Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 220

Posts Tagged ‘svolta verde’

La svolta verde in agricoltura

Posted by fidest press agency su domenica, 16 febbraio 2020

Trovare una misura condivisa della sostenibilità è una delle condizioni necessarie per realizzare la svolta verde dell’agricoltura e, più in generale, del nostro sistema produttivo – dichiara Andrea Michele Tiso, presidente nazionale Confeuro. Ci auguriamo quindi che il confronto sul tema possa proseguire in modo proficuo secondo la linea tracciata nell’incontro organizzato martedì scorso a Montecitorio dal presidente della commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati Filippo Gallinella.Tradurre il Green New Deal in realtà significa trovare soluzioni condivise per misurare nel modo più oggettivo possibile l’impatto delle produzioni agricole – prosegue Tiso. Concetti come la sostenibilità non possono rimanere sul piano teorico, ma devono diventare quanto mai concreti nel rispetto dei principi indicati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.Nel Vecchio Continente il biologico continua a crescere e si conferma il settore più dinamico dell’agricoltura europea. Dal 2012 al 2016 il metodo di coltivazione bio ha conquistato quasi 400mila ettari l’anno, mentre le superfici dedicate all’agricoltura biologica sono arrivate a 11,9 milioni di ettari, vale a dire il 6,7% della superficie agricola utilizzata dell’Unione. L’Italia è leader in Europa per numero di operatori biologici e l’incremento dei terreni destinati a queste coltivazioni è un buon segnale. Anche i consumatori, infine, mostrano una crescente sensibilità verso i prodotti sostenibili, ma richiedono una comunicazione più chiara e trasparente per poter effettuare scelte consapevoli.Da questo quadro emerge la chiara necessità di continuare a lavorare insieme per elaborare metodi di valutazione della sostenibilità sempre più raffinati e al contempo di facile gestione.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La svolta verde delle cantine italiane

Posted by fidest press agency su sabato, 26 febbraio 2011

Si è svolto presso la Fiera di Verona il convegno “Eco – sostenibilità e vantaggio competitivo nelle imprese vinicole”, promosso da E.ON e da Vinitaly per illustrare e promuovere interventi ambientali e compatibili nelle aziende vitivinicole, al quale sono intervenuti esperti e rappresentanti del settore energetico, vinicolo e istituzionale. L’adeguamento alle direttive ambientali della Comunità Europea pone le cantine di fronte a una sfida competitiva verso un miglioramento della performance aziendale. Negli ultimi anni, infatti, nelle maggiori cantine italiane si è sempre più diffusa una sensibilità verso comportamenti e scelte green che riguardano l’ambito energetico ma anche quello produttivo: dal ricorso all’energia rinnovabile al controllo delle emissioni di gas serra, dall’utilizzo di bottiglie in vetro leggero all’utilizzo delle biomasse prodotte con gli scarti di potatura dei vigneti e agli imballaggi riciclati. Della svolta verde nel settore vinicolo ha parlato Fabio Renzi, Segretario generale della “Fondazione Symbola”: “Il mondo del vino ha tutte le opportunità e potenzialità per proporsi come terreno avanzato di sperimentazione e innovazione, dalle quali ricavarne un nuovo vantaggio competitivo.  Il Prof. Attilio Scienza, Professore Ordinario di Viticoltura presso la  Facoltà di Agraria dell’Università di Milano ha messo in risalto come l’impegno ambientaliste delle cantine italiane sia in linea con le Direttive europee. Sull’impegno ambientale delle cantine italiane, che si pongono all’avanguardia in campo europeo, Giacomo Mojoli, docente universitario al Politecnico di Milano e socio fondatore di “Slow Food”, ha dichiarato: “L’impegno ambientale rappresenta una grande opportunità per il Mondo del vino – ha detto – che può consentire di anticipare in positivo l’evoluzione normativa in atto a livello Comunitario. Nel corso della conferenza è stato anche presentato un sondaggio su vino e ambiente realizzato il 17 febbraio dal sito web WineNews, in collaborazione con Vinitaly. Su 1200 enonauti che hanno aderito al sondaggio, il 55% ha affermato che la presenza di un “bollino verde” che garantisca l’impegno ecologico della cantina produttrice rappresenterebbe un motivo in più per acquistare una bottiglia di vino. Il 48% degli eno-appassionati ritiene anche che l’impegno ecologico delle cantine può favorire l’affermazione del vino italiano all’estero.E.ON è tra i più grandi gruppi energetici al mondo a capitale interamente privato, con oltre 88mila dipendenti, in 30 paesi. Nato nel 2000 dalla fusione di Veba e Viag, oggi E.ON può contare su 30 milioni di clienti e su un fatturato di circa 81,8 miliardi di Euro nel 2009. In Italia, E.ON si posiziona tra gli operatori leader nel mercato dell’energia e del gas, con una presenza integrata lungo l’intera catena del valore.Vinitaly, manifestazione di punta di Veronafiere, è il più grande salone internazionale dedicato al vino e ai distillati. Giunto quest’anno alla 45^ edizione (Verona, 7-11 aprile), Vinitaly è il punto di riferimento mondiale degli operatori di settore, per la sua capacità di promuovere il business, anticipando tendenze di mercato e proponendo ogni anno nuove iniziative di contatto tra produttori e buyer.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »