Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘testamento’

Biotestamento: Senato già pronto per la seconda lettura

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2011

Dichiarazione dei senatori Radicali, Donatella Poretti e Marco Perduca Mentre l’aula della Camera sta votando la cosiddetta legge sul testamento biologico, più corretto sarebbe chiamarla legge contro il testamento biologico e per l’estensione dei trattamenti sanitari obbligatori, il Senato sta scaldando i motori per la seconda lettura. Ieri la commissione Sanita’ infatti ha festeggiato il ritorno della senatrice Dorina Bianchi nell’aula di Palazzo Carpegna tra le fila del Pdl, e gia’ si vocifera perfino di un suo ruolo di capogruppo. C’e’ ancora qualcuno pronto a stupirsi se quella legge sara’ frutto di manovre extra parlamentari realizzate contro la volonta’ popolare? Per chi si fosse scordato ricordiamo la “missione” della senatrice Bianchi ad inizio legislatura: si fece eleggere capogruppo per il Pd in commissione Sanita’ al posto del senatore Ignazio Marino che era diventato presidente della commissione d’inchiesta nei giorni finali dell’esame della legge nella commissione referente. La “missione” per impallare il gruppo Pd e il Senato riusci’ e la senatrice Bianchi dopo un passaggio al misto e poi all’Udc e’ ora rientrata in commissione nel partito del Pdl.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I ragionamenti della Binetti

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 giugno 2011

Lettera al direttore. Su D – La Repubblica n. 748 – 25 giugno, Paola Binetti scrive a Umberto Galimberti: “Ci troviamo di fronte a una legge che, ricorda alle persone che nel loro testamento biologico possono chiedere tutto ciò che vogliono in termini di cura e di non-cura, ma non possono chiedere a qualcun altro di mettere il punto finale alla propria vita”. Sembra che la Binetti, per mettersi a posto la coscienza, tenti d’ingannare se stessa. “Mettere il punto finale alla propria vita”, è una frase che può essere mal interpretata. Si tratta, in realtà, di chiedere al medico di non idratarmi e alimentarmi forzatamente, qualora dovessi trovarmi in stato vegetativo permanente, vale a dire nella condizione in cui io (non lo stato) reputo non valga la pena continuare a tenere in vita il mio corpo. Poi continua: “Perché la loro libertà quando raggiunge questa soglia estrema non ammette deleghe di sorta, né cambiali in bianco firmate con largo anticipo”. E chi decide questo? Non io, ma lo stato! E ancora: “Tutto qua, la legge ripete come un mantra il suo no all’eutanasia, perché non concede a nessuno di far valere una volontà che, data l’irrevocabilità della decisione presa, la morte, porrebbe fine con un gesto solo alla vita e alla libertà di una persona”. Intanto l’eutanasia non c’entra. Poi: che la mia decisione sia irrevocabile è un fatto che riguarda me e non lo stato. Infine: che un solo gesto (la non alimentazione forzata) ponga fine alla mia esistenza, risponde pienamente alla mia volontà, in precedenza espressa, e alla mia libertà. Secondo la Binetti è giusto che lo stato ponga limiti alla mia libertà, anche se questa non va a ledere la libertà altrui. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Registro per il testamento biologico

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Palermo Sabato 16 aprile alle ore 16,30 avrà luogo una Conferenza stampa presso la Chiesa valdese, in via dello Spezio, 43 (angolo di via E. Amari, dietro il Teatro Politeama) Interverranno: Marcello Costa, avvocato Antonella Monastra, medico Sonia Spallitta, avvocato Giuseppe Ficara, pastore valdese- La Chiesa valdese di Palermo apre un registro per i testamenti biologici, in cui è possibile depositare le proprie direttive anticipate per i trattamenti sanitari di fine vita. La chiesa valdese, dopo aver affrontato, ormai da diversi anni i temi inerenti la questione dell’eutanasia, ha inaugurato l’apertura di diversi sportelli, già nei mesi scorsi, presso le sedi delle chiese di Milano, Napoli, Torino, Trieste, Pinerolo, ecc… Il registro potrà essere compilato da credenti e non. Nel documento potranno essere indicate le cure alle quali si vuole o non si vuole sottostare e il nome del fiduciario che rappresenterà ai medici le volontà del malato. La Chiesa valdese ritiene, infatti, che il testamento biologico si configuri pienamente all’interno di una cultura d’amore, che sia una risposta evangelica alla dignità della vita e una testimonianza di laicità in una fase della nostra storia in cui le religioni aspirano al controllo totale dell’essere umano. Ritiene che la vita non sia pura funzione biologica e che le terapie, in contrasto con la volontà dei malati terminali, vìolino la loro dignità, ne aggravino le sofferenze ed esaltino la capacità tecnica, per celebrare l’onnipotenza umana, che non ha nulla a che fare con l’amore e la compassione di Dio per le sue creature.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Le Profacole

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

Leggendario popolare delle figure sacre Cantagalli 2011 416 pagine 24,00 euro Dalla più autentica tradizione popolare toscana, piccole perle di saggezza orale raccolte con cura dal professor Carlo Lapucci, studioso e grande conoscitore della letteratura della sua regione. Le Profacole, “come in Toscana si dicono”, sono le parabole del popolo, storie dal tono spesso ironico, che nascondono una riflessione profonda sul senso della vita e sui suoi interrogativi. I protagonisti sono figure dell’Antico testamento, la Sacra Famiglia e la coppia Cristo e San Pietro, pellegrini sulla terra per osservare gli uomini e capire come conducono le loro esistenze. La Madonna con Gesù Bambino, San Giuseppe, Gesù con i suoi apostoli sono rappresentati in vesti quotidiane, immersi in un’ambientazione contadina e rurale, e impegnati in attività semplici e comuni. Il Cristo adulto delle Profacole è un personaggio umile e poco loquace che passa tra la gente e solo di rado si rivela o interviene per ammonire e correggere, ma attraverso le sue azioni regala sempre preziosi insegnamenti. Nelle sue peregrinazioni per il mondo Cristo invita gli uomini, e soprattutto l’incredulo Pietro, ad accettare la vita e le sue misteriose contraddizioni, perché portatrici di un senso profondo anche se oscuro alla mente degli uomini. San Pietro è il suo interlocutore principale, tracciato qui non tanto come il saggio e ieratico custode del Paradiso, ma piuttosto come paradigma di un’umanità fedele e insieme dubbiosa, a volte fino alla ribellione, nei confronti di un disegno che non comprende e cerca di aggirare con imbrogli e piccole furberie. A chiudere il quadro non potevano mancare due tipici personaggi dell’immaginario popolare di qualunque tradizione: il Diavolo, qui sempre sconfitto, dal Signore o dall’ingegno umano, e la Morte, riluttante ad accettare il suo ingrato compito ma comunque necessaria e giusta. (profacole)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biotestamento: una d.l. controverso

Posted by fidest press agency su martedì, 8 marzo 2011

“La cosa che più addolora del provvedimento che stiamo discutendo, non è tanto il merito, quanto il metodo: viviamo in un Paese in cui anche una legge che decide sulla vita e sulla morte delle persone può diventare un’arma politica, un voucherda giocarsi nei rapporti con la Chiesa quando le cose si mettono male ”.  E’ quanto dichiara Andrea Sarubbi, deputato del Pd, intervenendo durante la discussione generale sul testamento biologico. “Per tutto il 2010 – prosegue Sarubbi – il provvedimento è stato messo in freezer dalla maggioranza, così come il dibattito nel Paese, con l’opinione pubblica pietrificata ancora intorno al letto della povera Eluana. Nel Pd, invece, il confronto è andato avanti e il nostro no all’eutanasia è scritto negli emendamenti che abbiamo presentato ed è messo in pratica nel tentativo, anche faticoso, di trovare soluzioni che tengano insieme il no all’accanimento terapeutico con il no all’abbandono terapeutico, nel rispetto della dignità della persona. Il Centrodestra invece ha indossato la camicia di forza chiudendosi ideologicamente. Ma qui, prima ancora di una legge, c’è in gioco un sentire comune che merita di essere tenuto al riparo dalle lacerazioni. E l’unica strada percorribile è quella della pietas , del diritto mite: a meno che non si voglia un’Italia in lotta perenne tra guelfi e ghibellini, nella speranza di lucrare consensi cattolici sulla pelle del Paese”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La discussione sul testamento biologico

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 febbraio 2011

Secondo Sinistra Ecologia e Libertà – occorre riproporre due seri problemi della politica italiana: la speculazione sul sentimento religioso e la deformazione della realtà. Nazioni con radici culturali e religiose simili alle nostre, hanno risolto la questione del testamento biologico, prima che con una legge specifica, applicando i principi generali del diritto che tutelano la libertà della persona. Da noi, invece, il populismo berlusconiano autorizza il governo a decidere per tutti cancellando i diritti individuali. La maggioranza, infatti, sostiene il principio secondo cui l’idratazione e l’alimentazione forzata non possono essere oggetto della “dichiarazione anticipata di trattamento”. Non si tratta solo di sollecitare con forza un ripensamento su questo punto ribadendo con forza principi che condividiamo da tempo, ma anche di informare i cittadini su diritti che in Italia sono ancora poco sentiti e praticati.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mostra sulla Bibbia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Roma fino a venerdì 4 dicembre 2009 l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190) ospiterà la mostra “La Parola Scritta”, a cura della Società Biblica in Italia. L’ingresso è libero e la mostra si può visitare dalle 9.00 alle 18.30. Nell’anno 2000, in occasione del Bimillenario di Cristo, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Biblioteca Apostolica Vaticana hanno promosso a Roma due mostre sulla Bibbia: “I Vangeli dei Popoli”, curata dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, esposta al Palazzo della Cancelleria di Roma, che presentava i testi del Nuovo Testamento dalle origini fino agli inizi della stampa e “La Parola che cambia il mondo”, curata dall’Alleanza Biblica Universale in collaborazione con la Biblioteca Apostolica Vaticana, esposta al Teatro dei Dioscuri di Roma, che presentava i testi biblici dalla stampa al computer (1450 – 2000). La mostra “La Parola scritta” riporta le immagini di alcuni manoscritti ed edizioni a stampa fra i più significativi di quelli presenti nelle due mostre, uniche nel loro genere.  Si ripercorre così la storia della Bibbia: dal contenuto del suo testo, riassunto in due pannelli (Antico e Nuovo Testamento), alle origini della scrittura (tavolette, papiri, pergamena), ai codici manoscritti medievali, all’invenzione e diffusione della stampa, alle Bibbie stampate nei testi originali, in italiano e nelle lingue straniere sia antiche che moderne. Segue un settore sull’importanza della tecnologia e della stampa per la diffusione della Bibbia, un altro che ricorda i vari mezzi di trasporto utilizzati nel corso del tempo, e un terzo che presenta, naturalmente in maniera antologica, ma con belle illustrazioni di celebri dipinti, l’influenza della Bibbia sull’arte. Seguono alcuni pannelli sulle Società che si occupano della promozione della Bibbia: la Società Biblica in Italia, la Società Biblica Britannica e Forestiera, l’Alleanza Biblica Universale e la Federazione Biblica Cattolica.www.societabiblica.it.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Indagine Ru486

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

Intervento della senatrice Donatella Poretti, Radicali – Pd, segretaria commissione Igiene e Sanita’ “Sarebbe un atto dovuto quello delle dimissioni di Dorina Bianchi da capogruppo Pd in commissione Sanita’. La gestione politicamente suicida della vicenda del testamento biologico avrebbe dovuto insegnare che stare sui giornali non equivale sempre ad ottenere risultati politici per il gruppo che si dice di rappresentare, e nemmeno per le idee che si dice di voler sostenere.Oggi ci risiamo: la senatrice Bianchi si fa nominare relatrice di una indagine conoscitiva su cui i componenti della commissione e la presidenza del gruppo avevano manifestato forti perplessita’ su modalita’ e tempi, e in alcuni casi contrarieta’, forse le dara’ visibilita’ mediatica, ma non giova al suo gruppo. Nella migliore delle ipotesi l’indagine si chiudera’ con la messa all’indice della donna che non puo’ essere lasciata da sola ad affrontare l’aborto, e rafforzera’ la tesi secondo la quale l’aborto farmacologico e’ un metodo che per le donne italiane non va bene, come fossero una specie a parte rispetto al resto del mondo. Nella peggiore delle ipotesi l’indagine si chiudera’ aprendo la strada ad una modifica alla legge 194 in senso restrittivo prostrandosi alle richieste della Chiesa. Di certo cerchera’ di dare una copertura istituzionale alle posizioni oscurantiste del Governo in vista delle linee guida che verranno emanate a fine mese. Questa e’ la posizione del Partito Democratico o di Dorina Bianchi? La fase delle primarie del Pd potrebbe risultare utile proprio a dibattere i temi, anche quelli più scomodi.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il testamento biologico

Posted by fidest press agency su martedì, 22 settembre 2009

Roma 23 settembre, ore 11.30, camera dei deputati via della Missione, 4, del Mappamondo conferenza stampa, delle associazioni Luca Coscioni e a buon diritto Marco Cappato, Segretario dell’Ass.ne Luca Coscioni, e Luigi Manconi, Presidente di A buon diritto, Maria Antonietta Farina Coscioni, Deputata radicale PD e Presidente dell’Associazione Luca Coscioni, insieme a Mina Welby, della Direzione Ass.ne Luca Coscioni, l’avvocato Ernesto Ruffini, la giornalista Simonetta Dezi e Rocco Berardo, Tesoriere dell’Ass.ne Luca Coscioni, presentano l’iniziativa sul testamento biologico e i dati emersi dalle migliaia di dichiarazioni anticipate di volontà raccolte dalle due associazioni. Oltre tremila persone hanno compilato e firmato – autorizzando il trattamento dei dati – il proprio biotestamento sulla base di un testo elaborato dalle due associazioni e distribuito online. Nel corso della conferenza stampa saranno illustrati i dati socio-biografici e quelli relativi alle decisioni sul fine-vita di quanti hanno preso parte all’iniziativa. Dai testamenti biologici raccolti emergono risultati importanti e indicazioni significative circa le volontà dei cittadini di essere informati sui trattamenti sanitari e una tendenza prevalente a rifiutare nutrizione e idratazione artificiali.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »