Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘Tirana’

Delegazione Ital e UIM a Tirana per inaugurazione sede

Posted by fidest press agency su domenica, 24 gennaio 2016

TiranaNella giornata del 21 gennaio 2016 una delegazione dell’Ital Nazionale e della UIM si è recata a Tirana per l’inaugurazione della sede. Il primo incontro istituzionale con il Sindaco Erion Veliaj e con i Vice Sindaco Brunilda Paskali e Andi Seferi che hanno dimostrato una grande disponibilità. Il secondo appuntamento ha visto Gilberto De Santis, Presidente Ital, e Mario Castellengo, Presidente Uim, inaugurare insieme a Gianni Firera, Presidente Uim Albania, e ad un gruppo di connazionali, la nuova sede a Tirana alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Albania Alberto Cutillo, del Capo della cancelleria consolare di Tirana Valeria Baistrocchi, dei rappresentanti delle maggiori Istituzioni locali, del Segretario Generale Uil Puglia Aldo Pugliese e di una rappresentanza della Uil Scuola Estero e della UILPA Esteri a Tirana. Nel corso della mattinata Anna Ginanneschi dell’Area Internazionale ITAL e Lura Baci la responsabile dell’ufficio Ital di Tirana, insieme a Astrit Hado Vice Direttore dell’Ente Previdenziale albanese hanno approfondito alcuni aspetti delle normative previdenziale dei due paesi per offrire a lavoratori e pensionati un servizio di qualità.
Nel pomeriggio la delegazione si è recata presso l’Università Cattolica “Nostra Signora del Buon Consiglio” dove ha incontrato il Prorettore Tritan Shehu e gli studenti italiani presenti nell’università. Il Presidente della UIM Albania, Gianni Firera, ha dichiarato che la struttura è a completa disposizione per qualsiasi bisogno degli studenti.
L’intensa giornata di lavori si è conclusa incontrando il Ministro del Lavoro e del Benessere Sociale, Blendi Klosi, che ha dichiarato piena collaborazione con la struttura UIL appena costituita a Tirana. L’ufficio Ital a Tirana, in collaborazione con la UIM e la UIL, offre assistenza e tutela ai cittadini italiani in Albania e ai cittadini albanesi in Italia e all’estero in sinergia con la rete degli uffici presenti sul territorio italiano e nel mondo e opera attivamente a favore della rivendicazione dei diritti fondamentali degli italiani all’estero.
La UIM, oltre al suo compito di rappresentanza, informazione e monitoraggio dei bisogni dei cittadini italiani nel mondo, ha identificato come nuovo obiettivo quello di assistere gli studenti italiani che si trovano in Albania per concludere il proprio percorso di studi universitari. Mario Castellengo ha dichiarato che la UIM continua il suo impegno per essere presente in tutti i paesi balcanici.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sant’Egidio: Appello di Pace

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 settembre 2015

sant'egidio1Donne e uomini di religione diversa ci siamo riuniti su invito della Comunità di Sant’Egidio a Tirana, capitale di un Paese simbolo della convivenza tra religioni, dopo avere sperimentato la prepotenza del male che ha escluso Dio e la libertà dalla vita del popolo albanese. Ringraziamo le autorità e il popolo albanese per la splendida ospitalità in questi giorni.
Oggi il mondo cambia rapidamente. Forse non abbiamo saputo dare un’anima alla sua crescita e trasformazione. Il nostro mondo rischia di perdere il senso del limite e si sente onnipotente, mentre crescono poteri anonimi che giocano con i destini dei popoli.
Conosciamo le sofferenze che creano l’idolatria del potere e del denaro, la corruzione, l’allontanamento da Dio in nome dell’io, il consumo smodato e senza futuro del creato, il dominio dell’uomo sull’uomo, il progetto folle di un mondo senza l’altro, il dolore di guerre infinite, contagiose, fuori controllo.
70 anni dopo l’ecatombe nucleare e la fine della Seconda Guerra mondiale, l’umanità sembra avere dimenticato che la guerra è un’avventura senza ritorno. Sì, le guerre sembrano diventate normali e tanti sono attratti dal fascino terribile della violenza. La forza del male oggi colpisce a milioni bambini, donne, anziani, famiglie: crea combattenti prigionieri di una logica violenta e folle. Decine di milioni di profughi si affollano in Asia, ai bordi dell’Europa, e in altre zone del mondo.
Il nostro XXI secolo è a un bivio: tra rassegnazione e futuro, tra indifferenza e solidarietà. Dobbiamo globalizzare la solidarietà. Bisogna aprire le porte dei nostri cuori, i nostri paesi, perché non ci sono muri e fili spinati che possono fermare il bisogno di vivere e garantire un futuro ai propri figli. Alle religioni diciamo: aiutiamo il mondo a trovare una risposta umana alle guerre, alle migrazioni mondiali, alla crisi ambientale, alle tante povertà e alla domanda di senso di tanti.
Come leader di religioni e culture diverse sentiamo l’imperativo morale di aiutare il mondo a non distruggersi, a non sant'egidiofare morire i sentimenti di umanità. Ai governanti diciamo: la guerra non si vince con la guerra: è un abbaglio! La guerra sfugge di mano. Non illudetevi! La guerra rende disumani interi popoli. Ripartiamo dal dialogo, che è una grande arte e una medicina insostituibile per la riconciliazione tra i popoli. Alle nostre religioni ricordiamo: la guerra non è mai santa, l’eliminazione e l’oppressione dell’altro in nome di Dio è sempre blasfema. L’eliminazione e l’oppressione dell’altro, e della sua storia, usando il nome di Dio è un orrore.
Cresca un movimento di popoli per la pace e la resistenza al terrorismo e alla violenza. Lo Spirito di Assisi ci guidi a essere più audaci e coraggiosi nella ricerca della pace e nella costruzione di società dove il vivere insieme tra diversi sia pacifico e positivo.
La pace viene da Dio, per questo imploriamo il dono indivisibile della pace. E’ la lingua del futuro. Impariamo di nuovo, tutti, la lingua del dialogo e della pace. La pace è sempre possibile. Per questo dobbiamo costruirla insieme, tutti, credenti e non credenti. Costruiamo la pace! Con l’aiuto di Dio trasformeremo questo tempo in un tempo di pace. Perché niente è impossibile a Dio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dyonisius Jean Kawak (Syria): Peace is the product of justice

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2015

rifugiati sirianiTIRANA – “What is war?”, Dyonisius Jean Kawak, Syrian Orthodox archbishop, asked while speaking at the international conference “Peace is always possible” organized in Tirana by the Community of Sant’Egidio.“Is peace just the absence of war? Peace is the fruit of justice”, he answered.In a country pounded by a five-year long conflict, the fundamental task is to “educate about peace” because “making peace is a job to do on a daily basis”. The Orthodox archbishop then complained that “Christians are too timid in the face the war”.“We must pray harder for peace”, he said.Concluding his remarks, Kawak proposed some concrete steps for achieving peace: “We need the help of the international community to put a stop to direct and indirect financing of the extremists as well as the influx of weapons and combatants”. Photo: peaceispossible)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Peace is always possible”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2015

tiranaTIRANA – Andrea Riccardi responds to Pope Francis’ message about refugees at the start of the international meeting “Peace is always possible”, which is gathering more than 400 leaders of the world’s major religions, cultural figures and representatives of public institutions as well thousands of people arriving from all over Europe. The founder of the Community of Sant’Egidio launched an appeal to Europe and the Italian government to institute the policy of sponsorship, an essential practice to achieve acceptance of those who have already arrived on the continent and to eliminate the dangerous crossings of migrants by sea. We support the pope’s appeal with conviction – Riccardi commented – launched right at the start of our international meeting here in Tirana. Accepting his message and heeding to the desire of many citizens, associations and families who want to offer hospitality to refugees, we hereby propose – in the name of all religious leaders gathered here in Tirana – to introduce in European legislative systems the policy of sponsorship. The idea is to enable European citizens, associations, parishes and organizations to assume responsibility for asylum seekers and offer immediate hospitality to those who have already arrived as well as invite individuals and families from dangerous areas, thus preventing the voyages of death in the Mediterranean and the exploitation by traffickers. We particularly appeal to the Italian government to establish the policy of sponsorship. At the ongoing meeting we will discuss ways of achieving peace with concrete proposals to end conflicts, starting with Syria and Libya”

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La pace è sempre possibile

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 settembre 2015

andrea riccardiTirana. Andrea Riccardi interviene sul messaggio di Papa Francesco sui rifugiati, all’inizio dell’incontro internazionale “La pace è sempre possibile”, che radunerà per tre giorni oltre 400 leader delle grandi religioni, del mondo della cultura e delle istituzioni, insieme a migliaia di persone giunte da tutta Europa. Il fondatore della Comunità di Sant’Egidio lancia un appello all’Europa e al governo italiano perché introducano la sponsorship, strumento essenziale per realizzare l’accoglienza di chi è già arrivato nel nostro continente e interrompere i rischiosi viaggi dei migranti attraverso il mare. “Sosteniamo con convinzione l’appello del Papa – commenta Riccardi – giunto proprio all’inizio del nostro incontro internazionale qui a Tirana. Per rispondere al suo messaggio e venire incontro al desiderio di tanti cittadini, associazioni e famiglie che vogliono ospitare i rifugiati, proponiamo – a nome di tutti i leader religiosi riuniti qui a Tirana – di introdurre nei sistemi legislativi europei lo strumento della sponsorship. Si tratta di permettere a cittadini europei, ad associazioni, parrocchie e organizzazioni varie della società civile, di farsi garanti dell’accoglienza: ospitare subito coloro che sono arrivati ma anche chiamare singoli e famiglie direttamente dalle zone a rischio evitando così i viaggi della morte nel Mediterraneo e lo sfruttamento da parte dei trafficanti. Rivolgiamo un appello particolare al governo italiano perché introduca presto lo strumento della sponsorship. E in questi giorni parleremo di come costruire la pace con proposte concrete per fermare i conflitti, a partire dalla Siria e dalla Libia”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emergenza guerre

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 agosto 2015

TiranaTirana dal 6 all’8 settembre migliaia di persone per discutere con i leader religiosi e gli esperti delle istituzioni internazionali di sviluppo, ambiente, diseguaglianze sociali e lanciare proposte concrete per fermare i conflitti. Su proposta della Comunità di Sant’Egidio, insieme alle Chiese cattolica e ortodossa di Albania, le grandi religioni mondiali hanno preso l’iniziativa di un Incontro Internazionale, “LA PACE E’ SEMPRE POSSIBILE – Religioni e Culture in dialogo”, che si svolgerà a Tirana. Un grande evento nello “spirito di Assisi” – la prima Preghiera per la Pace voluta da Giovanni Paolo II nel 1986 nella città di San Francesco – che avrà quest’anno un carattere speciale, non solo per l’attuale scenario di guerre e conflitti di diversa origine, ma anche per la crescita di un nuovo soggetto rappresentato dalla forza pacifica delle religioni che si contrappone alla violenza con proposte concrete e realizzabili. E’ atteso, nell’assemblea inaugurale, un importante messaggio di Papa Francesco. Ma per tre giorni, in decine di tavole rotonde, si alterneranno i più importanti leader religiosi di Europa e Mediterraneo, Asia e Africa, insieme ad esponenti della cultura e delle istituzioni: a questi ultimi verrà lanciato un forte appello perché si realizzino immediate tregue umanitarie e venga avviato con urgenza il complesso, ma al tempo stesso indispensabile, lavoro di costruzione della pace. Saranno interpellate tutte le istituzioni internazionali ma in particolare l’Europa che si trova di fronte ad un bivio: chiudere le sue porte e invecchiare tristemente oppure accettare le nuove sfide di fronte a cui si trova, come quelle della pace, dell’accoglienza e dell’integrazione.Ma l’evento avrà anche un carattere popolare: ogni giorno si allarga il numero di coloro che – da ogni parte di Europa e non solo – si uniranno, all’inizio di settembre, come pellegrini di pace per assistere all’incontro nella capitale albanese.
Perché proprio l’Albania? Perché per costruire la pace occorre partire dalle periferie. Papa Francesco, un anno fa, cominciò da qui a visitare l’Europa. E oggi proprio questo piccolo Paese, che ospita la più forte presenza musulmana del vecchio continente, è diventato un modello di coabitazione tra le religioni e le culture, un interessante laboratorio dove per tre giorni saranno affrontati argomenti che riguardano la pace come: lo sviluppo sostenibile, le emergenze ambientali (che riguardano il pianeta in generale, ma anche la vivibilità di tante periferie delle megalopoli mondiali) e le diseguaglianze sociali. Tanti saranno i testimoni dei Paesi in conflitto, come Siria, Iraq, Nigeria, Mindanao (Filippine) e Libia, perché tutti ascoltino le loro voci e contribuiscano alla costruzione della pace.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Why Albania will be in the news in the upcoming months

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 febbraio 2015

TiranaThe country has proven to be exceptionally rich in renewable energy sources with most of its electricity generated by hydropower plants, but the increased electricity demand has led to regular power shortages, and the country is only exploiting 35% of its hydropower potential at the moment. These factors have encouraged the Government to reform its electricity model through the implementation of new EU regulations and the development of its infrastructure; Albania is now looking for further investments in the renewable sector.Moreover, Albania is currently exploiting its offshore oil and gas resources with private companies performing offshore test drillings. Albania could also play a role in improving Europe’s energy security, through possible investment in liquefied natural gas (LNG) terminals and new gas pipelines. The European demand-supply gap is of growing concern to many EU countries and one of the solutions still under development, is the Trans-Adriatic Pipeline (TAP), which is designed to bring in natural gas from Azerbaijan via Greece and Albania. There is little doubt that in 2015, Albania will take centre stage in the energy industry.The Albania Oil, Gas & Energy 2015 Summit, organised by IRN in Tirana on 17-18th March 2015, will discuss Albania’s potential and its next step towards energy efficiency. This Forum, fully endorsed by the Ministry of Energy and the National Agency of Natural Resources (AKBN), is the first to be dedicated to Albania to allow an in-depth assessment of the new ventures available at the country level. Dr Lutz Landwehr, Commercial and Finance Director at Trans Adriatic Pipeline (TAP) will present on the significance of the TAP for the development of the Balkan region and assess the most significant updates at the Summit.The two-day Summit will gather key industry leaders to assess the huge investment opportunities offered by this resource rich country. In fact, Albania is one of the most attractive developing countries for energy investors; apart from being strategically located in South-eastern Europe, with a natural opening to European markets and the Balkan region, and at the crossroads of major European corridors, Albania possesses low construction prices and labour force salaries.During the Oil & Gas International Licensing Summit, a senior level petroleum gathering that took place last month in London, also hosted by IRN, Dritan Spahiu, Director of Policies and Development of Hydrocarbons at the Ministry of Energy and Industry of Albania, reviewed the past and future of the Albanian licensing round system. He told international companies and Ministerial delegations in attendance that ‘Albania has very high potential in crude oil, it is very positive for investors’. He then invited the audience to join the Albania Oil, Gas & Energy 2015 Summit in March, where more details around the opportunities will be unveiled.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fundamental rights and non-discrimination conference in Tirana – final statement

Posted by fidest press agency su lunedì, 24 novembre 2014

tiranaTirana. At the end of the conference on “Fundamental rights, non-discrimination and the protection of vulnerable groups, including LGBTI”, which took place in Albania on 20-21 November 2014, the participating Members of the European Parliament, the Italian Presidency of the Council of the EU and the European Commission issued the following statement:”This conference has shown that enlargement countries have put in place key elements of the legal and policy framework for fundamental rights and non-discrimination. Vulnerable groups, among them LGBTI citizens, nonetheless often remain at risk of discrimination, marginalization or even violence. We encourage governments and political leaders of the region to demonstrate their commitment to ensuring that all minorities and vulnerable groups are accepted and can participate freely in society. They should also ensure that discrimination on the basis of sexual orientation and gender identity is prohibited in law and that persons belonging to minorities can equally exercise their rights. A hierarchy of grounds must be avoided and attention should be paid to multiple forms of discrimination. Finally, sustained efforts are needed to implement and enforce relevant legislation and policies, to adopt pending reforms and to work at changing societal attitudes from prejudice and even hostility to respect and acceptance.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Libro: Kombinat

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2012

The Skanderbeg square in downtown Tirana, Alba...

The Skanderbeg square in downtown Tirana, Albania, on the left it's the National Historic Museum, on the right it's the Tirana International Hotel (Photo credit: Wikipedia)

Con questa indagine si è voluto descrivere e analizzare gli aspetti sociali, culturali ed economici di un’area urbana di Tirana, Kombinat, mutata nell’ultimo ventennio nella sua composizione e funzione, da quartiere operaio a punto di arrivo di una significativa migrazione interna. I mutamenti sicuramente sono dovuti all’effetto della deindustrializzazione, ma anche alla accelerata mobilità sociale, economica e territoriale che ha investito l’Albania e che ha come conseguenza una visibile disorganizzazione sociale.
Si può ritenere che oggi il quartiere di Kombinat, nato come quartiere operaio modello, stia assumendo sempre di più l’aspetto (e la funzione) di area marginale di Tirana.
Kombinat sembra storicamente segnato da un destino che lo vuole luogo di richiamo e raccolta delle genti di Albania: così è stato sessant’anni fa, così è oggi. A Kombinat convivono i vecchi abitanti che avevano “vissuto” le fabbriche – la vecchia aristocrazia operaia –, i nuovi immigrati da varie parti dell’Albania, gli “sfortunati” provenienti da altre zone di Tirana: tanti gruppi convivono qui, che si tengono distinti pur non avendo conflitti visibili. In questo rapporto si è provato a descrivere chi sono e come vivono.
Ci si augura che le informazioni raccolte nella ricerca possano servire a un progetto di riqualificazione del quartiere, basato su una rete di servizi sociali e sanitari e di strutture e attività per le fasce deboli della popolazione (infanzia, anziani, donne, ecc.), che riannodi le connessioni con le altre aree della città.
Ma questa ricerca è anche un contributo a non dimenticare il passato e la storia, individuale e collettiva, per innovare le radici della propria identità. Per questo in gran parte è basata sul “ricordo”, non come rimpianto di un passato non riproponibile, ma come memoria di un quartiere simbolo, di una stagione albanese progettuale a nuove forme di convivenza civile. Ecco perché il libro è dedicato a tutti i “Kombinats”, tanto di ieri quanto di oggi. Oggetto della ricerca è il quartiere Kombinat, uno dei più grandi nella periferia di Tirana, nato fra la fine degli anni Quaranta e gli inizi degli anni Cinquanta in funzione della costruzione di un grande complesso industriale che accorpava più fabbriche, quasi tutte tessili, denominato Kombinat i Tekstileve Stalin (Kombinat dei tessili Stalin). Fu un’opera enorme, se si considera che l’Albania a quel tempo era prevalentemente agricola e pastorale, significativa dei programmi di industrializzazione avviati nel secondo dopoguerra.Autore: Luigi Za (a cura di) Collana: Entropie 35 Categoria: saggistica Pagine: 552 ISBN 978-88-497-0814-1 Prezzo: € 32,00 Besa editrice

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aziende: missione in Albania

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 novembre 2011

Skanderbeg Square in Tirana, Albania

Image via Wikipedia

Bilancio più che positivo per le imprese pugliesi e lucane che hanno aderito alla “Missione imprenditoriale in Albania”, organizzata dal 23 al 25 novembre 2011 da Unioncamere Puglia – membro del Consorzio Bridg€conomies, partner della rete Enterprise Europe Network – in collaborazione con la sede Unioncamere Puglia di Tirana. Apprezzamenti oltremodo positivi sulla qualità degli incontri e sulle opportunità profilatesi. Oltre cento i business to business che hanno visto protagoniste le 12 aziende che hanno incontrato in Albania imprenditori locali, selezionati dalla sede Tirana di Unioncamere Puglia. La delegazione ha partecipato altresì il 23 novembre presso il Palazzo della Cultura a Tirana ad un workshop dedicato agli aspetti fondamentali degli scambi economici in materia commerciale, fiscale e doganale, nonché agli aspetti qualitativi degli scambi, con riguardo al mercato albanese. Tra gli intervenuti: il dr. L. Triggiani, Direttore della Sede Unioncamere Puglia di Tirana; il dr. A. Papajani, Direttore del “Dipartimento del Contribuente”, Direzione Generale Tasse Imposte; l’Avv. F. Duka, consulente in diritto societario; il dr. S. Lacej, Direttore del Settore “Tariffe, Origine, Valore”, Direzione Generale delle Dogane. La missione in Albania, rivolta alle aziende del settore metalmeccanico ed engineering (materiali e sistemi per l’edilizia e bioedilizia; produzione macchinari, utensili, carpenteria metallica) è stata completata dalle visite aziendali e ha avuto lo scopo di favorire accordi di cooperazione tecnologica, licence agreement, trasferimento di know-how e accordi commerciali con imprese ed enti albanesi. Gli incontri BtoB si sono svolti allo Sky Hotel di Tirana il 24 novembre. Oltre cinquanta tra imprenditori, enti ed istituzioni albanesi intervenuti al brokerage event.
Le aziende partecipanti: F.I.A.S. srl, Galatone (Lecce); Sud Calce srl, Taurisano (Lecce); Arkilight, Lecce; Cestaro & Rossi, Bari; Lamin Project, Altamura (Bari); SRB costruzioni, Monopoli (Bari); Panebianco costruzioni di Palo del Colle (Bari); Officine Tecniche De Pasquale srl – Modugno (Bari); Area Turismo S.r.l. Melendugno (Lecce); Cooperativa La Traccia di Matera; Innova di Matera; F.C. srl di Taranto

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The New Evangelisation of Europe

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 settembre 2011

Tirana, from 29 September to 2 October 2011. Thursday 29 September at 12,30 in Tirana at the Hotel Rogner Europark, a press conference is organised. Will attend the press conference, cardinal Péter Erdő, Archbishop of Esztergom-Budapest and CCEE President, cardinal Josip Bozanić, Archbishop of Zagreb and CCEE Vice-president, cardinal Jean-Pierre Ricard, Archbishop of Bordeaux and CCEE Vice-president and the Metropolitan Archbishop of Tirana-Dürres, Mgr. Rrok Mirdita.Central theme of the assembly will be the New Evangelisation. To facilitate the discussion, CCEE has sent a questionnaire to the Bishops’ Conferences in order to collect and highlight ideas, situations and proposals. In Tirana, reflection on the theme will be entrusted to Jean Luc Moens, former co-ordinator of the experience of city missions in European capitals, who will have the task of summarising the responses received by CCEE in these weeks, and to Mgr Salvatore Fisichella, President of the Vatican dicastery for Promoting New Evangelisation. The Tirana meeting will be the only opportunity for joint work on this issue for all the European Bishops’ Conferences prior to the Synod of Bishops in 2012. In Tirana, the Presidents of the Bishops’ Conferences of Europe members of CCEE will elect the new CCEE Presidency for the quinquennial period 2011-2016. All the current Presidents of the Bishops’ Conferences are eligible for the posts of President and the two Vice-presidents.
The second part of the meeting will focus instead on CCEE’s service to the Church in Europe with presentations about the activities of the various CCEE Commissions, about CCEE’s work in the sphere of ecumenical dialoguewith the appointment of the members of CCEE-CEC (Conference of European Churches) Joint Committee. The programme of the next Symposium of African and European bishops (Rome, 13-17 February 2012) will be presented and there will be a discussion on the 2nd European Social Days organised along with ComECE and scheduled for 2013 in Granada (Spain). There will be a presentation on Eurocathinfo.eu, the Institutional Information Portal and the Intranet of the Bishops’ Conferences in Europe (on-line by the end of the year). Part of the work will then be devoted to dialogue with the European institutions (the European Union and the Council of Europe) and the activities of the Observatory on Intolerance and Discrimination Against Christians in Europe will be presented.
During the meeting, the vice-president of the German bishops’ Conferences, Mgr Heinrich Mussinghoff, Bishop of Aachen, will report on the recent visit of Pope Benedict XVI to Germany (22-25 September) and other short presentations about 2011 apostolic visits will be presented: to Croatia (4-5 June) and to Spain for World Youth Day (Madrid, 16-21 August). Subsequently, along with His Beatitude Fouad Twal, Latin Rite Patriarch of Jerusalem, the bishops will reflect on how to help Christians in the Holy Land. In Tirana, participants will also be informed about two future meetings taking place in Europe: the World Meeting of Families (Milan, Italy, 30 May-2 June 2012) and the50th International Eucharistic Congress (Dublin, Ireland, 10-17 June 2012). Also taking part in the meeting of the Presidents of the European Bishops’ Conferences will be: for the Holy See, Cardinal Marc Ouellet, Prefect of the Congregation for Bishops; Mgr Ramiro Moliner Inglés, Apostolic Nuncio to Albania; and delegates from continental bodies such as SECAM (Symposium of Episcopal Conferences of Africa and Madagascar) and CELAM (Latin-American Bishops’ Conferences).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »