Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘stupinigi’

Antonello Venditti al Stupinigi Sonic Park

Posted by fidest press agency su martedì, 29 giugno 2021

Sabato 3 luglio, ore 21 Cortile d’Onore, Palazzina di Caccia Stupinigi. Sarà la prima tappa del tour Special 2021” di Antonello Venditti. Nella sua carriera, l’artista ha emozionato intere generazioni, mettendo in musica i suoi sentimenti e l’amore, tematiche sociali e culturali.Stupinigi Sonic Park è promosso da Città di Nichelino e Sistema Cultura in collaborazione con Fondazione Ordine Mauriziano e il patrocinio di Regione Piemonte. Una produzione Reverse Agency. HR Partner: Lavoropiù. Quest’anno, inoltre, la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro taglia il traguardo dei suoi 35 anni di attività e sarà charity partner di Stupinigi Sonic Park. Una significativa collaborazione con una delle realtà più importanti del nostro territorio, la quale da molti anni offre un contributo significativo alla sconfitta del cancro.Biglietti da 40 a 75 euro. I biglietti sono in vendita su Ticketone (www.ticketone.it)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Concerto Elio e Filarmonica Toscanini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 31 maggio 2017

elioBollaniPianoSoloStupinigi Mercoledì 14 giugno 2017 ore 21.30 Cortile d’Onore – Palazzina di Caccia di Stupinigi Favola sinfonica di Sergej Prokof’ev per voce recitante e orchestra accompagnato dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta dal M° Alessandro Nidi per la prima volta in assoluto Elio, nell’inconsueto ruolo dell’istrionico narratore del capolavoro per grandi e piccini reso ancor più celebre dal cartone animato di Walt Disney, coniugherà la sua tipica ironia con la musica classica di qualità in una serata da sogno, tra favola e risate. Una cornice incantevole per un maestoso concerto, l’opera più conosciuta di Sergej Prokof’ev, scritta nel 1935 per raccontare in maniera divertente gli strumenti musicali che compongono un’orchestra, sarà eseguita dalla Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, diretta dal M° Alessandro Nidi. Dopo due celeberrime Ouverture di Rossini, Elio racconterà, in maniera del tutto personale, originale e unica, la vicenda di Pierino nel catturare il lupo, aiutato dall’uccellino, dall’anatra e dal gatto, in compagnia del nonno e dei cacciatori: sette personaggi rappresentati da altrettanti strumenti dell’orchestra. Un concerto da sogno, unica occasione del 2017 per vedere Elio e la Filarmonica Arturo Toscanini di fronte alla Palazzina di Caccia di Stupinigi nell’interpretazione di una favola sinfonica per grandi e piccoli.
Poltronissima Juvarra (I settore) intero € 49 – ridotto € 45 – pacchetto famiglia x3 € 90 | Poltronissima Prunotto (II settore) intero € 43 – ridotto € 39 – pacchetto famiglia x3 € 75 | Poltrona Alfieri (III settore) intero € 36 – ridotto € 33 – pacchetto famiglia x3 € 60 | Poltrona Bo (IV settore) intero € 25 – ridotto € 22,50 – pacchetto famiglia x3 € 45 | under 12 € 15 in ogni settore. (foto: elio, BollaniPianoSolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alla Palazzina di Caccia di Stupinigi il Natale è reale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 novembre 2016

stupinigiDa venerdì 2 a domenica 11 dicembre la Palazzina di Caccia di Stupinigi ospiterà “Natale è Reale”, un grande evento dedicato alla festa più attesa dell’anno, organizzato dalla società Editori Il Risveglio e patrocinato dalla Città Metropolitana di Torino. Per dieci giorni la reggia sabauda vivrà immersa nelle atmosfere natalizie. Le Citroniere di Ponente e di Levante accoglieranno spettacoli teatrali, laboratori didattici per le scuole, stand enogastronomici, mercatini con i prodotti dell’artigianato locale, ristoranti tematici. Il suggestivo presepe realizzato dall’artista Giovanni Viviani renderà ancora più fiabesca l’atmosfera. A dare il benvenuto ai bambini ci penserà Santa Claus in persona, pronto ad accompagnare i piccoli nella sua magica casa, popolata da elfi, dolci e sorprese. A “Natale è Reale” tutta la famiglia sarà protagonista, grazie a un ricco cartellone di eventi. Oltre a visitare il Museo della Palazzina di Caccia, il pubblico potrà partecipare agli spettacoli ispirati al tema natalizio, alla storia della Palazzina di Caccia e al senso del Natale: il musical “Il cervo e la luna”, il gioco teatrale interattivo e lo spettacolo “Insolito Natale” proposto con l’apericena. Nella Casa di Babbo Natale grandi e piccini saranno invitati a dare sfogo alla propria creatività e immaginazione, per costruire e inventare lavoretti, decorazioni, origami, collage, immagini pop-up, regalini natalizi insieme agli Elfi dell’Ugi, l’Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini: perché Natale Reale è anche solidarietà. Sarà possibile giocare con il mais, con la fattoria didattica Agrisapori, per creare simpatici manufatti.L’inaugurazione di “Natale è Reale” è in programma venerdì 2 dicembre alle 11,45, alla presenza delle autorità cittadine di Nichelino e dei vertici della Fondazione Ordine Mauriziano, proprietaria della Palazzina di Caccia. La Regina Margherita in persona aprirà le porte della Palazzina a Santa Claus.
Sabato 3 dicembre alle 11,45 nel cortile dell’Elefante la Regina e Santa Claus incontreranno i bambini, per scartare un pacco regalo misterioso con tante sorprese.Giovedì 8 dicembre si celebrerà la Festa dell’Immacolata con tutta la famiglia. Alle 11,45 è in programma l’evento “Christmas love – Il messaggio di Natale”. Gli elfi e tutti i bambini faranno volare tanti palloncini con i desideri e i messaggi d’amore per un mondo migliore. La famiglia reale in costume rievocherà le giornate natalizie della corte sabauda.Domenica 11 dicembre alle 19 si brinderà al Natale con la Regina Margherita, gli elfi e Babbo Natale, che sarà in partenza con le sue renne verso il Polo Nord.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Riapre dal 1° Giugno il Parco Storico di Stupinigi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 giugno 2016

stupinigiTorino Dal 1° Giugno 2016 torna a fiorire il Parco Storico della Palazzina di Caccia di Stupinigi (Nichelino, To) e con il biglietto d’ingresso al museo sarà possibile ammirare -per la prima volta dopo anni di lavori- anche l’area verde da cui partivano le rotte di caccia. Le perfette geometrie del parco rappresentavano, già nella visione del genio juvarriano, l’ideale continuazione del disegno della Palazzina di Caccia di Stupinigi: un impianto scenografico straordinario per l’epoca.
Il nuovo percorso di visita aperto al pubblico dalla Fondazione Ordine Mauriziano prevede dal 1° Giugno anche l’accesso ai giardini dal Salone Centrale compreso nel biglietto. Hanno contribuito al recupero delle aree verdi Fondazione CRT e Consulta di Torino, che in passato avevano permesso il ripristino del disegno originale dei parterre antistanti la Palazzina e il reimpianto delle alberate storiche di pioppi cipressini attorno alla residenza.Il parco venne realizzato a partire dal 1740 da Michel Bénard come giardino formale all’italiana con parterres a broderie delimitati da siepi di bosso e ligustro, decorati in estate da vasi di fiori e agrumi. Dal 1854 l’impianto settecentesco venne trasformato gradualmente per adeguarsi al nuovo gusto romantico inglese. Vennero dunque creati percorsi secondari ad andamento sinuoso con nuovi elementi paesaggistici. Il Parco Storico è stato oggi riportato ai disegni originali in cui il Salone delle feste si affaccia sui grandi viali che si irraggiano, in fuga, verso i territori di caccia e le campagne dell’antico Ordine cavalleresco.
Venerdì 8 Luglio dalle 19.30, nell’ambito della rassegna Teatro a Corte, il Parco Storico della Palazzina ospiterà uno spettacolo in 3 atti: l’installazione Delle fiabe e delle sedie di Marco Muzzolon, la mini-performance Instant de Suspension delle acrobate Pauline Barboux e Jeanne Ragu e il doppio show Le chas du Violon / Evohé della compagnia Les Colporteurs (rispettivamente un racconto del legame tra madre e figlia e una rilettura del mito di Teseo e Arianna. Info http://www.teatroacorte.it).
Arricchisce e completa la visita alla Palazzina di Caccia il percorso nel Parco Storico: una superficie di circa 10 ettari che si sviluppa sul lato Nord-Sud. Nella concezione progettuale dell’architetto messinese Filippo Juvarra l’area verde era strettamente connessa alle linee -straordinariamente innovative per il tempo- della Palazzina di Caccia. L’ideale scenografia di un apparato spettacolare che aveva il preciso compito di “visualizzare” la sovranità sabauda. Furono poi l’architetto Benedetto Alfieri e il paesaggista Michel Bénard ad interpretare il progetto a partire dal 1740, quando venne realizzato il gran rondò: il punto da cui irradiano le direttrici dei viali nelle direzioni della rosa dei venti ripetendo così lo schema a croce di Sant’Andrea della Palazzina con il fulcro nel Salone centrale. Il rondò permetteva agli ospiti (magari in sella e pronti per la battuta di caccia) di ammirare il maestoso dispiegarsi delle facciate della Palazzina con le luminose vetrate del Salone, dall’altra di stendere lo sguardo a perdita d’occhio sulle rotte di caccia e sugli immensi possedimenti dei Savoia. Il giardino venne in origine sviluppato come giardino formale all’italiana con parterre a broderie delimitati da siepi di bosso e ligustro, decorati in estate da vasi di fiori e agrumi. Vennero piantati con perfette simmetrie viali e bosquets di carpini, olmi e querce. Gli apartments verts o cabine di verzura, ai lati dei parterre centrali, indirizzavano lo sguardo verso il parco e costituivano l’elemento di maggiore rilievo scenografico: furono però distrutti dalle truppe napoleoniche. Dal 1854 circa l’impianto settecentesco, come per altre residenze sabaude, venne trasformato per adeguarsi al nuovo gusto romantico inglese. Sotto la direzione di architetti e paesaggisti del tempo come Melano, Roda e Scalarandis vengono creati percorsi secondari ad andamento sinuoso; un laghetto con tanto di isola dotata di belvedere sulla sommità; un ponte con balaustra di rami intrecciati; un labirinto di carpini alternati a querce ed olmi (nell’area ancora chiusa al pubblico).
Nel 1850 l’area di levante -accanto al Serraglio di animali esotici, dove oggi è ‘tornato’ l’elefante Fritz- ospitava il giardino floreale con rose antiche e una serra in cui era possibile meravigliarsi di fronte al banano e curiose essenze provenienti da ogni parte del mondo. Le scuderie, ricovero invernale degli agrumi, assumono così il nome di citroniere. L’alberata di pioppi cipressini, di ricordo juvarriano, circonda con doppia fila tutto il perimetro a “buco di serratura” della residenza ed è stata reimpiantata negli anni 2008-2010 nel rispetto delle antiche misure d’impianto. (foto: stupinigi)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »