Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘tentativo’

Mediazione in crescita

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 marzo 2012

Sono già 118 le domande di mediazione ricevute solo dall’inizio del 2012 dall’organismo della Camera di Commercio di Udine, in aumento di oltre il 30% rispetto al dato 2011, considerato come anno zero in quanto è entrata in vigore l’obbligatorietà del tentativo in diverse materie stabilite dalla legge. Obbligatorietà che proprio dalla prossima settimana sarà estesa ad altre due materie, condominio e risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti. Per diffondere il corretto approccio all’istituto e sensibilizzare soprattutto le aziende, primario interlocutore della Cciaa, sull’opportunità offerta dalla mediazione, specie per la riduzione dei tempi e dei costi del procedimento, l’ente camerale ha organizzato oggi in Sala Valduga un seminario molto partecipato, introdotto dal presidente della Cciaa Giovanni Da Pozzo e dal presidente dell’Ordine dei Commercialisti Marco Pezzetta, con la moderazione dell’avvocato udinese Andrea Purinan.«I dati sono significativi e testimoniano l’impegno pluriennale dei nostri uffici, che si sono trovati pronti a gestire le novità normative – ha detto Da Pozzo –. Non possiamo considerare la mediazione una risposta risolutiva, ma crediamo che in un Paese con problemi strutturali, un carico sempre maggiore sulle spalle delle imprese tra costi del lavoro, fiscalità, costi energetici elevati e lentezza della giustizia, la mediazione sia un primo passo per trovare accordi in tempi rapidi e certi». Un’opportunità da cogliere con un approccio costruttivo, dunque, come è stata indicata da tutti gli intervenuti, a partire dallo stesso moderatore, che ha invitato a pensare alla mediazione non come a «un altro modo di fare giustizia ma a un modo diverso di tutelare gli interessi in campo». La mediazione favorisce la collaborazione e non la contrapposizione ed è inoltre un istituto in cui il ruolo dei professionisti è fondamentale, ha aggiunto Pezzetta. «In un Paese non abituato a risolvere i problemi, c’è uno strumento nuovo che, anche se perfettibile e da tarare, bisogna cominciare a utilizzare», ha detto. Se Nicola Giudice, responsabile del Servizio conciliazione della Camera Arbitrale di Milano, si è soffermato sull’utilità della mediazione tra soggetti di Paesi diversi, Sergio Ceccotti, commercialista, formatore di mediatori e mediatore della Cciaa di Udine, ha introdotto i vantaggi della mediazione per le imprese. Ben riassunti infine da Tiziana Pompei, vicesegretario generale di Unioncamere: 46 giorni di durata media di una conciliazione a fronte dei 1.108 giorni di un giudizio di primo grado. I costi? In Cciaa il 3% del valore della controversia a fronte del 29,9% in una causa davanti al giudice. La Pompei ha anche evidenziato il ruolo centrale delle Cciaa nell’organizzazione della mediazione, le regole a garanzia di una mediazione accessibile per tutti, consumatori e imprese, e la formazione dei mediatori. Nel 2011, sono stati 1400 i mediatori camerali formati in Italia, mentre i procedimenti depositati sono cresciuti passando dai 1570 di marzo-aprile dello scorso anno ai ben 17.510 di febbraio 2012. Mediazioni che hanno riguardato soprattutto diritti reali, locazioni, contratti bancari e assicurativi.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Zanda: Alemanno un fallimento come Moratti

Posted by fidest press agency su martedì, 24 maggio 2011

Dichiarazione del senatore Luigi Zanda, vicepresidente del Gruppo Pd a Palazzo Madama “Ieri mattina, in una lunga intervista, Gianni Alemanno si dilunga in consigli e suggerimenti a Letizia Moratti spiegandole nel dettaglio cosa dovrebbe fare per battere Pisapia: guarda un po’, la Moratti dovrebbe seguire proprio l’esempio di Alemanno sindaco di Roma”. Così il senatore Luigi Zanda, vicepresidente del Gruppo Pd a Palazzo Madama. “A parte che la causa della Moratti – prosegue Zanda – è chiaramente una causa persa, il tentativo di Alemanno di accreditarsi nel ruolo del buon amministratore è semplicemente ridicolo. Come i romani hanno ormai ben compreso, Alemanno (allo stesso modo della sua collega Moratti) non sa fare il sindaco e si avvia a concludere una disastrosa gestione. Moratti e Alemanno sono accomunati dal medesimo flop: due sindaci al primo mandato (tradizionalmente di successo) che non hanno alcuna chance di essere rieletti”. “In tre anni non si ricorda neanche un’opera di un qualche rilievo che sia attribuibile al lavoro (!) di Alemanno sindaco di Roma. L’unico risultato visibile della sua azione politica – conclude Zanda – è la carriera di molti personaggi a lui vicini e di loro parenti in società partecipate dal Comune. Non è un caso che da tempo a Roma si rincorrano boatos sulla tentazione di Alemanno di lasciare anticipatamente il Campidoglio”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tentativo di assassinio di Maurizio Belpietro

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Dichiarazione di Marco Pannella, rilasciata a Radio Radicale: “Nell’attuale contesto, il tentativo di assassinio di Maurizio Belpietro è misura già di per sé letteralmente tragica, della condizione in cui il sessantennio antidemocratico e partitocratico, stanno ormai seppellendo la Repubblica, la stessa società civile italiana. Questo evento equivale a quanto in diritto viene qualificato come reato di pericolo. Quello, per intenderci, per cui il reato di strage è imputato all’autore del mero “tentativo di”. Non sono nemmeno sicuro che la regia sia circoscrivibile al solo bersaglio italiano. La “stella gialla” che abbiamo evocato pubblicamente come drammatico, quasi estremo, monito per il mondo, e non solo per l’Italia, continua  a trovare conferma del riproporsi – come nel 1938/39 – della accecante evidenza dei fatti e dei misfatti che andavano e ora vanno non più solo maturando, ma esplodendo. Preannunci abbondano di “nuova” Shoah. Uno qualunque, come sono, prevedeva e vedeva – con i suoi compagni del Nonviolent Radical Party transnational and transparty – quel che si va ormai perfino manifestando. Se i servizi di sicurezza e la loro direzione politica non hanno nulla da dire autorizza purtroppo il timore, il solo sospetto che potrebbero essere anche qui  tornati gli anni Trenta e Quaranta o quelli Settanta e Ottanta, con i loro inquinamenti, “deviazioni”, manipolazioni e tradimenti. A Maurizio Belpietro indiscussa, necessaria, affettuosa, operante solidarietà. Egli è stato scelto perché il suo volto pulito e gravemente sereno, conosciuto da decine di milioni di telespettatori era, il più adatto a scatenare emozione, la violenta reazione degli onesti italiani, esasperati dalla repellente identità (non più solo “immagine” ) della “politica” esibita e violenta come negli anni fascisti o comunisti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’uomo-computer muta in umano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2010

Il pittore Ruffo Caselli, caposcuola della corrente artistica Esistenzialismo Cibernetico, è stato studiato dalla più prestigiosa comunità internazionale di cibernetica che ha pubblicato le sue opere, risalenti agli anni ‘70-‘80, nell’ultimo numero di “Cybernetics & Human Knowing, a journal of second order cybernetics, autopoiesis and cyber semiotics”.  (www.chkjournal.org) Nel quadro intitolato “Sogno”, due profili, quasi grottesche caricature, emergono dall’ombra in un ripetuto, tormentato, tentativo di avvicinamento. Possiamo pensare che, i suoi ibridi uomo-computer dei decenni scorsi siano mutati in Post-computers, Post-robot”. Un esame attento delle opere piu’ significative di Ruffo Caselli, e’ stato condotto a New York dal Centro Per lo Studio Multidisciplinare dell’Esistenzialismo Cibernetico, (www.cyberneticexistentialism.com) un importante salotto letterario privato, nel centro di Manhattan, dove si riuniscono dietro invito appassionati d’arte e di filosofia per discutere temi attuali. (Cybernetic)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni universitarie: La vittoria della minoranza

Posted by fidest press agency su domenica, 16 maggio 2010

L’Ufficio Stampa Azione Universitaria rende noto: “La sinistra universitaria continua a inviare comunicati stampa per dire che ha vinto le elezioni nel vano tentativo di esorcizzare la realtà. In questa psicopatica frenesia comunicativa si sono anche divertiti a offendere Gasparri e la Meloni. Siamo contenti che i vertici dell’UDU siano soddisfatti del risultato che hanno  ottenuto, ci auguriamo che continuino cosi’ per sempre: loro a festeggiare e noi a governare il Consiglio Nazionale Universitario. I numeri possono essere sempre interpretati, ma il CNSU e’ un organo di 30 eletti (28 studenti e 2 tra specializzandi e dottorandi) che al proprio interno elegge anche a maggioranza un presidente. Vedremo dopo lo spoglio dei voti se il presidente sara’ espressione dell’UDU o delle liste di centrodestra. Questo e’ l’unico sistema per vedere chi ha vinto. Le liste di sinistra dell’UDU su 28 studenti eletti al massimo potranno contare su 10-11 rappresentanti, se per loro questa e’ una vittoria a noi va benissimo così. Se vogliono gli stringiamo la mano e gli diamo pure una coppa per aver vinto la possibilità di rimanere minoranza tra gli studenti e opposizione al CNSU. Contenti loro…”

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La mediazione civile: una buona legge

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 maggio 2010

La nuova legge 28/2010 è stata scritta nel rispetto del quadro regolatorio europeo ed in sede di recepimento delle direttive comunitarie non si sono verificate improprietà da dover essere ora superate – continua il presidente Pecoraro – intervenuto in una conferenza stampa per l’inaugurazione di una camera di conciliazione presso il Comune di Battipaglia nel Salernitano. I Tribunali sono già in ritardo sulla mediazione civile da demandare agli organismi di conciliazione costituiti da enti pubblici e privati. Infatti, sono circa un milione e mezzo i procedimenti che già dal 20 marzo 2010, potevano e possono essere risolti attraverso il tentativo di conciliazione affidato a conciliatori altamente professionalizzati, così come disposto dal 2° comma dell’art. 5 del D.Leg.vo n. 28/2010. I giudici non necessariamente debbono attendere il termine per l’obbligatorietà (20 marzo 2011) per demandare a detti organismi, l’esperimento di un tentativo di conciliazione a tutela di diritti disponibili delle parti in lite attraverso la mediazione civile. Chi afferma che la conciliazione demandata agli organismi si traduce in un business non sa quel che dice, gli Organismi di Conciliazione, sono solo il tramite tra il conciliatore al quale vengono corrisposti i compensi, e le parti  che lo versano, secondo tariffe dep! ositate presso il Ministero. Può diventare un business – dice Pecoraro – solo se si consente alle società di capitale o di persone la gestione e l’amministrazione della mediazione civile. Per una buona riuscita della deflazione dei procedimenti in corso, mediante la mediazione civile, deve avvenire con organismi  quali: associazione senza scopo di lucro, camere di commercio (con qualche distinguo) e gli ordini professionali degli avvocati. Il contenzioso pendente davanti ai giudici – afferma ancora il presidente dell’A.N.P.A.R. Pecoraro – è una grande opportunità per avvocati, dottori commercialisti – praticanti, neo-laureati in materia giuridiche ed economiche, che potranno spartirsi circa un miliardo e cinquecentomilioni di euro per le sole mediazioni civili riguardanti questione condominiali e questioni finanziarie, societarie e bancarie. Compensi, corrisposti a conciliatori specializzati che, in momenti di crisi, come questa che stiamo attraversando, non sono poca cosa. (ufficio stampa Giornalista  A.Bove)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il Pdl attacca la Questura di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Un Governo che sfila contro un altro potere dello Stato (visto che ieri a Roma abbiamo sentito solo slogan contro la Magistratura che è un potere dello Stato) e che smentisce i propri organismi (visto che stamattina gli organizzatori della manifestazione di Roma contestano i dati della Questura che, se qualcuno se lo fosse dimenticato, è composta da uomini della Polizia che si chiama di Stato…). Questo è il paradosso kafkiano, il festival dell’assurdo che sta vivendo in questo momento l’Italia, probabilmente senza neanche accorgersi della gravità di quanto accade. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia – attacca duramente le osservazioni dei rappresentanti del Governo e lo stesso Premier che “nel tentativo di accreditare un altro suo fallimento – dice Franco Maccari – fa pronunciare ai suoi uomini parole dai contenuti pericolosissimi. Cosa spera di ottenere se Gasparri parla di un Questore in coma etilico e Cicchitto definisce la Polizia deviata? Glielo diciamo noi cosa otterrà – dice ancora Maccari – un violento scontro sociale senza precedenti in cui i mandanti, questa volta in maniera palese, (in altri tempi lo furono in maniera oscura), saranno proprio i rappresentanti del Governo che dovrebbero tutelare la società e non darla in pasto agli istinti di chi, nel nome di un’impunità che sente arrivare dall’alto, si sentirà autorizzato a sbeffeggiare il lavoro di tutti quei Poliziotti impegnati nella tutela della sicurezza e della legalità”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Avvocati guardiani della conciliazione

Posted by fidest press agency su martedì, 16 marzo 2010

L’istituto della mediazione finalizzato alla conciliazione ha lo scopo di snellire il carico giudiziario giungendo ad una soluzione delle controversie civili e commerciali in un brevissimo lasso di tempo, con costi molto contenuti rispetto all’instaurazione di un procedimento giurisdizionale e con una procedura in cui le parti saranno entrambe appagate dalle reciproche concessioni.  Con l’approvazione definitiva del decreto legislativo richiamato si estende, fra 12 mesi, l’obbligatorietà del tentativo di conciliazione già in vigore per i rapporti societari, i trasferimenti di partecipazioni sociali, i patti parasociali, i rapporti di intermediazione mobiliare, il credito per le opere pubbliche, i patti di famiglia, controversie in materia di subforniture, di diritti d’autore, di telecomunicazioni, di affiliazione e franchising, turismo e tinto lavanderie, anche a materie che notoriamente determinano un carico consistente di contenzioso tre le parti e che attengono a diritti disponibili in materia civile e commerciale quali: il condominio, la locazione, la responsabilità derivante da colpa medica ed i contratti bancari, finanziari, assicurativi, risarcimento del danno derivanti dalla circolazione di veicoli e natanti, dal danno derivante da diffazione con il  mezzo della stampa! o con altro mezzo di pubblicità .  Questo tentativo di conciliazione, che non ha nulla da spartire con i famosi tentativi in materia di lavoro (abolito) o di quelli messi in atto da associazioni di categoria con commissioni paritetiche o dalle Camere di Commercio non iscritte nell’elenco dei conciliatori tenuto presso il Ministero della Giustizia o da ordini degli avvocati non ancora Organismi di Conciliazione, è davvero eccezionale, perchè è affidato unicamente a figure professionali qualificate e specializzate in grado di svolgere il ruolo di conciliatore. Saranno, dunque, gli Organismi di Conciliazione sorvegliati dal Ministero della Giustizia a dare una mano ai Giudici ed agli Avvocati, nel limitare i danni dovuti ai tempi lunghi per avere giustizia.La normativa prevede infatti che i conciliatori specializzati dovranno concludere al massimo entro quattro mesi la conciliazione.Altra norma che interessa direttamente la categoria degli avvocati è l’art. l’art. 4 comma 4°, del citato Decreto che prevede: il dovere dell’avvocato, disciplinarmente sanzionabile, di informare il cliente prima dell’instaurazione del giudizio o nel corso di esso, per iscritto, di tutte le possibilità conciliative, inclusa quella di ricorrere ad organismi di conciliazione;  che, l’informazione deve essere fornita chiaramente e per iscritto; che, in caso di violazione degli obblighi di informazione, il contratto tra l’avvocato e l’assistito e’ annullabile; che, il documento che contiene l’informazione deve essere sottoscritto dall’assistito; che, una volta sottoscritto l’informativa deve essere allegato all’atto introduttivo dell’eventuale giudizio; che, il giudice che verifica la mancata allegazione del documento, se non provvede ai sensi dell’articolo 5, comma 1, informa la parte della facolta’ di chiedere la mediazione; che, il giudice, anche in sede di giudizio di appello, (Art. 5 comma 2) valutata la natura della causa, lo stato dell’istruzione e il comportamento delle parti, puo’ invitare le stesse a procedere alla mediazione; che, questo organismo e` nato, anche, con lo scopo di porsi al servizio degli dei magistrati e Avvocati italiani per per deflazionare di carichi pendenti e di quelli a venire,aventi per argomento la risoluzione di controversie civili e commerciali

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ordinanze anti-buche nella Capitale

Posted by fidest press agency su giovedì, 25 febbraio 2010

“Gli strumenti per il controllo della corretta esecuzione dei lavori pubblici esistono già, basterebbe applicarli con trasparenza”. Così il vicepresidente dell’Italia dei Diritti Roberto Soldà si scaglia contro le ordinanze recentemente firmate dal sindaco Alemanno, inserite nel regolamento per gli scavi da parte di aziende di pubblico servizio. Queste prevedono tra l’altro la nomina di trentacinque ispettori con potere di elevare multe fino a cinquecento euro per lavori eseguiti non correttamente; le sanzioni possono essere comminate anche nei giorni successivi il termine dei lavori,  con l’obbligo inoltre in capo alle aziende di ripristinare in ogni caso il manto stradale. Si tratta dell’ennesimo tentativo di risolvere l’annosa questione delle buche di cui sono costellate le strade della Città Eterna. Una soluzione che per il vicepresidente del movimento presieduto da Antonello De Pierro, “rappresenta solo un’inutile duplicazione degli incarichi, dal moment
o che esiste già la figura del direttore dei lavori deputata al controllo sull’esecuzione degli stessi”. La questione, per Soldà, va risolta a livello normativo diversamente, “impedendo cioè alle società autrici di una cattiva gestione dei lavori di poter nuovamente partecipare alle gare d’appalto, da condursi con severità e trasparenza. Occorre inoltre – conclude Soldà –  rescindere i contratti con le aziende che operano male, come peraltro è avvenuto con la Global Service di Alfredo Romeo”.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Operazione alla trachea

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Rischiava il soffocamento ed è giunta al Pronto Soccorso di Chieti in condizioni gravissime una ottantenne, residente in un paese del comprensorio, sottoposta nei giorni scorsi a un complesso e innovativo intervento chirurgico che le ha salvato la vita. E’ accaduto presso l’unità operativa di Chirurgia toracica del Policlinico teatino, diretta dal professor Rocco Sacco, dove la paziente ha subito una operazione alla trachea attraverso una piccola incisione al collo, dettata dall’impossibilità  di procedere per via tradizionale con la chirurgia «aperta»  a causa delle condizioni cardiache e polmonari assai critiche. L’équipe medica, perciò,  guidata dal dottor Teddy Iarussi – responsabile del Centro di riferimento regionale in Endoscopia toracica e disostruttiva –, ha scelto di percorrere strade alternative nel tentativo disperato di salvare la vita alla donna.  Le cose sono andate per il meglio e l’intervento, durato sette ore, è perfettamente riuscito, senza complicanze e con un decorso post operatorio normale, al punto che l’anziana è stata dimessa dopo una breve degenza e avviata a un necessario programma di riabilitazione respiratoria.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Piattaforme petrolifere

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 dicembre 2009

Serviva un durissimo intervento del coordinatore regionale di Italia Dei Valori – Puglia on. Pierfelice Zazzera, a denunciare quello che ci sembra essere l’ennesimo tentativo di scempio in materia ambientale di questo governo del profitto di pochi a danno della salute e dell’ambiente di tutti. Ed infatti, con un comunicato stampa di giovedì 03 dicembre la popolazione pugliese veniva a conoscenza per via indiretta dell’autorizzazione nei confronti della società inglese Northern Petroleum ltd da parte del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare di concerto con il Ministro per i Beni e le attività culturali con decreto il 15/10/2009 ad avviare le perforazioni per la ricerca di petrolio a 25Km ad est di Monopoli e in caso positivo l’insediamento di una piattaforma petrolifera offshore.  Il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori Giovanni D’Agata, ed IDV della provincia di Lecce, esprimono dunque una fortissima preoccupazione per i gravissimi rischi per l’ambiente, per la salute e per il turismo, conseguenti alla possibilità d’installazione di piattaforme per l’estrazione del petrolio in tutto il Canale d’Otranto, poiché già nel lontano 1993 l’ENI aveva parlato dell’esistenza di una grande riserva di idrocarburi proprio davanti alle coste del Salento. Per queste ragioni, temendo l’avvio di una nuova stagione di scempi ambientali alla ricerca dell’oro nero davanti alle coste della stupenda terra di Puglia, anche il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori Giovanni D’Agata, ed IDV della provincia di Lecce si uniscono alla protesta dell’on. Pieferlice Zazzera ed annunciano sin da ora barricate, se questo Governo dovesse proseguire nell’intento, visto che questa regione ha già dato tanto e tanto dà in termini di produzione energetica e di sfruttamento del territorio a tali fini, mentre pare si dimentichi che le Nostre più grandi fonti di produzione potrebbero essere il sole ed il vento.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Il trucco c’è… e si vede

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 agosto 2009

Il governo del cavaliere è riuscito a sconfiggere le speranze del Mezzogiorno che avrebbe voluto un partito Meridionalista. Lombardo si è lasciato “incaprettare”. I media di regime ci informano che la lungimirante generosità del governo ha messo a disposizione della Sicilia ben quattro miliardi di euro. Non  e’  vero !!!   Si tratta di somme dovute alla Sicilia che sono state bloccate nel tentativo di stornarle alle regioni della Lega; tentativo fallito per disposizioni precise dell’’UE che tali somme aveva destinato allo sviluppo della Sicilia e per colmare il GAP con il Nord d’Italia. Ma c’è  il trucco,  e si vede, basta guardare dove si mimetizza. Nella conferenza stampa, il ministro Tremonti ha esaltato le provvidenze governative, aggiungendovi, una Banca del Sud. E’ qui l’inghippo. A detta di Tremonti si tratterà di una banca privata, ma radicata nel territorio; è già pronto lo slogan, perché tutto deve avere uno slogan che sintetizzi le menzogne. Ma per mettere in piedi una banca privata, che dovrà essere operativa già fin dal dopo-ferie, al più tardi in ottobre, occorrono capitali liquidi, denaro contante, moneta vera e non subliminale… dove sono questi quattrini che non possono certamente essere gli spiccioli della spesa quotidiana? Ci vogliono miliardi, e pure tanti! Basta guardare alle coincidenze, che coincidenze non sono, ma rientrano in un piano ben preciso e articolato, per trovare il bandolo della matassa.  E’ in fase di approvazione un  ulteriore “scudo fiscale”, trasformato in amnistia, per promuovere, permettere, consentire, il rientro dei capitali scivolati casualmente all’estero. Ma non intendo parlare dei piccoli capitali dei grandi evasori, quelli non ci pensano nemmeno a far rientrare quei quattrini truffati alla collettività, “hic manebimus optine!”; rientreranno i grandi capitali delle mafie dell’intero mezzogiorno, che devono affrontare i costi degli appalti per le grandi opere, dal ponte sullo stretto all’autostrada SA-RC, alla ricostruzione dell’Abruzzo e poi alla gestione dei 4 miliardi del FAS, svincolati e fatti passare per autonomi interventi del governo. Si dilata così il principio generale che ha ispirato questo governo di legalizzare l’illecito, così da potersi presentare in perfetta coincidenza con le leggi dello Stato. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »