Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘teatrale’

L’arte nella rappresentazione di una trama teatrale

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 luglio 2018

Lo spettacolo teatrale o la trama di un film sono il frutto della produzione letteraria del romanziere che vi fissa i paletti e l’arricchisce di contenuti. Sin qui il discorso rientra nell’ovvietà. Quel che ne segue diventa un impegno più complesso dove entrano in gioco molti altri soggetti e progetti, dalle sceneggiature alle luci, dai costumi ai dialoghi.
Vi è poi quel popolo di personaggi dal protagonista al primario e per finire alla comparsa che so-no deputati ad esercitare un ruolo a interpretare e a rendere credibile una storia nata dalla penna di un scrittore e che non sempre il successo, da lui ottenuto con la pubblicazione del suo romanzo, riesce a conseguire lo stesso risultato a teatro o in un film. Similarmente si può dire, rovesciando le posizioni, quando un regista prende lo spunto da un libercolo di modestissime pretese letterarie e lo trasforma sullo schermo in un capolavoro. Sono i miracoli dell’arte, dell’intuizione, dell’intelligenza umana. Posso quindi arguire che nel suo insieme è un complesso problema a cui si potrebbe riallacciare tutto un sistema di estetica.
Ne consegue che ad accumunare uno scrittore, un poeta, un pittore, uno scultore, un musicista è quel comune denominatore che risuona dal profondo abisso dell’essere.
Quando Archi loco, il primo lirico dei greci, dichiara alle figlie di Ricamo il suo amore furibondo e il suo disprezzo insieme, non sono le sue passioni, avvolte in un vortice fumoso d’orgia, che noi ammiriamo, semmai vediamo Dioniso e le Menadi, vediamo Archi loco immerso in un sonno profondo precisamente come quello descritto da Euripide nelle Baccanti; il sonno che prende nelle alte vie delle montagne, sotto il sole di mezzogiorno, qui si avanza Apollo verso di lui e lo incorona del suo lauro, e l’incanto dionisiaco musicale del dormiente trabocca e sgorga con scintillanti immagini in poemi lirici e in trame teatrali che, all’apogeo della loro futura evoluzione, si chiameranno tragedie e diritambi drammatici.
In realtà Archiloco, l’essere dalle ardenti passioni pieno d’amore e di odio, è solamente una visione del genio, che non è più Archiloco, ma un genio della Natura, e simbolicamente esprime il suo dolore primordiale in questa figura allegorica dell’uomo Archiloco, come creatura volente e desiderante subbiettivamente non potrà mai essere un poeta.
Tutti questi intrecci che espongono la narrativa al suo primo proscenio si rendono sovente coniugabili personificando l’immaginario e la fantasia in costruzioni di personaggi reali con scenari adeguati e umori della natura giunta alla loro naturale maturazione.
Penso al Cid di Corneille. Egli affronta nel suo racconto una situazione complicata dando luminosa prova del suo valore di artista e di letterato: un figlio vendica l’onore del proprio padre con il sangue di quello della sua bella. S’intreccia storia di una fanciulla che dimentica il suo essere e il suo amore per perseguitare il suo amante assassino del padre.
Il Cid o l’Onore castigliano risale al 1636. Il tutto inizia allorché due grandi signori spagnoli hanno da ridire per una onorificenza accordata ad uno di loro dal re e di cui l’altro si sente immeritatamente defra-dato. A questo punto il conte di Gormas è vinto dall’ira e in un acceso battibecco schiaffeggia il rivale. Costui è troppo vecchio per potersi vendicare per cui affida al figlio Rodrigo l’impresa di prendere la degna rivincita. Rodrigo ama follemente Chimene, la figliola del conte di Gormas, e pur dovendo chiedere a lui, padre della sua innamorata, soddisfazione dell’onta inflitta al genitore, si decide risolutamente e sfida il conte e lo uccide in singolar tenzone. Chimene pazza di dolore, dimentica dell’amore che la lega a Rodrigo, si presenta al re e supplica che l’uccisore sia punito. Rodrigo giustifica in tutto il volere di Chimene e le offre la propria spada perché ella stessa gli trapassi il petto e compia giustizia. Ma la giovinetta, a questo punto, è dominata, più che dalla forza del dovere, da quella dell’amore e cede, lasciando che in Rodrigo ferva la persuasione che ella lo ami costantemente e fedelmente. Rodrigo parte allora sicuro e compie nobili e ardite imprese contro i Mori.
Dopo non molto tempo ritorna coperto di trionfi, ma Chimene è sempre combattuta tra l’amore per Rodrigo e il desiderio di vendicare la morte del padre. A questo punto decide di voler essere sposa al cavaliere che saprà uccidere in duello Rodrigo.
Rodrigo è disposto a lasciarsi uccidere e per appagarla e per provarle il suo amore. Chimene lo rianima facendogli comprendere come ella desideri che ne esca vincitore. Rodrigo nutrito di questa speranza, infiammato di grande amore, sostenuto dalla volontà di Chimene, si misura intrepido sul terreno, e ne esce vincitore compiendo il desiderio di Chimene, la quale ben gli consente di venire a una prossima unione, a quella unione da tanto tempo desiderata da Rodrigo. E’ una storia che ha avuto il suo irresistibile fascino nell’immaginario della gente di quel tempo e si presta, tra l’altro, a calcare le scene. Da qui l’intrigo letterario moltiplica il suo ruolo con i personaggi della finzione scenica che fa il paio con l’opera letteraria. Situazioni di questo genere si sono moltiplicate nel corso dei millenni e d’innumerevoli generazioni con possibili e praticabili varianti. Così il teatro è entrato nelle nostre menti e nei nostri cuori e ha toccato le sensibili corde della nostra emotività. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto teatrale: Le NoChoice

Posted by fidest press agency su martedì, 11 aprile 2017

LeNoChoiceRoma 19 aprile 2017 h.21.30 – ingresso gratuito con tessera a 2 € Piazzale del Verano 71, San Lorenzo. Le No Choice, ovvero Federica Tuzi (voce narrante) e Merel Van Diik (voce, chitarra e pianola), in un concerto teatrale dal titolo Dilemmi, soluzioni impossibili per animi sensibili.Le due artiste affrontano temi universali e attualissimi: le unioni civili, il desiderio di maternità, la paura di invecchiare, la difficoltà di stare in relazione, il gender, l’ossessione per le diete, l’ossessione per i tatuaggi … Con sincerità e tantissima ironia propongono uno show composto da monologhi, rap, letture e varie formule di teatro canzone per voce narrante e per voce cantante. Una formula intelligente capace di coniugare filosofia e demenzialità, tenerezza e sarcasmo, comicità e commozione.La cifra è autobiografica: Federica Tuzi è una scrittrice (premio John Fante per il romanzo “Non ci lasceremo mai”) con una lunga LeNoChoice1carriera di filmmaker alle spalle (abbiamo seguito le sue avventure nella serie tv “Santiago. Anche le lesbiche sono pellegrine” in onda su Fox Cult). Merel Van Dijk è una musicista performer che canta in italiano, inglese e olandese passando dalla dolcezza all’ironia, dai graffi rock agli acuti soprano. Insieme formano il duo NoChoice.Ogni pezzo è un dilemma (Esco o sto a casa? Ti lascio o ti sposo? Mi tatuo o non mi tatuo?): si ride assistendo all’indecisione, all’incoerenza, agli assoluti con cui le certezze vengono affermate e poi smentite un attimo dopo. Un dilemma (dal greco δί-λημμα: proposizione doppia) è infatti un problema che offre un’alternativa fra due soluzioni spesso inadeguate, se non inaccettabili (Muoio o mi ammazzo?).Ci sono dilemmi per tutti i gusti: filosofici, demenziali, pratici e soprattutto sentimentali. Chi non si interroga su come trovare la distanza giusta in amore (Vicino o lontano?), o sulla gelosia nelle relazioni monogamiche? (Possesso o libertà?). C’è anche tanto corpo in questi dilemmi che parlano di botox e ialuronico (Mi buco o non mi buco?), ormoni per la menopausa (Natura o cultura?) e identità di gender (Maschio o femmina?). Le rime si inscrivono nella tradizione del rap, ma anche nella tradizione della poesia d’altri tempi che in questi tempi risulta comica. La proposta delle NoChoice è l’ironia.
Dilemmi è stato rappresentato con grandissimo successo al Gay Village 2016 e alla Limonaia di Firenze, subito dopo alcune anteprime romane alla libreria Tuba e al Monk Club nell’ambito della serata “Amorucci”. Il “mantra” Lesbica Tardiva, uno dei pezzi dello show, ha ottenuto in venti giorni più di 10.000 visualizzazioni su You Tube, oltre ad articoli usciti spontaneamente su l’Internazionale, l’Espresso online e Q Magazine. (foto: LeNoChoice)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Spettacolo teatrale: “Allenarsi per il Futuro”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 aprile 2017

allenarsiRoma 6 aprile dalle 20,00 alla John Cabot University (Via della Lungara 233, spettacolo teatrale “Allenarsi per il Futuro”. Il Lavoro è un gioco da Bambini’ per l’adattamento di Pietro Sparacino e Bartolo Scifo. Tratto dall’omonimo saggio scritto a quattro mani da Stefano Cianciotta e Pietro Paganini per raccontare agli studenti delle scuole secondarie e delle università italiane cosa e come potrebbe diventare la scuola e l’università di oggi, lo spettacolo – che ha già fatto tappa nei teatri di Ascoli Piceno, Pescara e Teramo – sarà un viaggio itinerante in tutta Italia. Tanti gli interrogativi ai quali la piece cercherà di dare una risposta. Chi insegna ai nostri ragazzi #imestieridelfuturo? L’attuale #sistemascuola come prepara i #lavoratori di domani? Esiste un nesso causale tra l’aumento della popolazione dei laureati e la crescita del tasso di disoccupazione nel nostro Paese? Ad accompagnare l’analisi dei due professori e autori del libro su questi temi così strategici per il futuro dei nostri figli, l’irriverenza e la comicità di Pietro Sparacino, stand up comedian, autore e attore, meglio noto al grande pubblico de ‘Le Iene’, grazie al quale il racconto vuole rappresentare anche una occasione di divertimento e gioco. (foto: allenarsi)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campionato di Improvvisazione Teatrale

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 novembre 2015

improvvisazioneimprovvisazione1Roma domenica 15 novembre alle 21,30 presso il Teatro Porta Portese Via Portuense, 102 biglietto unico euro 10. Accompagnati dalle note del maestro Francesco de Vincenzi, chi riuscirà a fare “la migliore improvvisazione…”? Solo i migliori potranno accedere alla finale del 13 dicembre. Assetto Teatro detiene i diritti in esclusiva per il Theatresport su Roma, diffidate dalle imitazioni.L’improvvisazione ha poche regole, semplici ma fondamentali: l’ascolto, l’attenzione e la disponibilità alle proposte degli altri e alla creazione collettiva. Il supporto del gruppo è fondamentale per la riuscita dell’improvvisazione, perché sul palco non ci sono scene, non c’è testo e non ci sono costumi, tutto si svolge sul momento.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Geraud Didier a Orroli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 ottobre 2010

Orroli in provincia di Cagliari 7 ottobre alle ore 18.00 presso la biblioteca comunale all’interno del progetto Le ville matte – residenze d’artista, promosso dalla Provincia di Cagliari attraverso il Settore delle Politiche Culturali, si svolgerà la conferenza dal titolo:   I”l problema del tempo nella rappresentazione teatrale”.  Relatore d’eccezione Geraud Didier Direttore de Le Maillon-Théâtre de Strasbourg Direttore generale aggiunto del Teatro dell’Opera di Digione  Dieci gli artisti selezionati: Serena Porino (Parigi, Francia), Maria Teresa Berardelli, Valeria Bianchi e Carlo Lei (Roma, Italia), Laura Borello (Genova, Italia), Thea Della Valle (Torino, Italia), Salvo Lombardo (Villarosa, Italia), Benedetta Mazzotti (Spoleto, Italia), Federico Pischedda (Macomer, Italia), Stefania Rovatti (Mantova, Italia).  Visiting Professor: Claudia Castellucci della Socìetas Raffaello Sanzio.  Il programma per l’edizione 2010 approfondirà i diversi aspetti della scrittura teatrale e di quella scenica: dal testo letterario a tutti gli elementi dello spettacolo considerati di pari livello per l’affiorare del dramma.  La ricerca metterà a fuoco la specificità del teatro proponendo studi, letture, ascolti e visioni, e chiederà agli autori selezionati di produrre un testo drammatico, sviluppando dunque l’esercizio compositivo, critico ed ermeneutico.
Il prossimo appuntamento invece sarà  giovedì 14 ottobre alle ore 18.00 si potrà assistere all’incontro Relazione sulla verità retrograda della voce con relatore Chiara Guidi.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

VI edizione del Premio Bianca d’Aponte

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 ottobre 2010

Roma 7 ottobre 2010 alle ore 11.30 presso la Sala Convegni della Biblioteca e Museo Teatrale del Burcardo (Siae – Via del Sudario, 44). Saranno presenti Gaetano d’Aponte, presidente dell’Associazione Musicale Onlus Bianca d’Aponte, il direttore artistico Fausto Mesolella, la cantautrice Mariella Nava, la giornalista e presentatrice della manifestazione Roberta Balzotti e il Dott. Nicola De Chiara, Vicesindaco e Assessore alla Cultura della Città di Aversa. Introduzione a cura di Filippo Gasparro, Direttore Ufficio Attivià Culturali SIAE. Il Premio Bianca d’Aponte si svolgerà al Teatro Cimarosa di Aversa il prossimo venerdì 22 e sabato 23 ottobre 2010.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro Dehon: stagione teatrale

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Bologna 13  settembre  p. v.  alle  ore  11,30  presso  il  Teatro Dehon, via Libia, 59, i responsabili del Centro Culturale Teatroaperto presenteranno il programma della stagione teatrale 2010-2011 del Teatro Dehon. Saranno presenti i rappresentanti del Comune di Bologna, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Bologna, della Fondazione Cassa di Risparmio, della Fondazione del Monte e del Quartiere San Vitale.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Estate Teatrale Ariccina 2010

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Ariccia 16 luglio 2010 – ore 21 Teatro  Ariccia, Piazza Mazzini (Belvedere)  Sarà  presente alla serata Flavio Insinna che ritirerà la targa Ariccia Città  Ingresso libero. E’ la sera della compagnia ATMO FLAM. Flam si ispira alla leggenda di Prometeo, colui che con l’astuzia rubò il sacro Fuoco agli Dei, per poi intrecciarla ad altre ed arrivare ad un comune concetto narrativo: “il desiderio di innalzarsi a livelli di divinità”. I trampoli si intrecciano sulla scena con macchine pirotecniche e con giochi di fuoco allo scopo di ricercare atmosfere di leggende mitologiche spettacolari. Flam prosegue la ricerca intrapresa dalla Compagnia Atmo, approfondendo i concetti generali che animavano le Grandi Feste di Piazza che si celebravano in Italia fin dal 1200.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appuntamento teatrale: Posto Unico

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2010

Roma 16 luglio h. 21.30 Anfiteatro Villa Lais   Piazza G. Cagliero, 20 – IX Municipio  Prende il via con “Prendi un piccolo fatto vero” di Lino Guanciale per la regia di Claudio Longhi, l’appuntamento teatrale di “Posto Unico” nel suggestivo Anfiteatro di Villa Lais spazio verde nel quartiere Appio Tuscolano.  Una rassegna teatrale gratuita e aperta a tutti che prevede ogni sera alle 21.30 spettacoli con grandi artisti. Si inizia con una tambureggiante cavalcata lungo i sessant’anni di storia dell’Italia repubblicana, tra video di repertorio, musiche e canzoni d’epoca suonate dal vivo. Un omaggio a Edoardo Sanguineti, scomparso da pochi mesi, che rivisita tutti i miti, le contraddizioni, le tragedie e le miserie del Bel Paese: la comparsa della televisione, il boom economico e l’avvento del benessere, gli anni di piombo, la caduta del muro di Berlino e la nascita della seconda repubblica. “Posto Unico” continua sabato 17 con uno spettacolo che continua da 4 anni a fare il tutto esaurito: “La Ricreazione” di e con Federica Festa – vincitrice del Premio Mezzogiorno – che in una simpatica cornice riporta il pubblico tra i banchi per confrontarsi con ironia e intelligenza con il mondo della scuola. Un fine settimana ricco di appuntamenti divertenti a Villa Lais che prosegue domenica 18 con “E allora rido” per la regia di Donatella Zapelloni con William Ansaldi, giovane e poliedrico attore, solo sulla scena, che esprime in modo suggestivo e con il talento degli attori consumati, atmosfere e sapori di un’epoca mai sopita nella nostra memoria. Il 20 luglio chiude la rassegna “Pitecus” di Flavia Mastrella e Antonio Rezza.
La manifestazione, che nel pomeriggio diventa il regno dei più piccoli con laboratori ludici, baby dance, animazioni e spettacoli, è realizzata con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma. (prendi un piccolo fatto)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia che non c’era

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 giugno 2010

Torino 19 giugno alle 18,30 nella “Piazza delle Erbe” (piazza Palazzo di Città) a la Provincia e la Pro Loco di Torino presenteranno la replica dello spettacolo teatrale “C’era una volta l’Italia che non c’era”, già andato in scena con successo sabato 22 maggio a Palazzo Cisterna. Com’è già avvenuto nella sede aulica della Provincia, lo spettacolo sarà seguito dal Gran Ballo Risorgimentale. A precedere la rappresentazione sarà invece un corteo storico nelle vie del centro cittadino, con partenza alle 17 da Piazza delle  Erbe e ritorno nello stesso luogo. http://www.nobiltasabauda.net
Il “Gran Ballo Risorgimentale”, è diretto dal maestro Fabio Mollica, dell’associazione culturale “Società di Danza”, impegnata nello studio, diffusione e conoscenza storica della danza. Sarà possibile assistere a valzer, quadriglie e controquadriglie condotte dal maestro Mollica, attorniato dai gruppi storici ottocenteschi “Conti di Rivalta”, “Gruppo Carignano” di Buttigliera Alta , “Nobiltà Sabauda 1861”, “Ventaglio d’argento“ di Avigliana e “Militaria 1848-1918” di Torino. In vista dei festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la Società di Danza (che ha sede in diverse città italiane) ha sviluppato un progetto di sensibilizzazione ai temi del Risorgimento. A Torino è possibile apprendere la danza storica con corsi  specifici, che si tengono al Circolo Ufficiali di corso Vinzaglio 6. I “Gran Balli” erano nell’800 il momento centrale della vita sociale cittadina. Negli anni del Risorgimentale furono un luogo privilegiato (al pari dei teatri) per la diffusione delle idee unitarie e democratico-liberali. Le danze vertevano essenzialmente su musiche di Strauss. http://www.societadidanza.it (gran ballo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premi della Critica teatrale 2010

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 maggio 2010

Barletta 5 giugno 2010 al  “Teatro Curci” verranno assegnati gli annuali Premi promossi dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro che intendono porre all’attenzione del mondo del teatro gli eventi più significativi che nel corso della presente stagione hanno caratterizzato la vita teatrale nel nostro Paese. Nessun obbligo di riferimento a “generi” o “categorie” professionali specifiche, ma l’indicazione di quei momenti, di quelle persone che con la loro arte, passione e lavoro hanno sviluppato la ricerca di nuove forme teatrali, sia sul piano strettamente artistico sia su quello degli studi scientifici e dell’organizzazione. I Premi sono il risultato di una originale indagine conoscitiva che ha interessato, attraverso i Soci dell’ANCT,  l’intera area geografica del teatro italiano, e che ha individuato in Puglia, il cui sistema teatrale si è affermato a livello nazionale come il più interessante e innovativo di questi ultimi anni, e in uno dei suoi teatri più belli e più vicino alla contemporaneità, il “Curci “ di Barletta, il luogo ideale per  la Cerimonia di consegna dei premi. Vincitori di questa edizione 2010 sono risultati Adriana Asti, magnifica interprete del recente Giorni felici di S. Beckett per la regia di Bob Wilson, Fabrizio Gifuni, per lo straordinario lavoro interpretativo e culturale del suo L’ingegnere Gadda va alla guerra, Antonio Albanese per la strepitosa galleria di tipi umani e disumani del suo Personaggi, Filippo Luna che sa muoversi con sensibilità e intelligenza fra differenti modalità di spettacoli, e che nel monologo Le mille bolle blu raggiunge una perfetta sintesi scenico-attorale di emozione e disincanto, Valerio Binasco, lucido regista, nonché interprete, dell’originale messa in scena di Sonno dell’autore norvegese Jon Fosse, lo spettacolo Col sole in fronte di Maurizio Camilli del Balletto Civile, l’Accademia degli Artefatti, con l’interessante progetto di ricerca di Fabrizio Arcuri, la coraggiosa stagione teatrale promossa da “Questa Nave” di Venezia, il Festival  “Castel dei Mondi”,  un importante avamposto della scena internazionale ,  Arianna Scommegna per la sua ricerca d’attrice sempre a confronto con difficili figure di donne, come la sua ultima Cleopatràs, Manrico Gammarota, solido interprete dalle sicure sfumature espressive, Corrado d’Elia infaticabile organizzatore di eventi teatrali, nonché attore e regista di spettacoli dalla particolare cifra stilistica, le edizioni Ubulibri di Franco Quadri per l’irrinunciabile contributo dato in questi anni alla cultura del teatro, lo spettacolo Otello di Arturo Cirillo per l’originalità della messa in scena, l’interpretazione di Jago fatta dallo stesso Cirillo e la bellissima traduzione di Patrizia Cavalli, Lluis Pasqual, fra i più prestigiosi registi europei che operano in Italia, Carmelo Grassi, Presidente del teatro pubblico pugliese. Un Premio Speciale è stato assegnato al Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro alla Scala di Milano, Sthéphane Lissner per il coraggio nelle scelte di programmazione e regia della stagione d’Opera 2010. Il prestigioso “Premio Poesio” è stato assegnato a Giuliana Lojodice. Per i “Premi delle Riviste” di Teatro sono risultati vincitori Enzo Vetrano e Stefano Randisi, per la rivista “Hystrio”; il regista Giampiero Borgia, per “Sipario”, e il burattinaio Mariano Dolci, per “Teatri delle diversità”.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Castelfranco: nuova stagione teatrale

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2009

Prende il via il prossimo 21 novembre la nuova stagione teatrale all’Accademico di Castelfranco. Si inizia nuovamente, attivando la collaborazione tra l’Amministrazione Comunale ovvero l’Assessorato alla Cultura e il Circuito Regionale Teatrale Arteven – Regione del Veneto, capace di una proposta complessiva di grande qualità e di attenzione al pubblico castellano. Il primo appuntamento è lo spettacolo MICHELINA, interpretato tra gli altri da Maria Amelia Monti e Giampiero Ingrassia per la regia di Alessandro Benvenuti: commedia musicale dall’umorismo contagioso e dal ritmo incalzante che narra le imprevedibili vicende della mondina Michelina, all’interno di un modernissimo ritratto dell’Italia com’era, piena di sentimento e di semplice divertimento. La drammaturgia classica ma proposta in un allestimento nuovo la si ritrova ne LA Bottega del caffè di Carlo Goldoni, a cura della Compagnia Gank: la piazza, le botteghe e i personaggi portati in luce, evitando le forme stereotipate settecentesche, vogliono evidenziare il bellissimo gioco attorale in un teatro cosiddetto di regia. La contemporaneità e il dinamismo della danza sono il sostegno dello spettacolo “4” della RBR Dancecompany, in Prima Nazionale a Castelfranco Veneto: fanno da supporto a questa nuova creazione della formazione veronese, effetti video e fondali tecnologici, creando uno scenario mistico e surreale. La regia è affidata a Cristiano Fagioli e l’incantevole voce di Romina Salvadori, cantante contemporanea, accompagna nove artisti di bella presenza scenica e ottima tecnica classica. Sempre veronese è il compianto Renato Simoni, autore di Tramonto, prodotto dal Teatro Stabile del Veneto e Teatri SpA, interpretato tra gli altri da Dorotea Aslanidis, Nicoletta Maragno e Giancarlo Previati per la regia di Luca Zingaretti, notissimo volto del piccolo schermo, è il protagonista del reading dedicato a Tomasi di Lampedusa. Tutti conoscono il Don Chisciotte e Franco Branciaroli fa totalmente suo nel nuovo allestimento il testo di Miguel de Cervantes: è infatti impegnato nel doppio ruolo di Don Chisciotte e Sancho Pancia, cui da, imitandole, le voci di Vittorio Gassman e Carmelo Bene. Vengono proposte varie formule di abbonamento, a sette spettacoli nel programma A o a cinque spettacoli programma B e vi sono pure le agevolazioni previste per i giovani e gli anziani come da informazioni generali.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »