Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Posts Tagged ‘terremotati’

Risparmi della Camera deputati ai terremotati

Posted by fidest press agency su sabato, 1 dicembre 2018

“Oggi in coerenza con quanto accaduto negli scorsi anni, abbiamo approvato all’unanimità, con il sostegno dell’intera commissione Bilancio della Camera, un emendamento che destina 85 milioni di risparmi degli esercizi precedenti della Camera, ai terremotati. L’emendamento a prima firma Baldelli, è stato sottoscritto da tutti i rappresentanti dei gruppi ed ha avuto l’ok della maggioranza e del Governo. Sono convinto che sia importante per le istituzioni sapersi rappresentare compatte e per questo motivo, in accordo con il collega Baldelli e gli altri di tutti i gruppi, ho definito questo come emendamento della Camera”. Lo ha dichiarato Guido Crosetto, deputato e coordinatore nazionale di Fratelli d’Italia.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fornitura gratuita dei libri scolastici agli studenti delle aree terremotate

Posted by fidest press agency su sabato, 26 agosto 2017

scuola-libri“Siamo felici e orgogliosi di poter contribuire al sostegno delle famiglie che vivono nelle zone colpite dal terremoto nel momento dell’avvio dell’anno scolastico”. Il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Ricardo Franco Levi ricorda a un anno dal sisma del 24 agosto 2016 la convenzione siglata tra AIE e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) per garantire la fornitura gratuita dei libri scolastici agli studenti delle aree terremotate. “Il tema dell’istruzione e della conoscenza”, continua Levi, “è una questione di primario e decisivo rilievo nazionale e rappresenta uno dei punti focali nello sviluppo della nostra Associazione. È importante poter assicurare a questi ragazzi il diritto allo studio”.L’accordo prevede la distribuzione gratuita dei testi per i prossimi due anni scolastici, il 2017/2018 e il 2018/2019, nei 140 Comuni che nell’ultimo anno sono stati colpiti dal terremoto.“È una iniziativa che gli editori del gruppo educativo di AIE hanno condiviso nella consapevolezza che questa azione potrà rivelarsi di fondamentale importanza per aiutare le famiglie residenti nei territori colpiti dal sisma e che vivono momenti di difficoltà”, ha detto il presidente del Gruppo Educativo di AIE Giorgio Palumbo. “La nostra disponibilità è la conferma di una sempre più strutturata sinergia con il Miur e del costante impegno volto a sostenere il sistema dell’istruzione. Impegnandoci in questa donazione abbiamo voluto fare la nostra parte, consentendo alle famiglie di non doversi preoccupare della dotazione libraria di cui i ragazzi avranno bisogno al rientro a scuola. Un aiuto pratico per garantire il diritto all’istruzione agli studenti che hanno vissuto molti disagi”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Più fondi per i clandestini e meno ai terremotati e ai poveri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 aprile 2017

fabio_rampelli_daticamera“Lo stanziamento di 4 mld e 600 mln per l’immigrazione clandestina, presente solo per il 2017 nel Def e destinato all’accoglienza nei centri gestiti da coop rosse e bianche, è inverosimile e inaccettabile. Diventa un vero e proprio scandalo se rapportato con quanto previsto per i terremotati e i poveri. A costoro nel 2017, circa 12 mln di connazionali contro poche centinaia di migliaia di richiedenti asilo, sarà riservato meno della metà. La somma di un 1 mld 200 mln per i poveri e di 600 mln per la ricostruzione pubblica e privata delle aree del terremoto fa 1 mld e 800 mln per tutto il 2017. Un business mascherato con la solidarietà che punisce ancora una volta gli italiani più bisognosi. La sinistra ormai ha perso la ragione. Se il governo affrontasse con stessa lena ed eguali finanziamenti le questioni citate i problemi dei terremotati e quelli dei poveri sarebbero risolti nel giro di pochi mesi”. È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terremotati: il tempo delle promesse è finito ora c’è l’abbandono

Posted by fidest press agency su sabato, 4 febbraio 2017

fabio_rampelli_daticameraIl capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli ha incontrato una delegazione del comitato dei terremotati della regione Marche, impegnata oggi in un ciclo di visite istituzionali. La delegazione ha rappresentato al capogruppo lo stato di gravissima difficoltà nella quale i cittadini sono costretti a vivere, i ritardi per l’arrivo dei container abitativi, il collasso economico e produttivo dei Comuni colpiti dal sisma, dal maltempo e dalle lungaggini burocratiche. “Ci spiace- ha detto il capogruppo- essere costretti, nuovamente, a segnalare al Governo e al Commissario Errani le titaniche difficoltà in cui sono costrette a vivere decine di migliaia di persone. Lo smantellamento della Protezione civile attraverso la sua regionalizzazione, la mancanza di una filiera corta di comando e di assunzione di responsabilità, la sovrapposizione di competenze tra Commissario, sub commissari, Protezione Civile Regione, Comuni, stanno completamente desertificando il centro Italia. Se il terremoto lo ha distrutto, la gestione del terremoto lo sta cancellando dalla geografia politica della nostra Nazione”.“Ribadiamo a Gentiloni – ha aggiunto Rampelli- l’assoluta necessità e urgenza di istituire un tavolo interistituzionale Governo-Parlamento sul sisma”. “Noi – ha puntualizzato Rampelli – ci stiamo mettendo la faccia dimostrando responsabilità e senso dello Stato. Ma non possiamo accettare, accogliendo queste persone, di sentirci sul banco degli imputati per inadempienze che sono tutte del Governo e del Commissario”. “Si diano – ha concluso Rampelli- ai sindaci i pieni poteri. Altrimenti, la stagione della ricostruzione, che ancora non c’è, che si è aperta dal 24 agosto, sarà peggio molto peggio della mala gestio di tutti terremoti della storia della Repubblica italiana. Non vorremmo dover cominciare a fare esposti alla magistratura”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Emergenza gelo nelle aree terremotate

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

terremoto“Il gelo sta bloccando le condutture e dunque molte aziende di allevamento non riescono a dare da bere agli animali. L’emergenza è soprattutto per bovini , suini e pecore. Il terremoto di fine Ottobre ha causato lo spostamento delle falde acquifere. Dunque sorgenti che prima davano acqua adesso invece non la danno più perché si sono parzialmente prosciugate. Spesso gli allevatori prendevano acqua da tali sorgenti che invece oggi sono secche soprattutto per il cambiamento dell’assetto idrogeologico causato dal terremoto di Ottobre”. Lo ha dichiarato Raffaele Capponi, Consigliere Nazionale delle Guide Ambientali Escursionistiche Italiane ed agronomo della Confederazione Italiana Agricoltori dell’Umbria. “Nelle zone terremotate ed in particolare in quelle dell’Umbria la vera emergenza è il gelo – ha proseguito Capponi – che sta creando seri problemi per l’approvvigionamento dell’acqua da parte degli allevatori . Il problema è serio”.
“La neve caduta in questi giorni sulle zone terremotate rientra nella normalità . Quando sarà terminata l’ondata di gelo e di neve sarà necessario ricontrollare i sentieri – ha concluso Capponi – ed in particolare quelli tra le gole delle montagne . Quando la neve si scioglierà potrebbero verificarsi frane e distacchi di rocce e dunque sarà necessario fare una radicale ricognizione dei luoghi e dei sentieri”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Decreto terremoto e dignità terremotati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2016

terremoto«Per senso di responsabilità e perché quel poco che c’è nel testo serve ai terremotati per la sopravvivenza non voteremo contro, ma non possiamo fingere che il decreto sia esaustivo delle esigenze dei cittadini terremotati. Non possiamo mancare di rispetto per chi, dopo mesi, ancora è costretto a dormire al gelo, ad usare un bagno comune, a chiedere in prestito una roulotte, a comprare da soli un container usato o una casetta di legno, che potrà utilizzare a causa della burocrazia».
Così l’on. Catia Polidori, coordinatrice di Forza Italia in Umbria, intervenendo alla Camera durante la discussione generale sul secondo decreto terremoto. Nel suo pacato, ma fermo discorso l’esponente dell’opposizione ha passato in rassegna i difetti del provvedimento in scadenza, lamentando il grande ritardo con il quale è stato licenziato dall’esecutivo Renzi e sottolineando con dispiacere e senza alcuna partigianeria che nel 2009 il governo Berlusconi impiegò appena ventidue giorni, a dimostrazione che se le cose si vogliano fare in fretta si possono fare. «Spero che, accogliendo l’auspicio del Presidente Mattarella, il nuovo esecutivo riservi maggiore attenzione alle popolazioni colpite dal sisma – ha proseguito l’azzurra – Voglio ringraziare i sindaci dei piccoli borghi terremotati, che non hanno mai smesso di rappresentare lo Stato, facendosi carico da soli dei problemi delle loro comunità. Ho proposto un emendamento per dare loro speciali indennità di funzioni in qualità di Commissari straordinari di Governo. Intendo fare in modo – ha quindi concluso la deputata umbra – che tutti gli italiani che in questa tragedia hanno perso i loro affetti più cari, il lavoro e i loro beni non perdano almeno la speranza e non venga loro lesa la dignità ».

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Alla Sapienza niente tasse universitarie per gli studenti delle aree colpite dal sisma

Posted by fidest press agency su sabato, 3 settembre 2016

la sapienza romaIl Rettore della Sapienza Eugenio Gaudio ha disposto l’esenzione totale delle tasse per gli studenti provenienti dalle zone colpite dal terremoto. Il provvedimento ha valore per gli studenti già iscritti e per le future matricole.
Il coinvolgimento della Sapienza col territorio è rafforzato dalla presenza di una propria sede a Rieti che ospita i corsi di laurea di Ingegneria per l’Edilizia Sostenibile e Ingegneria delle Costruzioni edili e dei Sistemi ambientali.“La decisione vuole essere un segno tangibile di vicinanza alle comunità sconvolte da questo terribile terremoto e un passo verso la costruzione di un futuro di normalità e competenza” sottolinea il Rettore Eugenio Gaudio “La gestione del territorio, in Italia più che altrove, si coniuga con la prevenzione e si realizza in modo virtuoso recependo il lavoro e la professionalità degli ingegneri, dei geologi, dei nostri ricercatori. Per questo credo che investire nella formazione sia premiante per il Paese e proponga ai nostri giovani un modello di partecipazione e di cura dello spazio pubblico da cui ripartire.”
La decisione si aggiunge ad altre iniziative di solidarietà già avviate dall’ateneo, con la presenza di un’autoemoteca nella città universitaria per la raccolta del sangue che ha registrato una grande affluenza di donatori e con la disponibilità di propri medici e specializzandi per fronteggiare l’emergenza, nonché le proprie competenze scientifiche nelle fasi successive della ricostruzione.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il microcredito in aiuto ai terremotati

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 Maggio 2012

A meno di una settimana di distanza dal sisma che ha colpito le province di Modena, Ferrara e Bologna, un dato è ormai evidente: sono le imprese ad aver subito i danni economici più ingenti, danni destinati ad aumentare di giorno in giorno a causa del rallentamento o addirittura dell’arresto delle attività produttive. Etimos Foundation, la fondazione che ha ideato e coordinato il progetto di inclusione finanziaria post terremoto “Microcredito per l’Abruzzo” e che ora sta lanciando un Fondo di Microcredito per l’Italia per estendere l’esperienza ad altre regioni (anche in risposta alla grave situazione di crisi economica e disagio sociale), crede che anche nel contesto dell’Emilia Romagna il microcredito possa essere lo strumento più adatto per aiutare in modo efficace e non assistenziale il sistema produttivo locale: «Ci rivolgiamo ai principali soggetti politici ed economici del territorio colpito dal terremoto, in primo luogo agli enti pubblici, sollecitandoli a valutare l’utilizzo dello strumento del microcredito a sostegno delle imprese danneggiate, soprattutto quelle di piccola e media dimensione». «Siamo pronti fin da subito – annuncia Santori – a mettere a disposizione la nostra esperienza e le competenze maturate in Abruzzo, coordinandoci con le politiche di ricostruzione degli enti deputati e lavorando in alleanza alle forze economiche e sociali del territorio».Con un fondo iniziale di 4 milioni e mezzo di euro, i finanziamenti erogati grazie al progetto “Microcredito per l’Abruzzo” sono stati pari a 5 milioni di euro in un anno e mezzo, risorse destinate al 90% proprio alle imprese danneggiate dal sisma, con un plafond potenziale di oltre 50 milioni: «Un modello di intervento che ha trovato una delle leve maggiori della propria efficacia nel network di attori costruito in loco» conclude sempre Santori.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caritas: sostegno terremotati

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 Maggio 2012

“La popolazione colpita sta reagendo con un atteggiamento di fiducia nella rete della solidarietà. In particolare la rete della carità in Italia, si è sempre mobilitata, riuscendo a coordinarsi e a dare spazio e voce ad un’ampia generosità e buona volontà”. Il direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu, che ha subito visitato i luoghi colpiti, sottolinea che si è attivata la rete delle relazioni, con l’immediato coinvolgimento del delegato regionale e delle Caritas delle diocesi colpite. Si sta allestendo a Finale Emilia n centro interdiocesano per l’incontro tra i bisogni e le offerte. Per ora l’attività prevalente è di ascolto e vicinanza attraverso i volontari già attivi a livello locale. La scossa è stata udita distintamente in tutto il Nord (dal Friuli alla Liguria) e parte del centro Italia. Il sisma è stato avvertito anche in Lombardia, nella diocesi di Mantova, e in Veneto, nella diocesi di Adria-Rovigo e lungo l’asse dal vicentino al veronese. Dopo l’appello di Benedetto XVI, preghiera e solidarietà perché la vita normale possa riprendere al più presto è stata espressa anche dalla Conferenza Episcopale Italiana. Da tutta Italia le Caritas hanno già fatto manifestato vicinanza e disponibilità ad aiutare, così come l’intera rete internazionale, tramite Caritas Europa e Caritas Internationalis si è detta pronta a contribuire agli interventi Caritas che, dopo la prima fase di emergenza, vedranno, come sempre, un affiancamento duraturo, nel medio e lungo termine, nella fase più difficile della ricostruzione materiale e del tessuto sociale.Come contribuire
Chi vuole sostenere gli interventi in atto tramite Caritas Italiana (causale:“Terremoto Nord Italia 2012”) può versare il proprio contributo attraverso i seguenti canali
• c/c postale n. 347013
• Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma
Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113
• UniCredit, via Taranto 49, Roma
Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119
• Banca Prossima, via Aurelia 796, Roma
Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
• Intesa Sanpaolo, via Aurelia 396/A, Roma
Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384
• CartaSi (VISA e MasterCard) telefonando al n.06 66177001, orario di ufficio

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terremotati sfrattati dagli alberghi

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2010

Un gruppo di parlamentari radicali ha reso noto: “Quanto emerso in questi giorni, con il rischio che le vittime del terremoto siano sfrattate dagli alberghi per morosità dello Stato mentre il Ministero dei Beni Cultrali non riesce nemmeno a spendere i ricavi delle donazioni private, e’ la conferma che non si puo’ continuare a gestire il dopo terremoto sulla base di ordinanze d’urgenza. Occorre subito una legge organica che permetta di superare il metodo emergenziale restituendo competenze piene agli enti locali e individuando le coperture finanziarie oggi  mancanti .Su queste basi abbiamo presentato in Parlamento, come Radicali, un ordine del giorno allegato alla manovra finanziaria, a cui seguira’ una proposta complessiva che fara’ tesoro di quanto abbiamo appreso all’Aquila durante il nostro ultimo Comitato Nazionale. Per quanto riguarda, invece, i buchi di bilancio lasciati dai debiti contratti dalla Protezione civile nella fase di emergenza, cosi’ come sull’abnorme allestimento dei ponteggi, e’ bene che si faccia chiarezza sino in fondo. Delle due l’una: o la Protezione Civile di Bertolaso ha sprecato il denaro pubblico oppure il Ministro Tremonti ha consapevolmente scelto di non coprire le spese effettuate”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Berlusconi-terremotati: lacrime di coccodrillo

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2010

“Sono sconcertanti le parole del presidente del Consiglio che continua a raccontare bugie e a non mostrare nessun rispetto per i terremotati d’Abruzzo. Prima si è messo il berretto in testa e le lacrime d’ordinanza ed è andato in terra d’Abruzzo ha fatto il salvatore della patria, ora gioca allo scaricabarile rovesciando le sue colpe sugli enti locali” lo dice Massimo Donadi, presidente dei deputati di IDV.“La città de l’Aquila è morta e gli abitanti dispersi come in una dolorosa diaspora. Dire che la ricostruzione spetta a enti locali è un insulto a chi in quella drammatica vicenda ha perso tutto, figli, padri, genitori e la speranza di un futuro” conclude Donadi.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terremotati aquilani manganellati

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2010

Succede in un paese democratico che 5mila terremotati a distanza di un anno manifestino il loro disagio per una ricostruzione fatta solo di carta, e vengano caricati dalle forze dell’ordine.  Succede in un paese democratico che il Premier al quale sono venuti in così tanti a chiedere aiuto preferisca barricarsi presso la sede della Presidenza del Consiglio, piuttosto che spendere parole di impegno.  “Se non fosse una situazione autenticamente drammatica, ma drammatica veramente, ci sarebbe da ridere. Terremotati costretti a manifestare in migliaia, in pieno luglio, per una ricostruzione soltanto millantata – tuona Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti – c’è un’altra, amara verità. Il tessuto sociale e quello economico non sono stati ricostruiti. Affatto”.  Il bilancio di una manifestazione nata pacifica e finita tra i posti di blocco parla di due feriti – uno manganellato alla testa e col volto coperto di sangue, medicato in un bar – e momenti di tensione.  “Non c’erano mica i black block abruzzesi, alla manifestazione – commenta duro il responsabile per l’Abruzzo dell’Italia dei Diritti, Emiliano D’Alessandro – c’erano le famiglie, i bambini, gli anziani. Siamo di fronte ad una dittatura, che reprime il dissenso sul suo operato rosicchiando le parti  vere e democratiche del paese”. Tema della manifestazione: ricostruzione e tasse. Gli aquilani hanno ripreso a pagare mutui e imposte. Fino a ieri era previsto che il recupero dei tributi congelati avvenisse in 5 anni, a partire da gennaio. Tradotto, vuol dire che un operaio de l’Aquila, terremotato, con salario di mille euro al mese, si deve aspettare una busta paga mensile più leggera di quasi 300 euro.  In serata Gianni Letta fa sapere che un emendamento alla Finanziaria provvederà ad un recupero più dilazionato, in 10 anni.  “Non è con le briciole che si nutre un tessuto socio – economico distrutto – riprende il vicepresidente del movimento guidato da Antonello De Pierro – ma con provvedimenti seri e capillari, altrimenti avremo ricadute occupazionali enormi”.  Altrettanto critico D’Alessandro:”Il Governo stanzia milioni di euro per non meglio precisate necessità di riarmamento. Però non ha risorse per i bisogni veri dei cittadini. Anzi, le chiede a loro”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Enel: bollette per i terremotati

Posted by fidest press agency su martedì, 16 febbraio 2010

Secondo quanto segnalato da Gino Antognetti, militante radicale storico dell’Abruzzo, sfollato dalla sua casa dell’Aquila a causa delle gravi condizioni di pericolo in cui si trova la sua abitazione dopo il grave terremoto dell’aprile 2009, l’Enel sta tentando di far pagare alcune bollette collegate alle abitazioni pericolanti pur essendo i titolari sfollati in altri luoghi. L’Enel ha contattato il Signor Antognetti sul cellulare intestato alla moglie. Chi ha fornito all’Enel il suo recapito? Su questa vicenda i deputati radicali – pd, primo firmatario  Maurizio Turco, hanno oggi depositato una interrogazione parlamentare urgente. Di seguito il testo integrale che ricostruisce quanto avvenuto al Signor Antognetti.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Negato il rinvio delle tasse per i terremotati

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

“Quanto accade non mi stupisce perché questa è l’ennesima manovra ‘scaltra’ di una sorta di campagna elettorale del premier in quanto, solo poche settimane fa, in televisione egli si adoperava nel dimostrare come venivano consegnate le chiavi delle nuove case agli aquilani”. Questo il primo commento del responsabile per l’Abruzzo dell’Italia dei Diritti Emiliano D’Alessandro alla notizia della bocciatura degli emendamenti presentati dal Pd in Senato sul rinvio del pagamento delle tasse per i terremotati. Prosegue l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro: “In merito alla questione delle tasse, è proprio il caso di dire che gli aquilani subiscono, oltre il danno, la beffa: perché se gli emendamenti sono stati bocciati queste persone dovranno restituire al Fisco tutte le tasse arretrate e questo comporterebbe un onere troppo gravoso per chi è già stato duramente colpito sia economicamente che psicologicamente. Mi auguro si faccia chiarezza quanto prima – conclude polemico D’Alessandro – perché questa situazione accresce i già numerosi problemi dei terremotati e, quel che è peggio, tali voci vengono messe al silenzio dai notiziari televisivi nazionali, per cui faccio un appello affinché siano diffuse in televisione non solo le notizie propagandistiche ma anche quelle, e sono molte, che esprimono il disagio e il malcontento dei cittadini abruzzesi”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Borse di studio per gli studenti terremotati

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

“Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa, e lo siamo ancora di più perché proviene da un ente territoriale in grado di venire in soccorso di una delle categorie maggiormente colpite dal sisma del 6 aprile: gli studenti. Non dimentichiamo, infatti, che oltre alle giovani vittime del crollo della Casa dello studente, il terremoto ha prematuramente spezzato le vite di numerosi bambini. Aiutare coloro che sono fortunatamente sopravvissuti, perdendo purtroppo genitori e parenti, mi sembra doveroso e degno di encomio”. Così si esprime Barbara Del Fallo, viceresponsabile per l’Abruzzo dell’Italia dei Diritti, commentando l’iniziativa illustrata dal presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, nell’ambito dell’attività della Fondazione “Abruzzo Risorge onlus”, sorta con l’obiettivo di sostenere la popolazione degli sfollati. Il bando di concorso presentato da Pagano prevede una borsa di studio in favore degli orfani del terremoto che hanno perso uno o entrambi i genitori e per i ragazzi diversamente abili. I finanziamenti agli studi saranno così ripartiti: 3.000 euro per la scuola primaria; 4.500 per la scuola secondaria di primo grado; 5.500 per la scuola secondaria di secondo grado; 7.000 per l’università.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Risorse terremotati Abruzzo

Posted by fidest press agency su sabato, 20 giugno 2009

Pescara 22 giugno  Regione Abruzzo – Viale Bovio, ore 10.00 per il Patto di Base, ritenendo palesemente insufficiente lo stanziamento di circa 5,5 miliardi di Euro disposto dal Governo con il Decreto n. 39/2009, a fronte dei 13 di miliardi stanziati invece per l’acquisto di aerei da caccia militari, lunedì 22 giugno manifesterà a Pescara davanti alla sede della Regione Abruzzo. Il Patto di Base chiede: l’azzeramento del deficit sanitario regionale, creato dalla scellerata gestione dall’ex governo Pace e perpetuato dal governo Del Turco; l’immediata assunzione di tutti i precari del Pubblico Impiego; il blocco del taglio di 1.400 posti di lavoro nella Scuola abruzzese e finanziamenti aggiuntivi per l’aquilano, finalizzati all’assunzione straordinaria di personale per l’inizio del prossimo anno scolastico; l’estensione dell’indennità speciale di disoccupazione di € 800 a tutti i lavoratori che a seguito del sisma sono senza lavoro, e non solo agli operatori commerciali come invece previsto dal Decreto 39; piena competenza e finanziamenti adeguati agli Enti Locali ed alle organizzazioni di cittadini per la ricostruzione di tutte le abitazioni; l’estensione degli sgravi fiscali e risorse per tutte le comunità colpite dal sisma e non solo per i 49 comuni individuati dalla Protezione Civile. Il Patto di Base si oppone inoltre alla creazione di cosiddette new town, che la Protezione Civile e il Governo si appresterebbero a realizzare con la deportazione a decine di chilometri di distanza di gran parte dei terremotati che hanno avuto l’abitazione distrutta. Su questi punti il Patto di Base ha elaborato una “Piattaforma Sociale” che consegnerà al Governo Regionale, chiedendo che questo si impegni fattivamente nella tutela dei cittadini abruzzesi.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Talami di Orsogna ai terremotati

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 aprile 2009

talamo1Sarà dedicata alla comunità aquilana duramente colpita dal terremoto la rappresentazione dei Talami di Orsogna (Chieti) che lunedì prossimo, 13 aprile, dalle ore 10.30 si svolgerà a Orsogna (Chieti). Sarà soprattutto un’occasione per raccogliere fondi a favore della popolazione dell’Aquila, anche con la vendita di beneficenza di oggetti legati ai Talami e delle cartoline con l’annullo filatelico appositamente realizzato da Poste Italiane. Il significato religioso dei Talami e le iniziative di solidarietà hanno spinto il parroco, don Mario Persoglio, l’Associazione culturale Talami Orsogna e l’Amministrazione comunale a confermare l’antico rito, che consiste in sette quadri biblici viventi, ispirati a scene bibliche interpretate da attori immobili come statue. Sarà un’edizione sobria, che avrà per tema «San Paolo apostolo delle genti». Nel pomeriggio di lunedì il Teatro di Plinio e l’associazione Universitas Guardiae proporranno uno spettacolo teatrale, «Avaste», sull’antica rivalità tra Orsogna e Guardiagrele che sarà idealmente un’occasione per siglare una «pace» simbolica tra le due comunità. Anche in questo caso saranno raccolti fondi da devolvere alla città dell’Aquila. Sono in corso altre iniziative pro terremotati: ad esempio, Scout, Azione Cattolica, Protezione civile e Amministrazione comunale insieme alla Croce rossa italiana si sono organizzati per raccogliere tra i cittadini denaro e aiuti in varie forme. Questa sera in Consiglio comunale sarà osservato un minuto di raccoglimento. Il Comune ha intenzione di destinare una somma per partecipare alle spese per l’ospitalità di alcune famiglie aquilane alle quali è stato offerto un tetto a Orsogna. Si stanno individuando anche gruppi della Protezione civile già operanti nell’Aquilano e comunità locali alle quali inviare degli aiuti, anche in collaborazione con l’Associazione nazionale comuni italiani. (foto talamo1)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »