Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘tragica’

Benjamin Fondane e la coscienza tragica del Novecento

Posted by fidest press agency su martedì, 22 novembre 2016

bucarest3Roma Convegno internazionale Benjamin Fondane e la coscienza tragica del Novecento Centro di Studi Italo-Francesi, piazza Campitelli 3, Roma Sala Capizucchi 24-25 novembre 2016 24 novembre ore 15.00 Relatori: Monique Jutrin, Le pouvoir du cri: Benjamin Fondane entre poésie et philosophie Carmen Oszi, Fondane en dialogue avec son époque dans ses ses écrits roumains Giancarlo Baffo, Tra Ostjudentum e “Asia latina”: note per un geofilosofia fondaniana Alice Gonzi, Benjamin Fondane: il singolo di fronte alla storia Modera: Gabriella Farina 25 novembre ore 09.30 Michel Carassou, Le moment paroxystique. Benjamin Fondane et Henri Lefebvre Ann Van Sevenant, Auto-contraddizione e estraneità Luca Orlandini, La negazione del tragico Rocco Ronchi, Il rovescio della filosofia: Lev Šestov, il maestro segreto Modera: Giancarlo Baffo Saranno presenti: L’Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede, Prof. Liviu-Petru Zăpîrţan Il Presidente dell’Istituto culturale romeno di Romania, Prof. Radu Boroianu Il Direttore dell’Institut Français di Roma, Prof. Benoît Tadié.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Guerra in Libia: situazione tragica, ma non seria

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 Mag 2011

Il primo ministro italiano, Silvio Berlusconi, è passato, con disinvoltura degna di un vaudeville, dal baciamano a Gheddafi ai bombardamenti sulle truppe libiche ( si badi bene, non con “le bombe a grappolo”!). Ciò che più colpisce nella situazione attuale è il fatto che una vicenda tragica quale la guerra in Libia sia ricondotta all’indecente chiacchiericcio di un ceto politico che riesce ogni volta a superare se stesso nella capacità di fare affermazioni contro ogni buon senso, Il presidente Napolitano giustifica l’impegno militare contro la Libia come “naturale sviluppo” delle scelte compiute a marzo dal Governo e mette tra parentesi il dettato costituzionale, che è inequivocabile rispetto al ripudio della guerra. I fatti sono adesso dinanzi a tutti: ancora una volta partecipiamo ad una guerra. L’impegno dell’esercito italiano sul fronte libico è, ancora una volta, giustificato in quanto “missione umanitaria”, quando è evidente che la partita che si gioca è quella della spartizione delle risorse libiche fra i “liberatori”. L’opinione pubblica, ormai assuefatta a questo genere di imprese, sembra incapace di reagire. Capitali ingenti vengono investiti in armamenti e risorse altrettanto cospicue sono sottratte a scuola, sanità sostegno al reddito, in un clima patriottardo che appesta il paese, mentre un governo attento ad ottenere il consenso sollecitando i sentimenti più bassi della popolazione, spinge sul tasto di un'”emergenza profughi” che non esiste e cavalca pulsioni razziste e xenofobe. La CUB ritiene che vada mantenuta la mobilitazione contro la quinta guerra umanitaria, e continua a lottare affinché i lavoratori immigrati non siano discriminati e vedano riconosciuti i propri diritti, che sono gli stessi, sempre più spesso vilipesi, dei lavoratori italiani. Oggi, come sempre, la guerra è fatto di chi detiene il potere: ad essa contrapponiamo l’unità internazionale dei lavoratori.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: attacco agli italiani

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 novembre 2010

Dichiarazione di Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e forze di polizia (Pdm). “Anche oggi un nuovo attacco di cui sono rimasti vittime i nostri militari, per fortuna questa volta è andata bene. Il mezzo danneggiato, il solito Lince, ha resistito al piccolo ordigno ma la prossima volta potrebbe essere peggio e quindi cosa aspetta la Russa a mandare gli altri mezzi “Freccia” di cui dispone?. Fin dal 15 luglio 2009 il Ministro della difesa La Russa, all’indomani della tragica e prevedibile morte di un militare dell’esercito impiegato come mitragliere in ralla su un mezzo «Lince» nella zona di guerra dell’Afghanistan, affermava nelle aule di Camera e Senato e su molte testate giornalistiche che i veicoli tattici leggeri multiruolo «Lince» sarebbero stati sostituiti con i più adeguati «Veicolo blindato medio 8×8 Freccia». I 54 mezzi di cui il Ministro aveva annunciato la disponibilità fanno parte di un primo lotto del programma di acquisizioni per 249 unità – 172 combat, 36 commando anticarro, 20 posto comando e 21 porta mortaio -, il secondo lotto in finanziamento è di 109 unità ed il terzo di 86. La prima fase di acquisizione, per 49 unità, è finanziata per 310 milioni di euro dal Ministero dello sviluppo economico (MSE), in base a una convenzione tra il Ministero della difesa ed il Ministero dell’economia e delle finanze, sulla base dell’articolo 1, comma 95, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006). Il costo totale di 1.540 milioni di euro dovrebbe è ripartito su più esercizi finanziari. Insomma, sono stati spesi moltissimi soldi per non concludere assolutamente nulla! È trascorso più di un anno da quando La Russa ha annunciato trionfalmente l’impiego dei Freccia in Afghanistan eppure di questi mezzi ne sono stati inviati solo 17, gli altri sono ancora un miraggio e non sappiamo fino a quando lo saranno. Intanto siamo costretti ad assistere ai suoi annunci, mentre i nostri militari continuano a rischiare la vita. Questa volta è andata bene, la prossima?”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sindaco ucciso: Angelo Vassallo

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 settembre 2010

Pollica. «Uccidere un sindaco significa sparare sul popolo e sulla bandiera italiana allo stesso tempo. Oggi è il momento del dolore, della commozione e del cordoglio. Da domani sarà il tempo della riflessione e della reazione di uno Stato che al Sud continua a essere minacciato, ferito e mortificato da aggressioni continue». Così Guglielmo Vaccaro, deputato campano del PD, riguardo la tragica scomparsa del sindaco di Pollica Angelo Vassallo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Ricordiamo Paolo Borsellino

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Il 19 Luglio ricorre l’anniversario della tragica scomparsa di Paolo Borsellino e della sua scorta vilmente assassinati il 19 luglio 1992. Resta per me,prosegue Maurizio Ferraioli, importante ricordare figure come Paolo che hanno servito lo Stato fino all’estremo sacrificio della vita per lottare per un Paese libero dalla mafia e poter ricominciare, come soleva spesso dire, a respirare quel fresco profumo di Libertà.  Quella Libertà che oggi tentano in ogni modo di negarci con Leggi che limitano il diritto all’informazione ed i continui attacchi alla Magistratura ne sono un esempio lampante. Le proposte di Legge cercano con ogni mezzo di levarci la possibilità di sentire quel fresco profumo di Libertà e continuano a proporci quel puzzo di corruzione e di illegalità con il quale cercano di invadere ogni luogo facendoci credere che è l’unica alternativa alla crisi .
Quando ascolto e mi è capitato spesso, il fratello , Salvatore nel suo racconto appassionato riguardo alla morte di Paolo comprendo che gli anniversari seppur tristi sono importanti per ricordare e obbligarci a tenere alta la soglia di attenzione combattendo con tutti i mezzi democratici affinchè simili nefandezze non possano più accadere. Alla conclusione delle sue orazioni Salvatore Borsellino conclude sempre urlando a squarciagola “Resistenza,Resistenza, Resistenza” e ciò genera non poca commozione e ci fa sentire partecipanti attivi di questa nuova Resistenza alla quale tutti gli iscritti dell’Italia dei Valori si sentono di far parte. Noi non vogliamo dimenticare, io non voglio dimenticare e lo insegnerò alle mie figlie e lo racconterò ai miei nipoti ricordando chi ha sacrificato la propria esistenza per la nostra Libertà,per concederci la possibilità di essere Liberi ed a noi che non dimentichiamo e non vogliamo far dimenticare il compito importante di essere i portavoce di questo messaggio. Un messaggio di speranza per un futuro migliore per tutti.
La sede provinciale dell’Italia dei Valori a La Spezia è intitolata, non a caso, a Falcone ed a  Borsellino con la frase “Per non dimenticare” in bella vista sulla targa. Quella targa vuole essere una sorta di manifesto che ricordi non solo per un giorno ma per 365 giorni all’anno quell’evento e questi nostri Eroi ai quali speriamo i giovani rivolgano la loro attenzione ed incomincino a prenderli come esempio e come riferimento per una corretta costruzione del loro e del nostro futuro.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In ricordo di Roberto Franceschi

Posted by fidest press agency su domenica, 24 gennaio 2010

Milano 25 gennaio 2010 ore 20,30 Via Gobbi 5  Aula Magna Università  Bocconi In ricordo di Roberto Franceschi, 23 gennaio 1973.  Lydia Franceschi, Presidente della Fondazione Roberto Franceschi onlus, e il prof. Guido Corbetta – Direttore della Bocconi Graduate School consegneranno i   Premi di Laurea “Roberto Franceschi”.  La Fondazione a lui intitolata vuole ricordare non solo la sua figura e la sua tragica morte ma, in maniera particolare, i valori che gli furono propri mettendo a disposizione un premio di laurea denominato “Roberto Franceschi” dell’importo di 5.000 Euro. Il premio verrà  conferito a un laureato del corso di laurea specialistica dell’Università Bocconi che, nella sua tesi, abbia trattato uno dei grandi temi che riguardano il sottosviluppo, l’emarginazione, a livello nazionale o internazionale, attraverso un’analisi rigorosa e un progetto attuabile». (Tratto dal bando di concorso). A seguire ” Premiata Forneria Marconi”  Franz di Cioccio; Patrick Dijvas, Franco Mussida in  “ Successo: participio passato del verbo succedere” Incontro dibattito con momenti multimediali e la partecipazione di  Gianni Barbacetto, giornalista e scrittore.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Baci Rubati. Storie d’amore tra Arte e Letteratura

Posted by fidest press agency su domenica, 21 giugno 2009

baci rubatiGradara (PU) fino al 2/11/2009 Rocca Demaniale di Gradara Piazza Alberta Porta Natale 1 Sarà la fiabesca Rocca di Gradara il suggestivo scenario che ospiterà la mostra Baci rubati. Storie d’amore tra arte e letteratura.  Dopo la fortuna della mostra Il Bacio. Tra Romanticismo e Novecento, tenutasi alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia, in cui si e’ indagato il gesto del bacio nelle diverse declinazioni possibili, Gradara ospiterà unicamente i baci degli sventurati amanti, protagonisti di amori contrastati o negati sul nascere, vittime incolpevoli di un destino sublime e struggenti eroi dell’amore romantico.  La mostra sarà occasione imperdibile per un viaggio sentimentale tra i baci rubati – non legittimi, ma furtivi e colpevoli – di amori impossibili e per questo ancora piu’ affascinanti. L’amore rivisitato attraverso i topoi della letteratura tragica e romantica, che vede nel bacio un atto passionale e un gesto -politico’ insieme, costituisce uno dei soggetti piu’ frequentati e rappresentati dalla pittura dell’Ottocento italiano.  Un video, curato da Gianni Canova completa l’esposizione, ripercorrendo la storia dei piu’ famosi baci della cinematografia italiana.  Mostra promossa da: Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle Marche-Urbino  con il patrocinio e la collaborazione di: Comune di Gradara  http://www.alefcultural.com (baci rubati)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »