Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n°159

Posts Tagged ‘tradizioni’

Arriva “Calabria è”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 marzo 2019

Roma. 8 Venerdì 8 Marzo 17,00: Inaugurazione e prosegue i giorni 9 e 10 Marzo 2019 a partire dalle ore 10. L’iniziativa Culturale e Sociale nella Capitale d’Italia si tiene presso il prestigioso “Caffè Letterario” via Ostiense n. 95, quartiere Ostiense. La manifestazione è promossa dalle Associazioni Profumi e Sapori della Calabria e Azza Forense, con la collaborazione straordinaria di altre associazioni calabresi radicate, oramai da anni, su tutto il territorio romano, e con il sostegno e il patrocinio della Regione Calabria. L’evento si propone di offrire un viaggio tra terra e cielo, aperto alla città Eterna per testimoniare che la Calabria è paesaggi, storia, tradizioni, enogastronomia, artigianato, arte e cultura. Un percorso, dalla mattina alla sera dall’8 al 10 marzo, a spasso tra molteplici attività culturali e sensoriali che permetteranno di immergersi in un’atmosfera speciale tra film, incontri letterari, degustazioni, momenti musicali che contraddistingueranno l’identità e le tradizioni calabresi. Oltre alle Istituzioni saranno presenti alcuni professionisti calabresi che si sono distinti nel loro lavoro (start up, scrittori, artisti, cantanti, chef, giornalisti, registi…) per capacità e singolarità settoriale mettendo in evidenza la forma dell’eccellenza calabrese. http://www.profumidellacalabria.it (By Federica Rinaudo)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Donne a perdere

Posted by fidest press agency su lunedì, 28 maggio 2018

Siamo un popolo con fin troppa storia alle spalle, eppure se ci ribaltiamo all’indietro, rischiamo di piombare nel vuoto, come se avessimo soltanto un pizzico di tradizione a sostenerci. Ogni santissimo giorno un frastuono assordante a ricordarci l’ennesimo omicidio, suicidio, con corollario di bimbi al seguito. Ogni maledettissimo giorno il rompicapo delle conte e dei numeri sottratti alla ragione ci parlano di follia, di malattia, di prepotenze e violenze ripetute fino alla nausea. Un giorno sì e l’altro pure siamo assaltati dalle notizie più devastanti in tema di violenze e di soprusi sulle donne, e cosa ancora più drammatica, a farne le spese quasi sempre ci sono anche i bambini, colpiti a tradimento più ancora delle loro madri. Ogni giorno siamo inondati dalle informazioni e da una comunicazione talmente urticante da sembrare insopportabile, nel tentativo di farci comprendere quanto urgente sia correre ai ripari. Eppure ai ripari nessuno corre, tanto meno nessuno fa niente affinché quei ripari possano ergersi a respingi frane. Ne prendiamo atto solamente a nuovo femminicidio avvenuto, appare come una sorta di metoo delle stupefazioni, delle ossigenazioni mentali, delle interpretazioni da sbandierare a manifestazioni protratte fino a tarda notte. Combattiamo le mafie, le gangs, le truffe, i colletti bianchi, i bulli e le bulle, ma quando si tratta di donne a perdere, di donne e bambini scaraventati dai balconi o dai ponti, ci soffermiamo a indagare e verificare le istantanee delle famiglie più disgregate, un po’ meno sui nuclei famigliari benestanti e quindi ritenuti aggregazioni valoriali, ma forse occorrerebbe stabilire se ciò sta a valori condivisi, a rispetto e reciprocità come radice e non come facciata da esibire. Uomini ammazzano per la smania di dominare la propria compagna, uomini incutono terrore per imporre la propria volontà, uomini assai più deboli e fragili delle loro compagne agiscono di istinto per sottomettere, per umiliare, uomini dentro un disagio che diventa smania di possesso, incapacità ad accettare le proprie inadeguatezze, le proprie impotenze fisiche e intellettuali nei riguardi delle proprie donne, di tutte le donne, Uomini che non trovano altra soluzione alle proprie inadempienze emozionali che muovere armi e bagagli contro l’innocente di turno. Ogni stramaledetta volta che tragedie come queste ci investono tutti, nessuno escluso, occorrerebbe chiederci se non si tratta di un vero e proprio cancro sociale, dove gli imputati, per lo più sconosciuti e indefessi buoni padri di famiglia, non siano invece una vera e propria utenza che ha ingrossato esponenzialmente le fila di borderline, di soggetti da doppia diagnosi, dove lo stress e la caratterialità umbratile, sono più semplicemente fingimenti che nascondono disfunzioni psicologiche assai gravi. Tutto ciò potrebbe apparire come una sequenza di parole, di intendimenti sgangherati, se non fosse per il dolore inaccettabile di chi resta in vita a sopportare quanto sopravvenuto inspiegabilmente. (Vincenzo Andraous)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Carnevale di Venezia: lo spettacolo prende il via

Posted by fidest press agency su sabato, 27 gennaio 2018

carnevale veneziaE che spettacolo. Il circo, i giochi, le scenografie del film “La Strada” di Fellini, Venezia, Mestre, le città della cintura metropolitana, l’acqua, le tradizioni, i costumi, il cibo, le maschere, i dolci, coriandoli e stelle filanti, allegria e divertimento, il glamour e la musica. Venezia alza il sipario su una delle sue feste regine, ricercata e desiderata da migliaia di visitatori da tutto il mondo e nella quale è lecito concedersi qualche strappo alla regola, alle regole.E’ il tema del “gioco” il filo rosso che tiene insieme il ricco programma di iniziative dell’edizione 2018 del Carnevale di Venezia. Il gioco che, nell’ideazione del direttore artistico della kermesse, Marco Maccapani, si presta a mille interpretazioni ed espressioni. Codice della socializzazione primaria e strumento di costruzione delle identità adulte, il gioco accomuna l’uomo a tutti gli animali e si declina con modalità diverse a seconda delle varie età della vita.Il gioco quindi quale travestimento, invenzione, cambio di identità sino alle sue manifestazioni più articolate e complesse come intrattenimento quindi teatro, musica, arte e circo.
«Il Carnevale di quest’anno – spiega Marco Maccapani – vuole essere un omaggio ad una forma di spettacolo antico – il circo – fatta di stupore, tecnica, acrobaticità e magia dove si mescolano ambiti e ruoli, abilità e fantasia, in un mix sorprendente che regala emozioni senza tempo. Il recupero di una tradizione che vuole ricordare anche Federico Fellini, che ne fu un grande estimator».
Per oltre due settimane, dal 27 gennaio prossimo sino al 13 febbraio, Venezia e Mestre prendono infatti le sembianze di un grande circo. A questa tradizione, si ispira anche l’allestimento ideato dallo scenografo del Teatro La Fenice, Massimo Checchetto, sia per Piazza San Marco, anima dell’intrattenimento a Venezia, sia per Piazza Ferretto. Per l’occasione, verranno utilizzati alcuni elementi del circo italiano Togni, contraddistinti dalle classiche righe di colore giallo e rosso, e che erano stati utilizzati nelle scenografie del film “La strada” di Federico Fellini.
carnevale venezia1Ad aprire ufficialmente il Carnevale, sabato 27 gennaio, ore 18.00, sarà la Festa Veneziana, appuntamento che ogni anno trasforma il rio di Cannaregio in un vero e proprio palcoscenico sull’acqua. Nello spettacolo di quest’anno, “VeCircOnda”, a cura di Wavents, protagoniste le attrazioni classiche del circo di inizio Novecento: il carosello dei cavalli, l’acrobata, i clown, gli animali esotici. Lo spettacolo verrà replicato alle ore 20.00.
Domenica 28 gennaio sarà la volta del corteo acqueo mascherato delle Associazioni Remiere che sfilerà, da Punta della Dogana al rio di Cannaregio, preceduto quest’anno, alle ore 10.30, da una Regata Sprint delle Colombine. Curata dall’Associazione Regatanti Venezia, per la prima volta le donne saliranno a bordo dei gondolini (non quelli usati dai campioni della Regata Storica ma delle imbarcazioni messe a disposizione da privati), abitualmente vogati solo dagli uomini. All’arrivo del corteo, stand gastronomici, a cura di A.E.P.E. (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi), offriranno degustazioni di specialità veneziane. Sempre domenica 28 gennaio, Mestre vivrà, dalle ore 15.30, un anticipo del Mestre Carnival Street Showfacendo sfilare alcuni elementi scenografici dello spettacolo VeCircOnda per le vie della città.
carnevale venezia piazza san marco1Sabato 3 febbraio alle ore 14.30, la Festa delle Marie darà il via agli spettacoli in Piazza San Marco. Le dodici ragazze veneziane, selezionate precedentemente da una giuria ad hoc, vestite con i costumi realizzati dall’Atelier Pietro Longhi su tessuti di Rubelli e seguite da un corteo storico in costume a cura del C.E.R.S. – Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, raggiungeranno Piazza San Marco da San Pietro di Castello. Qui verranno presentate ufficialmente al pubblico sul palco. Dal 3 febbraio inizia anche il Concorso giornaliero della Maschera più bella (dalle ore 12.00) mentre prende avvio a Mestre uno degli appuntamenti più partecipati del Carnevale in terraferma: il Mestre Carnival Street Show, che proponesabato 3 e domenica 4 febbraio e poi dall’8 al 13 febbraio, un ricco programma di intrattenimento per un pubblico di tutte le età, tra artisti di strada, musica, giochi e spettacoli per le vie della città. Un’animazione che avrà come fulcro il grande palco di Piazza Ferretto, che ricorda un tendone da circo, per poi irradiarsi in modo capillare all’interno del tessuto cittadino.
All’insegna di un’atmosfera gotica, dal 3 al 14 febbraio Ca’ Vendramin Calergi, maestoso palazzo sul Canal Grande, sede del Casinò, ospita la cena ufficiale e ballo del Carnevale di Venezia 2018 “JACK HILL and Mrs. HIGH”. Le emozionanti performance artistiche di Nuart, l’intrattenimento del Principe Maurice, i costumi dell’Atelier Pietro Longhi, l’affaccio mozzafiato sul Canal Grande sono gli ingredienti di una serata dove ballerini, musicisti, artisti e attori creeranno un’atmosfera di follia, improvvisazione e cambi di ruoli. Cena nelle sale con performance dal vivo e, dopo la mezzanotte, musica live e dj-set fino alle 2.30 con cocktail bar. In via eccezionale, il Dinner Show quest’anno prolungherà di una serata la sua programmazione fino al mercoledì delle Ceneri, in occasione della Festa di San Valentino.
Domenica 4 febbraio alle ore 12.00, il volo dell’Angelo: Elisa Costantini, Maria del Carnevale dell’edizione 2017, scenderà a mezzogiorno dal campanile di San Marco, vestita con un abito confezionato dall’Atelier Stefano Nicolao.carnevale venezia angelo2
Giovedì grasso, 8 febbraio, torna anche quest’anno la Ballata delle Maschere, curata dall’Associazione “Compagnia L’Arte dei Mascareri” che riprende e reinterpreta “Il taglio della testa al Toro”, rievocando così il Giovedì Grasso dell’anno 1162 in cui si celebrava la vittoria del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia con i dodici Feudatari ribelli. Ritrovo in campoSanta Margherita alle ore 15 e arrivo in Piazza S. Marco con un grande spettacolo conclusivo.
Venerdì 9 febbraio si terranno due repliche (ore 14.30 e 17.00) della rievocazione storica, in piazza san Marco, delle lotte tra le fazioni di due diversi sestieri della città, ‘nicolotti'(Dorsoduro) e ‘castellani’ (Castello).Protagonista del Volo dell’Aquila in programma domenica 11 febbraio, alle ore 12.00, sarà il patron della Diesel, Renzo Rosso. In contemporanea a Mestre il Volo dell’Asino dalla Torre al palco di Piazza Ferretto. Nel pomeriggio, gran finale a San Marco per ‘La Maschera più bella’ con l’assegnazione dei premi ai finalisti e – per la prima volta – una Regata Sprint di Carnevale tra caorline dalle ore 14.30, nel tratto di Canal Grande tra Ca’ Vendramin Calergi e Rialto, a cura di Associazioni Agonistica di Voga Veneta e dell’Ufficio Regate del Comune di Venezia.
Gran finale martedì grasso, 13 febbraio, con l’incoronazione alle ore 16.30 della Maria vincitrice dell’edizione 2018, che giungerà in Piazza al termine del corteo acqueo in partenza da San Giacomo

carnevale venezia angelo

31.01.2016 Carnevale di Venezia 2016: Il volo dell’Angelo Irene Rizzi. © Italo Greci/Unionpress

dell’Orio. Alle ore 17.00 lo Svolo del Leon, che simboleggia la conclusione delle celebrazioni in piazza San Marco e annuncia la fine del Carnevale. Il gigantesco gonfalone risalirà, cioè dal basso verso l’alto, i circa novanta metri che dividono il centro del palco con la cella campanaria sulle note dell’Inno di San Marco.Tra i poli del divertimento dedicato ai più giovani, l’Arsenale Carnival Experience 2018 con 5 serate di dj set, dal 9 al 13 febbraio, a cura di Molocinque in collaborazione con Vela.
Ad affiancare gli spettacoli di piazza, un nutrito programma di eventi culturali curato da Stefano Karadjov nei musei, nelle biblioteche, nei teatri, negli archivi e nelle sale da musica cittadine con eventi in gran parte gratuiti: un portolano del Carnevale per cittadini e ospiti, per approdare in luoghi mai visitati prima, scoprire una città artisticamente esuberante e vitale nei 150 e più eventi previsti, con oltre 300 artisti coinvolti nelle pièce teatrali, nei concerti, nei laboratori, nelle visite drammatizzate in tutte le principali Istituzioni pubbliche e private cittadine.
Oltre a tutte le iniziative che si svolgono nelle diverse località del Comune di Venezia – tra queste le tradizionali sfilate di carri mascherati, nell’estuario, a Burano, giovedì 8 e martedì 13 febbraio, e in terraferma, a Zelarino, sabato 3 e martedì 28 febbraio e a Marghera il 10 febbraio, – da alcuni anni, il Carnevale di Venezia ha assunto una dimensione diffusa, facendo rientrare in un unico ‘cappello’ un palinsesto articolato di iniziative nei diversi comuni dell’area metropolitana. (foto: carnevale venezia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del Corso Le Grandi tradizioni religiose

Posted by fidest press agency su sabato, 6 gennaio 2018

università santa croceRoma 9 gennaio 2018, alle 16,00, si terrà presso la Pontificia Università della Santa Croce (Aula Benedetto XVI) la presentazione del Corso Le Grandi tradizioni religiose. Interverrano Mons. Miguel Ángel Ayuso, segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso; Khalid Chaouki, presidente del Centro Islamico Culturale d’Italia-Grande Moschea di Roma; Noemi Di Segni, presidente Unione delle Comunità Ebraiche Italiane; Valentino Cottino, Preside del PISAI; Katsutoshi Mizumo, responsabile del centro Rissho Kosei Kai, e Swamini Hamsananda, vicepresidente dell’Unione Induista Italiana. Il corso è organizzato dall’Associazione ISCOM, e dalla Pontificia Università della Santa Croce, con la collaborazione del PISAI e del Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso.
Il corso intende fornire una informazione di base sulla struttura delle principali tradizioni religiose che – come tali – costituiscono il fondamento delle diverse culture, influendo sulle formazioni sociali, sulle strutture giuridiche, e sulla vita politica ed economica dei vari paesi.
http://iscom.info/le-grandi-tradizioni-religiose.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Museo delle Tradizioni festeggia un anno di attività con un annullo speciale di Poste italiane

Posted by fidest press agency su domenica, 14 maggio 2017

museo arnesiModica (RG). Il Museo delle Tradizioni “Gli arnesi di una volta” (Piazza Matteotti, ex Convento dei Carmelitani) spegne una candelina e festeggia il suo primo anno di attività. Per celebrare l’anniversario, il più giovane museo modicano organizza “Notti & Journu”, sabato 20 maggio nell’ex Convento dei Carmelitani, in concomitanza con la Festa del Musei 2017.L’evento è organizzato in collaborazione con Poste Italiane, che per l’occasione proporrà un annullo filatelico speciale. Partner dell’iniziativa sono il locale Circolo didattico “Giacomo Albo”, il Bonsai Club “Contea di Modica” e il Movimento Azzurro Ecosezione di Cava Ispica.Tante le sorprese e le iniziative in programma. Si comincia alle ore 9,00 con i saluti di benvenuto da parte di Carmelo Muriana presidente dell’Associazione culturale Rumori di Storia che gestisce il Museo, e del direttore artistico Franco Vanella. Dalle ore 9,10 fino alle 14,45 nello stand di Poste Italiane si potranno acquistare l’annullo filatelico speciale e le cartoline commemorative dell’evento, realizzate appositamente per il 1° anniversario.L’annullo filatelico, che farà la gioia di collezionisti e appassionati, raffigura l’emblema del Museo e resterà in circolazione per due mesi. Le cartoline, realizzate da Poste Italiane Filatelia, sono disponibili in due versioni: la prima con gli antichi arnesi del fabbro, l’altra con un collage di immagini raffiguranti alcuni caratteristici ambienti del Museo.Alle ore 9,15, alla presenza del sindaco Ignazio Abbate, dell’assessore alla Cultura Orazio Di Giacomo e del dirigente scolastico Fernanda Grana, sarà inaugurata la mostra “Mani che tramano”, allestita nelle scuderie del Convento (visite fino alle ore 22).
La mostra espone gli elaborati realizzati dagli alunni, dai genitori e dai docenti nell’ambito del concorso grafico-fotografico “Gli arnesi di una volta”, bandito dal Circolo didattico “Albo”, per «conoscere, capire, valorizzare gli antichi mestieri» e riscoprire l’identità culturale». Nel corso della mattinata è prevista la premiazione dei migliori elaborati da parte della giuria composta da rappresentanti del mondo della scuola, dell’amministrazione comunale e delle associazioni che partecipano all’iniziativa.
Nell’atrio dell’ex Convento dei Carmelitani saranno presenti gli stand del Movimento Azzurro e del Bonsai Club. Il Museo resterà aperte per l’intera giornata fino alle ore 22. (foto: museo arnesi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lib(e)ri Appuntamenti: Cronache del Perù

Posted by fidest press agency su martedì, 9 maggio 2017

Roma Martedì 9 Maggio 2017, ore 17:00 Biblioteca di area umanistica, Sala Joris Coppetti Via Ostiense 236 un nuovo incontro della rassegna Lib(e)ri Appuntamenti promossa dalle Biblioteche di area umanistica e di Studi politici, in collaborazione con gli insegnamenti dedicati all’America Latina. Alle ore 17 Luigi Guarnieri Calò Carducci, docente di Storia dell’America Latina, terrà una conferenza dal titolo Cronache del Perù. Storia, traduzione, letteratura. Parteciperà la ricercatrice Lydia Fossa.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

II edizione Presepe Vivente Città di Pomezia

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 dicembre 2016

presepePomezia Il Gruppo Storico “Lavinium” dell’Associazione Tyrrhenum, in collaborazione con il Comitato di Quartiere “Nuova Lavinium”, l’Associazione Coloni Fondatori di Pomezia e Cinque Poderi – Castagnetta presenta la II edizione del Presepe Vivente “Città di Pomezia”. Il giorno di Santo Stefano, lunedì 26 Dicembre, i Giardini Petrucci a Piazza Indipendenza diventeranno il teatro di un viaggio alla scoperta della vita quotidiana nel nostro territorio nel periodo della nascita di Gesù. La rievocazione storica, con la presentazione degli antichi mestieri, avrà il suo culmine nella processione dei pastori e delle figure tradizionali del presepe verso la capanna della Natività. Dalle ore 16.00 alle ore 20.00 sarà possibile immergersi in un’atmosfera fuori dal tempo, caratterizzata da spiritualità, rispetto delle tradizioni e amore per la cultura. (foto: presepe)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mondo a “100 Presepi”

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2016

presepipresepi1Roma. Provengono da 40 Paesi esteri e 13 regioni italiane i 150 presepi esposti a “100 Presepi”, l’Esposizione Internazionale che si svolge a Roma nelle suggestive Sale del Bramante in Piazza del Popolo e che rimarrà aperta fino all’8 gennaio 2017 dalle ore 10,00 alle 20,00 anche festivi ( compreso Natale, S.Stefano , Capodanno e Epifania). Camminando attraverso le Sale del Bramante il visitatore può fare un ideale viaggio nel mondo e scoprire cultura, tradizioni e folklore dei vari territori, siano essi regioni italiane o Paesi esteri. Vari i materiali utilizzati, da quelli tradizionali a quelli offerti dalla natura e del viver comune , per realizzare manufatti che incantano grandi e piccini per l’abilità della realizzazione. Tutti rimangono affascinati davanti al presepe scenografico stile napoletano, ricco di minuterie come il banco del pesce e della frutta, con l’osteria, le donne nei lavori domestici e con 50 pastori con abiti cuciti con stoffe provenienti dalle Seterie di San Leucio, volto e arti in terracotta e occhi in vetro. Poi i presepi pugliesi in cartapesta dai colori caldi che l’abile mano dell’artista ha reso naturali, quasi vivi. I presepi in terracotta provenienti da Caltagirone , località che ha un’ampia produzione artigianale . Non manca poi la fantasia: presepi con bicchieri di plastica, con ventagli, con materiale elettrico della miniera di Serbariu, con 45 Kg di pasta alimentare e riso, con biscotti, cioccolata, caramelle; poi i presepi in miniatura in un guscio di noce, in una vongola. Le opere presepiali provenienti dai vari Paesi del mondo sono di grande interesse: la ceramica Lenca del presepe dell’Honduras ci racconta una tradizione tramandata da generazioni : argilla lavorata esclusivamente dalle donne del gruppo etnico Lenca; la “tagua” ossia i semi di palma dei boschi tropicali del Pacifico, duri e bianchi come l’avorio, è il prodotto usato nel presepe del Panama; i rami di bambù, che si piegano dolcemente, del presepi2presepe della Cina Taiwan, rappresentano l’umiltà; i personaggi del presepe della Chiesa di Svezia con fili d’acciaio; i crini di cavallo, dipinti a mano, sono il materiale del presepe del Cile e tanto altro ancora : una varietà incredibile di materiali e tanta fantasia e un’abile manualità.
Nell’ambito della Mostra, viene organizzato ogni anno un Laboratorio “Il Presepe come Gioco” dove i bambini, sotto la guida di docenti e studenti dell’Accademia Belle Arti di Roma, costruiscono con materiali vari uno o più personaggi del presepe, che poi possono portare a casa (info 06.8542355/06.3224554). Quest’anno l’enciclica di Papa Francesco “Laudato sì, sulla cura della casa comune” ci ha suggerito di far utilizzare ai bambini, nella realizzazione dei personaggi del presepe, materiale riciclato per sensibilizzarli su questo importante problema che coinvolge tutto il mondo.
Una particolare attenzione “100 Presepi” vuole rivolgere a coloro che sono stati colpiti dal terremoto nell’Italia centrale. E’ stato realizzato infatti un presepe vivente dai piccoli della Scuola dell’Infanzia “Giuseppe Mazzini” dal titolo “Ad Amatrice, il Campanile scocca la Mezzanotte Santa”, un abbraccio simbolico dei piccoli attori alle popolazioni colpite dal terremoto. Viene effettuata una raccolta fondi per le popolazioni terremotate pubblicizzando il conto corrente che la Regione Lazio ha dedicato per la ricostruzione di queste località. (foto: presepi)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rassegna di Arte, Cultura e Tradizioni popolari

Posted by fidest press agency su domenica, 28 agosto 2016

passeriniCivita D’Antino (AQ) Torna InQuadrando Paesaggi la rassegna di Arte, Cultura e Tradizioni popolari prevista per sabato 3 e domenica 4 settembre. L’evento giunto alla settima edizione, si propone di celebrare l’incontro dei pittori danesi guidati da Kristian Zahrtmann e il suggestivo paesaggio di Civita D’Antino. La manifestazione, promossa dal Comune di Civita D’Antino e diretta da Cinzia Pace, Antonio Santilli, Emanuele D’Andrea e Anna Persia, si aprirà sabato 3 settembre con un calendario ricco di spettacoli teatrali, musicali e culturali, tra i quali il progetto fotografico ‘Little Human Artworks’, nato dall’unione sinergica tra il fotografo Alessandro Passerini, fotografo contributor per Art+Commerce/VOGUE e curatore artistico del Premio Nazionale di Fotografia e Pittura ‘B. Cascella’, e la performer Elisa Mucchi. Coadiuvati dalla fotografa Giulia Pesarin e dalla fashion designer Elena Massari, inizialmente il progetto fu pensato per gli spazi della Galleria del Carbone di Ferrara è stato poi presentato in altre gallerie e rassegne in Italia e all’estero.“Il corpo è segreto e continua e inevitabile rivelazione contemporaneamente; il nudo sui libri faceva palpitare, faceva discutere poi è arrivato il momento della fotografia, dello schermo poi dell’esibizione reale e palpabile del corpo. Si è imparato quindi a sfidare il corpo, a celebrarlo, ad usarlo per creare scompiglio e distruggere le regole finché la nuova legge è diventata il corpo stesso. Il suo potere immenso, una volta svelato, lo ha reso una merce di scambio ma è una moneta che vale poco quando chiunque la esibisce, la tratta e lo mostra. Il corpo appartiene all’Uomo e lo possiede, il corpo è l’opera più maestosa.Da sempre il corpo, comunque sia interpretato, risulta un indicatore esemplare della società, nel Medioevo la Maternità, emblema della primigenia corporalità, era esibita e carnale, nella Modernità le regole si sono fatte ferree e la Madonna divenne diafana, irreale e trasparente.Qui vediamo un corpo che scappa da quell’immagine delle tendenze artistiche degli anni Settanta, dove l’impellenza era maltrattare e abusare il fisico, che doveva essere fruito, agito e agente, veicolo e messaggio, al contempo, del travagliato periodo storico.
I corpi fotografati da Passerini, nella loro definizione precisa e didascalica, ricercano l’interazione con elementi ambientali per essere invasi dall’input vitale. Nonostante la Natura sia onerosa e l’intervento tecnologico inglobante, il corpo nelle fotografie di Passerini riempie se stesso e ne diventa protagonista indiscusso, si nasconde, non per vergogna ma per rappresentare la condizione più generalmente umana.Il corpo presentato da Passerini è l’emblema di un post-moderno stanco di rappresentare la trasgressione ricercata a tutti i costi, dedicandosi invece a una tecnica impeccabile, che esprime una grande consapevolezza corporea e che implica un rinnovamento sempre presente”. (Michela Malisardi) (foto: passerini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settima edizione dell’evento “TRIOTI – Gustose tradizioni della civiltà contadina”

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2016

triotitrioti1Cursi (Lecce) Sabato 6, Domenica 7 e Lunedì 8 agosto 2016 si svolgerà nel comune di Cursi la settima edizione dell’evento “TRIOTI – Gustose tradizioni della civiltà contadina”. Questo singolare e gradito evento, giunto alla sua settima edizione, prende il nome da quello che fu il più antico insediamento urbano del paese. L’idea nasce dall’intento di recuperare e valorizzare dei piatti della tradizione contadina salentina di un tempo. Insieme ai piatti rivivranno i luoghi che hanno fatto la storia di Cursi: saranno riaperte le corti e i forni, insieme ai vecchi frantoi e alle chiesette del centro storico.Il percorso enogastronomico coinvolgerà tre luoghi fondamentali del centro storico del paese, che rappresentano storicamente i tre luoghi intorno ai quali si è sviluppato nei secoli il centro urbano (Piazza Pio XII, Largo Convento e Corte de Baronis), e si snoderà lungo i vicoli antichi che fanno da collegamento. Vi saranno ospitati gli stand gastronomici e sarà al centro la cultura, dalla pizzica alle rappresentazioni popolari, agli artisti di strada, sempre nel solco del recupero delle antiche tradizioni. Protagonista gastronomica dell’evento sarà la ormai celebre Tajeddha, servita in una deliziosa cocottina di terracotta, appena sfornata dai forni in pietra delle corti del centro storico, che i nostri ospiti potranno portare a casa. Alla tajieddha saranno affiancate pietanze gustosissime e rinomate come Piselli e morsi fritti, Fave e cicorie; vi saranno inoltre degli ulteriori piatti tipici di accompagnamento, dalla carne alla brace di vario genere alle squisite fritture tipiche salentine, dai pezzetti di cavallo alle friselle con pomodori e caponata e tanto altro. La splendida cornice di Palazzo De Donno, in Piazza Pio XII, ospiterà in maniera esclusiva una trattoria con posti a sedere, ai cui ospiti verrà servito un ricco menù tipico. Lo chef Donato Episcopo, sempre attento alla tradizione culinaria locale curerà, professionalmente come sempre, la realizzazione di tutti i piatti, affinché qualità e gusto non vengano mai meno.Il ritmo travolgente della musica accompagnerà il visitatore lungo tutto il percorso ed ogni piazza risponderà simultaneamente alle diverse esigenze musicali, rendendosi espressione di generi e stili eterogenei: dal ritmo vivace e allegro dei Nessuna Pretesa e dei Rewind, alla musica popolare e pizzica salentina di Antonio Amato, Mute Terre, Ariacorte e Kardiamundi, al sound della musica Jazz&Blues nello scenario della caratteristica Corte “Barone de Baronis” con Dionisia Cassiano Trio, Simone Stefanizzi Trio e Martin Jacobsen Quartet. Nell’evento, un importante spazio promozionale verrà dedicato alla rassegna “Territori di Pietra” e agli operatori della pietra leccese, parte vitale della storia e dell’economia cursiata, che potranno esporre le loro ultime creazioni, in un contesto che unisce tradizione e innovazione. Nel suggestivo scenario del frantoio ipogeo potranno inoltre ammirarsi alcune opere degli architetti Steven Holl e Alvaro Siza, realizzate dalle aziende del settore pietra di Cursi. Ed ancora molte aziende esporranno e presenteranno all’interno di appositi stand i propri prodotti dell’artigianato locale.Nel rispetto delle tradizioni contadine, che sono le radici della nostra manifestazione, TRIOTI vuole essere ambasciatore per la promozione, tutela e valorizzazione dell’olio di oliva di qualità del Salento. Abbiamo infatti riservato uno spazio di primo piano ad APROL Lecce, che sarà presente con i propri stand informativi e di degustazione.All’interno del percorso enogastronomico sarà presente anche COLDIRETTI Lecce con i suoi stand. Vendita diretta, filiera corta sono espressioni della filosofia che anima Coldiretti e che trova la sua massima espressione nella FONDAZIONE CAMPAGNA AMICA. Lo scopo della Fondazione è proprio quello di valorizzare l’identità dei nostri territori, del nostro “stile di vita”, garantire certezza sulla qualità, l’origine e la salubrità di ciò che mangiamo, promuovere leggi a tutela dei cittadini-consumatori; favorire la diffusione di una cultura dei consumi legati alle nostre campagne e alla diffusione di una “rete” informativa capillare su cibo, produzione, prezzi, educazione alimentare ed ambientale. Pertanto Trioti, anche quest’anno, si impegna ad utilizzare solo prodotti a KM 0.Tale manifestazione si pone quindi l’obiettivo di aprire a tutti i visitatori una finestra sulla identità musicale, artistica ed enogastronomica del territorio, di promuovere le tradizioni locali, offrendo al tempo stesso un viaggio unico nella semplicità, nella genuinità e nel calore umano della nostra gente. Essa si inserisce in una strategia di marketing territoriale finalizzata a far conoscere la cittadina di Cursi e tutto il Salento al di fuori dei suoi confini. Per maggiori informazioni e prenotazioni visitare il sito web: http://www.trioti.it (foto: trioti) (fonte: Giovanni D’Agata)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tradizioni della cucina italiana ed israeliana

Posted by fidest press agency su domenica, 24 aprile 2016

israele festival ciboNapoli. Gli chef Fabio Bisanti, Salvatore Giugliano il re del babà Raffaele Melè incontrano il maestro Shaul Ben Aderet. Evento realizzato dalla associazione Italia Israele in collaborazione con l’Uffcio Nazionale Israeliano del Turismo e la Ambasciata Israeliana a Roma e il Ministero del Turismo di Israele Tra gli ospiti, anche S.E. Naor Gilon, Ambasciatore di Israele in Italia.
“Napoli e Tel Aviv – ma anche l’Italia e Israele – sono da oggi ancora più vicine. Unite da un legame di fratellanza che parte dalla tavola e dal buon cibo, ma che si estende su un ponte ideale che è il Mar Mediterraneo. La buona tavola, il cibo, unisce e rende amici. Ci auguriamo che questa serata sia solo un punto di partenza per realizzare nuovi e ancor più interessanti appuntamenti di cooperazione e collaborazione tra il nostro Paese e Israele”. Questo quanto dichiarato da Giuseppe Crimaldi, presidente dell’associazione Italia – Israele di Napoli, che ha impegnato in modo encomiabile tutte le sue energie per realizzare questo evento.
israele festival cibo13 chef: ciascuno eccezionale nella propria cucina, ciascuno desideroso di imparare, di confrontarsi e di condividere. La parola chiave dell’evento è sembrata proprio questa: saper condividere, la propria storia, le radici comuni, la tradizione di ciascuno attraverso il privilegiato mezzo della convivialità.
Fabio Bisanti: amante della sperimentazione e dell’innovazione, vincitore di molti premi internazionali, si forma con importanti esperienze in Italia e all’estero. Rinforza la tradizione in ristoranti come “La Cantinella” di Capri e Napoli e “L’Antica Trattoria di Sorrento”. Conduce l’attività dal 2001.
Salvatore Giuliano: il più giovane dei tre. Chef di cucine stellate come quella del ristorante “Marenna” e “Il Mosaico”. Rivisita la tradizione famigliare e trascorre poi un importante esperienza formativa in Giappone, sempre più curioso di conoscere e creare.
israele festival cibo2Shaul Ben Aderet: classe 1964, trasferisce in Israele e nella sua cucina, nel modo di estrinsecarla e presentarla, le origini greche del padre, ma anche l’origine irachena della sua famiglia. Shaul rappresenta l’animo dell’Israeliano di oggi che affonda le proprie radici in quel mondo immenso che lo ha visto errare facendolo poi confluire nella terra dell’accoglienza, dove il suo “The Blue Rooster” è divenuto simbolo di una tradizione che sempre si rinnova. “Bellissima esperienza, grande onore e privilegio per me portare in Italia un assaggio della cucina israeliana che unisce diverse etnie da tutto il mondo – un melting pot di sapori che crea struttura di colori e profumi che individuano Israele” ha dichiarato Shaul Ben Aderet.
“Niente più del cibo ha il potere di unire le persone e di radunare insieme le famiglie. Cibo e famiglia sono due valori molto importanti sia nella cultura italiana sia in quella israeliana-ebraica.
Quando si domanda cosa sia la cucina israeliana, è difficile rispondere. Infatti, essendo Israele un paese di immigrati, vi troviamo una fusione di tante tradizioni culinarie diverse, inclusa quella italiana, importata dagli ebrei italiani emigrati in Israel” ha dichiarato S.E. Naor Gilon, Ambasciatore di Israele.
Alle eccellenze si è voluto rendere omaggio e così l’associazione Italia Israele ha voluto dare uno speciale riconoscimento ad iscritti ed amici nello specifico a:
Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia;
Nico Pirozzi, giornalista e scrittore,
Amedeo Cortes, studioso.
Un premio condiviso e sentito da tutti, è stato poi consegnato ad un grande napoletano e ad un grande amico di Israele, ambasciatore della cultura biblica nel mondo Erri de Luca, che ha inviato una breve dichiarazione riuscendo a trasferire il suo amore per Israele, Terra della Bibbia“….. Solo nell’ Ebraico antico delle Sacre Scritture si leggono parole che hanno avuto energia e responsabilità di creare un mondo dal niente….”Per me è stato sia naturale che necessario risalire alla fonte dell’Ebraico antico.
Poi, per uno nato in mezzo al 1900, imparare lo Yiddish e’ stato un atto di riparazione. Ho voluto contribuire a muovere le labbra di una lingua soffocata.Questi sono i legami che ho con la cultura ebraica. Il premio che mi riconosce vostro amico, mi mette con voi su un piano di parità che non mi spetta. Io resto un vostro debitore di cultura, grazie,
L’incontro tra le culture diviene poesia nelle mani di chi sa diffondere la conoscenza.Cibo come ponte di pace e conoscenza reciproca, alla scoperta di una terra che deve davvero essere vista almeno una volta nella vita.” (Erri de luca) (nella foto in alto: Da sinistra a destra: Ottavio Lucaarelli, giornalista
Avital Kotzer Adari, direttore Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo. S.E. Naor Gilon, Ambasciatore dello Stato di Israele Giuseppe Crimaldi, giornalista, presidente associazione Italia-Israele Napoli Rafael Erdreich, Ministro Consigliere, Ambasciata di Israele a Roma).

Posted in Cronaca/News, recensione, Uncategorized, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carnevale: Le ali di Mestre

Posted by fidest press agency su sabato, 30 gennaio 2016

carnevale MestreVenezia- Mestre Al via oggi, sabato 30 gennaio 2016, gli eventi a Mestre e nel territorio. Appuntamento per la grande apertura, ore 18.00, in Piazza Ferretto, il cuore delle esibizioni non solo con la tradizionale pista di pattinaggio per il divertimento di grandi e piccini ma con le due grandi novità di questa edizione: “Le Ali di Mestre” e il Carnival Happy Hour.“Le ali di Mestre” è una video installazione interattiva curata da CamerAnebbia che stupirà e coinvolgerà tutte le persone che transiteranno in Piazza Ferretto che si ripeterà dalle 17 alle 22. Sulla facciata del palazzo Da Re, adiacente la fontana, verrà proiettata una immagine “optical flow” visibile in ogni angolo della piazza. Un gioco ottico provocato dinamicamente da chiunque passi o si fermi davanti al leone di San Marco, realizzato da Guglielmo Dall’Osto della Compagnia Arte dei Mascareri.
Carnevale a Mestre quest’anno è anche festa per i giovani all’ora dell’aperitivo con musica e giochi di luci. Sabato 30 e domenica 31 gennaio dalle 18.00 alle 20.00 è in programma Carnival Happy Hour, aperitivo con DJ set in piazza per consumare a ritmo di musica dance dagli anni 80-90 lo spritz prima della cena in una piazza Ferretto ancora splendidamente illuminata dalle luminarie installate per le feste natalizie e che resteranno accese fino al 9 febbraio.
Sabato 30 alle 12 primo appuntamento, poi, con gli spettacoli del teatro Stabile del Veneto con “L’Arlecchino Furioso”: un gioco scenico a cura di Giorgio Sangati realizzato in occasione del Carnevale 2016 con gli attori di Stivalaccio Teatro Sara Allevi, Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello, un breve divertentissimo viaggio alla scoperta della “Commedia dell’arte” che ha reso i teatranti italiani famosi in tutto il mondo. All’improvviso un gruppo di attori inizia a richiamare il pubblico della piazza attorno al palco: è il momento del teatro, dei comici, del loro mestiere, della loro arte. Giù la maschera e la storia è già iniziata: amori, inganni, imprese, tradimenti, duelli e pentimenti, lazzi e acrobazie.
carnevale Mestre1Sempre in piazza Ferretto non mancherà il concorso della Mascherina più bella del Carnevale (sabato 30 dalle 15, domenica 31 dalle 11 e dalle 15) che vedrà sfilare in costume i più piccoli in una atmosfera resa vivace da animazioni in musica, giocoleria e spettacoli.
Divertimento on the road, poi, con il Trenino del Carnevale “Arte & Mestieri” che dal 30 gennaio al 9 febbraio attraverserà in oltre trenta tappe tutto il territorio ospitando a bordo performance, laboratori di artigiani su arti e antichi mestieri. Prima tappa sabato 30 dalle 14.30 tra via Piraghetto e via Piave. Domenica 31 seconda tappa a Campalto sempre alle 14.30 in piazzale Chiesa San Benedetto.
Al Centro Candiani domenica 31 gennaio alle 17 andranno in scena le Favole musicali “La storia di Renetta e Albero Rosso” e “Mikail Tolka e la lepre dalla coda dorata” in collaborazione con Agimus sezione di Venezia nell’ambito del laboratorio formativo in sinergia con il Conservatorio Benedetto Marcello, Liceo Artistico Marco Polo e gli I.C. Dante Alighieri e Margherita Hack di Spinea, riunite nel Plurimo Ensemble Junior.
Altre iniziative che si svolgono in terraferma sono organizzate al Parco Piraghetto con l’animazione e l’intrattenimento con giochi per bambini sempre dalle 14.30. Domenica 31 gennaio alle 16 festa Patrobaby in Maschera nella Parrocchia San Giuseppe, di viale San Marco.
A Marghera tutti sui pattini in maschera sulla pista di pattinaggio di Catene a cura delle associazione Nuova Catene Futura al Nuovo Parco di Catene che resterà aperta Sabato e Domenica con i seguenti orari: 10.30-12.30; 16.30-19; 20.30-23.00.
A Chirignago Sfilata di gruppi mascherati per le vie del quartiere con spettacolo di sbandieratori della contrada San Giorgio di Noale e musici. A seguire, giochi davanti il Sagrato della Chiesa. (foto: carnevale Mestre)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Domenica di Carnevale a Venezia

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 gennaio 2016

carnevale a venezia2carnevale a venezia1carnevale a venezia5

Musica, maschere, cibo, barche a remi e tanta voglia di divertirsi. Il Carnevale di Venezia 2016 “Creatum ovvero delle arti e delle tradizioni” ha vissuto oggi la sua seconda giornata di festeggiamenti con il tradizionale appuntamento della “Festa Veneziana” che ha portato in Canal Grande e fino al Rio de Cannaregio oltre 100 imbarcazioni a remi e 600 vogatori mascherati. Una seconda giornata da 15mila presenze lungo le due fondamenta del Canale di Cannaregio e con tanti veneziani protagonisti. I venti banchi allestiti dall’Aepe hanno distribuito circa 15mila cicchetti di cibo tipico veneziano per 40 tipi di piatti diversi uno dall’altro tipici della cucina veneziana. 50 le damigiane di vino da 50 litri ciascuna che hanno distribuito 2500 litri di vino. La giornata di festa si è aperta con la partenza del corteo acqueo di barche da punta della Dogana organizzato dal Coordinamento delle Associazioni Remiere Voga alla Veneta guidato dal consigliere Giovanni Giusto, delegato alla tutela delle tradizioni. A bordo delle barche che hanno riempito di barche a remi anche l’assessore al turismo Paola Mar e il Direttore artistico del Carnevale Marco Maccapani.Spettacolare il passaggio del corteo davanti alla Pescheria di Rialto dove sollevato dal braccio di una gru installata su una chiatta ha suonato la sua musica il “Pianista fuori posto” Paolo Zanarella sospeso nel vuoto facendo ballare la folla che affollava la riva davanti alla Pescheria di Rialto.Il corteo acqueo a mezzogiorno ha fatto il suo ingresso in Canale di Cannaregio dove l’attendeva due ali di folla e migliaia di turisti e veneziani. Dal palco allestito prima del ponte dei Tre Archi il Delegato alla tutela delle tradizioni del Comune di Venezia, Giovanni Giusto assieme all’ Amministratore Unico di Ve.La. SpA, Piero Rosa Salva e all’Assessore al turismo del Comune di Venezia, Paola Mar hanno scandito il count down per dare il via al gioco di colori e palloncini usciti dalla coda della Pantegana, il simbolo della Venezia che non muore e resiste. E poi tutti a gustare le specialità veneziane offerte dai banchetti dell’Aepe.”Grazie a tutti i veneziani che hanno voluto essere qui oggi e al loro impegno per realizzare questa festa assieme ai soci dell’Aepe – ha detto Giusto – oggi Venezia voleva essere protagonista e aveva voglia di farlo. E i veneziani sia quelli in barca che quelli qui sulle rive hanno dimostrato di esserci ancora”.”Sono emozionato non mi aspettavo uno spettacolo unico come questo – ha quindi aggiunto Marco Maccapani – i veneziani sono davvero capaci di fare grandi cose. Il pianista che suonava sospeso sulla gru e la gente che ballava sulle rive sono una fotografia che rimarrá a lungo nella mia memoria. E poi il tuffo in questo Rio di Cannaregio, quello che non ti aspetti. Non poteva esserci prologo migliore per il mio primo Carnevale. Ora mi aspetto che i veneziani si vestano in maschera e scendano in strada anche nelle prossime due settimane quando la festa entrerá nel vivo e aprirá il Villaggio delle meraviglie di San Marco”. “Ogni anno mi stupisco ma non smetterò mai di farlo quando arrivo in Rio di Cannaregio per la Festa veneziana – é il commento di Piero Rosa Salva – il successo di pubblico che questo prologo del Carnevale continua a riscuotere ogni anno conferma come sia giusto che la festa parta da qui e sia dedicata e organizzata dai veneziani che ancora vivono la Venezia quotidiana, quella che non sempre i turisti colgono apprezzano e riescono a conoscere. Voglio ringraziare per il grande impegno profuso in questo weekend tutte le forze dell’ordine che hanno garantito la sicurezza e la gestione dei flussi nei punti critici, involontari della protezione civile ma anche e soprattutto i dipendenti di Actv che hanno accettato di non interrompere il servizio per non penalizzare i trasporti acquei in città. I capitani, in particolare, hanno dato prova della loro professionalità districandosi in Canal Grande con grande capacità e attenzione senza penalizzare il servizio. Ci aspettano due settimane di grande lavoro ma abbiamo iniziato con il piede giusto”. (carnevale a venezia)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rassegna a cinematografica

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 agosto 2015

montagnaDal 22 al 30 agosto, a Bosco Chiesanuova (Verona) rassegna cinematografica dedicata a vita, storia, tradizioni in montagna.21° Film Festival della Lessinia che si terrà al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova (Verona).
La rassegna cinematografica internazionale dedicata a vita, storia, tradizioni in montagna nel suo omaggio tematico annuale incentrerà sui vulcani un’interessante retrospettiva. A partire dal film inaugurale di sabato 22 agosto: dal Guatemala il bellissimo Ixcanul – Vulcano, vincitore dell’Orso d’Argento alla Berlinale 2015.
Sarà la prima delle 60 opere cinematografiche (24 della quali nella sezione Concorso) in programma al Festival, provenienti da 26 Paesi di tutti i continenti, molte delle quali in anteprima italiana, per dieci giorni di proiezioni. Ricchissimo si preannuncia anche il programma culturale collaterale della kermesse con concerti, incontri editoriali, dialoghi con i registi, workshop nella Piazza del Festival e ancora animazioni per bambini e ragazzi oltre a escursioni guidate alla scoperta della montagna scaligera.
Arriva quest’anno l’atteso sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo la cui commissione tecnica, incaricata dal Ministro Dario Franceschini, ha riconosciuto il Film Festival della Lessinia come manifestazione ammessa al contributo.
Sostegno che si va ad aggiungere a quelli di Regione Veneto e Provincia di Verona e al rinnovato impegno a sostenere la rassegna da parte di Comunità Montana e Parco della Lessinia, Comune di Bosco Chiesanuova con gli sponsor Cantine Bertani, Cassa Rurale Bassa Vallagarina e Fimauto Concessionaria BMW con il sostegno di Fondazione Cariverona, Consorzio Bim Adige e Università degli Studi di Verona.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tornano i Giochi di Strada per mantenere viva la tradizione

Posted by fidest press agency su martedì, 14 ottobre 2014

Actionaid_colosseo1Roma Domenica 19 ottobre 2014, dalle 10 alle 17 presso Via dei Fori Imperiali, una grande manifestazione interattiva di sport, gioco e cultura organizzata con il Patrocinio della Regione Lazio e del comune di Roma. un evento che si ripropone di riportare nel cuore di Roma gli sport, i giochi e le tradizioni di una volta. L’ambientazione mozzafiato di Viale dei Fori Imperiali riporta la mente ai “Ludi” dell’antichità, ai quali sono certamente più vicini i giochi tradizionali che quelli contemporanei, con la rievocazione di un passato in cui il mondo era più semplice e si dava maggior importanza ai rapporti interpersonali. I ragazzi di oggi, spesso “isolati” in una realtà virtuale, sono esposti a insidie subdole e non sempre riconoscibili: per questo motivo l’ASD Torre Angela, organizzatrice dell’evento in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sportive di Roma Capitale, Coni Lazio, Figest Lazio e Regione Lazio, propone il rilancio dei Giochi di Strada come un ottimo strumento per formare i giovani e far sì che i futuri cittadini acquisiscano una maggiore consapevolezza di sé. Mantenere in vita tradizioni splendide come i Giochi di Strada è un modo, infatti, per diffondere e difendere la nostra cultura, apprezzando e celebrando le nostre origini e trasportando tanti giovani e giovanissimi in un’epoca in cui i valori erano ben radicati e sentiti da tutti. Questi giochi, apparentemente semplici, sono in realtà un concentrato di ingegno, di creatività, di passione e sano divertimento, oltre che un’occasione di convivialità. “È giusto non disperdere certi valori ed è necessario riproporre tante attività, spesso dimenticate, al grande pubblico -afferma Dora Cirulli, presidente dell’ASD Torre Angela – Giochi di Strada – portando a conoscenza dei più giovani, soprattutto di quelli nati e cresciuti nelle città, l’esistenza di attività ludico-sportive che in passato costituivano, oltre che un momento di svago, un motivo di aggregazione sociale e che vedevano la partecipazione di più comunità, intese come differenti paesi o anche come differenti rioni delVia dei Fori Imperiali medesimo paese, come accadeva anche nella città di Roma”. Il programma dell’evento prevede la possibilità per tutti i visitatori di cimentarsi interattivamente nei seguenti giochi: tiro alla fune, corsa dei carrettini, lancio della ruzzola, lancio della forma di formaggio, calcio balilla,birilli, freccette,campana da tavolo, ciclotappo, bocce (nell’area curata dal dopolavoro Atac di Roma) corsa dei sacchi, scacchi con scacchiera umana, braccio di ferro, tamburello, salto della corda, palo della cuccagna, pignatta, scherma antica, Nizza o lippa, giochi di ruolo, trottola, cerchio, indoboard, tennistranier, rollerblade, pattini acrobatico, monopattino e tamburello, biliardo, caccia tesoro,scacchi, giochi di ruolo, trottola, cerchio, corsa dei tappi, morra, mazzafionda, dama, caccia al tesoro, bocce, piastrelle, trampoli, oltre a giochi regionali che verranno portati in piazza, con l’ obiettivo di mostrare al pubblico tutti i risvolti tecnici e le bellezze della specialità, grazie anche all’aiuto degli specialisti e degli atleti che praticano tali discipline ancora oggi. Ci si può prenotare sul sito http://www.giochidistrada.it e alle ore 16.00 sono previste le premiazioni in tali competizioni. Le precedente edizione ha visto la partecipazione di oltre 20.000 persone tra sportivi, pubblico intervento, scuole e Federazioni aderenti e quest’anno la manifestazione si preannuncia ancora più ricca di appuntamenti,con il coinvolgimento di atleti di discipline sportive e giochi storici praticate con grande seguito in ogni parte d’Italia. Fra le novità più importanti dell’edizione 2014 vi è un’area interamente dedicata ai tradizionali giochi valdostani quali lo tsan, il fiolet, la rebatta e il palet, che sono stati tramandati nel tempo con pochissime modifiche e praticati da molti appassionati, con gli strumenti di gioco (vista la chiara origine montanara) quasi tutti costruiti in legno. Sarà presente anche il Friuli Venezia Giulia con le sue tradizioni a cura dell’ass. culturale “La Pira” guidata dal suo presidente Angelo Sandri. Verranno allestite diverse aree tematiche, nelle quali si potranno-tra le altre cose- visitare uno Stand con rappresentazione degli antichi mestieri di strada, un mercatino di giocattoli (con relativa area giochi) costruiti da ragazzi dell’I.C. Via Poseidone e una ricostruzione di momenti ludici vissuti in strada lo scorso secolo mediante manichini e oggetti originali d’epoca a cura dell’Associazione Culturale “Casa delle Scatole”. Il ricavato della mostra di giocattoli verrà destinato ai bambini più sfortunati che non possono giocare in piazza perché ricoverati in ospedale in lunga degenza. Si potrà assistere a un concerto di musica popolare con i Cerchi Magici e Luca Lattanzio e a una performance dell’attore trilussiano Renato Merlino e ammirare “Le arti visive”, mostra itinerante di grafica, pitture e incisioni ispirate ai giochi popolari e tradizionali, a cura di Giovanni De Luca. Per rendere ancora più magica l’atmosfera dei Fori Imperiali sarà presente una delegazione spagnola che rappresenterà alcuni dei giochi nati nella penisola iberica , tra i quali i birilli spagnoli, giocati nelle strade dai bambini di Barcellona e Madrid.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fine settimana con eventi dedicata alla storia e alla natura

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 aprile 2012

Iniziative tra Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida. Il calendario dei prossimi giorni.
Venerdì 27 aprile (ore 20,30) a Pozzuoli, l’associazione Lux in Fabula presenta “Di-Segno In-Segno” con l’inaugurazione della mostra “L’Associazionismo a nudo” e asta fotografica delle opere di Francesco Cerqua e Gennaro Cimmino. Evento che si terrà nella sede dell’associazione in via Rampe dei Cappuccini, 5 Pozzuoli. Info: 081.0203 336 – info@luxinfabula.it
Venerdì 27 aprile (ore 21,00) a Pozzuoli, al Complesso Agave Club nell’ambito della kermesse”Stare insieme…per emozionarsi… sempre!” presenta: “Scatenatammorriamoci”. Serata napoletana con la Tammurriataband di Gianni Mobylia con giochi e tante altre iniziative di animazione. Info: 081.5249961 – info@agavehotel.it
Venerdì 27 aprile (dalle ore 16.00 alle ore 21.00) a Pozzuoli, nell’Aula Magna “Angelo D’Ambrosio” dell’Isis “Tassinari” in via Fasano, a Pozzuoli c’è “Viaggio nelle tradizioni dei Campi Flegrei: pesca, agricoltura e industria”.
Programma convegno su “Industrializzazione nell’area flegrea”. Intervengono: prof. Dario Sessa, Dirigente scolastico Isis “Tassinari”, don Fernando Carannante, responsabile Caritas Diocesana, Ciro Biondi, giornalista, prof. Raffaele Giamminelli (“le tradizioni nel settore primario”), prof. Nicola Arbia (“lo sviluppo industriale nei Campi Flegrei). Ore 18: spettacoli del 1° Circolo Didattico G. Marconi (“E la luna disse al sole”), 2° Circolo Didattico (“Anima e musica: alla riscoperta di alcuni antichi canti flegrei”, 3° Circolo Didattico (“Noi del Terzo: coro degli alunni), 6° Circolo Didattico (“Nettuno e ‘a Sirena. Versi di Salvatore Di Giacomo, musiche di Valente e Gambardella). Dalle ore 19,30: sagra del pesce. Gli allievi del Petronio prepareranno piatti della tradizione puteolana con i prodotti offerti dagli operatori del mercato ittico all’ingrosso e del mercato ortofrutticolo all’ingrosso. Nel corso della manifestazione sarà possibile visitare la mostra fotografica sullo sviluppo industriale dei Campi Flegrei a cura dell’associazione culturale “Oltre l’Averno”, mostra di ceramica “Scenari di vita a Puteoli” a cura del 6° Circolo Didattico, allestimento di stand con prodotti tipici dell’agricoltura e della pesca dei Campi Flegrei con la collaborazione degli operatori del mercato ittico all’ingrosso e del mercato ortofrutticolo all’ingrosso di Pozzuoli. Presentazione del progetto del sito HYPERLINK “http://www.bradisismoflegreo.it” \t “_blank” bradisismoflegreo.it per il recupero della memoria storica e lettura del territorio.
Sabato 28 aprile (ore 21,30) a Pozzuoli, l’Associazione “Jazz and Conversation”, sezione “Spring” del Pozzuoli Jazz Festival presenta, “Quartieri Jazz di Mario Romano” alla Caffetteria “Al Blamangieri”. Info: 081.3000024 – info@pozzuolijazzfestival.it
Sabato 28 aprile (ore 20,00) a Pozzuoli, a Villa di Livia, l’associazione Pozzuoli Crea Onlus presenta: “Goethe tra Paradiso e Inferno – Grand Tour nella canzone napoletana dal ‘700 a oggi” nel 180° anniversario dalla morte, l’imponente figura dell’intellettuale tedesco, estimatore dei Campi Flegrei, sarà ricordata con letture di brani tratti dal “Viaggio in Italia”. A seguire concerto di canzoni classiche napoletane intervallate da letture e aneddoti, con un repertorio dal ‘700 a oggi. Esposizione di quadri del Maestro Antonio Isabettini e degustazione di piatti preparati secondo le ricette del ‘700, e vini flegrei. Costo di 12 euro a persona. Info: 329.9249349 – pozzuolicreaonlus@libero.it
Sabato 28 aprile (ore 10,30) a Pozzuoli, il Circolo Legambiente Pozzuoli Campi Flegrei organizza: “Viaggio nel tempo nella foresta incantata”. La foresta di Cuma è un luogo veramente magico dove la storia degli antichi greci e romani è ancora così presente. Passeggiando all’interno del fantastico ecosistema della foresta di Cuma ripercorreremo, attraverso un cammino educativo ambientale, un viaggio nel tempo alla scoperta di quelle bellezze naturali che ancora oggi rendono questo sito unico al mondo. Costo ? 5 a persona. Info: 3498184313
Domenica 29 aprile a Pozzuoli, il Complesso Agave Club organizza “Cibus: i Sapori dell’antica Roma” per tutti gli amanti delle bellezze archeologiche e ricette dell’ Antica Roma. Dopo la visita al Museo di Baia, banchetto romano rivisitato dallo chef del Complesso Agave Club. Info: info@agavehotel.it – 081.5249961
Domenica 29 aprile (dalle ore 10,30 alle 13,30, break dalle 13,30 alle 14,30 e seconda parte dalle 14,30 alle 18,00) a Pozzuoli, l’associazione Flegrea Park organizza: “Workshop Fotografico sul Lago d’Averno dedicato al paesaggio” con il fotografo professionista Massimiliano Ricci. Info: info@flegreapark – 392.6421465
Domenica 29 aprile, a Pozzuoli, seconda adizione della “Straputeoli. Studenti..in corsa”, manifestazione podistica su strada organizzata dall’Isis Tassinari e dal Csi Pozzuoli. La gara si svilupperà su un percorso agonistico con una lunghezza di circa Km 15,00 tra La Pietra ed Arco Felice con partenza ed arrivo dal lungomare Pertini in via Napoli ed una stracittadina di Km 5,00 circa riservata agli studenti, agli Under 16 ed agli amatori. Info: 081.3658812 – 334.7717883 – csipozzuoli@libero.it
Fino a martedì 1° maggio c’è “Bussate alla porta degli inferi”, una festa che dura undici giorni intorno ai laghi d’Averno e di Lucrino per valorizzarne le bellezze naturali e paesaggistiche con escursioni e percorsi naturalistici ed archeologici, degustazioni di prodotti tipici enogastronomici, mercatino dell’artigianato locale, appuntamenti con l’arte, il teatro, la musica, attività sportive e ludico-didattiche, nel rispetto della sostenibilità economica ed ambientale. Il programma su bussateallaportadegliinferi.it
Fino a venerdì 11 maggio a Pozzuoli, Bacoli e Quarto si terrà la fase flegrea della ‘Gazzetta Cup 2012′ manifestazione di calcio a cinque riservata alle categorie Junior (i nati dal primo gennaio 2002 al 31 dicembre 2003) e Young (nati dal primi gennaio 1999 al 31 dicembre 2001). La manifestazione coordinata dal Csi Pozzuoli si svolgerà sui campi del Villaggio del Fanciullo (Pozzuoli), Gardenia (Licola), Divino Maestro (Quarto) e Castello di Baia (Bacoli). Le squadre vincenti della fase flegrea nelle due categorie partecipano alla fase cittadina. Info: 081.3658812 – 334.7717883 – csipozzuoli@libero.it
Fino a giugno, a Bacoli, l’associazione Circolo Sub Baia in collaborazione con la società Nudibranko organizza: “La Baia dei Cesari” tour costiero del Golfo di Pozzuoli con partenza da Baia. Sosta con aperitivo e frutti di mare crudi, descrizione del porto, pescherie, Castello Aragonese, Porto di Baia. Pranzo in ristorante tipico del porto di Baia. Costo: per gruppi (da 8 a 10 persone) ? 39,00 a persona. Info: dominic2010@libero.it – 334 3410793.
Fino a giugno, a Bacoli, l’associazione Culturavventura organizza tour a piedi, in canoa e in barca, navigando come gli antichi eroi. Un tour per conoscere le meraviglie archeologiche e naturalistiche della costa flegrea e Cibo Show su antica Roma. Partenze da Miseno e Baia. Prima partenza ore 11,00, ultima partenza ore 18,00. A partire da ? 5,00. Info: 3394195725 – culturavventura@gmail.com
Tutti i sabato, le domeniche e i festivi, a Bacoli, l’Associazione Misenum presenta: “Da Miseno alla Piscina Mirabile tra siti archeologici, natura e vigneti”. Partenza ore 10,00 (Sacello degli Augustali, Miseno) alla scoperta della Grotta della Dragonara, del Sacello degli Augustali, del Teatro Romano attraverso un itinerario terrestre che prevede anche l’illustrazione del Porto Romano, dalla terrazza del Sacello degli Augustali che affaccia sul mare (durata 1h e 30 circa). Ore 12,00 l’Azienda Agricola Piscina Mirabile propone visite alla Piscina Mirabile (la più grande cisterna che ci sia mai pervenuta dall’antichità, costruita in epoca augustea, tra il 27 a.C ed il 68 a.C, per rifornire di acqua la flotta dell’Impero ormeggiata nel porto di Misenum), ai vigneti e alla cantina dell’Azienda. Costo ? 10,00 a persona. Info: 081.5233977 – 3388911536 – misenum@libero.it
Tutti i sabato e le domeniche fino al 20 giugno, a Pozzuoli, il Centro Sub Campi Flegrei organizza, per i sub e non, Pozzuoli “Città sommersa porte aperte”, escursioni dalle ore 9,30 alle 14,00, con partenza dal Lido Montenuovo in via Miliscola n. 157 (Pozzuoli). Visita al Parco Archeologico Sommerso di Baia. Costi: Snorkeling ? 20,00. Immersione subacquea ? 35,00. Discover scuba diving (prima immersione subacquea): ? 50,00. Info: 081.8531563 – centrosubcampiflegrei.it
Fino a giugno, a Quarto, Tour a Grotta del Sole, alla scoperta di vini dei Campi Flegrei, visite ai vigneti ed alla cantina, degustazioni di vini e spumanti. Info: info@grottadelsole.it – 0818762566.
Fino a giugno, a Bacoli, al Pontile Lagovivo sul lago Miseno (Mare morto) a Bacoli varie iniziative alla scoperta del lago. Le proposte: “Storia, natura, tradizioni e divertimento” (in barca e in bici dal Lago ai Bagni di Bacco tra mare, pista ciclabile e vinoterapia); “A’ cozza, i cuzzucari e il lago Miseno” (escurisione alla scoperata delle miticultura, del relax e dei prodotti tipici); “Dal Lago Miseno alla Piscina Mirabile” (tra mare e vigneti), “La Classis Praetoria Misenensis”. Info: 392.4153474 – info@lagovivo.it
Oltre sessanta soggetti tra associazioni, cooperative, aziende turistiche, produttori agricoli locali, cantine, ristoranti, bar, diving, artisti, editori, scuole. È la “Primavera nei Campi Flegrei”, un intenso e ricco cartellone di eventi, partito il 21 marzo e che terminerà il 20 giugno. La kermesse è promossa e coordinata dall’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli, ma tutti gli eventi, autofinanziati, sono organizzati dai singoli soggetti. Alcune manifestazioni sono gratuite. Il “contenitore” prevede iniziative di cultura, sociale, enogastronomia, musica, sport, visite guidate. L’obiettivo: la valorizzazione dell’immenso patrimonio storico, archeologico e naturale dei Campi Flegrei. Coinvolti i comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida e Marano.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Camerino: cortili in fiore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 aprile 2012

Camerino. Torna a Camerino l’appuntamento con Cortili in Fiore, la tradizionale festa di primavera promossa dalla sede di Camerino dell’Archeoclub d’Italia, dal Museo delle Scienze e l’Orto botanico dell’Università di Camerino, dal Comune di Camerino in collaborazione con l’Associazione Camerte Commercianti e Artigiani.
Giunto alla sesta edizione, Cortili in fiore è in programma per i prossimi 28 e 29 aprile e vuole essere ancora un’occasione per celebrare l’arte, la natura ed il paesaggio, attraverso una allegra cornice floreale lungo le strade del centro storico.Il programma è come sempre ricco ed articolato: alle visite guidate alla città, ai musei, al vecchio Ghetto ed agli allestimenti floreali in piazze e cortili si affiancano attività per bambini, workshop, incontri, mostre, stand. Novità di questa edizione un momento dedicato all’Oriente: “Una lampada per un desiderio, una luce per un sogno” sarà il tema dell’appuntamento di sabato 28 aprile alla Rocca Borgesca a partire dalle ore 22, quando saranno lanciate in cielo le lanterne, oggetti tipici della tradizione popolare cinese.Tra gli appuntamenti da segnalare sabato 28 aprile ore 16,00 al Museo delle Scienze il workshop “La filigrana orientale nella carta a base di piante”, a cura di Natan Kaaren e Catharina Sonn Kaaren. Domenica 29 aprile alle ore 16,00 è in programma all’Orto Botanico “L’uomo che piantava gli alberi”, letture a cura di Ruvido Teatro. Saranno invece proposti sia nella giornata di sabato che in quella di domenica con gli stessi orari: alle ore 18,00 presso l’aula Carlo Esposito del Palazzo Ducale “Un pizzico di oriente all’Orto botanico di Camerino”, incontro con la dott.ssa Roberta Tacchi responsabile dell’Orto Botanico, al quale seguirà “Il sogno nell’orto…ovvero Shakespeare botanico… di notte…d’estate”, presentazione dello spettacolo teatrale a cura della Dott.ssa Chiara Invernizzi, Direttore del Polo museale, della compagnia teatrale Ruvido Teatro e dei protagonisti dello spettacolo; alle ore 18,30 “Danza del Gelsomino” a cura del Jasmine Dance Group nel Quadriportico del Palazzo Ducale; dalle 19 Passeggiata all’imbrunire all’Orto botanico fra colori e suoni. L’ingresso alla manifestazione è gratuito. Il programma dettagliato e tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo http://www.cortilinfiore.it

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un libro sulle tradizioni liturgiche della Cristianità nel periodo dell’Alto Medioevo

Posted by fidest press agency su domenica, 15 aprile 2012

Le tradizioni liturgiche della Cristianità nel periodo dell’Alto Medioevo nel loro rapporto con la sede di Roma e con l’azione dei Papi sono il tema del volume miscellaneo Liturgie e culture tra l’età di Gregorio Magno e il pontificato di Leone III. Aspetti rituali, ecclesiologici e istituzionali a cura di Renata Salvarani appena pubblicato dalla Libreria Editrice Vaticana nella collana Monumenta, studia, instrumenta liturgica.
Il volume raccoglie gli atti del convegno che si è tenuto all’Università Europea di Roma nel febbraio dello scorso anno con la collaborazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, della Pontificia Accademia di Teologia e della Rivista Liturgica e rientra in un progetto di ricerca pluriennale che ha l’obiettivo di analizzare dal punto di vista storico forme e modalità di diffusione delle liturgie latine nel’Età Tardoantica e nel Medioevo, mettendo in evidenza le trasformazioni degli usi nelle diverse aree, anche in relazione con i mutamenti ecclesiologici. In particolare, sono esaminati aspetti propriamente liturgici e rituali, dinamiche istituzionali, interrelazioni culturali, mutuazioni reciproche fra tradizioni diverse, rapporti fra elaborazioni liturgiche, processi di cristianizzazione e mutamenti degli assetti geopolitici.
L’iniziativa si pone lo scopo di fare il punto sulla situazione degli studi condotti in Italia e in Europa e di fornire strumenti e analisi ai ricercatori di storia della liturgia e di storia del Cristianesimo in vista di ulteriori sviluppi di indagine. Il prossimo convegno si terrà nel mese di novembre 2012 e avrà come tema lo sviluppo delle liturgie latine in epoca carolingia. Il Comitato Scientifico del progetto è composto da: Cesare Alzati, (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano), Manlio Sodi (Pontificia Accademia di Teologia), Johan Ickx (Università Europea di Roma), Rainer Berndt, (Hugo von Sankt Viktor Institut, Frankfurt am Main), con il coordinamento di Renata Salvarani (Università Europea di Roma).
Il libro con gli atti del convegno raccoglie i contributi di studiosi da prospettive diverse. Cesare Alzati presenta gli sviluppi storiografici del tema, dagli studi di fine ottocento fino a oggi. Manlio Sodi delinea l’epoca compresa fra il pontificato di Gregorio Magno e quello di Leone III come fase di origine di motivi caratterizzanti delle liturgie latine romane, nel loro rapporto con le traditiones non romane. Il saggio di Renata Salvarani delinea i tratti delle liturgie celebrate nel Santo Sepolcro e nella città di Gerusalemme, presentate come modelli per l’ecumene cristiana. Il contributo di Thomas Pott analizza gli influssi “orientali” sulla liturgia di Costantinopoli a partire dal ruolo svolto dagli ambienti monastici greci, mentre Marco Bais sviluppa le trasformazioni della liturgia armena in relazione con l’identità del popolo e con le principali riforme adottate in quest’epoca. Norberto Valli ha considerato il tema dell’originalità delle liturgie ambrosiane durante la prima fase di diffusione delle liturgie romane nell’Europa occidentale. Giuseppe Cuscito propone un approfondito esame degli elementi architettonici più legati allo sviluppo delle liturgie (altare, solea, pulpito), mentre Giacomo Baroffio propone la rilettura delle tradizioni musicali elaborate nei centri liturgici italici. Johan Ickx ha esaminato dal punto di vista storico ed ecclesiologico il tema del primato petrino e l’affermazione della centralità istituzionale della cattedra di Roma nell’età tardoantica e altomedievale, mentre Pietro Sorci ha percorso le tappe della genesi degli ordines romani. Le conclusioni sono affidate a Cettina Militello.

Posted in Recensioni/Reviews, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Buskers Festival 2011

Posted by fidest press agency su sabato, 13 agosto 2011

Chieti (Abruzzo) Dal 14 al 16 agosto con artisti provenienti da 29 Paesi stranieri ci riportano nel suggestivo centro storico di per la 5°edizione del Chietinstrada Buskers Festival, la rassegna di arte di strada più grande, per affluenza e compagnie coinvolte, del centro Italia. Il cast artistico 2011 è un’equilibrata quanto sorprendente miscela di generi, nazionalità e tradizioni diverse. Sono 29 i Paesi stranieri rappresentati da un programma dall’indiscussa vocazione multiculturale. Tra loro anche la Banda di Piazza Caricamento, famosissima formazione di giovani artisti provenienti da 11 Paesi diversi. Itineranti lungo Corso Marruccinio e su palco domenica alla Buskernight, nella la Villa Comunale, questi 11 artisti con musiche e danze trasformeranno la città teatina nell’ombelico del mondo.
Piazza San Giustino diventerà un luogo delle Meraviglie, con una selezione di spettacoli di altissimo livello, tra cui l’adrenalinica esibizione di Eventi Verticali, che torneranno a farci battere il cuore con il loro teatro d’alta quota e quella della compagnia El Grito, formazione italo- uruguayana, che propone uno spettacolo uscito dalla fucina di uno dei centri di produzione artistica più famosi nell’ambito del nouveau cirque: l’Espace Catastrophe di Bruxelles. Piazza Vico diventerà lo Spazio Latino, frizzante e allegra location per i concerti tutti da ballare dei Tumbao de Juana, diFred Menendez e dei Mariachi Peralta.
Tra gli artisti che si esibiranno a Chieti nel percorso che va da piazza Trento Trieste a Porta Pescara, ricordiamo anche l’etiopeFekat Circus, originalissimo interprete della tradizione circense africana, che con questo suo primo tour italiano sta conquistando critica e pubblico di tutta la penisola. Ospiti a Chieti anche i vincitori del Premio Nazionale “Cantieri di Strada 2011”, la compagnia italo-svedese MaLu Circo e Marco Raparoli, premiati per la novità e la singolarità dei loro progetti.
Chietinstrada 2011 promette di essere anche quest’anno uno degli eventi più stimolanti e divertenti dell’estate italiana, con numeri che a soli 6 anni dalla prima edizione ne confermano già un ruolo di grande importanza trai festival d’arte di strada europei. Il segreto di questo successo è l’alta qualità artistica, un’offerta che non è solo divertimento, ma si arricchisce di contenuti culturali e soprattutto l’energia di un’associazione (Chietinstrada) che ama la propria città e ne vuole esaltare le grandipotenzialità. La manifestazione viene realizzata grazie all’impegno, non solo finanziario, del Comune di Chieti e con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. http://www.chietinstrada.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Danze, musiche e gastronomia dalle Filippine

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 giugno 2011

Milano 2 luglio 2011, ore 18 Via Giulio Natta 11, Casa delle culture del mondo folklore e tradizioni gastronomiche dalle oltre settemila isole dell’arcipelago filippino, uno degli stati più popolosi del mondo da cui proviene la più numerosa comunità straniera a Milano. Promosso da Provincia di Milano/Assessorato alla cultura e Nexus, associazione che promuove l’integrazione nella comunità italiana dei migranti originari delle Filippine e dei Paesi del sud-est asiatico, e l’elevazione della loro qualità di vita. Un’occasione per raccogliere e unire italiani, filippini e altri migranti in un momento festoso legato ad un patrimonio culturale molto presente in città ma spesso poco conosciuto. In collaborazione con CESAIM/Centro Salute per Immigrati. Segnaliamo inoltre che la mostra “Turksoy” in corso alla Casa delle culture è prorogata fino al 17 luglio 2011. Ingresso libero.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »