Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘telemonitoraggio’

Ipertensione, il telemonitoraggio del farmacista è efficace

Posted by fidest press agency su martedì, 15 maggio 2012

I pazienti che vengono seguiti da un farmacista mediante telemonitoraggio unitamente a un supporto per la gestione dell’ipertensione sanguigna, hanno più probabilità di migliorare i valori pressori, rispetto a quelli che non ricevono sostegno supplementare. Lo ha rilevato una ricerca presentata alle American heart association’s quality of care and outcomes research scientific sessions 2012. I soggetti inclusi nel programma di telemonitoraggio, erano stati istruiti a inviare i valori pressori misurati a casa con dispositivi elettronici, tramite un sito web ad accesso protetto. Dal canto loro, i f armacisti potevano accedere alle letture e consultavano il paziente ogni due o quattro se settimane per telefono. Per avere dati certi e corretti, per tutti i 450 soggetti era prevista una misurazione iniziale e dopo sei mesi, presso un centro clinico coinvolto nella ricerca. Gli autori hanno rilevato che la riduzione della pressione al di sotto di 140/90 mm Hg interessava il 45,2% del gruppo in terapia tradizionale e il 71,8% del gruppo “telemonitorato”. Inoltre in questo gruppo il calo era più marcato, infatti, se al basale i valori medi si attestavano 148/85 mm Hg, dopo un semestre di programma la media era scesa a 126/76 mm Hg contro 138/82 mm Hg dell’altro gruppo. I vantaggi si sono evidenziati anche sul fronte terapeutico, con una maggior aderenza alla terapia e gli stessi pazienti telemonitorati confermavano di essersi ricordati più facilmente di assumere i farmaci correttamente. L’attività del farmacista, on line e telefonica, diventa, quindi, un valore a ggiunto nella gestione dell’ipertensione e, secondo gli autori, «se questi primi risultati potessero essere mantenuti nel lungo periodo, potrebbe diminuire il numero di attacchi cardiaci, ictus o altra complicazione di alta pressione sanguigna».(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dispositvo cardiaco impiantabile con il sistema di telemedicina CareLink

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 dicembre 2011

Roma ospedale S. Filièppo Neri. Nel 2007, presso l’Ospedale San Filippo Neri di Roma, un paziente portatore di defibrillatore impiantabile effettuava la prima trasmissione remota di dati in Italia, attraverso il sistema di telemonitoraggio remoto CareLink Network®. Dopo poco più di 4 anni, oggi i pazienti, portatori di dispositivi cardiaci impiantabili, “connessi” con 200 Ospedali, sono oltre 13.000, per un totale di oltre 100.000 trasmissioni remote effettuate per la loro gestione. L’ambulatorio di Cardiologia del San Filippo Neri, con circa 1.000 pazienti, rimane la prima realtà italiana in termini di adozione del controllo remoto. Dal 2007 l’evoluzione tecnologica ha fatto enormi progressi: di recente è stato attivato il nuovo sistema Discovery Link® della Medtronic, un’innovativa piattaforma informatizzata europea che raccoglie i dati di circa 50.000 pazienti. Con una serie di applicativi di “Medical Intelligence”, appositamente sviluppati da Medtronic, i medici possono migliorare la gestione dei pazienti portatori di pacemaker o defibrillatori. Con un semplice click, il medico o il personale infermieristico accede ad una quantità di informazioni, su tutta la propria popolazione di pazienti seguita tramite il servizio di telemedicina CareLink Network.
“Con queste novità tecnologiche, è oggi possibile individuare i pazienti che necessitano di maggiori attenzioni, ad esempio per l’insorgenza di episodi aritmici, ed adottare con maggior tempestività i provvedimenti terapeutici più appropriati. – spiega il professor Massimo Santini, Direttore del Dipartimento Cardiovascolare dell’Ospedale San Filippo Neri – Allo stesso modo, si può ottimizzare il funzionamento del dispositivo impiantabile, grazie alla possibilità di scoprire rapidamente eventuali parametri che necessitino di particolari aggiustamenti. I dati clinici accessibili consentono l’aggregazione e la condivisione tra diverse realtà ospedaliere, aumentando in maniera esponenziale la capacità del sistema di fornire informazioni sempre più accurate sulla gestione clinica dei pazienti”.L’Ospedale si arricchirà a breve di un’altra importante novità tecnologica. Con il nuovo CareLink Express, un monitor-trasmettitore, sarà possibile controllare tutti i dispositivi impiantabili, sia in ambiente ospedaliero sia sul territorio, con una significativa riduzione di tempo e di risorse mediche e paramediche impiegate, grazie alla possibilità di inviare con un click tutti i dati del paziente ad un server protetto e sicuro. La tecnologia evita al paziente le lunghe attese in sala di aspetto, potendo effettuare immediatamente il controllo al momento dell’accesso stesso nella struttura ospedaliera. Inoltre, tale tecnologia consente di far viaggiare meglio le informazioni all’interno dell’ospedale, ad esempio tra il pronto soccorso e la cardiologia, evitando che il paziente e il personale ospedaliero si debbano spostare da un reparto all’altro. “Questa tecnologia ha reso possibile una significativa riduzione del numero di visite ambulatoriali e del tempo del personale medico-infermieristico dedicato al follow up. – conclude Dottor Domenico Alessio, Direttore Generale della struttura – Siamo così riusciti ad ottimizzare le nostre risorse, dedicando più attenzione ai pazienti che necessitano di maggiori cure, con un miglioramento complessivo della gestione clinica, grazie alla rilevazione immediata di possibili eventi avversi, con la conseguente introduzione di interventi tempestivi mirati. Tali benefici sono assolutamente in linea con i recenti risultati dei più importanti studi clinici del settore, e la nostra esperienza è in piena sintonia con le indicazioni delle linee guide nazionali ed internazionali sulla gestione del paziente portatore di pacemaker o di defibrillatore. Tuttavia, nonostante tutto ciò, la prestazione non è ancora riconosciuta a livello tariffario. E’ auspicabile, pertanto, che questo avvenga quanto prima per consentire una maggiore e più rapida diffusione di tale tecnologia”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Convegno “L’Avvento della Telemedicina”

Posted by fidest press agency su domenica, 13 dicembre 2009

Roma 15 dicembre ore 9,30 Sala Folchi, Piazza San Giovanni in Laterano, 76  Inaugurazione nuovo reparto di Telemedicina dell’A. O. San Giovanni Addolorata. In occasione dell’apertura del nuovo reparto di telemedicina si svolgerà un convegno per fare il punto della situazione circa i servizi di telemedicina nel Lazio, in Italia e nel mondo della cooperazione internazionale.  Durante il convegno verranno comunicate ufficialmente le attività finora svolte, con dati di attività e prospettive per il futuro.  Telemonitoraggio dal proprio domicilio di oltre 350 pazienti a cui è stato evitato il ricovero ospedaliero con un risparmio per le casse Regionali di oltre 700.000 Euro.  Teleconsulto e telemonitoraggio con 2 case alloggio per anziani gestiti dalla Comunità di S.Egidio Presentazione dei dati di attività del servizio di telecardiologia Tra l’Ospedale Romano e 3 ospedali Tanzaniani (circa 500 elettrocardiogrammi e teleconsulto effettuati)  Prossima apertura di servizi di telemedicina, in collaborazione con il Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Lazio, si servizi di telemedicina per le carceri romane Collaborazione dell’Azienda Ospedaliera con il Programma DREAM della Comunità di S.Egidio per la prevenzione e il trattamento dell’AIDS, con particolare riguardo ai servizi di telemedicina realizzati in Tanzania Interventi programmati: L. D’Elia; Direttore generale A.O. S.Giovanni Addolorata, M. Zuppi; Assistente Ecclesiale Comunità di S.Egidio,   F. Cortese; Direttore Sanitario A.O. S.Giovanni Addolorata,  M. Bartolo; Dirig. Resp. U.o.s. di Telemedicina A.O. S.Giovanni Addolorata,   G. Scaffidi; Dirig. Resp. U.o.s.d. Pronto Soccorso Cardiologico A.O. S.Giovanni Addolorata,  G. Guerrieri; Dirigente Responsabile U.o.s.d. ICT; A.O. S.Giovanni Addolorata, A. Msuya; District Medical Officer Arusha; Ministero Salute – Tanzania,    R. Gargiulo;  HP – Hewlett Packard,   G. Russo; Segretario Generale SIT (Società Italiana di Telemedicina e  Sanità Elettronica).

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »