Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘termini’

Scuola. Drago (FdI): Subito proroga termini mobilità docenti. Emendamento a dl Sostegni

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 aprile 2021

“Poco più di 15 giorni sono stati concessi per le domande di mobilità dei docenti. Un lasso di tempo esiguo anche alla luce della mancanza dei bollettini dei posti disponibili che gli Usp sono tenuti a pubblicare. Si tratta dei posti che si liberano per via dei pensionamenti e senza questo supporto come possono scegliere i docenti la destinazione tra le opzioni possibili? Ad aggravare la situazione vi sono le difficoltà di potersi fare seguire dai sindacati e la chiusura dei vari uffici per le vacanze pasquali. Il risultato è quello che i docenti che dovranno chiedere la mobilità sembrano essere figli di un Dio minore”.Lo dichiara la senatrice di Fratelli d’Italia, Tiziana Drago, a seguito dell’esiguo lasso di tempo concesso ai docenti per le domande di mobilità, chiedendo una proroga dei termini e una più ampia “visione” del concetto stesso di mobilità per i docenti che si trovano, da anni, lontani dal proprio nucleo familiare e dalla propria residenza.“Eppure si tratta di docenti, continua la senatrice di FdI, di formatori delle giovani generazioni e vengono trattati così dal Ministero. Per la presentazione delle domande di inserimento nelle graduatorie, per il personale Ata, giustamente, è stato dato un mese di tempo: perché non si faceva la stessa cosa con i docenti per la mobilità? Presenterò al dl Sostegni in Senato un emendamento per chiedere una mobilità straordinaria, per eliminare l’odioso vincolo quinquennale e per far sì che si ascoltino i tanti docenti esiliati ed immobilizzati”.“Ho scritto una lettera al presidente Draghi, ai ministri Bianchi, Brunetta e Giorgetti per evidenziare questa situazione quanto mai incresciosa che si è venuta a creare nelle ultime ore e che riguarderebbe migliaia di docenti che si trovano ad inoltrare una domanda di mobilità in tempi ridottissimi e che oltre al danno sono costretti a subire pure la beffa di vedere l’ordinanza che dispone ciò pubblicata retroattivamente di un giorno. Qui stiamo parlando di genitori lontani dai figli, stiamo parlando di donne lontane dalla propria famiglia oltre gli anni di “obbligo”. Quindi si proroghino i termini per la mobilità e poi si dia il via a un’operazione di buonsenso con una mobilità straordinaria”, conclude la senatrice Drago.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stazione Termini, FS Italiane e Roma Capitale: al via concorso per riqualificazione Piazza dei Cinquecento

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 dicembre 2020

Il Gruppo FS Italiane – con le sue società Grandi Stazioni Rail, FS Sistemi Urbani e Rete Ferroviaria Italiana – ha bandito insieme a Roma Capitale il concorso di progettazione per la riqualificazione di Piazza dei Cinquecento a Roma Termini.Il concorso, finalizzato alla redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica, si svolgerà in due fasi e sarà il primo passo per l’attuazione del programma di riqualificazione architettonica e funzionale della Piazza e dell’intero ambito urbano afferente il nodo di Roma Termini con i seguenti obiettivi: valorizzare il rapporto tra la stazione e le emergenze di valore storico, monumentale e archeologico presenti nell’area, con particolare riferimento alle Mura Serviane, alle Terme di Diocleziano e al Museo Nazionale Romano a Palazzo Massimo; razionalizzare i componenti dell’accessibilità pubblica e privata; integrare e valorizzare i sistemi di mobilità alternativa; razionalizzare la sosta dei mezzi pubblici e privati; migliorare le condizioni di sicurezza.I progetti partecipanti dovranno raggiungere elevati standard di sostenibilità ambientale, sociale ed architettonica, puntando a trasformare la Piazza in un hub della mobilità integrata e sostenibile, coerentemente con gli indirizzi del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) di Roma Capitale.La stazione Roma Termini, il maggiore scalo ferroviario del Paese per grandezza e traffico, oltre che uno fra i principali d’Europa, celebra quest’anno i suoi sette decenni di storia iniziati il 20 dicembre 1950 con l’inaugurazione del Dinosauro, la pensilina su piazza dei Cinquecento. Simbolo della voglia di ripartenza, in un’Italia ancora alle prese con le conseguenze della guerra, il Dinosauro e la nuova stazione hanno cambiato il volto della vecchia Termini attiva fin dal 20 aprile 1873, e hanno rappresentato un esempio di modernità nel mondo. In occasione dei suoi 70 anni, la nuova Roma Termini ricorda il passato e guarda al futuro, pronta a cambiare volto ancora una volta con un importante piano di riqualificazione.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prorogati i termini del 4°premio giornalistico ‘SID-Diabete Ricerca’

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 aprile 2020

Sono stati prorogati al 1° novembre 2020 i termini per partecipare al 4° premio giornalistico ‘SID-Diabete Ricerca’, istituito dall’Associazione ‘Diabete Ricerca’, dalla ‘Fondazione Diabete Ricerca’ e dalla ‘Società Italiana di Diabetologia’ con lo scopo di riconoscere e stimolare la corretta divulgazione scientifica di tematiche riguardanti il diabete mellito. Il premio vuole essere un omaggio allo stile e al modo di svolgere questa professione con competenza, rigore, sintesi, completezza di contenuti, chiarezza di linguaggio e capacità di divulgazione delle notizie.Il riconoscimento, dell’ammontare di €. 2.000 per ciascuna delle categorie individuate:
Agenzie di stampa e carta stampata
Radio-Televisioni, Web e servizi on line verrà assegnato da una giuria composta dall’Ufficio di Presidenza della Società Italiana di Diabetologia e da due giornalisti, e sarà consegnato in occasione dell’inaugurazione del 28° congresso nazionale SID a Rimini dal 5 all’8 dicembre 2020. Chi avesse già inviato gli elaborati non dovrà inviarli nuovamente.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma: Arrivano i termoscanner a Termini e Tiburtina

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 aprile 2020

Gli strumenti gia’ utilizzati negli aeroporti per misurare la temperatura alle persone in arrivo al fine di prevenire l’allargarsi dell’epidemia di Coronavirus, domani dovrebbero fare il loro esordio nelle due grandi stazioni della Capitale. Dopo uno stallo prolungato dovuto alla carenza di medici della Asl, tutti impegnati in prima linea negli ospedali, la vicenda si e’ sbloccata grazie alla disponibilita’ dell’Omceo Roma. “Domani si parte – ha spiegato all’agenzia Dire il presidente dell’Omceo Roma, Antonio Magi – Ancora ieri ci siamo confrontati con la Protezione Civile per organizzare i dettagli sui turni dei nostri medici che si sono resi disponibili. Il nostro personale medico e’ pronto per presidiare la postazione di triage dove la procedura prevede, in caso venisse scoperta una persona con la febbre e potenzialmente a rischio, l’isolamento e il trasporto verso gli ospedali attrezzati”. “La postazione – ha aggiunto Magi – sara’ organizzata con la presenza di personale medico di genere femminile per superare eventuali difficolta’ in caso si dovesse effettuare un test su donne di diverse fedi e religioni”. (fonte Agenzia Dire)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La democrazia in termini ideali e reali

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 aprile 2019

movimento onLa storia ci insegna che l’umanità spesso ha attraversato momenti difficili nel gestire i suoi spazi di democrazia, di libertà e di giustizia. Oggi il tema si ripropone e il timore avvertito è che il principio di legittimità possa restare un involucro svuotato di sostanza e nella sostanza. Questo scenario già lo avvertiva nella sua puntuale analisi Giovanni Sartori sul Corriere della Sera del 5 ottobre del 2004. Dietro questa riflessione vi sono studiosi come Ralf Dahrendorf che “hanno espresso più volte idee non certo più incoraggianti a partire dal fatto che la concezione della democrazia è diventata così nebulosa che ciascuno può facilmente adattarla ai propri interessi.”
Lo stesso Norberto Bobbio paventava l’insorgenza di un nuovo problema nella crisi di identità delle democrazie che può preludere ad una crisi più generale delle istituzioni democratiche.
Ma cos’è la democrazia che noi vogliamo come sistema politico inteso come un insieme di regole, primarie e fondamentali, che stabiliscono chi è autorizzato a prendere le decisioni collettive vincolanti e con quali procedure se non la forza capace di rendere tutti i cittadini uguali di fronte alle leggi, al suo sistema di governo, alla tutela degli interessi generali e attraverso una “democrazia deliberativa” che possa per John Rawls rappresentare una via d’uscita dalla confusione e dall’incertezza. Ma come si può raggiungere, e soprattutto consolidare, una siffatta democrazia al cospetto dell’assoluto predominio del mercato e il fatto che la politica non è più in grado di assicurare quel controllo e quella regolazione dei processi economici che possono garantire libertà ed eguaglianza? Se non vi poniamo riparo per tempo avremo un deficit di democrazia che ridurrà la funzione delle istituzioni a gusci vuoti con una logica dell’economia che non conosce la democrazia alla base della quale sta il principio del limite. In altri termini la pretesa della democrazia del mercato sembra sconfinare nella democrazia come mercato e questo crea le premesse di una possibile crisi dei sistemi democratici. Dobbiamo forse arguire che siamo alla fine dei sistemi democratici di governo, di libertà e di pluralismo e alla negazione dell’agire creativo in una molteplicità di campi? (Riccardo Alfonso direttore del Centro studi culturali e politici della Fidest)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Prosegue a maggio il trend positivo del mercato dell’usato

Posted by fidest press agency su martedì, 9 giugno 2015

auto-usate-prezziIn rapporto al mese di maggio 2014 sono aumentati dell’1,4% i passaggi di proprietà delle autovetture depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), che salgono al 6,4% in termini di media giornaliera, mentre l’incremento per le due ruote – sempre al netto delle minivolture – si attesta al 3,9%, raggiungendo il 9% in termini di media giornaliera. Per ogni 100 autovetture nuove sono state vendute 143 auto usate nel mese di maggio e 163 auto usate nei primi cinque mesi dell’anno. Complessivamente da gennaio a maggio 2015 i passaggi di proprietà netti hanno fatto registrare una variazione positiva del 5,6% per le autovetture e del 2,2% per i motocicli.I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it. Positive, nel mese di maggio, anche le radiazioni delle autovetture che hanno messo a segno un incremento del 3,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, ancora una volta condizionato dalla flessione delle radiazioni per esportazione (-16,6%), considerato che le demolizioni sono risultate in crescita del 17,5%. Il tasso unitario di sostituzione è stato pari a 0,80 nel mese di maggio (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 80) e a 0,82 nei primi cinque mesi del 2015.Ennesimo bilancio negativo, invece, per le radiazioni dei motocicli che a maggio hanno fatto registrare una variazione negativa del 19,9% rispetto allo stesso mese del 2014.Tenendo conto della giornata lavorativa in meno di maggio 2015 rispetto a maggio 2014, le suddette variazioni diventano +8,9% per le autovetture e -15,9% per i motocicli. Nei primi cinque mesi del 2015 le radiazioni di autovetture sono diminuite nel loro complesso dell’1,8% mentre quelle delle due ruote sono calate del 19,5%. (foto fonte: giornale motori)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appello di uno che conta uno

Posted by fidest press agency su sabato, 6 dicembre 2014

campidoglioE’ noto soprattutto in questi giorni che una profonda crisi d’identità scuote il Movimento cinque stelle. Chi non è un suo militante ed è un cittadino qualunque, ma che pure va a votare perchè crede sia la scelta migliore anche se la politica offre quotidiani motivi per starne alla larga, avverte un intimo disagio. In questa “ballata delle streghe”, infatti, il M5S ci offre qualche chance in più sulla via di Damasco per un ravvedimento collettivo che permetta a chi vota e chi è eletto di ritrovarsi in un comune percorso. La prova provata me la suggerisce un amico che nel contesto di una sua lunga lettera, a proposito dei recenti fattacci romani, così si esprime: “L’ambiente da sfruttare è “Roma capitale”: un pozzo senza fondo che elargisce posti di lavoro ai fedelissimi, appalti, finanziamenti. Ritrovarmi d’accordo con il M5S, rappresenta per me un paradosso, non condividendo le proteste a vuoto prive di proposte serie; ma in questo caso specifico la protesta contro il malaffare che tiene sotto controllo la capitale d’Italia, contiene in sé la sola proposta possibile: scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, eversive e criminali e nuove elezioni, condizionate da candidature delle quali i partiti dovranno farsi garanti e responsabili.” Mi sembra che non vi sia bisogno di altre parole per far capire agli spiriti inquieti del movimento che non si può disperdere un patrimonio che vuole coprire uno spazio nella politica italiana e che sembra essere il più rappresentativo in termini di contenuti e di proposte e di facce pulite che si siano mai viste da molti anni a questa parte sulla scena politica italiana. Restituiamo agli italiani il gusto di ritornare a votare e a chi non vi ha rinunciato nelle passate tornate d’avere quell’opportunità che oggi sembra voler svanire del tutto. Cerchiamo di non perdere questa “magica occasione”. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo “strappo” della Lega

Posted by fidest press agency su sabato, 3 dicembre 2011

Due presidenti di Regione: Zaia per il Veneto e Cota per il Piemonte rifiutano l’incontro con il Presidente del Consiglio e preferiscono partecipare alla riunione del Parlamento Padano. E’ un gesto politico ai limiti della rottura istituzionale in quanto intendono avvalersi della loro carica per rappresentare un malessere diffuso anche in chi non lo vorrebbe espresso in questi termini e non si sente figlio naturale di un separatismo così marcatamente anti-italiano. Ma se dischiudiamo questa specie di vaso di pandora c’è qualcosa di più e di diverso di un separatismo che agita gli italiani e li rende irrequieti sebbene indecisi sul da farsi. Qui si parla diffusamente di sacrifici ma la politica è la prima a non volerli per sé anche se si battono i tamburi della giustizia previdenziale che coglie le sue briciole con un suggestivo ma poco reale taglio alle rendite di chi ha alle spalle un mandato elettorale. Perchè non si riducono gli oltre un milione di persone che ruota intorno alla politica e sono, per lo più, coloro che la sfruttano e non concorrono di certo ad esaltarla? Perché non si contraggono gli stipendi milionari (oltre 4 milioni di euro all’anno) di taluni manager pubblici? Perchè non si fa nulla ai ripetuti richiami della corte dei conti sugli sprechi nella pubblica amministrazione che raggiungono ben 70 miliardi di euro? Perchè si fa molto poco per contrastare un’evasione fiscale che raggiunge i 200 miliardi di euro? E per contro si sottraggono poche decine di euro ad un pensionato che rappresentano l’adeguamento al costo della vita, si impongono ticket sanitari ai redditi medio-bassi, si aumentano le tariffe dei mezzi pubblici e via di questo passo tanto che fa dire alla segretaria della Cgil che nemmeno con una lente di ingrandimento si possono notare i provvedimenti in favore delle classi sociali più deboli. Ecco perchè lo strappo della Lega e le perplessità dell’on.le Di Pietro, per quanto criticabili nella forma e nelle motivazioni, non lo sono nei fatti. E’ bene che i partiti lo sappiano se, acquiescenti a questa “macelleria sociale”, saranno abbandonati dai loro elettori. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Investimenti e crescita

Posted by fidest press agency su domenica, 21 agosto 2011

L’importanza degli investimenti è notoria. Le attività che non generano reddito, ad esempio, possono determinare un eccessivo sbilanciamento degli stessi investimenti. Questi ultimi per dirsi tali devono comprendere la crescita in termini reali del Pil, il tasso di deprezzamento del capitale e considerare alcuni fattori produttivi quali la redditività attesa. Esiste, quindi, un rapporto diretto tra investimenti e Pil che nell’area dell’euro nel 2010 ha raggiunto il 19,4% denotando il suo livello più basso dal 1995. Questo tasso d’investimento varia, ovviamente, tra i diversi paesi europei dell’area dell’euro. Spagna, Estonia, Cipro e Slovenia nel decennio precedente la crisi finanziaria del 2008 hanno aumentato sensibilmente i tassi d’investimento riflettendo in parte processi di convergenza con ampi afflussi di investimenti diretti esteri. Gli stessi paesi durante la fase di rallentamento ciclico, nell’ultima recessione, hanno registrato un calo dei tassi di investimento, dal momento che la domanda complessiva è diminuita, il costo del capitale è aumentato e la redditività si è contratta. Le conseguenze sono state automatiche determinando considerevoli correzioni al ribasso pari ad almeno 5 punti percentuali rispetto ai precedenti massimi.
Se andiamo ad analizzare i due settori principali che forniscono beni d’investimento sono il comparto delle costruzioni e quello delle attrezzature e dei macchinari. Nel 2010 – è detto in una nota della B.I. – le costruzioni hanno concorso per circa il 50% agli investimenti complessivi dell’area dell’euro e le attrezzature ed i macchinari per circa il 30%. Negli ultimi 15 anni la quota di investimenti totali in costruzioni è diminuita, mentre quella in attrezzature e macchinari è aumentata lievemente.” E ancora la B.I. a darci una misura in prospettiva del livello del rapporto investimenti/pil nell’area dell’euro e in diversi paesi membri e che vanno oltre gli indicatori di breve periodo per segnalare “un incremento del grado di utilizzo della capacità produttiva, la crescente produzione di beni di investimento e delle costruzioni e l’aumento dei nuovi ordini per i beni d’investimento” e per concludere che “gli investimenti in costruzioni potrebbero ancora risentire dei processi di aggiustamento in atto in alcuni paesi, mentre gli investimenti non residenziali dovrebbero recuperare terreno anticipatamente con maggior forza”. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti/Your and my opinions, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La parresìa del cavaliere

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2011

Le ripetute esternazioni del cavaliere hanno prodotto la rinascita di aggettivi ormai scomparsi dal lessico comune; sono tali e tante queste esternazioni per cui gli aggettivi dispregiativi hanno finito con l’esaurirsi, malgrado il vocabolario dei sinonimi e dei contrari aiuti molto nella ricerca dove la fantasia finisce con l’arenarsi. Finiti gli aggettivi si passa ai sostantivi in grado di identificare il comportamento che esula tanto dalla logica politica quanto dal ruolo istituzionale che il personaggio ricopre.
In questo snocciolarsi di aggettivi e sostantivi, per essere originale e non ripetitivo, essendo ormai stati usati tutti gli aggettivi e i sostantivi, mi sono messo alla ricerca del termine nuovo o, almeno poco usato, così ho ritrovato, dentro la ricchezza del vocabolario italiano, il termine giusto che spiega questo blaterare alla luna in assoluta libertà, senza alcun controllo, in totale e autonoma capacità di giudizio sostenuta dalla dichiarata volontà di ledere l’altrui immagine per esaltare la propria. Si tratta della parresìa dal greco παρρησία, composta di πᾶν, pān, “tutto”, e di ρῆσις, rhēsis, “discorso”, letteralmente significa “libertà di dire tutto”. In democrazia è esaltata la libertà di dire ciò che si pensa, di sostenere ciò in cui si crede, includendo in ciò che viene detto che si tratta di idee, opinioni, credenze, personali. La parresìa, invece, comprende tutto, vero, falso, inventato, sognato, sperato, auspicato, detto e smentito, un tutto che ha perduto il bene della credibilità, offuscato dalle troppe menzogne che colorano le esternazioni. (Rosario Amico Roxas) (n.r. annotiamo quanto scritto, a proposito della parresia, da Franco Montanari nel suo G.I. Greco Italiano (ed Loescher). Il significato che ne da è “libertà di parola, il parlare liberamente, franchezza”. Tutto sommato diventa quasi un merito se un uomo politico esterna il suo pensiero a ruota libera come se a dirlo non fosse lui ma un altro. Ma il tutto diventa pericoloso se chi ci ascolta si sente direttamente coinvolto in un giudizio nel quale la verità che si vuole affermare non è suffragata da elementi di prova e genera di conseguenza reazioni forti e divisioni profonde tra chi si loda e chi si disprezza. E seminare zizzania diventa un atto irresponsabile anche per chi pratica la “parresia” ed è doppiamente grave per chi ricopre un ruolo istituzionale nel quale è suo precipuo compito calmierare le passioni e non certo “stuzzicarle”.)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Sputtanamento” storico

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Lettera al direttore. Sputtanare è un verbo un po’ volgare, ma credo sia proprio adatto se riferito alle nazioni che ogni tanto, una volta qua, una volta là, sono intervenute con ingenti forze militari in missioni umanitarie armatissime, che poi è un po’ una contraddizione in termini. Queste nazioni si sono sputtanate. Nessuno, infatti, alla luce della storia degli ultimi tempi, è così allocco da credere ancora che si siano mosse per spirito altruistico. Ed ora, se intevengono militarmente in Libia, è lecito pensare che come il solito lo facciano nel proprio interesse; se non intervengono, è lecito ritenere che come il solito lo facciano nel proprio interesse. Questo il frutto dello sputtanamento storico.(Veronica Tussi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Termini esagerati e non appropriati

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Lettera al direttore.Roberto Saviano ha dedicato la laurea honirs causa ai giudici che indagano sul Cavaliere, e a Marina, figlia del Cavaliere, la faccenda ha fatto “orrore”. I vocabolari ci dicono che il termine “orrore” significa senso di violenta repulsione, di spavento, provocato nell’animo da avvenimenti o persone che siano brutti, crudeli, ripugnanti. Ora, Marina avrà un animo sensibile, e il senso dell’orrore, però sicuramente, somigliando al padre, non ha il senso della misura. Quale potrebbe essere, infatti, la sua impressione, davanti a orribili misfatti, orribili persone? Ci sono cose che danno fastidio, che irritano, altre che indignano, che disgustano, e cose che fanno orrore. Il Cavaliere, però, non solo esagera nelle parole, ma anche nelle azioni. Ad Arcore, per esempio, avrebbe potuto ospitare una o due ragazze, anziché una ventina e più, se non altro per far sì che l’altra figlia, Barbara,  non provi fastidio.(Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Milleproroghe: le scadenze posticipate al 31 marzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2011

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2010 il Decreto Legge n. 225, contenente una serie di proroghe di termini in scadenza. Tutte le scadenze indicate nel DL vengono differite al 31 marzo 2011. Il DL si divide sostanzialmente in due parti: 1) proroghe di termini in scadenza non onerose; 2) proroghe di termini in scadenza onerose, con relative coperture di bilancio. Le proroghe non onerose, in tutto 65, sono elencate in una apposita tabella allegata al decreto. Tra le proroghe onerose segnaliamo: – lo stanziamento a favore del 5xmille il cui maggiore onere è pari a 200 milioni di euro per l’anno 2011; – il differimento al 30 giugno 2011 per gli alluvionati del Veneto del versamento dei tributi, dei contributi previdenziali ed assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali; le minori entrate sono pari a 93 milioni di euro per l’anno 2010 – sportelli unici immigrazione presso le Questure, per rinnovare di un anno i contratti di lavoro e completare le procedure di emersione del lavoro irregolare; – sgravio fiscale per i gestori di carburanti. Per eventuali ulteriori proroghe il DL rimanda a successivi Decreti del Presidente del Consiglio dei ministri.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ibm acquisce Blade Network Technologies

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 settembre 2010

IBM  ha siglato un accordo per l’acquisizione di BLADE Network Technologies, una società a capitale privato con sede a Santa Clara, California. BLADE è specializzata in software e dispositivi per il routing di dati e transazioni da e verso i server. La conclusione dell’acquisizione è prevista per il quarto quadrimestre 2010, fatto salvo l’adempimento delle consuete condizioni di closing e le revisioni delle autorità di regolamentazione competenti. Non sono stati resi noti i termini finanziari.
BLADE fornisce server blade e switch top-of-rack, oltre a software per virtualizzare e gestire il cloud computing e altri carichi di lavoro. Tra i suoi clienti figura più di metà delle società presenti nella classifica Fortune 500, in 26 settori verticali, quali automotive, servizi di telecomunicazioni, istruzione, pubblica amministrazione, Sanità, difesa e finanza. La collaborazione tra IBM e BLADE è iniziata nel 2002 e ha portato a migliaia di progetti/clienti congiunti. Infatti, oltre il 50 per cento degli IBM System x BladeCenters attualmente è collegato o utilizza prodotti BLADE.
BLADE Network Technologies (BLADE) è una  società produttrice di switch per il data center. Con 9 milioni di porte installate, i RackSwitch™ lossless, a bassa latenza e basso consumo e gli switch blade dell’azienda collegano server fisici e virtuali, storage e reti nei più grandi data center del mondo. Gli switch Ethernet ad alte prestazioni, pluripremiati, e il networking virtualization-aware VMready™ di BLADE sono progettati per gestire domande dinamiche ai confini della rete, per cloud pubblici e privati, servizi finanziari, applicazioni Web 2.0 e HPC. La Unified Fabric Architecture™ di BLADE è un’architettura in convergenza veloce, virtuale, collaudata e interoperabile per Ethernet Everywhere. Visitare: http://www.bladenetwork.net. Twitter: @BLADENetwork.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lombardia: la coerenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 luglio 2010

Dichiarazione di Marco Cappato, del Comitato nazionale di Radicali italiani: “Mentre a Roma la sinistra ufficiale fa la voce grossa sulla cosiddetta “P3”, con Rosy Bindi che chiede commissioni di inchiesta e l’Italia dei Valori che dà battaglia in nome della “questione morale”, a Milano gli stessi partiti zitti zitti ratificano senza batter ciglio il quarto mandato a Roberto Formigoni, nonostante la legge preveda il limite di due mandati consecutivi a suffragio universale diretto. Infatti, questa mattina il Consiglio Regionale ha approvato all’unanimità la risoluzione della Giunta delle Elezioni che propone la convalida di tutti i Consiglieri Regionali “non sussistendo, in termini di diritto e di fatto situazioni di ineleggibilità o incompatibilità”. Nessun voto contrario, nessun astenuto, nessuno ha detto una parola su una situazione di oggettivo pericolo per le istituzioni democratiche, come ben dimostrato dall’arroganza con la quale Roberto Formigoni ha nei giorni scorsi pubblicamente accusato i giudici della Corte d’appello di Milano di aver commesso un reato gravissimo contro di lui. Proprio quei giudici insultati al telefono da Lombardi e Martino, gli interlocutori di Formigoni per fare pressione contro il ricorso radicale sulle firme per le regionali. Il voto di stamane è la dimostrazione che la cosiddetta “questione morale” è in realtà innanzitutto una questione politica, che investe tutto questo regime a destra e a sinistra.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Molise liste d’attesa di cinque mesi negli ospedali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Maggio 2010

“Bisogna realizzare una riprogrammazione sanitaria. Purtroppo le strutture ospedaliere sono insufficienti e ciò costringe gli utenti a rivolgersi a quelle private”. Queste le parole di Manlio Caporale, responsabile per la Sanità dell’Italia dei Diritti, a seguito delle odissee vissute dai pazienti degli ospedali di Termoli Larino, in provincia di Campobasso, i quali per una semplice risonanza magnetica o per un elettrocardiogramma devono veder trascorrere dai quattro ai cinque mesi, poiché le liste d’attesa sono di una lunghezza infinita. “È stato fatto tanto per migliorare il funzionamento delle strutture sanitarie pubbliche – continua Caporale -, quindi non le si può accusare di carenza in questi termini. Tuttavia la domanda che richiede visite o cure è tanta e i tempi per ottenerle sono lunghi, dunque chi non può o non intende aspettare è costretto a pagare il medico privato. In Italia – prosegue l’esponente del movimento presieduto da Antonello de Pierro – il 60-70% delle risonanze magnetiche sono inutili, perché sono fatte dal medico di base, ma poi si ha bisogno di quello specialista per leggerle, e quindi ci si presenta con un esame in mano. Bisogna apportare altri cambiamenti migliorativi nella sanità – conclude Caporale -, c’è ancora tanto da modificare”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione liste elettorali

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 marzo 2010

Marco Ferrando- Partito Comunista Dei Lavoratori ( Pcl) dichiara: “Domani il Pcl presenta le proprie liste, sfidando l’ipocrisia del decreto. Già presente regolarmente nelle elezioni in Basilicata, e impegnato in un ricorso al Tar in Calabria contro un’assurda esclusione, il Partito Comunista dei Lavoratori sfiderà domani l’ipocrisia del decreto Berlusconi-Napolitano nel modo più semplice: presentando le proprie liste presso i tribunali del Lazio, della Liguria, della Toscana,delle Marche. Se l’articolo 4 del decreto riapre i termini di presentazione delle liste dalle ore 8 alle ore 16 di Lunedì, ciò non può valere per la sola lista della PDL in Lazio. Deve valere per ogni altra lista non presentata. E tanto più per liste come le nostre, che in Lazio, Liguria, Toscana, Marche , hanno raccolto migliaia di firme pulite nelle strade e nelle piazze. A differenza di tante liste “ammesse” che hanno scaricato nomi e firme dagli elenchi comunali, secondo quella pratica tradizionale della truffa che il decreto del governo ignora e copre”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali: Un “pasticcio” indigesto

Posted by fidest press agency su domenica, 7 marzo 2010

Editoriale Fidest. Il Presidente della Repubblica italiana di fronte alle pretese di una parte politica di voler “aggiustare” un errore con un rimedio peggiore, ha, alla fine scontentato un po’ tutti perché anche quelli che sono riusciti a convincerlo oggi hanno solo un interesse di “facciata” a difenderlo, ma il loro giudizio resta con un sottofondo critico. Il tutto ha il sapore della beffa. Ma cosa è successo? Se ci limitiamo al caso romano la storia, dalle informazioni che ci sono pervenute, è iniziata nel momento in cui, qualche minuto prima di mezzogiorno, l’incaricato del Pdl preposto a presentare le liste in Corte d’appello si è allontanato dalla sala per poi farvi ritorno mezz’ora dopo. La sua assenza è stata fatale poiché nel frattempo sono scaduti i termini perentori per presentare la lista entro le 12. Cosa può aver indotto costui ad una assenza apparentemente ingiustificata e proprio nel momento più delicato? Non si sa. Si possono formulare solo delle congetture. Questo ha determinato l’esclusione della lista dalla competizione elettorale. A questo punto invece di prendere atto dell’accaduto e di assumersi le  conseguenti responsabilità oggettive è scoppiata la gazzarra con accuse e denunce e ancora controaccuse e altri esposti. Giustamente l’on.le Casini ha obiettato che sarebbe stato più corretto porgere le proprie scuse agli elettori per tale errore in quanto si è trattata di una questione interna allo stesso partito. Ora ci troviamo con un Dl che reinterpreta le disposizioni riguardanti l’orario di presentazione della lista rendendole più elastiche tanto per far riammettere la lista del partito ritardatario. Non solo. Il Pdl ci dice che in questo modo è stata ristabilita la democrazia: ma la democrazia è fatta anche di regole che vanno rispettate e non ha nulla a che fare con i “pasticci” dei partiti. Non solo. Sono stati infiammati gli animi. I partiti sono scesi in piazza e i loro leader hanno espresso giudizi forti e reso ancora più profondo il solco che divide le opposte fazioni. L’unica strada, a nostro avviso, sarebbe stata quella proposta dai radicali di “congelare” le elezioni nel Lazio e di farle ad ottobre prossimo. Invece si è preferito lo scontro di tutti contro tutti, compreso, ovviamente, il capo dello Stato. Se volevamo la gazzarra, se volevamo in questo modo distrarre l’opinione pubblica dai reali problemi del paese, ci siamo riusciti. La politica continua ad essere spettacolo, ma è uno spettacolo che non ci diverte perché non giochiamo con i pupazzi ma con le persone e i problemi che essi devono quotidianamente affrontare non sono virtuali ma reali. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regionali Lazio e Lombardia

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 marzo 2010

Roma 5/3/2010 Nel pomeriggio di oggi è stato convocato il consiglio dei ministri. L’ipotesi più accreditata, dopo l’incontro svoltosi al Quirinale tra Berlusconi e Napolitano e alla presenza dei ministri dell’Interno e della Difesa, Roberto Maroni e Ignazio La Russa (coordinatore del Pdl), e il ministro della Semplificazione normativa Roberto Calderoli, è quella di un decreto legge. Resta dubbia l’opzione scelta se rinviare il voto o far riaprire i termini di presentazione delle liste. Da “voci di corridoio” si afferma che il Presidente della Repubblica ha esternato alcune perplessità nella prima riunione ma che sono state fugate del tutto nel secondo incontro a quattr’occhi avuto con Berlusconi. Cosa si siano detti di tanto importante non si sa. Resta il “pasticcio” di una giustizia messa in ginocchio. Comunque vada c’è sempre qualcuno che potrà dire: le firme non sono sufficienti? Abbiamo presentato la lista in ritardo? Niente di preoccupante. E’ pronto un dl del governo e tutto si rimette a posto. Ma, ci domandiamo, se si fossero invertite le posizioni e ad essere esclusi fossero state le opposizioni il Governo sarebbe stato altrettanto sollecito? Ne dubitiamo. (foto da L’Unità)

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

Giornata multietnica

Posted by fidest press agency su martedì, 2 marzo 2010

“Una giornata senza di noi”, la manifestazione indetta nel nostro paese per mettere in evidenza l’importanza e il ruolo che oggi la popolazione straniera ha per la nostra società, è significativa di quanti passi il nostro paese deve ancora compiere per entrare a pieno titolo nella modernità. Parlare di società multietnica oggi è parlare di qualcosa che è già un dato di fatto. E che rappresenta un valore per il futuro del nostro paese: i cittadini stranieri oggi sono una risorsa imprescindibile per molti settori della vita pubblica, a cominciare dall’economia.  Pensiamo, al 9% di Pil che oggi è prodotto dai cittadini stranieri e al contributo che, solo in Emilia-Romagna, i migranti danno al sostentamento della previdenza pubblica: quasi un miliardo di euro in termini di contributi assicurativi che vengono versati nella nostra regione annualmente.  Con la scusa di voler applicare leggi e manovre per la sicurezza di tutti noi, la destra al governo del nostro paese ha prodotto un pacchetto di norme che vanno nella direzione dell’emarginazione, dell’esaltazione della diversità, del pregiudizio e dello scontro nei confronti delle culture differenti presenti in Italia. Dall’altra parte, la stessa destra ‘produce’ clandestinità con le sue leggi, con quella Bossi-Fini che elimina il permesso di soggiorno a quei lavoratori stranieri che, pur vivendo in Italia da anni, oggi in questa fase di crisi economica perdono il lavoro. Cittadini stranieri che magari hanno già costruito una famiglia in Italia e hanno figli nati nel nostro paese. Quando si hanno responsabilità istituzionali e di governo, occorre essere consapevoli del ruolo che si ricopre e dell’epoca in cui viviamo: oggi l’integrazione tra culture diverse, nel reciproco rispetto di diritti e doveri e nella più totale legalità, è una priorità nonché un valore che tutti noi dobbiamo difendere, promuovere e diffondere. (Marco Di Maio – Segretario dell’Unione Territoriale Forlvese del PD)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »