Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘tabù’

Cancro della prostata, una web sitcom per abbattere i tabù

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 novembre 2019

Milano. Consapevolezza e prevenzione, le armi per battere sul tempo il cancro della prostata, il tumore più diffuso tra i maschi adulti italiani con 37.000 nuove diagnosi nel 2019, che se diagnosticato in fase precoce può essere curato in maniera efficace.Europa Uomo Italia Onlus insieme a Fondazione ONDA, con il patrocinio di Fondazione AIOM, SIU – Società Italiana di Urologia, SIUrO – Società Italiana di Urologia Oncologica, AIRO – Associazione Italiana Radioterapia e Oncologia clinica, AURO – Associazione Urologi Italiana, FFO – Fondazione per la Formazione Oncologica e il contributo incondizionato di Astellas, promuove la campagna “QUI PRO QUO – Salute della prostata: stop agli equivoci, sì alla prevenzione”, per sensibilizzare uomini over 50, le donne compagne di vita e i giovani maschi sull’importanza di superare i pregiudizi e sottoporsi a periodici controlli della prostata.Da oggi un cambio di rotta culturale è possibile grazie a una web sitcom con Francesco Paolantoni ed Emanuela Rossi, che racconta in 5 puntate con un linguaggio semplice e scherzoso come affrontare il delicato argomento della prostata e dei suoi problemi all’interno della coppia.Su prostataquiproquo.it la web sitcom e le informazioni sulla campagna.Il termine per partecipare al contest musicale scade il 30 giugno: tutte le informazioni sono disponibili sul sito http://www.voltatiguardaascolta.it

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Omosessualità maschile

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2011

Roberto Marchesini – APRA – 2011 – pp. 334 – € 20,00 Nonostante l’ampia presenza del tema nel discorso pubblico, non si può certo dire che dell’omosessualità si possa parlare in modo pacato e sereno. Se ne può parlare esclusivamente a senso unico e, sebbene la nostra società si proclami libera e aperta, il tema resta un tabù con la conseguente riprovazione sociale in caso di infrazione. Questo clima rende molto difficile una visione serena, obiettiva e scientificamente fondata del tema. È questo l’obiettivo che si prefigge il dottore Roberto Marchesini con il presente testo, corredato di un notevole apparato critico e di una vasta bibliografia; il risultato è il lavoro più chiaro e completo disponibile in lingua italiana sull’argomento. Impreziosisce il volume una estesa prefazione del professor Franco Poterzio

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cancro: tabù tra i giovani

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2011

poster cancro al seno

Image by nigro pino via Flickr

Il cancro si previene da giovani ma nessuno spiega ai ragazzi come fare: il 71% non ha mai ricevuto informazioni in proposito, solo il 17% ne ha parlato in famiglia, appena il 12% a scuola. Le conseguenze sono una forte ignoranza sui fattori di rischio, da fumo e alcol (un terzo non crede abbiano legami con i tumori) fino alla sedentarietà (il 43% la sottovaluta). Per sopperire a questa ignoranza i medici dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) hanno lanciato nel 2011 il progetto “Non fare autogol”: un tour per l’Italia, in compagnia dei calciatori della serie A, per insegnare agli studenti come proteggersi. In 7 tappe hanno incontrato circa 2.000 alunni e decine di migliaia di giovani hanno seguito la campagna su internet (www.nonfareautogol.it). I risultati, presentati oggi al Congresso nazionale dell’Associazione in corso a Bologna, danno ragione agli oncologi: “Il 94% dei tumori provocano ogni anno oltre 250.000 nuovi malati nel nostro Paese e sta scendendo l’età media di neoplasie molto diffuse come quella al seno o il melanoma. Per questo l’AIOM, che riunisce oltre 2.000 specialisti ha identificato nell’adolescenza un target prioritario per la formazione e la sensibilizzazione con una campagna ad hoc che mira a contrastare i principali fattori di rischio parlando la stessa lingua dei ragazzi. “Quella universale dello sport, con cui diffondere alcuni importanti valori di salute – ha dichiarato Enrique Manzoni, Presidente di Boehringer-Ingelheim –. La nostra azienda è lieta di essere stata al fianco degli oncologi con questo messaggio veicolato da testimonial prestigiosi come i calciatori di serie A”. Particolare successo ha riscosso l’opuscolo con i calciatori, protagonisti loro malgrado di situazioni a rischio, sottovalutate per leggerezza o ignoranza: esporsi troppo al sole, praticare sesso non protetto, fumare sigarette light, ecc. Distribuita in oltre 50.000 copie in decine di Istituti secondari, la guida rappresenta uno strumento concreto di approfondimento che i ragazzi hanno utilizzato anche per continuare la discussione in classe. Per gli insegnanti, AIOM ha invece predisposto un’area dedicata del sito, con studi, ricerche e suggerimenti concreti su come promuovere l’educazione alla salute. Ma per cercare di dissuadere gli studenti dai comportamenti scorretti AIOM ha anche proposto misure concrete: “La decisione di innalzare l’età legale per la vendita di sigarette non è risolutiva. Dal sondaggio emerge che il 63% dei teenager è contrario anche perché è un divieto facilmente aggirabile – spiega il prof. Iacono -. Noi abbiamo invece chiesto che venga aumentato di un euro il prezzo di ogni pacchetto, un gesto che avrebbe come conseguenza immediata ridurre il consumo (soprattutto per chi non ha molti soldi a disposizione, come gli studenti) e rendere disponibile una somma da destinare al potenziamento degli organici delle oncologie italiane e alla riduzione delle liste d’attesa. Si potrebbero ricavare 4,5 miliardi l’anno”. Una “tassa” promossa dall’80% dei giovani, che ha ottenuto grandi consensi anche su youtube. Presto verrà pubblicato nel sito http://www.nonfareautogol.it il nuovo calendario degli eventi. Le scuole possono inviare la loro candidatura, e eventuali suggerimenti all’attenzione di AIOM, per partecipare alla seconda edizione del progetto.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rotto uno storico tabù

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

“Quella di oggi è una giornata storica per i militari italiani perché dopo oltre 40 anni  sono tornati a scendere in piazza per difendere i loro diritti e per denunciare le difficili  condizioni di lavoro in cui si trovano ad operare”. Il Giornale dei Carabinieri, da più di quindici anni in prima linea per la  sindacalizzazione delle forze armate e per la difesa dei diritti dei lavoratori con le  stellette, esprime grande soddisfazione per la riuscita di questa importante iniziativa  voluta dal Psd (Partito Sicurezza e Difesa) e dal sindacato di polizia Coisp. “Troppo spesso in passato ci siamo sentiti soli a combattere queste battaglie, ma oggi  è importante sapere di non essere più l’unica voce fuori dal coro. Non ha importanza quante persone fossero presenti o quanti striscioni fossero stati  preparati. La manifestazione di oggi ha un valore molto più profondo perché è riuscita  a scuotere il mondo militare dal suo torpore e ha portato in piazza tanti uomini e  donne ai quali troppo spesso è stato negato il diritto di essere rappresentati, di essere  informati, di potersi esprimere e di poter scegliere. Aver manifestato davanti al Ministero della Difesa ed al Comando Generale  dell’Arma dei Carabinieri significa aver rotto uno storico tabù e aver portato il  malessere ed il disagio dei militari direttamente davanti ai Palazzi del Potere  dimostrando così la volontà di tenere alta l’attenzione sui problemi che  affliggono l’intero Comparto Sicurezza e Difesa. Da oggi più che mai, Il Giornale dei Carabinieri sarà al fianco del Psd, del Coisp e  di tutti quelli che hanno a cuore le nostre forze armate e di polizia per evitare che  anche questa volta tutti gli sforzi vengano vanificati, come già successo negli ultimi anni”

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I “tabù” della politica italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 6 luglio 2010

“C’è almeno un tabù che vale tanto per la destra – e diciamo anche per il presidente della Camera, Gianfranco Fini – quanto per la sinistra: è tabù il modo in cui Silvio Berlusconi, a capo del Governo, indica come suo candidato a ministro degli Esteri di 500 milioni di Europei Massimo D’Alema, noto ‘comunista’; fallito il tentativo, per D’Alema è arrivata poi la presidenza del Copasir”. Così il leader radicale Marco Pannella, nella conversazione settimanale con Massimo Bordin ai microfoni di Radio Radicale, commenta quella che reputa “l’attualità politica più evidente che ci troviamo a vivere”.  Pannella nota a questo proposito come “nella mozione del Comitato di Radicali Italiani ci sia la presa di distanza da un’attualità che invece viene letta come quella di una situazione democratica che si deteriora soprattutto per colpa della maggioranza e del leader della maggioranza, malgrado l’opposizione più o meno felice del Pd. No, questa è una visione sbagliata – ha detto il leader radicale – qui c’è un’unica realtà di regime”. Alla vigilia dell’incontro tra vertici Radicali e del Pd, Pannella spiega: “Credo di poter dire che questo mio incalzare per comprendere, mostrare o essere smentito e corretto, sia un battaglia non solo compatibile ma
assolutamente necessaria alla democrazia italiana e al Pd, necessaria perché svela le cose che purtroppo Fini e nemmeno gli altri hanno il coraggio di svelare, cioè cosa c’è dietro a un comportamento di Berlusconi nei confronti di una parte di quel potere che lui chiama ‘comunista’”. Numerosi i riferimenti al Presidente della Camera: “Da un anno e mezzo non ho avuto l’onore o il piacere di parlare con Fini tranne per un suo merito che devo ricordare, perché sulla base del nostro colloquio accettò di vedere di nuovo il Dalai Lama questo autunno. Se ne avessi avuta la possibilità, questo avrei consigliato all’amico Fini: guarda, devi fare sempre di più il Presidente della Camera. Gli avrei detto: se quello che hai consentito finalmente alla radicale Rita Bernardini, cioè per la prima volta a uno delle decine di migliaia di parlamentari italiani di fare quello che il regolamento prescrive – di conoscere i bilanci e i documenti – se questo lo avessi fatto coinvolgendo la Segreteria del Parlamento, avresti potuto fare un’opera immensa, perché lì ti saresti confrontato con la capacità di moralizzare attraverso la mera opera di conoscenza che oggi è affidata solo a Rita e ai nostri mezzi”. (fonte radicali)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rassegnazione cristiana

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Le generazioni che hanno vissuto la pienezza della loro maturità gli anni che hanno composto il XIX ed il XX secolo sono state educate alla ricerca della “rassegnazione” di fronte ai tanti mali esistenziali legati alla povertà, alla sofferenza, alle ingiustizie e quanto altro. Da alcuni anni a questa parte questo sentimento è decisamente in crisi sia sotto il profilo della dottrina che della stessa pratica di vita cristiana. E’ una presa di coscienza sempre più forte e determinata. E’ la voglia di giustizia che sembra voler essere in perenne conflittualità con un modo di dividere l’umanità tra i più “fortunati” o se vogliamo più “furbi” e gli emarginati. La stessa carità si è trasformata in solidarietà, attraverso il volontariato, ed è diventata persino una parola tabù poiché significa per molti un modo d’offrire un’elemosina per mettere la coscienza a posto. E per molti cristiani tutto ciò è diventato una nuova consapevolezza, un nuovo concetto di Fede che si traduce in una missione intesa come servizio e che respinge al mittente ogni pretesa di attaccamento al potere e ai suoi privilegi. Ma non basta per dare forza a questo “movimento”. Occorre uno sforzo in più. Bisogna prestare più attenzione all’azione educativa prestata nell’insegnamento scolastico e in tutti quegli ambienti dove è possibile dialogare con le parti sociali: oratori, sindacati, volontariato, associazione di varia natura. Il tutto si deve tradurre in un itinerario metodologico secondo la scansione di una serie di tappe progressive, al cui interno si presuppongano ulteriori obiettivi intermedi. Tutto questo perché se si sconfigge la rassegnazione al suo posto non può e non deve subentrare la rabbia, la rivolta, l’anarchia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il modo più facile per combattere la cellulite

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Roma 31 luglio – ore 21.00 lido di Ostia  pontile di Ostia In occasione della manifestazione  approdo alla lettura Jill Cooper presenta il suo libro interviene Paolo Perelli Basta tacere su argomenti prettamente femminili: dopo i tampax, la cera a caldo, le sindromi premestruali e post parto, questo manuale combatte e abbatte l’ultimo tabù: la cellulite. Basta pensare che sia una condanna divina e che abbia preso di mira solo te, 9 donne su 10 ne soffrono è inutile quindi prendersela con il creatore: capire il perchè è già l’inizio di una guarigione. Un libro da leggere assolutamente prima di mettersi in bikini! Perché comprare creme anti-cellulite sotto banco, indossare il burqa durante l’estate ed evitare a tutti i costi di rimanere senza veli con le luci accese? Oggi arriva in tuo soccorso Jill Cooper che, armata di un pizzico di ironia, un sano senso della misura e un’estrema professionalità, ti aiuterà finalmente a combattere il tuo più grande nemico: la cellulite! Smettila di disperare mentre ti guardi allo specchio: non tutto è perduto. La cellulite non è una condanna divina ma la conseguenza diuno stile di vita errato. Apri il magico manuale e comincia a conoscere il tuo avversario. Fidati di Jill: seguendo i suoi semplici consigli ti munirai delle armi adeguate e vincerai finalmente la “grande guerra” contro tutti gli inestetismi. Minerai alla radice le cause dell’odiosa buccia d’arancia e tutto diventerà presto solo un fastidioso, lontanissimo ricordo.
Jill Cooper lavora nel campo del fitness da quasi venti anni. Insegnante, personal trainer, consulente tecnico per la commercializzazione dei prodotti di home fitness, Jill è tra i maggiori esperti del settore del benessere in Italia. Ha partecipato a trasmissioni televisive (Amici di Maria de Filippi, UnoMattina, Grande Fratello e molte altre), ha curato una rubrica su «TV Sorrisi e Canzoni», ha ideato e prodotto collane di DVD con i suoi innovativi programmi di esercizi (tra gli altri: 10 minuti al giorno! In forma in una settimana!, Jill Cooper a casa tua: in forma in 3 settimane e La palestra a casa tua) e ha lanciato una sua linea di prodotti per l’home fitness. Con la Newton Compton ha pubblicato nel 2003 il suo primo libro, Conquista il Tuo Corpo, e nel 2008 il fortunato manuale 101 modi per essere sani, belli e con un corpo mozzafiato senza rinunciare ai piaceri della vita. 280 pagine circa € 12,90 ISBN 978-88-541-1497-5

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »