Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘tartufo’

Mostra mercato del tartufo marzuolo

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 febbraio 2020

Volterra (PI) Sabato 28 e domenica 29 marzo (Orari: Sab. 28 marzo ore 15-20 | Dom. 29 marzo ore 10-20) si rinnova a l’attesissima Mostra mercato del tartufo marzuolo. L’appuntamento è alla sua decima edizione e celebra i sapori del territorio in un fine settimana di gusto e divertimento pensato per tutta la famiglia.
Cuore della manifestazione le Logge del Palazzo Pretorio di Piazza de’ Priori, dove per due giorni (sabato dalle 15 alle 20, domenica dalle 10 alle 20) sarà possibile conoscere ed acquistare il meglio delle specialità del paniere locale – oltre al tartufo anche formaggi, olio, vino, birra, salumi, dolci – raccontate dai produttori. Un fine settimana da non perdere per gli amanti delle tradizioni gastronomiche più genuine, con l’evento che farà di Volterra la tappa di una piacevole gita fuori porta grazie alle tante iniziative collaterali per grandi e piccini. Fra queste si segnalano la terza edizione del PICCOLO PALIO DEI CACI (domenica 29, ore 15) che dopo il successo dello scorso anno riproporrà in Piazza dei Priori la divertente gara dedicata ai bambini dai 6 ai 12 anni in collaborazione con il Comitato delle Contrade. Nel fine settimana anche la consegna del PREMIO JARRO GIOVANI, appendice dell’importante riconoscimento da anni conferito durante l’edizione autunnale di Volterragusto ai più importanti comunicatori di settore: un premio che vuole valorizzare l’impegno di quei giovani Under 35 che, per passione o lavoro, si siano distinti nell’opera di valorizzazione e divulgazione enogastronomica.A ritirarlo quest’anno JESSICA LI PIZZI, ristoratrice di Certaldo vincitrice dell’ultima edizione di Cuochi d’Italia, seguitissimo talent show televisivo in onda su TV8 condotto da Alessandro Borghese. Sarà presente alla cerimonia – a ingresso gratuito e in programma nella Sala del Maggior Consilio di Palazzo de’ Priori – SARA BRANCACCIO, blogger ed esperta in comunicazione e marketing insignita del Premio Jarro Giovani 2019.
Domenica, alle ore 18, in Piazza dei Priori si svolgerà la tradizionale cerimonia di “Inizio Anno Contradaiolo”, che darà il via ufficiale al calendario di iniziative curate dal Comitato delle Contrade di Volterra. Per tutta la giornata la Mostra Mercato del Tartufo Marzuolo sarà inoltre in diretta da Palazzo dei Priori su Radio Robinson, web radio della valdicecina.Il week-end proporrà anche mostre fotografiche, concerti, spettacoli e tante sorprese: un ricco programma tutto da scoprire sul sito della manifestazione (www.volterragusto.com) che come da tradizione offrirà tanti i motivi per trascorrere giorni di piacere e relax in uno dei territori gastronomici più ricchi di Toscana.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sagra del fungo e del tartufo

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 ottobre 2019

Vizzolo Predabissi (Milano) venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 ottobre avrà infatti luogo nell’Area Feste di Vizzolo Predabissi (Milano) la prima edizione della Sagra del fungo e del tartufo.La manifestazione, organizzata per la prima volta da Club Magellano, avrà lo scopo di valorizzare appunto funghi e tartufi. Materie prime, queste, tra le più pregiate in assoluto, che caratterizzeranno qualsiasi portata, dagli antipasti ai contorni, dai risotti ai secondi, fino alla polenta, rigorosamente preparata dai polentieri di Storo, località della Valle del Chiese (Trentino).«Porcini, champignon, prataioli e tartufo nero saranno perciò gli ingredienti principali di piatti che sapranno appagare tutti i palati, anche quelli più esigenti – dichiara Alessandro Fico, titolare di Club Magellano -. I sapori stagionali, trattati con professionalità dai nostri chef, creeranno anche l’occasione per trascorrere un momento gioioso per amici, famiglie e comitive. Non mancheranno ovviamente castagne fumanti, preparate con il vivace fuoco dei bracieri, come da tradizione».Nel ricco menù figureranno inoltre dessert caserecci, amari, grappe, bibite, patate fritte, vini rossi e bianchi (barbera, bonarda, riesling, pinot e rosè). E per gli estimatori, sarà allestito un banco per la vendita di tartufo fresco nero uncinato e bianco pregiato, salse, conserve e condimenti al tartufo.
La proposta culinaria sarà affiancata dall’accompagnamento musicale live, a cura di orchestre di liscio (25 ottobre – Pinuccia Cerri Band; 26 ottobre – Dona & Music Live; 27 ottobre – Monica Riboli). Chi vorrà, potrà danzare sulla pista da ballo.
Il clima autunnale che accompagnerà la Sagra del fungo e del tartufo potrebbe non essere clemente. Per questo motivo è stata allestita una tensostruttura da 1300 mq, con oltre 2000 posti a sedere, per proteggere gli avventori dal freddo e da eventuali intemperie. I cancelli della Sagra del fungo e del tartufo saranno aperti da venerdì ore 19.00 a domenica. Il servizio ristoro è quindi previsto per venerdì sera, sabato e domenica sia a pranzo che a cena. L’ingresso è gratuito.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Volterra: mostra mercato del tartufo marzuolo

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 marzo 2018

Volterra (PI) Sabato 24 e domenica 25 marzo si rinnova l’appuntamento con la MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO MARZUOLO, kermesse dedicata a tartufo ed eccellenze enogastronomiche del territorio che come ormai da tradizione inaugura la “primavera del gusto” di Toscana.Cornice dell’evento le Logge del Palazzo Pretorio di Piazza de’ Priori, nel cuore della città etrusca, dove per due giorni sarà possibile conoscere ed acquistare il meglio delle specialità del paniere locale – oltre al tartufo anche formaggi, olio, vino, birra, salumi, dolci – raccontate direttamente dai produttori. Al mondo del vino sarà dedicato anche lo spazio interno a Palazzo de’ Priori, con gli assaggi a tema “Il vino, la storia, il territorio” proposti da Associazione “Vignaioli Volterra”, presentati da Fisar – Delegazione Storica di Volterra.Assaggi e degustazioni per curiosi e appassionati dunque, ma come sempre la due giorni volterrana mette in calendario anche tante iniziative collaterali dedicate a grandi e piccini. Fra queste nella giornata di domenica 25 la prima edizione del PICCOLO PALIO DEI CACI, divertente gara dedicata ai bambini dai 6 ai 12 anni in collaborazione con il Comitato delle Contrade, allestita in Piazza dei Priori; LE FRECCE DI DIANA” gara amichevole di arceria in programma presso l’Agriturismo il Mulinaccio organizzata dall’associazione Communitas Monte Voltraio.
Sabato 24 nella sala Giunta di Palazzo dei Priori si svolgerà invece la presentazione del libro “La cucina dei mercati in Toscana”, con ospite l’autrice Giulia Scarpaleggia – vincitrice del Premio Jarro Giovani nel 2015 – intervistata dalla giornalista de “La Nazione” Ilenia Pistolesi. Si rinnova infine l’appuntamento con il PREMIO JARRO GIOVANI, appendice dell’importante riconoscimento da anni conferito durante l’edizione autunnale di Volterragusto ai più importanti comunicatori di settore: un premio che vuole valorizzare l’impegno di quei giovani Under 35 che, per passione o lavoro, si siano distinti nell’opera di valorizzazione e divulgazione del paniere enogastronomico. A riceverlo domenica 25 marzo (ore 18) nella Sala Giunta di Palazzo dei Priori sarà LORENZO SANDANO, romano classe 1991, autore di “Reporter Gourmet” e – nonostante la giovanissima età – già famoso ed apprezzato critico gastronomico a livello nazionale.
Si segnalano infine la seconda edizione della Gara Cicloturistica “Città di Volterra”, in calendario domenica 25 con partenza da Piazza De’ Priori, e la mostra di pittura “ELLEN A VOLTERRA” allestita dal 23 al 27 marzo nella Sala del Giudice Conciliatore di Palazzo De’ Priori, suggestiva raccolta dei lavori dell’artista olandese Ellen Vandermeulen.Tanti i motivi insomma per trascorrere giorni di piacere e relax in uno dei territori gastronomici più ricchi di Toscana. http://www.volterragusto.com

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caccia al tartufo

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 agosto 2017

caccia tartufoDal 1° ottobre al 22 dicembre 2017 (periodi di apertura della ricerca di tartufo in Umbria) gli ospiti del millenario Castello di Petroia (PG) si trasformano in cavatori del prezioso fungo, che cresce da secoli nei boschi di roverelle, lecci, noccioli, cerri e querce intorno all’autentico maniero in cui è nato Federico da Montefeltro. Cesare, il fattore del Castello, con l’aiuto insostituibile di Stella, una splendida Kurzhaar, guidano i cercatori provetti alla scoperta delle tartufaie che si nascondono tra i 300 ettari di vegetazione che avvolgono la collina su cui si erge la storica fortezza. Una passeggiata lungo i sentieri che percorrono la tenuta, per portare poi il profumato raccolto nella cucina dello Chef del Castello Walter Passeri, che completerà l’opera esaltando il tartufo in deliziose ricette, servite per cena alla tavola del ristorante “Sala degli Accomandugi”. Il prezzo per 2 ore di caccia al tartufo con Cesare e Stella nelle valli del Castello di Petroia più una cena completa di 4 portate a base di tartufo e vin Doc dell’Umbria è di 80 euro a persona. (foto: caccia tartufo)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il tartufo sul podio all’InterContinental

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2010

Roma 23 novembre InterContinental De La Ville. Lo storico albergo in cima alle Scalinata di Trinità dei Monti ospita la conferenza stampa della Terza Asta internazionale del Tartufo italiano. E non poteva scegliere sede migliore Giselle Oberti, organizzatrice dell’evento per il terzo anno consecutivo, dato che Umberto Vezzoli, chef del ristorante La Piazzetta InterContinental De La Ville è considerato uno dei massimi interpreti, nella ristorazione italiana, del prezioso tubero. Per l’occasione il famoso e creativo chef appronterà una serie di piatti a base di tartufo bianco da accompagnare anche con  il pregiato Jamòn Ibérico de Bellota “Porco Preto DOP” di Julian Martin. E ad affettare questo particolare Pata Negra, dal sapore unico, ci sarà un cortador di Salamanca. La conferenza stampa sarà occasione per conoscere le iniziative gastronomiche dedicate al tartufo bianco, e non solo, che prenderanno il via dai primi di dicembre al ristorante La Piazzetta. Tutti i dettagli dell’Asta – in collegamento satellitare con Londra e Macau dal ristorante La Pergola del Rome Cavalieri – saranno annunciati durante la conferenza stampa alla quale parteciperà, fra gli altri, Santo Versace. “Siamo onorati di ospitare un evento così importante – fa sapere il direttore dell’hotel, Ciro Verrocchi – e di poter contribuire ad una giusta causa di beneficienza come quella che il presidente della fondazione Operation Smile Italia Onlus, Santo Versace, porta avanti”. Il ricavato dell’asta sarà, infatti, devoluto alla sua Onlus.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiera del tartufo d’estate

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2010

Località Furlo di Acqualagna  1 agosto dalle ore 17.00 Questa edizione della Fiera del Tartufo Nero (detto anche Scorzone, Tuber Estivum Vitt.)  d’Estate fa ritorno al Furlo come alle origini. Piazza Mattei, la storica arena del tartufo lascia il posto  ad una location senz’altro più adatta ad accogliere la manifestazione in estate, ovvero la suggestiva Gola del Furlo, Riserva Naturale Statale, vero paradiso ribattezzato Gran Canyon degli Appennini. In origine le Fiere del tartufo si svolgevano proprio al Furlo dove corre la consolare via Flaminia collegando la costa alla capitale. Sempre al Furlo è nata la prima tartufaia d’Italia nel 1933 e qui tutt’oggi crescono come gioielli tartufi neri pregiati. Addirittura la memoria popolare racconta che un tipico complimento usato dalle giovani ragazze del luogo era quello di dire al proprio amato “sei bello come un tartufo nero del Furlo”…..
Sarà  possibile degustare menù a tema e alla carta in tutti i 22 ristoranti che costellano Acqualagna mentre in prossimità della Fiera l’Associazione Ristoratori Acqualagna proporrà un menù a prezzo popolare di soli 12 euro.  In serata ad allietare i visitatori si terrà Furlo’ in Jazz, un concerto in esclusiva italiana di  Dobet Gnahorè. (Dobet Gnahorè (voce e percussioni), Colin Laroche de Feline (chitarra acustica), Boris Tchango (batteria e percussioni), Clive Govinden  (basso). esclusiva italiana)
Il Furlo rappresenta uno straordinario scenario da gustare percorrendo a piedi i sentieri che lo costeggiano per poter meglio ammirare gli imponenti strapiombi, le due gallerie romane (dove passava l’antica Via Flaminia), la ‘Grotta del grano’, le specie rare floristiche protette (Moehringia papulosa, particolarmente rara), le verdi acque del fiume Candigliano e per compiere tranquille osservazioni avifaunistiche. consultare http://www.riservagoladelfurlo.it
Per conoscere le quotazioni del tartufo , essere sempre aggiornati sui prezzi , le news ecc consultare il sito http://www.acqualagna.com dove è possibile consultare la Borsa del Tartufo e  iscriversi ad un club molto speciale “Amici del Tartufo di Acqualagna” che da diritto ad una serie di agevolazioni…

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La strada del tartufo e della castagna

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 aprile 2010

Prosegue spedita l’onda lunga dei consensi per “la Strada del Tartufo e della Castagna” e per la Valle del Turano. Che in termini concreti, significa poi presenze di numerosi turisti, anche in occasione delle recenti festività pasquali. Merito esclusivo di un itinerario che è un mix vincente tra gastronomia tipica e natura incontaminata, relax e aria pura, promosso dalla Comunità Montana del Turano. Così come spiega Dante D’Angeli, presidente della Comunità. «Indubbiamente la Strada del Tartufo e della Castagna ha in origine un suo fascino particolare, tuttavia credo che le fortune del percorso siano merito soprattutto di una promozione vincente in Italia e all’estero che costa frequenti investimenti di risorse sia a livello economico, che in termini di idee e lavoro. C’è ancora molto da fare. Niente è perfetto, ma tutto è perfettibile con frequenti sacrifici. E la nostra Comunità intende operare su questa direttrice». Ma va anche detto che si è rivelata azzeccata la scelta di aver pubblicizzato il prodotto “Strada del Tartufo e della Castagna” con una sinergia univoca che vede coinvolti tutti i Comuni lungo l’itinerario di 40 km e con una forte attività di comunicazione e con la promozione del territorio sulle più importanti testate nazionali (Autocaravan, Caravan e Camper, Plein Air, Buona Cucina, Radio Classica, Radio Marconi, solo per citare qualcuna). E venerdì la “Strada del Tartufo e della Castagna” approda anche al Tg2, nella trasmissione EAT PARADE, la rubrica Rai per chi vuol bere bene e mangiar sano.
E’ stato Bruno Gambacorta, ideatore e conduttore del programma, a scoprire i piatti e le prelibatezze gastronomiche della terra dell’Alta Sabina, ambientando il tutto al Ristorante “Il Tartufo” di Stipes. A trionfare, ovviamente il tartufo con i suoi profumi e odori. Il servizio andrà in onda venerdi’ 9 aprile alle ore 13.45 con replica sabato 10 dopo mezzanotte  e subito dopo sul sito http://www.tg2.rai.it , nella sezione rubriche/eatparade (tur)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cibo e sesso

Posted by fidest press agency su domenica, 15 novembre 2009

Mousse “mangiami” a base granchio e avocado, come primo le “farfalle nello stomaco”, con tanto zafferano, poi le “intriganti scaloppine” spolverate di tartufo e per finire “baci di cioccolato”. Questa le ricette della “cenetta” ideale proposta dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) per stimolare il desiderio con un occhio alla salvaguardia della fertilità. Sono scelte fra i 30 piatti selezionati per il libro “Cibo e sesso” (Intermedia editore) realizzato dalla SIGO nell’ambito del progetto “Scegli tu” per spiegare come sia possibile accendere la passione e salvaguardare la fertilità. Tra gli alimenti “hot” oltre a peperoncino e molluschi, raccomandati gli asparagi, la rucola, i fichi, il miele. Da bocciare invece i troppi conservanti, gli zuccheri raffinati e i grassi saturi. Ma occhio anche ad alcool e caffè e soprattutto alle dosi: l’eccessiva quantità stronca l’eros. Così come il fast food. “Gli alimenti conservati e mangiare troppo velocemente provocano un’intensa eccitazione cerebrale – spiega la prof.ssa Alessandra Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica del San Raffaele Resnati di Milano – che però è paradossalmente dannosa per la libido: aumenta infatti l’irritabilità. Non a caso oggi si assiste ad un fenomeno nuovo, l’ansia da prestazione femminile: ne soffre l’11% delle donne sessualmente attive. Attenzione quindi non solo a cosa si mangia ma anche a come”. Esiste un grande interesse per le virtù afrodisiache degli alimenti, scarsissimo invece per le implicazioni della dieta sulla salute, in particolare quella riproduttiva. In base ad un sondaggio condotto dalla SIGO nell’ottobre 2009 su 650 italiane, ben il 73% sottovaluta il rapporto tra alimentazione ed eros. Allo stesso modo, sono poco considerati altri fattori favorenti, come il sonno o la pillola contraccettiva: appena il 15% la ritiene alleata per la maternità futura, solo una su cinque (21%) “amica” della passione. “La contraccezione sicura è invece determinante per mantenere protetto e funzionante nel tempo il nostro apparato riproduttivo – afferma il prof. Giorgio Vittori, presidente della SIGO – così come la corretta dieta. I disturbi alimentari sono presenti nel 7,6% delle pazienti sub-fertili e nel 58% delle donne che presentano amenorrea o mancata ovulazione. Con questa guida ci proponiamo di fornire, in maniera originale e utile, consigli pratici a favore della salute femminile, che va “coccolata” in maniera speciale anche a tavola”. Il libro, presentato a Roma, è disponibile gratuitamente rivolgendosi all’editore o alla Società scientifica, può essere scaricato dal sito http://www.sceglitu.it ed è reso possibile grazie ad un contributo di Bayer Schering Pharma. La guida della SIGO contiene, oltre alle ricette, i consigli dei ginecologi su come restare in forma, le tabelle con i valori nutrizionali dei cibi e quelle del consumo calorico. E piccoli trucchi pratici come non ungere la teglia ma preferire la carta da forno, utilizzare poca acqua nella bollitura, evitare di scongelare e ricongelare i cibi, scegliere frutta e verdura di stagione. “Oggi la donna è cambiata: ha figli sempre più tardi, lavora, è più attenta alla sua immagine e noi dobbiamo adeguarci a queste diverse esigenze – continua il prof. Vittori -. Ma dal nostro sondaggio risulta che solo il 6% considera il ginecologo un interlocutore valido per confrontarsi sulla dieta. Un atteggiamento profondamente sbagliato, considerate le ripercussioni sulla salute femminile. Sulla fertilità, ma anche su malattie come l’endometriosi. Chi ne soffre dovrebbe ad esempio aumentare del 20-30% il consumo di fibre e introdurre più pesce azzurro, olio d’oliva e omega 3”. I principi base per una cucina sana vanno abbinati ad un complessivo stile di vita corretto: poco alcol, no al fumo, sonno adeguato e soprattutto tanto movimento fisico.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lungo la strada del tartufo

Posted by fidest press agency su sabato, 23 Maggio 2009

E’ stato creato un nuovo itinerario, di 40 chilometri, nella provincia di Rieti, a contatto con i sapori, i profumi e le storie di una terra circondata dai boschi  Una “strada” lunga circa 40 chilometri che comprende diversi comuni (Belmonte in Sabina, Rocca Sinibalda, Longone Sabino, Colle di Tora, Castel di Tora, Ascrea (e la sua frazione Stipes), Paganico Sabino, Collalto Sabino, Nespolo, Collegiove e Turania e altri sono in fase di adesione), in una zona tutta da scoprire, in cui sono ancora possibili sorprese per chi cerca l’autenticità. Nell’atmosfera che si respira, tra i volti della gente un po’ schiva, nella disarmante semplicità dell’accoglienza, nei sapori come nei paesaggi.   Bastano poche ore per apprezzare tutto di questa terra: i colori cangianti della vegetazione (ci sono molti boschi – con cerri, aceri, salice, pioppo bianco – e sentieri dove poter fare lunghe passeggiate), le vette solitarie (i monti Cervia e Navegna che costituiscono l’omonima riserva regionale, di 3600 ettari e oltre 900 specie vegetali), le fresche valli, le dolci colline solcate da alberi secolari.   Ovviamente il clou di tutto l’itinerario è rappresentato “dal felice incontro” con il tartufo e dalla castagna, questi due frutti della terra che arricchiscono il territorio. La Valle del Turano, infatti, può vantare la presenza di tutte le specie più pregiate della famiglia “Melanosporum”, ovvero il Bianco e il Nero pregiato, ma anche lo Scorzone e l’Uncinato che si nascondono in abbondanza sotto le sue terre. Oltre a crescere in maniera spontanea, questo fungo ipogeo, prezioso quanto un diamante, viene anche coltivato nelle tartufaie mediante piantumazione d’essenze boschive specifiche e semina delle spore tra le radici delle piante. E non solo. Lungo tragitto, a poco più di 3 km dal paese di Collegiove, lo sguardo incrocia vari appezzamenti di castagneti di grandi dimensioni, alcuni di quasi 300 anni, unici per la loro forma straordinaria, possenti e contorti dal tempo che passa, i cui rami s’intrecciano a creare onde e nodi dalla bellezza inusuale. Diverse le varietà, da quella Marrone di Antrodoco alla Rossa del Cicolano, la più diffusa lungo la strada che si caratterizza per il sapore delicato e dolce, con non più di tre frutti per riccio e di forma tondeggiante.   L’occasione per andare nella Valle del Turano, è dunque ghiotta. Il tartufo e le castagne aprono le porte ad un piccolo universo di sapori ed emozioni.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »