici, i numeri visti ad aprile hanno confermato che la ripresa è ancora in atto. Il mercato del lavoro e i consumi negli Stati Uniti continuano a mostrare numeri positivi e, anche in Europa, nonostante la campagna vaccinale più incerta, i numeri segnalano ancora un contesto economico in espansione. I portafogli in questo contesto hanno continuato a performare positivamente, trainati dall’azionario dei paesi sviluppati. Hanno pesato, invece, la duration europea e l’azionario paesi emergenti.Ovviamente il clima di grande euforia economica ha creato anche delle preoccupazioni per quanto riguarda la crescita dei prezzi: data la salute dell’economia americana qualcuno aveva ipotizzato che la FED potesse già iniziare a programmare il cosiddetto “tapering” per la seconda metà di quest’anno, ma le parole del Governatore hanno smentito questa ipotesi e hanno confermato la linea espansiva che ha caratterizzato l’ultimo anno. La Federal Reserve ha lasciato i tassi di interesse vicini allo zero e ha ribadito che manterrà costante il ritmo degli acquisti di bond. Alle domande dei giornalisti sulle prospettive dell’inflazione, il presidente della Fed ha risposto che considera improbabile un aumento persistente dell’inflazione prima che il mercato del lavoro mostri una ripresa significativa. Ribadendo che, alla luce del cambio di politica adottato l’anno scorso, la Fed attenderà che l’inflazione superi il target del 2% per un periodo prolungato di tempo prima di frenare la sua politica monetaria espansiva. Certamente, come ha anche concesso tra le righe Powell, ammettendo il sostanziale miglioramento dell’economia, il tapering sembra oggi un po’ più vicino di come era qualche mese fa, ma per il momento non lo vediamo come un rischio imminente per l’azionario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partita la terza stagione di Radio Activa

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

E’ l’unica web radio interamente dedicata all’innovazione e alla divulgazione della cultura digitale e di impresa.In occasione della terza stagione Radio Activa continua a crescere e intensifica la programmazione grazie a nuove e importanti collaborazioni con partner scientifici, stakeholders ed esperti del settore tra le quali spiccano quelle con The European House Ambrosetti, Innovup – Italian Innovation & Startup Ecosystem, il consorzio europeo Cryptovalues, l’Università Cattolica del Sacro Cuore con il Master Professione Editoria cartacea e digitale e il Master in booktelling: comunicare e vendere contenuti editoriali, I-Com Istituto per la Competitività, Datrix, Oniride, lo Studio Legale Cappello, BLB Studio Legale e LegalTech Italia. “Intorno al progetto di Radio Activa – continua Paolo Emilio Colombo – si sta consolidando un interesse trasversale: ogni partner ha un punto di vista esclusivo su aspetti specifici del cambiamento che stiamo vivendo; noi li mettiamo insieme, costruiamo podcast brevissimi, brevi e medi per chi vuole approfondire, e poi li carichiamo sul sito, su Spreaker e sulle principali piattaforme, comunicandoli sui Social. Per fortuna le persone ci seguono”.Un flusso di informazioni caratterizzato da talk veloci per approfondire i trend topic tecnologici più influenti del momento.Nelle prime due stagioni di attività, Radio Activa ha intervistato più di 200 ospiti, tra cui: il Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini, i Sottosegretari On. Francesca Puglisi, On. Alessia Morani, On. Simona Malpezzi, On. Laurea Agea; l’On Claudio Durigon, l’On. Patrizia Prestipino e l’On. Flavia Nardelli Piccoli; Lucilla Sioli, Giovanni Malagò, Massimiliano Magrini, Vittoria Carli, Lucio Caracciolo, Gian Luca Comandini, Riccardo Maria Monti, Annalisa Galardi, Domenico De Masi, Amelia Parente, Francesco Costa, Sion Lewis, Michele Vaccaro, Cristian Fracassi per citarne solo alcuni.Grazie all’uso della piattaforma di web monitoring di Chorally, la Redazione di Radio Activa (Tatiana Sharon Vani, Sabrina Colandrea, Luisa Vittoria Amen, Eleonora Medica; tecnico del suono Marco Braccini) coglie le novità della settimana, dando voce ai protagonisti del momento: manager di imprese consolidate e start up; professori, esponenti delle istituzioni e giovani, con l’obiettivo di offrire contenuti originali, per stimolare nuove riflessioni e creare nuove opportunità.La tecnologia oggi permea ogni aspetto delle nostre vite, dal business all’intrattenimento, per questo Radio Activa la racconta per quello che è: l’insieme di conoscenze e attività finalizzate a risolvere i problemi di ogni giorno e, dunque, a migliorare la qualità delle nostre vite.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Giacomo Bisordi apre la Stagione del Teatro Argentina

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 ottobre 2020

Roma. dal 17 al 25 ottobre, Largo Argentina 1, UOMO SENZA META, la microsaga familiare del norvegese Arne Lygre sulle delusioni del sogno capitalista e le ambiguità dei comportamenti umani.Messo in prova lo scorso luglio – presentato al pubblico in forma di studio in una serata aperta al processo creativo della messinscena – Uomo senza meta è stato il primo gesto “in presenza”, dopo la riapertura a giugno delle sale teatrali, grazie al quale il palco dell’Argentina è tornato ad essere vissuto e abitato dai suoi artefici. Con Uomo senza meta, Arne Lygre analizza le delusioni del sogno capitalista, tra sentimenti, denaro e politica, per centrare la riflessione sull’ambiguità dei comportamenti umani, da sempre facilmente manipolabili dal desiderio di profitto, grandezza e successo. Una drammaturgia che porta in scena il pericoloso gioco di sottomissione e dominazione che corrompe e compromette ogni aspetto dell’uomo, la sua identità, le sue aspirazioni, la sua lealtà. A partire dalla pièce di Arne Lygre si svilupperà una trama di eventi variamente intrecciati con lo spettacolo Uomo senza meta che vedranno impegnato il regista Giacomo Bisordi assieme a ospiti italiani e internazionali, sui temi del capitalismo moderno, dell’alienazione sociale e delle disfunzioni affettive, strettamente connesse con la politica e la cultura di un popolo, proprie dell’epoca in cui viviamo. Si comincia lunedì 19 ottobre con il lancio social della Conversazione con Arne Lygre: una registrazione zoom del drammaturgo norvegese in dialogo con il regista Giacomo Bisordi, il drammaturgo Fausto Paravidino e il giornalista Graziano Graziani, per addentrarsi nella storia particolare dell’Uomo senza meta, che intreccia la fondazione di una città, quasi una spinta utopica, con un dramma familiare, nella consapevolezza che ogni utopia, per edificarsi, deve presto o tardi fare i conti con il terreno su cui poggia, quello smosso e perennemente instabile dell’animo umano e delle relazioni interpersonali. Si prosegue martedì 20 ottobre (ore 18.30) nella Sala Squarzina con un talk dal titolo Senza Meta, la drammaturgia di Arne Lygre, figura molto apprezzata in Francia e in altri paesi centro europei, ma ancora poco conosciuta in Italia. L’incontro sarà un’occasione per approfondire il suo percorso artistico e la sua scrittura drammaturgica, che si inserisce nella tradizione scandinava pur distaccandosene e rinnovandola. Con l’addetta culturale dell’Ambasciata di Norvegia in Linda Gaarder e il regista Bisordi dialogheranno in video Lygre e Paravidino. I due drammaturghi, infatti, hanno studiato assieme nel 2000 presso l’International Recidency del Royal Court di Londra, ambitissimo stage del teatro inglese frequentato agli esordi, e porteranno in questa conversazione un confronto fra nord e sud Europa. Sabato 24 ottobre (dalle ore 10 alle 13) sul palco dell’Argentina il regista Bisordi condurrà un Atelier aperto al pubblico.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Air France si prepara per la stagione invernale

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2020

Air France ha adattato le sue misure commerciali per consentire ai clienti di prenotare il viaggio in totale sicurezza. Se il passeggero desidera annullare per qualsiasi motivo il viaggio, il biglietto può ora essere modificato senza costi aggiuntivi per una nuova data o una nuova destinazione*. Se lo si preferisce, si può richiedere un voucher rimborsabile. Se il volo viene cancellato dalla compagnia aerea, i clienti possono scegliere di posticipare il viaggio senza costi aggiuntivi, cambiare la destinazione**, richiedere il rimborso completo del biglietto o ricevere un voucher, anch’esso rimborsabile se non utilizzato.Queste misure si applicano a tutti i viaggi fino al 31 marzo 2021.Prima di mettersi in viaggio, Air France consiglia ai propri clienti di verificare i requisiti di ingresso e di viaggio per i paesi di destinazione e di transito con le autorità competenti o su airfrance.traveldoc.aero, poiché potrebbero essere stati modificati a seguito dell’epidemia di COVID-19.Dall’inizio di questa crisi senza precedenti, Air France ha rafforzato in modo significativo i suoi team di vendita dedicati a supportare i suoi clienti. Quasi 700 agenti sono attualmente incaricati di gestire le richieste di rimborso e voucher. Da gennaio 2020 sono state elaborate 2 milioni di richieste e rimborsati 1,1 miliardi di euro.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Identificato all’Università di Parma il primo virus influenzale alle porte della stagione epidemica

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 ottobre 2020

Il virus influenza di specie A è stato identificato il 26 settembre 2020 dalla Prof.ssa Flora De Conto, dalla Prof.ssa Maria Cristina Arcangeletti e nei Laboratori di Virologia Molecolare e Virologia Isolamento agenti virali dell’Unità di Virologia, diretta dalla Prof.ssa Adriana Calderaro, Direttore della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma.Si stima che ogni anno le infezioni causate da virus influenza, che circola causando episodi epidemici ricorrenti e generalmente collocati nella stagione invernale nei Paesi a clima temperato, siano responsabili di 3-5 milioni di casi con quadri clinici severi, soprattutto per quanto riguarda i soggetti maggiormente a rischio, rappresentati da bambini, persone anziane e individui affetti da malattie cardiache e respiratorie croniche. Il virus influenza A identificato all’Unità di Virologia appartiene al sottotipo H3 di emoagglutinina (verosimilmente associato al sottotipo N2 di neuraminidasi), ossia uno dei sottotipi, assieme a H1, circolanti ormai da anni nell’uomo, anche se con fluttuazioni annuali della loro presenza.Infatti, in linea con i dati di sorveglianza epidemiologica europea, anche all’unità di Virologia è stata osservata una prevalenza di influenza A H3 nella stagione epidemica invernale 2016-17, un’inversione di tendenza con prevalenza assoluta di influenza A H1 nel 2017-18, una co-circolazione di entrambi i sottotipi nelle stagioni epidemiche invernali 2018-19 e 2019-20. In conclusione, la disponibilità di strumenti all’avanguardia e, soprattutto, la professionalità e l’esperienza pluriennale dell’équipe operante nella UO di Virologia, offrono non solo la possibilità di fare diagnosi di laboratorio accurata e rapida di agenti virali dell’apparato respiratorio, quali il virus Influenza, ma hanno l’ulteriore vantaggio di poter mettere in evidenza anche possibili co-infezioni, aspetto di fondamentale importanza data la nota possibilità di cooperazione tra virus anche geneticamente non correlati, come in questo caso, con possibile aggravamento dei quadri clinici connessi.Questi risultati, di grande utilità per i pazienti, sono possibili anche grazie al supporto della continua attività di ricerca condotta sugli stessi virus nel medesimo Centro, che ha un’attività scientifica documentata da pubblicazioni su prestigiose riviste scientifiche, tra le quali la più recente è relativa al primo caso di isolamento del virus Sars-CoV-2 da un lattante del quale è in corso il sequenziamento genico.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prende il via la seconda stagione di “Hi Dubai”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 Maggio 2020

Che cambia titolo in “Hi Emirates”. Racconta di come oggi il ruolo centrale della comunità femminile negli Emirati sia fondamentale grazie alle antenate del paese, che hanno svolto importanti compiti per l’intera comunità ed hanno affrontato notevoli sacrifici per il progredire della nazione.Un tributo storico quindi dedicato a grandi donne del passato: dalla madre alla moglie del fondatore degli E.A.U., passando per altrettante donne di rilievo storico provenienti da tutti e 7 gli Emirati. Benedetta Paravia, autrice, produttrice e conduttrice del format crossmediale (TV, web e inflight) sarà oggi affiancata dalla Contessa Patrizia Landini nella seconda stagione prodotta anche in italiano. Dopo un affascinante excursus storico, la serie inquadra protagoniste odierne: sceicche, politiche, medici, ecologiste, sportive, imprenditrici, celebrità, modelle, tutte con storie di realizzazione personale che siano nate o vivano nella nazione islamica più moderna al mondo e che sta modellando la strada per una società globale più connessa ed armoniosa.Fra le protagoniste anche due italiane: la giovane cavallerizza Costanza Laliscia, campionessa nel mondo dell’Endurance, e la bocconiana imprenditrice ed influencer Silvia Vianello (tra le 100 donne di Forbes Italia).La novità della serie è che questa seconda stagione è stata interamente scritta e presentata da Paravia direttamente per un’audience italiana.“In questi giorni stiamo completando l’editing di questa seconda serie per la TV italiana, nonostante le gravi difficoltà dovute alla quarantena ed al fatto che ben due membri della nostra produzione abbiano contratto il Covid” – afferma Paravia – “Sono molto felice di aver trovato in Patrizia Landini una preziosa alleata nella produzione”.“Sono entusiasta del mio ruolo di co-produttrice di una serie che ha già ottenuto molto successo e si inquadra come pioniere per gli argomenti affrontati” – aggiunge la Contessa Landini – “Sono convinta che questa serie sia un’ulteriore rafforzamento di amicizia tra Italia ed Emirati Arabi, amicizia da sempre favorita dalle attività istituzionali di Paravia tra i due paesi, e che rilancerà l’Italia in vista della partecipazione all’Expo, posticipato ad ottobre 2021”.La sigla del programma è la canzone “Emaraat”, che fu per mesi prima in classifica come best seller nei Virgin Megastore del Medio Oriente, scritta ed interpretata da Paravia con lo pseudonimo Princess Bee con il cantante Emiratino Harbi Alamri; mentre la colonna sonora è a firma di Alberto Laurenti.
Paravia è da anni tra i personaggi più amati dalle donne arabe essendosi sempre dedicata alla comunità femminile, cominciando dall’Università con i viaggi interculturali con meta in Italia, patrocinati dalle Ambasciate Italiana ed Emiratina, attraverso i quali molte studentesse arabe hanno avuto la prima esperienza assoluta di viaggio all’estero. Grazie al grande successo della prima serie “Hi Dubai”, campione di ascolti sulla TV nazionale DUBAI ONE TV, il Governo di Dubai l’ha voluta distribuire anche attraverso il canale Web Dubai Post. Da Marzo 2019 inoltre “Hi Dubai” è anche in visione su tutti i voli Emirates Airlines con sottotitoli in inglese ed arabo. Sito internet http://www.hidubai.ae (fonte: eu-west-1.amazonses.com)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La stagione dei saldi è alle porte

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 gennaio 2020

In Sicilia avranno inizio già il 2 gennaio, mentre nelle altre regioni prenderà il via dal 4 o dal 5 gennaio. Secondo le rilevazioni dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, gli acquisti verranno effettuati dal 38% delle famiglie (pari circa a 9,3 mln di famiglie) e l’andamento delle vendite sarà in lieve calo: rispetto allo scorso anno si registrerà una diminuzione del -1,3%, per una spesa media di 179,20 euro per ogni famiglia. Una diminuzione dovuta specialmente all’andamento delle vendite in occasione del Black Friday: se prima le famiglie preferivano rimandare qualche regalo di Natale o il proprio shopping al periodo dei saldi, quest’anno hanno approfittato delle promozioni del venerdì nero, con il vantaggio di avere più probabilità di aggiudicarsi il capo desiderato. Chi, in ogni caso, aspetta le promozioni per effettuare ancora qualche acquisto, è bene che tenga a mente alcune raccomandazioni importanti: il rischio dell’inganno, infatti, è sempre dietro l’angolo e la possibilità che le promozioni si rivelino decisamente poco vantaggiose è concreta.In base a quanto disposto dall’art. 15 del D.Lgs. n. 114/98, il cartellino deve indicare sia il prezzo “ordinario” che quello scontato, riportando altresì la percentuale di sconto. Per evitare che i potenziali clienti possano confondere la merce in saldo con quella a prezzo pieno sarebbe inoltre utile separare le due tipologie di prodotto. Lo sconto riportato sul cartellino è quello che l’esercente è tenuto ad applicare quindi, nel caso in cui alla cassa venga chiesto il pagamento di una cifra differente, sarà opportuno farlo presente al negoziante. Qualora si presentino difficoltà non esitare a rivolgersi alla Polizia Municipale. La normativa vigente obbliga gli esercizi commerciali a garantire ai clienti il pagamento tramite pos, quindi con carta di credito o bancomat. Nel caso in cui l’esercente non consenta tale opzione di pagamento, è possibile segnalare l’episodio alla Guardia di Finanza.In linea di massima è preferibile evitare di acquistare nei punti vendita che non espongano entrambi i prezzi (quello pieno e quello scontato) e la percentuale di sconto nonché diffidare delle offerte eccessivamente vantaggiose (pari o superiori al 60%), dietro a cui potrebbe nascondersi un tentativo di truffa o un prodotto contraffatto.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »