Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘tempesta’

Acromegalia: migliora la gestione della terapia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 luglio 2019

La acromegalia è il risultato di una tempesta perfetta di ormoni che si riversano in circolo E influiscono su tessuti molli E estremità come mani, avambracci, piedi e cranio che rendono l’aspetto estetico caratteristico: viso allungato, prognatismo della mascella, mani e piedi grandi.
E’ caratterizzata da numerose comorbidità come ipertensione, disturbi respiratori di tipo ostruttivo, alterazioni della vista, disturbi muscolo-scheletrici (fratture vertebrali sono state osservate in più del 60% dei soggetti) sino alla paralisi del nervo cranico a causa della pressione esercitata dalla massa tumorale. E non va meglio sul fronte metabolico caratterizzato da insulina-resistenza preludio a quadri di diabete, ed elevati valori di emoglobina glicata (quella che indica la quantità di glucosio legato all’emoglobina), marker predittivo di disturbi cardiovascolari. I trattamenti sono quindi orientati a normalizzare i livelli di GH e IGF-1, migliorare i sintomi e la qualità di vita e ridurre la mortalità. Purtroppo il controllo ormonale dopo l’asportazione del tumore è un obiettivo raggiunto in meno del 65% dei pazienti e solo il 50% di quelli sottoposti a terapia medica possono vantare il controllo dei valori di IGF-1. Valori <1 microgrammi/litro sono stati correlati a miglioramenti a lungo termine e mortalità ridotta dopo la chirurgia. E proprio questo valore è riconosciuto come il miglior indicatore di controllo della malattia. Obiettivo fondamentale anche la riduzione del volume del tumore, la cui dimensione, quando supera i 10 mm, è associata ad un peggiore outcome.
Gli ‘analoghi della somatostatina’ (SRLs) ocreotide, lanreotide e pasireotide così come la cabergolina (un agonista della dopamina) si legano ai recettori dell’adenoma e interrompono così la secrezione di ormone della crescita. Mentre l’antagonista diretto del GH, il pegvisomant, mette un alt alla produzione di IGF-1. “Con gli analoghi di prima generazione si otteneva un controllo dei parametri biochimici dal 25 al 45% con le versioni a lento rilascio (che prevedono una somministrazione mensile) sino al 55%, mentre con il pasireotide LAR abbiamo constatato un controllo che arriva al 70%. Ecco allora che la gestione della malattia deve prevedere la messa in campo di un team di specialisti adeguatamente preparati. La Consensus del 2017 sulla patologia si è focalizzata proprio sugli aspetti di gestione clinica: dal trattamento in centri in cui l’esperienza nei tumori pituitari sia consolidata, alla normalizzazione dei livelli ormonali come primo obiettivo a cui tendere.
Tra le molecole disponibili il pasireotide a rilascio prolungato (PAS-LAR) é un farmaco ‘ligando multi recettore della somatostatina’ di seconda generazione, approvato per il trattamento dell’acromegalia.Precedenti ricerche hanno evidenziato che la molecola permette un efficace controllo dell’ormone della crescita E dei livelli di IGF-1 (Insuline Like Growth Factor) oltre a ridurre le dimensioni del tumore pituitario in pazienti che non rispondono agli agonisti della somatostatina di prima generazione. Un recentissimo articolo pubblicato nella corrispondenza su The Lancet del 4 aprile scorso, ha confermato i risultati del PAPE Study che ha indagato l’efficacia e la sicurezza del passaggio (switch) alla molecola di nuova generazione nei pazienti già in trattamento con gli antagonisti del GH (pegvisomant).
Lo studio ha sorpreso i ricercatori quando hanno osservato che il nuovo trattamento determinava un aumento dell’intensità del segnale T2 alla risonanza magnetica (un indicatore di necrosi tumorale, degenerazione della massa O entrambe). Miglioramento avvenuto nel 30% (14) dei 47 pazienti esaminati, con un incremento sostanziale (Superiore al 50%) in otto di essi, che sostiene un effetto antitumorale del trattamento. Effetto che è stato riscontrato anche in 10 su 47 soggetti a nove mesi dal trattamento E in quattro dopo la fine della ricerca. Ma anche a studio concluso il segnale tipo due rimaneva elevato (1,42) di base calcolato all’inizio del trailer (1,26).
Inoltre, 14 pazienti che mostravano un miglioramento dell’adenoma hanno apprezzato una rilevante diminuzione dei livelli di IGF-1, uno dei fattori di rischio delle numerose patologie concomitanti (coMORBIDITà) che contribuiscono a rendere la vita di questi soggetti complessa.Quali sono le principali implicazioni di queste nuove evidenze? “questi risultati possono cambiare la gestione clinica della malattia in due direzioni” precisa il professor Andrea Giustina “l’Uso della molecola nella fase preoperatoria, allo scopo di diminuire la massa tumorale operabile. In alternativa però potrebbe ridurre l’attività della malattia alleviarne i sintomi. Di certo queste osservazioni dovranno essere confermate e consolidate da adeguate indagini istologiche”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Michela Murgia: Noi siamo tempesta

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 febbraio 2019

Torino Lunedì 11 febbraio, ore 19 Circolo dei lettori, via Bogino, 9 Noi siamo tempesta (Salani) è l’ultimo sforzo letterario di Michela Murgia: un libro per tutti, grandi e piccoli, per ricordarci che l’eroismo è di pochi ma l’essere speciali insieme è di tutti. L’autrice porta il suo libro al Circolo dei lettori, lunedì 11 febbraio alle ore 19, sono sedici avventure collettive famosissime o del tutto sconosciute, raccontate come imprese corali, perché la collaborazione creativa è un superpotere che appartiene a chiunque. Perché la tempesta, alla fine, sono solo milioni di gocce d’acqua, ma col giusto vento.L’unione fa la forza o chi fa da sé fa per tre? La realtà non lascia dubbi: le cose che contano le abbiamo sempre fatte insieme, ma la letteratura continua a restituirci la trama di una massa umana scolorita da cui spiccano solo i singoli eroi. Esiste una strada per farci tornare la voglia di essere speciali insieme? Forse sì, e passa da dove tutto comincia: le storie su cui impariamo a sognare.«Immagina di avere 6 anni e di iniziare a leggere storie. Immagina che per dieci anni queste storie siano solo avventure di ragazzi solitari, abbandonati da chi li doveva accudire, cresciuti nella periferia di qualcos’altro, poco capiti e amati. Immagina che tutti questi piccoli eroi solitari siano speciali perché dotati di talenti o poteri unici e che sia grazie a quelli che salveranno sé stessi o il mondo. Figurati che la loro solitudine si spezzi solo per una o al massimo due amicizie che diverranno sue complici. Immagina infine che la loro battaglia per la sopravvivenza si svolga in un mondo difficile e ostile, dove per riuscire a farcela sarà necessario dar prova di doti davvero fuori dal comune. Vite non per tutti. Avventure per persone con doti speciali. Supereroi, supereroine, creature con un destino unico da ammirare, ma impossibili da imitare. Siamo sicuri che siano queste le sole storie possibili? Che sia l’X factor, l’eccellenza, il talento raro a fare la differenza davanti alle sfide del mondo? E se invece non fossero i geni solitari, ma il lavoro di squadra e la condivisione a cambiare la storia?».
Michela Murgia è nata a Cabras nel 1972. Nel 2006 ha pubblicato con Isbn Il mondo deve sapere, diario tragicomico di un mese di lavoro che ha ispirato il film di Paolo Virzì Tutta la vita davanti. Per Einaudi ha pubblicato nel 2008 Viaggio in Sardegna. Undici percorsi nell’isola che non si vede, nel 2009 il romanzo Accabadora, vincitore del Premio Campiello 2010, nel 2011 Ave Mary (ripubblicato nei Super ET nel 2012 e nel 2018), nel 2012 Presente (con Andrea Bajani, Paolo Nori e Giorgio Vasta) e L’incontro. È fra gli autori dell’antologia benefica Sei per la Sardegna (Einaudi 2014, con Francesco Abate, Alessandro De Roma, Marcello Fois, Salvatore Mannuzzu e Paola Soriga), i cui proventi sono stati destinati alla comunità di Bitti, un paese gravemente danneggiato dall’alluvione. Sempre per Einaudi ha pubblicato Chirù (2015), Futuro interiore (2016) e Istruzioni per diventare fascisti (2018).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

11.000 rifugiati siriani pesantemente colpiti dalla tempesta “Norma”

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 gennaio 2019

In seguito alla forte tempesta “Norma” – che ha colpito il Libano il 6 gennaio scorso, 151 insediamenti per rifugiati siriani, che ospitavano 11.000 persone, sono stati pesantemente colpiti. Fra questi rifugiati, un bambino risulta disperso.Alcune regioni del paese sono state colpite da inondazioni, erosioni o abbondanti nevicate, che hanno avuto un forte impatto sui rifugiati siriani in Libano. A causa delle condizioni meteorologiche estreme, ulteriori 850 siti, che ospitano in totale 70.000 rifugiati, sono a rischio.L’UNICEF e i suoi partner stanno lavorando a stretto contatto con le municipalità interessate per ridurre l’impatto della tempesta sui rifugiati, soprattutto sui bambini. La risposta dell’UNICEF include, fra l’altro, la fornitura di kit per l’inverno, kit igienici, coperte e teli di plastica alle famiglie colpite.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pelonzi-Tempesta (PD): “Con Raggi, anche i turisti depennano Roma dalle loro mete”

Posted by fidest press agency su sabato, 8 dicembre 2018

“Roma perde posizioni anche nel turismo e si allontana dalla top ten mondiale. Superata anche da Istanbul. Dopo la fuga delle aziende nazionali e degli investitori ora anche il settore economico più importante della Capitale paga lo scotto dell’immagine negativa prodotta dalla giunta Raggi nel mercato mondiale dei viaggiatori. Rifiuti, trasporti insufficienti e pericolosi, manutenzione del verde al palo, strade come gruviere e degrado diffuso umiliano la Città e allontanano i visitatori. Questi i motivi che hanno inibito la possibilità a Roma di crescere e di intercettare lo sviluppo del settore che viaggia al 4,5 % a livello mondiale. La ‘città eterna’ relegata alla quindicesima piazza mondiale, a grande distanza da Londra e Parigi, mostra tutti gli effetti dell’inadeguatezza dell’amministrazione M5S incapace di proiettare la Capitale nella competizione mondiale. La rinuncia ad importanti appuntamenti internazionali, la scarsa offerta culturale e attrattiva di Roma. La giunta Raggi ha spento la città e l’ha proiettata in una situazione di perenne emergenza che ne umilia le potenzialità. Le prossime festività natalizie per il settore turistico rischiano di essere un’ulteriore boomerang se non verrà arginata l’emergenza rifiuti.”Così in una nota il capogruppo del PD capitolino Antongiulio Pelonzi e la consigliera Giulia Tempesta.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 Mag 2018

Milano Sabato 26 maggio dalle 11 alle 12 alla Galleria d’Arte Moderna di Milano (GAM) Villa Reale, Via Palestro 16 presentata da GAM, il Museo Solomon R. Guggenheim di New York e UBS sarà possibile visitare la mostra accompagnati da uno degli architetti di AOUMM, lo studio di architettura che si è occupato degli allestimenti legati all’esposizione nella sua sede milanese.
Sempre sabato, alle ore 17.30, avrà inoltre luogo, presso la Sala da Ballo di GAM, la conferenza “Dagli spazi pubblici alle istituzioni culturali: in che modo l’architettura facilita l’integrazione sociale e lo scambio tra culture nel contesto urbano?” Riunendo diversi professionisti nell’ambito dell’urbanistica e dell’architettura, l’incontro esplorerà la creazione di spazi culturali al fine di superare barriere fisiche e concettuali. Analizzando diversi modelli di smart cities, i relatori discuteranno Milano come caso di studio per le pratiche di scambio e valorizzazione culturale. Interverranno Luca Astorri dello studio di architettura AOUMM, Elena Granata, professore di Urbanistica presso il Politecnico di Milano e Piero Pelizzaro, Chief Resilience Officer del Comune di Milano.
Domenica 27 maggio alle ore 10.30 e domenica 3 giugno alle ore 10.30: Paesaggi Emotivi. Un percorso multi-sensoriale per tutta la famiglia Visita in mostra + laboratorio per famiglie con bambini di 6-11 anni – durata 90’ Con l’aiuto di materiali appositi, i visitatori useranno i propri sensi per esplorare alcune delle opere e scoprire che non sempre ciò che ci appare “estraneo” e lontano lo è così tanto.
Sabato 2 giugno dalle 11 alle 12 sarà invece possibile incontrare personalmente uno dei 13 artisti in mostra, Ali Cherri, che guiderà il pubblico in un esclusivo tour dell’esposizione (in lingua inglese).Continuano inoltre anche nelle ultime settimane di apertura le visite guidate e i workshop per il pubblico, famiglie e scolaresche, organizzati in collaborazione con Ad Maiora, per offrire un’interpretazione interattiva dei temi della mostra. Nello specifico sono previsti i seguenti appuntamenti (da prenotare sul sito admaiora.education):
Domenica 3 giugno – ore 14:00: visita guidata alla mostra
Sabato 16 giugno ore 16.30: SpostaMenti. Idee e persone in movimento.Percorso tematico in mostra per adulti – durata 60’Un viaggio non lineare, attraverso un puzzle di diverse epoche, materiali, tecniche, idee, luoghi, uno spostamento fisico e intellettuale al termine del quale ci chiederemo se, anche nella nostra testa, qualcosa è cambiato. Tutti i dettagli per le modalità di partecipazione e prenotazione dei vari eventi sono disponibili su gam-milano.com

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In piedi nella tempesta: impegno morale e audacia della parola in Etty Hillesum

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 Mag 2017

Roma Martedì 23 Maggio 2017, ore 15:30 Dipartimento di Scienze della Formazione, Aula 2 Piazza della Repubblica 10. Tavola rotonda In piedi nella tempesta: impegno morale e audacia della parola in Etty Hillesum Intervengono Maria Teresa Pansera, Anna Aluffi Pentini, Maria Gabriella Nocita, Francesca Brezzi Coordina Maria Teresa Russo. A partire dai volumi di Giancarlo Gaeta, Il privilegio di giudicare. Scritti su Etty Hillesum, Apeiron editore 2017 Antonella Fimiani, Donna della parola. Etty Hillesum e la scrittura che dà origine al mondo, Apeiron editore 2017 Saranno presenti gli autori.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Inflazione USA: aria di tempesta

Posted by fidest press agency su martedì, 21 febbraio 2017

graficoL’aumento significativo dell’inflazione dipende da numerosi fattori. Primo – una forte espansione congiunturale, già in atto. Negli USA l’attività economica ha fatto segnare una netta accelerazione nel secondo semestre 2016 e dovrebbe mantenersi positiva anche nei prossimi mesi. La fiducia dei consumatori è ai massimi da nove anni[1], mentre la disoccupazione è prossima ai minimi novennali. Il nostro indicatore anticipatore ha raggiunto il livello più alto dal 2014. L’“effetto Trump” dovrebbe stimolare ulteriormente la crescita: il nuovo presidente, infatti, ha promesso di incrementare la spesa per le infrastrutture di 500 miliardi di dollari e tagliare le imposte sulle aziende dall’attuale 35% al 15%. In tale contesto, l’inflazione potrebbe salire rapidamente con tutta una serie di conseguenze, tra cui adozione di toni meno accomodanti da parte della Federal Reserve, inasprimento dei tassi di interesse, apprezzamento del dollaro e pressioni sugli strumenti finanziari più rischiosi.I prezzi sono già in salita. L’inflazione complessiva annuale ha raggiunto l’1,7% a novembre 2016 (in rialzo dallo 0,4% di un anno prima) e in base ai nostri modelli salirà ulteriormente, fino al 2,5% a metà 2017.Per ora, tuttavia, gran parte delle pressioni sui prezzi si deve alla ripresa delle commodity, una componente dell’inflazione tradizionalmente volatile su cui la Fed non ha alcun controllo.L’indicatore d’inflazione preferito dalla banca centrale, l’indice della spesa al consumo personale (PCE core), è salito dell’1,6% in novembre, trainato dall’aumento degli affitti e delle spese sanitarie. Il target del 2% fissato dalla Fed è ormai dietro l’angolo. Ora ci si chiede non tanto quando sarà raggiunto, ma di quanto sarà superato.
Abbiamo esaminato 30 indicatori d’inflazione relativi a tre canali che solitamente alimentano le pressioni sui prezzi: attività economica, mercato del lavoro e fattori internazionali (p.e. tasso di cambio e prezzi globali delle commodity). Un quarto canale, quello dell’offerta monetaria, segue un percorso molto diverso di lungo periodo ed è diventato sempre più instabile in seguito all’attuazione del quantitative easing. Dodici di questi indicatori mostrano un cambiamento significativo dell’inflazione, che quest’anno dovrebbe superare il 2%. Nel complesso attualmente il nostro modello indica una probabilità di superamento di tale soglia pari al 26% nei prossimi 12 mesi rispetto al 21% di gennaio 2016. Tale dato è molto vicino al livello del 27% al di là del quale la probabilità diventa rilevante.
Oltre che dai prezzi delle commodity, le principali pressioni inflazionistiche giungono da vendite al dettaglio e mercato residenziale; nei prossimi mesi è comunque atteso un rallentamento dei prezzi in ambito immobiliare. Anche la minore produttività negli USA riveste un ruolo chiave.
Per contro, il tasso breakeven obbligazionario – un parametro delle attese inflazionistiche del mercato basato sulla differenza tra il rendimento di un bond a tasso fisso e quello di un bond indicizzato all’inflazione – e gli indicatori dell’attività economica nel complesso suggeriscono che l’inflazione non costituisce un rischio nel breve periodo.Anche se il PCE core dovesse raggiungere il 2%, è improbabile un netto superamento del target della Fed. Possiamo affermarlo con ragionevole certezza dato che l’aumento dei prezzi tende a manifestarsi fino a 20 mesi dopo gli sviluppi in ambito economico e sul mercato del lavoro, circa un anno dopo la variazione delle attese inflazionistiche e almeno sette mesi dopo l’evoluzione del quadro internazionale. Pertanto, anche se le nubi si stanno già addensando, è più probabile che la tempesta si scateni nel 2018 che nel 2017.
grafico1Come agirà la Fed? Si prevede un inasprimento monetario più aggressivo di quanto scontato dal mercato. Per ora, crediamo ci saranno due rialzi dei tassi di 25pb quest’anno, ma il numero potrebbe salire in caso di maggiori preoccupazioni della banca centrale circa le pressioni sui prezzi previste per il 2018 e oltre. Un’espansione economica molto superiore alle attese – probabilmente alimentata dalle politiche di Trump – rappresenterebbe un importante catalizzatore.Stimiamo che il prossimo anno le misure del nuovo Presidente concorreranno per l’1% alla crescita economica anche se tale contributo sarà in parte annullato da altri fattori come vigore del dollaro e prezzi del petrolio più elevati.Perché l’output gap (empirico) si mantenga positivo, nel 2017 il PIL dovrà crescere di oltre il 2,7% così da far salire le probabilità di inflazione a livelli significativi. Alla luce delle attuali previsioni di un’espansione del 2,3%, si tratta di una possibilità tutt’altro che remota.
Restiamo convinti che la Fed preferisca fronteggiare i rischi legati a una maggiore inflazione piuttosto che quelli dovuti a un inasprimento prematuro in un periodo in cui la crescita non è ancora abbastanza solida. Se comunque nel corso dell’anno l’espansione proseguirà al ritmo attuale, inizierà a influire sull’inflazione. In un’ottica di investimento, sarà quindi consigliabile prendere in considerazione potenziali coperture contro l’inflazione. Dopo tutto è sempre prudente mettere in valigia un ombrello se all’orizzonte ci sono delle nubi, per quanto lontane.
In tale categoria rientrano produttori di commodity, titoli industriali e delle infrastrutture. Nel settore immobiliare, le locazioni commerciali indicizzate all’inflazione dovrebbero alimentare un maggior flusso di reddito, ma l’eccesso di offerta sui mercati chiave potrebbe erodere i rendimenti complessivi.In questo caso i benefici di una protezione contro l’inflazione sono associati alla potenziale sottoperformance dovuta all’aumento dei tassi reali, un trend valido anche per l’oro. Le caratteristiche di bene rifugio del metallo prezioso, tuttavia, dovrebbero garantire una certa protezione in caso di variazioni estreme e/o turbolente dell’inflazione. Le società energetiche europee e alcuni segmenti dei mercati emergenti appaiono piuttosto convenienti e dovrebbero essere sostenuti dalla reflazione, in particolare se tale trend dovesse diffondersi al di fuori degli Stati Uniti. (fonte: BC Communication) (foto: grafici)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro “L’urlo silenzioso d’aiuto”, di Andrea Bottaccin

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2015

Andrea BottaccinPadova venerdì 25 settembre 2015,dalle 18 alle 20 Caffè Pedrocchi via VIII febbraio 15.Alba del XXI secolo: il modello Nord-est entra in crisi e Bottacin decide di partire per la Sicilia, per esattezza per l’isola di Lampedusa. È un’isola che conosce già perché vi aveva trascorso le vacanze durante la sua infanzia. Avviene qui una operazione al contrario, di solito dal Sud si viene al Nord, lui invece dal Nord va al sud. A Padova fa il restauratore , in Sicilia vuol fare il pescatore.
Certo non tutto sarà facile: da una grande città ad un porto di pescatori, la prima barca, le relazioni con gli isolani, il lavoro faticoso sul mare, Il distacco poi dalle sue relazioni famigliari. Lui ci dice che scrive questo libro con la speranza di rinascere e che questo è il capitolo più importante della sua vita. Quando poi pensa ad imprenditori che nella nostra regione si sono tolti la vita, dice di provare dolore per questi gesti, ma che a lui hanno dato la capacità di comprendere il valore di continuare a vivere e a reagire e tenersi forte nella tempesta. Per evitare di soffocare, si è deciso di fare uscire le parole, chiedere comprensione, perdonarsi, perdonare. “Dovete leggere che sono senza isola, sospeso in un Nord provinciale, agiato, basato sull’esteriorità. E vi dico che non ho niente eppure crederci non vi riesce. Ma io intendo ripartire, crearmi nuove destinazioni, tornare a pescare nel mio mare.” (foto: Andrea Bottaccin)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Passata è la tempesta”?

Posted by fidest press agency su martedì, 8 febbraio 2011

Roma Venerdì 11 e sabato 12 febbraio il Teatro Colosseo accoglie in palcoscenico ENRICO BERTOLINO col suo nuovo spettacolo “Passata è la tempesta”? Nuovi lampi di ovvietà.
Un pungente monologo scritto dallo stesso Enrico Bertolino insieme a Curzio Maltese, Andrea Zalone, Luca Bottura per la regia di Massimo Navone e con le musiche di Teo Ciavarella. In un paese dove oramai si esulta perché la crisi è alle spalle, senza rendersi conto che è proprio quella la posizione più pericolosa per affrontarla, sorge spontanea una domanda di Leopardiana memoria: “Passata è la tempesta”? In questo nuovo appuntamento teatrale, protagonista è la realtà che non solo ha superato, ma addirittura doppiato la fantasia, tanto da farla apparire inutile e noiosa. Notizie, situazioni, episodi sconcertanti che a causa del TRC (tasso di rassegnazione del cittadino) vengono percepiti come normali avvenimenti, battute e iperboli che diventano titoli di giornale. Enrico Bertolino cerca di trovare il rimedio che ridia il giusto significato alle cose.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il sole dopo la tempesta

Posted by fidest press agency su domenica, 4 luglio 2010

Il CIRPS (Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile) con il Comune dell’Aquila, l’ANCI Abruzzo, Legambiente la Reseda Onlus, indicono un bando per concorso di idee per l’installazione di pannelli solari termici nelle città, frazioni e piccoli comuni della provincia dell’Aquila inclusi nel cratere. Il concorso attribuirà 110 collettori solari termici a soggetti sia pubblici sia privati suddivisi tra i progetti più innovativi, con maggiore contenuto sociale e comunque a beneficio delle popolazioni colpite dal sisma. Il concorso ha lo scopo di donare tali pannelli ai progetti che meglio sapranno interpretare l’aspetto sociale e innovativo di tale tecnologia nell’ambito della ricostruzione nelle zone colpite dal sisma. Il bando e tutto il materiale relativo sono pubblicati su http://www.legambienteabruzzo.it, http://www.cirps.it, http://www.legambiente.eu, http://www.resedaweb.org, http://www.comune.laquila.it, ww.anci.it, e si inserisce nell’ambito del programma di Solarizzzazione Post-terremoto del CIRPS, iniziato subito dopo il 6 aprile 2009 e che ha visto l’installazione di circa 70 m2 di solare termico e 50 m2 di solare fotovoltaico in 10 tendopoli del Comune e della Provincia dell’Aquila, coinvolgendo attivamente la popolazione e sensibilizzandola sui temi delle energie rinnovabili e della sostenibilità ambientale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Burqa: Non serve una legge, c’è già

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

Si apre il dibattito sul burqa e il niqad anche in Italia, dopo che la Francia, per bocca del suo presidente, Nicolas Sarkozy, ha deciso di avviare le procedure per proibirne l’uso in pubblico. La nostra ministra per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, ed altri esponenti politici del centro destra, si sono dichiarati favorevoli ad una legge che ne vieti l’utilizzo in pubblico. Tanto rumore per nulla si potrebbe dire, perchè non c’è bisogno di una legge apposita. Qualsiasi agente appartenente a Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale, Polizia Penitenziaria, Polizia Provinciale e Polizia Municipale, può richiedere i documenti ad una persona che nasconde il proprio viso, proprio per accertarne l’identità. Insomma è una tempesta in un bicchier d’acqua. Ci sembra un po’ incongruente questo rapido omologarsi alle intenzioni francesi perche’, se non ricordiamo male, ci fu una critica di segno opposto quando in Francia si proibì l’uso di veli copricapo nelle scuole.  Il velo era considerato un simbolo religioso e proibirne l’uso imponeva analogo atteggiamento nei confronti di altri immagini religiose, crocifisso compreso. Siamo, quindi, alla politica dei “due forni”, tanto per usare una metafora che va di moda: quando serve si sostiene un principio, per poi supportarne uno di segno opposto in altre situazioni. D’altronde non sono costoro che amano tanto la famiglia da averne piu’ di una? (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza Filippine: la Caritas interviene

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2009

La tempesta tropicale Ketsana ha colpito nei giorni scorsi le Filippine allagando l’80% della capitale Manila e 27 province, causando centinaia di morti e circa mezzo milione di sfollati. La Caritas si è prontamente attivata e sostiene complessivamente 10.000 famiglie, circa 50.000 persone.  Aiuti alimentari, in particolare riso, sono stati distribuiti ad   Antipolo in Rizal, Bulacan, Pampanga, Cavite, e San Pablo in Laguna.   Presso la St. Paul University a Manila, con l’aiuto di professori, studenti e altri volontari, sono stati preparati kit con prodotti igienico-sanitari e aiuti d’urgenza per 5.000 famiglie.  Suor Rosanne Mallillin, direttrice della Caritas delle Filippine (Nassa – National Secretariat for Social Action-Justice and Peace), ringrazia per le espressioni di solidarietà ricevute da tutta la rete Caritas e ribadisce l’impegno accanto agli sfollati con aiuti di emergenza, ascolto e monitoraggio delle necessità delle famiglie. Sottolinea la difficoltà delle condizioni in cui si è costretti ad operare e il rischio di epidemie a causa della contaminazione dell’acqua. Caritas Italiana rinnova la sua vicinanza nella preghiera e la disponibilità a sostenere gli sforzi di Caritas Filippine che affianca da anni con microprogetti, interventi di sviluppo e aiuti di urgenza.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La quiete …invece… della tempesta

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

Con 555 voti sui 644 voti validi (713 i totali), il popolare polacco Jerzy Buzek è stato eletto, al primo turno, nuovo Presidente del Parlamento per i prossimi due anni e mezzo. Questo evento dimostra la semplicioneria, l’incapacità pianificatrice del cavaliere. Nel corso della campagna elettorale ha ribadito regolarmente la sua certezza: Mauro sarebbe stato il nuovo presidente  del Parlamento, affermando, come collaudata consuetudine le sue convinzioni come ineluttabili imposizioni che gli altri non avrebbero poturo far altro che accettare. • Abbiamo il maggior numero di elettori al Parlamento europeo, •abbiamo il gruppo più numeroso del PPE, •abbiamo nel PPE il gruppo più significativo del Parlamento, •abbiamo il nostro candidato autorevole, aggiungendo un altro lungo listone di “abbiamo”  che avrebbe tramutato la sua decisione in imposizione. Ma le nazioni più avanzate hanno capito che il cavaliere con una simile sortita, voleva dimostrare di essere il leader al quale bisognava arrendersi, sottomettendosi al suo volere. La presidenza di turno del G8, gabellata come un record personale dovuto alla sua persona, senza chiarire che si trattava solo di un tourn over, scevro da meriti personali, aveva già galvanizzato il cavaliere che già intravedeva la sua leadership dilatata nell’intera Europa. Così il progetto che doveva diventare imposizione si infranse nel deciso “No” delle altre nazioni; per evitare figure ancora peggiori Mauro ritirò la candidatura imposta dal cavaliere che in essa vedeva se stesso presidente del  Parlamento europeo per interposta persona. Quindi il ridimensionamento della presidenza del G8, per la quale è stato vantato un successo, ma solo per quanto “non è successo”; ha dovuto comportarsi da persona normale, soffocando l’esibizionismo consueto che lo illude, da sempre,  di essere l’insostituibile sale della terra.Ovviamente della presidenza europea di Jerzy Buzek, i notiziari vincolati agli ordini del silenzio, non parleranno se non come accademica cronaca, non potendo esaltare oltre ogni immaginazione se fosse riuscito il giochetto della candidatura di Mauro; sarebbe stata una tempesta di parole per esaltare la grandiosità del cavaliere e la sua leadeship europea.  Fallito il progetto viene imposta la  “quiete” … invece… della “tempesta”; il buon Leopardi torni a non rivoltarsi nella tomba dopo quella lirica del poetesso Bondi  “A Silvio”. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »