Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘tema’

Il tema casa è assente nella manovra del governo

Posted by fidest press agency su martedì, 18 dicembre 2018

Scrive il senatore Franco Mirabelli su su HuffingtonPost:”Il tema della casa resta il grande assente nella manovra economica del Governo giallo-verde. Nella Legge di Bilancio presentata alle Camere non c’è nulla sul tema, né idee innovative, né provvedimenti e tanto meno soldi e investimenti.Eppure se si vogliono affrontare davvero la povertà e le difficoltà di tante famiglie la questione casa è centrale.
Il costo dell’abitazione, infatti, incide in maniera rilevante sui bilanci familiari, quasi sempre ben oltre quel 20% stimato come la misura sostenibile per chi ha redditi medio-bassi per poter vivere dignitosamente.A ciò si aggiunge la mancanza di risposte per migliaia di persone che non trovano un’abitazione stabile. Ma questo Governo si occupa di casa come se fosse solo una questione di ordine pubblico. È giusto contrastare l’abusivismo e farlo con forza, ma se questo diventa l’unico aspetto su cui si interviene, senza mettere in campo politiche e soprattutto investimenti per affrontare l’emergenza abitativa – come ha tentato di fare il nostro Governo nella scorsa Legislatura – si rinuncia ad affrontare i problemi e i bisogni che creano disagio e, spesso, disperazione. Oppure, ed è una parte della discussione in corso sul reddito di cittadinanza, si parla di casa per considerare quella in proprietà come un elemento discriminante per accedere ai mitici 780 euro, come se una famiglia senza reddito ma con una casa in proprietà potesse rispondere meglio ai bisogni quotidiani”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: Nessun tema ovvio unificante

Posted by fidest press agency su martedì, 9 ottobre 2018

Roma Rossocinabro Via Raffaele Cadorna, 28 Apertura straordinaria sabato 13 Ottobre dalle 18 alle 20 Visitabile da lun a ven 11-19 (durata apertura: 13 – 19 ottobre 2018). In occasione della XIV Giornata del Contemporaneo AMACI, Rossocinabro presenta una selezione di circa 40 opere di artisti contemporanei internazionali in permanenza nella Galleria: pittura, scultura e tecnica mista, con particolare attenzione al mestiere di fare arte.
Il titolo ‘Nessun tema ovvio unificante’ si riferisce allo stato degli artisti nel mondo dell’arte mainstream – mentre il gruppo è in gran parte sconosciuto, le loro rispettive pratiche sono molto ammirate dai loro pari, le opere trattano una miriade di temi che riguardano le condizioni visive della vita contemporanea, come il flusso esponenziale delle immagini, la rappresentazione del corpo nell’era di Internet e l’etica della visione rispetto al voyeurismo.Questi artisti non hanno paura di esplorare nuovi media in modi stimolanti, e ognuno persegue una pratica altamente individualizzata. Sono un gruppo apparentemente disparato, ma insieme riflettono la diversità e l’ampiezza dell’arte contemporanea in un’era globalizzata e sempre più digitale. Mentre la mostra non offre un ovvio tema unificante o un punto di vista ideologico, presenta al pubblico un gruppo di artisti degni di una più ampia considerazione. Artisti:
Janice Alamanou, Jonathan Alfaro, Maria De Vido, Jari Di Giampietro, Onno Dröge, Eivor Ewalds, Ana Paola González, Linda Grool, Gul Durmayaz Guducu, Andreina Guerrieri, Sabine Heetebrij, Gary Hopkins, Osamu Jinguji, Stefanie Kamrath, Aleksandra Kosoń, Ioanna Konstantinou, Judy Lange, Lisa J Levasseur, LiV, Stjepko Mamic, Walter Marin, Alexandra Mekhanik, Mikesch, Elvio Miressi, Paris Leroy, Irena Procházková, Daniela Rebecchi, Sandra Schawalder, Shigeru K, Gladys Sica, Nabeel Siddiqui, Ildikó Terebesi, Anthony Vella, Yalim Yildirim
La mostra è curata da Cristina Madini.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensioni: un tema sempre d’attualità

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 ottobre 2017

pensionatiDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Negli ultimi giorni, il tema delle pensioni è tornato prepotentemente alla ribalta della stampa nazionale, per effetto delle diatribe interne al Governo e al Partito Democratico, a proposito delle misure da inserire nella prossima Legge di Bilancio. Per effetto dell’aumento dell’aspettativa di vita calcolato dall’ISTAT, infatti, l’età pensionabile potrebbe essere innalzata, dal 2019, a 67 anni. L’aumento previsto ha scatenato le proteste dei sindacati e di molti lavoratori ormai vicini alla soglia della pensione. La decisione ha, inoltre, provocato forti spaccature tra le varie anime della sinistra, divisa tra la componente parlamentare, che ritiene indispensabile fare di tutto per scongiurare questa eventualità, anche posticipando il decreto che innalza ufficialmente l’età pensionabile, e quella governativa, guidata dal ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, che ritiene invece indispensabile mantenere inalterato l’assetto delineato dalla Legge Fornero per non provocare effetti negativi sulla tenuta dei conti pubblici.In questo scenario, ricordiamo che il Governo Berlusconi fu l’unico ed ultimo governo ad aver aumentato le pensioni degli italiani, elevando la soglia minima a un milione di lire nel 2001. Allo stesso modo, come recentemente dichiarato dallo stesso presidente Silvio Berlusconi, l’intento di Forza Italia, in caso di vittoria alle prossime elezioni, è quello di innalzare la soglia minima a mille euro. Un aumento di questa misura si rende infatti assolutamente indispensabile per poter garantire ai pensionati italiani, soprattutto a quelli più in difficoltà economica, il recupero del loro potere d’acquisto, che per colpa della crisi e delle dissennate politiche fiscali restrittive adottate dagli ultimi governi di centrosinistra, soprattutto dal Governo Monti con l’approvazione della riforma Fornero, si è quasi dimezzato.Secondo le ultime statistiche ISTAT, infatti, circa 5,8 milioni di pensionati, ben il 37,5% del totale, percepiscono un assegno pensionistico inferiore ai mille euro mensili. Per le donne va ancora peggio: sotto i mille euro sono il 46,8%. Sul tema pensioni Forza Italia tornerà a ridare fiducia agli italiani, in un momento in cui il Governo Gentiloni, soprattutto per bocca dei suoi ministri Padoan e Poletti, sta facendo soltanto del terrorismo mediatico e creando una grande confusione che produce il solo effetto di spaventare i pensionati e i lavoratori in procinto di concludere la propria carriera lavorativa”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il tema della domenica: la fede

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 ottobre 2017

cristoMi è stata data l’opportunità di visionare on line un film sui Vangeli e le verità mai dette e comunicate per dimostrare la “menzogna” dettata da “una Chiesa che si allontana dalla parola di Gesù per appropriarsi del potere senza mai uscirne. Un film realizzato con spezzoni di scene avanzi scarti …proprio per dimostrare anche nel montaggio che chi soffre ha il senso creativo della vita e la speranza del futuro. Un dialogo tra Dio e lo stato attuale, lo stato della chiesa – lo stato religioso – il potere gli intrecci e soprattutto quanto hanno nascosto dei Vangeli. La realizzazione del film si basa su ricerche storiche che nessuno può negare a cominciare dal Gesù ebreo palestinese scuro moro e comunista … non biondo con gli occhi azzurri. Un testo un libro un dramma e la soluzione.” Che dire in proposito? Se parliamo di Dio diciamo che è irrilevato dagli uomini se non attraverso interposte persone considerate “speciali”. Si sa che esiste Dio non tanto dalla sua “fisicità” quanto dalle cose che la natura esprime. Come dire? Qualcuno deve aver pur inventato noi e il mondo che ci circonda e questo qualcuno lo chiamiamo Dio. Anche i messaggeri di questo Dio sono speciali da Abramo a Maometto, a Cristo e da Cristo ai santi e ai santi uomini e donne. Ma se vogliamo dare al nostro creatore un valore assoluto diciamo che è perfetto e che è sopra le nostre debolezze, i nostri vizi, le nostre tentazioni, avidità e quanto altro. E’ anche un Dio che ha sconfitto la legge del tempo, è eterno. E’ un requisito assoluto e unico per noi terrestri che siamo chiamati a nascere e a morire generazione dopo generazione. Solo nel regno dei cieli e a determinate condizioni è possibile sconfiggere la temporalità delle nostre esistenze. Sin qui il concetto può essere accettato sia dai credenti sia dai miscredenti. I distinguo e gli stessi conflitti vengono dopo. Di là della Bibbia dove ci imbattiamo in un Dio guerriero con gli angeli suoi generali che s’inseriscono nelle vicende umane correggendo quelle che ritengono delle storture, i Vangeli insegnano qualcosa di diverso. Gesù, ad esempio, non era un potente, ma solo un predicatore, umile ma fermo nei suoi principi. Ebbe la forza morale e il carisma di cacciare i mercanti che sostavano davanti al tempio ma non impose la sua divinità per sottrarsi al martirio. Dalla sua vita qual è l’insegnamento che ne deriva? Che gli uomini giusti sono le vittime designate per i malvagi, ma per i torturati vi è solo la speranza che va oltre la vita. In pratica ci insegna la rassegnazione ma non la rinuncia a testimoniare la propria fede e a sostenere le proprie idee. Oggi dovremmo maturare una terza fase della nostra religiosità nella quale l’impegno corale dovrebbe essere quello di estendere la fermezza, di là del monito ai mercanti del tempio, per costruire un modello di società nel quale la sacralità della vita si coniughi a quella del vivere assicurando ai nuovi venuti il diritto, di là dei natali, l’assistenza sanitaria, il lavoro, l’istruzione, il cibo, una vecchiaia dignitosa. Questo dovrebbe essere il nuovo messaggio. Un Cristo al quale non toccherà più il martirio ma il diritto a una vita serena nel lavoro e nella meditazione. Nella sacralità del vivere. E a questo punto mi toccherà chiedermi come ha detto un prete: figliolo ma se non vi sono più peccatori noi che ci stiamo a fare? (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Der ZIRKEL – Sei variazioni sul tema

Posted by fidest press agency su sabato, 17 giugno 2017

Der ZIRKELMilano 21 giugno – 29 luglio 2017 Galleria Dep Art, Via Comelico 40, da martedì a sabato, ore 10.30 – 19. Chiuso domenica e lunedì. Ingressolibero, A cura di Alberto Zanchetta In omaggio all’arte astratta tedesca, la Galleria Dep Art organizza una mostra dedicata a Günter Fruhtrunk (München, 1923 – 1982), Winfred Gaul (Düsseldorf, 1928 – 2003), Ulrich Erben (Düsseldorf, 1940), Imi Knoebel (Dresden, 1940), Günter Umberg (Bonn, 1942), Wolfram Ullrich (Würzburg, 1961). Attraverso un serrato dialogo tra generazioni diverse, all’interno della mostra si evidenzia come i sei artisti abbiano assunto lo studio dello spazio, del colore e della geometria come proprio tratto distintivo.È curioso notare che nell’arco di mezzo secolo siano state assai rare le occasioni espositive che in Italia abbiano approfondito lo sviluppo di quest’arte in Germania. Altrettanto scarse sono le pubblicazioni dedicate all’argomento. La galleria Dep Art si propone il compito di individuare una linea di ricerca che scardini il conformismo e il nazionalismo con un piccolo ma significativo nucleo di artisti, appartenenti a varie generazioni, che permetterà di riconsiderare gli sviluppi e gli esiti più attuali dell’astrazione in area teutonica.
Der ZIRKEL1Günter Fruhtrunk e Winfred Gaul, vengono qui assunti a baluardi di un’indagine che si riallaccia alla lezione di Josef Albers, sancendo un revival della pittura astratta a partire dalla metà del secolo scorso. Gli artisti delle generazione successive, rappresentata da Ulrich Erben, Imi Knoebel, Günter Umberg, continuano quindi a interrogarsi e a reinventare le strutture geometriche, ponendosi in sfida con le leggi della monocromia. In particolare, spetta a Knoebel il compito di introdurre quel “disequilibrio tra interno ed esterno” su cui insisteranno anche i suoi successori, come nel caso di Wolfram Ullrich, il quale decentra la geometria verso il perimetro delle opere. I sei artisti scelti – a individuare altrettanti exempla e variazioni sul tema – faranno riflettere gli spettatori sull’etimo della parola abs-trahere per riuscire a “trarre fuori” e a “tradurre” in forma geometrica un’esigenza di cambiamento rispetto al passato.La mostra è accompagnata da un volume bilingue (italiano/inglese) realizzato da Dep Art, a cura di Alberto Zanchetta, contenente un saggio del curatore e tutte le riproduzioni delle opere esposte. (foto: Der ZIRKEL)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A proposito del tema oggi ricorrente sul “fine vita”

Posted by fidest press agency su sabato, 4 febbraio 2017

Scrive al riguardo Giuseppe Bianchi: “Mi trovo in conflitto di interesse rispetto ad un tema di cui si sta occupando il legislatore in questi giorni: il fine vita. Per i giovani si tratta di un tema rientrante nella più generica strategia rivendicativa dei diritti perché alla loro età ci si crede immortali. Per gli anziani, categoria a cui appartengo, si tratta invece di un appuntamento più o meno vicino rispetto al quale nasce una domanda: lo Stato è legittimato ad entrare in questa sfida ultima tra la vita e la morte, nelle vesti di una maggioranza parlamentare spesso creata da occasionali minoranze intransigenti? E’ contenuta nella delega da noi concessa alla politica la determinazione del confine tra libertà e diritto, tra norme morali e norme positive, in questa delicata materia violando l’ultimo santuario inaccessibile che il Signore ha accolto, cioè quella libertà cristiana del malato e della sua stretta comunità familiare, del medico di fiducia di agire senza coscienza e non sulla base di regole fissate dallo Stato? Non c’è un senso del limite della legge nella sfera dei diritti individuali? Se la legge interviene su questioni avente rilevanza etica non c’è il rischio di una neo riconfigurazione di uno “Stato etico”. La democrazia si basa sul governo della legge ma tramite la legge non si può governare tutto perché non tutto è politica. Ruolo della legge può essere limitato ad affermazioni di principio, come la previsione del testamento biologico, ma non quello di proceduralizzare il passaggio dalla vita alla morte. C’è poi il problema della scienza che ha creato una zona grigia in cui si può essere contemporaneamente morti e vivi in virtù di strutture artificiali extra biologiche. La scienza mette a disposizione soluzioni ma non offre principi etici di applicazione. Non ricordo chi ha detto che da tutta la scienza non è estraibile un grammo di morale. L’enigma della vita e della morte resta vivo, così come quello di Dio, nonostante l’impegno della religione, della filosofia, della scienza. L’uomo moderno, come l’uomo antico, si trova egualmente disarmato di fronte a questo appuntamento ultimo. Se l’attimo della morte appartiene ancora alla vita, nessun potere esterno può sottrarlo alla libertà ed alla responsabilità di chi è chiamato a gestire questo passaggio, perché il rispetto della dignità umana è valore assoluto più importante della durata dell’esistenza umana”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riflessioni sul tema della memoria

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2016

giulianaMilano Via Confalonieri 14 CANTIEREMEMORIA apre il 2017 con LABORATORIO MEMORIA, presentando dal 2 al 6 gennaio una serie di riflessioni sul tema della memoria: una fucina di spunti, testimonianze e considerazioni che toccano differenti argomenti e diversi mezzi espressivi. Un modo per far vivere Casa della Memoria oltre il solito orario di apertura ed essere terreno fertile di incontro e confronto.
2 e 3 gennaio 2017 Leggere per ricordare ore 19. Testi commoventi, a volte strazianti, ma anche carichi di bellezza, speranza, vitalità nelle letture scelte per questi due appuntamenti di CANTIEREMEMORIA. Testimonianze dalle pagine di due grandi autori del Novecento, raccontate, a volte vissute, tra documentazione storica e vite che si intrecciano, nel ricordo della guerra e nella speranza di un futuro migliore.
Il 2 gennaio Sandra Zoccolan legge brani da Vita e Destino di Vasilij Grossman, mentre il 3 gennaio è la volta di Nadia Fulco che propone da I sommersi e i salvati di Primo Levi, il quarto capitolo ‘Comunicare’.
4 gennaio 2017 “tu vuoi ch’io rinnovelli, Dante e la memoria dolente” di Giuliana Nuvoli con Giuliana Nuvoli e Simone Passeri ore 19 La memoria chiude in sé tutte le narrazioni del mondo: questo lo sanno bene i grandi artisti e, in particolare i poeti. La Divina Commedia è opera che si nutre, verso dopo verso, della memoria: nostalgica, dolente, rabbiosa, amara e vitale. Giuliana Nuvoli (Università degli Studi di Milano) racconta la memoria dantesca in uno spettacolo in cui si alternano affabulazione e letture dal poema dell’attore Simone Passero, con le modalità tipiche del suo Dante a teatro.
sandrazoccolan5 gennaio 2017 MUSEI E MEMORIA Dove il bello, il bene e l’”altro” fanno scuola, dal passato al presente con Cristina Miedico. Direttrice Museo Archeologico di Angera, Ambasciatrice GARIWO – Foresta dei Giusti ore 19. I nostri musei raccontano il bello, il buono, il bene della nostra storia. Se raccontano il brutto la finalità è in ogni caso rivolta al bene affinché il brutto non ritorni. I musei sono quindi armi potenti di comprensione del presente, offrono un’ottica positiva attingendo esempi e modelli dal bello e dal bene del passato. Spesso scopriamo che il bello e il bene dei nostri Musei sono opera di persone, artisti, uomini e donne appartenenti o appartenuti ad altre culture ad altri luoghi ad altre latitudini e pure unanimemente considerati bravi o giusti.
6 gennaio 2017 “Passio. La Settimana Santa a Trapani” e “A volo d’Angelo” (2007)a cura di Maurizio ‘gibo’ Gibertini per Officina Multimediale ore 19. Due documentari raccontano la tradizione delle processioni nel sud Italia, tra spazio del sacro e luoghi profani, che si fondono insieme. Durante le processioni viene narrata figurativamente la tradizione religiosa di una comunità e si assiste ad una metamorfosi provvisoria della città, con implicazioni sociali e urbanistiche evidenti. Le leggi che regolano la vita quotidiana sono momentaneamente interrotte dalle celebrazioni e duplice è l’aspetto della festa – statico e dinamico – e duplice è il suo ‘tempo’ – il tempo dell’immobilità e del moto.
Le due testimonianze documentarie indagano da vicino questi processi secolari che si rinnovano di anno in anno, rappresentando la memoria storica del nostro paese.Inoltre continuano le attività per bambini dai 3 ai 99 anni curate da Teatro Pane e Mate, tutti i giorni dalle 15 alle 18 e sarà sempre possibile visitare fino al 6 gennaio la mostra di Paolo Gallerani Le Macchine Armate. Sculture e frammenti visivi.Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Per il programma completo consultare il sito http://www.cantierememoria.it (foto: giuliana, Sandra Zoccolan)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Caffescienza “Incultura matematica: quando i numeri ingannano”

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 aprile 2012

Rifredi (Firenze) 19 aprile 2012 ore 21:00 al circolo S.M.S. di Rifredi, Via Vittorio Emanuele II 303 conferenza sul tema:Incultura matematica: quando i numeri ingannano Ospiti:
Laura Martignon, Max Planck Institute, ABC group, Berlin.
Andrea Guazzini, Dip. Psicologia e Centro per lo Studio di Dinamiche Complesse, Università di Firenze.
Moderatore
Franco Bagnoli, Dip. Energetica e Centro per lo Studio di Dinamiche Complesse, Università di Firenze.
L’esperienza comune di tutti gli insegnanti di matematica è che poche persone sono a loro agio con i numeri, sia per quanto riguarda le operazioni che per quanto riguarda le unità di misura. Ancora peggio va con le probabilità. Ma in fondo questo è naturale: il nostro cervello non e stato selezionato per fare calcoli, ma per risolvere problemi sociali. Si può migliorare questa situazione con l’educazione, ma soprattutto imparando a riformulare i problemi in maniera più comprensibile.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Omosessualità maschile

Posted by fidest press agency su martedì, 15 novembre 2011

Roberto Marchesini – APRA – 2011 – pp. 334 – € 20,00 Nonostante l’ampia presenza del tema nel discorso pubblico, non si può certo dire che dell’omosessualità si possa parlare in modo pacato e sereno. Se ne può parlare esclusivamente a senso unico e, sebbene la nostra società si proclami libera e aperta, il tema resta un tabù con la conseguente riprovazione sociale in caso di infrazione. Questo clima rende molto difficile una visione serena, obiettiva e scientificamente fondata del tema. È questo l’obiettivo che si prefigge il dottore Roberto Marchesini con il presente testo, corredato di un notevole apparato critico e di una vasta bibliografia; il risultato è il lavoro più chiaro e completo disponibile in lingua italiana sull’argomento. Impreziosisce il volume una estesa prefazione del professor Franco Poterzio

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Summer School di ForTeS

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 Mag 2011

Siena Dal 6 al 10 luglio. Iscrizioni entro il 12 giugno 2011. – Quattro giorni di alta formazione intensiva dedicata alla comunicazione sociale e rivolta ai dirigenti e ai quadri del terzo settore. Li propone la Fondazione ForTeS presso il Castello medievale di Montarrenti (Siena). Obiettivo della Summer School, dedicata quest’anno a “Quando la comunicazione incontra la socialità. Orme, impronte del Sociale e fantasia tra narrazioni mediali e reti”, è la creazione di un laboratorio di alta formazione, che affronti il tema della cultura della comunicazione nelle organizzazioni di Terzo Settore, con particolare riferimento alle narrazioni per la coesione sociale, alle nuove tecnologie mediali e allo sviluppo di reti e relazioni. Un laboratorio capace di attivare una comunità di pratiche sulla comunicazione sociale per i dirigenti delle organizzazioni di Terzo Settore. Il programma della settimana prevede interventi di esperti provenienti dalla comunicazione del Terzo Settore oltre che da varie Università e Centri di Ricerca italiani e esteri, la presentazione di libri, relazioni, case history e molto altro ancora. Il corso è organizzato con momenti di plenaria e gruppi operativi pomeridiani di approfondimento su temi specifici quali Reti e relazioni, Narrazioni e Culture. La Summer School è rivolta a dirigenti e quadri delle organizzazioni del terzo settore e i partecipanti vengono selezionati sulla base del curriculum e delle esperienze svolte nell’ambito della comunicazione: la propria candidatura va inviata entro il 12 giugno 2011. http://www.fondazionefortes.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adi Nes: Deposizione

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 gennaio 2011

Firenze,  13 Gennaio – 6 Marzo 2011 Museo Nazionale Alinari della Fotografia Piazza Santa Maria Novella 14° La Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia presenta l’opera di ADI NES, artista affermato nel panorama della fotografia contemporanea internazionale, rappresentata nella mostra “Deposizione”.  Un evento inserito nelle manifestazioni di Pitti Immagine Uomo 2011.
Tra le opere un nuovo grande e provocatorio ritratto di un uomo, il cui volto, pieno di compassione, tristezza e grazia, richiama la figura del Cristo e ha ispirato il tema della mostra. Adi Nes, nel suo lavoro, indaga e riflette sulla realtà della condizione umana, concentrandosi sugli aspetti di sofferenza, di dolore e compassione che accomunano gli esseri, più che sulle differenze e sugli elementi di divisione. Straordinariamente “costruite” e “messe in scena” in ambienti e luoghi reali, le immagini di Adi Nes raffigurano soggetti normali tratti dalla vita contemporanea del proprio Paese: soldati ripresi durante esercizi militari, giovani  impegnati nella vita quotidiana di insediamenti in via di sviluppo, donne e bambini in drammatiche scene di strada.
In una sapiente combinazione di artificio e realtà, di allegoria e satira, di apparente normalità e tesa drammaticità, Nes suggerisce un’idea di Israele molto diversa da quella che i suoi fondatori volevano che fosse e, contemporaneamente, si rende consapevole delle analogie tra la propria vita e la propria ricerca di identificazione e l’odissea della propria giovane nazione nel contesto e attraverso la storia e la continuità della cultura universale. In mostra sarà proiettato il video “Adi Nes MAKING OF” in cui si può vedere l’accurato lavoro del fotografo sul set e la costruzione dei set fotografici di quattro fotografie: Abramo e Isacco; Giuseppe; Giacobbe ed Esaù; Ruth e Naomi. (senza titolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi l’incompreso

Posted by fidest press agency su domenica, 5 dicembre 2010

Da una dura e tagliente nota che ci è pervenuta da Rosario Amico Roxas ci corre l’obbligo di una riflessione sul tema ricorrente di una leadership che da 16 anni, sia pure con alterne fortune, è al centro delle attenzioni della politica ma non credo di tutti italiani che a ben altre cose devono pensare: genitori per i figli disoccupati, le famiglie che hanno cassa integrati, precari, studenti alle prese con una scuola pubblica che funziona male, diritti umiliati da una giustizia lenta e costosa, pensionati che sono alla fame, ecc. ecc.
Eppure da questo campione, che Rosario riassume per i meriti che il nostro presidente si attribuisce: “Nessuno è al mio livello”, “Mai fatto affari con Putin”,“Ho sempre agito nell’interesse del popolo”,“Sono buono, giusto, generoso“, gli italiani hanno dato risposte elettorali contraddittorie, e oso credere più per distrazione che per intimo convincimento. E se i numeri vogliono dire qualcosa, nel gioco democratico, dobbiamo renderci conto che non è più il tempo che gli elettori pensino sia bastevole convincerli con le belle parole “per far loro mantenere il potere, stravolgendo il rapporto tra consenso e potere. In una democrazia compiuta il consenso serve, a chi lo riceve, per ben governare al servizio del bene comune. Per il cavaliere è esattamente l’opposto: è il potere che è usato per mantenere il consenso e con esso il potere, Si tratta del potere che usa i sondaggi per capire ciò che una sia pur sparuta maggioranza desidera, per fornire il contentino di una promessa, regolarmente inevasa: abbattimento del carico fiscale, un milione di posti di lavoro, abolizione del bollo auto,  bonus bebè, il tutto condito con suggerimenti di ottimismo, negazionismo sulla crisi economica, promesse di realizzare il paese di Bengodi, grazie al suo fascino, all’amicizia con Gheddafi e Putin (della quale si comincia a scoprirne le “nobili” motivazioni)”.
“Ora – soggiunge Rosario – non può più convincere nessuno con i suoi slogan, neanche se le ripete ossessivamente e ossessivamente le fa ripetere ai suoi collaboratori; ora gli servono solo per auto convincersi di continuare ad essere il fascinoso conquistatore, il più bello del reame, il più grande statista degli ultimi 150 anni, l’emulo di Napoleone, l’unto del signore, il generoso, il giusto”. Lasciamo la conclusione di Rosario Amico Roxas rimettendoci invece ai pensieri dei nostri lettori. Per parte nostra dovremmo dire, riprendendo un termine che si usa in commercio che si è trattato di un: “incauto acquisto” e in politica come dovremmo dire? (A.R.)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Fini e i nuovi italiani

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

“L’analisi di Gianfranco Fini sui nuovi italiani è perfetta. Ma in Italia ci sono 932 mila minori, nati qui o arrivati da piccoli, che non si accontentano più di parole sagge: Futuro e Libertà abbia il coraggio delle proprie idee e ci aiuti a riaprire il capitolo della cittadinanza”. È quanto dichiara Andrea Sarubbi, deputato del Partito democratico e promotore con Fabio Granata della proposta di legge bipartisan sulla riforma della cittadinanza. “Non credo – prosegue Sarubbi – che il presidente della Camera stia recitando una parte: è profondamente convinto di ciò che dice sull’Italia del futuro, ed il tema della cittadinanza gli sta certamente a cuore. Ma adesso è il momento che i nodi vengano al pettine, anche a rischio di una crisi: i figli degli immigrati, stranieri di nome ma italiani di fatto, non potrebbero sopportare l’ennesimo annuncio senza conseguenze dirette in Parlamento”. “Il sostegno del Pd alla riforma – conclude Sarubbi – non fa neppure notizia, così come quello delle altre forze di opposizione, dall’Udc all’Italia dei valori. Ma è nella maggioranza che si gioca la partita, e non è una partita chiusa: oltre ai 37 deputati di Fli, infatti, alla Camera ci sono diversi parlamentari del Pdl piuttosto sensibili al tema dei minori. La soluzione è dunque a portata di mano, ma non sarà un colpo di vento a riportare la discussione al centro dei lavori parlamentari: ci vuole un atto di coraggio politico, anche a costo di sfidare i carri armati padani”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concorso Letterario sul tema della legalità

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 ottobre 2010

Per opere inedite si articola in:
•    Sez. A – Poesia in lingua italiana;
•    Sez.B – Racconti;
•    Sez.C – Riservata agli studenti fino al 26° anno di età.
I partecipanti possono concorrere con una composizione per le Sez.ni B e C; con due liriche per la Sez. A, massimo 32 versi.  I testi dattiloscritti e leggibili in cinque copie, di cui una con firma, indirizzo e recapito telefonico, devono essere inviati: all’indirizzo indicato nell’art. 4; oppure tramite il portale on-line disponibile dal mese di settembre sul sito http://www.pantereverdipalermo.org, ovvero all’indirizzo di posta elettronica leviedellalegalita@libero.it. Le opere in ogni caso devono essere accompagnate dalla seguente dichiarazione sottoscritta: “Le opere qui incluse sono di mia personale creazione”.  Le opere chiuse in plico devono essere indirizzate a: “Associazione Internazionale Pantere Verdi – Raggruppamento Provinciale di Palermo, Via Papa Giovanni XXIII snc, Bagheria (interno Stadio Comunale) telefono 3400994999 – entro il 30 ottobre 2010.
Le opere inviate non saranno restituite riservandosi l’Organizzazione del Premio di pubblicare, senza fine di lucro, quelle premiate o meritevoli, senza compenso alcuno per gli autori. Ogni partecipante risponde del contenuto delle proprie opere.
La Giuria composta da eminenti personalità della cultura e delle Istituzione, sarà nota il giorno della premiazione. Ai primi tre classificati di ogni sezione andrà una targa personalizzata. Ai segnalati diplomi di merito.  L’utilizzo dei dati, ai sensi della L. 975/96, sarà fatto solo per le occorrenze dettate dal presente Concorso col silenzio-assenso del partecipante.  La semplice partecipazione al Premio implica l’accettazione automatica di tutti gli articoli del presente regolamento. La partecipazione al Concorso è riservata a tutti i cittadini residenti in Italia ed è assolutamente gratuita. Data e luogo della premiazione saranno comunicati in tempo utile, per lettera, solo ai premiati.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Festival Autunno Musicale

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Pavia Certosa 3 ottobre l’Orchestra dell’Università di Parma, in formazione cameristica, sarà ospite della III edizione del Festival Autunno Musicale.
La rassegna concertistica, promossa dall’Associazione culturale “Il Continuo” di Cremona con il contributo di diversi comuni del Pavese e in collaborazione con l’Istituto superiore di studi musicali “F. Vittadini” di Pavia, è dedicata quest’anno al tema del Genio nelle corti.
L’esibizione dell’ensemble universitario parmigiano, per l’occasione in formazione di soli strumenti a fiato, avrà luogo nel Palazzo Pallavicino a Vellezzo Bellini, con inizio alle ore 21,00. Il programma, intitolato “Il Consort di fiati del periodo classico”, prevede musiche di Haydn, Mozart, Reicha e Rossini, con Barbara Antoniazza al flauto, Emanuel Tagliaferri all’oboe, Raffaele Ametrano al clarinetto, Andras Balla al corno, Giulio Alessandro Bocchi al fagotto. Il concerto aprirà una serie di manifestazioni musicali che l’Orchestra dell’Università di Parma intende organizzare nel corso dell’incipiente anno accademico per celebrare il decennale della sua attività, incominciata nell’anno 2000/2001.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

HIDEntities: Mostra collettiva

Posted by fidest press agency su martedì, 13 luglio 2010

Milano fino al 30/7/2010 Viale Col di Lana 8 (4′ cortile), Mc2 Gallery a cura di Claudio Composti  mc2gallery chiude la sua prima stagione espositiva con una collettiva: HIDEntities.
12 artisti internazionali per una mostra che tocca un tema delicato come la perdita di identità, prendendo le mosse dalla manifestazione piu’ dolorosa di questa perdita, il morbo di Alzheimer, senza farne pero’ un riferimento diretto. Simone Bergantini, Liu Bolin, Alessandro Bulgini, Gianluca Chiodi, John Clang, Franca Giovanrosa, Michal Macku, Giuseppe Mastromatteo, Rohn Meijer, Patrizia Novello, Phillip Toledano, Patrizia Zelano.
Nel 1901 il dottor Alois Alzheimer psichiatra tedesco, intervisto’ una sua paziente, la signora Auguste D., di 51 anni. Le mostro’ parecchi oggetti e, successivamente, le chiese che cosa le era stato indicato. Lei non poteva pero’ ricordare-la signora Auguste D. fu la prima paziente a cui venne diagnosticata la malattia di Alzheimer.  (Immagine: Liu Bolin, N’2 of civilian and policeman, digital print, 120×75 cm)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terzo settore. Alta formazione

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 giugno 2010

Siena dal 7 all’11 luglio. Quattro giorni di alta formazione intensiva dedicata ai dirigenti e ai quadri del terzo settore. Li propone la Fondazione Fortes presso il Castello medievale di Montarrenti (Siena).  A tenere le lezioni sono docenti universitari, esperti e protagonisti del terzo settore. La Summer School è rivolta a dirigenti e quadri delle organizzazioni del settore e i partecipanti vengono selezionati sulla base del curriculum e delle esperienze svolte nell’ambito della valutazione. Obiettivo della Summer School, dedicata quest’anno a “La cultura della valutazione nel Terzo Settore. Tra partecipa! zione, i mpatto sociale e valore sociale aggiunto”, è la creazione di un laboratorio di alta formazione, che affronti il tema della cultura della valutazione nelle organizzazioni di Terzo Settore, con particolare riferimento al metodo partecipato, all’impatto sociale di progetti e attività e al valore sociale aggiunto. L’iscrizione alla Summer School è gratuita e va comunicata entro il 10 giugno 2010. http://www.fondazionefortes.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontri sul tema: La donna risveglia il creato

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 aprile 2010

Caltanissetta 23 aprile 2010 – ore 19, 00 Auditorium Parrocchia S. Pietro: Non è bene che l’uomo sia solo –  Introduzione – Pinella Faraci – Lectio biblica su Genesi 2, 4-25- Prof. Sac. Giuseppe Anzalone – Prefetto degli Studi dell’Istituto – Teologico “Mons. G. Guttadauro” di Caltanissetta.                                                                                                                    Dialogo – 29 aprile 2010 – ore 19, 00 – La donna segno dei tempi – Riflessione – prof.ssa Aurelia Speziale –  Dialoghiamo con Raissa Maritain – voce Ludovica Vaccaro.
Dialogo -7 maggio 2010 – ore 19, 00 – La donna risveglia la comunione dei popoli –  Riflessione – Dott.ssa Irene Collerone – Dirigente Scolastico 5° Circolo Didattico di Caltanissetta

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ti faccio le scarpe!

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Roma 20 marzo ore 17.00 (la mostra resterà aperta sino al 18 aprile 2010) Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘G.Tucci’, Palazzo Brancaccio, Via Merulana 248 Ti faccio le scarpe! 14 artisti contemporanei si incontrano in Museo sul tema della calzatura. Dopo l’esposizione delle scarpe di scena ispirate al mondo orientale del Calzaturificio Pompei Quattro passi per l’oriente si arricchisce di un nuovo momento. Ancarani, Artemad, Bucciacchio, Cusani, Fracassi, Monticelli & Pagone, Onesti, Pisani, Pizzuto, Pulsoni, Renzi E D’angeli, Ruiu, Sanzari, Zuccarello sono i14 artisti contemporanei che sono stati invitati a proporre un’opera che dialoghi con i materiali esposti. Il tema della calzatura e del rapporto tra oriente e occidente sarà affrontato anche a L’Aquila presso In questa stessa occasione viene presentata al pubblico anche una interessante selezione di calzature pertinenti alla ricca collezione del Museo dell’Africa Italiana, chiuso nel 1972, attualmente in deposito presso il MNAO. Curatore Michele Marinaccio Presentazione Daniela De Dominicis Organizzazione Gabriella Mannawww.museorientale.beniculturali.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agricoltura e welfare

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2010

Fiera di Forlì 1° marzo alle 20,30 si parla di agricoltura. “Cosa ne facciamo di questa agricoltura?” è il provocatorio titolo dell’incontro, che vedrà gli interventi di Paolo De Castro (Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento Europeo), di Maurizio Gardini (Presidente nazionale Fedagri-Confcooperative) e di Giovanni Luppi (Presidente nazionale Anca-Legacoop).  Assieme ai Presidenti nazionali delle organizzazioni professionali di categoria sarà presente alla serata Tiziano Alessandrini, candidato alle regionali del 28 e 29 marzo, oltre ai rappresentati della Commissione Agricoltura della Camera e del Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Il 1° marzo, sempre alle 20,30, è in programma un ritrovo al ristorante “T’Imballo” di Villafranca sul tema del welfare e delle politiche sociali. Intervengono all’incontro il vice presidente della Provincia Guglielmo Russo, l’assessore provinciale Bruna Baravelli, Marcello Rosetti e il gruppo dei Giovani Democratici.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »