Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘tariffario’

Disabilità: riconosciuti i propri diritti

Posted by fidest press agency su sabato, 24 dicembre 2016

Lorenzin beatriceCon riferimento all’avvenuta firma da parte del ministro della Salute Beatrice Lorenzin del provvedimento sui nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e all’aggiornamento del Nomenclatore tariffario. “Apprendiamo della firma del ministro Lorenzin all’atto di aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza e del Nomenclatore delle protesi (atti fermi al 2001 il primo e al 1999 il secondo). – dichiara l’Associazione Luca Coscioni – In 15 anni di nostre richieste, con esperti e malati e associazioni, abbiamo sempre visto atti che non sono mai arrivati alla firma finale per poi entrare in vigore. Con il risultato che l’assistenza per i malati è ferma nel tempo e differente da regione e regione a causa anche di un elenco non aggiornato delle patologie, fondi per l’assistenza insufficienti e nomenclatore delle protesi fermo al 1999 con ausili obsoleti”. Per renderli operativi, tali provvedimenti dovranno seguire le firme del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e del Premier Paolo Gentiloni. “Con questa riforma i malati avranno finalmente beneficio e il successivo aggiornamento speriamo avvenga annualmente, nel pieno rispetto dei nuovi termini – prosegue l’Associazione Luca Coscioni – Confidiamo, dunque, che siano state accolte le nostre richieste di stralcio dei 12 ausili con Repertorio e la riforma del comitato LEA, così come anche evidenziato dalla XII Commissione alla Camera dei Deputati nel parere espresso con condizione sui 12 ausili. Auspichiamo che comunque tali atti siano attuati contestualmente alla modalità che renderanno applicabile il Nomenclatore stesso. Solo così le persone malate e con disabilità, che vedranno finalmente riconosciuti i propri diritti”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prestazioni laboratorio: annullato tariffario

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 marzo 2010

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso proposto dall’Avvocatura Generale dello Stato, confermando l’annullamento del Decreto del Ministero della Salute (D.M. 12.09.2006), concernente la “Ricognizione e primo aggiornamento delle tariffe massime per la remunerazione delle prestazioni sanitarie” “Il Provvedimento di annullamento del Decreto Ministeriale – ha detto Vincenzo D’Anna, presidente di FederLab Italia – a causa della mancanza di un’adeguata istruttoria sulla corretta rilevazione dei costi di produzione delle prestazioni di laboratorio, rende inapplicabile la norma riguardante lo sconto sulle prestazioni stesse. E’ una sentenza, che abbiamo accolto con grande soddisfazione e che apre la strada all’adozione di un nuovo tariffario – l’ultimo risale al Ministro Bindi – che sarà stilato secondo il criterio dei costi standard, conseguentemente al programma di riorganizzazione della rete dei laboratori, attraverso cui saranno definiti i requisiti e la soglia di efficienza minima delle strutture stesse”.

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Approvvigionamento energetico

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

Alcoa è profondamente riconoscente per l’impegno profuso dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Governo, dai sindacati e dai propri dipendenti per trovare una soluzione al problema di un approvvigionamento energetico a condizioni competitive per i propri impianti produttivi di Fusina e Portovesme. Le azioni intraprese finora, inclusa la proposta di Decreto Legge del 22 Gennaio, sono state molto costruttive e tuttavia non sono sufficienti ad evitare la necessità di una fermata temporanea dei nostri impianti di alluminio primario di Fusina e Portovesme sino a che non vi sia una soluzione approvata dalla Commissione Europea. Poichè la Commissione Europea ha deciso che il regime tariffario vigente in Italia per gli impianti della società rappresenta un “Nuovo Aiuto di Stato illegale”, e dato che Alcoa dovrà rimborsare una somma di 300/400 milioni di Dollari, la società non può assumersi ulteriori rischi finanziari. Per assicurare ad Alcoa di poter operare nel quadro delle nuove misure proposte, è necessaria la certezza che le stesse vengano tradotte in legge e ottengano l’approvazione della Commissione Europea e questo processo richiederà verosimilmente diversi mesi.  Inoltre, il prezzo dell’energia elettrica ottenibile attraverso gli strumenti proposti dal Governo non permette di operare gli impianti in maniera redditizia e, al tempo stesso, di realizzare gli investimenti necessari al miglioramento della loro competitività.  Il miglior modo di procedere, e quello che fornisce la migliore opportunità per il futuro esercizio degli impianti, è la prosecuzione del processo di Cassa Integrazione unitamente ad una fermata temporanea degli impianti, effettuata in maniera ordinata, che pensiamo di completare entro il 6 febbraio. Alcoa si impegna a riavviare l’impianto di Portovesme se è stata effettuata una chiusura ordinata e se si è ottenuta una fornitura di energia accettabile ed economicamente sostenibile.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo piano tariffario dell’AMA, la critica di Marinelli

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 settembre 2009

“Questa volta l’AMA non sapeva verso chi indirizzare strali ma adesso ha trovato il turista il quale non solo viene spennato appena sceso dal treno o dall’aereo ma dovrebbe ora vedere tra i vari avvoltoi che svolazzano attorno alla sua persona anche il comune di Roma”. Con queste parole il responsabile per la regione Lazio dell’Italia dei Diritti Vittorio Marinelli esprime tutto il suo malcontento per l’ennesima iniziativa decisamente discutibile operata dall’attuale organo di competenza. A quanto pare le casse dell’AMA non sono mai abbastanza abbienti e così è previsto un nuovo piano tariffario realizzato principalmente però, non per coprire i deficit di entrata del bilancio ma per soccombere all’eccessivo aumento dei costi dovuto all’incremento dell’attività di pulizia della città. Si vuole così stabilire inoltre, la tariffa in base alle persone che compongono il nucleo familiare e dulcis in fundo l’introduzione della tassa di soggiorno che porrà il turista nelle condizioni di dover contribuire alla pulizia e al decoro della città. Marinelli aggiunge:” Meglio farebbe invece questa amministrazione se veramente perseguisse il bene pubblico cosa che invece si esclude. Si inizi a licenziare i vari manager e dirigenti che dimostrano di essere capaci solo nell’arte di far lievitare i propri scandalosi stipendi”. L’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro conclude:” L’unica salvezza quindi per la capitale del mondo, sarebbe che si ricordasse di essa per lo meno l’Europa e nominasse un bel commissario tedesco oppure svedese. In poco tempo il miracolo di una città pulita sarebbe compiuto,senza spennare prima i romani e dopo i turisti”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »