Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘stigma’

Psoriasi in estate

Posted by fidest press agency su martedì, 9 maggio 2017

sorrentoSorrento. L’estate è un momento difficile per i pazienti con patologie cutanee e con psoriasi in particolare che tendono a nascondere la pelle e le chiazze della malattia. Un sondaggio della National Foundation of Psoriasis americana ha svelato che sono oltre il 40% i pazienti che nascondono le lesioni sotto abiti, pantaloni e maglie a maniche lunghe anche in spiaggia. Questi pazienti rinunciano alla vita all’aria aperta proprio nella bella stagione, la stessa percentuale che mostra segni di depressione. Oltre al disagio e alla vergogna esiste un vero e proprio problema di stigma, tale che la legge American Disability Act protegge queste persone dalle discriminazioni sul luogo di lavoro.
Per i pazienti con psoriasi l’arrivo della bella stagione può essere un’arma a doppio taglio: se il sole e l’acqua di mare in alcuni casi possono migliorare l’aspetto delle lesioni cutanee e un clima caldo-umido mantIene la pelle più morbida, gli sbalzi di temperatura, l’aria condizionata e il cloro possono scatenare il rilascio di sostanze che possono aumentare la secchezza e il prurito, scatenare fenomeni infiammatori e recidive con un peggioramento dei sintomi.
Sole sì ma con cautela. “Le persone con psoriasi beneficiano dell’esposizione al sole purché questa sia effettuata gradualmente e con adeguata fotoprotezione (SPF50), rinnovando l’applicazione ogni 2 ore ed evitando l’esposizione nelle ore centrali della giornata” spiega il Professor Andrea Costanzo, Ordinario di Dermatologia all’Università Humanitas di Milano “Ustioni e scottature possono scatenare la riattivazione della psoriasi o portare allo sviluppo di nuove placche. Le scottature attivano un vero e proprio “fenomeno di Koebner”, ossia lo sviluppo di placche nelle zone soggette ad uno stimolo, fisico come la scottatura solare o meccanico come lo sfregamento o traumi locali”.Fondamentale è mantenere la pelle costantemente idratata. Aperitivo sì, ma analcolico, l’alcool infatti può interferire con alcuni farmaci per la psoriasi. Attenzione invece al sudore, che può irritare la pelle già sensibile e peggiorare le placche. Il clima ideale è fresco e ventilato e al chiuso è consigliabile non esporsi all’aria condizionata.
Con le dovute accortezze è quindi possibile godersi le vacanze e il tempo libero e apprezzare dei miglioramenti ma attenzione a seguire sempre le indicazioni del proprio dermatologo. “Alcuni pazienti infatti decidono arbitrariamente di diminuire o, peggio, interrompere le terapie proprio in questo periodo” continua Costanzo “Ma la cosiddetta ‘vacanza terapeutica’ che veniva consigliata nel periodo estivo in cui venivano sospesi i farmaci di vecchia generazione come gli immunosoppressori non è più necessaria. Le nuove terapie personalizzate, sono più efficaci, sicure e non hanno problemi di tossicità, non devono essere sospese e mantengono gli effetti a lungo termine. Sono oggi disponibili infatti moderni farmaci che si dimostrano efficaci già dalle prime settimane e che permettono di ottenere la clearance cutanea completa sino al 90 e 100%, come il nuovissimo farmaco ixekizumab appena presentato al congresso di Sorrento. Attenzione anche alle cure ‘fai da te’, un errore che interessa circa il 25% dei pazienti con malattie autoimmuni (quindi anche con psoriasi, in cui il fenomeno arriva al 50%*).Una sospensione temporanea o definitiva delle terapie senza consultare il dermatologo potrebbe esporre a ricadute e peggioramenti, rendendo vani gli sforzi fatti sino a quel momento. “Sappiamo che alcune terapie sono difficili da gestire, prevedono modalità di assunzione complicate o effetti collaterali sgraditi” sottolinea Costanzo “quindi una buona comunicazione e l’alleanza terapeutica col curante sono fondamentali per garantire l’aderenza del paziente alla terapia. In questa ottica terapie sempre più maneggevoli a rapida efficacia rafforzano la motivazione del paziente, specialmente nelle forme moderate-gravi.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Psichiatria: i pazienti insegnano l’arte ai ragazzi contro lo stigma

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 giugno 2016

ospedale bresciaBrescia 7 giugno alle 17. La location è la sontuosa sala SS Filippo e Giacomo in via delle Battaglie, 61, dove saranno esposte le opere realizzate con l’importante contributo di alcuni ospiti dell’Irccs Fatebenefratelli di Brescia, unico istituto di ricovero e cura a carattere scientifico dedicato esclusivamente alla psichiatria. L’arte può essere uno strumento efficace per la riabilitazione psichiatrica delle persone che soffrono di una malattia mentale con una ricaduta positiva anche sulle loro famiglie, sui vicini di casa, sui colleghi di lavoro che spesso condividono con loro un difficile cammino: la lotta allo stigma sociale che accompagna e sovente aggrava la condizione delle persone che soffrono di una malattia mentale è il principale obiettivo della mostra Deepression.
La mostra, voluta anche per celebrare il XX anniversario della fondazione dell’istituto bresciano, è l’ultimo step del progetto “Intervento educativo sugli atteggiamenti verso la malattia mentale degli studenti delle scuole secondarie superiori bresciane” finanziato dalla Fondazione Comunità Bresciana onlus e che ha coinvolto gli Istituti superiori Calini, Gambara, Canossa e De Andrè di Brescia. Il progetto ruota intorno alla Bottega dell’Arte nella quale un gruppo di ospiti delle comunità psichiatriche dell’Irccs ha insegnato alcune tecniche artistiche a un gruppo di circa 100 studenti di 4 istituti superiori della città. «Questa attività si inserisce nel progetto più ampio che ha lo scopo di promuovere una corretta informazione sulla salute mentale e di ridurre lo stigma che è ancora associato alla malattia mentale e l’arte, in questo caso, è stata un veicolo per promuovere una connessione tra l’istituzione e il territorio e promuovere quel “contatto sociale” che secondo la letteratura scientifica è uno dei fattori più efficaci nella riduzione degli stereotipi e pregiudizi verso le persone che soffrono di una malattia mentale» spiega la psicoterapeuta Mariangela Lanfredi.
La mostra, che si avvale della collaborazione del Segreteriato Italiano Studenti Medicina e dell’Associazione “Il Sasso nello Stagno”, non è il primo intervento con cui l’Irccs porta avanti la sua lotta al pregiudizio verso la malattia mentale. Queste iniziative non hanno solo un obiettivo sociale, come chiarisce la psicoterapeuta Roberta Rossi: «Sappiamo dalla ricerca e dall’esperienza clinica, che gli stereotipi e i pregiudizi verso la salute mentale sono una barriera per l’accesso alle cure e sono fonte di ulteriore sofferenza per chi è già in una condizione di disagio dato dalla malattia mentale. Basti pensare, che in media, una persona con malattia mentale tarda il ricorso alle cure anche di diversi anni rispetto all’esordio dei primi sintomi con ovviamente un effetto sulla prognosi e sul decorso della malattia stessa. Il lavoro di sensibilizzazione promosso dal progetto vuole dunque essere un modo per fornire informazione corretta, suffragata dalle più recenti evidenze scientifiche, nel tentativo che i ragazzi possano essi stessi farsi promotori di un atteggiamento non pregiudiziale nei confronti della salute mentale anche, a cascata, nella Comunità».

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lo stigma e il codice penale

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 novembre 2010

La difesa di Ghedini, nei confronti del suo datore di lavoro, sfiora la banalità, ma nuota dentro l’ignoranza; dice, infatti Ghedini, che le ultime informazioni sul cavaliere non contengono elementi di natura penale, e tanto basta; non tiene in nessun conto lo “stigma” che viene pronunciato nei confronti del cavaliere e del suo spregiudicato comportamento, che sfiora anche l’illecito penale quando impegna le forze dell’ordine a farsi scorta delle escort che allietano le serate del premier.
Lo stigma in sociologia è quel segno distintivo che precisa la disapprovazione sociale, morale, etica, di buon gusto, di savoir faire, nei confronti di una persona che si allontana dalle regole non scritte, ma vissute e radicate nelle cultura di un popolo, con l’aggravante di volerle elevare a nuova norma comportamentale, menandone vanto e orgoglio. La stigma coinvolge il codice morale e non il codice penale. La caratteristica del leader è quella di influenzare con il suo comportamento, ritenuto degno e meritevole di imitazione, con grave rischio  che può sfociare nello sconvolgimento dell’etica comune. C’è da attribuire una responsabilità anche alle alte gerarchie della Chiesa, che dell’etica e della morale dovrebbe farsi paladina senza se e senza ma; ma così non è e non è stato se un principe della Chiesa ha suggerito la “contestualizzazione” di una bestemmia pronunciata in pubblico, cadendo peraltro in quel medesimo relativismo che a parole ritengono di dover combattere in nome e per conto di talune verità che non ritengono opportuno discutere. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

IX edizione del Festival del Cinema Indipendente

Posted by fidest press agency su sabato, 10 ottobre 2009

Ultimi giorni per candidare le proprie opere nelle cinque sezioni in concorso alla IX edizione del Festival del Cinema Indipendente, organizzato dalla Provincia di Foggia, con il contributo della Regione Puglia, in programma dal 27 novembre al 5 dicembre 2009.  Devono pervenire entro il 15 ottobre le richieste per proporre i lavori nelle categorie in gara: “Lungometraggi” (in 35mm e in digitale); “Corti del Territorio”, per opere originali di fiction, che non superino i 20 minuti, realizzate da autori residenti in Puglia, oppure girate in Puglia; “Cortissimi & Videoclip”, entrambi della durata massima di 5 minuti; “Il Cinema delle Scuole”, per lavori prodotti dagli studenti delle università e delle scuole di istruzione secondaria di secondo grado, sempre della durata massima di 20′; “La Mente al cinema”, riservata a fiction, docu-fiction e documentari sul tema del disagio psichico e dello stigma.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Muranga: il progetto Matu, il film Slum, il teatro

Posted by fidest press agency su sabato, 1 agosto 2009

Milano 29 settembre 2009 presso la “Sala Giorgio Gaber”della Regione Lombardia  Grattacielo Pirelli, piazza Duca d’Aosta 3,  Nell’Africa Sub Sahariana 26 milioni di persone vivono ogni giorno il dramma dell’AIDS, vittime due volte, del virus e dello stigma che lo impregna.  Sono più del 60% di tutta la popolazione e più dei tre quarti delle donne.  Vittime impegnate in una lotta di cui ancora non si vede la fine, che non sembra diminuire negli anni e che si propaga sulla spinta di fame e miseria. Le cause principali della diffusione dell’HIV nel continente africano riguardano il difficile accesso alle informazioni, le misere condizioni di vita, le difficoltà economiche e la malnutrizione. Immagini, suoni e parole per comprendere meglio le dimensioni del problema Un evento, forse insolito, per raccontare l’AIDS e un progetto di solidarieta, attraverso un métissage espressivo fatto di cronaca, cinema, teatro e narrazione. MATU, la docu-fiction di Luca Mariani e Cactus, prodotta dal COSV, racconta la storia di un dodicenne africano la cui vita e’ stata minacciata dal terribile virus dell’Aids. Con un gioco di storie ad incastri e i toni di una fiaba, racconta, a ritmo di rap, l’incontro di Matu e Davide, un italiano giunto in Africa per affari.  Un concentrato di storie di vita e speranza, per presentare la realtà di un futuro senza HIV reso possibile, per la comunità di Murang’a grazie ad un progetto del COSV, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e dalla regione Lombardia. SLUM, lo spettacolo teatrale adattato per l’occasione da Milvia Marigliano, straordinaria interprete oltre che autrice, accompagnata dai ritmi pop-tribali del gruppo calabro-bolognese del Parto delle Nuvole Pesanti.  Dagli “slum”, non-luoghi dove la vita scorre in un fragile equilibrio tra violenza, degrado e povertà, parte Myrna, migrante in fuga verso un domani che forse non arriverà mai. Saranno inoltre presenti Jadiel Gatama, direttore di SLICO, associazione keniota che si occupa di lotta alla povertà e supporto allo sviluppo sociale nel distretto di Murang’a, e Irene Kamau, direttrice di ANK, l’associazione di Nairobi che lavora attivamente negli SLUM. Un appuntamento organizzato da COSV-Solidarietà Italiana nel Mondo, con il contributo di Regione Lombardia, in collaborazione con CoLomba – COoperazione LOMBArdia e l’Osservatorio Italiano sull’azione globale contro l’AIDS – ONG italiane http://www.myspace.com/matuthemovie

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congo Church launches $144 million programme for AIDS

Posted by fidest press agency su martedì, 19 maggio 2009

The Catholic Church in the Democratic Republic of Congo has pledged to collect funds of US$ 144 million for a three-year HIV and AIDS programme. The funds will be used by Caritas Congo to provide education and prevention, treatment and care, and also work against stigma.  As many as 450,000 people are living with HIV in Congo as of 2007, with as many as 50,000 children infected by the virus.  Conflict in the east of the country in which around 1.5 million people have fled their homes has left women and children vulnerable to rape and AIDS infection. As many as 27,000 sexual assaults were reported in 2006 in South Kivu Province alone and 10-12 percent of women raped are infected with HIV. The three-year programme is a collaborative effort and has been drafted with the participation of 47 dioceses in the country. The widespread network of the Church on a local level in Congo means that it has access to communities which don’t have a solid health infrastructure.  Caritas Congo’s Director Dr Bruno Miteyo presented the programme at a conference of Congo’s bishops in Kinshasa last week. He said that millions of Congolese affected by the pandemic will benefit.  Congo’s Government said at the meeting that faith-based organisations like the Church had a strong role to play and affirmed a joint commitment to tackle the pandemic.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »