Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘strutture sanitarie’

Attacchi in Siria contro il personale medico e le strutture sanitarie

Posted by fidest press agency su sabato, 30 aprile 2016

aleppo“Ci uniamo al gran numero di voci che esprimono sdegno per l’attacco all’Ospedale di Al Quds ad Aleppo. Tra le persone uccise vi erano due dottori – uno dei quali l’unico pediatra rimasto in città- 3 paramedici e numerosi pazienti, compresi bambini.
Siamo indignati per la frequenza allarmante degli attacchi al personale e alle strutture sanitarie in Siria. Questi episodi avvengono mentre si acuiscono le violenze soprattutto nel nord del paese.
Pochi giorni fa, un ginecologo è rimasto ucciso da un mortaio, mentre tornava a casa dopo aver curato civili feriti presso una clinica supportata dall’UNICEF ad Aleppo.
Questi attacchi ci ricordano le enormi difficoltà e i pericoli che ogni giorno gli operatori sanitari siriani devono affrontare. Questi operatori meritano molto di più della nostra semplice ammirazione. Meritano una protezione più ampia.
Gli attacchi al personale e alle strutture sanitarie e il mancato accesso a servizi sanitari, equipaggiamenti e scorte mediche ovunque in Siria, non rappresentano solo un’evidente violazione delle Leggi del Diritto umanitario internazionale, ma privano le famiglie e le comunità delle cure sanitarie essenziali quando ne hanno maggiormente necessità.
L’UNICEF e l’OMS chiedono a tutte le parti in conflitto di porre fine agli attacchi contro le strutture sanitarie, il personale medico e le ambulanze e di consentire l’accesso alle cure ai tanti civili innocenti che hanno disperato bisogno. Migliaia di vite sono a rischio”.

Posted in Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Strutture sanitarie a Pomezia

Posted by fidest press agency su domenica, 22 Mag 2011

«Il Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, verrà sul nostro territorio mercoledì alle 9 a garantire fondi ed attenzione alle nostre strutture sanitarie». E’ quanto dichiara Luigi Celori, Presidente di Autostrade del Lazio e candidato Sindaco a Pomezia . «Occorrono – continua Celori – più personale sanitario per il centro di igiene mentale, fondi per completare l’ampliamento del poliambulatorio di Fior di Sole e dobbiamo realizzare l’elissoccorso. C’é bisogno di un nuovo e fattivo rapporto con la clinica S.Anna, valida struttura che fa fronte alle emergenze del territorio e di tutti quelli che per lavoro o per esigenze di turismo vi fanno riferimento. Noi sappiamo rivolgerci a chi ha titolo e risorse per risolvere i problemi della sanità e vi troviamo ascolto. Lasciamo ad altri i patetici tentativi di darsi un ruolo solo per fini di bassa propaganda elettorale ». «Con il presidente Polverini stipuleremo un patto Regione Lazio e Comune di Pomezia che prevederà un pacchetto di interventi strutturali, economici e di supporto all’impresa che ci consentirà d’inserirci a pieno titolo nei programmi di sviluppo di Roma e del Litorale con evidente ricadute positive per l’occupazione. Con Polverini – conclude il candidato Sindaco – chiuderemo la campagna elettorale venerdì 27 a piazza Indipendenza a Pomezia siglando pubblicamente l’accordo ». (polverini e celori)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solidarietà ai lavoratori dell’Asp

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2011

Crotone. “A nome mio personale e della parte politica che rappresento voglio esprimere la più  sentita solidarietà ai ca. 140 lavoratori interinali che prestano servizio presso la nostra ASP e che perennemente continuano a restare precari, malgrado prestino servizi importanti e propedeutici al buon funzionamento delle nostre strutture sanitarie. La nostra sanità non può permettersi questi ulteriori tagli, auspichiamo la risoluzione di questa importantissima problematica che ad ogni piè sospinto vede questi lavoratori in lotta per un posticino  di lavoro. La loro opera è indispensabile per una sanità, la nostra,  che certo non brilla per efficienza, sicuramente non per per colpe del personale medico e paramedico che portano avanti un’attività professionalmente validissima, ma certamente difficile per le tante carenze  strutturali diventate ormai endemiche. Il Commissario Nostro deve fare di tutto per risolvere questa  criticità in quanto, pur comprendendo le esigenze del piano di rientro, non è passibile tagliare i costi di questo personale, forse farebbe bene ad approfondire nelle pieghe del  bilancio stesso per eliminare quelle spese  superflue che  riteniamo  ci siano a iosa. Una situazione non più procastinabile e ben si comprende la disperazione di questi dipendenti che dopo anni ed anni di precariato addirittura oggi intravedono l’interruzione del  rapporto lavorativo. Spero che chi di competenza attivi tutte quelle azioni atte a riportare serenità tra questi dipendenti  e  fiducia nella nostra popolazione che per un certo verso si sente frastornata.(Salvatore Lucà)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Abruzzo: All’opera i sei operatori sanitari di Bologna

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 aprile 2009

Sono già operativi i sei sanitari dell’Azienda USL di Bologna inviati a Villa Sant’Angelo, insieme ad un operatore dell’Ausl di Reggio Emilia e otto dell’Ausl di Rimini. Quattro medici e undici infermieri in tutto, giunti nell’area terremotata questa notte e supportati dalla logistica messa a disposizione della Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna dall’Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze. Dispongono di una tenda per posto di emergenza avanzato e di due veicoli per le maxiemergenze e sono in grado di prestare soccorso a feriti con diversi gradi di gravità. Il gruppo di sanitari della regione Emilia non si occupa solo delle vittime del terremoto ma anche della assistenza a tutti coloro che non possono più contare sulle strutture sanitarie locali in seguito al sisma. L’ospedale de l’Aquila, per esempio, non è più agibile e a causa di ciò chi ha necessità viene curato sul posto nelle tende di emergenza o inviato presso gli ospedali di Teramo, Sulmona o Pescara, a parecchi chilometri di distanza. Le condizioni di lavoro per gli operatori non sono ottimali, perché le scosse continuano e in alcuni casi si verificano crolli che mettono a rischio l’incolumità di chi lavora tra le macerie.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »