Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘testimonianze’

Costruire Resilienza: Le testimonianze del progetto Ponti

Posted by fidest press agency su martedì, 23 luglio 2019

Roma Mercoledì 24 luglio, dalle 9.30 alle 13, presso la Casa Internazionale delle Donne, in via della Lungara 19 si svolgerà l’evento Costruire Resilienza. Le testimonianze del progetto PONTI. Riguarda l’Inclusione sociale ed economica, giovani e donne, innovazione e diaspore, cofinanziato dal Ministero dell’Interno. E’ stato mobilitato un ricco partenariato, formato da 20 ONG italiane e internazionali, associazioni delle diaspore, organizzazioni di base e istituzioni locali, cooperative e GIE per contribuire a contrastare le cause profonde delle migrazioni in Senegal ed Etiopia, attraverso la promozione dell’occupazione delle donne e delle giovani generazioni e la valorizzazione del ruolo delle diaspore nella promozione dello sviluppo nei Paesi d’origine.
L’evento sarà l’occasione per ascoltare i protagonisti e le protagoniste dell’intervento e lo spunto per un dialogo più ampio su cooperazione, migrazioni, inclusione sociale e integrazione economica. I partner del progetto insieme a giornalisti ed esperti presenteranno esperienze e buone pratiche per una riflessione condivisa.A margine dell’incontro sarà possibile visitare la mostra del fotografo Giulio Di Meo sugli attori e le attrici del progetto Ponti

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pluralismo sociale e testimonianze missionarie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 agosto 2017

Cattedrale3Sulle motivazioni profonde e sui requisiti essenziali della testimonianza missionaria a cui la Chiesa è chiamata occorre riflettere anche alla luce del pluralismo sociale e culturale della nostra società. Un punto essenziale è rendere di nuovo presente e operante nel popolo cristiano la consapevolezza diffusa che Dio ha preso l’iniziativa di rivelarsi a noi, nella nostra storia, la quale diventa per ciò stesso storia di salvezza. Di tutta questa rivelazione salvifica, nella quale Dio, per amore gratuito, ci fa conoscere se stesso e il mistero della sua volontà – cioè il suo concreto atteggiamento verso di noi – e ci fa entrare in comunione con Lui, Gesù Cristo «è insieme il mediatore e la pienezza» (Dei Verbum, n. 2; cfr n. 4). È questo il motivo fondamentale per il quale, pur essendo pienamente aperti e cordialmente partecipi agli sviluppi della cultura e della scienza, non possiamo adattarci a una mentalità scientista e nello stesso agnostica e relativista. Parimenti insoddisfacenti sono però alcune tendenze che hanno le loro matrici nelle grandi religioni orientali, ma anche – per quanto riguarda il nostro passato – in larghi strati del pensiero filosofico e religioso ellenistico, e che oggi sembrano di nuovo diffondersi in Occidente, sulla base di una certa sintonia con il relativismo e l’agnosticismo presenti nella nostra cultura. Queste tendenze sottolineano la presenza di Dio, o più esattamente del divino, al fondo di ogni realtà e insistono però sull’impossibilità, per la nostra mente limitata, di averne alcuna reale conoscenza. Il divino così inteso sarebbe alla fine impersonale, identificandosi con la dimensione più profonda e misteriosa dell’universo. Al loro confronto il cristianesimo può mantenere intatta anche oggi quella rivendicazione di verità – di una verità superiore alla nostra ragione, ma al contempo ad essa profondamente corrispondente – che era stata un suo fondamentale punto di forza nel confronto con il mondo filosofico e religioso dell’Antichità. Anche oggi, infatti, l’annuncio che il Verbo di Dio, la Sapienza creatrice, è all’origine di tutta la realtà e di ogni suo mutamento o evoluzione – compreso l’emergere di quella realtà unica che è l’uomo – conserva pienamente e vede semmai accresciuta la sua plausibilità, dato che l’avanzare delle nostre conoscenze richiama sempre più l’attenzione sull’intelligibilità dell’universo e della sua stessa evoluzione.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ottava edizione del festival Testimonianze ricerca azioni

Posted by fidest press agency su sabato, 29 aprile 2017

marrapodi orlacchioGenova, dal 5 aprile al 7 maggio 2017. E’ stato ideato da Teatro Akropolis e diretto da Clemente Tafuri e David Beronio. Prosegue questa settimana con due spettacoli di Anticorpi Explò, dedicata alla giovane danza d’autore, Tandem di Civilleri Lo Sicco e l’anteprima nazionale di Ovvio, del Kolektiv Lapso CirkProseguono gli appuntamenti al festival Testimonianze ricerca azioni con la prima regionale di Tandem della compagnia Civilleri / Lo Sicco (giovedì 27 aprile, ore 21.00, Teatro Akropolis). Tandem, testo scritto da Elena Stancanelli, invita lo spettatore a porre lo sguardo sul mondo dei giovani, sulla necessità di cambiamento, sui meccanismi di passaggio dalla gioventù al mondo degli adulti. In controluce la storia di Carlo Giuliani e dei ragazzi che nel luglio del 2001 andarono a Genova, convinti di poter cambiare il mondo. Fondatori nel 1999 con Emma Dante della Compagnia SudCostaOccidentale, progetto da cui sono nati spettacoli vincitori di numerosi premi tra i quali Premio Scenario e Premio Ubu, Sabino Civilleri e Manuela Lo Sicco nel 2011 scelgono un percorso indipendente partendo dallo studio delle discipline sportive, con una particolare attenzione alle dinamiche di gruppo e all’ascolto corale.
Fra le collaborazioni di Teatro Akropolis di particolare rilievo quella con il Network Anticorpi XL, prima rete nazionale indipendente che, da oltre dieci anni, rappresenta un esempio concreto e significativo di promozione della danza d’autore. Per la serata EXPLO, che presenta alcune delle più interessanti ed originali performance emerse dalla Vetrina della giovane danza d’autore promossa dal Network, sabato 29 aprile (ore 21.00, Teatro Akropolis) Davide Valrosso, coreografo e danzatore diplomato all’English National Ballet e collaboratore stabile di Virgilio Sieni, in Cosmopolitan Beauty presenta una breve performance immaginata come un costante mutamento, dove i gesti appaiono come appunti di viaggio scritti disorganicamente e la bellezza è il frutto di una conquista, di uno spostamento di un viaggio dell’uomo verso un luogo indefinito. A seguire i due giovani danzatori e coreografi genovesi Nicola Marrapodi e Roberto Orlacchio danzeranno “La partita sull’aria” una cooperazione tra corpi che si incontrano in un’intimità invisibile, in un territorio, quello dell’aria, di raccoglimento e collegamento. Una riflessione riguardo il tema dello spazio condiviso, in relazione allo spazio del sé medesimo e del sé altrui. Fonte: http://www.teatroakropolis.com (foto: marrapodi orlacchio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce “Cinema Verità”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

mimmo-caloprestiE’ una nuova piattaforma di streaming gratuito, a cura del regista Mimmo Calopresti in veste di direttore editoriale e di Gianluca Curti, Presidente della Minerva Pictures, come editore. La piattaforma sarà una commistione fra informazione e cinema e prende il via oggi, Giornata della Memoria. Verrà inaugurata con il documentario Volevo solo vivere, di Mimmo Calopresti, presentato fuori concorso al 59° Festival di Cannes e prodotto da Steven Spielberg. “Ho sempre pensato che la memoria si colleghi inevitabilmente alla verità“ ha spiegato Calopresti all’incontro di presentazione del progetto, ieri pomeriggio alla Casa del Cinema di Roma. “Quando ho girato il mio documentario 11 anni fa, all’inizio ero tentato di stare lontano da tutte quelle testimonianze e da quelle immagini. Ma poi mi sono convinto, è diventata una missione, perché la maggior parte delle vittime dei campi quando tornavano non raccontavano nulla poiché erano convinti che nessuno avrebbe creduto a ciò che dicevano. Il punto è che affermare una verità di questo tipo non è mai facile. Da qui l’importanza del cinema verità e la rete, se ben usata, è uno strumento utilissimo a questi fini. Sarà un modo per raccontare storie che spesso rimangono nascoste”. (foto: Mimmo Calopresti)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giacomo della Marca e il Corano: testimonianze manoscritte

Posted by fidest press agency su domenica, 15 novembre 2015

Roma Lunedì 23 novembre 2015, ore 16,30 – Pontificia Università Antonianum via Merlulana 124: presentazione del volume Chiara Codazzi, Chiara Ricci tra storia e memoria: storiografia sulla fondatrice delle francescane angeline, Ed. Antonianum, Roma 2014. Nel corso dell’incontro, moderato dal prof. Giuseppe Buffon, interverranno i proff. Salvatore Barbagallo, Preside dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose della Pontificia Università Antonianum, Luca Bianchi, Preside dell’Istituto Francescano di Spiritualità della stessa Università, Stefania Bartoloni e Grazia Loparco.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Matilde Serao: Saper vivere

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 aprile 2012

copyright expired, from Italian wikipedia

copyright expired, from Italian wikipedia (Photo credit: Wikipedia)

Pubblicato per la prima volta nel 1900 per gli abbonati de Il Mattino, Saper vivere è un vademecum di buone maniere che dispensa in modo dettagliato consigli pratici e raffinati suggerimenti per portarsi in società e per affrontare con decoro i momenti più delicati della convivenza. Ma è anche una preziosa testimonianza dei costumi e delle aspirazioni di un Paese, solo da un quarantennio nazione, alle prese con i problemi di una modernità con cui cerca affannosamente di fare i conti.Pagine 178Euro 14,00 Codice 14333T EAN 978-88-425-4986-4 Mursia editore

 

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nonostante la neve, farmacie aperte oltre i turni

Posted by fidest press agency su martedì, 7 febbraio 2012

English: Church Santa Maria della Neve/Concane...

Image via Wikipedia

Con l’energia elettrica che viene e che va, con i riscaldamenti che non funzionano, con la neve che cade da 36 ore. Sono le condizioni in cui hanno operato alcune farmacie, «rimanendo aperte anche oltre i turni» a fronte di «Asl irraggiungibili», in questi giorni di maltempo che hanno messo in ginocchio alcune zone d’Italia, Roma, ma anche tanti paesi di varie Regioni, Abruzzo, Molise, Lazio e Piemonte. Le testimonianze arrivano da Federfarma Roma e dal Sunifar, la rappresentanza dei presidi rurali, ma anche dal Movimento spontaneo farmacisti italiani. D’altra parte, scrive Alfredo Orlandi, responsabile delle farmacie rurali, in una lettera aperta al Parlamento, «come si fa a lasciare la popolazione senza farmacia?», soprattutto quando «da due giorni siamo isolati dal mondo. Non arrivano farmaci, non arriva latte, non arriva pane, non arrivano giornali, non arriva nulla e nessuno». È una questione di «grande senso di responsabilità», chiosa Franco Caprino, presidente dei titolari romani. Ma, spiega anche il Msfi, «la mancanza di approvvigionamento quotidiano a causa delle difficoltà note non ha impedito alle farmacie di far fronte alle necessità dei cittadini poiché non applicano la logica commerciale e di mercato “Day, by day”, tipica della grande distribuzione organizzata, preferendo sostenere costi aggiuntivi atti a garantire scorte sufficienti per alcuni giorni. Queste situazioni critiche dimostrano, ancora una volta, quanto il farmaco non può ne deve entrare nella logica del mercato e dell’economia, così come grandi potentati commerciali vorrebbero». (fonte farmacista33)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera Berlusconi al “Foglio” di Ferrara

Posted by fidest press agency su sabato, 17 settembre 2011

Berlusconi-comizio

Image via Wikipedia

Caro direttore,
è vero, come Lei scrive, che il mio comportamento, così come descritto dai giornali in questi giorni, appare scandaloso. Ma il mio comportamento non è stato assolutamente quello che viene descritto ed io Le confermo, come ho già avuto modo di dirLe, che non ho fatto mai nulla di cui io debba vergognarmi. E’ invece, per fare un esempio, del tutto inaccettabile e addirittura criminale che persone che sono solo state presenti a mie cene con numerosi invitati siano marchiate a vita come “escort”. Mi dispiace anche, per fare un altro esempio, dei falsi pettegolezzi che sono stati creati grazie ai soliti brogliacci telefonici sulla signora Arcuri, che è stata invece mia ospite inappuntabile in Sardegna e a Palazzo Grazioli.
Non ho affatto intenzione di respingere una richiesta di testimonianza, che è mio interesse rendere, tanto che ho già inviato una dichiarazione scritta ma che ha, così come congegnata, l’aria di un trappolone politico-mediatico-giudiziario. Pretendo però come ogni cittadino che i magistrati rispettino anche loro la legge. Da tre anni sono sottoposto a un regime di piena e incontrollata sorveglianza il cui evidente scopo è quello di costruirmi addosso l’immagine di ciò che non sono, con deformazioni grottesche delle mie amicizie e del mio modo di vivere il mio privato, che può piacere o non piacere, ma che è personale, riservato e incensurabile. Il problema però è che da tre anni è in atto un mascalzonesco tentativo di trasformare la mia vita privata in un reato. Ed è questo uno scandalo intollerabile da parte di un circuito mediatico e giudiziario completamente impazzito di cui nessuno sembra preoccuparsi e di cui nessuno si scusa.
Questo incommensurabile scandalo non riguarda solo me. Decine, centinaia di persone sono esposte al ludibrio e al linciaggio, senza alcuna remora sia quando si tratti di gente comune o di personalità della vita pubblica e di questioni di bottega domestica sia perfino quando si tratti di vicende che determinano lo status del Paese sulla scena internazionale. Non è mai successo prima.
Nessun uomo di Stato è stato fatto oggetto di una aggressione politica, mediatica, giudiziaria, fisica, patrimoniale e di immagine come quella a cui sono stato sottoposto io. È un trattamento inaccettabile, che si accompagna a una campagna di delegittimazione che punta a scardinare il funzionamento regolare delle istituzioni per interessi fin troppo chiari. La campagna si è intensificata quando ho vinto le elezioni per la terza volta, quando il sistema è stato semplificato e reso più trasparente in senso bipolare, quando si è capito che era alle porte una legislatura aperta alle riforme necessarie alla crescita di questo Paese e alla sua modernizzazione. Missione difficile per la quale ho cercato di mettere in campo gente nuova, estranea ai vecchi giochi dell’establishment, gente giovane e votata al “fare”. Questa campagna non è mai finita, si è nutrita di attacchi a me, al mio partito, ai miei uomini, ai miei ministri, alla generazione di giovani che ho promosso in politica, e si è sparso su tutti il magma eruttivo dello scandalismo per ridurre in cenere una alta popolarità e una grande speranza. Sfruttando ogni aspetto della mia vita privata e della mia personalità, cercando di colpirmi definitivamente con mezzi diversi da quelli della critica politica e della verifica elettorale.
Lei dice bene: Berlusconi è uno scandalo permanente, perché è scandalosa la pretesa di governare stabilmente un Paese con il mandato degli italiani, è scandaloso che un imprenditore rubi il mestiere a una classe politica fallimentare, è scandalosa la pretesa di fronteggiare la grande crisi mondiale con mezzi e con propositi diversi da quelli tradizionali. Ho presentato il mio governo alle Camere nel 2008 chiedendo uno sforzo comune per la crescita e proponendo una fase nuova e pacificata nella vita nazionale dopo le drammatiche divisioni del passato e l’imbarbarimento del linguaggio e dei metodi politici. Ho cercato di fare il mio dovere e di riunificare il Paese, come con il discorso di Onna il 25 aprile. Ho ammonito tutti, nel gennaio di quest’anno, sulla necessità di arrivare alla primavera-estate, mentre nuove regole e parametri incombevano sul sistema finanziario europeo e mondiale, con la più grande frustata della storia al cavallo dell’economia.
Non tutto quello che in politica si vuole è poi possibile ottenerlo, e non nego anche miei possibili errori. Ma l’obiettivo di distruggere un uomo politico e una leadership, usando mezzi impropri e di dubbia legalità, come ha fatto e fa il circuito mediatico-giudiziario, costituisce un tentativo che sa di profonda, radicale ingiustizia e che va combattuto per la libertà di ciascuno di noi.
Io non mollo, caro direttore. Per quanto lo spionaggio sistematico e l’accanimento fazioso mi abbiano preso di mira, e con me vogliano arrivare a pregiudicare l’autonomia e la sovranità del Parlamento e del popolo elettore, c’è ancora in questo Paese, in questa Italia che amo e che è stata divisa da una partigianeria senza principi, un’opinione pubblica, un insieme di persone e di gruppi leali allo spirito repubblicano, una maggioranza di italiani che non sono disponibili ad avventure e a nuovi ribaltoni decisi nei salotti, nelle redazioni e in certi ambienti giudiziari.
Il mio appello è a tutte le persone e le forze responsabili, e non deriva da interesse personale. È un appello in nome dei valori di libertà, di autonomia e di indipendenza dell’individuo di fronte allo Stato, un monito che viene raccolto ogni giorno da molti e il cui frutto sarà pronto per il giudizio dei cittadini quando si terranno, nel 2013, le prossime elezioni politiche.
Alcuni circoli mediatico-finanziari anglofoni mi hanno giudicato inadatto a governare l’Italia ma gli italiani sono stati di diverso parere, e ho dalla mia, dal tempo in cui entrai in politica, risultati che saranno scritti nei libri di storia. Saranno ancora una volta gli italiani, e poi gli storici, a dare il loro giudizio su un Paese in cui si fanno centomila e poi altre centomila intercettazioni ancora per devastare attraverso i media il lavoro quotidiano di chi ha avuto l’investitura democratica per guidare l’Italia in questi anni difficili.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Notte dei Musei alla Sapienza

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 Mag 2011

Roma 14 maggio dalle ore 9.00 alle 18.00 Museo di Arte classica Piazzale Aldo Moro, 5 Sono numerose le testimonianze della storia affiorate dalla terra e dal mare che ancora aspettano di essere svelate appieno. Gli archeologi hanno riportato alla luce negli anni edifici, utensili, gemme, ossa che hanno permesso di ricostruire solo in parte l’evoluzione antropologica, politica, culturale del genere umano. Grazie alla scienza oggi è possibile saperne di più e riaprire “casi” ormai chiusi per l’archeologia. Le ultime novità in questo campo saranno presentate, alcune in assoluta anteprima, nel workshop Nuove tecnologie applicate ai beni culturali: tutela, conservazione e ricerca, organizzato dal Museo di Storia della medicina nell’ambito iniziative della Sapienza per la Notte europea dei Musei 2011. Per l’occasione i ricercatori Robert Fleischer e Alain Touwaide spiegheranno come sono arrivati a scoprire, grazie alle più recenti tecniche di biologia molecolare, la natura delle misteriose pastiglie trovate nel Relitto del Pozzino, un veliero romano del 140 a.C. rinvenuto sui fondali toscani più di trent’anni fa. Analizzando il DNA delle compresse rimaste in fondo al mare per 20 secoli in uno scrigno di legno a bordo del relitto, gli scienziati hanno dimostrato che si trattava di composti a base di piante simili ai medicinali descritti da Galeno. In pratica una cassetta di pronto soccorso ante litteram. Le nuove tecnologie applicate ai beni culturali sono in parte mutuate dalla medicina, dalla biologia molecolare, dalla chimica, dalla fisica. Per esempio le indagini di medical imaging e morfometria geometrica si applicano ai reperti fossili per lo studio dell’evoluzione umana;l’analisi degli isotopi stabili fornisce chiarimenti sul rapporto tra alimentazione e mobilità nelle popolazioni umane del passato; tecniche micro-analitiche sono utilizzate per le gemme; la proteomica studia le proteine e i composti derivati per analizzare i processi a cui i sistemi biologici sono sottoposti nel tempo (resti alimentari, umani, tessuti); infine l’illuminotecnica applicata ai beni culturali è impegnata a individuare i sistemi di illuminazione più adatti e meno dannosi per questo delicato patrimonio. A dimostrazione che la scienza non è solo per gli addetti ai lavori, la Sapienza ha previsto per i visitatori della sera la possibilità di portarsi a casa un frammento di DNA, estratto dalle piante medicinali identificate dai ricercatori nella composizione delle pastiglie del Relitto del Pozzino.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Gerusalemme: Dio, la Croce e il Corano”

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 aprile 2011

Pastena, Salerno fino al 24 aprile presso “Sinantisi” via Santa Margherita, Reportage fotografico di Mario Ciccarelli. Lo sguardo dell’artista è quello di un fotoreporter, come nelle intenzioni di Ciccarelli: “Mi dedico alla fotografia per non morire. Da sempre il mio sogno nel cassetto è fare il Reporter, un sogno al quale non ho mai rinunciato. Non a caso mi concentro generalmente sul racconto di viaggi: testimonianze di luoghi, gente, usi e costumi”. Anche secondo il maestro Henri Cartier-Bresson “La photographie c’est mettre sur la même ligne de mire la tête, l’oeil et le coeur. C’est une façon de vivre.”
La parola fotografia ha origine da due parole greche: φως (phos) e γραφίς (graphis). Letteralmente quindi fotografia significa scrivere (grafia) con la luce (fotos). La mostra è stata voluta dall’Associazione Colori Mediterranei che nasce nel 2008 fondata da 3 amici con la passione per la fotografia (Claudio Carbone, Enzo Figliolia e Matteo Carbone). Nelle parole di Claudio Carbone: “Lo scopo è quello di promuovere la fotografia e ogni tipo di arte. Il primo evento è stato il concorso Nazionale di fotografia città di Salerno giunto alla quinta edizione, un primo concorso Internazionale che si svolgerà a Novembre 2011, concorsi per dilettanti e corsi di fotografia. Da 3 anni gestiamo gli spazi espositivi della Creperie Sinantisi in via Santa Margherita, 21 al rione Pastena e da qualche mese anche la vineria Skywine in via Fieravecchia, 41. In questi spazi diamo la possibilità ai nostri 39 soci e a nuovi talenti di esporre le loro opere organizzando una vera e propria personale”. Info su http://www.colorimediterranei.it. Evento sulla personale di Mario Ciccarelli alla pagina Facebook http://www.facebook.com/#!/event.php?eid=115910901822137

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Civili intrappolati in Libia

Posted by fidest press agency su sabato, 5 marzo 2011

Dal pomeriggio di mercoledì il numero di civili in fuga dalla violenza in Libia è calato sensibilmente. Se fino ai primi giorni della settimana ogni giorno dalle 10mila alle 15mila persone si riversavano oltre confine in Tunisia, nella giornata di ieri sono state meno di 2.000. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) è teme seriamente che le persone non riescano a lasciare la Libia. La frontiera sul lato libico adesso è presidiata da uomini delle forze filogovernative pesantemente armati. Secondo le testimonianze di alcune persone che sono riuscite a varcare il confine, telefoni cellulari e fotocamere verrebbero confiscati lungo la strada. Molti altri sembranomolto spaventati e non vogliono raccontare la loro esperienza. La risposta della comunità internazionale all’appello congiunto di UNHCR e OIM è stata rapida. Ciò ha permesso di compiere importanti progressi nell’evacuazione dei cittadini egiziani e di altre nazionalità riversatisi in territorio tunisino. Trasporti aerei o marittimi sono stati messi a disposizione da Egitto, Tunisia, Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna. Il governo egiziano ha rimpatriato decine di migliaia di propri cittadini. Australia, Austria, Belgio, Commissione Europea, Danimarca, Francia, Germania, Lussemburgo, Polonia e Spagna hanno offerto fondi per sostenere la rispostadell’UNHCR alla crisi in Libia. Cominciano ad affluire anche donazioni da parte di privati. Al momento sono circa 12.500 le persone che devono essere evacuate. Oltre 10.000 sono originarie del Bangladesh e oggi sono in programma due voli per il paese del subcontinente indiano. Se il controllo militare della frontiera e delle vie di comunicazione dovesse ridursi, l’imponente esodo dei giorni scorsi potrebbe riprendere. Per questo l’UNHCR sta progettando l’allestimento di un secondo campo nei pressi del confine. Un team dell’UNHCR si trova attualmente a Bengasi, nella parte orientale della Libia, nell’ambito di una missione congiunta di valutazione composta da operatori di varie agenzie. La missione ha registrato la presenza di un campo, nell’area del porto, dove 8.000 stranieri sono in attesa di essere evacuati. Le operazioni di evacuazione sono avviate e la maggior parte di queste persone lascerà il paese nei prossimi due giorni. Vi sono tuttavia 305 cittadini eritrei, 191 etiopici e 153 somali che rifiutano con forza di essere evacuati. Si tratta per la maggior parte di giovani uomini, ma tra loro anche 40 donne e tre bambini. Dalle loro testimonianze si apprendono i notevoli problemi che hanno dovuto affrontare nelle scorse due settimane, anche se sta crescendo la solidarietà verso le persone provenienti dai paesi dell’Africa subsahariana. Da quanto riferisce il team UNHCR, la Mezzaluna Rossa libica è particolarmente attiva nel fornire assistenza. Aiuta anche cittadini di paesi terzi e rifugiati a raggiungere il confine. Per lo staff del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) invece il problema principale è la scarsità di medici nella regione: la maggior parte erano stranieri e sono stati evacuati. Si teme inoltre che nelle prossime due settimane, oltre alle scorte alimentari, possa cominciare a scarseggiare anche il carburante.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Chiesa cattolica e l’omosessualità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 marzo 2011

Firenze sabato 5 Marzo 2011, alle 18.00, nella sede di IREOS in via dei Serragli 3 presentazione del libro-inchiesta “Opus gay. La Chiesa cattolica e l’omosessualità” (ed. Newton Compton, 2010) della giornalista Ilaria Donatio.  All’incontro promosso dall’associazione IREOS, dal gruppo dei cristiani omosessuali di Kairos e dal Punto Pace Pax Christi di Firenze, in collaborazione con la Libreria Claudiana di Firenze, interverranno l’autrice del libro Ilaria Donatio e don Andrea Bigalli, redattore della rivista “Testimonianze”.  Partendo dalle numerose testimonianze raccolte nelle 240 pagine di Opus gay, si discuterà di omofobia e chiesa, del ruolo degli omosessuali tra i credenti, della teologia e della morale sessuale cattolica.  Perché, come ricorda Ilaria Donatio, «La Chiesa, … , è tante cose insieme. Soprattutto, non è quell’edificio monolitico che leggendo i documenti ufficiali pare essere»  ma «quanto tempo passerà prima che diventi quella ‘spiaggia dolcissima per tutti gli esclusi’ per cui don Tonino Bello ha speso tutta la propria vita?».  A seguire, alle 20, apericena a cui parteciperanno anche i credenti omosessuali del Gruppo l’Emmanuelle di Padova.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inganno Padano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 febbraio 2011

Da oltre vent’anni la Lega Nord fa parte stabilmente del panorama politico italiano. Tutti ne conoscono i principali leader, i programmi, le parole d’ordine, la balzana simbologia. Sono pressoché ignoti, invece, taluni aspetti poco virtuosi che la pongono sullo stesso piano delle peggiori consorterie politiche della cosiddetta Prima Repubblica. Questo libro racconta alcuni retroscena volutamente sottaciuti attraverso le testimonianze di coloro che hanno creduto, all’inizio, alle idee moralizzatrici di Umberto Bossi, per staccarsene successivamente quando dalla propaganda si è passati alla gestione del potere. Diventano altresì chiare le ragioni di fondo che stanno alla base del patto d’acciaio che unisce la Lega al partito-azienda di Silvio Berlusconi. La vera storia della Lega Nord” di Fabio Bonasera e Davide Romano, Prefazione di Furio Colombo, Edizioni La Zisa, pagg. 176, euro 14,90 (www.lazisa.it) 2a ristampa in una settimana!Fabio Bonasera (Messina, 1971), giornalista professionista. Gli esordi professionali nella sua città natale, al Corriere del Mezzogiorno, dopo qualche breve esperienza in alcuni periodici locali. Successivamente, il trasferimento in Veneto, al Corriere di Rovigo, prima di approdare alla corte de Il Gazzettino, dove rimane per diverso tempo, occupandosi prevalentemente di cronaca bianca e politica. Attualmente, è direttore responsabile del mensile di Patti (Me) In Cammino.Davide Romano (Palermo, 1971), giornalista pubblicista. Ha lavorato per diversi anni nell’ambito della comunicazione politica. Ha scritto e scrive per numerose testate ed è stato anche fondatore e direttore responsabile del bimestrale di economia, politica e cultura Nuovo Mezzogiorno e del mensile della Funzione Pubblica Cgil Sicilia Forum 98. (inganno padano)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regioni e Testimonianze d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Roma 10 febbraio alle ore 18.00 presso il Complesso del Vittoriano verrà  presentato, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il progetto dal 27 marzo – 3 luglio 2011 realizzato nei luoghi del giubileo del 1911 a Roma presso il Complesso del Vittoriano, Palazzo di Giustizia, Valle Giulia, Castel Sant’Angelo, nonché l’Aeroporto Leonardo Da Vinci che fu inaugurato nel 1961 in occasione del Centenario Per l’occasione vi presenzieranno Giuliano Amato, Presidente del Comitato dei Garanti per le Celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Louis Godart, Consigliere per la conservazione del Patrimonio Artistico della Presidenza della Repubblica Italiana, Lucio Villari, Storico e Docente di storia contemporanea presso l’Università degli Studi Roma Tre, Paolo Peluffo, Consulente del Presidente del Consiglio per le celebrazioni del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Coordinerà gli interventi Bruno Vespa.
La Mostra è  promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Comitato dei Garanti per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia presieduto da Giuliano Amato, in collaborazione con Roma Capitale e con la partecipazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministro per i Rapporti con le Regioni e Coesione Territoriale, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Ministero della Giustizia, Ministro del Turismo.
Hanno dato la loro adesione le Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Provincia Autonoma di Trento, Umbria, Valle d’Aosta.
Parteciperanno anche le aziende che hanno contribuito a costruire l’Italia in questi 150 anni. Porteranno le loro Testimonianze: Aeroporti di Roma, Agenzia del Territorio, Aiscat, Assicurazioni Generali, Camera di Commercio di Roma, Enel, Eni, Ferrovie dello Stato, Fiat, Finmeccanica, Gse, Poste Italiane, Provincia di Roma, Telecom Italia, Veneto Banca.
Cura e consulenza storica dell’esposizione sono di Lucio Villari, storico italiano, Docente di storia contemporanea presso l’Università degli Studi Roma Tre. Curatore della mostra “Arte e Regioni” ospitata presso il Salone Centrale del Complesso del Vittoriano è Louis Godart, Consigliere per la conservazione del Patrimonio Artistico della Presidenza della Repubblica Italiana.
In prossimità  dei vari ingressi e sulle pareti esterne dei padiglioni, sarà realizzata una mostra storica attraverso le fotografie che raccontano l’Italia dal 1861 ad oggi curata da Giuseppe Tornatore.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alberto Sordi: ricordi e testimonianze

Posted by fidest press agency su domenica, 19 dicembre 2010

Roma 21 dicembre 2010 ore 18 Palazzo Valentini (Sala Di Liegro), via IV Novembre 119/a –
Relatori: Stefania Binetti, Francesco Gesualdi, Italo Moscati. Interventi di: Carlo Calabrese, Anna Longhi  Coordina: Sandra Giannattasio  Alberto Sordi a tutto tondo. L’impresa di raccontarcelo così se l’è assunta Carlo Calabrese in una duplice prospettiva: l’oggettività più seria e la soggettività più vasta. Alla oggettività ha fatto ricorso con una sua ampia introduzione in cui ha considerato Sordi da un punto di vista critico e storico, analizzandone l’opera, i film, la società che li determinava e anche la sua stessa vita, pronta, anche quella, a determinarne la creazione. La soggettività  la rispecchiano i numerosi ricordi e le testimonianze – molte delle quali inedite,  da Mario Verdone a Giancarlo Governi, da Carlo Lizzani a Maurizio Costanzo, da Claudio G. Fava a Mario Monicelli da Valeria Marini a Marina Ripa di Meana – da cui il libro è percorso dalla prima pagina all’ultima, tasselli di un mosaico che, una volta giunto a compimento, riesce a regalarci un ritratto in piedi di un attore/autore cui ogni intervento porta la sua nota, il suo colore, privilegiando sempre il vero e l’autentico: all’insegna di giudizi cui, con eguale vitalità, si affiancano i ricordi. Nel volume, la sorella Aurelia lo ricorda così: “era più generoso di quanto le persone non abbiano mai saputo. Rifuggiva dalla pubblicità, si schermiva nel suo riserbo perché non gli interessava sembrare buono lo era di fatto e nessuno ha mai bussato alla sua porta senza trovare un gesto di aiuto”. (alberto)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giallo a Milano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 ottobre 2010

Milano 21 ottobre alle 21.15 proiezione del documentario “Giallo a Milano” di Sergio Basso al Teatro-Cinema Rondinella (viale Matteotti 425, Sesto San Giovanni), presentato da Alessandra Lavagnino. Costo biglietto: 4 euro. Per informazioni: Cinema Rondinella,  La Cina “vicina”, nei volti e nelle parole dei cinesi che vivono nelle nostre città. Il lungometraggio, che sta facendo letteralmente il giro del mondo (il regista si trova in questi giorni  in “tournée” in Cina, dove sta proiettando il documentario in diverse città), è un viaggio all’interno della comunità cinese di Milano attraverso le testimonianze di alcuni dei suoi rappresentanti. Si va dall’anziano calligrafo alla ginnasta, da Miss Cina in Italia 2007 alla cantante di opera lirica, dalla tenutaria di un dormitorio abusivo a un collaboratore di giustizia. Una galleria di personaggi che raccontano sogni, storie e problemi, illuminando i molti volti di una comunità che continua a far parlare di sé.  Presentazione a cura di Alessandra Lavagnino, professore di Lingua e cultura cinese all’Università degli Studi di Milano e direttore dell’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Cia contro il Che

Posted by fidest press agency su domenica, 10 ottobre 2010

I due autori cubani Adys Cupull e Froilán González hanno realizzato un’esaustiva ricerca durante quasi dieci anni, quattro dei quali passati in Bolivia, e i cui risultati sono raccolti in quest’opera che attraverso testimonianze, documenti, racconti e analisi mostra il coinvolgimento della CIA nell’assassinio del Che e dei suoi uomini, il lavoro di spionaggio da parte dell’ambasciata statunitense e la sede CIA in Bolivia durante lunghi anni di penetrazione nel paese.  Per la prima volta si ricostruiscono, con estrema fedeltà ai fatti, i dettagli degli avvenimenti alla Quebrada de Yuro, a La Higuera e a Vallegrande; le ultime ore del Che, così come chi e in che modo prese la decisione di assassinarlo; la ripercussione di quel crimine; la storia degli agenti della CIA di origine cubana; il ruolo dell’intellettuale francese Régis Debray e del pittore argentino Ciro Roberto Bustos. Sono raccontate le contraddizioni all’interno delle alte sfere governative boliviane; la pubblicazione all’Avana del Diario del Che in Bolivia e l’impatto e le conseguenze che generò a La Paz; i motivi per cui nella prima edizione mancavano tredici pagine e il ruolo svolto dal dottor Antonio Arguedas nell’entrata delle copie a Cuba. http://www.edizioni-achab.it

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

75° anniversario Centro Sperimentale di Cinematografia

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

Roma 23 settembre 2010 Centro Sperimentale di Cinematografiavia Tuscolana, 1520.  Per l’occasione si tengono le seguenti manifestazioni:
ore 18.30        inaugurazione della Mostra fotografica “Donne: Dive del cinema italiano”
ore 19.00        saluto del Presidente Francesco Alberoni
Presentazione del volume “1935  2010 Tre quarti di secolo. 75 anni di vita, storia e cinema
al Centro Sperimentale di Cinematografia”
ore 19.30        interventi e testimonianze di ex allievi e docenti del CSC
ore 20.00        cerimonia di consegna dei diplomi honoris causa a:  Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo  Virna Lisi Giuseppe Tornatore
ore 20.30        saluto degli ospiti istituzionali
ore 21.00        cena buffet
ore 22.30        serata musicale

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emigrazione… andata e ritorno, voci e testimonianze

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 agosto 2010

Rapino (CH) 8 Agosto 2010 ore 18:00 l’On.Antonio Razzi, deputato dell’IDV,  parteciperà alla Manifestazione della “Giornata Nazionale dell’ Emigrante.” Il tema della Festa sarà: Emigrazione… andata e ritorno, voci e testimonianze .Il programma prevede l’accoglienza con la banda della delegazione Svizzera presso il Teatro auditorium di S.Antonio; il cerimoniale dell’alzabandiera presso il Monumento dei Rapinesi nel mondo; l’esibizione del corpo folkloristico Tiuta Marouca con Inni nazionali; il saluto del Sindaco di Rapino, Rocco Cocciaglia; il saluto del Presidente Provinciale ACLI di Chieti, Vincenzo Sgavicchia; la proiezione del Film “Onorevole operaio” documentario che racconta la vita dell’On.Antonio Razzi; l’intervento dell’On.Antonio Razzi, Presidente della delegazione Interparlamentare Italia-Svizzera, incentrato in particolar modo sull’importanza che riveste l’aver istituito una giornata nazionale dedicata al tema dell’emigrazione, iniziativa fortemente voluta dall’On.Mirko Tremaglia. Nel corso del suo discorso un ricordo particolare andrà senz’altro alle 262 vittime di Marcinelle, tra le quali vi erano 136 minatori italiani, emigrati in cerca di fortuna, e che invece l’08 agosto di 54 anni fà hanno trovato la morte mentre lavoravano in miniera. Seguirà l’intervento dell’Assessore alla Cultura della Provincia di Chieti, Mauro Petrucci “progetto Teatini nel mondo”; un corteo fino a Piazza A.Paolucci con mini concerto della banda concluderà la serata con “Le note degli angeli” di Massimo Show.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Radioesse segnala

Posted by fidest press agency su domenica, 25 luglio 2010

25 Luglio a partire dalle ore 12.00 , streaming su http://www.radioesse.it . Per il diciottesimo anniversario della strage di via D’Amelio in cui trovarono la morte, il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta, il ministero della Gioventù ha voluto commemorare quella tragica estate del 1992 con la pubblicazione di un libro “Il profumo della libertà”. Un volume in cui sono raccolte le testimonianze di giudici che in quegli anni lavoravano a fianco di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, tra cui il procuratore capo di Bari, Antonio Laudati, ospite questa settimana di Radio Gioventù, la rubrica radiofonica con il ministro Giorgia Meloni e Gianluca Ansanelli.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »