Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘taser’

Polizia: Risultati relativi alla sperimentazione del taser

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 luglio 2019

«Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini commentando i risultati relativi alla sperimentazione del taser, ha citato i dati sulle aggressioni alle Forze dell’Ordine che il Sap ha raccolto nel mese di giugno, sostenendo che con questo strumento, tutti gli interventi sarebbero stati risolti senza alcun ferito».
Così Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap), in merito alla visita di Matteo Salvini a Nettuno, in occasione dell’esercitazione col taser svoltasi presso il centro nazionale di specializzazione e perfezionamento al tiro VIII Reparto Mobile.
«Solo a giugno abbiamo contato 40 episodi di violenza che hanno visto oltre 70 colleghi feriti. Il dato importante ottenuto in fase di sperimentazione del taser – prosegue – è che nell’80% dei casi, alla sola vista dello strumento, il malvivente ha desistito dal commettere violenza. Una funzione di deterrenza notevole che pone in sicurezza l’operatore e lo stesso soggetto fermato. Se il taser fosse stato dato in dotazione, non avremmo contato tutti questi feriti e non avremmo parlato di accoltellamenti. Auspichiamo – conclude – che tutti gli operatori delle Forze dell’Ordine possano quanto prima disporre di questo fondamentale strumento non letale che permette di immobilizzare il malintenzionato da una distanza di 7 metri, senza ricorrere all’arma di ordinanza».

Posted in Spazio aperto/open space, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Polizia: Taser, prolungata la sperimentazione

Posted by fidest press agency su martedì, 12 marzo 2019

“Sono anni che attendiamo dotazioni che ci consentano maggiore efficienza e sicurezza, anni che sentiamo di sperimentazioni, lunghe, infinite, anni dopo cui, ancora, non tutti i Poliziotti hanno a disposizione neppure un banale spray antiaggressione, anni dopo cui, finalmente, si è passati a considerare la possibilità di darci finalmente i taser, è stata avviata la sperimentazione, e adesso che è finita che si fa? Si prolunga la sperimentazione! Sembra davvero una presa in giro. Di certo è un’inutile perdita di tempo quasi come se non si volesse dotare le Forze dell’ordine di ciò che gli serve per lavorare meglio, più efficacemente, più in sicurezza. In Cina stanno sperimentando un sistema di armi non letali basato su tecnologia radar e microonde per le operazioni antiterrorismo e di sicurezza, e noi ancora a sperimentare strumenti che sono già obsoleti. E’ ridicolo”.
Duro commento di Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato, alla notizia che la sperimentazione del Taser per le forze di polizia sarà prorogata per altri tre mesi. Sarebbe questa la possibile scelta su cui si sta lavorando al Ministero in vista della scadenza dei primi 6 mesi di utilizzo della pistola elettrica nelle 13 città in cui è partita la sperimentazione (Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Brindisi e Genova).“I primi sei mesi di utilizzo dei taser in sperimentazione ha dato ottimi frutti – aggiunge Mazzetti –. Proprio dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza hanno confermato che lo strumento si è rivelato fino a oggi un ottimo deterrente, e difatti nella maggior parte dei casi è stato sufficiente solo mostrarlo per far desistere lo scalmanato o il delinquente di turno. Ma allora una volta di più non si comprende a cosa serva continuare a sperimentare qualcosa che funziona benissimo, e questo mentre, ovviamente, gli operatori della sicurezza continuano a subire aggressioni e danni di ogni genere affrontando spesso con grande difficoltà ed enormi rischi situazioni che si potrebbero risolvere in poco tempo e in sicurezza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Taser: estensione a polizia penitenziaria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 settembre 2018

“Bene l’annuncio del ministro dell’Interno Matteo Salvini di estendere, come chiede da tempo Fratelli di Italia, l’uso del taser, la pistola elettrica, anche nelle carceri. Ci saremmo aspettati che l’iniziativa fosse arrivata dal Guardasigilli Alfonso Bonafede che fino ad oggi non si è distinto per una politica di discontinuità rispetto all’ex ministro Andrea Orlando”: lo afferma in una nota Edmondo Cirielli, Questore della Camera e responsabile Giustizia di Fdi.
“L’uso del taser nelle carceri consentirà di ridurre aggressioni e violenze da parte dei detenuti, limitando gli effetti negativi del regime delle celle aperte, la cosiddetta vigilanza dinamica introdotta dal governo del Pd” conclude Cirielli. “La tutela degli agenti di polizia penitenziaria e dei detenuti non violenti è fondamentale per garantire sicurezza e rispetto della legge nelle carceri” conclude il Questore.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catania, secondo risolutivo intervento grazie al Taser ma senza azionarlo

Posted by fidest press agency su martedì, 11 settembre 2018

Fsp: “Primi buoni frutti della sperimentazione. E’ uno strumento utile ed efficace a tutela di tutti, anche con le ristrette regole e la complessa procedura di utilizzo”. Dopo quello di Milano, è avvenuto a Catania il secondo risolutivo intervento portato a termine grazie al taser sperimentato dagli uomini della Squadra Volante. Nel pomeriggio di ieri, infatti, un extracomunitario irregolare e senza fisa dimora, che assieme a un altro soggetto stava molestando i passanti mettendo anche le mani addosso ad alcune donne, è finito in manette dopo un rocambolesco inseguimento quando, dopo averlo fermato, gli agenti lo hanno invitato a desistere dalla sua violenta resistenza estraendo e mostrandogli la pistola a impulsi elettrici. Erano le 16.30 circa quando la Volane è stata allertata per via della presenza di due uomini, in pieno centro città, che molestavano i passanti, bloccandoli e chiedendo loro insistentemente dei soldi. Giunti sul posto i poliziotti hanno raccolto le dichiarazioni di quattro donne che, come altri cittadini, erano state insidiate dai due, i quali avevano anche tentato di bloccarle fisicamente, e che hanno fornito agli agenti la descrizione per identificare i molestatori, riuscendo poi a indicarne uno in lontananza. Appena l’uomo si è accorto della presenza della polizia, però, ha tentato di allontanarsi. Ne è nato un lungo inseguimento a piedi, per le strade della città, fino a che l’equipaggio della Volante è riuscito a bloccare il fuggitivo che ha subito reagito con violenza tentando di scagliarsi contro uno degli agenti. E’ stato a quel punto che uno dei poliziotti ha estratto il taser mostrandolo all’uomo, che ha subito smesso di dimenarsi e scalciare consentendo di portare a termine il suo arresto, dopo il quale è stato possibile accertare che si tratta di un immigrato irregolare, che parrebbe essere stato ospite del Cara di Mineo avendo con sé il badge della struttura rilasciato nel maggio scorso.
“A due giorni dall’avvio della sperimentazione dei taser giungono puntuali i primi buoni frutti di questa importante dotazione – commenta Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia, Federazione Sindacale di Polizia -. Uno strumento utile ed efficace, che consentirà di tutelare in maniera più calibrata la sicurezza di tutti, pur se, va ribadito a beneficio dei facili detrattori degli strumenti operativi per le Forze dell’ordine, le regole e la procedura per il suo utilizzo sono estremamente restrittive e complesse, più di quanto si possa immaginare. Si conferma in poche ore l’assoluta infondatezza dei dubbi e delle polemiche sollevate da qualcuno che, per partito preso, ama additare gli operatori della sicurezza come pericolosi soggetti pronti a nuocere ai cittadini, sorvolando allegramente sui danni gravissimi che essi subiscono nell’espletamento del proprio dovere. L’adeguatezza delle dotazioni di servizio, unita alla grandissima professionalità che contraddistingue da sempre le Forze dell’ordine italiane, sono il solo e unico modo per dimostrare con i fatti la credibilità e l’autorevolezza dello Stato che rappresentiamo con pesanti oneri e massimo onore”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Ministro Salvini vuole i taser per la Polfer

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 settembre 2018

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato di voler dotare di pistola taser anche gli operatori di Polizia in servizio sui treni, spesso teatro di violente aggressioni. La sperimentazione di questo strumento non letale, interesserà 12 città italiane e partirà domani.
«Condividiamo pienamente la decisione di estendere l’utilizzo della pistola taser anche sui treni – dichiara Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) – la maggior parte delle aggressioni avviene proprio sui convogli all’atto del controllo del possesso del titolo di viaggio di cui in molti spesso, sono sprovvisti».
Per Paoloni il taser sui treni è un’ottima e valida alternativa allo spray al peperoncino: «lo spray al peperoncino che abbiamo in dotazione – spiega – non è idoneo ad essere utilizzato nei luoghi chiusi, come abitazioni o appunto treni. Dotare la polizia ferroviaria di uno strumento come il taser rappresenta una vera e propria svolta che farà sentire più sicuri i viaggiatori e anche i poliziotti durante l’intervento; il personale delle ferrovie addetto al controllo che, spesso, sui treni, si è ritrovato soggetti che davano in escandescenze. L’auspicio – conclude Paoloni – è che al termine di questa sperimentazione, se dovesse avere esito positivo, tutte le unità operative su strada, siano dotate di questo importantissimo strumento».

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Addestramento dei poliziotti all’utilizzo del taser

Posted by fidest press agency su domenica, 26 agosto 2018

“Esprimere soddisfazione alla notizia dell’avvio dell’addestramento dei poliziotti all’utilizzo del taser non è abbastanza. Bisogna certamente aggiungere che era ora. Troppi morti e feriti abbiamo dovuto contare per poter cominciare a intravedere la possibilità di avere una dotazione che stia a metà strada fra l’uso della viva forza fisica e la pistola di ordinanza. Ma bisogna anche aggiungere che le notizie odierne non ci bastano, perché i tempi e le modalità di utilizzo di questo importante strumento deterrente potrebbero anche penalizzarci ancora, e quindi restiamo nuovamente ‘alla finestra’ per seguire ogni passo avanti nel senso di una seria e convinta predisposizione di modalità operative che ci agevolino veramente, e non che ci creino ulteriori problemi, rischi e grattacapi, di cui i poliziotti italiani non hanno certamente bisogno”. Così Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia, Federazione Sindacale di Polizia, a proposito dell’avvio della sperimentazione del taser, la pistola ad impulsi elettrici per gli agenti di polizia. Da lunedì, infatti, partiranno i corsi di formazione per 35 agenti di alcune questure italiane.“Accanto alla notizia dell’avvio della necessaria formazione per l’uso del taser – aggiunge Mazzetti – quel che ci preme certamente di più è conoscere quali saranno, dettagliatamente, le tecniche e i protocolli per il suo utilizzo. Anzitutto attendiamo di sapere se, come paventato in passato, l’uso della pistola a impulsi elettrici sarà sottoposto a tutta una serie di condizioni talmente complesse da renderlo, come al solito, un mezzo che è meglio non toccare. E soprattutto aspettiamo la conferma che tecniche e protocolli saranno uniformi per tutti i Corpi di polizia, perché non si crei un caos anche e soprattutto in sede giudiziaria. Non vorremmo mai, insomma, che questo diventi uno strumento che finisca per ritorcersi contro i poliziotti piuttosto che agevolarne il lavoro, e non sarebbe certamente la prima volta. Auspichiamo dunque coerenza e che si abbandoni ogni ipocrisia nella predisposizione di nuovi strumenti operativi davvero utili, – conclude il leader dell’Fsp -, ribadendo la nostra massima soddisfazione per un progresso che certamente è stato fatto nell’adozione di uno strumento che chiediamo da tempo immemore”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »