Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘tela’

Tela di oltre 100 metri a Piazza del Popolo

Posted by fidest press agency su sabato, 13 agosto 2016

telaRoma piazza del Popolo Martedì 16 agosto dalle 18,30, appuntamento con l’arte e con la storia: il grande artista e celebre fotografo esporrà la Maxitela “Diamoci una mano” (o, in caso di cattivo tempo, giovedì 18) le sue ricchezze architettoniche saranno il prezioso scenario per un’esposizione artistica del tutto particolare. Esattamente 30 anni dopo Carlo Riccardi supera se stesso e propone una tela lunga oltre 100 metri, alcuni in più di quelli già sorprendenti del ferragosto del 1986. Il titolo dell’opera è “Diamoci una mano” e vuole essere un’occasione per riportare l’attenzione sull’importanza della cultura come mezzo di unione tra i popoli.Carlo Riccardi, artista e celebre fotografo, simbolo della dolce vita, che il prossimo 3 ottobre compie 90 anni, dà vita così a un originale bis. I pezzi della Maxitela vengono assemblati dal vivo con un vero e proprio happening che attraverserà Piazza del Popolo. L’installazione mobile si materializza con una passeggiata del Maestro tesa a esaltare il contributo dell’arte per la pace, la solidarietà e la tutela del patrimonio culturale e storico.Negli oltre 100 metri di pittura, la mano ha un ruolo da protagonista, riprodotta in mille colori e in tante situazioni ma sempre aperta, proprio per sottolineare il bisogno collettivo di incontro. Ma i soggetti, con una forte carica espressiva e orientata all’astrattismo, sono i più vari: fra questi la gente che lavora o il cuore delle città.Paparazzo per eccellenza, testimone di decenni di vita italiana, pittore e ideatore del manifesto pittorico “Quinta dimensione” firmato da oltre 50 artisti contemporanei, Carlo Riccardi non è nuovo a imprese del genere. I colori accessi delle sue maxi tele hanno festosamente invaso Piazza delle Signoria a Firenze, il Chiostro di S. Domenico a Siena, il Teatro Impero a Terracina. Una maxi tela è stata donata a Giovanni Paolo II e srotolata nella sala Nervi in Vaticano. Un’altra è stata esposta alla Galleria Raphael a Francoforte.Negli ultimi tre decenni, Carlo Riccardi, godendo anche del patrocinio della Regione Lazio, è stato protagonista di un’iniziativa straordinaria: ha percorso 5mila chilometri per “incravattare” e “fasciare” con maxi tele lunghe sino a 300 metri, scorci di paesi, paesaggi e monumenti di tutta Italia. Dietro l’aspetto più squisitamente artistico, il suo proposito di sensibilizzare l’opinione pubblica per la valorizzazione dell’immenso tesoro artistico del Bel Paese.Tra le sue mostre più rappresentative, la celebre “Art Obama”, curata e organizzata dall’Istituto Quinta Dimensione: sessanta dipinti dedicati al presidente americano Barack Obama. Le opere, di particolare originalità, sono state realizzate sulla base delle prime pagine dei maggiori quotidiani nazionali e internazionali – da Il Corriere della Sera al The New York Times – che in occasione delle elezioni presidenziali diedero il benvenuto all’uomo del “Yes, we can”.Oggi le tele di Carlo Riccardi continuano a fare il giro del mondo. E, con loro, lui stesso alla soglia dei 90 anni: non conosce frontiere per presentare le sue opere e le sue fotografie, mostrando la propria qualità ma ricordando anche il valore e l’importanza dell’arte nella vita individuale. (foto: tela)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La tela del ragno

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2011

English: PRATICA-DI-MARE (Italian Air Force ba...

Image via Wikipedia

Editoriale Fidest. La ricostruzione giornalistica resa pubblica dal Wall Street Journal ha avuto in Italia una inevitabile risonanza tanto da provocare, da subito, la reazione del diretto interessato, il Presidente della Repubblica, in quanto chiamato in causa sul contenuto della telefonata ricevuta della Merkel e che per i giornalisti del prestigioso quotidiano economico mondiale non era soltanto informativa sullo stato di salute dell’Unione, ma riguardava una esplicita richiesta di un cambio di rotta nella guida dell’esecutivo, all’epoca presieduto da Berlusconi. A questo punto lo scenario, giornalisticamente prospettato, indicava una interferenza della Germania nella conduzione della politica italiana ed era motivata dal fatto che se non si provvedeva per tempo l’intera impalcatura dell’eurozona sarebbe crollata. Questo scenario implica due doverose riflessioni di là delle lacrime di coccodrillo dei nostri politici che hanno gridato, credendo al Wall Street Journal, alla violazione della nostra sovranità nazionale.
Se è vero ciò che il giornale ha scritto dovremmo anche rivedere l’idea che ci siamo fatta del nostro presidente della repubblica e ciò ci mette in grave imbarazzo in quanto lo conosciamo come un politico che decide non certo per imbeccate altrui, sia pure autorevoli e motivate da interessi generali.
La seconda riflessione mi fa pensare alla tattica già in passato sperimentata e di antica coniatura che vuole colpire un incolpevole per poi riconoscerne l’inconsistenza per nascondere il vero artefice della manovra e che se rivelato ci farebbe dire: naturale. Ora che hanno riconosciuto l’innocenza di uno se la prendono con un altro. Non ci crediamo. E questa volta il vero protagonista la fa franca. Noi, ovviamente, lo sappiamo chi è ma non lo diciamo proprio per il motivo anzidetto: nessuno ci crederebbe e si trasformerebbe, al massimo, nel solito polverone giornalistico.
Ma fatte queste premesse resta il problema non tanto di chi ha mandato a casa Berlusconi ma del perché ai poteri forti, o occulti se vogliamo, ha fatto comodo tenerselo sia pure lasciandolo cuocere a fuoco lento sulla brace della giustizia e degli intrighi di palazzo, per tanti anni per poi dargli improvvisamente l’alto là disfacendosene senza tanti complimenti.
E’ forse una questione di politica internazionale come più volte mi ha ripetuto un amico giornalista russo? Riguarda il sospetto di una triangolare Putin, Cinesi e Gheddafi gestita dal plenipotenziario Berlusconi in chiave anti comunità europea e statunitense e per un nuovo assetto politico, economico dell’Europa con un epicentro che dalla Germania si sarebbe spostato in Russia?
Oppure si tratta del sospetto da parte di alcuni politologi italiani che l’Italia stava scegliendo una strada autonoma di penetrazione nel mondo arabo e che come era accaduto a Mattei con l’Eni aveva postato dei calli di troppo e sempre tramite l’Eni? A questo punto che dire di più e di diverso? Come sempre ai posteri l’ardua sentenza, se pure ci riescono. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Franco Girondi: Canto e luce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 maggio 2011

Mantova dal 28 maggio al 9 giugno 2011 Inaugurazione: Sabato 28 maggio, ore 18.00 (Orario di apertura: 10.00-12.30 / 16.00-19.30. Chiuso festivi) Galleria “Arianna Sartori” via Ippolito Nievo, 10 Franco Girondi: “Canto e luce” Presentazione: Renata Casarin.
“Il corpo della pittura si frantuma in saette di colore che guadagnano la luce, spazzano via la notte e simbolicamente decretano la sconfitta delle tenebre, così Giovanni 1,5, una tela del 2011, pare riassumere, ispirandosi al famoso passo evangelico, l’istanza fondante il lavoro di Franco Girondi. Egli conferma con le opere prodotte negli ultimi cinque anni la sua modalità espressiva messa a punto nel percorso autocritico e autoreferenziale rivolto ad investigare l’apparizione della forma quale figurazione di una realtà interna all’Io, espressione di una modalità di sentire, che di opera in opera ricuce l’identità del soggetto performante. Si tratta di esprimere con la pittura il fluire di un immaginario che coincide con l’immagine collettiva sedimentata dal lavoro intellettivo e percettivo dell’artista, bisognoso di affidare alla tela una polisemantica imagerie, che riappacifica i contrasti, fuga i lati oscuri della mente, a favore di un respiro universale che canti l’armonia del creato, la comunione con creature incorporee che vegliano sugli umani, il soffio vitale che ci porta a guadagnare l’altrove”.Il tema della bellezza che sintetizza la ricerca o l’espressione dell’armonia fra sé e il mondo è centrale nel lavoro di Franco Girondi, la pittura diventa lo strumento di rivelazione di una condizione o di un’aspirazione ad un sentire perfetto, in sintonia con una verità interiore che diviene coscienza ed etica del vivere e del fare. Anche con il ricorso della semplicità della tecnica espressiva, dei mezzi impiegati, così l’arte diventa prassi quotidiana, via possibile di ricerca e di esiti che diventano sempre nuovi ricominciamenti.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mondo pollaio, filosofia da vedere

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2011

Milano  30 marzo 2011 ore 21.00 wednesday, 30 th march 2011 h 9.00 pm via Tarchetti, 5 mondo pollaio, filosofia da vedere the henhouse world, philosophy to be seen 2011 cm.350×280 mista su tela – mixed technique on canvas dipinti disegni video  paintings designs and video projections by behnam ali farahzad evento curato e introdotto da  organization and introduction by elisabetta saura exclusive “flash” showing.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

T. Venkanna

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 novembre 2010

Torino fino  al 22/12/10 Luce Gallery corso San Maurizio, 25. La narrativa di T. Venkanna assume varie forme traducendosi in costellazioni di immagini, collage, plastiche, allegoria, pittura. Benche’ utilizzi spesso un repertorio di figure erotiche la sua arte non ha intenti deliberatamente provocatori. Destabilizzando le tradizionali nozioni di genere e sessualità, la sua arte invita il pubblico a valutare se il concetto stesso di identità sia auspicabile o persino difendibile.   I graffiti e gli slogan liberamente dipinti sulla superficie della tela richiamano l’attenzione sulla natura teatrale e costruita delle opere, stimolando l’osservatore a riflettere invece di reagire in modo esclusivamente emotivo all’estetica di cio’ che ha di fronte.  In NERO l’artista amplia la categoria del bello appropriandosi del colore per raffigurare ad esempio la dea che emerge dalle acque, spiegando cosi’ come l’idea di bellezza sia una categoria del sapere creata dall’uomo, piu’ che una realtà intrinseca.  L’artista incoraggia l’osservatore ad andare oltre il dato tangibile per scoprire gli aspetti nascosti ma potenzialmente piu’ significativi dell’io, anche attraverso la reinterpretazione di soggetti classici per snodarsi attraverso la propria visione della bellezza a volte appunto estrapolata simbolicamente da un contesto scolastico per renderla accessibile a un pubblico piu’ vasto.  T Venkanna e’ nato nel 1980 a Gajwel, vive e lavora a Baroda, India.(venkanna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giovanni Cerri: Habitat

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2010

Milano fino al 30/10/2010 Via Brera, 4, Gabriele Cappelletti Arte Contemporanea a cura di Vera Agosti La Galleria Cappelletti Arte Contemporanea è lieta di presentare la mostra “Habitat” dell’artista milanese Giovanni Cerri che – abbandonata la carta di quotidiano, supporto usato dal 2001 ad oggi – ritorna alla pittura ad olio su tela. Il tema delle sue opere rimane sempre quello urbano, gli orizzonti desolati delle periferie cittadine, case mai terminate come si ritrovano spesso in molte zone del nostro Paese, tralicci, gru e vuoti inquietanti, ma decisamente nuova e’ la luce assieme a una colorazione piu’ vivace e accesa.
Giovanni Cerri (Milano, 1969), figlio del pittore Giancarlo Cerri, ha iniziato la sua attività di pittore nel 1987 e da allora e’ presente in numerose mostre in Italia e all’estero. Tra le sue “personali” citiamo: 1995 – Galleria Cortina – Milano; 2000 – Galleria Artistudio/Magrorocca – Milano; 2002 – Galleria Monogramma – Roma; 2005 – Casa Cini – Ferrara, Cortina Arte – Milano; 2006 – Galleria Blanchaert – Milano; 2007 – Galleria Palmieri – Busto Arsizio; 2008 – Spazio Tadini – Milano, ComoArte – Como, Avanguardia Antiquaria – Milano; 2009 – Galleria Gli Eroici Furori – Milano, Museo d’Arte Moderna di Gazoldo degli Ippoliti (MN), Ex Chiesa di San Pietro in Atrio – Como, Orenda Art International – Parigi; 2010 – Cortina Arte – Milano, Spazio Arte – Milano; De Luca Fine Art – Toronto ; Galleria Palmieri – Busto Arsizio..

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva: Mostra dedicata al ritratto

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Roma fino al 23/9/2010 Galleria Rosso Cinabro  Via Raffaele Cadorna 28 a cura di Cristina Madini In esposizione opere di: Gianpiero De Gruttola, Ame’rico Di Gregorio, Gianluca Mantovani, Eva Pianfetti, Angela Valentini.  Gianpiero De Gruttola  nasce ad Avellino nel 1983. Trasferito a Torino sta ancora frequentando il corso di pittura  presso l’accademia Albertina. I suoi lavori sono parte di progetti in divenire. L’opera presentata in questa mostra e’ ‘Circle line’ un doppio ritratto ad olio e smalto su tela; un Giano bifronte, nel quale l’artista si dibatte sul tema della dicotomia dell’essere. Passato e futuro, ciclo sonno veglia, sogno e realtà e con essi la ricerca e la creatività determinano la necessità di scandagliare nel profondo dell’animo una ridefinizione del se’, dell’essere e del sentire opponendosi come aveva bene visto Montale al vaticinare di un pragmatismo e di un materialismo soffocanti. (primi piani)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Va in scena Picazio

Posted by fidest press agency su martedì, 13 aprile 2010

Roma Via Margutta, 55 Palazzo Margutta vernissage è fissato per sabato 17 aprile 2010 dalle 18.30 alle 22.00.  L’esposizione è ospitata fino al 26 aprile prossimo a Palazzo Margutta nella sua prestigiosa sede. L’ingresso è libero. La mostra è dedicata a Pasquale Picazio. L’artista è capace di fondere abilmente tecniche pittoriche e traguardi emotivi, Picazio è caratterizzato da una perfezione che non frena mai la spontaneità dell’arte, qualità questa che, come sottolinea il critico Giuseppe Selvaggi, “distingue un artista e, in lui, diventa un vero e proprio Segno”.  Nell’esposizione fanno bella mostra di sé oltre 40 pezzi, lavori di dimensioni varie realizzati con tecniche diverse e spesso miste, compresi oli su tela e bassorilievi, anche di grandi dimensioni.
Casertano di nascita, Pasquale Picazio trascorre i primi anni della sua vita con i nonni, in una casina vanvitelliana nel Giardino Inglese della Reggia. (mg)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Silvia Gertsch e Xerxes Ach: Doppia personale

Posted by fidest press agency su sabato, 10 aprile 2010

Milano fino al 15/5/2010 Via Francesco Vigano’ 4, Galleria Monica De Cardenas. I dipinti di Silvia Gertsch ritraggono attimi di realtà e sono realizzati con la tecnica della pittura su vetro. I quadri di Xerxes Ach sono astratti, dipinti a tempera all’uovo su tela e composti da strati sovrapposti di colori monocromi. Uniti dalla passione incondizionata per la pittura e un perfezionismo maniacale, i due linguaggi apparentemente opposti diventano complementari e dialogano tra loro. Per entrambi gli artisti il colore è portatore di energia e deve trasmettere anzitutto la luce, che e’ la vera protagonista di questi lavori. Dalle opere monocrome di Xerxes Ach si diffonde nello spazio oltre i limiti della tela, dando una luminosità specifica all’ambiente circostante. Nei dipinti di Silvia Gertsch la luce si manifesta come attore principale all’interno dell’immagine. Con la sua luminosità abbagliante trasfigura e smaterializza le figure, trasponendole dalla realtà quotidiana ad una dimensione irreale e sognante, che le fa apparire come danzanti e liberate dalla forza di gravità.
Silvia Gertsch e’ nata a Berna nel 1963, Xerxes Ach a Esslingen in Germania nel 1957. Dal 2005 i due artisti vivono a Cenate presso Bergamo. Espongono regolarmente presso la galleria Jamileh Weber a Zurigo e i loro lavori sono stati presentati in importanti mostre collettive dedicate alla pittura, come “Painting on the Move” presso la Kunsthalle di Basilea nel 2002. Le loro opere si trovano nelle collezioni di alcuni tra i maggiori musei svizzeri e tedeschi, come il Kunsthaus Zürich e il Museo d’Arte Moderna di Francoforte. (silvia)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mennato Tedesco: Sospensioni

Posted by fidest press agency su martedì, 6 aprile 2010

Saronno (VA) fino 8/5/2010 via G. Verdi, 20 Centro d’Arte Mennato Tedesco dipinge corpi in cerca di dimensione e spazio, in mostra a Saronno. Mennato tedesco nasce a Torrecuso (BN), si diploma al liceo artistico ”Frattini” di Varese, segue corsi all’accademia di belle arti ”A.Galli” di Como.  Affascinato dall’essere femminile ritrae molto spesso le donne e il loro corpo,ma la sua maggiore forza sono le ”Sospensioni”;il corpo viene rappresentato nell’attimo in cui diventa culmine ed espressione di forza,condizione precaria ma assoluta, partenza ma apice. In questi suoi lavori i corpi vengono sollevati da terra in una condizione quasi irreale, l’artista interviene poi sulla tela con l’uso di carta da parato, merletti e altri materiali che generano sempre effetti insoliti e notevoli. Con le sue opere e’ presente in numerose collezioni private in Italia e all’estero. In mostra quattordici dipinti del 2009 e gli ultimi del 2010, tutti appartenenti alla serie che da il titolo alla mostra. (mennato tedesco)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »