Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 279

Posts Tagged ‘theater’

Al Theater an der Wien: Sogno di una notte di mezza estate

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2018

Vienna in scena da domenica 15 aprile 2018 alle ore 19.00 una nuova produzione di A Midsummer Night’s Dream (Sogno di una notte di mezza estate) di Benjamin Britten con la regia di Damiano Michieletto. Dopo i successi del Trittico di Puccini realizzato nel 2012, dell’Idomeneo di Mozart del 2013 e dell’Otello di Rossini, prodotto nel 2016, è la volta del capolavoro che Britten scrisse nel 1960 su soggetto shakespeariano. Un omaggio del più grande compositore inglese del XX secolo al più grande poeta e drammaturgo della sua patria, realizzato a partire da un libretto – redatto insieme a Peter Pears – fedelissimo al testo originale. “Questo ‘Sogno’ è il viaggio di Puck – dice Damiano Michieletto – all’interno della parte più oscura del suo passato. Nella mia messa in scena Puck è un personaggio femminile: una bambina, interpretata dalla nota attrice austriaca Maresi Riegner. Il bosco e la notte sono i suoi incubi. Il mondo delle fate costituisce un universo parallelo, che lei costruisce perché non è in grado di affrontare la realtà. Scopriremo alla fine il motivo di questo viaggio notturno, che porterà ad una catarsi: dopo aver sconfitto le angosce dell’animo, tornerà la luce.Il palco sarà quindi popolato di bambini: già Britten scelse un coro di voci bianche per dare corpo e voce alle fate. Nel mio spettacolo anche i comici saranno bambini, che inventano una recita scolastica realizzata solo con la carta. Perché in ‘Sogno di una notte di mezza estate’ – conclude il regista – è necessario creare l’ambiente adatto al contenuto da commedia, che qui è rappresentata proprio dall’infanzia, dalla fanciullezza e dalla stessa scuola”.Le scene dello spettacolo sono realizzate da Paolo Fantin; i costumi da Klaus Bruns; le luci da Alessandro Carletti. La direzione dell’opera è affidata ad Antonello Manacorda, a capo dei Wiener Symphoniker e del St. Florianer Sängerknaben. Protagonisti sul palco sono Bejun Mehta nel ruolo di Oberon; Daniela Fally in quello di Tytania; l’attrice Maresi Riegner come Puck; Günes Gürle come Theseus; Ann-Beth Solvang nei panni di Hippolyta; Rupert Chalesworth in quelli di Lysander; e Tobias Greenhalgh come Demetrius. Completano il cast Natalia Kawalek (Hermia), Mirella Hagen (Helena); Tareq Nazmi (Bottom), Lukas Jakobski (Quince), Michael Laurenz (Flute), Dumitru Madarašan (Snug); Andrew Owens (Snout) e Kristján Jóhannesson (Starveling).Le repliche di A Midsummer Night’s Dream sono in programma al Theater an der Wien fino al 25 aprile. La successiva nuova produzione di Damiano Michieletto sarà il Don Pasquale di Donizetti, in scena all’Opéra di Parigi a partire dal 9 giugno.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

World Masterpiece Theater: Dalla letteratura occidentale

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 febbraio 2018

Modena venerdì 2 marzo 2018 al Museo della Figurina di Modena. Si tratta dell’ultimo episodio della serie di mostre 80-90. Televisione, musica e sport in figurina, percorso espositivo iniziato nel 2014 per indagare un periodo cruciale della storia della figurina caratterizzato dall’irrompere della televisione commerciale. Il World Masterpiece Theater ovvero il Teatro dei capolavori del mondo è stato un fortunatissimo ciclo di cartoni animati prodotto dalla Nippon Animation dal 1975 al 1997, caratterizzato da una cura minuziosa dei dettagli ma soprattutto dalle tematiche ispirate alla letteratura occidentale per ragazzi. Oltre ad istruire gli spettatori nipponici su paesaggi, architetture, usi e costumi occidentali, questi anime offrivano una profonda analisi psicologica dei protagonisti che, come nei romanzi, affrontavano prove difficilissime fino a diventare adulti rispettabili, capaci e altruisti. Precursore del progetto è il celeberrimo Heidi, creato da Isao Takahata e Hayao Miyazaki nel 1974, mentre tra i cartoni più amati si possono ricordare Marco. Dagli Appennini alle Ande (1976), tratto dal libro Cuore, Anna dai capelli rossi (1979), Tom story (1980) tratto da Le avventure di Tom Sawyer, Flo, la piccola Robinson (1981), Lucy-May (1982), Là sui monti con Annette (1983), Pollyanna (1986), Una per tutte, tutte per una (1987), trasposizione animata del romanzo Piccole Donne, e Peter Pan (1989).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »