Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘Tel Aviv’

Tel Aviv is Celebrating 100 years of Bauhaus with the Grand Opening of the City’s Official White City Center

Posted by fidest press agency su domenica, 25 agosto 2019

The Liebling Haus- White City Center, co-founded by the Tel Aviv-Yafo Municipality with the Tel Aviv Foundation and the German government in an effort to advance the recognition of the outstanding architectural landscape of Tel Aviv- with its collection of over 4,000 buildings built in the International Style, also known popularly as “Bauhaus” style, which led UNESCO to declare the White City area in Tel Aviv as a World Heritage Site in 2003. Joining several leading cultural institutions in the city, the Center is a valuable source of information for both residents and visitors about the heritage of the White City.
The opening events of the Center will take place over the weekend of September 19-21 (full program attached), marking the international celebrations of the Bauhaus centennial in collaboration with “Open House Tel Aviv”, an annual architecture event.The White City Center offers exhibition spaces, workspaces, a research lab and a café and will host events, tours, and workshops open to the public. The Center will promote Israeli-German collaborations through innovative strategies, technologies and products that contribute to sustainable conservation. In addition, the Center will conduct applied research and promote academic and institutional collaborations. The White City Center operates at the Liebling Haus (29 Idelson St.), built for Tony and Max Liebling in 1936, and designed by architect Dov Karmi with distinct features of the International style.Alongside the eventful opening weekend of the White City Center, “Open House Tel Aviv” an annual architecture event, will showcase hundreds of interesting homes, unique private and public buildings, with a focus on some of the best-preserved buildings of the International style. Dozens of architectural tours in various languages will also be offered throughout the city – all free-of-charge and open to the public at large.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tel Aviv-Yafo Municipality is Recruiting Volunteers to Assist Eurovision Tourists

Posted by fidest press agency su domenica, 3 marzo 2019

The 2019 Eurovision Song Contest to is approaching and is expected to attract over 10,000 tourists from around the world. The Tel Aviv-Yafo Municipality is working hard in order to create a perfect experience for tourists and has issued a call for volunteers to assist tourists and journalists during their stay in Tel Aviv. The call was issued earlier this week and over 1,500 potential volunteers have already sent in their applications!
Volunteers who wish to take part in this extraordinary event must be over the age of 17, have a conversational level of English and of course a passion and love for the city of Tel Aviv. The team of volunteers will provide guidance, information and a friendly welcome to tourists and will represent the best that Tel Aviv has to offer.The Mayor of Tel Aviv-Yafo, Ron Huldai: “The Eurovision Song Contest is an unprecedented and unique opportunity to show the beauty of Israel to the world. All the polls we do show that one of our greatest assets is that we are friendly, warm and welcoming and these are the assets we want to leverage in service of the thousands of tourists who will enjoy the best possible Eurovision experience.”In 2016, 1.14 million international overnight tourists visited Tel Aviv. In 2018 that number rose to 1.85 million and in 2019 the number of international overnight tourists is expected to cross the 2 million mark and reach an overall new record. by https://bit.ly/2Guda63

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv will host the 2019 Eurovision

Posted by fidest press agency su sabato, 15 settembre 2018

Tel Aviv. The Tel Aviv-Yafo Municipality is pleased to officially announce that the 2019 Eurovision Song Contest will be held in Tel Aviv. It is the first time ever that Tel Aviv is hosting the show, which last year attracted 186 million viewers. The European Broadcasting Union (EBU) and the Israeli Public Broadcasting Corporation (KAN) selected Tel Aviv as the most suitable host city for this upcoming Eurovision Song Contest. Tel Aviv is Israel’s financial and cultural center; an international hub of art and creativity, of commerce and trade, of media and academia. It is a city that celebrates pluralism and tolerance, warmly embracing the many communities that compose its unique human mosaic. The decision was made after an extensive inspection and evaluation of the city’s amenities and facilities. As agreed upon, The Tel Aviv-Yafo Municipality will finance the venue: Pavilions 1 and 2 at EXPO Tel Aviv International Convention Center, where the three main events will take place, including: two semifinals and the final event broadcasted live to millions of viewers around the world.
Israel won the Eurovision Song Contest for the first time in two decades on May 12 this year when Netta Barzilai snagged first place with her anthem “Toy”. The 64th Eurovision event marks the first time the competition will take place in Tel Aviv, the third time the competition takes place in Israel and the fourth times that Israel won the competition. According to data gathered from previous host cities; around 20,000 tourists are expected to arrive in Tel Aviv and the city will gain an estimated of NIS 100 million in direct revenues. Over the last few years, the City of Tel Aviv has invested vast recourses in developing its facilities and infrastructure in order to become a prime destination for major international conferences and events. These efforts included the recent establishment of the Tel Aviv International Convention Bureau as well as the building of the new pavilion which will host the Eurovision finals and semifinals. This year the Tel Aviv was one of the proud host cities of the 2018 Giro d’Italia Big Start as well as the 2018 European Judo Championships. Tel Aviv offers an abundance of venue options for these global events and conferences, and up-to-date facilities are located within the city’s central hubs of activity.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Partner Communications Announces Filing of a Shelf Prospectus in Israel

Posted by fidest press agency su domenica, 17 giugno 2018

Partner Communications Company Ltd. (“Partner” or “the Company”) (NASDAQ and TASE: PTNR), a leading Israeli communications operator, announced that it has published a shelf prospectus after having received the Israeli Securities Authority and the Tel Aviv Stock Exchange approvals. The shelf prospectus allows the Company the flexibility to offer from time to time until June 2020 (or if extended by the ISA, subject to certain conditions, until June 2021) debentures, ordinary shares and other securities of the Company in Israel. Any offering of these securities in the future will be made pursuant to a supplemental shelf offering report which will describe the terms of the securities being offered and the specific details of the offering. This press release is not an offer of securities for sale in the United States. Securities may not be offered or sold in the United States absent registration under the US Securities Act of 1933, as amended (the “Securities Act”), or an exemption from the registration requirements of the Securities Act. Any offering of securities pursuant to the shelf prospectus and any supplemental shelf offering report will be made only in Israel to residents of Israel, will not be registered under the Securities Act and will not be offered or sold in the United States or to U.S. persons (as defined in Regulation S under the Securities Act), except pursuant to an applicable exemption from registration under the Securities Act.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Una mostra a cura di Nitza Metzger Szmuk: Tel Aviv e le sue architetture

Posted by fidest press agency su martedì, 15 Mag 2018

Roma dal 16 maggio al 2 settembre 2018 al MAXXI- Museo nazionale delle arti del XXI secolo Via Guido Reni, 4/a, Cento foto, schizzi, plastici, video svelano Tel Aviv e le sue architetture, una città all’avanguardia per innovazione oggi come ai primi del ‘900, in una mostra a cura di Nitza Metzger Szmuk organizzata dall’Ambasciata di Israele in Italia in occasione dei 70 anni dalla nascita dello Stato in collaborazione con il MAXXI.
TEL AVIV the WHITE CITY offre l’occasione per riscoprire il Movimento Moderno e gli influssi Bauhaus a Tel Aviv, proprio alla vigilia del centesimo anniversario del movimento che univa arte, architettura e design nato nel 1919 alla Scuola Bauhaus di Weimar.Lo sguardo della mostra si concentra sul finire degli anni ’30 e ’50, quando la città iniziò a crescere per effetto delle migrazioni dall’Europa e fu disegnata secondo il gusto e gli influssi di intellettuali e architetti, trasformando l’area periferica, semidesertica di Jaffa in una città moderna e funzionale. Un progetto su cui lavorò l’urbanista scozzese Patrick Geddes, che aveva già realizzato il centro di New Delhi.
Nitza Metzger Szmuk, curatrice, architetta e fondatrice del dipartimento israeliano per il restauro della città, sceglie undici edifici, tra cui Liebling House che nel 2019 diventerà la sede del centro di ricerca sulla “Città Bianca” e Rubinsky House dell’architetto Lucian Korngold, per raccontare la città e il suo linguaggio architettonico: “Sono i palazzi e gli spazi su cui mi sono concentrata quando ho redatto il dossier per la candidatura Unesco, riconoscimento attribuito poi nel 2003. Tel Aviv ha più di quattromila edifici che si ispirano al Bauhaus e al Movimento Moderno. Una testimonianza di quanto il clima culturale e lo scambio con le avanguardie europee sia sempre stato vitale.”La mostra era stata concepita proprio per celebrare l’assegnazione di città Patrimonio dell’Umanità ed è diventata, negli anni, un progetto itinerante, ospitato in diversi Paesi, dal Canada alla Russia.“Tel Aviv è il simbolo per eccellenza dell’incontro fra la millenaria tradizione ebraica, rinata in Terra di Israele, e la modernità, che si riflette nello stile architettonico che caratterizza la città. I visionari fondatori di Tel Aviv avevano in mente un progetto urbanistico europeo che guardasse allo stesso tempo al passato e al futuro – osserva Eldad Golan, addetto culturale dell’Ambasciata di Israele in Italia e responsabile degli eventi culturali dell’anniversario – così si è sviluppata una città cosmopolita, vivace, aperta allo scambio e in parte integrata nel contesto geografico e culturale del Mediterraneo. Ho voluto questa mostra come evento cardine per celebrare i 70 anni di Israele e per far conoscere meglio la Città Bianca e il mio Paese. ”Guardando il centro della città attraverso le mappe esposte e le foto aeree d’epoca, si intuisce l’armonia del disegno urbano che domina e asseconda la costa del Mediterraneo e si scorge un ombelico da cui si irradiano i boulevard: è l’esagonale piazza Dizengoff, attorno alla quale l’architetta Genia Averbuch negli anni ’30 ha voluto solo edifici rotondi e con ampie terrazze, un’impronta femminile a cui il pool di oltre 70 tra architetti, ingegneri e progettisti si è attenuto scrupolosamente. Una trasposizione urbanistica che ricalca le sei punte della Stella di David. Un luogo che, in tempi recenti, ha subito pesanti interventi e sulla cui area è in corso un recupero conservativo molto importante.Il lavoro sarà illustrato nella mostra di Roma con una video proiezione inedita, così come sarà proiettato per la prima volta un corto sulla trasformazione della Villa Weizman progettata dall’architetto Erich Mendelsohn.Interessante anche la sezione dedicata alle influenze europee, dove si citano i lavori dell’italiano, Giuseppe Terragni, che ha influenzato lo stile progettuale dell’architetto Zeev Rechter il quale disegnò alcuni edifici iconici della città come l’Auditorium Mann e il Padiglione d’arte contemporanea Helena Rubinstein e, negli anni ’30, Engel House.
Gli aspetti accademici legati al Movimento Moderno saranno approfonditi nel corso di un convegno intitolato Tel Aviv the White City. Una Modernità “speciale”, sempre al MAXXI in Sala Carlo Scarpa, mercoledì 16 maggio dalle 10,00 alle 13.00 (ingresso libero fino a esaurimento posti). Dopo i saluti istituzionali dell’Vice Ambasciatrice d’Israele Ofra Farhi, di Margherita Guccione, Direttore del MAXXI Architettura e di Eldad Golan, Addetto culturale dell’Ambasciata di Israele in Italia, interverranno: Nitza Metzger Szmuk, curatrice della mostra; Mario Panizza, Università degli Studi Roma Tre, dove ha diretto Dipartimento Architettura; Gianluigi Freda, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento Architettura; Renata Cristina Mazzantini, docente di Tecnologie dell’architettura al Politecnico di Milano. Introduce e modera Luca Zevi.L’iniziativa culturale è resa possibile grazie alla collaborazione della Municipalità di Tel Aviv, di IIFCA – Fondazione Italia Israele per la cultura e le arti, del Ministero del Turismo israeliano e al main partner Intesa Sanpaolo. La mostra gode dei Patrocini del Tel Aviv Museum e dell’Unesco.Ingresso gratuito dal martedì al venerdì e ogni prima domenica del mese. Sabato e domenica biglietto ordinario.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Innovation: 32 European Corporates have set an outpost in Israel

Posted by fidest press agency su domenica, 6 Mag 2018

Tel Aviv. There is no doubt Europe is looking into Israel as the next tech hotspots after Silicon Valley. Today Mind the Bridge launched a new report in Tel Aviv at the opening of European Innovation Day, the central event of the first edition of SEC2IL – Startup Europe Comes to Israel. The report shows information on 32 European Corporations that have a presence in Israel. And of that group, 7 have a multiple presences with a combination of R&D and CVC outpost, or R&D and Lab*, for a total of 41 European Innovation Outposts in the country. “Large corporations are increasing their efforts to find innovation and disruptive technologies in the world’s most relevant technology hotspots, and in this search they are branching out to innovation ecosystems to engage with the technology and talent there – commented Alberto Onetti, Chairman Mind the Bridge and SEP Coordinator – In September 2017 we analyzed the European Corporate Innovation Outposts in Silicon Valley, ‘the innovation ecosystem par excellence’. But Europe is also seriously looking into Israel as an innovation powerhouse. This report represents our effort to map these activities by European corporations in Israel with the goal of validating data and finding who’s who”.
According to the research, the 32 European Corporates mapped represent 9 European countries. France, Germany, and the UK, at the top of the scaleup economy charts, are by far the most present in terms of corporates in Israel. Germany leads with 10 corporates, followed by France with 7 and the UK with 6. Other countries with one outpost include Italy (Enel, beyond the French-Italian ST), Spain (Telefonica), Finland (Alcatel-Lucent, acquired by Nokia), Sweden (Ericsson), and The Netherlands (Phillips). Nearly half were founded in the last 5 years, despite there being a group of companies present that were founded before 2000 (Merck in the 70’s, SAP and Deutsche Telekom at the end of the 90’s).The strong majority (24) are R&D Centers, a testament to the strength of the Israeli workforce and skills which make it so attractive for corporates looking for a non-European R&D Center. Making up the rest of the pack are 10 Corporate Innovation Labs, 4 CVC Outposts and 3 Corporate Innovation Antennae.
Despite the relative geographical proximity of Israel, which play into things like the time zone difference (1/2 hours vs 8/10) and ease of travel between European HQ’s and outposts, more European companies (over 50) have an innovation outpost in Silicon Valley compared to Israel (32). That being said, as an average, Israeli outposts are larger, while Silicon Valley outposts are leaner.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra TEL AVIV the WHITE CITY a cura di Nitza Metzger Szmuk

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 Mag 2018

Roma 16 maggio – 2 settembre 2018 MAXXI, Preview stampa martedì 15 maggio ore 12.00 Museo nazionale delle arti del XXI secolo Via Guido Reni 4/A In occasione dei 70 anni dalla nascita dello Stato di Israele, l’Ambasciata in Italia organizza in collaborazione con il MAXXI la mostra TEL AVIV the WHITE CITY a cura di Nitza Metzger Szmuk. Cento foto, schizzi, plastici, video, svelano una città nata da un progetto urbanistico di eccezionale portata a cui collaborarono più di 70 architetti e ingegneri tra gli anni ’20 e ’30 del Novecento. La nuova città fu disegnata secondo lo spirito del Bauhaus dai più importanti nomi dell’epoca, in primis Patrick Geddes, l’urbanista della Città Bianca, e gli edifici furono progettati sotto le influenze di Walter Gropius, Le Corbusier e Erich Mendelsohn.
“Questa mostra è per noi un modo per far conoscere un Paese e la sua cultura, frutto di scambi e di apporti da tutto il mondo. Tel Aviv è la prima città ebraica emersa dalle dune lungo la costa del Mediterraneo. In questa esposizione si mette in rilievo il suo stile inaspettatamente europee, il suo centro storico infatti è stato progettato, a inizio Novecento, secondo il gusto della scuola modernista. È una città che è stata concepita per essere moderna e contemporanea in una accezione vivacemente cosmopolita” spiega Eldad Golan, addetto culturale dell’Ambasciata di Israele in Italia e responsabile del programma culturale per le celebrazioni dei 70 anni di Israele.Alla preview per la stampa interverranno Addetto Culturale dell’Ambasciata Eldad Golan
Curatrice della mostra Nitza Metzger Szmuk Presidente del MAXXI Giovanna Melandri Segretario Generale del MAXXI Pietro Barrera. Chief Institutional Affairs and External Communication Officer Intesa Sanpaolo Stefano Lucchini

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv, the Dog-Friendliest city in the World Launches

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 febbraio 2017

secret-life1secret-lifeThe Tel Aviv-Yafo Municipality is proud to launch “Digi-Dog,” a first of its kind initiative to equip dogs and their owners with the digital tools they need to thrive in a “Smart City”. Tel Aviv is home to 25,000 registered dogs, and the ratio of dogs to humans (1:17), is considered one of the highest in the world.Digi-Dog is based on the city’s award-winning “Digi-Tel” resident card program, which is offered freely and used by over 1/3 of the city’s residents and offers discounts to outdoor events, cultural institutions, sport and leisure activities as well as live updates on what’s happening in their neighborhood and around the city.Digi-Dog will provide similar features to dog owners, tailored specifically to their needs and will give the Tel Aviv dog owners access to important information and special offers, including: reminders about vaccinations, lists of nearby veterinarians, information about upcoming events, discounts at local businesses, listings of available dog walkers, training courses, and directions to the nearest dog park. Card holders can choose to receive updates via an online newsletter and text messages.With 1 dog for every 17 residents, Tel Aviv is the city with the highest amount of dogs per capita in the world. Tel Avivian dogs enjoy 70 public dog parks; 1.3 dog parks for every square kilometer. Last year, the city celebrated its first-ever Dog Day, which included pet-friendly stalls, a DJ, an adoption booth as well as a special screening of the hit movie “The Secret life of Pets” where pet owners were invited to bring their dogs.
Tel Aviv, selected in 2014 as world’s “Smartest City”, has long been recognized as a world leader in animal welfare policies, and the city has heavily invested in efforts to prevent animal cruelty and promote a healthy environment for the animals who call Tel Aviv their home. The Tel Aviv-Yafo Municipality operates a no-kill shelter, a 24/7 service for homeless animals, and a city animal patrol that follows-up on complaints of animal abuse. The Municipality also coordinates the spaying/neutering of stray cats and works with volunteers to find loving homes for pets.Tel Aviv Global & Tourism’s CEO, Eytan Schwartz: “Tel Aviv is an amazing city for dogs: We have beaches for dogs, parks for dogs, and we even hold film nights for dogs. Tel Aviv is also an amazing city for startups: With 1500 technological startups, Tel Aviv enjoys the highest concentration of technological companies per capita in the world. Today we are combining both assets – a dog-friendly city and a technology-friendly city – to create a revolutionary service. If you like it – bark!” Reuven Ladianski, the Tel Aviv Council member who oversees environmental and animal-related issues: “Digi-Dog is an innovative platform that represents a significant leap forward in terms of providing municipal services to dog owners. This program will empower residents to take advantage of everything the city has to offer both to them and to their pets.” (photos: secret life)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv’s White Night

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 giugno 2016

White_NightTel Aviv. Thursday, June 30, 2016. In July 2003, Tel Aviv’s “White City” was declared a World Heritage Site by UNESCO. Since then, the Tel Aviv-Yafo Municipality has marked UNESCO’s declaration every year through a series of White Night events that incorporate another added value of the city: namely, that it is a Nonstop City.White Night is a celebration featuring dozens of events that take place at the same time throughout the city – both outdoors and at cultural centers – starting in the early hours of the evening and ending in the wee hours of the morning. The events are open to the public, either free of charge or for a nominal fee, and they are invited to enjoy a large variety of musical, theater and dance performances, sing-alongs, folk dancing, selections from operas, classical music recitals, jazz ensembles, rock and alternative music concerts, video presentations, meetings with artists and creators, art sales, poetry readings, discussions about literature and philosophy, nighttime athletic activities, fashion and accessories events, shopping, street parades, special nighttime menus at restaurants and cafes, parties at clubs and lectures. In all the years of its existence, White Night has been a huge success among all those who have taken part. This year as well, cultural and art institutions in the city have come on board in record numbers.
The exhibitions will be open on White Night from 19:00 to 23:00, all free of charge. (photo: White_Night)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trapani Città Mediterranea della Musica presenta NOA & BAND “Love Medicine Tour”

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2016

noa

noa e la band

Trapani Domenica 17 luglio 2016 Ore 21:00 Teatro Giuseppe Di Stefano, (Villa Comunale Regina Margherita) E’ partita la prevendita al Botteghino dell’Ente Luglio Musicale Trapanese e sul sito http://www.lugliomusicale.it
Trapani Città Mediterranea della Musica accoglie il «Love medicine tour» di Noa. La cantante e percussionista di origine yemenita, nata a Tel Aviv e cresciuta a New York, presenterà domenica 17 luglio a Trapani il suo album «Love medicine». L’appuntamento è alle 21.00, al Teatro Giuseppe Di Stefano di Villa Margherita a Trapani. Noa, da sempre impegnata per la pace e il dialogo tra i popoli, è celebre anche per essere la voce di «Beatiful that way», canzone principale della colonna sonora del film «La vita è bella» di Roberto Benigni. Sul palco sarà accompagnata da Gil Dor alla chitarra, Adam Ben Ezra al basso e Gadi Seri alla batteria e proporrà, oltre ai successi di vent’anni di carriera, i brani del suo ultimo lavoro.
Costo dei biglietti: Platinum € 40, 00, Gold € 30, 00, Silver € 18,00, Economy € 12,00, Promotional € 8,00. L’evento è organizzato dall’Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione. (foto: noa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Hamas benedice l’attentato di Tel Aviv

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2016

attentatoHamas inneggia ai cugini Muhammad e Khalid Muhamra, gli “eroi” che la sera di mercoledì hanno fatto strage dal centro commerciale di Sarona, nel cuore di Tel Aviv. Il capo di Hamas, Ismail Haniyeh, ha twittato la sua gioia per l’attentato di ieri sera al centro commerciale Sarona di Tel Aviv proclamando “onore e gloria” agli attentatori, da lui definiti “eroi”. I mass-media a Gaza hanno riferito di fuochi d’artificio per festeggiare la strage.
In un comunicato ufficiale su Twitter, Hamas ha poi dichiarato: “L’eroica operazione di mercoledì sera è il primo dei segnali per il mese sacro e la prima delle sorprese che attendono il nemico sionista durante il mese del Ramadan”. L’Fplp (Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina) ha affermato che l’attentato è motivo di orgoglio per i palestinesi ed è una sfida diretta al nuovo ministro della difesa israeliano Avigdor Lieberman. Per il portavoce di Hamas Hussam Badran essere riusciti a colpire nella zona blindata accanto al ministero della Difesa indica «il fallimento delle misure di sicurezza dell’occupazione». Dopo il massacro, si sono visti fuochi d’artificio in alcuni campi nei territori contesi anche se il presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese Abu Mazen ha ufficialmente condannato (come sempre…) le «violenze sui civili», dimenticandosi delle sue continue invocazioni al terrorismo lanciate negli ultimi mesi. L’attacco, il più sanguinoso da quando è iniziata la nuova ondata di violenze, lo scorso ottobre, segna un salto di qualità nella cosiddetta “Intifada dei coltelli”. Dietro c’è un piano ambizioso e su larga scala. Gli assalitori, originari di Yatta, vicino ad Hebron, sono entrati illegalmente in Israele e non hanno precedenti. Per aggirare il blocco totale all’arrivo di armi nei Territori, hanno usato fucili automatici artigianali, fatti in casa su imitazione della mitraglietta svedese Carl Gustav. Sono arrivati in abiti eleganti e hanno finto di essere clienti in un ristorante prima di cominciare a sparare.
(Fonte: Ansa.it, La Stampa, Israele.net, Progetto Dreyfus, 9 Giugno 2016) Nella foto in alto: le quattro vittime la cui vita è stata spezzata nell’attentato terroristico.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv Gay Pride 2016

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 Mag 2016

tel avivThe Gay Pride Parade 2016 will take place on Friday June 3rd, starting at 10am at Meir Park (home of the Tel Aviv Gay Community Center) with music, shows and speeches. The parade will kick off at 12pm with floats, music and hundreds of thousands of participants in the largest Pride Parade in the Middle East. The parade will march along Bugrashov Street, turning north on Yarkon Street, west on Frishman Street and eventually south along the city’s famous beach promenade towards Charles Clore Park. The parade will include the following floats: The Beef, Shirazi, Lizi, Zoti, Tel Aviv Sauna and Bshala.Following the parade, a huge beach party will be held at Charles Clore Park till sunset.The spotlight of this year’s Nonstop City’s Pride Parade is “Women for a Change”, highlighting the role of women in the LGBTQ community. The Tel Aviv Pride Parade opens the European pride season – the continent’s first pride parade for 2016. In 2012 Tel Aviv was selected the Best Gay City in the world by GayCities.com. Recently, Tel Aviv was named “The gayest city on earth” by the Boston Globe and ranked by CNN as “one of the world’s top gay honeymoon spots”.
The first Israeli LGBTQ rights organization was established in 1975, marking the beginning of the LGBTQ campaign for social and legislative equality. The first large-scale pride event took place in 1993 when activists of the gay community set a closet in Sheinkin Garden and asked members of the community to step out of it. Some years later, in 1998, the first official Pride Parade took place and has since become a major annual event, attracting hundreds of thousands people, both from Israel and abroad.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv EAT Food Festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 Mag 2016

tel avivTel Aviv EAT, a 3-day-long celebration of food, bringing together Tel Aviv’s culinary scene’s best and tastiest who will cook for the city’s foodies. The festival will take place on May 24-26th, beginning at 18:00 in Charles Clore Park in Tel Aviv, overlooking the Mediterranean Sea. Tel Aviv EAT will include gourmet chefs managing street food stands, local music bands playing during the magical hours of sunset and various farmers’ markets selling their freshest produce. Foodies will be able to find the following renowned restaurants at the Eat Tel Aviv Festival: Yaffo Tel Aviv, Yahaloma Banamal, Manta Ray, Zakaim, Meshek Barzilay, Lima Nippo, Mexicana, Vicky Cristina, Little Italy, Agadir, Cookeez, Tamara, Dim Sum Shop, and many more. (photo tel aviv)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tel Aviv Hotels are now Smart Hotels, Using Tel Aviv Startup Technologies

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2016

tel avivAs a new step in the way of becoming a Smart Tourism City, Tel Aviv is leading an integration of Travel Apps Made in Tel Aviv into 12% of the city’s hotels. The apps will allow tourists to enjoy improved communication with the hotels before and during their stay, enhanced segmentation in suggesting activities and events, advanced tourist profiling for hotel marketers, and more.Tel Aviv was awarded Smartest City in the World in 2014 and was ranked the #1 startup ecosystem outside of the United States in 2015. In addition, the city was recently ranked as one of the top tourist destinations by Lonely Planet.
Nowadays, Tel Aviv is investing in becoming a Smart Tourism City, combining its specialties in the field of tourism and technology.
Some of the participating technologies include:
· Howazit, which provides a seamless connection between guests and hotels throughout the different phases of the visit;
· Dotz, which offers the ideal events guide for visitors based on their geo location and personal interests;
· Aspectiva, which offers customer review insights.
The participating hotels are: Royal Beach, Isrotel Tower, the Dan Group hotels, Deborah, Golden Beach, Arkadia Tower, Carlton, Mergoza, West, Alexander, Embassy, Cucu and Port.Eytan Schwartz, CEO of Tel Aviv Global and Tourism: “Tel Aviv has been recognized as one of the world’s smartest cities, taking advantage of its flourishing Startup Ecosystem to improve its residents’ quality of life. This smart quality is now being leveraged in our tourism industry as part of the Smart Hotels initiative: to make the experience of visiting Tel Aviv easier, more connected and fun, while lowering the price of vacationing in our Nonstop City. The result will benefit international tourists, Israeli visitors, and local startups.” Dr. Isaac Mizrachi, Director of Tourism at Tel Aviv Global: “It is our duty as a DMO (Destination Marketing Organization) to facilitate innovation across the tourism map of the city. There is such a dynamic startup scene here in Tel Aviv and many great products, that it would be a shame not to exploit that for the benefit of both visitors and businesses.” (photo: tel aviv)

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fascino principesco a firma Ayala Bar

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2016

Ayala Bar1Un soffio di mistero e magia aleggia nelle collezioni estive della designer che vive e lavora a Tel Aviv. Ayala traduce le sue emozioni in splendidi gioielli dalla personalità decisa, che vanno oltre la moda e le tendenze e trasmette la stessa energia positiva che percepisce dagli elementi naturali e utilizza, collezione dopo collezione, sempre più sapientemente differenti materiali giocando con le tonalità dei colori. La spasmodica cura del dettaglio, la genialità degli accostamenti, la scelta dei colori, quel suo talento innato nel cogliere le minime suggestioni, fanno di Ayala Bar un’interprete assoluta e inconfondibile del bijoux d’arte. Le favolose linee “Classic”, “Hip”, “Radiance” e “Indigo”, sono un magico tour di eleganza, che attraversa caratteri e personalitá, stili e tendenze: in un gioco di forme e materiali ricolmi di charme e femminilità.
Per Ayala i gioielli sono capaci di trasformare l’ordinario in straordinario: l’ornamento diventa tutt’uno con la donna che adorna, un’estensione della sua Ayala Barpersonalità.La Classic Collection è un’evoluzione di quella storica e rappresenta lo sviluppo artistico delle creazioni più personalizzate dell’artista. Realizzata con vetri e cristalli Swarovski disposti con una tecnica a simil-mosaico, ogni singolo pezzo è un capolavoro in miniatura. Una sintesi incomparabile di piccoli oggetti preziosi “scolpiti” a mano: perline, jais e cristalli su sfondo ottone danno un effetto leggero come una trina. Essa racchiude in sé tutto il genio artistico della designer israeliana che ha creato la sua prima collezione nel lontano…1989. La Hip Collection di Ayala Bar merita una citazione a parte per la sua genialità. E davvero una nuova, ultima forma d’arte da celebrare. Monili unici dal folklore metropolitano che completano il percorso professionale e creativo che ha portato la designer a essere tra le maestre della “Costume Jewellery” mondiale. Come in un ricamo, i materiali – vetri, perline, tessuto, fili, pietre – s’intrecciano e fondono guidati dalla sapiente manualità e da un intuito straordinario per l’armonia del colore.
La Radiance Collection è tutta un’esplosione di colore, fuori dagli schemi, ricca, festosa, estrosa: un sapiente patchwork di cristalli dal fascino discreto per una bellezza intramontabile Choker, collane con medaglioni centrali, sautoir, orecchini e desiderabili bracciali semoventi, tutti desiderabili.
Nella Indigo Collection mitiche figure iconiche in argento “combinano” con tessuti colorati: un gioco di creature degli abissi e spiriti terreni per un look divertente e personalissimo. Monili creati da Ayala Bar per esaltare bellezza, classe, eleganza e fascino che il tempo non scalfisce mai.
La valenza del percorso artistico è, in Ayala Bar, importante quanto la “destinazione”. Il risultato è un gioiello prezioso e sofisticato, un’opera d’arte da conservare e curare con amore.
Dopo un trascorso nel mondo della moda, Ayala Bar sceglie negli anni Novanta di concentrare la propria creatività nell’ambito del design del gioiello. Il percorso creativo che origina i suoi gioielli è inconfondibile. Ayala Bar dichiara di ispirarsi a tutto ciò che la circonda nella quotidianità. Lampi creativi di un’artista formidabile e inimitabile come l’israeliana Ayala Bar conosciuta in tutto il mondo perché che riesce ad aggiungere la sua ispirazione, sentimento e magia alla femminilità di ogni donna… (foto: Ayala Bar)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attentato in un bar di Tel Aviv

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2016

attentato tel avivTel Aviv. L’attentato è avvenuto sulla Dizengoff, la più occidentale delle strade di Tel Aviv, teatro delle grandi stragi kamikaze negli anni Novanta. Prima dello Shabbath ieri un terrorista sulla trentina, “calmo e sorridente”, ha falciato i civili israeliani seduti al bar Simta, uccidendone due (fra cui il proprietario, Alon Bakal) e ferendone gravemente altrettanti. L’attentatore è un arabo israeliano, già noto alle autorità israeliane e riconosciuto dal padre dopo aver visto le immagini in televisione. Interpellato dal New York Times, l’esperto di antiterrorismo Daniel Byman ha detto che “sembra un attacco stile Isis”, come l’assalto ai ristoranti di Parigi del 13 novembre. Un tweet forse legato allo Stato islamico annunciava di voler colpire Tel Aviv. Anche Hamas e il Jihad islamico nei giorni scorsi avevano minacciato Israele di voler compiere un salto di qualità nella Terza Intifada, finora combattuta a colpi di coltelli e assalti con le auto. Tel Aviv, a differenza di Gerusalemme e dei Territori, era rimasta fuori dall’ondata terroristica: l’ultimo attentato risaliva al 2 novembre, quando vennero uccisi due israeliani.
Quale modo migliore per accogliere Israele nel nuovo anno che colpire gli ebrei al cuore della loro scintillante capitale economica? Tanti aspiravano a realizzare un simile attentato. Lo Stato Islamico, che alcuni giorni fa aveva declamato col califfo: “La Palestina sarà la vostra tomba”. Ma anche la galassia palestinese. E il fatto che il terrorista sia un cittadino israeliano che uccide altri israeliani avvicina prepotentemente Israele a Parigi, anch’essa messa in ginocchio da altri cittadini francesi. Ma questa strage, la più sofisticata dall’inizio della Terza Intifada, si consuma in un clima di impressionante e colpevole delegittimazione dello stato ebraico da parte dell’opinione pubblica internazionale. I capi politici dell’Europa da anni mistificano dicendo che il terrore che colpisce le loro città è diverso da quello che fa sanguinare Israele. Il presidente francese, François Hollande, nel suo discorso dopo il 13 novembre ha volutamente separato Gerusalemme dalle altre capitali colpite dal jihad. E basta sfogliare la top ten di antisemiti preparata dal Centro Simon Wiesenthal: ci trovi un giornalista di sinistra dello Spiegel, un festival di musica in Spagna, un leader politico inglese. Alla notizia dei morti di Tel Aviv, tanti europei, nei giornali, nelle cancellerie, nei parlamenti, nelle strade, segretamente si compiacciono. (fonte:Il Foglio.it) (foto: attentato tel aviv)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Jerry Seinfeld canta in Israele il 19 ed il 20 dicembre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 novembre 2015

Jerry Seinfeldtel avivTel Aviv. Jerry Seinfeld, il comico superstar americano di origine ebraica, si esibirà a Tel Aviv alla Nokia Arena il 19 e il 20 dicembre prossimo. Sebbene Seinfeld sia stato in Israele più volte (l’ultima nel 2007 per promuovere il suo Bee Movie), questo sarà il suo debutto professionale in Israele come artista di cabaret. Originariamente era stato previsto un solo spettacolo, che però è andato esaurito in poche ore, così i promotori hanno deciso subito di aggiungerne un altro, e ppoi un altro e poi un ultimo ancora! La domanda è stata così grande che Seinfeld si esibirà in quattro spettacoli in tutto, due al giorno sia il 19 sia il 20 dicembre. Il comico è soprattutto conosciuto per la sua popolare sitcom della NBC “Seinfeld”, che è andata in onda tra gli anni 1989 e 1998 ed è ampiamente considerata una delle più grandi serie tv di tutti i tempi. (foto: Jerry Seinfeld, tel aviv)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tel Aviv Smart City to be featured at Expo Milano

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 Mag 2015

expo-2015-milanoA special Smart City conference will be hosted by the “Nonstop City” at the Israel Pavilion at the World Expo, on June 4th, featuring world-leading experts from Tel Aviv and Italy.
Tel Aviv – the Smart City – will soon land in Milan on June 4th and 5th at the Milano Expo. The City of Tel Aviv and Israel Ministry of Foreign Affairs will be proudly hosting the Smart City Conference, set to include an impressive lineup of guest speakers on the topic of innovation, including the Mayor of Tel Aviv-Yafo, Mr. Ron Huldai, revealing the secret to Tel Aviv’s unique and thriving startup ecosystem. Tel Aviv recently won the ‘Smartest City’ in the World Award at the Barcelona Smart City world expo. A recent ranking by Savills placed Tel Aviv as one of the three best cities in the world for tech companies, alongside San Francisco and Austin. Hila Oren, CEO of Tel Aviv Global: “Tel Aviv is proud to be featured at the Israel Pavilion during the World Expo. In recent years Tel Aviv has managed to become one of the world’s leading smart cities, thanks to innovation, resident engagement and “out of the box” thinking. We are now opening our Smart City to the world – assisting other cities and mentoring them in the field of ‘Smart City’ “.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La cura del diabete con le staminali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 ottobre 2013

A scheme of the generation of induced pluripot...

A scheme of the generation of induced pluripotent stern (iPS) cells. (1)Isolate and culture donor cells. (2)Transfect stern cell-associated genes into the cells by viral vectors. Red cells indicate the cells expressing the exogenous genes. (3)Harvest and culture the cells according to ES cell culture, using mitotically inactivated feeder cells (lightgray). (4)A small subset of the transfected cells become iPS cells and generate ES-like colonies. (Photo credit: Wikipedia)

L’idea di curare il diabete, sostituendo il pezzo difettoso, la funzione d’organo mancante, con un trapianto di pancreas o di isole pancreatiche, risale a diversi decenni fa. Ma gli ostacoli a questo tipo di terapia sono molti e riguardano principalmente la scarsità dei donatori e il sistema immunitario del ricevente che, se non tenuto a bada, finisce col distruggere le cellule trapiantate.Non è semplice trovare donatori e quindi bisogna trovare altri fonti di beta cellule. Un tentativo è quello di ‘fabbricarne’ di nuove. I metodi potenziali per ottenere questo risultato in vivo sono sostanzialmente due: sfruttare le cellule staminali/progenitrici normalmente presenti nel pancreas per farle rigenerare (metodo assai controverso) oppure realizzare una ‘trans-differenziazione’ di cellule diverse dalle beta-cellule (es. dei fibroblasti). I metodi ex vivo (cioè al di fuori del corpo del paziente) prevedono invece di espandere, cioè di far moltiplicare le cellule del donatore o di differenziare delle cellule staminali pluripotenti. “Grazie alle nuove tecnologie e agli avanzamenti della ricerca – afferma Shimon Efrat, del Dipartimento di genetica Umana dell’Università di Tel Aviv e uno dei massimi esperti mondiali in terapia con cellule staminali applicata al diabete – oggi siamo in grado di espandere in maniera importante le cellule beta pancreatiche prelevate da un donatore, al punto che dalle cellule estratte da un solo pancreas siamo in grado di produrne una quantità sufficiente per migliaia di potenziali riceventi. Ma le cose non sono così facili come potrebbe sembrare: un conto è infatti riuscire ad avere un grande numero di cellule, un altro è quello di mantenerne intatta la loro capacità di produrre insulina, che è quanto serve per trattare la persona con diabete. In teoria oggi è anche possibile ‘fabbricare’ cellule beta pancreatiche anche a partire da un fibroblasto o da cellule cutanee ma la via ancora altamente sperimentale. Per produrre un grande numero di cellule beta a partire da un piccolo gruppo di isole pancreatiche è necessario prima manipolarle per farle regredire ad uno stadio simile a quello embrionario, andando cioè ad ottenere le cosiddette ‘induced pluripotent stem cells’ (iPS); in questo stadio, è abbastanza facile fare espandere le cellule, cioè ottenerne un gran numero. Successivamente, mettendole a contatto con delle miscele di cosiddetti ‘fattori solubili’ è possibile far tornare adulte queste iPS, riportandole a “maturazione” cioè facendo riacquisire loro le caratteristiche di beta cellule adulte in grado di produrre insulina.Queste cellule ridifferenziate per ora sono state utilizzate solo in esperimenti sugli animali, ma i risultati sono molto promettenti. Nel topo ad esempio, sono in grado di correggere l’iperglicemia. Per quanto riguarda l’uomo, siamo ancora fermi agli esperimenti in vitro che tuttavia hanno dimostrato la possibilità di fare regredire ad uno stadio di ‘pluripotenza’ le beta cellule umane. In altre parole le iPS derivate dalle beta-cellule (BiPS) potrebbero un giorno rappresentare un’importantissima fonte di cellule staminali pluripotenti dalle quali ricavare cellule beta pancreatiche per trapianti. E nel frattempo, gli scienziati fanno pratica di ‘trans-differenziazione’, partendo da un fibroblasto per arrivare a cellule beta pancreatiche, per applicazioni che si avvicinano sempre più ad esperimenti di stretto interesse per la pratica clinica. Si è riusciti ad esempio, isolando fibroblasti da pazienti con diabete di tipo 2 a transdifferenziarli in cellule beta-pancreatiche con le caratteristiche del paziente con diabete di tipo 2. Queste cellule, coltivate in laboratorio possono essere utilizzate dall’industria farmaceutica per fare esperimenti con nuovi farmaci anti-diabetici su un modello ‘in vitro’, mai utilizzato prima assimilabile ad una persona con diabete ‘in provetta’. Uno scenario da fantascienza, molto più vicino di quanto si pensi. “Le ricerche presentate dal Prof. Efrat – commenta il professor Stefano Del Prato, Presidente della Società Italiana d Diabetologia – rappresentato un fronte avanzato della ricerca che apre nuove speranze per la cura del diabete. Certo, la strada è ancora lunga ma lo sforzo dell’intera comunità scientifica diabetologica, va seguita passo passo perché è solo dalla ricerca e dal suo sostegno che può venire a risposta che molte persone con diabete attendono”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »