Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘superiore’

23 progetti pilota per dispiegare il potenziale innovativo dell’istruzione superiore in Europa

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2021

Oggi l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (EIT) ha annunciato i 23 consorzi vincitori dell’invito pilota a presentare proposte per la nuova iniziativa “Sviluppo delle capacità di innovazione per l’istruzione superiore”. La nuova iniziativa sosterrà gli istituti di istruzione superiore (IIS) offrendo loro consulenze, coaching e finanziamenti nonché garantendo l’accesso all’ecosistema dell’innovazione dell’EIT, la principale rete europea dell’innovazione. Beneficeranno dell’iniziativa 135 istituti di istruzione superiore (IIS) e 140 organizzazioni non accademiche di 32 paesi, che otterranno finanziamenti fino a 27,5 milioni di € a sostegno della capacità di innovazione degli IIS in tutta Europa. Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato: “Il ruolo svolto dalle università nello sviluppo e nella crescita degli ecosistemi locali e regionali dell’innovazione è cruciale. Questa nuova iniziativa le aiuterà a rafforzare le proprie capacità imprenditoriali a tutti i livelli e a dispiegare il loro potenziale di innovazione. Mi congratulo con i consorzi selezionati per aver messo sul tavolo idee audaci e promettenti. Ora è giunto il momento di passare all’azione facendole diventare realtà!” Sono complessivamente 64 i consorzi – in rappresentanza di quasi 750 organizzazioni di tutta Europa – che hanno presentato domanda per l’invito pilota concluso nel maggio 2021. L’invito a presentare proposte pilota esortava gli IIS e i partner locali di tutta Europa a elaborare piani d’azione a livello di istituzione per migliorare la loro capacità imprenditoriale e di innovazione a tutti i livelli istituzionali. Sostenendo tali attività, questa nuova iniziativa EIT punta ad ottenere un impatto sistemico, a rafforzare gli IIS e a promuovere la crescita sostenibile e l’occupazione in tutta Europa. Ciascun progetto selezionato può ottenere sovvenzioni fino a un massimo di 1,2 milioni di € e può essere realizzato entro il luglio 2023. Un secondo invito a presentare proposte sarà annunciato alla fine del 2021 per progetti che inizieranno nel 2022. Maggiori informazioni sull’iniziativa IIS dell’EIT e sui progetti pilota sono disponibili online.

Posted in Politica/Politics, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La scuola superiore riapre? Sì, no, forse

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2020

Nell’ultimo DPCM è scritto che le scuole superiori riapriranno in tutto il paese dal 7 gennaio ma negli ultimi giorni si susseguono voci contrarie, a partire da Gianni Rezza, direttore della prevenzione del Ministero della salute, per proseguire con il governatore del Veneto, Zaia, che sposterebbero la riapertura oltre metà gennaio. Dello stesso parere un gruppo di presidi piemontesi. Il concetto è semplice: riaprire in queste condizioni, con questi livelli di contagi aumenterebbe il rischio per tutta la popolazione, considerando che dietro i docenti e gli studenti ci sono milioni di famiglie.Intanto i movimenti dei genitori spingono con forza per una celere riapertura, lamentando l’inefficacia assoluta della didattica a distanza, il suo carattere classista ed escludente, la fatica immane richiesta ai loro figli, chiusi in casa per circa cinque mesi nel corso degli ultimi otto. Privi di vita sociale, scambi, attività. E chi lavora a scuola sa che questo è un problema reale, i ragazzi delle superiori sono provati, stanchi, in alcuni casi vivono situazioni depressive che li spingono a rinchiudersi ancora di più in casa, o momenti di sconforto davvero difficili da gestire. E anche per i docenti la situazione non è rosea: fare lezione a distanza, non avere scambi coi colleghi, sentirsi soli, isolati, con una perenne sensazione di insegnare per finta.Intanto chi non ha mai smesso la didattica in presenza o la ha ripresa da poco, educatrici dell’infanzia, maestre e docenti delle medie inferiori, sono preoccupati e vivono in mezzo a classi in quarantena, casi tra colleghi, con una sensazione di profonda insicurezza e molta paura.Cosa dire in una situazione del genere? Che posizione prendere? USB scuola, in un contesto come questo, non può che ribadire ciò che afferma con forza dall’inizio della prima ondata: il diritto alla salute non può e non deve essere messo in contrapposizione a quello allo studio e, osiamo dire, ad avere una vita per milioni di ragazzi. Servono investimenti, torniamo a gridarlo, per aule più ampie, classi dimezzate, più docenti, più personale ATA. Servono mascherine FFP2, non quegli stracci di produzione FCA, che abbiamo contestato con forza presso l’Istituto Nazionale di Sanità.Serve che questo paese investa in una scuola in presenza, viva, forte e sicura.Invece quello che leggiamo nella legge di bilancio sono milioni di euro investiti in digitalizzazione, più di 8 milioni all’anno dal 2021 in poi, in formazione digitale per i docenti, aumenti irrisori di personale nell’ottica di una didattica inclusiva sempre digitalizzata, come se questi mesi non avessero dimostrato che DaD è assolutamente uno strumento inadeguato e alienante. Tutto questo mentre migliaia di precari attendono la fine di un assurdo concorso straordinario, interrotto a metà per una prevedibilissima seconda ondata. Questi docenti non entreranno in ruolo quest’anno, come promesso e tanto meno i loro colleghi che ancora attendono il concorso ordinario.E anche dei 19,2 miliardi del Recovery Fund investiti in istruzione, molta parte vanno a finanziare le competenze digitali.No, ministra Azzolina, no presidente del consiglio Conte, non è questa la strada.La strada è ridare ai lavoratori della scuola e agli studenti una scuola in presenza e sicura, garantire tamponi a tappeto e ripetuti e tracciamenti certi.La strada è investire nella scuola statale, come nessun governo, di qualunque colore politico fosse, fa più da almeno 30 anni.Noi ribadiamo che vogliamo tornare a scuola e vogliamo farlo in sicurezza, in questo senso andranno le nostre azioni di lotta e le nostre richieste a questo governo sempre più inadeguato al suo compito.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Istruzione superiore: necessaria riforma per la crescita e l’occupazione

Posted by fidest press agency su sabato, 28 aprile 2012

Vi è stata a Bucarest, dal 26 al 27 aprile, la Conferenza biennale dei ministri dell’istruzione che stabilirà, per i paesi dello Spazio europeo dell’istruzione superiore, le priorità per la prossima fase del processo di Bologna (2012-2015). Avviato nel 1999, il processo di Bologna ha dato vita ad una cooperazione volontaria tra paesi europei che concordano e realizzano riforme dell’istruzione superiore (fonte: http://www.aiccre.it)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Champions league, distribuiti 3 miliardi di euro

Posted by fidest press agency su martedì, 15 settembre 2009

La Champions League, nelle ultime 6 stagioni, da quando è stato introdotto l’attuale format della competizione, ha distribuito complessivamente oltre 3 miliardi di euro, non tutti in forma omogenea. La ricchezza si è diffusa maggiormente in Spagna piuttosto che in Italia e decisamente in modo più concentrato in Inghilterra. Secondo l’analisi di StageUp-Sport&Leisure Business, sui 70 club calcistici che hanno finora partecipato alla fase finale della massima competizione europea, sono stati ben 10 quelli spagnoli, per un ricavo medio di 43 milioni di euro. In questa speciale classifica l’Italia è seconda con 7 squadre (Milan, Inter, Roma, Juventus, Lazio, Fiorentina e Udinese) ed un ricavo medio per club di 68 milioni. Seguono Germania e Francia con 6 club a testa. I team tedeschi hanno portato a casa poco meno di 53 milioni ciascuno mentre quelli francesi quasi 51 milioni.  Le squadre inglesi sono appena 4 (Chelsea, Manchester United, Arsenal e Liverpool) per un ricavo medio record di oltre 160 milioni, quasi quattro volte superiore a quello spagnolo ed oltre due volte superiore a quello italiano. Fra le nazioni che non rientrano abitualmente nell’elite del calcio europeo spicca la presenza di ben 4 club russi che hanno tuttavia ottenuto poco meno di 11 milioni di euro a testa.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Perplessità francesi sul vaccino A

Posted by fidest press agency su domenica, 13 settembre 2009

Mentre in Italia ancora si attende che il Consiglio superiore di sanità formuli i pareri sulla vaccinazione contro l’influenza A a bimbi e ragazzi fra i 2 e i 18 anni d’età e alle donne incinte. I medici francesi si dichiarano perplessi sul vaccino pandemico. Quasi un operatore sanitario su 10 (9,6%) non si farà immunizzare contro il virus H1N1, e il 28,6% dice di non aver ancora deciso cosa fare. A tastare il polso ai medici francesi alle prese con la nuova influenza è un’indagine pubblicata dal settimanale L’Express, condotta intervistando 4.752 fra medici e infermieri tra il 27 luglio e il 6 settembre. Il sondaggio, realizzato dallo Spazio Etico dell’Assistenza pubblica ospedaliera di Parigi, rileva che più di un terzo del personale sanitario coinvolto “esita o rifiuta” di sottoporsi all’iniezione. “L’inchiesta mostra che la decisione di farsi vaccinare non va da sé”, sottolinea Marc Guerrier, direttore aggiunto dello Spazio etico. E, anche se il campione non è rappresentativo dell’intera categoria, permette di tastare il polso a un gruppo di persone particolarmente vicine alla questione. Ebbene, la preoccupazione più grande dei medici scettici riguarda gli effetti collaterali del vaccino. Secondo i contrari, infatti, il siero in arrivo – concepito secondo tecniche nuove e con un sistema rapido – sarà commercializzato dopo pochissimi controlli, tanto che un medico arriva ad affermare di non essere affatto convinto della sua innocuità. E qualcuno ricorda che anche la stessa Organizzazione mondiale.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »