Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘stallo’

Giunta Raggi in stallo?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Solo 1 delibera al mese per ogni assessore. Negli ultimi tre mesi approvate solo 41 delibere: tante formalità nessun atto concreto ma ben 7 delibere per contratti di lavoro. Rimaniamo sbalorditi dalla scarsa attività svolta dalla giunta capitolina del sindaco Virginia Raggi che in tre mesi, dal 1 agosto al 20 ottobre, ha approvato in giunta solo 41 delibere molte delle quali pure formalità come progetti pilota, istituzioni di comitati strategici, linee guida, schemi di convenzioni e protocolli d’intesa. Ben 8 delibere riguardano il personale di cui 7 atti per instaurazione di rapporti di lavoro, ovvero assunzioni per le segreterie del sindaco e degli assessori. Di fatto si tratta di meno di una delibera ogni due giorni per una giunta composta da 12 persone compreso il Sindaco. I conti sono così presto fatti: solo una delibera al mese per ciascun assessore, un record ultra negativo che non ha precedenti nella storia del Comune di Roma, considerata anche la scarsa qualità degli interventi che non registrano praticamente quasi mai azioni concrete per il territorio e per i cittadini romani. Non solo, dunque, incapacità ma anche una scorsa produttività che fa il paio con il blocco totale della città ormai in balia di una conclamata inerzia che sta lasciando nell’abbandono più totale la Capitale”
Lo dichiara Fabrizio Santori, dirigente regionale della Lega Lazio. Entrando ancora più nello specifico, tra le delibere di Giunta approvate in questi tre mesi appaiono anche un progetto pilota di azioni integrate ”Una strategia olistica per la rigenerazione delle aree periurbane”, tre delibere volute dalla Ragioneria per il prelevamento dal fondo di riserva del bilancio di previsione 2018-2020 e dal fondo di passività, tre delibere delle determinazioni di Roma Capitale in merito agli argomenti iscritti all’ Ordine del Giorno delle Assemblee delle società o delle partecipate in capo al Campidoglio e, infine, l’accettazione della donazione di un’opera di un’artista in favore della collezione conservata presso il MACRO. Tre mesi di nulla che si aggiungono agli ulteriori due e anni e mezzo passati a cambiare assessori, dirigenti, presidenti e amministratori di società senza soluzione di continuità e a danno della Capitale e dei suoi cittadini. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, dirigente regionale della Lega Salvini.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Europa in stallo sulla sicurezza stradale

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 giugno 2018

Non si ferma la strage che conta ogni settimana 500 morti sulle strade europee: negli ultimi quattro anni non si registrano miglioramenti per la sicurezza stradale e per la prima volta l’ETSC – Consiglio Europeo per la Sicurezza Stradale non assegnerà ad alcun Paese il premio annuale per i progressi verso una mobilità responsabile. Nel 2017 si contano in Europa 25.250 vittime per incidenti, con una riduzione di appena il 2% rispetto all’anno precedente: per raggiungere l’obiettivo comunitario di dimezzamento del numero dei morti nel 2020 rispetto al 2010, sarebbe stato invece necessario un calo medio del 6,7% di decessi sulle strade ogni anno. I dati sono contenuti nel Rapporto presentato oggi da ETSC e diffuso nel nostro Paese dall’ACI, membro del Consiglio Europeo per la Sicurezza Stradale. L’Italia non brilla nell’Unione Europea, segnando addirittura un aumento delle vittime dell’1,6% nell’ultimo anno. “Con il Governo finalmente insediato – dichiara Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia – va rafforzato l’impegno di tutti verso la sicurezza stradale: il nuovo Codice della Strada che sarà presto nell’agenda parlamentare può rappresentare il punto di svolta per una mobilità più responsabile ed efficiente, in linea con le disposizioni annunciate dalla Commissione Europea sui veicoli e sulle infrastrutture”.“Se due aerei passeggeri cadessero ogni settimana in Europa – afferma Antonio Avenoso, direttore esecutivo ETSC – la risposta pubblica ed istituzionale sarebbe immediata. Di fronte a 500 morti sulle strade ogni sette giorni, i governi devono aumentare i propri sforzi per migliorare in mesi, non in anni, la sicurezza della circolazione. Servono misure urgenti per arginare le principali cause di morte e lesioni gravi, a cominciare dall’eccesso di velocità, la guida in stato di ebbrezza, la distrazione e il mancato uso delle cinture di sicurezza”.Il Report completo è pubblicato su http://www.etsc.eu/pin12

Posted in Diritti/Human rights, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brunetta: per il governo situazione di stallo

Posted by fidest press agency su domenica, 18 marzo 2018

“Il centrodestra ha vinto le elezioni, ma non ha i numeri per governare e così il M5s è il primo partito ma non ha la maggioranza in nessuna delle due Camere. Siamo in una situazione di stallo che si potrà risolvere se nessuno porrà veti e vincoli irresponsabili. Resto fiducioso”.
Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “Il Mattino”.Nodi che spetterà sciogliere al presidente Mattarella. “È un suo diritto, oltre che un dovere. Anche se ci auguriamo che non si verifichi alcun eccesso di interventismo da parte del Quirinale degno di altre epoche presidenziali. Sono certo che quello stile con il presidente Mattarella sia stato definitivamente archiviato”.Reggerà l’intesa con Salvini e vi presenterete uniti alle consultazioni? “Gli accordi erano quelli e resteranno tali, la Lega ha solo una quindicina di parlamentari in più di Forza Italia e spetterà a Salvini dimostrare di avere pari stile di Berlusconi nel fare la sintesi delle varie anime della coalizione. Berlusconi faceva così anche quando noi avevamo ottenuto oltre il 30% dei consensi e la Lega viaggiava intorno al 5%. Salvini è stato bravissimo nel portare in quattro anni il suo partito al 18%. È stato uno straordinario leader della Lega, ora dovrà dimostrare di esserlo anche del centrodestra. Ma i problemi sono altri.All`amico Salvini dico che ora l`importante è essere presenti in Europa: il pericolo è che la Ue, stanca di aspettarci, prenda decisioni fondamentali senza l`apporto dell`Italia. Il problema non è uscire dall`euro o sforare il 3% del patto di bilancio, entro giugno si deciderà la distribuzione dei fondi strutturali e la governance economica come per l`unione bancaria. Già sono state riconfermate le sanzioni alla Russia senza dirci nulla, sono queste le vere emergenze a cui si aggiungerà il compito di mettere a punto il prossimo Def. Risposte che dobbiamo dare per il senso istituzionale che sempre abbiamo dimostrato”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mutui online

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 marzo 2010

Nuove famiglie, single, giovani coppie. Da oggi, a Milano e provincia, chi è alla ricerca della prima casa può contare su un nuovo strumento, agile, sicuro e veloce. Si chiama http://www.mutui-milano.com, il primo portale internet dedicato a chi è alla ricerca delle soluzioni finanziarie più agevolate per l’acquisto della prima casa. Il web, ormai da tempo, sta dimostrando di ben adattarsi al mondo immobiliare riuscendo ad aiutarlo in un momento di stallo del mercato come quello attuale. Oggi stipulare un mutuo è importante. Mediamente, nella vita, lo si fa due volte. È per questo che la vicinanza di un professionista abilitato è davvero indispensabile. Il servizio offerto da Mutui-Milano è un servizio totalmente gratuito e il cliente non pagherà nulla al professionista che lo affiancherà nel percorso di presentazione e ottenimento del mutuo.  Nato sulla scia del “fratello maggiore” http://www.mutuo-veloce.it, il portale dedicato a Milano e provincia ha le medesime caratteristiche di affidabilità, sicurezza, ma, soprattutto, velocità. Di fatto, una richiesta di preventivo viene evasa, in media, in 36 ore. La società di broker che gestisce i siti internet garantisce, comunque, una risposta entro le 48 ore successive la richiesta. Per inoltrare domanda di fattibilità basta compilare il form che si trova in home page. E il gioco è fatto. Senza nessuna preoccupazione. Gli esperti di Mutui-Milano consigliano sempre di diffidare da chi propone soluzioni impossibili, chiedendo pagamenti anticipatati o commissioni di mediazione. «Nulla di tutto questo è dovuto ai nostri consulenti -spiegano dallo staff-. Saranno le banche a remunerarci, grazie al volume e alla bontà dei clienti che portiamo nelle filiali. Infatti, Mutui Roma non è una banca, il nostro compito è far ottenere alla clientela le migliori condizioni di mercato».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Democrazia atea chiama a raccolta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Roma 13 marzo 2010 alle ore 13 Democrazia atea rende noto: “saremo a Roma in Piazza del Popolo per protestare contro il Governo e far sentire la nostra voce contro chi ha voluto mortificare la Democrazia e la Costituzione. Per ricordare che l’art.72 della Costituzione impedisce che si possano modificare le regole elettorali con decreto del Governo e invita tutti i cittadini a partecipare. Il decreto salvaliste è incostituzionale e i giudici del TAR ci hanno restituito la dignità delle regole democratiche e la libertà. Il Parlamento italiano è in stallo, impotente. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non è stato garante della Costituzione ma ha favorito la destra”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Menage a tre

Posted by fidest press agency su giovedì, 3 dicembre 2009

Editoriale Fidest. L’on.le Massimo Donadi dell’Idv in un suo recente articolo parte dall’idea che la grossa differenza esistente tra il centro destra e le opposizioni sta nel fatto che le prime sono costrette a convivere in un innaturale menage a tre (Berlusconi, Fini e Bossi), pur odiandosi, mentre le opposizioni restano divise per eccesso di litigiosità e non si fanno premura di nascondere la loro acredine. Se è questa la fotografia del nostro paesaggio politico possiamo dire che la situazione resta in una innaturale posizione di stallo. A mio avviso per sbloccare questo stato di cose l’ideale sarebbe che più di qualcuno si mettesse da parte. Dovremmo incominciare dall’attuale leadership del Pd. E’ così divisa al suo interno da non riuscire a generare una strategia unitaria di opposizione che possa essere credibile a tutti. Sembra più propensa a trasferire i propri contrasti dettati da pretestuosi distingui che tendono a trasformarsi in una tediosa partita a scacchi dove non si sa bene chi vogliono avere per avversario e, nel frattempo, giocano da soli. In questo caso vincere o perdere non ha senso. La verità è che l’attuale classe dirigente del Pd ricalca troppo da vicino le tattiche del Pci. Allora per cambiare nome e rendersi conto che il muro di Berlino era già crollato da qualche anno ci impiegò fin troppo tempo facendosi superare dagli eventi e dalla strategia di un parvenu della politica: Silvio Berlusconi. Ora persevera nell’errore credendo di poter rinfrescare le pagine di storia con un nuovo modello di socialdemocrazia ma incapace di generare uomini nuovi se pensiamo che restano in sella un D’alema, un Bersani, Livia Turco, Nicola La Torre, ecc. Se questo è il limite della colonna portante, in chiave elettorale, del Pd ancora una volta rischia di perdere l’occasione di una rimonta nei consensi popolari. Sull’altro versante, invece, si stanno costruendo le basi di una nuova guida politica con il superamento degli attuali schemi. La dimostrazione l’abbiamo avuta con l’iniziativa di Francesco Rutelli e i suoi pour parler con Casini e Fini e i suoi legami con un certo ambiente industriale e finanziario. Fini, ad esempio, sembra ragionare in questo modo: ora non è il momento di “rompere” perché mi rimarrebbero solo i cocci. Aspettiamo il momento buono, aspettiamo che si maturino le circostanze. Intanto lancio dei segnali che mi permetteranno di essere meno sgradito ad un centro che continua a guardare a sinistra. Alla fine sarà possibile non perdere tanti appoggi a destra, non alienarmi il centro e nel contempo catturare l’attenzione della sinistra. Così il post berlusconismo continuerà ancora a marciare con una forza politica capace di partire da destra e arrivare sino alle soglie della sinistra mentre quelli di sinistra mostrano tutti i loro limiti a fare il processo inverso per catturare l’attenzione e il consenso del centro e raggiungere l’anticamera della destra. A questo punto l’Idv, checché ne possa dire Donadi, e la Lega di Bossi, solo interessata a inseguire un sogno secessionista, oltre alla sinistra integralista e la destra “nostalgica”, potranno fare ben poco se non restare tra l’incudine e il martello. Anche loro continuano a perdere il senso della realtà. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stallo del Post Kyoto

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 novembre 2009

Stati Uniti e Cina annunciano l’impossibilità di un accordo sul clima a Copenhagen. Solo un ritardo o un fallimento? Ora spetterebbe all’Unione Europea fare il prossimo passo. Ma servirà anche una decisa mobilitazione dell’opinione pubblica mondiale. Un commento di Gianni Silvestrini, direttore scientifico di QualEnergia e Kyoto Club.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gay pride

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2009

“L’Italia dei Valori sostiene le ragioni del Gay Pride e ne condivide gli obiettivi, oggi più che mai, e a maggior ragione dopo i ripetuti episodi di violenza registrati a Roma a danno di giovani e coppie omosessuali”. È quanto afferma il portavoce dell’Italia dei Valori del Lazio, Claudio Bucci, a seguito della manifestazione dell’orgoglio omosessuale, svoltasi ieri a Roma, che ha visto più di 250 mila persone scendere in piazza per chiedere di porre fine alle violenze e per il riconoscimento delle unioni LGBT. “È importante manifestare – sostiene Bucci – per denunciare episodi criminali come quello recente della coppia gay aggredita e malmenata a Roma, nonché per sollecitare le istituzioni a prendere provvedimenti adeguati in tal senso. Per questo auspichiamo una rapida approvazione della legge contro l’omofobia, ancora in stallo in Parlamento, purtroppo osteggiata dalla destra razzista che ci governa”. Riguardo alle dichiarazioni, apparse sui giornali, di alcuni rappresentanti cattolici dell’IdV contrari al Gay Pride, Bucci dice: “Come più volte ricordato dal Presidente Di Pietro, siamo da sempre impegnati per l’affermazione dei giusti diritti che la comunità omosessuale da troppo tempo chiede, e ne abbiamo dato prova in più occasioni, aderendo ad importanti iniziative in favore delle libertà civili. Questo – conclude il portavoce dell’Italia dei Valori Lazio – a dimostrazione che l’ambiguità non è di casa e che certe dichiarazioni non hanno voce in capitolo”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »