Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘Terni’

Gianni Berengo Gardin Vera fotografia con testi d’autore

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2017

x-defaultTerni CAOS (Centro Arti Opificio Siri) 19 gennaio – 30 aprile 2017 ospita la mostra Gianni Berengo Gardin Vera fotografia con testi d’autore, un progetto espositivo di Contrasto, prodotto da Civita Mostre e promosso dal Comune di Terni in collaborazione con Indisciplinarte.Le fotografie di Gianni Berengo Gardin hanno raccontato un’epoca, accompagnato e a volte costruito una visione. Si tratta di uno tra i più grandi maestri della fotografia italiana perché possiede il dono di riuscire sempre a sorprendere per la sua capacità di raccontare il nostro paese e il nostro tempo. Nessuno come lui è stato un vero interprete, un artigiano devoto, un compagno, un amante della fotografia intesa come documentazione attenta e mai banale della realtà.In sessanta anni di carriera, la vita del fotografo è stata caratterizzata anche da molti incontri, che in un certo senso sono all’origine di questa mostra. Ciascuna delle foto esposte in mostra è infatti presentata da un protagonista dell’arte e della cultura, che ha commentato uno degli scatti scelti nell’immenso corpus fotografico di Berengo Gardin: amici, intellettuali, colleghi, artisti, giornalisti, registi, architetti. I loro testi, accostati a ciascuna delle 24 foto selezionate, permettono ancor di più di ragionare sul valore di testimonianza sociale ed estetica delle immagini.
I testi sono di registi come Marco Bellocchio, Alina Marazzi, Franco Maresco e Carlo Verdone, architetti come Stefano Boeri, Renzo Piano e Vittorio Gregotti, artisti come Mimmo Paladino, Alfredo Pirri, Jannis Kounellis; e poi di Lea Vergine e di Goffredo Fofi, del sociologo Domenico De Masi, dei fotografi Ferdinando Scianna, Sebastião Salgado e di un giovane emergente come Luca Nizzoli Toetti, di scrittori come Maurizio Maggiani e Roberto Cotroneo, di giornalisti come Mario Calabresi, Michele Smargiassi e Giovanna Calvenzi, di Peppe Dell’Acqua, psichiatra dell’equipe di Franco Basaglia, di Marco Magnifico, vicepresidente del FAI e di una street artist come Alice Pasquini.L’esposizione è inoltre arricchita da una proiezione di immagini tratte dall’archivio del fotografo. L’intera produzione e l’archivio di Gianni Berengo Gardin sono gestiti da Fondazione Forma per la Fotografia di Milano. Accompagna la mostra il libro Vera fotografia pubblicato da Contrasto.
Gianni Berengo Gardin è nato a Santa Margherita Ligure nel 1930. Dopo essersi trasferito a Milano si è dedicato principalmente alla fotografia di reportage, all’indagine sociale, alla documentazione di architettura e alla descrizione ambientale. Nel 1979 ha iniziato la collaborazione con Renzo Piano, per il quale ha documentato le fasi di realizzazione dei progetti architettonici. Nel 1995 ha vinto il Leica Oskar Barnack Award. È molto impegnato nella pubblicazione di libri (oltre 250) e nel settore delle mostre (oltre 200 individuali). Contrasto ha pubblicato di recente Il libro dei libri (2014) che raccoglie tutti i volumi realizzati dal maestro della fotografia, Manicomi (2015), Venezia e le grandi navi (2015) e Vera fotografia (2016). L’intera produzione e l’archivio di Gianni Berengo Gardin sono gestiti da Fondazione Forma per la Fotografia di Milano.In occasione della mostra, le proposte didattiche del CAOS – a cura di Coopsociale ACTL, Coopsociale ALIS e Indisciplinarte SRL – sono un’occasione di riflessione e approfondimento sulla teoria e sulla pratica fotografica dell’artista. Le attività, il cui dettaglio sarà visibile nel sito http://www.caos.museum , sono su prenotazione scrivendo all’indirizzo didattica@indisciplinarte.it o contattando il numero 0744/285946.
Orari Dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Lunedì chiuso Dal 26 marzo: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 Biglietti: Intero 5€ Ridotto 3,50€ ( per under 25 anni, gruppi di almeno 20 paganti) Gratuito: per bambini fino a 6 anni, portatore handicap e accompagnatore, guide turistiche dell’Unione Europea. La mostra non rientra nella gratuità della prima domenica del mese. (foto berengo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival Federico Cesi 2016

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 ottobre 2016

terniTerni Sabato 5 novembre alle ore 18.30 la Cattedrale di Santa Maria Assunta, Duomo di Terni, aprirà le porte al concerto THE MESSIAH, oratorio per soli, coro ed orchestra composto da J.F.Haendel, diretto dal Maestro Antonio Pantaneschi. Il concerto è inserito nelle celebrazioni per la conclusione del Giubileo della Misericordia e la chiusura della Porta Santa che avverrà domenica 13 novembre.
THE MESSIAH è una produzione Fabrica Harmonica e vedrà la partecipazione di oltre 120 musicisti tra cui l’Orchestra Internazionale di Roma, il Coro Polifonico Cantoria Nova Romana ed il Novum Convivium Musicum provenienti da Roma, il Coro della Pace e l’Ensemble Musica Antiqua provenienti da Terni. Preparatori del coro sono i Maestri Marco Ferruzzi e Stefania Trabalza. Solisti: Annalisa Pellegrini soprano, Elisabetta Pallucchi contralto, Roberto Mattioni tenore, Angelo Nardinocchi basso. Il concerto prevede l’esecuzione di estratti dall’intera opera selezionati per mantenerne intatto il racconto drammatico della vita di Cristo nella sua nascita, morte e resurrezione, per un totale di circa 90 minuti di musica. L’ingresso è libero.
Il Messiah (HWV 56) è un oratorio composto in originale in lingua inglese, nel 1741 da Georg Friedrich Händel, con un testo scritturale elaborato da Charles Jennens, tratto dalla Bibbia di Re Giacomo e dalla versione dei Salmi inclusa nel Book of Common Prayer. La prima rappresentazione assoluta avvenne a Dublino il 13 aprile 1742 e la sua prima londinese quasi un anno più tardi. Durante i secoli l’oratorio ha guadagnato in popolarità, fino a diventare uno delle più note e più frequentemente eseguite opere corali di tutta la musica occidentale. Händel stesso diresse il Messiah tante volte, modificandolo spesso per adattarlo alle più correnti esigenze, famoso è l’arrangiamento che ne fece Wolfgang Amadeus Mozart (numerato K 572 nel catalogo delle sue opere). Ai tempi di Händel era d’uso a Dublino eseguire nelle sale da concerto l’oratorio nel periodo dell’Avvento. In seguito l’oratorio qualche volta venne suddiviso: nei concerti natalizi spesso si rappresentava solo la prima parte e l’Hallelujah, mentre a pasqua si suonavano le parti che riguardano la Risurrezione. Il brano più celebre dell’oratorio è l’Hallelujah, che conclude la seconda delle tre parti dell’opera. In alcuni Paesi è d’uso che il pubblico si alzi in piedi durante questa parte dell’esecuzione. La tradizione vuole che il re Giorgio II quando sentì questo coro per la prima volta era così agitato che balzò in piedi, seguito da tutti gli altri.
L’oratorio, tra i vari luoghi prestigiosi, è stato eseguito nel 1768 a Palazzo Pitti di Firenze come Messia in italiano, nel 1775 in Amburgo come Der Messias diretto da Carl Philipp Emanuel Bach, nel 1784 nell’Abbazia di Westminster, nel 1895 al Metropolitan Opera House di New York diretto da Anton Seidl, nel 1931 nel Duomo di Salisburgo, nel 1949 nel Teatro San Carlo di Napoli, nel 1950 per il Festival di Salisburgo, nel 1958 nella Città del Vaticano, e nel 2000 nel Musikverein di Vienna.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Laser terapia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 novembre 2013

Laser

Laser (Photo credit: mrebert)

3°Congresso “Nuovi metodi e tecnologie in medicina” che si terrà a Terni dall’8 al 9 Novembre prossimi presso l’Azienda Ospedaliera di Terni.
La metodica trova sempre più applicazione nel trattamento delle patologie cardiovascolari, respiratorie e metaboliche.
Il Congresso “Nuovi metodi e tecnologie in medicina” che si terrà a Terni dall’8 al 9 Novembre prossimi presso la sala conferenze dell’Azienda Ospedaliera S. Maria, sarà l’occasione per definire le raccomandazioni Nazionali sulla Laser Terapia endovena a bassa potenza. Una metodica che negli ultimi anni ha consentito di aprire nuovi orizzonti nel trattamento delle patologie cardiovascolari (ipertensione, arteriopatie obliteranti, cardiopatie ischemiche, ictus etc.), respiratorie (asma,bronchiti, enfisema etc.) e metaboliche (diabete, ipercolesterolemia etc.) e che necessita quindi di standard condivisi e definiti per la sua applicazione in medicina.
Durante la due giorni di Terni saranno trattate in maniera esaustiva tecnologie, procedure diagnostiche e terapeutiche disponibili in campo medico, partendo dell’utilizzo della laser terapia a bassa potenza e della metodica HIFU fino a esplorare le nuove prospettive per il diabete mellito tipo 2. I lavori congressuali sono organizzati dall’International Society for Medical Laser Application e dall’International Medical Laser Association con il coordinamento di Medicalfuture azienda ternana operante nel settore biotech. A questa importante occasione di confronto e dibattito si aggiunge un ulteriore valore: il convegno rientra nel programma ECM, ne verranno erogati 12. Ad affrontare la tematica sono stati chiamati i massimi esperti del settore, coordinati dall’organizzatore scientifico Dr. Francesco Raggi – specialista in igiene e medicina preventiva – rappresentante per l’Italia dell’International Society for Medical Laser Application e dell’International Medical Laser Association.
Programma e relatori su: http://www.medicalfuture.it

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »