Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘toponomastica’

Nel segno dell’unità d’Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 Mag 2011

Pachino (SR), 7 maggio (ore 10,30) prenderà il via l’Inverdurata 2011, con l’allestimento di diciassette mosaici realizzati con verdure, ortaggi, frutta e tuberi del territorio pachinese nel tratto di strada che da Via Roma conduce a Piazza Vittorio Emanuele II. Non a caso la toponomastica richiama il 150° dell’unità d’Italia, che è uno dei temi scelti per l’8a edizione. Gli altri temi sono quelli della legalità e della democrazia, cui saranno dedicati due mosaici fuori concorso intitolati rispettivamente all’Associazione pachinese anti crimine (Apac) e al comune di Pachino. I mosaici che saranno allestiti sono stati selezionati su una rosa di trentanove proposte pervenute. «La manifestazione – sottolinea il presidente dell’Apac Nino Gullotta – vuole offrire un’occasione di riflessione, di impegno civile e operatività costruttiva in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale locale e la partecipazione dal basso. Ricordo, infatti, che le opere sono realizzate da studenti e cittadini che, da qualche anno, si cimentano nell’impresa». I lavori migliori saranno premiati domenica alle ore 20 in Piazza Vittorio Emanuele da una giuria composta dai rappresentanti degli enti organizzatori. La manifestazione offrirà, inoltre, momenti d’intrattenimento, spettacoli e attività culturali a corollario della manifestazione, dagli stand per la degustazione di prodotti enogastronomici ai concerti, dal cinema alle mostre, dalle sfilate in costume alle conferenze di approfondimento storico, fino ai tornei di scacchi, per finire in un “crescendo” di divertimenti e buon umore con il cabaret del noto comico Sasà Salvaggio. [A.At.]

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: agenda assessori due novembre

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Roma 2 novembre 2010 Assessore Croppi Ore 10: Chiostro XIII Municipio, piazza della Stazione Vecchia – Ostia L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, partecipa all’inaugurazione della mostra fotografica “Mario Dondero – Scatti per Pasolini”.
Ore 12: Casa del Cinema – Villa Borghese, viale della Casina di Raffaello L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, interviene all’inaugurazione della targa toponomastica “Largo Anna Magnani”.
Ore 13: Fondazione Roma Museo, via del Corso 320 L’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione, Umberto CROPPI, interviene alla conferenza stampa di presentazione della mostra “Il teatro alla moda. Costumi di scena. Grandi stilisti”.
Presidente della commissione politiche sociali e famiglia tredicine Ore 10: Ossario Comune, Cimitero Monumentale del Verano Il presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia, Giordano Tredicine, partecipa alla cerimonia in ricordo dei defunti presso il Cimitero del Verano – Ossario Comune. La commemorazione prevede la deposizione di una corona di fiori alla Stele dei Defunti della città di Roma, l’accensione del Tripode e la benedizione impartita dal Parroco di San Lorenzo fuori le Mura.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’olivicoltura in Piemonte

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 agosto 2010

Non è una scoperta recente, ma vanta profonde radici nel passato. In molte parti del Piemonte la toponomastica locale testimonia, tuttora, l’esistenza di quella antica realtà produttiva: Bric d’ulivo, Monte Oliveto, Oliveta, Olivè, Olivola, Colle d’olivo, per citarne alcuni. Vi sono inoltre cognomi quali Olivero ed Olearo, che richiamano l’attività svolta nel settore olivicolo nel corso dei secoli. Alcuni studiosi ritengono che l’introduzione dell’olivicoltura in Piemonte potrebbe risalire addirittura all’epoca dei legionari romani, che colonizzarono le nostre terre, lasciando molte tracce del loro passaggio per esempio in molti centri monferrini. Ma anche in altre aree del Piemonte, come nella Valle di Susa o nel Biellese, è molto probabile che gli olivi venissero coltivati già all’epoca degli antichi romani. La presenza certa di olivi è testimoniata per la prima volta in un atto di donazione del 515 dove Sigismondo, re di Borgogna, dona varie terre, tra le quali oliveti in Valle d’Aosta. Da allora la presenza dell’olivo è stata condizionata da tutta una serie di eventi, tra cui quelli climatici, che hanno giocato un ruolo primario. Di sicuro l’esistenza di qualche albero è stata sempre assicurata, in qualche giardino o nei terreni parrocchiali, dove hanno da sempre rappresentato una antica tradizione. La presenza di oliveti è testimoniata anche dove il clima ed il terreno non sembrano affatto rispondere alle esigenze della coltura; ciò pare fosse dovuto alle richieste provenienti in particolar modo dagli istituti ecclesiastici. La massima diffusione della coltivazione dell’olivo si verificò nella seconda metà del XIII secolo, in concomitanza con l’innalzamento delle temperature, fenomeno noto come “periodo caldo medievale” o “ottimo climatico medievale”. Gli olivi erano coltivati per lo più in associazione con i mandorli, ed altre colture arboree, e con lo zafferano, tra quelle erbacee, in quanto simili dal punto di vista delle esigenze pedoclimatiche. All’inizio del XIV secolo si verificò uno straordinario abbassamento termico in tutta l’Europa: alcuni ghiacciai arrivarono addirittura a lambire insediamenti abitativi e coltivi. Da allora si verificò l’alternanza tra periodi di innalzamento ed abbassamento delle temperature, durante i quali le coltivazioni con le maggiori esigenze  termiche ebbero la peggio, e dovettero subire continui rinnovi. Le condizioni climatiche avverse continuarono all’incirca fino all’Unità d’Italia; ma, nonostante intorno al 1860 il periodo dei grandi freddi abbia avuto termine, l’olivo non venne più rinnovato come coltura da reddito, a causa della ormai definitiva affermazione delle vite sulle pendici collinari piemontesi, il cui prodotto trovava ampi sbocchi commerciali. Inoltre, ottenuta l’Unità territoriale venne a diminuire la necessità di produrre olio di oliva al nord. I pochi ulivi sopravvissuti si concentrarono in alcuni giardini privati o intorno alle parrocchie, dove venivano coltivati con cura sia per tradizione, sia per poter avere a disposizione dei rami di olivo da benedire e distribuire in occasione della Domenica delle Palme. Nel 1919, ad Olivola Monferrato, furono estirpati gli ultimi oliveti e rimasero in produzione solo piante isolate; di conseguenza i frantoi operanti in Piemonte, per mancanza di materia prima, furono chiusi e definitivamente smantellati. Dal 2001 nei Comuni di Moncalvo, Olivola, Revello, Settimo Vittone e Vialfrè riprese, dopo 90 anni, la produzione di olio d’oliva piemontese. In Piemonte l’interesse per l’olivicoltura nasce dalla scarsità di manodopera e dalla ricerca di coltivazioni che richiedano minor dispendio di risorse umane, rispetto alla tradizionale coltivazione della vite. L’olivo può costituire un importante elemento di arricchimento del paesaggio, in quanto è una pianta adatta al recupero e alla valorizzazione dei versanti più soleggiati di aree abbandonate o degradate.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Agenda sindaco di Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 18 aprile 2010

Lunedi’ 19 aprile 2010 Ore 12: Via Alberese, 38 Il sindaco di Roma, Gianni ALEMANNO, inaugura i nuovi studi dell’emittente IES TV.
ore 13
: Sala delle Bandiere, Campidoglio Il sindaco di Roma, Gianni ALEMANNO, e il vicesindaco, Mauro CUTRUFO, presentano alla stampa i dati relativi ai flussi turistici del primo trimestre dell’anno e del periodo pasquale
Ore 15: Parco Forte Ardeatino – Via di Grottaperfetta in prossimità del civico 524 (ingresso dal parcheggio vicino alla scuola Carlo Alberto Dalla Chiesa) Il sindaco di Roma, Gianni ALEMANNO, interviene alla cerimonia di inaugurazione della targa toponomastica intitolata ad Antonio AUGELLO all’interno del Parco del Forte Ardeatino. Presenti l’assessore alle Politiche Culturali Umberto CROPPI, i consiglieri comunali Federico GUIDI e Marco DI COSIMO, il senatore Andrea AUGELLO.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Croppi inaugura “via Roma” a Tbilisi

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 ottobre 2009

Tblisi, Capitale della Georgia, ha da oggi una strada che si chiama via Roma. L’assessore comunale alle Politiche Culturali con delega alla Toponomastica, Umberto Croppi, è stato invitato a Tblisi dal sindaco George Ugulava per incontrare esponenti del governo e per rafforzare i rapporti tra le due Capitali. Nell’ambito degli impegni istituzionali è stata inaugurata oggi Via Roma, nel quartiere Chugureti, in una zona centrale di Tbilisi, dove si trovano edifici storici con esempi di art nouveau ed elementi di architettura di pregio. Dopo gli incontri con il Vice Ministro della  Cultura della Georgia David Tskhadadze e il vice Ministro degli Affari Esteri David Jalagania, il programma dell’Assessore prevede una visita al Museo Nazionale e un ricevimento presso la residenza dell’Ambasciatore d’Italia in Georgia. L’ambasciata georgiana ha formulato tre richieste che sono già  state accolte dall’ amministrazione comunale: la denominazione di un’ area della città alla Repubblica di Georgia, la costruzione di un monumento al poeta georgiano Shota Rustabeli e la sostituzione della targa commemorativa in via della Salita del Grillo 17, dove si trova una lapide che commemora la pubblicazione del primo libro in lingua georgiana, con l’inserimento della dicitura “Repubblica di Georgia S.P.Q.R.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le vie dell’Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2009

Roma 6 luglio 2009 ore 17,30 Sala della Mercede, via della Mercede, 55  presentazione del libro: Le vie dell’italia Storia e memoria, cancellazione e oblio nella toponomastica italiana e… altrove di Alberto ed Elisa Benzoni la casa editrice Bietti Media è lieta di invitarLa all’incontro sul tema: La gestione della memoria nell’Italia del secondo dopoguerra Ne parleranno con gli autori: Pierluigi Battista, Aldo Giannuli, Antonio Landolfi, Francesco Perfetti, Francesco Rutelli. Modera: Francesco Gironda – editore http://www.bietti.it

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »