Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘superbonus’

Dl Semplificazioni: Nardi, ora superbonus più facile e con meno burocrazia

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2021

“Il decreto semplificazioni rende più agevole l’utilizzo dei superbonus al 110% da parte delle famiglie. Per esempio: ora è chiaro che per procedere basta una ‘semplice’ Cila, cioè la comunicazione di inizio lavori, e non la Scia, necessaria quando l’intervento riguarda elementi strutturali. Si tratta di una svolta importante”. Lo dichiara Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive della Camera, che ha presentato un emendamento all’articolo 33 bis del decreto semplificazioni, ottenendo il parere positivo del Governo.“Non sono più possibili interpretazioni discrezionali – spiega la Presidente Nardi – Da ora è ufficiale che non c’è più l’obbligo della dichiarazione di conformità urbanistica sia in caso di superbonus 110% sia in caso di sisma-bonus per opere di intervento strutturale come ad esempio il rifacimento del tetto o del solaio o delle scale. Questo determina evidenti ripercussioni positive sia per i professionisti sia per i cittadini, che vengono liberati da numerosi passaggi burocratico-amministrativi”.“Altre innovazioni molto importanti – aggiunge la Presidente Nardi – riguardano il cappotto termico e il cordolo anti-sismico, che d’ora in avanti andranno in deroga alle distanze minime fra edifici previste per legge. Viene poi chiarita la questione dei tetti fotovoltaici: si potranno installare i pannelli anche nei centri storici, o meglio in quelle Zone A che i Comuni hanno individuato successivamente al 1968, purché ovviamente si tratti di pannelli integrati e non riflettenti, cioè che non snaturino la zona dal punto di vista visivo.”.“In pratica – spiega la presidente Nardi – l’emendamento chiarisce dei passaggi che potevano essere oggetto di interpretazioni restrittive da parte dei Comuni. Si tratta di modifiche suggerite dal confronto con il mondo delle imprese, con i cittadini e con gli amministratori locali. È una vittoria importante, frutto di un lavoro di tessitura e mediazione che ha riunito varie proposte emendative della maggioranza. È la prova che quando il Parlamento lavora bene si possono produrre risultati positivi per i cittadini”.“Non dimentichiamo mai – conclude Nardi – che gli interventi legati al superbonus servono a migliorare le abitazioni delle famiglie italiane, rendendole sia più sostenibili, e quindi anche meno costose, sia più sicure. Il risultato è anche la ripartenza del settore edile, con ripercussioni molto incoraggianti sui livelli occupazionali”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il superbonus e i vantaggi per chi li usufruisce

Posted by fidest press agency su sabato, 8 Maggio 2021

Il Superbonus 110% è una misura che offre degli indubbi vantaggi ai cittadini che ne vorranno usufruire, ma le misure da rispettare sono molto stingenti ed è necessario conoscerle. Ad oggi, a causa di una normativa estremamente complessa e la lunghezza delle procedure, i cantieri avviati nel nostro Paese sono ancora pochi: la verifica della regolarità urbanistica, soprattutto di quegli edifici datati, rende molto difficile e in alcuni casi impossibile la sua attuazione. Secondo i dati forniti dall’ENEA, sembrerebbe che questa vantaggiosa agevolazione si stia rivelando un fiasco, infatti, in Italia su un totale di circa 7.000 pratiche di accesso al Superbonus 110% presentate, sono 6.512 i lavori effettivamente iniziati e di questi, solo 530, l’8% circa, sono stati avviati per le aree comuni dei condomini. “Il Superbonus 110%, anche se con tante difficoltà, ha avuto un alto gradimento tra le persone e sta dando anche molto lavoro all’Agenzia delle Entrate per fornire molti chiarimenti su tanti dubbi causati da lacune legislative di una norma comunque molto complessa” – spiega Emilio Giffi, fondatore e CEO di Condominio Chiaro, che si occupa di gestione dei condomini in modo innovativo e altamente professionale e trasparente.Il bonus può essere richiesto su qualunque tipo di edificio che sia un Condominio o un’abitazione privata, l’importante è che più del 50% della superficie sia adibita ad uso residenziale, ovvero ad abitazione e che non sia una abitazione di lusso o categoria catastale (A1).La legge divide gli interventi di ristrutturazione ammessi al bonus in due categorie: gli interventi trainanti e gli interventi trainati. Per poter ottenere il bonus, è necessario realizzare almeno un intervento trainante, ovvero realizzare il cappotto termico per almeno il 25% dell’intera superficie coprente le zone abitate, sono pertanto escluse la parti di muro che si riferiscono ad androni di scale, garage, cantine etc.. oppure la sostituzione della caldaia e sempre che uno dei 2 interventi porti ad un risparmio energetico di 2 classi energetiche (quelle che si stabiliscono elaborando un documento chiamato Attestazione della Prestazione energetica A.P.E.).Se almeno uno di questi due interventi si possono realizzare, allora è possibile effettuare anche altri interventi ricompresi nel bonus chiamati interventi “trainati”, ovvero l’istallazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, oppure pannelli solari per la produzione di acqua calda o ancora le colonnine di ricarica delle auto elettriche.Ma come funziona il Superbonus110%? Se facendo i lavori si raggiunge la cifra di 100.000 euro, lo stato riconosce un credito d’imposta di 110.000 euro. Il beneficiario può scegliere se pagare i 100.000 euro e detrarsi 110.000 euro in rate costanti, oppure cedere il credito a terzi, ad esempio una banca, che pagherà i 100.000 ed acquisirà il credito di 110.000 euro.Attualmente in Parlamento si sta discutendo anche di una modifica della normativa, omogeneizzandola con tutte le atre agevolazioni fiscali riguardanti sempre gli immobili, pensiamo ad esempio al bonus ristrutturazioni, al bonus facciate, che ad oggi hanno aliquote di detrazioni differenti Inoltre, si sta valutando, anche, di creare un’aliquota unica al 75% ed anche uno snellimento delle procedure di cessione del credito.“Nei documenti di lavori parlamentari ad oggi sembra che almeno inizialmente l’ecobonus non sarà interessato alla riduzione di aliquota dal 110% al 75%, ma anzi vi sia la volontà di prorogare ulteriormente la data di scadenza dal 31/12/2022 al 31/12/2023, proroga che tutti auspichiamo arrivi il prima possibile oltre che allo snellimento di alcune procedure. Il Superbonus 110% rappresenta una misura ormai indispensabile per poter realizzare un progetto ampio di sostenibilità e di messa in sicurezza degli edifici delle nostre città”. – dichiara il CEO di Condominio Chiaro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il superbonus sta ottenendo un grande successo

Posted by fidest press agency su sabato, 1 Maggio 2021

“Secondo l’elaborazione di Ance di dati Enea e Mise infatti, in poche settimane, gli interventi edilizi di efficientamento sono triplicati e abbiamo raggiunto un ammontare di oltre 1 miliardo e 200 milioni di euro di investimenti. Con le semplificazioni che arriveranno nel mese di maggio, come annunciato dal premier Draghi, le richieste sono destinate a crescere. Per questo è fondamentale che la misura sia prorogata al 2023”. È quanto dichiarato da Alessia Rotta, presidente commissione Ambiente alla Camera. “Andando nel dettaglio dei dati che ci sono stati forniti, risulta però, come già raccontato dalle categorie, che c’è stato uno scarso utilizzo della misura nei condomìni. Infatti, su quasi 11mila interventi realizzati, solo 1000 sono stati fatti su edifici condominiali, mentre circa 6.000 sono stati gli interventi su edifici unifamiliari e circa 4000 su unità immobiliari indipendenti. Inoltre – spiega Rotta – se guardiamo i dati relativi alla tipologia di beneficiario sono solo 180 gli IACP che hanno avuto accesso alla detrazione fiscale. Un vero peccato che una misura pensata per permettere a tutti di partecipare al risparmio energetico e di godere di bollette più leggere non sia stata utilizzata proprio da quei condomìni a cui la norma era prioritariamente destinata. Se guardiamo alla distribuzione geografica degli interventi, la regione Veneto risulta quella con il più alto numero di interventi, 1430, seguita dalla Lombardia con 1415 interventi e dall’Emilia Romagna con 1008 interventi. Come ci ha raccontato la stessa Enea in audizione ieri presso le commissioni congiunte Ambiente e Attività produttive, c’è stato un forte aumento degli interventi nelle ultime settimane e questo deve essere uno stimolo a consentirne un pieno utilizzo. Centrale, al riguardo, la certezza del diritto e la semplificazione delle norme di accesso per garantire la necessaria concessione di credito bancario”. “E’, quindi, urgente la proroga del superbonus al 2023. La commissione ambiente – conclude Rotta – seguirà con interesse e attenzione l’evoluzione del dibattito e si porrà come luogo di ascolto delle istanze dei soggetti coinvolti proseguendo anche nelle prossime settimane con ulteriori audizioni, che seguono quelle di ieri di Enea e Agenzia delle entrate, con l’obiettivo di garantire la piena attuazione degli obiettivi sociali, ambientali e di sviluppo che potranno derivare dalla misura”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Superbonus, Nardi al ministro Franco

Posted by fidest press agency su sabato, 6 marzo 2021

“Dato che, come hanno riportato alcuni quotidiani, il Bonus 110 per cento sarebbe stato fortemente criticato dall’Unione Europea in un documento riservato recapitato al governo, come Commissione riteniamo utile essere informati e quindi avere in visione il prima possibile tale documentazione. I cittadini e le imprese hanno infatti diritto di sapere cosa attendersi così da poter programmare adeguatamente le proprie scelte” questa la richiesta della deputata Pd Martina Nardi, presidente della commissione Attività Produttive della Camera indirizzata al Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco. Nardi ricorda che il Parlamento ha lavorato molto e bene sul Superbonus 110% , tanto che ne è uscita “una norma che, grazie al lavoro parlamentare, ha superato alcune prime difficoltà interpretative e sta contribuendo al rilancio economico ed occupazionale di un settore, quello edilizio, da sempre prioritario per il Pil nazionale”. Anche perché “il “bonus 110 per cento” assume inoltre un ruolo chiave per contrastare il degrado urbano, promuovere il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti sostenibili e rallentare il consumo di suolo”.Non a caso, ricorda Nardi, “tra le proposte avanzate alla Commissione Attività produttive della Camera ha assunto enorme rilevanza la stabilizzazione del cosiddetto bonus “110 per cento” per la riqualificazione energetica e sismica degli edifici”. Da qui l’invito al Ministro Franco a confrontarsi con la Commissione e il Parlamento per consentire “ai parlamentari coinvolti la possibilità di esaminare nel dettaglio i contenuti e poter verificare eventuali criticità” del (fin qui presunto) documento della UE critico nei confronti del Superbonus edilizio 110%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbonus edilizio 110%

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 febbraio 2021

E’ partito e pur tra molte difficoltà, penso ad esempio all’eccessiva burocrazia e ai ritardi nelle risposte degli uffici comunali a corto di personale, sta dando ottimi risultati sia in termini di aziende edili che stanno lavorando sia di posti di lavoro salvati e riattivati. Per questo credo che si tratti di una misura da incentivare anche nel futuro o quanto meno su cui non far calare dubbi o ripensamenti” così la presidente della commissione Attività Produttive della Camera, Martina Nardi.“E’ naturale che il neo ministro all’Economia Franco appena insediatosi – spiega Nardi – abbia davanti molte questioni da approfondire per cui, oltre agli auguri di buon lavoro, lo invito, appena lo riterrà opportuno, a un confronto in Commissione per rendersi conto del lavoro che abbiamo fatto e di quello che abbiamo intenzione di fare anche sul superbonus”.“La Commissione – conclude Nardi – ritiene indispensabile garantire alle famiglie e alle imprese certezze sul futuro che il superbonus non verrà toccato in corso d’opera ma sarà mantenuto almeno per tutto il 2023. Inoltre siamo convinti che possa essere prolungato il circolo virtuoso che sta generando sia sotto il profilo ambientale, grazie a case meno energivore e più sicure, sia occupazionale in un settore che più di altri ha pagato pesantemente la crisi finanziaria 2007-2008 e da cui non si è più ripreso”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Superbonus, Nardi: “Prorogare la misura e rendere le pratiche più semplici”

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2021

“L’appello di Ance di prorogare il superbonus edilizio 110% va valutato e accolto. La richiesta evidenzia soprattutto come la misura sia riuscita a cogliere in pieno gli obiettivi per cui è nata e che, come maggioranza e PD, ci erano posti: rilanciare la conversione ecologica delle abitazioni con impianti energetici più efficienti e al tempo stesso garantire maggiore sicurezza contro le calamità naturali. Ma non solo, stiamo concretamente riattivando il settore edile, attraverso la leva del superbonus che è in grado di attirare nuovi investimenti e di creare nuova occupazione”. Così Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive della Camera, in merito alla posizione di Ance che ha evidenziato gli effetti positivi del superbonus: 6 miliardi l’anno di spesa aggiuntiva con un effetto totale sull’economia di 21 miliardi di euro e un incremento di circa 64.000 posti di lavoro nelle costruzioni, che arriverebbe a 100mila considerando i settori collegati.“Crediamo sia utile che il nuovo governo valuti tutte le sue potenzialità e soprattutto garantisca che questi investimenti nell’edilizia sostenibile siano prolungati nel tempo, così da permettere alle famiglie di poter programmare gli interventi, e che le pratiche burocratiche e autorizzative siano rese più semplici, intervenendo anche sugli uffici comunali per renderli adeguati alle richieste dei cittadini”, conclude Nardi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbonus, Nardi: “Bene Conte, prolunghiamolo oltre il 2022”

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2020

“Il premier Conte ha confermato la volontà del Governo di prolungare il superbonus edilizio 110% oltre il 2022. Una proposta che sosterremo pienamente in Parlamento. E’ un segnale importante perché indica da parte dell’esecutivo la volontà politica di trovare le risorse necessarie per non interrompere questo positivo volano di sviluppo e di riconversione ecologica delle abitazioni degli italiani”. Così la presidente della commissione Attività produttive della Camera, Martina Nardi, commenta le dichiarazioni del premier Conte.”Questo incentivo sta consentendo a tante famiglie e a tante imprese di intervenire per migliorare l’impatto ecologico degli immobili e sta aiutando concretamente l’edilizia, un settore ad alto valore aggiunto. Il prolungamento oltre il 2022 di questa misura sarebbe quindi una decisione non solo positiva, ma anche molto saggia per il futuro del nostro Paese”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Manovra: Tutto il Pd è per il Superbonus 110%

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2020

“Chi vede divisioni nel Partito Democratico a proposito dell’utilità del Superbonus del 110% forse si è distratto. Per tutto il Pd, sia tra gli esponenti di Governo, sia tra i rappresentati del Parlamento, questa misura va rinnovata e migliorata. Sull’obiettivo infatti non c’è alcuna divisione. Perché questa misura serve da una parte a rilanciare il settore edile e suoi livelli occupazionali, dall’altra a migliorare le abitazione delle famiglie italiane abbattendone il consumo energetico e aumentandone la sicurezza antisismica”. E’ quanto dichiarato da Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive alla Camera, fra i 70 firmatari dell’emendamento depositato ieri per la proroga del Superbunus fino al 2023. “E’ una misura virtuosa, utile a non farci trovare impreparati quando la pandemia sarà superata, che già nei suoi primi mesi di applicazione ha dato buoni risultati pur incontrando difficoltà di ordine tecnico-burocratico segnalate anche dall’Agenzia dell’entrata. Si tratta di problematiche che tutto il Partito Democratico intende superare per rendere quindi l’accesso agli incentivi statali più veloce e quindi più efficace e per questo motivo apriremo un tavolo con il Governo per valutare tutti gli interventi necessarie per migliorare questo provvedimento. Insieme possiamo trovare la soluzione migliore.”

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbonus, Rotta: “Funziona, va ampliato e prolungato”

Posted by fidest press agency su domenica, 29 novembre 2020

“E’ un sistema che ha un doppio valore positivo: da una parte migliora la qualità dell’ambiente rendendo le nostre abitazioni meno energivore e più sicure e dall’altra alimenta la crescita. Per questo il Superbonus del 110% va ampliato e prolungato”, così la presidente della Commissione Ambiente della Camera, Alessia Rotta, commenta la ricerca Cresme sulle prospettive degli ecoincentivi all’edilizia.“Basti pensare che da quando ci sono questi incentivi – spiega la presidente Rotta – abbiamo contato oltre 21 milioni di interventi di miglioramento edilizio che hanno attivato investimenti per 364 miliardi. Un trend in continua crescita, che ha rallentato quest’anno sia per la pandemia e le relative restrizioni, sia per l’attesa delle nuove misure dato che le famiglie e le imprese hanno aspettato e stanno aspettando di capire come e quanto potranno usufruire del superbonus anche in futuro”.“Anche i dati sull’occupazione indicano che si tratta di misure positive – aggiunge la Presidente – La media degli occupati, considerando anche l’indotto delle costruzioni, è di 382.438 occupati all’anno. Cifre che hanno compensato in parte il calo drastico subito dal settore edile in questi anni a causa della crisi 2007-08. Non a caso proprio quest’anno si vedono segnali incoraggianti: più 18.000 unità nel primo trimestre e più 20.000 nel secondo trimestre 2020 rispetto agli stessi periodi del 2019”. “Ma il dato che più ci fa ritenere doveroso un rinnovo e un prolungamento del superbonus 110% è la prospettiva – conclude Rotta – Il Cresme calcola che se sarà prolungato al 2022 l’impatto potenziale sul mercato sarebbe di oltre 8 miliardi. Si tratta cioè di una strada virtuosa, sia dal punto di vista ambientale che occupazionale ed economico, e non possiamo permetterci di abbandonarla proprio ora che sta dando i suoi frutti”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Facile.it: Superbonus 110%, al Sud più di 1 famiglia su 2 ha intenzione di usarlo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2020

Secondo l’indagine realizzata per Facile.it da mUp Research e Norstat, sono 21 milioni gli italiani che hanno intenzione di usufruire del Superbonus 110%; ma in quali zone del Paese l’agevolazione ha riscosso maggior interesse?A fronte di una media nazionale pari al 48,6% dei rispondenti, i cittadini più interessati ad approfittare del bonus sembrano essere quelli residenti nelle regioni del Sud e delle Isole, dove il 52,7% degli intervistati ha dichiarato di avere intenzione di usufruirne; di contro, i “meno interessati” sono risultati essere i rispondenti residenti nel Nord Ovest (45,1%). Vivono invece prevalentemente al Nord Est gli italiani che, pur interessati al Superbonus, hanno scelto di rinunciare per l’eccessiva burocrazia connessa alla richiesta (8,7% rispetto al 7,1% rilevato a livello nazionale).Variano sensibilmente, in base all’area di residenza anche la tipologia di intervento con il quale gli italiani hanno intenzione di accedere al Superbonus 110% e la modalità con cui gli italiani intendono usufruire del Superbonus.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Superbonus 110%, Nardi: “Va accolta la richiesta del settore edile per prolungarlo”

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 novembre 2020

“La richiesta dei rappresentanti delle imprese del settore edile riguardante il prolungamento del cosiddetto Superbonus del 110% è sacrosanta. Penso che vada accolta e credo che vi siano le condizioni sia materiali che politiche, per inserirla nel ddl Bilancio” così la Presidente della commissione Attività produttive della Camera dei Deputati Martina Nardi.”Il livello di attenzione da parte delle famiglie e delle imprese agli incentivi del 110% – spiega la Presidente Nardi – sono un segnale importantissimo, perché consentono da una parte di migliorare le condizioni delle abitazioni con criteri di sostenibilità ecologica e di maggiore sicurezza, pensiamo agli interventi antisismici, e dall’altra perché rappresentano un oggettivo aiuto a sostenere i livelli occupazionali di un settore come quello dell’edilizia che più di altri ha pagato e sta pagando la crisi economica iniziata nel 2007 2008 e da cui ancora non si è ripreso, una crisi aggravata dalla pandemia”. “Un volano che tiene insieme ambiente, sicurezza e lavoro, come il 110%, non va interrotto proprio nel momento in cui comincia a dare frutti positivi, ma al contrario va reso misura strutturale anche utilizzando le risorse UE” conclude la presidente Nardi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Governo non dimentichi agricoltura nel superbonus Hi-Tech

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2020

Un superbonus fiscale che incentivi gli investimenti tecnologici in agricoltura con la possibilità di cessione del credito d’imposta o lo sconto in fattura, come per gli sgravi per le ristrutturazioni domestiche previsti dal Dl Rilancio. E’ questa la proposta di Cia-Agricoltori Italiani, dopo le recenti dichiarazioni del Sottosegretario al Lavoro, Francesca Puglisi, sulle misure in favore dell’innovazione tecnologica allo studio del Governo e chiede, dunque, all’esecutivo di non dimenticare l’agricoltura, coinvolgendo non solo i produttori ma tutti gli attori della filiera agroalimentare.“L’agricoltura non è più la Cenerentola dell’economia nazionale quando si parla di tecnologia e mantiene un dialogo costante con il mondo delle università e della ricerca –sottolinea Dino Scanavino, presidente Cia-. Il giro d’affari dell’agricoltura 4.0 in Italia ha toccato quota 450 milioni di euro con una crescita del 22% su base annua e comprende tutto il complesso di tecnologie usate dalle nostre aziende per migliorare le rese e la sostenibilità delle coltivazioni, la qualità dei prodotti finali e le condizioni dei lavoratori”.“Per continuare a produrre cibo fresco e sano, gli agricoltori dovranno puntare sempre più all’integrazione con l’Hi-Tech –chiosa Scanavino-, utilizzando tutte le risorse messe in campo dalla scienza per affrontare con strumenti efficaci le conseguenze del climate change e del dilagare delle fitopatie. Un superbonus fiscale che acceleri questo processo darebbe continuità agli sforzi già compiuti dal Governo a sostegno dell’innovazione rurale nell’ultima manovra e favorirebbe lo sviluppo economico dell’intero comparto agroalimentare, nel momento così delicato di rilancio del Paese dopo il lockdown”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »