Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘telecomunicazioni’

Telecomunicazioni: le sanzioni AGCom a TIM e Vodafone

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 gennaio 2021

Dimostrano l’urgenza di una riforma che assegni alle Authority effettivi poteri regolatori e coercitivi per non lasciare gli utenti in balìa delle aziende. All’inizio dello scorso anno a numerosi clienti TIM è stata notificata l’introduzione di un costo fisso mensile per molte offerte di linea mobile a consumo, sulle quali è stato applicato una sorta di canone di 1,99 euro al mese. Tale modifica ha di fatto impedito agli utenti di fruire della tariffa scelta al momento della sottoscrizione degli abbonamenti in questione e proprio per questo AGCom ha sanzionato la società per 928mila euro, sottolineando come la possibilità di variazione del piano tariffario proposta da TIM ai propri clienti abbia finito in realtà per stravolgere il contratto originario, implicando nuovi obblighi e la costituzione di una nuova prestazione. La condotta della società, quindi, ha prodotto conseguenze troppo rilevanti per poter essere considerata come una “semplice” modifica unilaterale del contratto. Alla sanzione comminata a TIM si aggiunge inoltre la multa di oltre 770mila euro emessa nei confronti di Vodafone in relazione all’offerta Internet Unlimited. Il piano tariffario è stato pubblicizzato come all inclusive ma comprende in realtà costi extra non chiaramente indicati nel prospetto informativo, cosa che impedisce agli utenti una conoscenza piena e completa delle informazioni contrattuali. Accogliamo positivamente l’intervento di AGCom, che tuttavia non è che la punta dell’iceberg. Le vicende in questione dimostrano per l’ennesima volta che nel settore delle telecomunicazioni persistono gravi criticità, soprattutto in merito ai comportamenti aggressivi e poco trasparenti messi in atto dalle aziende, che non di rado si sentono libere di non rispettare i diritti degli utenti. Il mercato della telefonia continua, purtroppo, ad essere una giungla, in cui i consumatori, disorientati, restano spesso in balìa delle condotte scorrette delle compagnie. Una situazione, questa, che si è protratta fin troppo a lungo e che dimostra ancora una volta l’urgenza di una riforma delle Autorità finalizzata ad istituire un sistema di controllo realmente efficace, con tempi decisionali rapidi ed effettivi poteri regolatori e coercitivi assegnati alle Authority.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Telecomunicazioni: positivo il limite all’inoltro dei messaggi su Whatsapp

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 aprile 2020

WhatsApp ha introdotto un cambiamento rilevante per tutti gli tutti gli utilizzatori del popolare servizio di messaggistica istantanea. Da adesso in poi, i messaggi che annunciano l’ennesimo video che infetta lo smartphone o dei buoni sconti per acquistare cibo o abbigliamento non potranno più essere trasmessi a diverse chat contemporaneamente ma solo ad una chat alla volta. Si tratta di una modifica importante, che tra l’altro è in linea con la nostra posizione, visto che proprio nei giorni scorsi abbiamo evidenziato in un documento inviato ad AGCom – insieme ad altre associazioni – la necessità di contenere il traffico in rete nonché di potenziare i server delle applicazioni di primario interesse in questo difficile e particolare periodo. Accogliamo quindi con favore una decisone che servirà non solo a preservare il carico dei server di Whatsapp in un momento di elevatissimo utilizzo, ma anche a limitare in misura consistente la diffusione delle fake news.
Specialmente in questa delicata fase la corretta informazione è essenziale per fare in modo che i cittadini rispettino i comportamenti imposti dalle normative e adottino condotte utili ad arginare il contagio.
Ovviamente non tutti i messaggi inoltrati contengono fake news, o peggio virus dannosi per gli smartphone, anzi il più delle volte si tratta di contenuti innocui: la nuova modifica, tuttavia, potrà ridurre i rischi di ricevere – e di inviare ad altri – messaggi falsi o pericolosi.Federconsumatori ricorda agli utenti di dare credito solo alle notizie provenienti da fonti ufficiali e affidabili, soprattutto per quanto riguarda temi e comportamenti relativi alla salute.Esistono molti siti autorevoli ed affidabili che, in questo ambito, si occupano di effettuare fact checking per fornire un servizio di corretta informazione e gli strumenti necessari ai cittadini per imparare a riconoscere le bufale, la disinformazione, la misinformazione: invitiamo tutti a consultarli, specialmente prima di diffondere una notizia ad amici e contatti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Telecomunicazioni: “Un’enorme opportunità”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 luglio 2019

A cura di Roger Wilkinson, Analista azionario senior, azioni britanniche ed europee di Columbia Threadneedle Investments. Il settore europeo delle telecomunicazioni presenta un consistente indebitamento netto, pari in media a più del triplo degli utili al lordo di interessi, imposte, deprezzamenti e ammortamenti (EBITDA). Con una crescita dei ricavi prossima allo zero e significativi progetti d’investimento all’orizzonte, riteniamo improbabile che i livelli di debito delle società europee di telecomunicazioni subiscano un calo, anche modesto.Non stupisce quindi la cautela, del tutto giustificata, esercitata dai nostri analisti di ricerca nei confronti del settore. Negli ultimi tre anni, la performance del settore è stata deludente e lo Stoxx Europe 600 Telecommunications ha ceduto quasi un quarto del suo valore (al 10 maggio 2019).Questo non significa che non sia possibile realizzare guadagni in quest’area; al contrario.La domanda di dati wireless, alimentata in particolare dai social media e dallo streaming di video, è innegabilmente vigorosa e in rapida crescita. Prevediamo che la crescita continui con il lancio delle reti 5G, che accorceranno ulteriormente i tempi di download e di latenza (ritardi di minore entità), uno sviluppo questo particolarmente interessante per il crescente numero di giocatori online.Un problema arduo da risolvere per gli operatori mobili è come monetizzare questa forte domanda. In Europa, l’eccessiva competizione tra le reti wireless ha posto un freno al potere di prezzo degli operatori.
Per contro, le società che possiedono e gestiscono le antenne/torri dotate delle attrezzature necessarie per trasmettere il traffico dati si sono contraddistinte mostrando una crescita dei ricavi e degli utili decisamente superiore a quella degli operatori mobili. Il gestore spagnolo di infrastrutture Cellnex (18,6x) e Inwit, tower operator di Telecom Italia quotato in borsa (21,99x), sono attualmente scambiati a più del triplo delle valutazioni di importanti operatori di reti mobili europei come Vodafone.
Negli Stati Uniti, gli operatori mobili hanno cominciato a cedere le divisioni torri una ventina di anni fa, ma in Europa molti operatori continuano a possedere molte delle antenne telefoniche usate per il loro traffico dati.
Vodafone sta valutando la possibilità di aggregare le sue torri in Italia con quelle di Inwit, menzionando la possibile vendita di CTIL, la joint venture di antenne telefoniche posseduta con la rivale O2 nel Regno Unito. Altri operatori mobili europei sembrano intenzionati a seguire tale esempio: in Francia, il gruppo di telecomunicazioni Iliad ha di recente acconsentito a vendere a Cellnex quasi 6000 torri in Francia e 2000 torri in Italia.Gli incentivi finanziari per gli operatori mobili possono essere molto appetibili. Vodafone potrebbe condividere 11.000 antenne con Inwit, una mossa che, stando ai nostri calcoli, potrebbe fruttarle EUR 2 miliardi in liquidità e una partecipazione del 30% in una società del valore di EUR 10 miliardi. Analoghe operazioni potrebbero essere perfezionate in Europa, soprattutto in Spagna e in Germania.
Pur essendo più ottimisti del mercato nei confronti della potenziale condivisione di torri di Vodafone, la persistente debolezza delle attività della società nel settore mobile europeo, soprattutto in Spagna e in Italia, mi tengono al momento alla larga da questo titolo. Opportunità come queste in ambito azionario alimentano la grande fiducia che riponiamo nella gestione attiva, che consente ai gestori di selezionare personalmente le azioni nei loro portafogli, avvalendosi di analisi settoriali e dei singoli titoli condotte da esperti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

VueTel sbarca negli Stati Uniti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 Maggio 2018

L’azienda italiana specializzata in telecomunicazioni internazionali, i cui mercati di riferimento sono rappresentati da Nord Africa e Africa Subsahariana, ha dato vita a VueTel Usa attivando una centrale installata a New York per collegare gli Stati Uniti all’Africa. La sede operativa si trova a Holmdel, in New Jersey, nell’edificio ristrutturato che storicamente ospitava i laboratori di Bell Labs, mentre le infrastrutture tecnologiche sono situate a New York, nella prestigiosa sede di 60 Hudson Street.
L’obiettivo è quello di investire oltre 1 milione di euro per ampliare i suoi servizi wholesale voce e dati. Con lo sbarco oltreceano, il focus del gruppo diventa quello di fornire servizi dati e sistemi antifrode, basati su principi di intelligenza artificiale, dedicati alle imprese di grandi dimensioni e alle corporations. Il gruppo si inserisce in un mercato, come quello statunitense, caratterizzato dalla presenza di grandi player che spesso non hanno un focus direttamente concentrato sull’Africa. Il continente ha conosciuto un forte incremento della connettività sia fissa che mobile. Secondo i dati dell’Internet World States, gli utenti internet sono passati da circa 4.5 milioni del 2010 a quasi 350 milioni del 2017.
Dopo i nodi principali di Londra, Parigi, Marsiglia, Milano e Palermo, con l’attivazione del PoP di New York, VueTel si consolida come punto di riferimento a livello internazionale per il mercato wholesale voce-dati verso il continente africano. Tra i paesi africani in cui il gruppo è presente vi sono: Tunisia, dove ha costituito la locale “VueTelSi”, Egitto, Algeria, Libia, Benin, Togo, Niger, Mali, Ghana, Nigeria, Burkina Faso e Angola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | 3 Comments »

Salvaguardia della competitività sul mercato delle telecomunicazioni

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 Maggio 2018

Gli orientamenti rivisti riflettono i recenti sviluppi giurisprudenziali e affrontano questioni non incluse in precedenza, come l’impatto concorrenziale dei fornitori di servizi online che hanno iniziato a offrire servizi basati su Internet, la crescita della fornitura di pacchetti di servizi (Internet, voce e contenuti televisivi) a livello di mercato al dettaglio, la pressione concorrenziale dei servizi via cavo e la transizione da un mercato monopolistico a un mercato oligopolistico in alcuni paesi. Gli orientamenti aiuteranno le autorità nazionali di regolamentazione a delimitare in modo corretto i mercati nel settore della comunicazione elettronica e ad identificare i casi in cui determinati operatori detengono un significativo potere di mercato. Gli orientamenti – indicati come dossier prioritario ai fini della creazione di un mercato unico digitale – sono complementari al codice delle comunicazioni elettroniche attualmente oggetto di negoziazione in seno alle istituzioni dell’UE.La revisione degli orientamenti sul significativo potere di mercato si è basata su una consultazione pubblica, e su un parere formulato dall’Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Grazie alla collaborazione con Intel, ZTE lancia la prima IT BBU 5G del mondo

Posted by fidest press agency su martedì, 28 febbraio 2017

barcelonaBARCELLONA, Spagna, /PRNewswire/ ZTE Corporation (0763.HK / 000063.SZ), affermato provider internazionale di soluzioni di telecomunicazioni e di tecnologia per consumatori e imprese nel settore dell’Internet mobile, ha annunciato oggi il lancio di IT BBU 5G, unità banda base di prossima generazione, realizzata in collaborazione con Intel® Corporation. L’unità IT BBU rappresenta la prima soluzione RAN 5G al mondo, basata sulla tecnologia SDN/NFV (Software Defined Networking/Network Function Virtualisation).Avvalendosi dell’avanzata tecnologia di virtualizzazione SDN/NFV, l’unità IT BBU modulare è compatibile con sistemi 2G/3G/4G/Pre5G e supporta reti di accesso cloud-radio (C-RAN), reti RAN distribuite (D-RAN) e unità 5G distribuite e centrali (CU/DU), che le conferiscono una solida potenzialità per sviluppi futuri. Quale ultima generazione di piattaforme di processing in banda base modulari basata su architettura Intel®, IT BBU dispone di altissima capacità, elevata integrazione e funzionalità di networking flessibili e multimodali. È in grado di ridurre in modo significativo il consumo energetico con sofisticati algoritmi e meccanismi, di supportare i business verticali e una distribuzione flessibile in più scenari, nonché di supportare reti ibride 4G e 5G per un’efficace protezione degli investimenti degli operatori.In genere, per ampliare portata e funzioni le reti mobili ricorrono all’incremento della dotazione hardware, ma questa soluzione fa aumentare il consumo energetico oltre a complicare i processi di manutenzione e uso. Ne risulta un aumento del TCO che danneggia lo sviluppo della rete nel lungo termine, compromettendone l’evoluzione. La nuova generazione di piattaforme di reti ZTE basata sulle tecnologie SDN/NFV aiuta a ovviare a queste problematiche. Virtualizzando le funzioni delle apparecchiature di rete, la piattaforma di processing in banda base è in grado di trasportare funzioni di rete diversificate in modo più flessibile, accelerando in modo significativo la distribuzione e l’ottimizzazione della rete, e riducendo di conseguenza il costo dell’investimento complessivo.”Le tecnologie Intel alimentano oltre al cloud miliardi di dispositivi informatici smart sempre connessi, per cui siamo felicissimi di avere un partner nel settore del 5G. Da questa collaborazione scaturirà lo sviluppo a lungo termine delle due nostre aziende” ha dichiarato Jianguo Zhang, Senior Vice President di ZTE. “Data la nostra posizione leader nel fornire soluzioni e apparecchiature di comunicazione, il 5G rientra nella strategia chiave di ZTE, da sempre dedicata alla ricerca e allo sviluppo delle tecnologie di virtualizzazione. La cooperazione tra ZTE e Intel offrirà agli operatori di telefonia una rete aperta, più semplice e più flessibile e rappresenterà un valore maggiore per gli utenti.”
ZTE è un fornitore di sistemi avanzati di telecomunicazioni, di dispositivi mobili e di soluzioni tecnologiche professionali per consumatori, carrier, imprese e settore pubblico.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Portiamo l’Italia in testa allo sviluppo tecnologico delle telecomunicazioni

Posted by fidest press agency su domenica, 24 aprile 2016

emittenti localiSi è conclusa positivamente la consultazione AGCOM e REA con un confronto tecnico circa l’opportunità del superamento definitivo dello standard televisivo SD/MPEG2 e con gradualità dell’MPEG4, per adottare l’innovativo T2/H265 a partire dal 2018. Questa Ë stata la proposta della REA unita alla necessità del rilascio contestuale della Banda 700 MHz come richiesto dalla Commissione Europea. Il progetto REA viene incontro sia al recupero tecnologico dell’Italia rispetto a Francia, Germania e Regno Unito per l’introduzione entro il 2018/2020 della banda larga mobile sia al definitivo assetto del sistema televisivo con la previsione di antonio diomedeuna nuova pianificazione basata sull’uso efficiente dello spettro mediante assegnazioni agli operatori di rete di porzioni di banda anziché di interi canali per la maggiore disponibilità di capacità trasmissiva permessa dall’introduzione del DVB-T2/H265. La REA ha consegnato all’AGCOM uno studio dettagliato dell’operazione che prevede un ricavo d’asta di 2,5 miliardi di euro per il rilascio della Banda 700 MHz dai quali verrebbero stornati max 1 miliardo per un “bonus” da erogare all’utenza per l’acquisto del nuovo decoder T2/H265 collegabile anche alla rete internet e max 1 miliardo di euro per l’ammodernamento delle reti di diffusione. Pertanto, rimarrebbe un attivo di 500 milioni di euro nel bilancio dello Stato. Ovviamente, secondo le previsioni della REA, alcun risarcimento “rottamazione” dovrebbe essere concesso a quegli operatori di Rete nazionali che lasceranno le frequenze della Banda 700 MHz ricevute gratuitamente, ma che hanno altre frequenze di utilizzo nella Banda 500/600 MHz per l’incremento di capacità trasmissiva introdotta dallo standard H265. Il Progetto REA va nella direzione del “buon governo” per il rinnovamento del Paese, ma Antonello Giacomelli, sottosegretario alle comunicazioni, nel suo intervento alla IX Commissione Trasporti, sull’argomento ha anticipato che il Governo è orientato a differire al 2025 il rilascio della banda 700 MHz in quanto sarebbe impopolare accollare all’utenza il costo del nuovo decoder. Ma, a questo punto, il Governo dovrebbe dirci come vorrebbe impiegare i prevedibili 2,5 miliardi di euro ricavati dall’asta delle dodici frequenze (canali 49-60). Per caso intende impiegarli per risarcire le Reti nazionali per frequenze avute gratuitamente dallo Stato? Il dibattito Ë aperto. Vedremo come andrà a finire, ma c’è da aspettarsi di tutto.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cosa significa lavorare nel mondo delle Telecomunicazioni?

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2015

mediterraneoRoma Lunedì 14 dicembre, dalle ore 10.00, presso Sala delle Lauree, Facoltà di Economia, Università La Sapienza di Roma incontro “Lavorare nel settore delle telecomunicazioni internazionali – Focus sul Mediterraneo”. Il mondo delle Telecomunicazioni rappresenta un nodo chiave sia per le professioni del futuro che per la crescita e la sicurezza non solo di aziende, ma anche dei singoli paesi.
Interverrà Giovanni Ottati, Ceo di VueTel, azienda romana, secondo operatore internazionale italiano in Telecomunicazioni che da anni connette i paesi del Nord Africa e dell’Africa Sub-sahariana con il resto del mondo. L’evento sarà anche l’occasione per capire come sia possibile lavorare in territori difficili, ma con un grosso potenziale di crescita; il quadro di riferimento dei più importanti operatori di telecomunicazioni nel Mediterraneo (quali sono, dove sono operativi, dinamiche competitive, valore complessivo del mercato); l’importanza strategica del Mediterraneo a livello mondiale nonostante le vicende attuali; gli scenari futuri per il Mediterraneo (riportare la Sicilia/l’Italia al centro del mercato delle tlc, possibile polo al Sud del Mediterraneo a complemento di Marsiglia e della Sicilia).
Già da qualche anno, i paesi africani stanno conoscendo elevati tassi di sviluppo delle tecnologie internet e mobile. Nel 2000 gli utilizzatori d’internet erano quattro milioni, nel 2014 sono arrivati a 297 milioni (su una popolazione totale di oltre un miliardo), quest’anno raddoppieranno. Oggi ci sono circa 500 milioni di abbonati telefonici, di cui circa il 90% è su dispositivo mobile; nel 2019 gli utenti mobile saranno circa 950 milioni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Telecomunicazione senza fili

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 settembre 2010

Pontecchio Marconi 16 settembre 2010 Ore 10,30 Aula Magna di Villa Griffone L’evoluzione dei sistemi di telecomunicazione senza fili porterà all’utilizzo più razionale ed efficiente delle risorse, da entrambi i punti di vista energetico e radioelettrico. I sistemi distribuiti che impiegano antenne intelligenti e basse potenze di trasmissione, come le femtocelle, rappresentano un esempio di soluzioni a ridotto impatto ambientale e a basso consumo di energia. Parimenti, i sistemi cognitivi in grado di utilizzare in maniera opportunistica le risorse radio, costituiscono una via per l’utilizzo efficiente ed ottimizzato dello spettro elettromagnetico, di per sé risorsa scarsa e pregiata. Le reti distribuite, caratterizzate dalla presenza di molte antenne a bassa potenza localizzate nei più comuni ambienti di vita, sono destinate ad una progressiva diffusione, per poter far fronte alle crescenti richieste di accesso ubiquo e ad alta velocità da parte degli utenti. Questa tendenza al moltiplicarsi di antenne, anche se di potenza notevolmente inferiore rispetto a quelle di sistemi di seconda e terza generazione, si scontra con la forte sensibilità del pubblico circa i potenziali effetti dell’esposizione ai campi elettromagnetici. Rimane, infatti, una spiccata percezione del rischio da parte della popolazione, nonostante l’adozione di un approccio cautelativo e i numerosi risultati rassicuranti delle ricerche scientifiche di ampia portata condotte ormai da lungo tempo. Per questo motivo l’innovazione tecnologica deve essere accompagnata da una corretta informazione del pubblico e dall’esecuzione puntuale dei controlli da parte delle autorità preposte.
Nel corso della mattina, verrà delineato il quadro più aggiornato dei risultati delle ricerche scientifiche in materia di esposizione ai campi elettromagnetici, sulla base del quale l’ICNIRP (Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti)  stabilisce le linee guida a tutela della popolazione.  La tavola rotonda del pomeriggio riunirà le istituzioni competenti e i principali attori del settore per discutere delle nuove tecnologie dal punto di vista dell’impatto ambientale e di come l’impianto normativo e le metodologie per il controllo dell’esposizione sul territorio a tutela dei cittadini possano tenere il passo con lo sviluppo dei nuovi sistemi di telecomunicazione.  Il Seminario è promosso congiuntamente dalla Fondazione Ugo Bordoni e dal consorzio Elettra 2000.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’evoluzione dei sistemi di telecomunicazione

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 settembre 2010

Pontecchio Marconi 16 settembre 2010 Ore 10:30 Aula Magna di Villa Griffone L’evoluzione dei sistemi di telecomunicazione senza fili porterà all’utilizzo più razionale ed efficiente delle risorse, da entrambi i punti di vista energetico e radioelettrico. I sistemi distribuiti che impiegano antenne intelligenti e basse potenze di trasmissione, come le femtocelle, rappresentano un esempio di soluzioni a ridotto impatto ambientale e a basso consumo di energia. Parimenti, i sistemi cognitivi in grado di utilizzare in maniera opportunistica le risorse radio, costituiscono una via per l’utilizzo efficiente ed ottimizzato dello spettro elettromagnetico, di per sé risorsa scarsa e pregiata. Le reti distribuite, caratterizzate dalla presenza di molte antenne a bassa potenza localizzate nei più comuni ambienti di vita, sono destinate ad una progressiva diffusione, per poter far fronte alle crescenti richieste di accesso ubiquo e ad alta velocità da parte degli utenti. Questa tendenza al moltiplicarsi di antenne, anche se di potenza notevolmente inferiore rispetto a quelle di sistemi di seconda e terza generazione, si scontra con la forte sensibilità del pubblico circa i potenziali effetti dell’esposizione ai campi elettromagnetici. Rimane, infatti, una spiccata percezione del rischio da parte della popolazione, nonostante l’adozione di un approccio cautelativo e i numerosi risultati rassicuranti delle ricerche scientifiche di ampia portata condotte ormai da lungo tempo. Per questo motivo l’innovazione tecnologica deve essere accompagnata da una corretta informazione del pubblico e dall’esecuzione puntuale dei controlli da parte delle autorità preposte.
La tavola rotonda del pomeriggio riunirà le istituzioni competenti e i principali attori del settore per discutere delle nuove tecnologie dal punto di vista dell’impatto ambientale e di come l’impianto normativo e le metodologie per il controllo dell’esposizione sul territorio a tutela dei cittadini possano tenere il passo con lo sviluppo dei nuovi sistemi di telecomunicazione.  Il Seminario è promosso congiuntamente dalla Fondazione Ugo Bordoni e dal consorzio Elettra 2000.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telecomunicazioni, informatica e risparmio energetico

Posted by fidest press agency su domenica, 16 Maggio 2010

Roma 19 maggio 2010 Ore 10,30 Aula Magna Fondazione Ugo Bordoni Villa Griffone – Pontecchio Marconi. Una panoramica sullo stato dell’arte nelle tematiche di Green ICT verrà fornita, nella sessione mattutina del Seminario, dal Prof. Maurizio Dècina, Ordinario al Politecnico di Milano e con uno straordinario curriculum di management presso aziende di telecomunicazioni e istituti di ricerca (tra i quali la Fondazione Bordoni, da lui presieduta nel biennio 2007-2008). Il Seminario proseguirà con una tavola rotonda, cui interverranno relatori di provenienza istituzionale e industriale, nel corso della quale si darà spazio ai modelli, alle esperienze e alle azioni già utilizzati o in via di adozione per ridurre i consumi energetici. La discussione si focalizzerà specificamente sul risparmio energetico in relazione ai sistemi di televisione digitale e ai sistemi radiomobili di nuova generazione.
Il Seminario promuove, dal 2008 con cadenza almeno mensile, per approfondire la conoscenza tecnico-scientifica e stimolare il dibattito su temi di grande attualità legati all’informatica e alle comunicazioni elettroniche. Allo stesso tempo, è inserito nel calendario degli eventi dei Radio Days, appuntamento annuale promosso dal Comune di Sasso Marconi, per celebrare l’illustre figura del proprio concittadino Guglielmo Marconi. Si svolgerà presso la storica residenza dello scienziato bolognese dove la radio ha visto la luce e dove la FUB ha una delle sue sedi.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telecomunicazioni Italiane: Il caso Scaglia

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 febbraio 2010

Saverio Romeo, analista di Frost & Sullivan, nel settore delle comunicazioni mobili, commenta il lancio dell’iPad: “Silvio Scaglia è stato uno dei protagonisti dell’ultima era felice delle telecomunicazioni italiane. E’ tra i fondatori di Omnitel, primo operatore mobile italiano a competere contro Telecom. E’ stato colui che ha lanciato un operatore di telecomunicazione fissa di grande successo come Fastweb portando nelle grandi città italiane i vantaggi della connettività veloce. Silvio Scaglia è oggi indagato per riciclaggio di denaro. Lasciamo alla magistratura fare il suo corso e decidere se il super manager italiano è colpevole o meno, ma questo evento e’ sicuramente uno scossone per le gia’ difficili condizioni delle telecomunicazioni italiane. Seppur crescendo in termini di fatturato, il mondo delle telecomunicazioni italiane ha perso di freschezza dando spazio ad investitori stranieri che hanno praticamente occupato le posizioni piu’ strategiche: Telefonica con Telecom Italia, Swisscom comprando Fastweb, Wind Italia nelle mani della famiglia Sawiris solo per menzionare alcuni esempi. Sembra che oggi non vi sia piu’ un gruppo d’imprenditori e manager capaci di rischiare e di lanciare idee nuove. Silvio Scaglia era uno di questi. Francesco Caio e’ un altro nome, di recente ritorno in Italia con il Rapporto Caio, ma con una considerevole esperienza nelle telecomunicazioni britanniche. Vittorio Colao e’ un altro nome di prestigio volato a Londra per guidare Vodafone Group. Forse le telecomunicazioni italiane non attraggono piu’. Certo, realta’ interessanti rimangono. Tiscali, nonostante le difficolta’, si e’ riavviata. Poste Mobile suscita molto interesse; Buongiorno e Dada nell’area contenuti anche. Ma non sembrano essere capaci di guidare una nuova ondata delle telecomunicazioni italiane. Forse le condizioni per fare innovazione e produrre idee creative non ci sono più in Italia. E’, forse, importante riflettere, confrontarsi e capire cosa potrebbe innescare un nuovo corso”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Telecomunicazioni: Conciliazioni extragiudiziali

Posted by fidest press agency su martedì, 22 dicembre 2009

E’ stata pubblicata una nuova scheda pratica dell’Aduc sulle conciliazioni extragiudiziali in materia di telecomunicazioni. Redatta da Domenico Murrone, responsabile Aduc-Tlc, la scheda “Conciliazione obbligatoria fa il punto della situazione con gli ultimi aggiornamenti che hanno ampliato i servizi di questo istituto. I contenziosi coi gestori telefonici e pay tv non accennano a diminuire, ma aumentano i luoghi deputati a definire le controversie, prima di approdare davanti a tribunali o giudici di pace. A cominciare dai Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) che, su delega dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, possono prima tentare una conciliazione, e successivamente decidere se ha ragione il gestore (Telecom Italia, Vodafone-Tele2, Mediaset Premium, Sky, ecc.) o l’utente (residenziale o business). Non in tutte le regioni, però, si hanno le medesime possibilità. In alcune il ruolo del Corecom è nullo (Sicilia e Sardegna), in altre e’ possibile effettuare solo la conciliazione, in altre e’ possibile effettuare il tentativo di conciliazione e definire la controversia (gia’ attivi quelli di Puglia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna). La situazione e’ in divenire, anche perche’ molti Corecom hanno ricevuto nuove deleghe solo da pochi giorni e si stanno attrezzando per le nuove funzioni. Fa il punto della situazione la scheda pratica curata da Domenico Murrone, responsabile Aduc Telecomunicazioni, titolata: La scheda si trova a questo indirizzo: http://sosonline.aduc.it/ scheda/conciliazione+ obbligatoria+ davanti+al+corecom_15317.php

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Ricerca nelle Telecomunicazioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 novembre 2009

Monteporzio Catone (RM) 4 dicembre 2009 Ore 9,45 Via Frascati, 51 Villa Mondragone. L’evento promosso dalle Università di Roma Tor Vergata, La Sapienza, Roma Tre e GTTI (Gruppo Telecomunicazioni e Tecnologie dell’Informazione), con il sostegno di Radiolabs, IEEE (VT/Comsoc e Photonics Chapters), Selex Communications (Gruppo Finmeccanica), Filas. Agenda–Welcome speech  Franco Giannini, Università di Roma Tor Vergata  Alessando Neri, Università di Roma 3 e Radiolabs  Roberto Cusani, Università di Roma Sapienza  Marco Luise, GTTI Silvano Donati, IEEE Section Ore 10,15 – 11,15 Panel: “Le tendenze nell’innovazione e nella ricerca” Presiede Francesco Vatalaro, IEEE VT/Comsoc Italy Chapter Modera Raffaele Barberio, Key4biz “Futuro nel wireless” Marco Luise, Università di Pisa  “Futuro in Internet” Giorgio Ventre, Università di Napoli Federico II “Futuro nei terminali e nei contenuti” Alessandro Neri, Università di Roma Tre“ll futuro delle reti d’accesso: Next Generation Networks” Rocco Casale, Radiolabs  Ore 11,15 – 11,30 Questions & Answers Ore 11,45 – 13,00 Presentazione: “Futuro nelle tecnologie fotoniche: La Creazione di centri di eccellenza, un esempio di collaborazione Internazionale tra Università e Industria” Presentazione a cura di Università di Roma Tor Vergata, Selex Communications e Filas  Ore 14,15 – 16,00 Panel: Le imprese e le tecnologie ICT del futuro  Presiede Tiziana Tambosso, IEEE LEOS Italy Chapter Modera Raffaele Barberio, Key4biz Intervengono  Roberto Castelli, Alcatel-Lucent  Massimo Comparini, Thales Alenia Spazio Gerardo Lancia, Filas Fabrizio Porcari, Avaya Francesco Rispoli, Telespazio Gianni Romagnoli, Accenture Marco Salvietti, Selex Communications  Mauro Ugolini, Ericsson Ore 16,00 – 16,45 Visita guidata di Villa Mondragone Ore 17,00 Presentazione Mostra Futurismo Romano: Balla, Depero, Prampolini, Dottori  Ore 17,30 Visita esclusiva alla Mostra Futurismo Romano: Balla Depero, Prampolini, Dottori  Ai partecipanti al workshop sarà donato il catalogo della Mostra.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »