Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘tradizionali’

Scuola: Si rompe il monopolio dei sindacati tradizionali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 gennaio 2019

Manca solo la direttiva della Ministra Giulia Bongiorno per avviare il tavolo per il rinnovo dell’accordo quadro, al quale parteciperà un nuovo sindacato: trascorsi questi adempimenti, il sindacato autonomo, guidato da Marcello Pacifico, dovrà infatti essere ammesso ai tavoli negoziali, dove finalmente potrà battersi per il rispetto del diritto in ogni istituzione scolastica del Paese. Tra le priorità che l’organizzazione intende affrontare figurano il rinnovo del CCNL per il triennio 2019/2021, la contrattazione integrativa su mobilità e sanzioni disciplinari. Anief rinnova l’appello ai dipendenti della scuola per reclutare TAS, i terminali associativi presenti in ogni scuola italiana precario o di ruolo, docente o Ata, affinché possa rappresentare le istanze del diritto e partecipare alla contrattazione integrativa e vigilare sul rispetto delle norme a fianco delle RSU

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

E’ finito il 2016, l’anno del tramonto dei media tradizionali

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 gennaio 2017

mediadi Isabella Adinolfi, Efdd – Movimento 5 Stelle Europa. Il 2016 passerà alla storia come l’anno del definitivo tramonto del potere di influenza di stampa e tv. È rivelatrice la gaffe dell’inviata Rai Giovanna Botteri che, dopo la vittoria di Trump, si chiedeva quasi disperata: “che cosa succederà a noi giornalisti? Che cosa succederà alla stampa?”. Nessuno dei principali 100 quotidiani americani ha fatto un endorsement a Trump. Appoggiando Hillary Clinton i media americani hanno perso la faccia e anche la credibilità. Hanno raccontato un’America che non esiste. Non hanno capito nulla! In Italia i media tradizionali non se la passano meglio. Il referendum del 4 dicembre è stato la Caporetto di editorialisti e parrucconi del giornalismo. Presagivano l’inferno e invece ha semplicemente trionfato la democrazia. L’affluenza al 69% ha mostrato al mondo chi comanda in Italia: i cittadini! Con i falsi scoop di Beatrice Di Maio e la continua drammatizzazione delle vicende romane si è toccato il fondo e i dati lo dimostrano. L’ultimo rapporto Mediobanca sull’editoria è senza appello: il giro d’affari complessivo di Mondadori, Rcs, L’Espresso, Il Sole 24 Ore, Monrif, Caltagirone, Itedi, Cairo e Class Editori è passato da 5,7 a 3,9 miliardi. Il fatturato di questi imperi dei media è calato del 32,6% e 4.500 posti di lavoro sono andati persi. Meno credibilità equivale a meno copie vendute: la diffusione dei quotidiani è scesa del 34% negli ultimi 5 anni.
Fiumi di inchiostro diventano carta straccia mentre il mondo va avanti con i social media. Per difendersi da questa inevitabile estinzione, i media tradizionali si arroccano nella Celebrazione del Potere. I continui richiami dell’Agcom a Rai, Mediaset, Sky e La7 lo dimostrano. Ma oggi è impossibile competere con i nuovi media che sono più veloci, ironici e spesso completi. La politica dovrebbe occuparsi della necessità di alfabetizzazione ai nuovi media, risolvere problemi come il cyberbullismo e sul riconoscimento su cosa sia davvero propaganda e cosa informazione.Davanti a questi numeri si dovrebbe fare ammenda e autocritica e invece si assiste alla caccia alle streghe che oggi prende il nome di “fake news”? Il Parlamento europeo ha approvato una vergognosa risoluzione che organizza una propaganda europea con i soldi dei contribuenti. Quello che viene chiamato “sostegno alla stampa indipendente” è in realtà una ingerenza per censurare le notizie scomode.Scriveva Indro Montanelli nel 1989: “la deontologia professionale sta racchiusa in gran parte, se non per intero, in questa semplice parola: onestà. È una parola che non evita gli errori….Ma evita le distorsioni maliziose quando non addirittura malvagie, le furbe strumentalizzazioni, gli asservimenti e le discipline di fazione o di clan di partito”. Parole profetiche che oggi sono le campane a morto della stampa e tv che finora abbiamo conosciuto. Non sentiremo la loro mancanza. (fonte: blog cinque stelle)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

È uscito in libreria il nuovo volume intitolato: “La formazione nelle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali in Italia Attualità, esigenze, criticità e prospettive”

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2015

La-formazione-nelle-medicine-tradizionali-e-non-convenzionali-in-Italia-201x300E’ edito da Franco Angeli – a cura di Gian Franco Gensini, Paolo Roberti di Sarsina e Mara Tognetti Bordogna, che fa il punto sulla formazione nelle Medicine Tradizionali e Non Convenzionali nel nostro paese, delineando possibili percorsi in grado di fornire i requisiti necessari per la creazione di nuovi professionisti della salute responsabili e preparati, in grado di giocare un ruolo sempre più attivo nella creazione di salute dei singoli individui e della collettività. Paolo Roberti di Sarsina – Medico psichiatra esperto in MNC e membro del Comitato scientifico dell’AMIOT (Associazione Medica Italiana di Omotossicologia) – uno dei massimi esperti in materia e co-autore del libro – ha sottolineato una forte criticità italiana: “L’incremento del ricorso alle Medicine Non Convenzionali è un dato assodato sia a livello nazionale che mondiale, grazie a una presa di responsabilità sempre più rilevante degli individui sul proprio stato di salute, all’autodeterminazione della scelta terapeutica, ma soprattutto a modalità relazionali medico/paziente totalmente differenti da quelle della medicina allopatica e ben più sensibili alle esigenze del paziente. Pur tuttavia, a questo quadro incoraggiante non corrisponde una altrettanto seria e completa offerta formativa in Università, Master, ecc., e il libro fotografa esattamente questa realtà, indagando tutti i principali percorsi formativi in Medicine Non Convenzionali in Italia”.Nel nostro paese negli ultimi anni le Medicine non Convenzionali hanno aumentato ulteriormente la propria diffusione, infatti circa il 14,5% della popolazione italiana ricorre a questi metodi (fonte: Eurispes), ed è molto alto il numero delle persone che hanno sentito parlare di MNC, ben l’82,5%, mentre il 16,2% ha utilizzato un medicinale omeopatico almeno una volta nell’anno (fonte: Doxafarma).Questi dati vengono confermati anche dall’affluenza ottenuta nell’ultima edizione 2015 di “Stiamo bene… naturalmente!” – svoltasi il 10 aprile scorso -, iniziativa promossa dall’A.M.I.O.T. – Associazione Medica Italiana di Omotossicologia. Per tutta la giornata gli studi medici e veterinari convenzionati hanno offerto al pubblico visite gratuite per sensibilizzare sull’importanza di un corretto stile di vita, sulle terapie d’avanguardia per prendersi cura di sé e prevenire i disagi e le malattie, oltre a un aggiornamento sulle ultime novità in ambito terapeutico.Quest’anno hanno aderito 494 studi medici chirurghi e veterinari, in 92 province italiane. Le regioni che hanno risposto in maniera più significativa in termini di adesioni sono state Lombardia (23,5%), Lazio (15,4%), Emilia Romagna (9%), Piemonte (7,5%), Veneto (7,4%) e Campania (6,7%), con una copertura di circa il 70% del territorio italiano, a conferma dell’interesse crescente verso le medicine complementari, nel rispetto del principio di libertà di scelta terapeutica di medici e di pazienti. Migliaia di persone si sono presentate negli studi medici, con un’incidenza maggiore da parte del pubblico femminile (79%) in confronto a quello maschile (21%). Le visite specialistiche hanno spaziato in diversi settori: dalla dermatologia alla ginecologia, dalla pediatria alla geriatria, dalla gastroenterologia all’odontoiatria, fino anche alle visite veterinarie dedicate ai nostri “amici” animali.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Yasmine Esfandiary e Stefania Pennacchio

Posted by fidest press agency su sabato, 18 settembre 2010

Robecco sul Naviglio (MI) fino al 3/10/2010 via Mazzini, 6 Casa Dugnani Inaugurazione 18 settembre ore 15-19 Doppia personale a cura di Veve’ Benini Bossi   La presentazione di queste due artiste, solo superficialmente lontane, unite dalla loro storia, e’ cosa interessante. Tenaci ambedue nel raggiungere le loro radici, tradizionali nell’una, mitiche nell’altra e per entrambe con notevoli difficoltà, sia nel contesto sociale che umano.  Le unisce il Mediterraneo, da sempre la grande strada dall’Oriente, il vento cattivo del nord, il meltemi, che ha stracciato vele e affondato navi, ma guerre e mercati hanno mescolato genti diverse.
Yasmine Esfandiary, artista iraniana, vive e lavora nel Sud della Francia. Attraverso la pittura Yasmine Esfandiary cerca di rintracciare ed esaminare le ricche e poliedriche esperienze culturali e visive della propria vita.
Stefania Pennacchio, artista calabrese, vive e lavora nei pressi di Reggio Calabria. L’ultima esposizione di Stefania Pennacchio nel 2010 e’ stata presentata nell’Istituto Italiano di Cultura a Berlino. Una futura prossima tappa sarà Colonia.(collettiva)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Le medicine non convenzionali”

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 agosto 2010

Pavia 23 Ottobre 2010 Corso Ecm  Via Ferrata, 17 Collegio Volta convegno  “Le medicine non convenzionali”  Moderano: Dott. Giovanni Belloni – Dott. Ugo Garbarini  ore 8,15 – 8,30 Saluto del Presidente OMCeO Pavia e CROMCeO Lombardia  Dott. Giovanni Belloni  ore 8,30 – 9,00 “Medicine non convenzionali: il punto di vista del legislatore”  Sen. Daniele Bosone  ore 9,00 – 9,30 “Le medicine tradizionali complementari, non convenzionali  (agopuntura, omeopatia, fitoterapia)”  Prof. Emilio Minelli  ore 9,30 – 10,00 Medicina manuale Dott. Guido Brugnoni  ore 10,00 – 10,30 Implicazioni medico-legali Dott. Massimo Terziani  ore 10,30 – 11,00 COFFEE BREAK  ore 11,00 – 11,30 La normativa FNOMCeO Dott. Giancarlo Pizza  ore 11,30 – 12,00 La normativa regionale  Dott. Giancarlo Fontana  Ore 12,00 – 12,30 Le medicine non Convenzionali nel programma d’azione  dell’Unione Europea in materia di salute  Dott. Paolo Roberti di Sarsina  ore 12,30 – 13,00 Discussione tavola rotonda  “Il futuro delle MNC”  Modera: Dott. Giancarlo Pizza  ore 13,00 – 14,30  Partecipano: Dott. Ugo Tamborini, Dott. Alfredo Donatini, Dott. Paolo Roberti di Sarsina  ore 14,30 – 15,00 Test di valutazione finale

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Arnulf Rainer “Piranesi”

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 giugno 2010

Roma 21 Giugno alle ore 18,00 Gallerja Via della Lupa 24 (Fontanella Borghese) inaugurazione della mostra. Protagonista di spicco di alcune tra le più significative correnti dell’arte contemporanea della seconda metà del XX secolo, Arnulf Rainer si riaffaccia nella Gallerja di via della Lupa a Roma dopo la mostra Je est un autre, nella quale si erano potuti ammirare alcuni esempi storici delle sue opere a base di pose corporali, esempi pioneristici della body art. Il percorso artistico di Arnulf Rainer è densissimo di fasi linguistiche differenti, oltretutto all’insegna di tecniche e materiali diversi. Dall’incisione alla fotografia, dall’uso del corpo alla pittura, tutta la sua opera è attraversata da una volontà di superamento dei mezzi tradizionali in una ricerca di libertà sottolineata da alcune preoccupazioni costanti; tra esse il pensiero e la condizione della morte, della distruzione, della catastrofe sono ricorrenti, come realtà compresenti alla vita e su di  essa incombenti. Tra le opere presenti a Roma, oltre a una grande Schlenkerkreuz, 1991-93, dipinta su tavola, si distinguono le incisioni sulle “urne cinerarie” (1987) piranesiane, la Veduta del tempio di Antonino, 1990 e la Veduta di Piazza del Popolo 1990, i cui ariosi cieli e le vestigia monumentali sono contrassegnati e coperti da fitti segni blu neri e gialli che modificano radicalmente lo spazio della città eterna introducendovi una vistosa cifra melanconica. Per la mostra, che resterà aperta dal 22 giugno al 12 settembre 2010, è in preparazione un catalogo che reca un testo critico di Bruno Corà e le immagini di tutte le opere esposte.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Umbria: Diffusione dei mestieri tradizionali

Posted by fidest press agency su sabato, 1 maggio 2010

Gli obiettivi sono ambiziosi: mantenere in vita quelle sacche di made in Umbria veramente di nicchia ma di grande pregio economico. E  tramandare quel sapere di arti e mestieri che possono essere una speranza per trovare un occupazione con radici solide e un futuro accettabile. Si racchiude in questi due obiettivi il progetto europeo C.A.I.R.O.C.S. (Competenze per l’apprendimento intergenerazionale, reti operative per la coesione sociale) patrocinato dall’assessore alla formazione e al lavoro, Giuliano Granocchia e presentato lo scorso 29 aprile in Provincia di Perugia.  Al progetto partecipano importanti associazioni europee: TUCEP – Tiber Umbria Comett Education Programme  (IT); Provincia di Perugia (IT); Chambre de Métiers et de l’Artisanat du Rhône (F) ; Associação para a Valorização da Educação e Recursos Humanos do Distrito de Aveiro – AEVA – Escola Profissional de Aveiro (PT); Fundaia Centrul Educaional Soros (RO). Il progetto è stato finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma di Apprendimento Permanente – Azione Chiave

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Banco di Sicilia passa all’Unicredit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 febbraio 2010

“A novembre la Unicredit varerà la propria fusione con il Banco di Sicilia, con quel che resta dell’antico e glorioso Istituto di Credito Siciliano. Ovviamente (nell’interesse, cioè, dell’Unicredit) la insegna resterà nelle filiali in Sicilia, così che i clienti tradizionali e quelli occasionali abbiano l’impressione che qualcosa di “siciiano” sia rimasto qui. Pia illusione!” E’ quanto scrive Giuseppe Scianò  Segretario Politico FNS. E soggiunge: La Sede legale e sociale sarà quella di Milano, sarà unica e sarà “Unicredit”. Ed è, questa, a parere dell’Fns, la logica conseguenza delle scelte politiche, economiche e finanziarie rinunciatarie, A-Siciliane e/o Anti-Siciliane, che i Partiti italiani, i Partiti governativi e di opposizione, autonomisti, pseudo-autonomisti ed anti-autonomisti, “classi politiche” di volta in volta dominanti, “inciucisti” di ogni provenienza, e via dicendo, trasversalmente, hanno operato in Sicilia e per la Sicilia. Le pochissime eccezioni non hanno inciso sull’andamento generale dei fatti ed hanno confermato le regole generali. Il tutto di pari passo con la vanificazione dello Statuto Siciliano e della sua “specialità “. Si è verificata e perpetuata, cioè, la violazione del pactum fra il Popolo Siciliano in armi e lo Stato italiano, dal 1946 ad oggi.  I giornali stanno facendo i conti di ciò che la Regione Siciliana verrà a perdere in termini di introiti fiscali ed anche in termini di altre ricadute negative. L’FNS, a questa “contabilità” semi-fallimentare, aggiunge le perdite di ruolo e di dignità della Regione stessa. E purtroppo della Sicilia tutta. La realtà rimane quella di una regione (nazione), quella siciliana, che conta cinque milioni di abitanti e che non dispone di un proprio grande Istituto di Credito, che risponda, in modo prioritario, alle esigenze di sviluppo dell’economia siciliana. Una esigenza, questa, alla quale bisogna dare immediata risposta, nell’ambito di una strategia siciliana per l’economia. E nell’ambito, – ci permettiamo di puntualizzare, – di una rivoluzione culturale, politica e morale che lasci fuori dalla porta l’ascarismo trasversale, che continua a farla da padrone in Sicilia”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In funzione il neuronavigatore

Posted by fidest press agency su sabato, 16 gennaio 2010

Roma – “Nell’ammodernamento costante delle strutture e della tecnologia – ha dichiarato Luigi D’Elia, Direttore Generale dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata – il Complesso ospedaliero ha posto l’accento su uno degli strumenti più innovativi nel campo della neurochirurgia: il neuronavigatore. Già oltre 30 pazienti selezionati sono stati trattati chirurgicamente con il neuronavigatore per neoplasie alla base del cranio e per patologie della colonna vertebrale. I vantaggi che ne derivano al paziente – ha proseguito D’Elia – sia in termini di stress chirurgico, sia di degenza ospedaliera drasticamente ridotta, sia di morbidità post-operatoria con significativa riduzione delle complicanze legate alla procedura chirurgica sono notevoli rispetto alle tecniche chirurgiche più tradizionali. Peraltro, – ha concluso D’Elia – con il neurionavigatore gli eventuali errori di localizzazione da parte del neurochirurgo nella rimozione delle lesioni encefaliche o nel posizionamento di viti e barre nella chirurgia strumentata della colonna vertebrale sono completamente escluse a seguito della guida computerizzata del procedimento chirurgico fornito dal neuronavigatore. E’ attivo, presso la sala operatoria di Neurochirurgia dell’Azienda ospedaliera San Giovanni – Addolorata di Roma, il Neuronavigatore StealthStation® S7™ (MEDTRONIC, Louisville, CO. USA), nella versione più recente e tecnologicamente avanzata. Tale dispositivo, utilizzato dall’equipe medica dell’U.O.C. Neurochirurgia, diretta dal prof. Stefano Esposito, permette di sottoporre i pazienti ad interventi chirurgici sull’encefalo e sulla colonna vertebrale controllando “real time” la posizione degli strumenti chirurgici in relazione alla patologia che in quel momento si sta trattando, in poche parole di avere tutte le informazioni di cui si ha bisogno “nel posto giusto, al momento giusto”.  E’, inoltre, possibile utilizzare il neuronavigatore anche nel trattamento delle patologie della colonna vertebrale utilizzando sia un sistema in 2D, con l’utilizzo di immagini radiografiche immediatamente elaborate attraverso l’interfaccia neuronavigatore-amplificatore di brillanza, sia un sistema in 3D con l’utilizzo di immagini TC e/o R.M..Questo sistema, ormai ampiamente utilizzato nelle sale operatorie neurochirurgiche tecnologicamente più attrezzate, consente di visualizzare in tempo reale, proprio basandosi sulle immagini neuroradiologiche, la posizione intraoperatoria corretta risolvendo così il primo problema della chirurgia: l’orientamento spaziale anatomico.
Il neuronavigatore consente inoltre di identificare il miglior tragitto per aggredire la lesione in considerazione del suo aspetto tridimensionale e degli spostamenti dalle strutture contigue. Può  essere, quindi, valutato un bersaglio chirurgico, elaborato il punto di entrata ed il bersaglio da raggiungere e considerato l’aspetto tridimensionale della massa da aggredire.  Con questi principi una lesione può essere asportata praticamente da qualsiasi sede.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »