Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘temperature’

Arriva l’influenza stagionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Partendo da Mantova e Parma, con la rilevazione nel caso di Mantova della presenza del virus ex pandemico A H1N1,ora classificato come virus stagionale. Il nostro consulente scientifico,il dottor Rosario Porzio, ci rassicura.’ Gli scienziati sono tranquilli’ ,sottolinea Porzio,’ nessuna paura, perche’ la stagione influenzale si prevede non aggressiva,anche se virologi e medici ricordano  l’importanza della vaccinazione per le categorie a rischio:cardiopatici,diabetici ,anziani e bambini’.
Si attendono  dai 2 ai 5 milioni complessivi di casi, ma molto dipenderà dalle temperature’. ‘Attualmente ci si vaccina molto poco ma per vaccinarsi si ha  tempo fino alla fine di dicembre’.
Porzio consiglia a tutti di mangiare frequentemente frutta e verdura,evitare posti chiusi e affollati e cercare di stare lontano da gas di scarico e fumo passivo. ‘Per chi e’ vittima dei fast-food consiglio integratori di vitamina C da assumere un paio di volte al giorno durante tutta la stagione invernale’,chiude Rosario Porzio. (flu influenza)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Estate a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 20 luglio 2010

Estate romana col segno più. Nonostante le temperature abbiano più volte sfiorato i 40 gradi, i turisti continuano ad affollare gli alberghi della Capitale. L’estate non è certo l’alta stagione nelle capitali europee. I turisti solitamente preferiscono le spiagge o la montagna per trascorrere qualche giorno di relax. Ma negli ultimi anni sono sempre più numerosi coloro che sfidano le alte temperature estive per arrivare a Roma A confermarlo anche Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma. “Registriamo il  6% in più di presenze negli alberghi, rispetto al trimestre estivo 2009.  Un dato positivo così come quello del ritorno dei turisti americani”. E gli fa eco anche Ciro Verrocchi, direttore dell’InterContinetal De La Ville, storico cinque stelle in cima  alla Scalinata di Trinità dei Monti: “Abbiamo un’elevata presenza di ospiti americani con un’ottima capacità di spesa, complice il recupero del dollaro sull’euro. Insomma un turismo di qualità. Nel nostro albergo l’occupazione di questo trimestre è tornata ai livelli del 2007 e nel solo mese di luglio registriamo l’80% di riempimento. Anche agosto registra un andamento positivo. E insieme ai turisti provenienti dagli Stati Uniti ci prepariamo a ricevere ancora più  russi e arabi rispetto all’estate 2009. “Ormai i turisti hanno capito che in questo periodo si spende la metà – spiega Verrocchi – In più possono approfittare dei saldi di luglio per fare shopping nelle più famose boutique del mondo. L’estate, poi, è sempre più densa di appuntamenti con la musica, l’arte gli spettacoli e i festival che si svolgono in location all’aperto e non solo, ma sicuramente di grande fascino come soltanto Roma è in grado di offrire”.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il caldo e gli anziani

Posted by fidest press agency su sabato, 17 luglio 2010

Gli anziani (le persone cioè di età superiore a 65 anni) sono più soggetti a subire danni dall’esposizione alle ondate di calore rispetto ai giovani per una serie di motivi:
1.  hanno meccanismi di termoregolazione meno funzionanti e non riescono ad adeguare la temperatura corporea interna agli improvvisi cambi di temperatura ambientale,
2. sono più soggetti ad avere patologie croniche che modificano la risposta del corpo al calore
3. assumono spesso farmaci che alterano l’abilità del corpo a regolare la temperatura o che inibiscono la sudorazione
4. percepiscono i segni della disidratazione tardivamente e non hanno lo stimolo della sete.
La popolazione anziana deve rappresentare dunque il target principale dei piani nazionali e regionali di contrasto agli effetti delle ondate di calore.
Il colpo di calore rappresenta lo stato patologico più grave correlato all’esposizione al caldo. Esso si verifica quando il corpo diviene incapace di controllare la sua temperatura e perde la sua capacità a disperdere calore attraverso la sudorazione. Il colpo di calore può portare a morte se non trattato tempestivamente in modo efficace. I segni del colpo di calore sono: temperatura corporea elevata (> 39 gradi),cute arrossata, calda e secca, polso frequente e debole, cefalea, vertigine, nausea.
L’esaurimento da calore è una condizione meno grave, che si  instaura vari giorni dopo l’esposizione ad elevate temperature quando liquidi e sali dispersi non vengono rimpiazzati. Non è un’emergenza medica, come il colpo di calore, ma deve destare allarme. I sintomi sono sudorazione abbondante, pallore, crampi muscolari, stanchezza, debolezza, vertigine, nausea e vomito, svenimento, dispnea, cute fredda e sudata, polso frequente e debole.
La prevenzione del colpo di calore e dell’esaurimento da calore si realizza attraverso una corretta idratazione che deve essere programmata dal medico di famiglia e che deve avvenire durante tutto l’arco della giornata, L’acqua deve essere fresca, no bibite gassate zuccherine, no caffè, no te, no alcool  in quanto diuretici. No ad attività fisiche impegnative, indossare abiti leggeri, fare docce frequenti, soggiornare in ambienti dotati di aria condizionata per periodi sufficienti ad abbassare la temperatura corporea. Durante le ondate di calore, gli adulti ed i giovani devono far visita agli anziani almeno due volte al giorno per verificarne lo stato di idratazione e misurare la temperatura corporea. In caso di aumento della temperatura, specie se non vi è sudorazione e la cute è calda e secca, raffreddare con ogni mezzo la persona colpita (borse di ghiaccio in testa, spugnatura di acqua fredda sul corpo, immersione in una vasca di acqua fredda o altro) e chiamare l’ambulanza. (Walter Pasini Presidente della Società Italiana di Medicina del Turismo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meteo allerta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2010

Nel week end del 10-11 Luglio un nuova ondata di caldo africano colpirà la Penisola. Questa l’allerta degli esperti di 3bmeteo con particolare interesse per il nord. Ancora una volta saranno infatti le regioni centro settentrionali ad essere più penalizzate, con punte massime che in pianura potranno raggiungere i 37°C. La giornata più calda sarà quella di Domenica, soprattutto su interne toscane, Nord Ovest, Lombardia e Veneto. A rendere ancor più pesante la situazione ci si metterà anche l’afa, attesa su livelli moderati in ValPadana e lungo le aree costiere. L’alto tasso di umidità potrebbe far percepire temperature massime anche di 42-43°C! Ma che differenza c’è tra temperatura reale e percepita? “Un elevato tasso di umidità” spiega Giulio Betti metereologo di 3bmeteo “fa percepire al corpo umano una temperatura superiore a quella reale, questo perché un contenuto maggiore di vapore acqueo nell’aria riduce l’evaporazione dell’acqua contenuta nel sudore, processo fondamentale per il regolamento termico del corpo. Ad esempio 31°C con il 78% di umidità vengono percepiti come 41°C”.  Col termine anticiclone Africano si intende un’area di alta pressione alimentata da masse d’aria secca e molto calda di estrazione desertica. L’alta pressione delle Azzorre, invece, è alimentata da correnti di matrice oceanica. A volte i due anticicloni si ‘saldano’ dando luogo ad un’entità ibrida capace di esaltare le caratteristiche negative di entrambi: è il caso del prossimo fine settimana, quando masse d’aria relativamente umida di origine ‘azzorriana’ renderanno più pesanti gli effetti delle correnti sahariane in risalita dal Nord Africa.  Ma come possiamo difenderci dal mix micidiale tra umidità e caldo? La prima ‘arma’ è l’alimentazione: mangiare tanta frutta e verdura evitando cibi grassi e cercando di non eccedere coi carboidrati, bere molta acqua anche quando non si ha sete. Evitare cibi caldi. Indossare vestiti di colore chiaro, preferibilmente di lino o cotone e non troppo aderenti. Evitare la fase giornaliera critica, ovvero quella tra le 12 e le 18. L’attività sportiva, specie aerobica, dovrebbe essere concentrata nelle prime ore del mattino o in tarda serata.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La disidratazione è il nemico n° 1 per la salute

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2010

Le ondate di calore rappresentano un importante rischio per la salute pubblica specie per la popolazione anziana cui manca lo stimolo della sete quando il corpo si disidrata. Le ondate di calore sono tanto più pericolose quanto maggiore è l’intensità,il tasso di umidità,la durata e quando il caldo persiste  nelle ore notturne. I rischi del caldo sono legati agli effetti della disidratazione, condizione fisio-patologica che comporta una serie di effetti sul rene, sul cervello e sull’apparato cardiovascolare. Il rischio principale delle ondate di calore è rappresentato dal colpo di calore che si caratterizza per una grave alterazione dei meccanismi di termoregolazione e per l’incapacità dell’organismo di disperdere calore. La temperatura interna può salire fino a 40/41 gradi, mentre la sudorazione diminuisce fino ad arrestarsi. Compaiono cefalea, confusione mentale, fatica a respirare. Nei casi gravi compaiono insufficienza renale, collasso cardiocircolatorio, aritmie, danno cerebrale e coma. Il colpo di calore può portare a morte in poche ore dalll’inizio dei sintomi e miete vittime nei soggetti defedati ed in quelli affette da patologie croniche. Prima dell’arrivo del soccorso medico, il trattamento consiste nel porre il paziente in ambiente fresco e ventilato, al riapro dal sole; nel toglierli i vestiti, bagnargli il corpo con asciugamani inumiditi, nell’applicargli una borsa di ghiaccio  sul capo. Il trattamento medico deve prevdere il monitoraggio della pressione arteriosa, della frequenza cardiaca, del volume sanguigno e della funzionalità renale. Per prevenire il colpo di calore e gli altri danni da calore specie nei nostri anziani occorre soprattutto non lasciarli soli ad affrontare l’ondata di calore, occorre limitarne l’esposizione al caldo dotando qualche ambiente di aria condizionata, ventilando le stanze in cui vivono, aiutandoli a fare docce frequenti e soprattutto aiutandoli a bere acqua in quantità sufficienti ad evitare la disidratazione, L’assunzione di acqua deve avvenire nell’intero corso della giornata senza aspettare lo stimolo della sete per una quantità totale di 1,5-2 litri che può variare a seconda delle condizioni cliniche del soggetto e dello stato di salute. L’assunzione di bicchieri di acqua durante l’intero arco della giornata deve essere considerata una misura salva-vita. I pasti devono essere leggeri, ricchi di frutta e verdura. Da evitarsi le bevande zuccherine, specie quelle ricche di caffeina e teina in quanto aventi effetti diuretici. L’acqua deve essere fresca per poter abbassare la temperatura interna. (Dr Walter Pasini Presidente della Società Italiana di Medicina del Turismo)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

European chemistry for improved climate protection

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 aprile 2010

Cefic is now launching a new information campaign on the everyday life solutions European chemistry provides for improved climate protection. Based on new data, these practical tools are being promoted to answer fears of failure of the next climate change negotiations in Copenhagen and scientists who claim we must change our way of living.  Next December, a United Nations conference (COP 15) will try to reach an agreement in Copenhagen on how to manage climate change issues and to limit our greenhouse gas emissions for the period starting in 2012. Different criticisms have been heard in the media about the G8 leaders’ very timid commitments at their summit in l’Aquila (last July). In the meantime, several scientists have expressed fears that the target of limiting global temperature increases to 2°C would be hard to reach and even if that were the case you could not be sure it would be enough to manage climate change issues.  It is not up to the European Chemical industry to question such scientific concerns. It is however up to this industry to provide solutions based on sound data to meet the needs of society facing the demand for a more sustainable future.  This is why Cefic is now launching a new information campaign on the reduction of greenhouse gases. It follows the data-based approach set out in the recently published Innovations for Greenhouse Gas Reductions report – a report made on behalf of the International Council of Chemical Associations (ICCA) with the support of McKinsey & Company and scientifically validated by the independent German scientific NGO Öko Institut.  The new report, to which Cefic contributed with its counterparts from Japan and the USA, details where the main greenhouse gas emissions are and what are the most effective solutions to curb these. It shows we have to use innovative solutions if we really want to achieve a low carbon economy. According to the Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), current global greenhouse gas emissions are between three and four times the earth’s natural absorption rate of CO2, reaching 46 giga tons of CO2 equivalent in 2005. To stabilize the greenhouse gas concentration in the atmosphere, it is necessary to change the way society behaves while strengthening the economy with greater and more sustainable competitiveness. The chemical industry has not been standing idly by. As the ICCA report shows, in a world without chemical solutions, greenhouse gas emissions would have been 11% higher in 2005 because consumers would have chosen alternative products that emit more. This means that the current solutions proposed by the chemical industry are already having a positive effect on greenhouse gas mitigation policy. Disseminating more such solutions will secure further reductions.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Naval clash off the french coast

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 aprile 2010

French cliff divers defend Fort Boyard from British conquest In the early 19th century it was Napoleon who built the massive Fort Boyard off the French coast to help protect his country from British invaders. 200 years later French world class high divers Hassan Mouti and Cyrille Oumedjkane met their British rival Gary Hunt for a trial of strength only a few weeks before the start of the Red Bull Cliff Diving World Series 2010 in La Rochelle on May 15. It was an icy welcome in French waters for the 2009 series’ runner-up: the sea around Fort Boyard – an impressive stone solitaire in the Atlantic which measures 61 metres in length and 31 metres in width – has a temperature of only 11°C. Britain’s Gary Hunt (25) still tried to intimidate his French opponents at the historic venue and put himself in a strong mental position for the real battle in four weeks’ time.  Despite witnessing a perfect English twisting action launched from a helicopter hovering alongside the fort, more than 20 metres above the sea, the national pride of France’s cliff diving heroes was not permanently damaged. The Strasbourg based divers also proved well prepared for the kick-off of this jaw-dropping series in France.  Built in the years between 1801 and 1857 in order to protect the coast from possible incursions by foreign – and especially British – navies, Fort Boyard was home to a garrison of 250 men. However by the time the fortifications were completed the French had already been defeated by Britain and its allies at the Battle of Waterloo. The fort was thereupon used as a prison and since 1988 has served as the set for a TV show. On May 15 the Red Bull Cliff Diving World Series 2010 will return to France and bring 12 of the world’s best cliff divers to the Saint Nicolas Tower in La Rochelle. Following France the series will take a leap over the Atlantic Ocean to Mexico (Yucatán) and come back to Europe for competitions in Norway (Kragerø), Italy (Polignano a Mare) and Switzerland (Sisikon), before reaching the land of the sport’s origin, Hawaii (Hilo), on September 12 for the grand final. (naval clash)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greenpeace and climate

Posted by fidest press agency su sabato, 10 aprile 2010

Bonn, Germany. Governments must start closing the gap between their low ambitions for emissions cuts and the urgent need to prevent dangerous climate change when they meet in Bonn this weekend at the first climate meeting since the failed UN Copenhagen Climate Summit. Under the so-called ‘Copenhagen Accord’, governments agreed ” …that deep cuts in global emissions are required… with a view to reduce global emissions so as to hold the increase in global temperature below 2 degrees Celsius, and take action to meet this objective…”Yet, the commitments they have put on the table to curb greenhouse gas emissions are likely to see a global temperature increase of more than 3 degrees Celsius (5.4 degrees F), compared to pre-industrial levels. This would put temperature rise well beyond a critical threshold, leading to irreversible large-scale impacts, catastrophic for the environment and for human society, including rise in crop failure and resulting hunger and significant increase in heat-related deaths.  Over the weekend in Bonn industrialised governments have a critical opportunity to repair the distrust caused by their failure to take the lead at Copenhagen.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: Emergenza freddo

Posted by fidest press agency su domenica, 24 gennaio 2010

Campidoglio. «A causa dell’ulteriore abbassamento delle temperature previsto per i prossimi giorni, così come segnalato dall’Aeronautica Militare e dalla Protezione Civile, il Comune di Roma, in collaborazione con Metropolitane di Roma, ha predisposto l’apertura straordinaria notturna delle metropolitane da oggi fino a lunedì 25 gennaio per consentire il ricovero di persone senza fissa dimora. Per la linea A resteranno aperte le stazioni Barberini, Flaminio, piazza Vittorio e San Giovanni; della linea B, le stazioni Piramide, Tiburtina e Ponte Mammolo».  È quanto dichiara l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ in arrivo il grande freddo

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 gennaio 2010

In Italia, dopo la pioggia di questi giorni il calo della temperatura sta portando in molte località, anche alle basse quote, la neve. Le previsioni indicano temperature sotto lo zero in molte località dell’Italia dal Nord al Centro mentre si prevedono temperature meno rigide al Sud e in Sicilia. Gli esperti della protezione civile prevedono: “gelate diffuse durante le ore notturne ed al primo mattino sulle aree pianeggianti del nord e localmente su quelle del centro”. Non mancano i primi incidenti sia sulle autostrade per il manto stradale reso scivoloso e la prima neve caduta a Milano che ha peggiorato la mobilità delle persone e dei mezzi. Miglioramenti si sono registrati nel collegamento con le isole del golfo di Napoli.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »