Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 341

Posts Tagged ‘terzo settore’

Necessario un concreto sostegno al terzo settore

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 aprile 2020

Il Terzo settore, pilastro portante della comunità, necessita di forme concrete e urgenti di sostegno per consentire ai volontari e agli operatori, in questa fase emergenziale e dopo, di operare in sicurezza e garantire la sopravvivenza di quel privato sociale che tutto il mondo ammira.
AIL, l’Associazione Italiana contro leucemie, linfomi e mieloma, Presidente Sergio Amadori, incontra in videoconferenza il Sottosegretario al Ministero del lavoro e delle Politiche sociali Sen. Stanislao Di Piazza e fa fronte comune insieme ad ACTIONAID, Delegato Segretario Generale Luca De Fraia, AIRC, Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, Direttore Generale Niccolò Contucci, AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, Presidente Francesco Vacca, EMERGENCY, Vicepresidente Alessandro Bertani, FIAGOP, Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica, Presidente Angelo Ricci, TELETHON, Responsabile Istituzionale Carlo Fornario e UNIAMO, Federazione Italiana Malattie Rare, Presidente Annalisa Scopinaro, presentando al Governo un documento di interventi urgenti per dare respiro economico agli enti, alle associazioni e alle organizzazioni del Terzo settore attraverso una gestione intelligente delle risorse, e garantire quindi la sopravvivenza del privato sociale che rappresenta una componente fondamentale del tessuto sociale ed economico dell’Italia. Ha partecipato all’incontro anche FNOPI, Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche, Portavoce Tonino Aceti.
“A nome di tutte le Associazioni che insieme hanno deciso di interpellare il Governo sulle istanze prioritarie riguardanti il Terzo settore – dichiara Sergio Amadori, Presidente Nazionale AIL – ringrazio sentitamente il Sen. Stanislao Di Piazza, per la sensibilità e disponibilità dimostrate nell’ascoltare e condividere le nostre richieste. Auspichiamo attraverso il suo supporto di ottenere al più presto gli aiuti necessari”.Il Terzo settore è importante non soltanto per la coesione e l’inclusione ma anche sul piano economico; depauperare questo capitale sociale sarebbe davvero un danno irrimediabile.Cinque le proposte avanzate dalle Associazioni:
1. Misure di sostegno finanziario attraverso l’istituzione di fondi per la copertura delle perdite economiche dovute alla drammatica contingenza. Necessario lo sblocco dei fondi rotativi di sistema e la creazione di un finanziamento a fondo perduto che assista le organizzazioni non profit.
2. Sblocco immediato del DPCM, pronto da mesi, che rivede la disciplina del 5 per mille. Urgente entro il mese di giugno erogare il 5 per mille 2018 e 2019, quasi un miliardo di euro già in bilancio.
3. Attuare provvedimenti volti a dare continuità alle attività di volontariato, mutuando ciò che già avviene con il Servizio Civile Nazionale, come la previsione di un assegno temporaneo di 440 euro con esenzione Irpef e previdenziale, copertura assicurativa e formazione.
4. Potenziamento del Servizio Civile universale attraverso lo stanziamento di risorse per mobilitare 80.000 giovani che nell’ultimo bando non hanno trovato posto per fare servizio di volontario. Serve reperire quindi 400 milioni di risorse aggiuntive ed emanare un bando con procedure straordinarie.
5. Potenziare il fondo di non autosufficienza al fine di fronteggiare le situazioni di maggiore isolamento e rischio e aiutare con interventi concreti le persone con disabilità.
A questi interventi vanno aggiunte le necessarie previsioni per le imprese con agevolazioni IVA per macchinari, reagenti, fondi agli ETS, approvvigionamenti di dispositivi protettivi e la prosecuzione assolutamente centrale del processo di riforma del Terzo settore.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Riforma del terzo settore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 dicembre 2019

Il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato l’informativa periodica “No Profit”, che ha focalizzato l’attenzione sulla Riforma del Terzo Settore. Un ambito di grande interesse per il mondo delle professioni e l’attività dei commercialisti, che si evolve in modo talmente rapido da obbligare a una continua ricerca e analisi delle migliori interpretazioni disponibili, per poter gestire gli aspetti operativi che risultano più impellenti e rilevanti ai fini della piena implementazione della riforma stessa. Il Consiglio Nazionale -in coordinamento tra area no profit e area principi contabili, principi di revisione e sistemi di controllo – ha nominato un apposito Gruppo di lavoro per poter pubblicare entro il primo quadrimestre del 2020 apposite Linee guida dell’Organo di controllo degli EtS, definite come una evoluzione delle norme di comportamento del collegio sindacale delle società non quotate, opportunamente riviste e adattate. Contestualmente, è stato avviato un percorso di sviluppo in materia di rendicontazione finanziaria che possa essere in grado di produrre specifici “Principi contabili per gli enti del Terzo settore”. Il compito di stesura dei principi spetta all’Organismo Italiano della Contabilità, standard setter nazionale. Il progetto, ancora in fieri, dovrebbe garantire, a seguito della futura pubblicazione del decreto ministeriale inerente la “modulistica del bilancio di esercizio degli Ets non commerciali” di cui all’articolo 13, comma 3 del d.lgs 117/2017, la definizione di un framework contabile di riferimento in grado di rendere i trattamenti contabili omogenei e consolidati nel settore. I contatti intrattenuti con Assirevi portano inoltre a prevedere che ai principi contabili di settore seguiranno anche alcuni Principi dedicati alla revisione legale degli Enti del Terzo settore. Normativa sul bilancio di esercizio, principi contabili e principi di revisione verranno alla luce nel corso del 2020 e saranno perciò applicabili a partire dai bilanci dell’esercizio iniziato dopo la loro pubblicazione, vale a dire per gli enti con esercizio allineato con l’anno solare dal 2021. Ancora, restano da chiarire alcuni aspetti concernenti l’interpretazione della disciplina delle imposte sui redditi degli Enti del Terzo settore. In particolare, appare di assoluta centralità inquadrare in modo corretto e chiaro il disposto dell’articolo 79 del Cts, che ne definisce la natura commerciale o non commerciale. Per tale motivo il Consiglio sta intrattenendo una serie di interlocuzioni con i soggetti istituzionali interessati al tema, in modo da poter esaminare le diverse letture della norma e, nel caso, proporre le soluzioni che appaiono più congeniali per quanto possibile ad una applicazione semplice e coerente alla ratio della norma.Quattro le sezioni in cui è divisa l’informativa. Nella prima si analizza lo Stato dell’arte della riforma che si avvia verso la fase operativa. Dopo i decreti principali (D.lgs. n. 117/2017 – Codice del Terzo settore o CTS – e D.lgs. n. 112/2017 – riforma dell’impresa sociale) e i provvedimenti correttivi, inizia a prendere forma il Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS), il cui schema di decreto attuativo è in fase di lavorazione. Come noto, la riforma segue differenti step di attuazione, legati principalmente alla necessità di istituire il Registro ed ottenere l’autorizzazione della Commissione europea sui nuovi regimi fiscali. Un altro paragrafo è dedicato all’inquadramento delle evoluzioni interpretative ministeriali con l’analisi di alcune Circolari e note Direttoriali pubblicate dal Ministero del Lavoro dal maggio scorso ad oggi. Spazio poi ai principali aspetti collegati alle nuove previsioni in materia di bilancio sociale e valutazione dell’impatto sociale. Infine, chiude l’informativa, una sezione dedicata i più recenti Pronunciamenti dell’Agenzia delle Entrate sul comportamento che gli Ets “temporanei” devono mantenere nel periodo transitorio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Contratti: Cgil Cisl Uil, firmata ipotesi rinnovo Uneba per Terzo Settore

Posted by fidest press agency su sabato, 14 dicembre 2019

Raggiunta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto Uneba, l’Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale, per il triennio giuridico 2017/2019. A darne notizia sono Fp Cgil, Cisl Fp, Fisascat Cisl, Uil Fpl e Uiltucs, aggiungendo che l’accordo, relativo ad una platea interessata di circa 50 mila lavoratrici e lavoratori, è stato raggiunto nella tarda serata di ieri 10 dicembre, al termine di una due giorni di trattativa no stop.L’accordo, spiegano i sindacati, “ha un valore economico complessivo a regime di 80 euro sul livello 4S, di cui 70 euro di incremento tabellare per 14 mensilità, riparametrati per tutte le altre categorie e posizioni economiche, il che corrisponde a un incremento percentuale del 5,27% sul tabellare. La distribuzione e le decorrenze delle quantità economiche sono le seguenti: 20 euro sul salario tabellare al 1/01/2020; 30 euro sul salario tabellare al 1/12/2020; 30 euro, dalla firma del contratto, a disposizione della contrattazione integrativa di livello regionale”. Di questi ultimi, precisano ancora i sindacati, “20 euro sono destinati ad essere consolidati sul tabellare secondo le seguenti scadenze: in caso di accordo di secondo livello questa quota sarà consolidata in occasione del prossimo rinnovo contrattuale nazionale; in assenza di accordo di secondo livello, la quota sarà consolidata sul tabellare al 31/12/2021. Questo meccanismo, che incentiva lo sviluppo della contrattazione di secondo livello, garantisce comunque valori tabellari omogenei alla data del rinnovo del prossimo contratto”.A tutto questo, inoltre, “si aggiunge una una-tantum per il periodo pregresso, pari a 100 euro complessivi sul livello 4S, riparametrati per tutte gli altri livelli, che sarà erogata in un’unica rata il 1 febbraio 2021. È previsto, inoltre, 1 euro in più sull’assistenza sanitaria integrativa dal 1/07/2020”. L’istituto degli scatti di anzianità, dal 1 giugno 2020 al 31 dicembre 2022, “sarà temporaneamente sospeso per essere oggetto di confronto nell’ambito di una commissione paritetica nazionale che dovrà ridefinirlo e rimodularlo per collegarlo all’effettiva crescita professionale, misurata in modo concreto e oggettivo; la commissione, che tra l’altro avrà il compito di strutturare definitivamente e di avviare la previdenza integrativa, nonché di riorganizzare il sistema dell’assistenza sanitaria integrativa, si riunirà entro sei mesi dalla firma del contratto e dovrà concludere i lavori entro il 31/12/2020”.Tra gli elementi che maggiormente valorizzano il nuovo testo contrattuale, i sindacati sottolineano: “Il rafforzamento della contrattazione decentrata, il riconoscimento dei tempi di vestizione in orario di lavoro, l’introduzione della banca etica solidale (alla cui costituzione è destinata inizialmente una giornata di Rol), la previsione di una percentuale di stabilizzazione per i rapporti di lavoro a tempo determinato, la perimetrazione dei limiti dei contratti precari, lo sviluppo della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, la regolamentazione dell’assistenza domiciliare che prevede il riconoscimento dei tempi di spostamento come orario di lavoro”. Ora l’ipotesi di accordo dovrà essere sottoposta alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori, da completarsi entro il 25 gennaio 2020.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Terzo Settore: “Fondamentale per il nostro Paese”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 ottobre 2019

“Il Terzo Settore è davvero importante per l’Italia e lo dico ormai da diversi anni. Io credo sia fondamentale davanti ad una crisi profonda del sistema della massificazione del profitto. Questo sistema, oggi, rappresenta un insieme di forze che consentono di creare un riequilibrio e le condizioni necessarie per il bene della cittadinanza. E’ bene iniziare a premiare nuovi paradigmi che guardino ad un futuro modello che permetta di costruire una società più aperta ai bisogni degli italiani.
Oggi lo stesso mondo del no profit chiede di invertire una certa tendenza. C’è la necessità di produrre capitale sociale, beni non solo produttivi o finanziari ma che siano d’esperienza o sociali. Diventerà fondamentale valorizzare quelle imprese che pur facendo profitto utilizzano gli utili per restituire alla comunità. Per questo io ritengo che il futuro del terzo settore sia la cosiddetta economia civile”. Lo ha detto il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Stanislao di Piazza, in un’intervista a Il Dolomiti. “Per guardare al futuro – prosegue nell’intervista – dobbiamo costruire cooperative sociali , cooperative di comunità e in Trentino farlo risulta molto facile. Abbiamo la necessità di creare nuovi modelli di cooperazione che consentendo, di fronte ad un problema, l’unione delle forze lo possono affrontare assieme. Il Trentino, in questo senso, può diventare un vero e proprio laboratorio di economia civile. Dentro questo processo ci devono essere alcuni valori che sono quelli della gratuità oppure della reciprocità e della restituzione al bene comune e al proprio territorio”. “Il volontariato – ha aggiunto – è qualcosa che la persona fa con il cuore. Vanno create le condizioni perché l’impegno del volontariato venga strutturato in maniera giusta e questo significa evitare sfruttamento e speculazioni. Chi vuole farlo deve aprire il proprio cuore a 360 gradi. Non esiste che sia importante solo la persona della porta accanto. E’ importante anche quello che si trova a 3 mila chilometri di distanza. Dobbiamo avere un cuore grande, uno spirito che ci consenta di aiutare il mondo. Quando uno si apre all’amore si apre per tutti non ci possono essere categorie”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stazioni italiane dismesse da destinare in uso a Enti e Associazioni del Terzo settore

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 marzo 2018

Finanziare e attuare progetti per la riqualificazione e il riuso sociale, ambientale e culturale di circa 450 stazioni impresenziate e delle linee ferroviarie dismesse del network di Rete Ferroviaria Italiana. Questo l’obiettivo del Protocollo d’intesa firmato oggi a Milano da Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane, e da Alessandro Messina, Direttore Generale di Banca Etica.“Il Gruppo FS Italiane ha avviato negli ultimi anni importanti interventi per riqualificare e riorganizzare gli spazi e le aree delle principali stazioni italiane non più funzionali alle attività ferroviarie. Le stazioni ferroviarie, infatti, non sono più solo luoghi dove iniziano o finiscono i viaggi. E’ fondamentale quindi migliorare l’efficienza, il valore e l’integrazione con la città delle stazioni ferroviarie, sia grandi sia medio/piccole, per renderle poli di attrazione e di servizi per il territorio e non solo efficienti poli trasportistici. E sviluppando progetti di sostenibilità sociale e ambientale il Gruppo FS Italiane vuole facilitare e favorire, anche attraverso comodati d’uso, attività associative del Terzo settore e del mondo no profit”, ha sottolineato Renato Mazzoncini, AD e DG di FS Italiane.
“Banca Etica è nata per gestire risorse finanziarie di famiglie, persone, organizzazioni, società ed enti, orientando i loro risparmi verso la realizzazione del bene comune della collettività. L’intesa con FS Italiane è un’occasione per mettere in pratica iniziative di rigenerazione territoriale secondo i principi della finanza etica: con pari attenzione cioè alla sostenibilità economico-finanziaria e a quella socio-ambientale. In questo momento la sfida della riqualificazione degli immobili e dei beni comuni presenti nelle periferie urbane e nelle aree interne del Paese è al centro delle nostre attività”, ha ricordato Alessandro Messina, Direttore Generale di Banca Etica.Con l’accordo di collaborazione FS Italiane e Banca Etica si impegnano a promuovere e sostenere progettualità integrate.In particolare FS Italiane coinvolgerà Banca Etica nella selezione dei soggetti destinatari delle aree oggetto di riqualificazione e comunicherà ai soggetti selezionati le linee guida per usufruire dei servizi di Banca Etica.
Banca Etica, invece, favorirà, attraverso bandi dedicati sul proprio network di crowdfunding, la raccolta fondi per sostenere i progetti di riqualificazione, promuoverà eventi culturali per presentare progetti e offrirà servizi creditizi e bancari integrati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pubblicato il documento “Riforma del Terzo Settore: le erogazioni liberali e il social bonus”

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 gennaio 2018

reti impresaLa Fondazione Nazionale dei Commercialisti ha pubblicato il documento “Riforma del Terzo Settore: le erogazioni liberali e il social bonus”. Come noto quest’estate ha trovato attuazione la riforma del Terzo settore, avviata con la legge delega del 2016 (legge 6 giugno 2016, n. 106). Nell’agosto scorso sono stati infatti pubblicati i relativi decreti attuativi: il D.Lgs. 6 marzo 2017, n. 4, contenente la disciplina del servizio civile universale; il D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 111, che riforma la disciplina di destinazione del cinque per mille; il D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 112, di revisione della disciplina dell’impresa sociale e, probabilmente il più rilevante per importanza, il D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117 che ha introdotto nel nostro ordinamento il Codice del Terzo settore. Si è così realizzata la codificazione della normativa del Terzo settore, fornendo finalmente una disciplina unitaria che regola gli enti del Terzo settore sotto il profilo civilistico, aziendalistico e fiscale. Il Codice del Terzo Settore, infatti, istituisce un Registro unico nazionale del Terzo settore, strutturato per diversi sotto-settori, definisce la categoria degli ETS, ne individua diverse tipologie, specifica le attività di interesse generale che i medesimi possono svolgere, delinea le diverse forme di finanziamento cui possono accedere e regola gli adempimenti fiscali, contabili e gestionali cui sono chiamati. La rilevanza della riforma in atto, nonché l’ampiezza dei temi affrontati, ha suggerito l’opportunità di effettuare degli approfondimenti monotematici dei principali contenuti della riforma, mediante la pubblicazione di alcuni documenti della Fondazione Nazionale dei Commercialisti. Data la diversa tempistica di entrata in vigore delle disposizioni che compongono il quadro normativo delineato dal legislatore delegato, si è ritenuto utile prendere le mosse da quella parte di disciplina di prossima applicazione e, in particolare, dal nuovo regime di agevolazioni fiscali riconosciute a fronte di erogazioni liberali. La riforma del Terzo settore ha, infatti, riservato particolare attenzione alla razionalizzazione e incentivazione del sistema delle agevolazioni fiscali riconosciute ai soggetti che scelgono di sostenere finanziariamente gli enti del Terzo settore, favorendo l’afflusso verso enti particolarmente meritevoli di beni e risorse finanziarie derivanti da liberalità. Questo argomento é di estremo interesse per la categoria dei dottori commercialisti e degli esperti contabili visto l’impegno nel mondo del no profit in quanto coprono vari ruoli: come consulenti, come componenti degli organi di controllo interno, come revisori legali e spesso anche come amministratori.Il documento completo é disponibile online sul sito della Fondazione Nazionale dei Commercialisti (www.fondazionenazionalecommercialisti.it)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“In Italia il Terzo Settore è strategico”

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 aprile 2017

maria teresa bellucciE’ forte delle circa 300 mila organizzazioni, 850 mila operatori, 5 milioni di volontari e 30 milioni di cittadini che fruiscono dei servizi sussidiari per un valore complessivo di 50 miliardi di euro. Un vero e proprio asset della Nazione che temiamo vada incontro a una privatizzazione di fatto del sociale».Lo dichiara Maria Teresa Bellucci, Presidente Nazionale del Modavi Onlus, intervenuta questa mattina in audizione nella Commissione Affari Sociali della Camera sulla riforma del Terzo Settore. «Pertanto – continua Bellucci – riteniamo più che giusto che il Governo si stia interessando di come sostenere il Terzo Settore, con finalità indiscutibilmente nobili, visto che quando parliamo di questo ambito entra in gioco il welfare, materia che ha un ruolo chiave per il benessere dei cittadini e la stabilità dell’Italia. D’altro canto non possiamo non rilevare che è singolare affidare per legge, a un ente di diritto privato, la Fondazione Italia Sociale, lo sviluppo di interventi innovativi da parte del Terzo Settore, dotandola al contempo di un finanziamento pubblico di base di un milione di euro e di organismi decisionali, all’interno dei quali, il mondo del non profit subisce una carenza di rappresentatività strutturale. Un solo membro sui dieci previsti nel comitato di gestione che andrà a decidere di questioni anche e soprattutto economico finanziarie. Avremmo preferito, viste anche le recenti inchieste giudiziarie che purtroppo minano la credibilità e l’etica dei tanti che operano nel sociale con onestà, sacrifici e comportamenti etici, che il Governo avesse proposto una Authority pubblica, cui affidare con maggiore trasparenza il delicato ruolo che si va configurando per la Fondazione, ma ormai il percorso è in dirittura di arrivo e non possiamo che premere affinchè qualche stortura macroscopica sia raddrizzata e alcune questioni affrontate. Tra queste – conclude Bellucci – la maggiore presenza di enti del Terzo Settore nel Comitato di gestione, la modalità elettiva dei membri degli organi direttivi, la previsione di modalità di gestione dei fondi di tipo pubblicistico, la sede della Fondazione che a nostro parere non può essere Milano, ma Roma, sia per una questione di rappresentatività che per una di operatività, dato che ad oggi è la questione del Mezzogiorno ad essere, ancora una volta, tra le emergenze più pressanti in ambito sociale e di governo». (foto: maria teresa bellucci)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Migranti: Dal terzo settore soluzioni realistiche

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 giugno 2016

NUOVO DRAMMA DEI MIGRANTI, ANNEGANO DUE DONNE A PANTELLERIA“Anche oggi notizie drammatiche sul fronte dell’immigrazione: stanno diventando talmente frequenti che il rischio è quello di confondere quelle di un giorno con quelle del giorno precedente e anestetizzare la propria coscienza. Ma questo è proprio quello che non può accadere, che non deve accadere, se non vogliamo perdere la nostra dignità di uomini e di donne impegnate sul piano umano prima ancora che politico. Ci sono richieste di aiuto che ci giungono dalle più importanti organizzazioni umanitarie, da Save the Children all’Alto Commissariato per i Rifugiati; da ONG presenti nei vari campi di accoglienza e da piccole organizzazioni che lavorano nelle nostre città, nelle mense e nelle parrocchie. In altri termini ci sono da un lato i numeri sempre più impressionanti dei flussi di migranti con la loro sofferenza a tutto campo e dall’altro ci sono alcune delle risposte di diversa portata che emergono da donne e uomini di buona volontà.”
Lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare, che continua: “Anche oggi, prima domenica di giugno, ho incontrato un discreto gruppo di professionisti, seriamente impegnati in alcuni progetti che si occupano di programmi umanitari in Libano. Sostanzialmente chiedevano risorse economiche per far fronte ai loro obiettivi e mostravano come garanzia cose già fatte, per esempio una scuola professionale, che sta funzionando molto bene e che accoglie molti giovani profughi siriani. La loro argomentazione più convincente era più o meno questa: se li aiutiamo a restare nei loro paesi o nelle immediate vicinanze, saranno più facilmente disponibili a ricostruire il loro paese non appena sarà possibile. Non dovranno tornare da dove sono fuggiti, perché in un certo senso sono già li vicino. Un discorso serio e concreto, di alto respiro sociale, ma anche di concreta e prossima realizzazione. Una buona alternativa tra chi dice rimandiamoli tutti a casa e chi vorrebbe accoglierli tutti a casa nostra. Una soluzione di compromesso, in un certo senso; ma tutto sommato un buon compromesso che potrebbe rilanciare anche in quelle terre martoriate dalla guerra, dalla persecuzione e dalla discriminazione, un po’ di quella sana filosofia che è alla base della nostra legge sul Terzo settore. Forse è quella una delle chiavi potenziali per ricostruire con la cooperazione internazionale e con le nuove norme delle imprese sociali soluzioni ponte efficaci per evitare che si alzino muri o si rispediscano in mare gente che ha più fame di solidarietà e di opportunità professionali che di cibo, anche se una cosa non esclude l’altra”, conclude la Binetti.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Quinto Rapporto Nazionale Auser su Enti Locali e Terzo Settore

Posted by fidest press agency su domenica, 22 aprile 2012

Servizi sociali

Servizi sociali (Photo credit: Wikipedia)

(Centro Maderna) Organici comunali ridimensionati a vantaggio degli affidamenti esterni; aumento dei carichi di lavoro per gli addetti; forte coinvolgimento delle associazioni nell’erogazione dei servizi sociali. Questi sono alcuni dei risultati che emergono dalla “Quinta rilevazione nazionale sul rapporto fra Enti Locali e Terzo Settore” promossa dall’Auser e presentata a Roma il 17 aprile 2012, mostrano un welfare locale sempre meno pubblico, sempre meno comunale. Il V Rapporto Auser, scatta una chiara fotografia sulle modalità di gestione dei servizi socio-assistenziali da parte dei comuni e la realtà che emerge non è delle migliori, con il personale ridotto – diminuito del 6,6% negli ultimi 3 anni – e con una carico di richieste che si riversa sempre più sulle spalle del terzo settore. Gli interventi sociali realizzati da Auser soddisfano una domanda sociale in forte crescita, in genere non coperta dalle istituzioni pubbliche locali preposte; si tratta di una domanda variegata, al cui interno si intrecciano le necessità collegate alla povertà (soprattutto nelle grandi città del Nord, dove emerge la fragilità economica e relazionale delle donne vedove, sole e molto anziane), bisogni socio-sanitari collegati alle condizioni di non autosufficienza e di parziale non autosufficienza degli anziani, bisogni di compagnia, socialità e di “benessere”, le necessità di spostamento nel territorio. In particolare, la richiesta di servizi di mobilità e collegati ai trasporti è ormai un fenomeno in forte crescita, collegato non solo alla necessità, da parte degli anziani, di raggiungere uffici pubblici e presidi ospedalieri e ambulatoriali, ma anche al desiderio, espresso da una quota rilevante di utenti ultrasettantacinquenni soli, di spostarsi nel territorio per svolgere attività sociali e in modo particolare relazionali, e sbrigare in modo autonomo pratiche d’ufficio. In definitiva, le attività convenzionate svolte da Auser rispondono a un “nuova” domanda sociale espressa dagli anziani, che si indirizza verso l’uso “attivo” del territorio; domanda che può essere soddisfatta sempre meno attraverso il ricorso alla istituzionalizzazione, al contrario, richiede il potenziamento del sistema dei servizi reali e la creazione di nuove opportunità (integrazione sociale, promozione del benessere, invecchiamento ) nelle comunità locali.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mondo cattolico, terzo settore e comunità

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Roma 14 giugno ore 9,30-13,30 SGM Conference Center, via Portuense 741 si tiene il il rapporto con il mercato in tempi di crisi”. Saranno presentati i primi risultati di una ricerca e il nuovo progetto SEVICOL- Il port@le al servizio delle comunità. Tra i relatori: Elio Costantini- Presidente Fondazione Giovanni Paolo II per lo Sport Suor Bartolomea Teresina Carena, amministratore delegato Fondazione SGM Enzo Rappazzo Direttore FOE- Deerezaione Opere Educative Dott. Paolo Agnesi- Responsabile degli Acquisti per la Fondazione Opera San Camillo che gestisce le 13 strutture “camilliane” della provincia Lombardo – Veneta. Don Fulvio Dettoma-Parroco di Cossato (BI), membro CdA del bisettimanale “Il Biellese”, Consigliere dell’organo di indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Direttore dell’ufficio diocesano Pellegrinaggi e Turismo (U.P.E.T), Presidente della “Casa di Riposo Gallo” in Cossato (BI).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro bianco sul Terzo settore

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2011

Roma 13 giugno, ore 15.30 presentazione ore 17.30 via Poli 19 Sala delle Colonne, Palazzo Marini conferenza stampa su Il terzo settore oggi: i punti di forza e i nodi da sciogliere, raccomandazioni e proposte concrete per “slegare il Terzo settore italiano” così da “contribuire ad assecondare il progresso morale e civile del Paese”. L’Agenzia per il terzo settore presenta la nuova edizione del “Libro bianco”, edito da Il Mulino nella collana “Percorsi” e curato da Stefano Zamagni, presidente dell’Agenzia e professore di economia politica all’Università di Bologna.
Dalla riforma della legislazione di riferimento al finanziamento degli enti non profit, dalle questioni tributarie alla rendicontazione, dal problema della rappresentanza a quello della governance e del riconoscimento della qualità, molti sono i temi aperti per il futuro del terzo settore che, nella definizione del professor Zamagni, deve essere liberato da “lacci e costrizioni di varia natura, sia giuridico normativa sia economico-organizzativa ed anche, forse in prevalenza, di natura culturale”.
Il volume, strumento a disposizione delle autorità competenti per dare risposte ai problemi urgenti del terzo settore italiano, è il risultato di un lavoro di équipe cui hanno partecipato economisti, giuristi, commercialisti, politologi, sociologi e esperti del mondo dell’associazionismo, del volontariato e della cooperazione. Intervengono alla presentazione e alla conferenza stampa:
on. Gianni Letta, Sottosegretario di Stato
Stefano Zamagni, presidente Agenzia per il terzo settore
on. Luigi Bobba, vicepresidente Commissione Lavoro della Camera dei Deputati
Giuseppe De Rita, presidente Censis
Andrea Olivero, portavoce Forum Terzo Settore

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum dell’Agricoltura Sociale

Posted by fidest press agency su domenica, 5 giugno 2011

Anche l’agricoltura e la valorizzazione dei prodotti locali possono servire a favorire inclusione sociale e percorsi riabilitativi. È il concetto chiave del Forum dell’Agricoltura Sociale della Bassa Friulana, promosso dall’Ass n. 5 “Bassa Friulana” nell’ambito della partnership con l’Ambito distrettuale di Latisana e l’Ersagricola Spa e con il contributo della Regione Fvg.
L’iniziativa si prefigge di dare nuova linfa alle forme di economia sociale in agricoltura coinvolgendo sia gli imprenditori agricoli, sia i soggetti del terzo settore. Non a caso, infatti, a fare gli onori di casa per la presentazione dell’iniziativa è stato il Consorzio di cooperative sociali “Il Mosaico” aderente a Confcooperative Fvg, già partner dell’Azienda sanitaria e di Ersagricola con la fattoria sociale Volpares.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Portavoce forum terzo settore

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

E’ Andrea Olivero. E’ stato  riconfermato portavoce del Forum del Terzo Settore per il prossimo biennio. L’assemblea ha deciso l’ampliamento del numero dei membri del Coordinamento Nazionale, che passano da 14 a 20. A farne parte sono stati eletti: Lucio Babolin (Cnca), Franco Bagnarol (Movi), Rita Battaglia (Federconsumatori), Pietro Barbieri (Fish), Paolo Beni (Arci), Fausto Casini (Anpas), Irma Casula (Modavi),  Antonio Di Matteo (Mcl), Alessandro Geria (Anolf), Giampaolo Gualaccini (Cdo Opere Sociali), Maurizio Gubbiotti (Legambiente), Filippo Fossati (Uisp)  Michele Mangano (Auser), Sergio Marelli (Focsiv), Paola Menetti (Lega Coop Sociali), Bruno Molea (Aics),  Nirvana Nisi (Ada), Juri Pertichini (ArciRagazzi), Leonardo Sacco (Misericordie), Elide Tisi (Federsolidarietà). Maurizio Mumolo e Domenico Iannello sono stati riconfermati in qualità rispettivamente di direttore e tesoriere. Sono stati anche votati tre ordini del giorno:
•    uno di adesione alle manifestazioni pubbliche del 13 febbraio a tutela della dignità della donna
•    uno sul decadimento dell’etica pubblica e sul costante scavalcamento delle regole istituzionali;
•    uno di solidarietà alle popolazioni di Egitto e Tunisia che lottano per l’affermazione della democrazia ed alle associazioni impegnate in quei Paesi.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Risorse plurali per il Terzo Settore

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

Colle Val d’Elsa (Siena) 15-19 Dicembre Polo Universitario. ForTeS – Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore, con la partnership dell’Amministrazione Provinciale di Siena, della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e del Cesvot – Centro Servizi per il Volontariato della Toscana, un corso residenziale sul tema “Risorse plurali. Potenzialità e opportunità per il terzo settore”. Il corso, riservato a 45 fra dirigenti e quadri delle organizzazioni di terzo settore, si svolgerà presso il Polo universitario di Colle Val D’Elsa (Siena) e vedrà l’alternarsi di lezioni, discussioni, lavori di gruppo e occasioni di socialità.  I docenti e i facilitatori, che rappresentano alcune fra le più significative realtà italiane ed europee del Terzo Settore e delle Università, discuteranno con i partecipanti tematiche quali l’innovazione, la partecipazione, la comunità territoriale, lasciando ampio spazio all’analisi di case studies esemplari. L’obiettivo della Winter School è la creazione di un laboratorio di alta formazione, che esplori la pluralità delle risorse potenzialmente disponibili: dalla comunità territoriale all’innovazione organizzativa e gestionale, dalle nuove risorse finanziarie a quelle culturali, dai processi democratici e partecipatal sistema politico, il percorso interdisciplinare promuove un confronto fra esperienze, pratiche e teorie nella prospettiva di costruire una comunità di pratiche sulle risorse per il terzo settore. Per partecipare, è necessario inviare il proprio curriculum e una scheda motivazionale che spieghi l’interesse verso la Winter School. Non potranno partecipare più di due persone per organizzazione. Termine per la presentazione della domanda: 5 dicembre 2010 http://www.fondazionefortes.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Potenzialità e opportunità per il Terzo Settore

Posted by fidest press agency su martedì, 30 novembre 2010

Colle Val d’Elsa (Siena) 15-19 Dicembre Polo Universitario  ForTeS – Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore, con la partnership dell’Amministrazione Provinciale di Siena, della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e del Cesvot – Centro Servizi per il Volontariato della Toscana, propone dal 15 al 19 dicembre 2010 la Winter School, un corso residenziale sul tema “Risorse plurali. Potenzialità e opportunità per il terzo settore”. Il corso, riservato a 45 fra dirigenti e quadri delle organizzazioni di terzo settore, si svolgerà presso il Polo universitario di Colle Val D’Elsa (Siena) e vedrà l’alternarsi di lezioni, discussioni, lavori di gruppo e occasioni di socialità.  I docenti e i facilitatori, che rappresentano alcune fra le più significative realtà italiane ed europee del Terzo Settore e delle Università, discuteranno con i partecipanti tematiche quali l’innovazione, la partecipazione, la comunità territoriale, lasciando ampio spazio all’analisi di case studies esemplari. L’obiettivo della Winter School è la creazione di un laboratorio di alta formazione, che esplori la pluralità delle risorse potenzialmente disponibili: dalla comunità territoriale all’innovazione organizzativa e gestionale, dalle nuove risorse finanziarie a quelle culturali, dai processi democratici e partecipativi al sistema politico, il percorso interdisciplinare promuove un confronto fra esperienze, pratiche e teorie nella prospettiva di costruire una comunità di pratiche sulle risorse per il terzo settore. Per partecipare, è necessario inviare il proprio curriculum e una scheda motivazionale che spieghi l’interesse verso la Winter School. Non potranno partecipare più di due persone per organizzazione.L’iscrizione è gratuita, l’alloggio e il vitto sono a carico dei partecipanti.Termine per la presentazione della domanda: 5 dicembre 2010. http://www.fondazionefortes.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Opportunità per il Terzo Settore

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 novembre 2010

Colle Val d’Elsa (Siena) 15-19 Dicembre Polo Universitario  ForTeS – Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore, con la partnership dell’Amministrazione Provinciale di Siena, della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e del Cesvot – Centro Servizi per il Volontariato della Toscana, propone dal 15 al 19 dicembre 2010 la Winter School, un corso residenziale sul tema “Risorse plurali. Potenzialità e opportunità per il terzo settore”. Il corso, riservato a 45 fra dirigenti e quadri delle organizzazioni di terzo settore, si svolgerà presso il Polo universitario di Colle Val D’Elsa (Siena) e vedrà l’alternarsi di lezioni, discussioni, lavori di gruppo e occasioni di socialità.  I docenti e i facilitatori, che rappresentano alcune fra le più significative realtà italiane ed europee del Terzo Settore e delle Università, discuteranno con i partecipanti tematiche quali l’innovazione, la partecipazione, la comunità territoriale, lasciando ampio spazio all’analisi di case studies esemplari. L’obiettivo della Winter School è la creazione di un laboratorio di alta formazione, che esplori la pluralità delle risorse potenzialmente disponibili: dalla comunità territoriale all’innovazione organizzativa e gestionale, dalle nuove risorse finanziarie a quelle culturali, dai processi democratici e partecipativi al sistema politico, il percorso interdisciplinare promuove un confronto fra esperienze, pratiche e teorie nella prospettiva di costruire una comunità di pratiche sulle risorse per il terzo settore.
Per partecipare, è necessario inviare il proprio curriculum e una scheda motivazionale che spieghi l’interesse verso la Winter School. Non potranno partecipare più di due persone per organizzazione. Per iscriversi, inviare una mail all’indirizzo  tiziana.musso@fondazionefortes.it entro il 5 dicembre p.v. specificando i seguenti dati: nome, cognome, ente di appartenenza e ruolo ricoperto, recapito postale, telefono, fax, cellulare, e-mail, e allegando il curriculum formativo/professionale e la scheda motivazionale (max 700 battute).  L’iscrizione è gratuita, l’alloggio e il vitto sono a carico dei partecipanti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Affidamento dei servizi al terzo settore

Posted by fidest press agency su martedì, 9 novembre 2010

Siena 25 e 26 Novembre 2010 seminario di formazione: “L’affidamento dei servizi nel Terzo Settore. Le nuove prospettive europee”. Il tema al centro della riflessione sarà il rapporto tra le Organizzazioni di Terzo Settore e l’affidamento dei servizi (sociali, socio-sanitari, socio-assistenziali, culturali), da parte delle amministrazioni pubbliche (ASL, Comuni, Province, Regioni). Tenendo conto del dibattito attualmente in corso, sulla rilevanza economica dei servizi o sulla loro non rilevanza, verrà analizzata la posizione dell’Unione Europea in materia. Il Seminario è rivolto a un numero massimo di 45 partecipanti che siano dirigenti/operatori delle Organizzazioni di Terzo Settore o dirigenti/funzionari della Pubblica Amministrazione. I partecipanti saranno selezionati in base al loro curriculum formativo e professionale, nonché in base a una loro scheda motivazionale alla partecipazione. Non potranno partecipare più di due persone per organizzazione. Termine per la presentazione della domanda: 15 novembre 2010

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terzo settore ispirazione cristiana

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 ottobre 2010

Roma il 28 ottobre a Palazzo Grassi, via Merulana 60 dalle 16 alle 19,30 “Tavola Rotonda del Terzo settore d’ispirazione cristiana” che vedrà riunite attorno ad un tavolo diverse realtà fra le più attive nell’ambito del no profit e del terzo settore in genere d’ispirazione cristiana.  Finalità dell’incontro è quello di arrivare ad una carta condivisa di obiettivi ed intenti sia per quanto concerne modifiche da apportare alla normativa e “governance” del terzo settore, sia per quel che concerne le politiche sociali in ambiti a noi particolarmente cari come: la famiglia, l’integrazione, la donna alle prese con una gravidanza difficile, i minori e l’annoso problema delle adozioni ecc… da presentare poi a gennaio prossimo.  Presiederà il dott. Edoardo Patriarca dal 1990 portavoce del Forum permanente del terzo settore; – segretario del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali dei cattolici italiani; – Consigliere del CNEL e dell’Agenzia per le Onlus. (2jpg)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La famiglia protagonista del bene comune

Posted by fidest press agency su domenica, 25 aprile 2010

Parma 26 aprile, alle 9, presso l’Aula Magna del Palazzo centrale dell’Ateneo (via Università 12), si terrà il seminario “La famiglia protagonista del bene comune. Il Piano strategico del Comune di Parma”. Al seminario interverrà Cecilia Maria Greci, delegata del Sindaco all’Agenzia per la Famiglia del Comune di Parma, con cui discuteranno il tema i docenti della Facoltà di Giurisprudenza Isabella Quadrelli, Lia Sanicola e Chiara Scivoletto. Il seminario è organizzato dal Corso di Laurea Magistrale in “Programmazione e gestione dei servizi sociali” della Facoltà di Giurisprudenza, che prevede uno specifico indirizzo relativo alle Politiche sociali per le famiglie. L’evento è rivolto in primo luogo agli studenti, ma è aperto agli assistenti sociali del territorio, agli operatori del terzo settore e alla cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

San Marino e il terzo settore

Posted by fidest press agency su martedì, 12 gennaio 2010

Il 2011 verrà proclamato “Anno Europeo delle Attività Volontarie che promuovono la Cittadinanza Attiva”, così infatti, ha recentemente deliberato l’Unione Europea, continuando questo suo percorso di forte sensibilizzazione e sostegno al “Terzo Settore”. L’Associazione Attiva-Mente piccola realtà di San Marino, da qualche anno cerca, attraverso semplici iniziative di vario genere di alimentare mediante stimoli positivi, diverse, ed a volte profonde, riflessioni nella coscienza dell’opinione pubblica sammarinese in sintonia con questo progetto europeo.  “Lo facciamo – dichiarano gli organizzatori – perché noi crediamo di dover contribuire in qualsiasi modo, per quanto ci è possibile, nella lotta verso queste forme di disagi, discriminazioni e sofferenze, e cerchiamo di dimostrarlo attraverso tutte le nostre attività, peraltro tutte documentate nel nostro sito http://www.attiva-mente.org. E lo facciamo inoltre, perché siamo una realtà di Volontariato, dove ciascuno di noi mette a disposizione una parte del proprio tempo per realizzare le iniziative che ci proponiamo di volta in volta di portare a compimento”. E osservano: “San Marino, attraversato sempre di più da pensieri europeistici, e soprattutto dai processi evolutivi Europei, non può esentarsi da questo “cammino culturale”, detenendo in questo senso, un vero e proprio patrimonio rappresentato dalle molte realtà di volontariato (piccole e grandi – giovani e non) che svolgono attività di grande valore, ma che hanno bisogno, crediamo, di sostegno e norme del tempo di oggi”.
Il Consiglio Direttivo: Mirko Tomassoni (Presidente), Nerina Zafferani (Vice Presidente),Gabriele Nicolini (Segretario), Edoardo Bollini (Tesoriere), Stephane Collodet,  Roberto Calzolari, Sara Manzaroli, Giuliano Guidi, Miranda Semprini. Collegio dei Sindaci Revisori, Marina Tomassoni , Maurizio Taddei

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »