Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘suez’

SUEZ Wins Coveted Water Industry Award for Innovation

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 novembre 2017

suezSUEZ announced today that it has been awarded the Utility Industry Innovation in Water and Sewer by the National Association of Regulatory Utility Commissioners at its Innovation Awards ceremony held in Baltimore, MD from November 12-15. Hailed as the leading industry awards to promote and recognize innovative solutions for utilities, SUEZ was recognized for its state-of-the-art deployment of its Smart Utility Network. SUEZ designed, engineered and deployed a Smart Utility Network to enable wireless meter reading and Internet-of-Things connectivity. The network covers nearly 1000 square miles, including 150 towns and cities in the New York metropolitan area and Boise, ID. To date, over 200,000 water meters have been brought online offering significant benefits for customers: Hourly meter reads, versus monthly or quarterly, satisfy customer desire for more data and greater management of their water accounts
Elimination of the inconvenience of having to be home to give access to a meter reader– all reads are now automaticSupport of conservation by reducing wasted water – in one example city, customer outreach regarding leaks yielded a 38% reduction in wasted water and reduced the entire city’s demand for water by nearly 5%“Innovative ideas are generated through the recognition that there are better and more efficient ways to do things. They reach full potential when their application satisfies a wide-reaching need,” said David Stanton, President of Utility Operations. “The Smart Utility Network is a testament to the ingenuity of SUEZ employees and is only the beginning of great changes coming for our customers,” he added.The Smart Utility Network is part of SUEZ’ four commitments to improving the water value chain. The network enhances Water Resource Management through the reduction of theft of water, increases Energy Efficiency and Health and Safety by eliminating traditional meter reader vehicles, and improves overall Customer Satisfaction.“Smart networks and big data are changing the way we operate. With over 100,000 more Smart meters expected to be deployed by the end of 2018, our goal is to bring the benefits of our system to as many communities as we can.” (photo: suez)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il lancio del nuovo canale di Suez

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 agosto 2015

canale suezHa risuonato in tutto il mondo, raggiungendo milioni di persone appartenenti ad ogni ceto sociale. Il suo impatto economico è stato riconosciuto, la sua realizzazione è stata apprezzata e la sua leadership onorata. Ma chi sono i veri eroi del progetto?
“Io non sono qui per i soldi. Sono molto orgoglioso di far parte del futuro del mio Paese “, spiega Mostafa Abd Almaugoud, residente a Ismailia e di nazionalità egiziana. Ha lavorato al progetto del Nuovo Canale di Suez negli ultimi sei mesi come assistente ingegnere. É una giornata molto calda nel bel mezzo del canale, il sole batte forte sul cantiere e il lancio della nuova corsia di navigazione è a poche settimane di distanza. Mostafa è di ottimo umore. Fa parte di un team di tre persone, che lavorano instancabilmente per mettere in sicurezza gli argini del canale utilizzando pietra locale. Questo è un aspetto fondamentale del progetto, che deve essere portato a compimento lungo tutti i 35 Km chilometri di via d’acqua supplementari, prima che le prime navi possano transitare nel canale.
Mostafa e le migliaia di persone che come lui viaggiano ogni giorno per raggiungere il canale per garantire il completamento del progetto è un cittadino orgoglioso. Parla dell’importanza culturale del nuovo canale, un sentimento largamente condiviso tra i residenti di Ismailia City. “L’Egitto merita questo. Il completamento di questo progetto significherà un nuovo inizio.”
Di questo nuovo inizio si è parlato da quando il presidente Abdel-Fattah Al-Sisi ha annunciato il progetto nel mese di agosto 2014, ma poco è stato detto circa gli sforzi di chi ha operato sul campo negli ultimi 11 mesi e sono ora sul punto di portare a compimento un lavoro considerato alla stregua del più grande della storia. Tali sforzi non sono nuovi in ​​questa parte del mondo. Quando Cheope regnò durante la prima metà del Antico Regno intorno al 2589-2566 AC, ebbe inizio la costruzione della prima e della più grande piramide, ai tempi in cui l’Egitto era al picco della sua prosperità. Un progetto durato più di 20 anni, che ha portato alla realizzazione di un monumento del peso di oltre 6,5 milioni di tonnellate, riconosciuto come punto di riferimento e come un simbolo dell’Egitto non solo a livello locale, ma in tutto il mondo. Questo dimostra la persistenza e la determinazione nel costruire qualcosa che agisce come un faro per una nazione, un simbolo di grandezza e maestosità riconosciuto come punto di riferimento studiato, visitato e amato da persone di tutto il mondo che parlano del popolo egiziano.
43.000 i lavoratori, tra cui un numero significativo di ingegneri, sono stati radunati in poco tempo dopo che il mega-progetto è stato annunciato: una quantità impressionante di professionisti, per lo più basati nelle città circostanti di Port Said, Suez e Ismailia. A differenza di molti grandi progetti di costruzione, l’Egitto ha scatenato l’interesse e la passione della propria gente e, di conseguenza, può vantare di avere autonomamente preso il controllo del progetto del Nuovo Canale di Suez.
“Diremo al mondo di venire a vedere quello che gli egiziani hanno fatto”, dice Mostafa, quando gli è stato chiesto perché il progetto fosse così importante per lui.
“Viva l’Egitto! Lunga vita all’Egitto!”, esulta Sayed Abd Al Hamid, un 51enne di Daqahlia Al Mansoura. Ha lavorato per la costruzione del nuovo canale fin dall’inizio, sopportando condizioni difficili durante i mesi più caldi. Ma questo non lo ha turbato. Non sembra avere turbato nessuno.
Qualche settimana dopo il nuovo canale ha finalmente aperto le sue vie d’acqua. Il duro lavoro estenuante è stato completato e le 43.000 persone coinvolte possono finalmente godere dei frutti del proprio lavoro.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mv Suez pirated in the Gulf of Aden

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

At approximately 0415 GMT, the container ship MV Suez reported that they were under attack by one white skiff (small boat) and shots had been fired at the motor vessel to force it to stop.  The ship was reportedly employing Best Management Practices, having barbed wire in place and fire hoses ready.  Two NATO warships, HNLMS De Zeven Provinciën and USS Cole, from the NATO counter piracy task force undertaking Operation OCEAN SHIELD, and a Singaporean warship the RSS Endurance from the CMF taskforce were within forty miles of MV Suez at the time of the attack. Despite reacting immediately and having a helicopter on the scene within 10 minutes, naval forces were unable to prevent the attack as the pirates had been able to board the ship within 5 minutes.  This incident highlights that the IRTC is still an area where piracy occurs and that the presence of warships and the employment of Best Management Practices are not guarantees of immunity.
NATO Maritime Command Northwood’s Chief of Staff, Rear Admiral Hank Ort commented that, “It is imperative that vessels continue to employ anti-piracy measures, maintain an effective lookout and react robustly, in order to resist pirate attacks for long enough to allow naval forces to reach the scene and intervene before the pirates are onboard.”  MV Suez, a Panamanian-flagged ship with a crew of 24, was travelling eastbound though the Gulf of Aden towards the Suez Canal.
NATO has contributed to the international counter piracy effort off the Horn of Africa since December 2008.  The mission has expanded from escorting UN and World Food Programme Shipping under Operation Allied Provider and protecting merchant traffic in the Gulf of Aden under Operation Allied Protector.  In addition to these activities and as part of the latest mission, Operation Ocean Shield, NATO is working with other international bodies to help develop capacity of countries in the region to tackle piracy on their own.    NATO has recently announced its continuing commitment to counter-piracy by extending Operation Ocean Shield to December 2012.  The NATO Task Force consists of 2 ships from Standing NATO Maritime Group 2.  These are:  Hnlms De Zeven Provinciën (Flagship) – The Netherlands Uss Cole – Us

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »