Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘televisione’

Presentazione di Scanzonissima

Posted by fidest press agency su sabato, 12 Maggio 2018

Napoli Lunedì 14 maggio Ore 11.30 Centro di Produzione Tv Rai Via Marconi, 9 Conferenza stampa per la presentazione di Scanzonissima Conducono Gigi e Ross Regia di Sergio Colabona. Il nuovo musical game show targato Rai2. Sfide impossibili a suon di musica Interverranno: Francesco Pinto – Direttore Centro di Produzione Rai di Napoli, Fabio di Iorio – Vice Direttore Rai2, Filippo Cipriano – Amministratore Delegato Nonpanic Gigi e Ross In onda dal 16 maggio su Rai2 tutti i mercoledì alle 21.20.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontro: la mia televisione

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 ottobre 2017

Varlin in AtelierRoma Venerdì 20 ottobre 2017 Ore 18.00 Istituto Svizzero di Roma Via Ludovisi 48. L’Istituto Svizzero propone una serata di dibattito e riflessione sul servizio pubblico, alla presenza, tra gli altri, di Gilles Marchand, direttore generale della Televisione Svizzera, Maurizio Canetta, direttore della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, e della presidente della RAI Monica Maggioni. Come possono le televisioni europee del servizio pubblico svolgere oggi il loro ruolo e a che prezzo di fronte alla concorrenza e ai privati? Cosa può aspettarsi lo spettatore e il cittadino dai canali pubblici? L’obiettivo di un impegno tradizionale sulla cultura, la memoria ed il patrimonio comune sono superati o più attuali che mai? Quale sostegno alla creazione audiovisiva contemporanea? La memoria collettiva e regionale si alimentano del servizio pubblico? e quali sono i rischi di fronte ai budget sotto pressione delle televisioni del servizio pubblico televisivo e al dibattito sul canone? L’Italia e la Svizzera condividono problemi comuni malgrado un panorama audiovisivo nazionale molto diverso?La serata in due parti permetterà – in un primo tempo – di affrontare queste domande e di confrontare le idee dei dirigenti e professionisti a capo di queste istituzioni con le riflessioni degli specialisti.
La seconda parte Giacometti, Varlin, gli artisti della Valle Bregaglia ci farà scoprire delle immagini inedite tratte dagli archivi della RSI, Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, dedicati allo scultore Alberto Giacometti, gli artisti della Val Bregaglia e al suo profondo legame con il territorio del Canton Grigioni italiano.
La scelta non è casuale. E’ dettata infatti dalla possibilità di mostrare documenti delle Teche RSI di rara bellezza e intensità. Giacometti che dichiara la sua poetica continuando a lavorare a una scultura, Varlin che si muove nel suo studio e nella sua abitazione di Bondo (oggi così duramente colpita), Dürrenmatt che commenta un’opera dell’amico Varlin.
Questo e altro sarà mostrato e commentato da chi conosce bene questi artisti e l’ambiente in cui hanno operato: Diana Segantini, pronipote di Giovanni Segantini e responsabile del Dipartimento Cultura della RSI; Patrizia Guggenheim, figlia di Varlin, storica dell’arte e responsabile del Lascito e Archivio Varlin; Philippe Daverio, il noto esperto di arti figurative che per la Bregaglia ha da sempre una grande considerazione. Risponderanno alle domande della giornalista e produttrice di Rete Due Sandra Sain e del pubblico in sala. Evento in collaborazione con la CORSI – Società cooperativa per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana. (Foto: Varlin in Atelier)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Informazione di Stato. Perchè non può competere al livello dei media mondiali. Ora o mai più!

Posted by fidest press agency su martedì, 14 febbraio 2017

televisioneTg delle ore 13,30 di una domenica, ora di punta. Qual è la prima notizia? Il Festival di Sanremo. E poi le altre. Ma la prima e’ la prima, anche molto accurata e lunga. Poi ci sono quelle del missile della Corea del Nord, delle vicende del maggiore partito italiano (PD), delle vicissitudini della Sindaca di Roma, della violenza sui treni pendolari, delle balene spiaggiate in Nuova Zelanda, etc… insomma, a parte alcune legate alle vicende italiane, per il resto quasi tutta roba riciclata dalla carta stampata o dei giorni scorsi che, ironia del mezzo, viene anche fatta vedere in video come se un titolo di giornale fosse di per se’ la notizia. Per carita’, non pretendiamo che la nostra tv di Stato sia la Bbc o la Cnn o France24, ma almeno provarci.
Non bisogna parlare del Festival di Sanremo? Ovviamente crediamo che bisogna parlarne, ma nutriamo piu’ di un dubbio sul fatto che sia, alle 13,30 di domenica 12 febbraio, la notizia piu’ importante al mondo dall’ottica italiana. Il dubbio ci nasce solo da un fatto: la tv di Stato e’ pagata da noi contribuenti per informarci e -sara’ perche’ siamo fatti male?- non riusciamo a comprendere perche’ con tutto quello che accade nel mondo, debba essere la notizia a cui dare il maggiore rilievo. O meglio, lo comprendiamo, ma non siamo d’accordo: c’e’ l’audience, ci sono i contratti pubblicitari che vanno a ritroso e/o motivano le scelte editoriali. Cioe’ tutto quello che motiva un’emittente che vive delle sue capacita’ di produrre utili per decidere di fare una scelta piuttosto che un’altra. Ma qui stiamo parlando della tv di Stato, quella che tutti noi contribuenti paghiamo perche’ ci informi, quella che proprio l’altro giorno ha registrato un record di incassi grazie al nuovo metodo di esazione del cosiddetto canone/abbonamento. Quella tv che gli italiani vorrebbero privata ma che invece continua ad essere foraggiata da una imposta che la rende in smaccato abuso di posizione dominate con gli altri attori del panorama televisivo (a cui, ovviamente, vengono anche elargite delle briciole grazie alla legge sull’editoria che si alimenta anche dal canone).
Noi siamo molto preoccupati. Il nostro Paese e l’Unione Europea sono in condizioni critiche e, come nelle democrazie che vogliono esser tali, l’informazione ha un ruolo principale e determinante. Gli investimenti, i palinsesti e le scelte redazionali, invece, non cercano di portare i nostri media di Stato a competere nel mondo, ma solo a far godere gli indici di ascolto di una canzone italiana che esiste solo nella testa di alcuni giornalisti e contabili del rapporto audience/pubblicita’. Eppure, ci avevano detto del ruolo internazionale che, grazie al ripianamento della cronica evasione del canone, avrebbero avuto i nostri media…. Ci avevano detto. Per l’appunto.
Ribadiamo che, anche e soprattutto di fronte a questo sciupìo di professionalita’ e di denaro, parzialmente risolti i problemi di evasione dell’imposta di finanziamento, e’ il caso di rimettere in discussione tutto. Ora o mai piu’. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La televisione è cambiata negli ultimi venti anni

Posted by fidest press agency su sabato, 23 luglio 2016

guzzantiPaolo GenoveseDa quindici anni non compare in video con un suo programma e al Giffoni Film Festival Sabina Guzzanti incontra i giurati di Generator +13, quei ragazzi che non hanno mai potuto vederla perciò sul piccolo schermo, ma che comunque ne conoscono le gesta. Quelle cinematografiche di “Viva Zapatero” e de “La trattativa” fino all’epopea web di TG Porco che le ha consentito di ritornare in tv nella prossima stagione di La7.
Accoglienza calorosissima quella che le riserva Giffoni e la Guzzanti recepisce e rilancia: “Sono commossa”. E poi entra subito nel merito della questione: “Ho qualche problema a lavorare in televisione – ha così esordito – mi cacciano sempre. Ora mi hanno fatto tornare grazie al Tg Porco che ho girato a casa mia, con un green screen, un prodotto fatto in casa, solo per la circolazione web, ma abbiamo fatto una decina di milioni di visualizzazioni”.
Inevitabile il riferimento alla politica: “Non mi sono mai candidata, non ho mai fatto politica. Mio padre è stato senatore di Forza Italia per un periodo. Forza Italia non mi è mai piaciuta. Su questo io e i miei fratelli abbiamo rotto molto le scatole a nostro padre. La politica nel mondo sta vivendo un momento molto basso, il problema è che da un po’ di tempo a questa parte si registra un indebolimento della democrazia. Il neo-liberismo ha fatto fa sì che la democrazia diventi come una formalità, il voto dei cittadini conti sempre meno, la partecipazione sia impossibile, l’informazione censurata, la cultura di regime. Tutto ciò indebolisce la politica e così fanno politica sempre più spesso i disinteressati al bene comune, coloro, cioè, che sono interessati più ai fatti propri”.Oggi che ruolo ha la tv? Per Sabina Guzzanti l’evasione a tutti i costi ha ucciso la televisione: “Quando era libera – ha dichiarato – la tv scatenava una grande partecipazione, la gente si arrabbiava e aveva la sensazione che le cose potessero cambiare. Oggi questa sensazione non c’è più. Ti riempiono la testa di programmi che sono Next Generationfatti apposta per renderci passivi. La vita si è fatta angosciante e l’istinto ci porta alla fuga perché non vuoi pensare a niente. Dovremmo smettere di farci riempire la testa di cose stupide”. Se la morte della satira è una banalità che ciclicamente si ripete, per la Guzzanti l’Italia vive un momento di difficoltà sotto il profilo della qualità e della tenuta democratica del Paese: “Penso – ha detto sollecitata dai ragazzi – che con Berlusconi ci sia stato un arresto dello sviluppo democratico. Siamo tornati a mettere in discussione il diritto allo studio che è un fondamento della democrazia. Sono riemersi i fantasmi del passato. Oggi il fascismo sembrerebbe non esserci più, ma in realtà alla fine le soluzioni prospettate, come quelle per l’immigrazione, sono le stesse, sono violente”.
Nelle domande dei ragazzi di Giffoni emerge l’apprezzamento per Sabina Guzzanti non solo come artista, ma come donna libera: “Per quindici anni – ha spiegato – non ho lavorato in tv. Anche per questo ho iniziato a fare cinema, poi a fare documentari e poi ho fatto altri film. Non c’è nulla che si possa fare per fermare una persona. La tenacia è tutto nella vita. Il futuro si costruisce, non lo si attende. Se tu attendi fai in modo che il tuo futuro lo decida qualcun altro al posto tuo e, invece, noi dobbiamo riuscire a costruire il futuro che vogliamo”. foto: guzzanti, Paolo Genovese, Next Generation)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Geronimo Stilton” arriva sugli schermi della televisione pubblica spagnola

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

geronimoGeronimo Stilton – brand di proprietà di Atlantyca Entertainment, rafforza la sua presenza in Spagna grazie a due importanti accordi. La società, infatti, ha firmato con la tv pubblica spagnola TVE la cessione dei diritti di trasmissione televisiva di 78 episodi x 22 minuti della famosa serie animata Geronimo Stilton. TVE ha acquisito le prime due stagioni ed ha inoltre pre- acquisito i diritti per l’attesissima terza stagione, intitolata “Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton” (26 episodi x 22 minuti). Oltre a questo accordo, primo tra Atlantyca e TVE, è stato siglato anche quello con la tv catalana TV3, la quale oltre a rinnovare le stagioni 1 e 2 e ha anch’essa pre- acquisito Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton.“Questo accordo è particolarmente importante per noi dato il vasto e fedelissimo pubblico di lettori dei libri di Geronimo Stilton in Spagna”, afferma Pedro Citaristi, Sales Manager, Atlantyca Entertainment. “Abbiamo desiderato a lungo avere TVE tra i nostri broadcasting partners. Non poteva esserci una condizione migliore che avere sia TVE sia TV3 a bordo per Le Nuove avventure di Geronimo Stilton, una partnership perfetta. Non vediamo l’ora di lavorare con TVE e TV3 per poter portare al nostro giovane pubblico tutto il divertimento che Geronimo può offrire.”Le Nuove avventure di Geronimo Stilton verrà lanciata in contemporanea in ottobre 2016 sul seguitissimo canale per bambini Clan TVE e su Super 3, canale tematico di TV3.
Le stagioni 1 e 2 sono state vendute in oltre 130 paesi, con licenze a importanti broadcasters quali RAI, France Television, M6, KIKA, Cartoon Network, Nickelodeon, Channel 1 Russia, Al Jazeera, Network 10 (Australia e Nuova Zelanda) e Universal Pictures. Sono intanto aperte anche le prevendite per la imminente Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton, una co-produzione con la francese Superprod con la partecipazione di RAI e di France Television, includono ARD e Kika (Germania), Nickelodeon per Belgio e Olanda e Canal Panda per il Portogallo. La nuova serie attualmente in produzione, prevede nuove storyline più rapide e costanti avventuredel famoso topo-giornalista,Geronimo Stilton.
Ispirata dalla famosa collana di libri, la serie animata “Geronimo Stilton”, lanciata nel 2008, ruota attorno alla vita e alle avventure del famoso giornalista Geronimo Stilton, topo erudito e incorreggibile pasticcione, direttore dell’Eco del Roditore. I libri, di grande successo, sono pubblicati in spagna da Planeta (in castigliano) e da Grup 62(in catalano). Ad oggi sono stati venduti 13 milioni di libri in castigliano e 2,1 milioni in catalano.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato del product placement televisivo italiano

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2012

Nel 2015 il mercato del product placement televisivo italiano varrà 50 milioni di Euro. La stima emerge dalla nona puntata della video-rubrica settimanale “L’Opinione…in 3 minuti” da oggi in streaming su http://www.stageup.com.
Lo strumento di comunicazione, regolato nel 2010 dal decreto Romani in attuazione di una direttiva europea, stenta a decollare nel nostro Paese anche a causa della crisi del mercato pubblicitario. Tuttavia, nel prossimo triennio, il product placement televisivo potrà rappresentare una svolta nell’advertising del piccolo schermo raccogliendo investimenti in linea con quanto stimato per Gran Bretagna (45 milioni di Euro) e Germania (50 milioni di Euro), ma un po’ meno di quanto previsto per la Francia (72 milioni di Euro). La video-rubrica “L’Opinione…in 3 minuti” è uno spazio settimanale su http://www.stageup.com con commenti, inchieste, approfondimenti su tutto ciò che ruota intorno al business dell’intrattenimento, dallo sport allo spettacolo, dalla cultura al sociale. La rubrica può essere commentata su Twitter inserendo l’hashtag ufficiale: “#o3m”. StageUp – Sport & Leisure Business opera dal 1999 nel mercato del leisure business ed è tra le aziende di riferimento nello sport, nella cultura e nello spettacolo. Grazie all’esperienza e al know-how acquisiti dal suo management team, StageUp interviene su tutta la catena del valore dei Clienti (ideazione, strategia, progettazione, pianificazione e controllo, negoziazione e buying, supervisione e realizzazione di progetti operativi) operando su sei aree di competenza: Sponsoring, Media Rights & Broadcasting, Event Management, Product Placement, Arena Management, Innovation & Technology. La sua ampia gamma di prodotti e servizi si articola in quattro aree di servizio: Consulenza, Ricerche, Advisoring e Formazione. I principali Clienti di StageUp sono: Aziende Sponsor e Investitori (fra cui Assicurazioni Generali, Banca Mediolanum, Coca-Cola, Edison, Intesa Sanpaolo, Luxottica, Mazda, Michelin, Obiettivo Lavoro, Peroni, Samsung, Sky, Telecom Italia), Sport Makers (CONI, FIPAV, Lega Basket Serie A, Lega Pallavolo Serie A, Lega Pallavolo Serie A Femminile, Milan, Verdesport), Culture & Show Makers (fra cui Endemol, Magnolia), Istituzioni ed Enti pubblici (fra cui Comune di Bologna, Comune di Venezia, Provincia di Milano, Regione Calabria), Media (fra cui Il Sole 24 Ore, La7, Sky Italia), Centri media, Concessionarie e Agenzie (fra cui MEC, Rcs Pubblicità, System24 – Il Sole 24 Ore).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Osservatorio sull’informazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 ottobre 2010

Nel mese di luglio Fullresearch, società presieduta da Marco Benatti e diretta da Natascia Turato facente capo al gruppo Fullsix S.pa. ha dato vita ad un osservatorio mensile sull’informazione, strumento fondamentale per misurare la percezione dell’opinione pubblica nelle logiche di marketing. Il valore di questo Osservatorio sta soprattutto nei trend: in relazione alla credibilita’ dei media la televisione ha il 38% di credibilita’ mentre a luglio era al 40,3%. I giornali sono al 18,3% anch’essi in calo, infatti a luglio il dato era al 20%, mentre internet e’ in costante ascesa, passando da un 15,1% al 16,8% dell’ultima rilevazione. Stabile la radio intorno al 12%.
Alto e’ il livello di soddisfazione dell’informazione per quanto concerne i TG anche se da luglio ad oggi il dato e’ in flessione passando dal 53,5% al 52,3% di settembre, fino all’odierno  51,6%.
Per quanto riguarda invece la classifica dei telegiornali preferiti dagli italiani, esiste una forte relazione tra la quantita’ di audience che sanno generare ed il gradimento anche se questa non e’ una regola fissa per tutti: lo e’ sicuramente per il TG5 di Clemente Mimun che a luglio aveva un gradimento del 31,1%, sceso a settembre al 30,0% e risalito ad ottobre al 30,8%. Il TG3 di Bianca Berlinguer si attesta tra il 17% e il 18%, anche se l’exploit di periodo e’ sicuramente riservato al TG di La7 di Enrico Mentana che si attesta al 13,8% di gradimento complessivo. Ed e’ ovviamente Enrico Mentana a guidare la classifica del gradimento dei conduttori con il 27,8%, seguito da Cristina Parodi con il 13,2% e Cesara Bonamici con il 13,2%

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vitagliano ricorda la Mondaini

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

Costantino Vitagliano ricorda così Sandra Mondaini: “La conobbi circa cinque anni fa, in Sardegna, in occasione di una serata di beneficenza da lei organizzata, per raccogliere fondi a favore dei bambini. Lei era molto attenta ai più piccoli. Ricordo che mi fece andare per i tavoli con un cestino a raccogliere i soldi! Ci siamo divertiti molto. Mi diceva “Con quegli occhi lì da furbetto fai impazzire tutte le donne. Io ti guardo in televisione a casa!”. Dopo quell’incontro, è arrivata Casa Vianello: “Abbiamo girato insieme una puntata. Io facevo la parte dell’amante di una amica della Mondaini. Hanno mandato la puntata tante volte anche a Paperissima. E’ stato carinissimo e loro erano stupendi. Lei non stava già molto bene. Tagliarono anche una battuta buffa che lei aveva inventato sul momento!”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diego Spitaleri “Evolving Trio”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 luglio 2010

Palermo 21 luglio alle 22.00 ai giardini sopra le mura dello Spasimo: Diego Spitaleri “Evolving Trio”. Il nuovo progetto di Diego Spitaleri può considerarsi un’evoluzione del Trio, formazione che il pianista palermitano predilige da sempre, e che ora si arricchisce di un nuovo elemento, Giovanni Verga, uno dei Dj più “creativi” della scena isolana e riconosciuto a livello europeo, che proporrà le sue atmosfere elettroniche. Diego Spitaleri, al piano, sarà dunque accompagnato da Riccardo Lo Bue al contrabbasso, Fabrizio Giambanco alla batteria e Giovanni Verga con i suoi interventi live electronics. Essi  infatti non snaturano il suono del trio nella classica formazione composta da pianoforte acustico, contrabbasso e batteria, ma forniscono il substrato sonoro, a volte non necessariamente percussivo, che crea l’atmosfera, l’ambiente all’interno del quale si inseriscono le incursioni dei musicisti. La realizzazione di questo nuovo progetto si inquadra nel percorso musicale del pianista che pur passando attraverso le molteplici esperienze degli ultimi anni, maturate nei più svariati contesti musicali, è da sempre indirizzato verso la ricerca di un “suono”, di un “linguaggio” personale. Come già da tempo avviene, il concerto prevede l’esecuzione di brani originali di Diego Spitaleri, alcuni dei quali composti ad hoc per questa formazione ed eseguiti per la prima volta nel concerto palermitano.  Il costo del biglietto è di € 8,00. E’ possibile acquistare i biglietti in prevendita presso la sede della Fondazione, in via dello Spasimo 15, tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì e la sera del concerto al botteghino dalle ore 20.30.
Diego Spitaleri, nato a Palermo nel 1959, ha iniziato l’attività concertistica nel 1979 e ha all’attivo numerosi concerti nell’ambito italiano e internazionale, nonché partecipazioni a trasmissioni radiofoniche e televisive. (spitaleri)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La nuova televisione

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 Maggio 2010

Roma 28 maggio ore 11.00 Sala A viale Mazzini, 14 Presentazione del libro La nuova televisione Il passaggio al digitale terrestre di Alberto Guarnieri e Angiolino Lonardi Edito da Odoya – Rai Eri Zone  Ne discutono con gli autori: On. Paolo Bonaiuti, Sottosegretario alla Presidenza  del Consiglio con delega all’Editoria On. Paolo Gentiloni, Responsabile Comunicazione Pd  e già  Ministro delle Comunicazioni Prof. Antonio Pilati, Autorità Antitrust Parteciperà:  Corrado Calabrò,  Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni Modera: Giancarlo Leone, Vice Direttore Generale Rai

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Ad art day La televisione di qualità

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 Maggio 2010

Roma  4 maggio dalle ore 10.00 alle 22.00 vicolo del Puttarello, 25,  Cinema Sala Trevi Ad art day La televisione di qualità dal piccolo al grande schermo   Per la prima volta i programmi d’arte di Rai Educational conquistano  il cinema con l’Art Day, il giorno di Art News al cinema Trevi dove i film,  nati dalla collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  diventano una maratona di 12 ore.  Interverranno: Mario Resca, Direttore Generale per la Valorizzazione  del Ministero per I Beni e le Attività Culturali  Giorgio Van Straten, Consigliere d’Amministrazione della Rai  Rossella Vodret, Soprintendente al polo museale romano Prof. Claudio Strinati, Consigliere per la Valorizzazione del MIBAC Giovanni Minoli, Direttore di Rai Educational e Rai Storia

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nomine Rai

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

“La Rai è sempre più la porta di accesso al panorama informativo, culturale e di costume del nostro Paese, ed il rinnovamento della sua dirigenza rappresenta un momento decisamente non sottovalutabile. L’attenzione è elevata e l’auspicio e che non si cada in qualche trama di interessi e segnalazioni, non fondate su curricula professionali, a scapito delle capacità dimostrate, dell’esperienza consolidata e dell’integrità professionale”. Così interviene Aldo Di Biagio responsabile italiani nel mondo del PdL, alla vigilia del Cda che prevede all’ordine del giorno le altre nomine Rai. “Per quanto riguarda Rai International in particolare, c’è bisogno di una scelta responsabile di professionalità che garantisca una reale televisione di servizio e di qualità ai nostri connazionali all’estero, e perché no di donne – continua – visto che sentiamo ripetere soltanto nominativi al maschile”. “La pari opportunità non è un concetto etereo – rilancia – l’attenzione riservata alle donne, alla loro forte e vivace capacità gestionale deve essere valorizzata anche quando si tratta di rinnovare i vertici di una azienda pubblica, non dimentichiamo che secondo alcune ricerche europee i bilanci delle aziende sono migliori, anche del 10%, quando a guidarle sono le donne”. “I nostri connazionali all’estero attendono un rinnovamento sostanziale della progettualità dell’azienda pubblica – conclude – anche perché Rai International non gode certo di grande popolarità in questo momento. Maggiore professionalità, ridimensionamento degli interessi e dirigenza in rosa, potrebbero essere mosse di una strategia vincente.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come da una piccola realtà possono nascere grandi cose

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

pagliapinottipaladini(di Marco Federici) La televisione che parla alla gente ed è per la gente. Il mondo dell’informazione si è da poco arricchito di un’emittente televisiva che desta sicuramente interesse, Teleregina, costituita grazie alla spinta propulsiva di un’associazione no profit, e con le idee e l’impegno di un sacerdote, don Giacomo Ribaudo che dalla sua Palermo ha costruito un palinsesto ricco di novità e di rubriche che vanno in onda su Sky canale 840. Una di queste, “Rotocalco Militare”, riguarda il comparto militare e le forze di polizia, e garantisce una discreta audience, con un fedele pubblico di almeno 20000 telespettatori che lo seguono abitualmente . La conduzione, è stata affidata ad un giovane e dinamico presentatore, Girolamo Foti, esperto nella materia per l’acquisizione sul campo delle conoscenze sulle rispettive problematiche e dinamiche, che nei ritagli del suo tempo libero, e in forma del tutto gratuita, vi riversa la passione per la vita militare.  Il programma si articola principalmente in un notiziario, che va in onda ogni Martedì alle 21,00 ed già alla sua diciottesima puntata. Un progetto che quindi mostra un successo enorme, per gli standard delle reti locali, dovuto in gran parte proprio alla grinta e alla capacità comunicativa del suo presentatore. In esso sono stati affrontati temi d’attualità nazionale e internazionale, con ospiti di riguardo ed estremamente trasversali per garantire l’approccio imparziale e bipartisan che un approfondimento giornalistico dovrebbe sempre avere. Nell’ordine, possiamo ricordare: l’approfondimento sulla lunga attesa del riordino delle carriere, con l’intervento dell’ On. Palladini, membro della commissione lavoro alla Camera per il gruppo parlamentare “L’Italia dei Valori”; l’impiego dei militari nell’operazione “Città Sicure” e la richiesta da parte degli imprenditori siciliani dell’utilizzo dei militari contro il racket (in quell’occasione è stato intervistato l’On. Giampiero Cannella Assessore alla Cultura del comune di Palermo); il problema dei precari delle forze armate, discutendone con il direttore dell’agenzia giornalistica Fidest; l’operazione “Vespri Siciliani”; il contratto delle forze armate e il suo rinnovo; i tagli al comparto difesa; l’intervenuto il dr. Miceli esperto di materia militare e collaboratore di Sideweb, un sito con oltre 70 mila utenti che fornisce informazioni e consulenze a membri delle forze armate o comuni cittadini che lo richiedono. Sono stati poi affrontati temi più trasversali come quello trattato dall’inchiesta sulla “casta” dei politici con la partecipazione di Fabio Sortino,  la testimonianza del giornalista Pino Maniaci sulla vicenda della vile aggressione da parte del figlio di un boss della mafia, il ricordo e la storia delle vittime delle foibe con uno speciale sulla manifestazione del comitato 10 febbraio, il problema delle case demaniali con la partecipazione del dr. Sergio Boncioli presidente dell’associazione “Casa diritto”. La fortunata serie si è infine conclusa con l’intervento dell’On. Gianfranco Paglia (membro della commissione difesa per il  PDL), medaglia al valor militare dalla cui vicenda personale è stata tratta ispirazione per una recente pellicola in onda qualche mese addietro su canale 5 .Non sono mancati gli articoli apparsi in rete o sulla carta stampata su “La Repubblica” di Palermo, “il Pavese” , Messinaonline, http://www.dirittierovesci.it ; la Fidest agenzia giornalistica in un editoriale del suo direttore Dott. Riccardo  ha pubblicato quanto segue : “Rotocalco militare” proprio per merito del suo animatore Girolamo Foti, per il suo entusiasmo, rimane non solo la grossa novità del palinsesto televisivo di Teleregina ma acquista un valore aggiunto per le Forze armate e per i corpi di polizia per la carica di umanità, la professionalità espressa nei vari e non sempre facili dibattiti televisivi e per la vasta eco che è riuscita a conquistarsi”. Non pochi quotidiani tra quelli a diffusione nazionale e regionale, agenzie stampa e altre reti televisive hanno espresso giudizi favorevoli all’iniziativa e si sono congratulati con Girolamo Foti, il suo capo redattore Fabio Sortino e l’impareggiabile ideatore Don Giacomo Ribaudo. Dovremmo dire, a questo punto, che se non vi fosse Rotocalco Militare bisognerebbe inventarlo. Ma è sicuramente doveroso menzionare un’altra produzione di Teleregina “Rivelazioni”, approfondimento e inchiesta sui rapporti tra mafia, chiesa e politica, (e a quanto sembra molto gradito dal micelipubblico per la serietà e l’ottima costruzione del programma) in cui Girolamo Foti intervista Padre Giacomo Ribaudo su temi scottanti e vicende ricche di zone d’ombra inesplorate. È per questo successo che sia “Rivelazioni” che “Rotocalco Militare” riprenderanno le proprie trasmissioni in autunno, sempre presentate da Girolamo Foti che, (seppur impegnassimo a livello istituzionale, quale delegato Cocer esercito) riesce non solo a trovare il tempo per le battaglie sociali in cui è coinvolto ma diventa anche un esempio di come qualsiasi persona volenterosa possa raggiungere consistenti risultati se impara ad ascoltare i suggerimenti delle persone più mature ed esperte e soprattutto mette buona volontà nell’apprendere, tantissima creatività e soprattutto sacrificio nel lavoro a cui si dedica. Nell’estrema fallacia e difettosità che ciascun essere umano, Foti non escluso, ha nella vita. Collaborano con Girolamo Foti , Rosi Gambino ; il regista Giorgio da Genzano ; il tecnico Pasqaule Migliore (Marco Federici)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »