Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘transito’

Istituito un meccanismo di transito per evacuazione rifugiati dalla Libia

Posted by fidest press agency su sabato, 14 settembre 2019

Il Governo del Ruanda, l’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, e l’Unione Africana hanno firmato oggi un memorandum d’intesa per istituire un meccanismo di transito che consenta l’evacuazione dei rifugiati dalla Libia.In base all’accordo, il Governo del Ruanda accoglierà e darà protezione a rifugiati e richiedenti asilo che si trovano attualmente nei centri di detenzione in Libia, e che saranno portati al sicuro in Ruanda su base volontaria.
Verrà evacuato un primo gruppo di 500 persone, provenienti prevalentemente dal Corno d’Africa, tra cui vi sono anche bambini e adolescenti a rischio. Dopo l’arrivo dei rifugiati e richiedenti asilo evacuati, l’UNHCR continuerà a cercare soluzioni alla loro situazione.
Mentre alcuni potrebbero beneficiare del reinsediamento in paesi terzi, altri riceveranno assistenza per tornare nel paese dove hanno precedentemente ricevuto asilo, oppure per fare ritorno nel proprio paese qualora le condizioni di sicurezza lo permettano. Alcuni potrebbero rimanere in Ruanda, previa autorizzazione da parte delle autorità competenti.I voli di evacuazione dovrebbero cominciare nelle prossime settimane, e verranno organizzati in collaborazione con le autorità ruandesi e libiche. L’Unione Africana fornirà assistenza alle evacuazioni, un supporto politico strategico comprensivo di formazione e coordinamento, e un aiuto per mobilizzare le risorse. L’UNHCR fornirà i servizi di protezione e l’assistenza umanitaria necessaria, compresi cibo, acqua, alloggi, istruzione e cure mediche.L’UNHCR fa appello alla comunità internazionale affinché vengano messe a disposizione le risorse necessarie all’implementazione dell’accordo.
Dal 2017, l’UNHCR ha evacuato oltre 4.400 rifugiati e richiedenti asilo dalla Libia in altri Paesi, tra cui 2.900 persone attraverso il Meccanismo per il transito di Emergenza in Niger e altre 425 in Paesi europei attraverso Il Centro di transito di Emergenza in Romania.Tuttavia, si stima che circa 4.700 persone siano attualmente trattenute in condizioni terribili nei centri di detenzione in Libia. Hanno urgente bisogno di essere trasferite al sicuro e di ricevere protezione, assistenza salvavita e soluzioni durevoli alla loro situazione.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fontana di Trevi: al via la sperimentazione per un percorso di transito controllato

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 luglio 2017

fontana treviParte un periodo di sperimentazione di un innovativo percorso di transito all’interno dell’area di rispetto della Fontana di Trevi, controllato dai volontari dell’“Associazione Cives Catervae Custodes Martiri di Nasiriyha” e dell’“Associazione Regionale del Lazio Vigili Urbani in pensione – v.u.p.”. Numerose fontane della città, recentemente, sono state teatro di comportamenti del tutto incompatibili con il corretto utilizzo e la fruizione di un bene monumentale, comportamenti che hanno rischiato di comprometterne l’integrità e la corretta conservazione, a seguito dei quali la Sindaca di Roma Capitale, rilevata la necessità e l’urgenza, ha emesso ai sensi dell’art. 50 del d.lgs. 267/2000, l’Ordinanza Sindacale n. 82 del 12 giugno 2017, a tutela delle fontane di particolare interesse storico e artistico ubicate all’interno dell’area Unesco.Per Fontana di Trevi – interessata in particolare da episodi di malcostume e soggetta a rilevanti flussi turistici e pedonali, che in taluni momenti compromettono la conservazione, la vivibilità e il decoro della piazza e della fontana monumentale – la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale, hanno deciso di stipulare, in via sperimentale, una convenzione con le Associazioni di Volontariato per consentire la fruibilità del monumento, evitando assembramenti di visitatori che ne possano pregiudicare la corretta conservazione, assicurando un maggior presidio e una maggiore sorveglianza.
La collaborazione temporanea con le Associazioni avrà una durata di 80 giorni e sarà resa tutti i giorni della settimana, compresi i festivi, dalle 9:00 alle 24:00. Al termine della sperimentazione, verificata l’efficacia, si procederà all’emanazione di un bando pubblico di più lunga durata, per realizzare un presidio permanente.Le attività di coordinamento operativo dei volontari e la vigilanza sul corretto adempimento degli impegni assunti dalle Associazioni sono affidate al Corpo di Polizia Locale, I gruppo Centro.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Le priorità della Presidenza italiana discusse nelle commissioni parlamentari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 luglio 2014

consiglio europeoIl 22 e il 23 luglio, i ministri italiani hanno illustrato le priorità della Presidenza italiana del Consiglio nelle varie commissioni parlamentari. Questo testo sarà aggiornato quotidianamente.
Libertà civili: immigrazione e protezione dei dati fra le priorità
Dinanzi ai membri della commissione per le libertà civili, il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha dichiarato che alcune delle priorità della Presidenza italiana sono: il contrasto dell’immigrazione con “azioni che portino a risultati” nel breve, medio e lungo termine, la lotta al traffico di essere umani, alla corruzione e al terrorismo, come pure contro i crimini dovuti all’odio, alla xenofobia e alla discriminazione. Rispondendo alle domande dei deputati in materia di controllo alle frontiere e immigrazione, ha detto che “responsabilità e solidarietà devono andare di pari passo”, sottolineando inoltre la necessità di una maggiore cooperazione tra l’UE e i paesi africani di origine e di transito degli immigrati.Sempre martedì, Andrea Orlando, ministro della Giustizia, ha detto che la Presidenza italiana si propone di compiere progressi sui temi della riforma della legislazione sulla protezione dei dati personali e sullo scambio di dati con paesi terzi, della Procura europea e della cooperazione in materia civile e penale. “Cercheremo di raggiungere una strategia comune durante la Presidenza” sulla protezione dei dati, ha aggiunto il ministro, assicurando che la Presidenza terrà conto del “diritto all’oblio”, alla luce della recente sentenza della Corte di giustizia europea (CGE). Per quanto riguarda la conservazione dei dati, ha ricordato che il Consiglio è in attesa di una proposta dalla Commissione, a seguito della sentenza della Corte di giustizia che ha dichiarato non valida la direttiva del 2006.
Problemi economici: “riorientarsi sui fattori che possono creare crescita”
Martedì, il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, ha presentato ai deputati della commissione per i problemi economici e monetari una strategia di crescita fondata su “tre pilastri”: una migliore integrazione dei mercati, riforme strutturali e investimenti. “La strategia dell’UE per il 2020 deve essere riorientata verso fattori che possano creare crescita”, ha detto il ministro, aggiungendo che la creazione di un fondo d’investimento a lungo termine dell’UE, la lotta contro il riciclaggio di denaro, l’evasione fiscale e l’introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie saranno settori chiave del lavoro legislativo.La disoccupazione giovanile occuperà i primi posti dell’agenda, ha affermato Padoan, rassicurando i deputati che gli ponevano domande su una possibile riforma della Troika – formata da Commissione europea, BCE e FMI – su quanto farà la Presidenza per alleviare la stretta creditizia, in particolare per le piccole e medie imprese, sulle sue opinioni in merito al deficit di bilancio e sulla flessibilità della spesa. Nelle sue risposte, il ministro ha sottolineato che è possibile ottenere risultati improntanti con una migliore applicazione delle regole esistenti e imparando dalle migliori prassi degli altri paesi dell’UE.
Trasporti: negoziati sul quarto pacchetto ferroviario e sui “mega trucks” da riavviare al più presto
Il dibattito di martedì con Maurizio Lupi, ministro per le infrastrutture e i traporti, è iniziato con un minuto di silenzio per le vittime del volo MH17 della Malaysia Airlines, chiesto dal nuovo presidente della commissione per i trasporti e il turismo, Michael Cramer (Verdi/ALE, DE). Lupi ha ribadito che il trasporto e le infrastrutture di trasporto rappresentano le priorità vitali per la crescita e lo sviluppo. Ha quindi sottolineato che la Presidenza si propone di avviare i negoziati con il Parlamento sui documenti del “pilastro tecnico” del quarto pacchetto ferroviario e insisterà presso il Consiglio anche per ottenere progressi sul “pilastro politico”. Le proposte sul Cielo unico europeo (CUE) avranno un grande impatto sullo scenario del settore industriale e la Presidenza, ha dichiarato il ministro, incoraggerà il dibattito sul pacchetto dell’aggiornamento delle regole sul CUE, denominato SES2+. La Presidenza, ha proseguito, mira anche a completare i negoziati con il Parlamento sui fascicoli riguardanti le dimensioni dei veicoli (“mega trucks”) e a proseguire il lavoro sulle norme di applicazione transfrontaliera.
I deputati hanno chiesto al ministro Lupi di chiarire la linea temporale riguardante i progressi sul pacchetto ferroviario, sottolineando che le trattative sul cosiddetto “pilastro tecnico” dovrebbero iniziare il prima possibile. Hanno inoltre chiesto in che modo si possano ottenere i progressi sulle proposte sui servizi portuali, sulla sicurezza stradale, sui documenti del pacchetto aeroporti, sulla proposta e-call e su come gli sforzi per combattere i cambiamenti climatici possano essere posti al centro delle politiche dei trasporti.
Sviluppo: Il sostegno umanitario rappresenta la prima priorità della Presidenza
“Il sostegno umanitario rappresenta la prima priorità della Presidenza nel settore dello sviluppo”, ha dichiarato martedì il vice-ministro degli Affari Esteri, Lapo Pistelli, dinanzi alla commissione per lo sviluppo. La Presidenza, ha proseguito, si concentrerà anche sul rafforzamento del legame tra l’assistenza umanitaria e la protezione civile, migliorando la protezione per i gruppi vulnerabili in situazioni di emergenza e intensificando il coinvolgimento del settore privato nella fornitura di aiuti umanitari. Gli argomenti discussi con i deputati europei hanno spaziato dai vincoli di bilancio dell’Unione europea in materia di aiuti umanitari ai legami tra la politica di sviluppo e immigrazione come pure le prospettive per il quadro di aiuti allo sviluppo dopo il 2015.
Occupazione: contrastare la disoccupazione giovanile, la povertà e l’esclusione sociale
Nel dibattito con i deputati della commissione per l’occupazione e gli affari sociali, il ministro per le Politiche Sociali, Giuliano POLETTI, ha dichiarato che la Presidenza perseguirà una crescita inclusiva e sostenibile, per affrontare le sfide occupazionali e “riconquistare la fiducia dei cittadini europei”. I deputati hanno accolto con favore l’ambizioso programma della Presidenza, che mira a contrastare la disoccupazione giovanile, la povertà e l’esclusione sociale. La Presidenza si propone, tra l’altro, di porre fine al lavoro sommerso, di aiutare i disoccupati aumentando la loro mobilità attraverso l’iniziativa EURES e di fornire una migliore tutela ai marittimi. Il ministro si è quindi impegnato a raggiungere un accordo in Consiglio su queste tematiche.
I deputati hanno convenuto che la lotta contro l’occupazione giovanile deve rappresentare una priorità fondamentale, pur auspicando misure più concrete e adeguate. Stimolare la mobilità della forza lavoro non è di per sé una soluzione alla disoccupazione, hanno aggiunto, e la maggiore mobilità dovrebbe essere integrata da misure per ridurre la burocrazia, allo scopo di aiutare le piccole imprese a creare più posti di lavoro di qualità. I deputati hanno invitato la Presidenza ad affrontare le discrepanze delle competenze sul mercato del lavoro attraverso l’istruzione e la formazione. Infine, hanno sottolineato che la dimensione sociale non dovrebbe essere un fattore secondario per il raggiungimento della crescita economica. Chiudendo il dibattito, il Presidente della commissione Thomas Händel (GUE/NGL, DE) ha voluto evidenziare che sia il Parlamento sia la Presidenza devono garantire che il programma REFIT della Commissione non comprometta l’attuale occupazione e i diritti sociali.
Commissione per gli affari costituzionali: la trasparenza rappresenta una priorità
Tra le priorità della Presidenza, presentati martedì alla commissione per gli affari costituzionali dal Sottosegretario di Stato agli affari europei Sandro GOZI, figurano i diritti fondamentali che devono essere un punto focale dell’agenda politica, per allinearsi alla richiesta di cambiamento formulata dai cittadini con le elezioni europee. Il Sottosegretario ha quindi evidenziato la necessità di rivedere i progressi nell’applicazione del trattato di Lisbona e le modalità per incrementare la cooperazione interistituzionale.I deputati hanno richiesto una maggiore trasparenza, in particolare sui procedimenti del Consiglio e della Corte di giustizia, sulla sussidiarietà, sulla sede del Parlamento europeo, sul registro pubblico UE per i lobbisti (Registro per la trasparenza) e sull’implementazione dello strumento dell’Iniziativa dei cittadini europei.
Prossime tappe
La Presidenza Italiana concluderà il giro di presentazioni delle sue priorità nelle commissioni parlamentari a settembre.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: attivati safety tutor

Posted by fidest press agency su martedì, 1 febbraio 2011

Attive da oggi 1 febbraio, le venti postazioni “Safety Tutor” (sedici sulla A4, due sulla A 28 e due sulla A23), installate sulla rete autostradale gestita da Autovie Venete. Il sistema, composto da sensori e telecamere in grado di rilevare ora di transito, targa e tipo del veicolo, nonché la velocità media, è in grado di funzionare anche in quelle condizioni atmosferiche (pioggia, nebbia) che normalmente rendono difficoltoso l’uso delle apparecchiature mobili. La posizione delle postazioni di rilevamento, è pubblicata sui siti http://www.autovie.it e http://www.poliziadistato.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: divieto transito veicoli inquinanti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

È stato disposto per domani, mercoledì 19 gennaio. il divieto di circolazione dei veicoli più inquinanti, al fine di contenere i livelli delle polveri sottili (pm10), le cui concentrazioni sono favorite dalle condizioni di alta pressione meteorologica. Dalle 7.30 alle 20.30 all’interno della fascia verde cittadina non potranno circolare: autoveicoli (compresi mezzi commerciali) a benzina “euro 0”; autoveicoli (compresi mezzi commerciali) diesel “euro 0”, “euro 1” e “euro 2”; motoveicoli e ciclomotori a due tempi “euro 0”; minicar a benzina “euro 0”; minicar diesel “euro 0” e “euro 1”. Inoltre, in tutto l’arco della giornata, gli impianti termici destinati alla climatizzazione degli ambienti dovranno essere regolati in modo da non superare i 20 °C. La Polizia Municipale, infine, sarà impiegata in azioni di fluidificazione del traffico allo scopo di limitare le concentrazioni localizzate di polveri sottili provenienti dai gas di scarico delle vetture. Secondo i dati rilevati dalle centraline di monitoraggio ARPA, il g/m3 come media giornaliera delle concentrazioni di polverilimite di 50  g/m3), Franciainalabili, è stato superato nelle stazioni di: Preneste (84  (87), Ada (63), Tenuta del Cavaliere e Bufalotta (80), Fermi (58),  Cipro (64), Tiburtina (81) e Arenula (62). Lo comunica il Dipartimento tutela ambientale e del verde – Protezione civile di Roma Capitale.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alla scoperta di Arturo Annecchino

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 dicembre 2010

Dopo il fortunato debutto alla colonna sonora de La bellezza del somaro di Sergio Castellitto (la colonna sonora è pubblicata da Universal e disponibile sia nei negozi di dischi che su Itunes), al lavoro alle musiche di Romeo e Giulietta con Scamarcio per la regia di Valerio Binasco prossimamente all’Eliseo (14 febbraio- 13 marzo), Arturo Annecchino esce con un nuovo cd, Mid piano 3 (prodotto da Storie di Note ed Helikonia, distribuito da Egea, marzo 2011): un lavoro che completa e segna il momento di transito di un tragitto musicale che partendo dall’esperienza magica e lunare di Midnight Piano (2007) e di Midnight Piano 2 (2009), approda ad un linguaggio che sa combinare con sapienza solarità e introspezione. La formula rimane quella dello straniamento dallo spazio e dal tempo che conduce con sapienza e dolcezza l’ascoltatore nei dedali delle sue più segrete e profonde emozioni. Questo linguaggio classico contemporaneo, l’abilità nel regalare suggestioni, ha costruito negli anni la fortuna di Annecchino presso il mondo del teatro ed ora del cinema. Fra i prossimi appuntamenti va senz’altro ricordata il Faust Fantasia, suite per piano e voce dal Faust di Goethe, voce recitante il grande regista tedesco Peter Stein, al pianoforte Arturo Annecchino stesso. Lo spettacolo sarà a Teheran il 12, 13 e 14 febbraio e il 26 aprile.
Arturo Annecchino, compositore romano nato a Caracas, infatti, è fra i più prolifici ed apprezzati autori di musica per teatro e danza; ha collaborato con autorevoli registi e artisti della scena nazionale ed internazionale. Da diversi anni partner artistico di un genio della regia come Peter Stein, Annecchino ha composto le musiche non solo per gli spettacoli del maestro tedesco, ma anche , fra gli altri, per , Alfredo Arias, Susan Sontag, Massimo Castri, Deborah Warner,Valerio Binasco, Luigi Squarzina, Janush Kika, Giuseppe Patroni Griffi,Jean Claude Berutti, Renè de Ceccatty, Attilio Corsini,  Lindsay Kemp, Sosta Palmizi, Glauco Mauri, Giorgio Ferrara, Paolo Magelli, Walter Pagliaro, Luca Zingaretti, Massimo Chiesa e molti ancora. (annecchino)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Solennità di San Francesco d’Assisi

Posted by fidest press agency su martedì, 28 settembre 2010

Roma 3 ottobre 2010 – ore 18,00 Basilica Santa Maria in Aracoeli S. E. Mons. Gianfranco Ravasi  Presidente del Pontifico Consiglio della Cultura Commenta alcuni testi di san Francesco e presiede la Celebrazione del Transito
Mercoledì 6 ottobre inizieranno le attività dell’Anno Accademico 2010-2011 secondo il seguente programma: Anno Accademico 2010-2011
I Semestre Professori
MO Diplomatica Attilio Bartoli Langeli
MS Introduzione a Raimondo Lullo, Josep Perarnau
MO Liturgia bizantina Anna Gaspari
MS Teologia delle varianti testuali degli Scritti di Francesco,Antonio Ciceri
MO Aspetti dell’antropologia scotista Onorato Grassi
II Semestre
MO Letteratura religiosa: il Laudario di Jacopone da Todi, Alvaro Cacciotti
MO Esegesi medievale Fortunato Iozzelli
MO Francescanesimo ed esperienze religiose femminili, Marco Bartoli
MO Diplomatica bizantina, Luca Pieralli
MO Lettura allegorica e/o tipologica della Scrittura Lorenzo Cappelletti
MO Gioacchino da Fiore negli autori francescani del sec. XIII, Fabio Troncarelli
MO Francesco d’Assisi e i Minori tra agiografia e storia Grado Giovanni Merlo
Attività Anno Accademico 2010 – 2011. Lezioni pubbliche Avviamento all’analisi testuale e lessicale delle opere di Bonaventura di Bagnoregio. prof. Barbara Faes Consiglio Nazionale delle Ricerche (coordinatrice) 3. Letture e riletture del sermone Unus est magister vester. Le lezioni si svolgeranno il 26 ottobre; 9, 16, 23, 30 novembre; 7 dicembre 2010 dalle 17,00 alle 18,35, per un totale di sei lezioni di due ore ciascuna corrispondente ad un totale di 12 ore di lezione; al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Le lezioni si svolgeranno presso la Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani Pont. Università Antonianum – Via Merulana 124, Roma.
Venerdì 22 ottobre, ore 15.30 – Pontificia Università Antonianum: Una nuova edizione degli Scritti di Francesco d’Assisi. Seminario di studio in occasione della pubblicazione Francesco d’Assisi, Scritti, edizione critica a cura di Carlo Paolazzi ofm, Ed. Quaracchi, Grottaferrata (Roma) 2009. Interventi di Luigi Pellegrini e Attilio Bartoli Langeli; sarà presente il Curatore.
Lunedì 15 – giovedì 18 novembre 2010, Roma: Quinto stage di archivistica per operatori negli archivi delle famiglie francescane. Cfr. per informazioni: http://www.antonianum.eu
Sabato 4 dicembre, Foligno – Monastero Santa Lucia, ore 16,00: Presentazione del libro Marco Guida, Una leggenda in cerca di autore. La Vita di santa Chiara d’Assisi, prefazione di J. Dalarun (Subsidia Hagiographica, 60), Ed. Société des Bollandistes, Bruxelles 2010. Interventi di F. Iozzelli – R. Michetti.
Sabato 15 gennaio 2011, ore 16,00; Terni, Museo Diocesano (Via XI Febbraio, 4). Presentazione del volume Dai Protomartiri francescani a sant’Antonio di Padova. Atti della Giornata di Studio (Terni, 11 giugno 2010), Centro Sudi Antoniani, Padova 2011. Intervengono Mons. V. Paglia, – J. Martínez Gazquez, – Cándida Ferrero Hernández – Prof. Paolo Martinelli.
Venerdì 25 marzo 2011, ore 15,30, Pontificia Università Antonianum – Aula A. Seminario di studio in occasione della pubblicazione Il Processo di canonizzazione di san Bernardino da Siena, a cura di Letizia Pellegrini, Ed. Quaracchi, Roma 2010. Intervengono Alvaro Cacciotti – Carlo Delcono – Roberto Lambertini – Ludovic Viallet. Sarà presente la Curatrice.
Venerdì 20 maggio 2010, Roma – Pontificia Università Antonianum, ore 15,30: X Giornata del Centro Italiano di Lullismo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Incidente sulla A4 Trieste Venezia

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2010

Traffico intenso su tutta la rete autostradale anche durante la settimana, con elevati flussi di mezzi pesanti. Alle sette e quaranta di questa mattina, un furgone diretto verso Venezia, tampona, in corsia di sorpasso  un autoarticolato nel tratto fra S.Donà e il  bivio A57 in direzione Venezia. Due feriti lievi e code di 9 chilometri in direzione Venezia (2 chilometri in direzione Trieste per curiosi). Mentre sono in atto i soccorsi e il transito prosegue in corsia di marcia e di emergenza, tre mezzi pesanti, alle 9,00 si tamponano. Uno di questi (con targa austriaca) prende fuoco. Autostrada chiusa, tra San Donà e il bivio con la A57 (con uscita obbligatoria a San Donà di Piave) dalle 9 e 30 per consentire i soccorsi. Deceduto l’autista del mezzo incendiato
3/8/2010: Aggiornamento 11,45 Ci vorranno ancora due o tre ore per riportare alla normalità la circolazione sulla A4, nel tratto fra S.Donà e il bivio A57 in direzione Venezia, dove un camion austriaco ha tamponato altri due mezzi pesanti in coda. La colonna si era formata per un incidente avvenuto pochi chilometri più avanti, in corsia di sorpasso ma senza gravi conseguenze per le persone. Nonostante le segnalazioni (cartelli luminosi, ausiliari su strada, lampeggianti accesi) che indicavano il sinistro e la coda, il mezzo pesante ha ugualmente tamponato quello, fermo, che lo precedeva. Uno dei camion coinvolti ha preso fuoco e l’autista è deceduto. Ancora in corso le operazioni per liberare la carreggiata dai mezzi coinvolti. Attualmente (ore 11,45) la coda è ancora attestata sui nove chilometri e tutti gli uomini (Polstrada, Vigili del Fuoco, ausiliari alla viabilità di Autovie) sono impegnati per far sì che almeno una corsia venga liberata, consentendo così il deflusso dei veicoli fermi. Come sempre, in questi casi, sarà necessario ripulire e riasfaltare il tratto interessato per ripristinare le condizioni di sicurezza della circolazione

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Previsioni traffico: Autovie Venete

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 luglio 2010

Traffico intenso durante il prossimo weekend, sulla A4 Venezia Trieste e sulla A23 Palmanova Tarvisio in entrambe le direzioni. Gli spostamenti di chi va in vacanza, ormai, caratterizzeranno tutti i fine settimana estivi. Particolarmente sostenuti i transiti verso le località turistiche e balneari di Veneto e Friuli Venezia Giulia e il confine di stato della Slovenia. Il divieto di transito per i mezzi pesanti (di massa complessiva superiore alle 7,5 tonnellate) entra in vigore da sabato 10 luglio dalle ore 7 fino alle ore 23 e domenica 11 luglio dalle ore 7 alle ore 24. Già nella giornata di venerdì 9 luglio, il traffico si presenterà intenso sulla A4 Venezia Trieste, soprattutto in direzione Trieste con possibili rallentamenti in uscita alla barriera di Trieste Lisert (durante il pomeriggio e la sera). Sabato 10 luglio flusso veicolare sostenuto lungo l’intera A4 Venezia Trieste in entrambe le direzioni. Potranno verificarsi dei rallentamenti in uscita e in entrata ai caselli di Latisana, S.Stino di Livenza e attese superiori alla media in uscita ai piazzali si stazione di S.Donà di Piave, Portogruaro e la barriera di Trieste Lisert. Previsto traffico intenso anche per domenica 11 luglio sia sulla A4 Venezia Trieste, sia sulla A23 Palmanova Tarvisio in entrambe le direzioni di marcia, con possibili rallentamenti in uscita ai caselli di Latisana, S.Stino di Livenza, S.Donà di Piave e alla barriera di Trieste Lisert. Autovie Venete raccomanda agli utenti di mantenere uno stile di guida corretto e di rispettare le norme del codice della strada, in particolare  il mantenimento della distanza di sicurezza. La trasgressione di questa regola, infatti, rappresenta la causa principale dei tamponamenti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: traffico fine settimana

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 Mag 2010

Sabato e domenica, ma anche durante tutti i primi giorni della settimana, fino a mercoledì 2 giugno compreso (festa della Repubblica), traffico intenso su tutta la rete autostradale. Già da venerdì 28 maggio la circolazione si farà più sostenuta sulla A4 Venezia Trieste, in entrambe le direzioni (in particolar modo tra il bivio con la A57 tangenziale di Mestre e Latisana) con possibili rallentamenti alla barriera di Trieste Lisert e al casello di Latisana nel pomeriggio e in serata.  Anche sabato 29 e domenica 30 maggio flussi sostenuti durante le ore centrali della giornata lungo tutta la A4, nei due sensi di marcia e rallentamenti, in uscita, ai caselli di Latisana e alla barriera di Trieste Lisert. Il divieto di transito per i mezzi pesanti, sabato 29 maggio sarà in vigore dalle ore 16,00 alle ore 22,00  mentre domenica 30 maggio dalle ore 8,00 del mattino alle ore 22,00 della sera. Lunedì 31 maggio flusso sempre sostenuto in entrambe le direzioni e probabili rallentamenti durante la mattinata in uscita ai caselli di Latisana, S.Donà di Piave, S.Stino di Livenza e alla barriera di Trieste Lisert. Nel pomeriggio, invece, si potrebbero verificare delle attese superiori alla media in uscita al casello di Portogruaro. Effetto “ponte” per martedì 1 giugno sia sulla A4 Venezia Trieste sia sulla A23 Palmanova Tarvisio per il ponte festivo per la festa della Repubblica in Italia e il Corpus Domini in Austria e Germania. Traffico di rientro mercoledì 2 giugno, con previsione di rallentamenti alle intersezioni delle diverse tratte autostradali, soprattutto in direzione Palmanova per la A23 e in uscita al casello di Portogruaro e alla barriera di Trieste Lisert sulla A4. Mezzi pesanti fermi dalle ore 7 alle ore 24. Giovedì 3 giugno, ultimo giorno di rientro, intensificazione della circolazione sulla A4 in direzione Venezia e sulla A23 in direzione Palmanova. Possibili rallentamenti, fin dalle primissime ore del giorno, alla barriera di Trieste Lisert, per la ripresa del traffico commerciale.
Pochi i cantieri sulla rete in questo fine settimana. Attivi, infatti, solo quello sulla A4 Venezia Trieste dove, in prossimità del casello di San Stino è in fase di realizzazione un sottopasso e quello, sempre in A4, tra San Donà di Piave e il bivio con la A57 tangenziale di Mestre, dove sono iniziati i lavori di dismissione della barriera di Roncade. Il cantiere comporta, in entrambe le direzioni di marcia, corsie a larghezza ridotta. la “Bretella di Caneva”, infrastruttura che rappresenta il collegamento tra lo svincolo di Ronc di San Michele (Pn – Strada Statale 13) e Caneva (Pn) sulla Strada Provinciale n. 29, da oggi (venerdì 28 maggio) è stata parzialmente riaperta al traffico. Dalle ore 15,00 sono percorribili la prima rotatoria alla fine della bretella di Cornadella (uscita Sacile ovest A28), il tratto di strada che collega questa rotatoria all’incrocio di via Damiano Chiesa e Via San Giuseppe, il tratto di via Damiano Chiesa fino all’intersezione con la vecchia strada di Fratta interrotta dalla nuova viabilità e l’asse di collegamento tra la prima rotatoria e la vecchia strada di Fratta interrotta dalla nuova viabilità. L’ultimazione della bretella è imminente.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frana al Melezet: chiusa la sp 216

Posted by fidest press agency su sabato, 22 Mag 2010

Ieri sera  si è verificato un crollo di massi sul versante sinistro del torrente Dora di Melezet, che ha invaso la sede stradale rendendo necessaria la chiusura della strada provinciale n. 216. Sono in atto da ieri sopralluoghi e controlli per individuare le possibili strategie per la messa in sicurezza e si sta predisponendo un tracciato veicolare alternativo. Mentre la Protezione civile della Provincia di Torino ha attivato un presidio a supporto del Comune, la Viabilità sta lavorando per la riapertura della strada. Nel frattempo, per affrontare l’emergenza, da oggi la S.P. 216 in direzione Pian del colle, Valle Stretta e Colle della Scala (Francia) dalla Frazione Melezet sarà chiusa al transito a tutti i veicoli a motore. Il transito è consentito esclusivamente a pedoni e ciclisti solo su percorso alternativo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Aumento tariffe autostradali

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 dicembre 2009

Una raffica di aumenti per i pedaggi autostradali dal prossimo 1° gennaio –  dichiara Pietro Giordano Segretario Nazionale Adiconsum – che non hanno nessuna motivazione, né inflazionistica né dettata da investimenti strutturali su un sistema autostradale fermo agli anni ’60. La media degli aumenti che scatteranno dal 1° giorno sono pari al 2,40% in media, ma su alcune tratte l’aumento raggiunge una percentuale pari al 4,78, come sulla Roma-L’Aquila, imponendo di fatto una “gabella di transito” pari a 6 euro per tutti i pendolari del quadrante est dell’hinterland capitolino, solo per fare un esempio. È l’ennesimo aumento dei pedaggi nel 2009, che favorisce in particolare Autostrade per l’Italia che gestisce km 2854,6 dell’intera rete autostradale e che vede solo un minimo introito (circa 270 milioni) per l’Anas. Così continuerà ad allargarsi la forbice tra il sistema autostradale del Nord e quello del Sud, con la telenovela del completamento della SA-RC e delle “autostrade”, se così possono essere definite, della Sicilia e del Mezzogiorno in generale. Così le aziende private concessionarie continueranno a lucrare sui consumatori e sugli automobilisti, senza che investimenti rapidi e reali vengano realizzati. Il Governo non può continuare ad affermare che il peso fiscale a carico dei cittadini non aumenta, se poi continua a varare provvedimenti che aumentano le tariffe del sistema trasporti: da 1 a 3 euro per le tariffe aeree; 2,40% per quelle autostradali; oltre il 15% per quelle del trasporto ferroviario. Adiconsum chiede al Governo il varo di un piano infrastrutturale che investa parte dei proventi derivanti dallo scudo fiscale e preveda al contempo investimenti certi ed esigibili da parte delle società concessionarie, invertendo così la logica della privatizzazione degli utili e della socializzazione degli investimenti. Adiconsum chiede alle società concessionarie autostradali, maggiore tutela e maggiore informazione per gli automobilisti. Adiconsum chiede ad Autostrade per l’Italia – continua Giordano – un urgente tavolo negoziale con le Associazioni dei consumatori, per la realizzazione di una Carta dei servizi e di una Carta dei diritti degli automobilisti. Adiconsum chiede anche che attraverso il sistema satellitare che aggiorna i tabelloni autostradali sui costi dei carburanti, si realizzi una informazione diretta attraverso i tom-tom su tutte le notizie necessarie all’automobilista, come ad esempio, tratte interrotte, incidenti, code autostradali, costi dei carburanti nella tratta di percorrenza, ecc., per un reale ed incisivo servizio ai consumatori.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma, comune: falsa lettera ai cittadini

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 novembre 2009

“Alcuni cittadini del centro storico hanno ricevuto nei giorni scorsi una falsa missiva firmata dal sindaco Gianni Alemanno, nella quale si legge che ‘è stata rilevata una potenziale instabilità nel terreno nelle zone comprendenti Piazza di Spagna e Piazza del Popolo’.  “Per svolgere degli approfondimenti – è scritto nella lettera  – nelle zone precedentemente nominate sarà chiuso il transito ai pedoni ed agli autoveicoli, e per questo motivo si richiede ai cittadini residenti un momentaneo spostamento di abitazione”. “Il Comune di Roma precisa che la lettera e il suo contenuto sono privi di qualsiasi fondamento, e contro l’autore di queste dichiarazioni, al momento ancora ignoto, sarà inoltrata denuncia alla Procura della Repubblica per ‘procurato allarme’. Lo dichiara il portavoce del Sindaco, Simone Turbolente.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bagno a pagamento nei lidi romani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Questa estate i romani andando al mare di salato non troveranno solo l’acqua ma anche i prezzi. Ancora una volta i gestori degli stabilimenti balneari di Ostia e Fregene  decidono, a discapito dei bagnanti,  di non rispettare le regole e di vietare l’accesso al mare a coloro che chiedono solo di fare il bagno senza pagare l’entrata e senza usufruire di sdraio e ombrelloni. Le scuse dei gestori sono sempre le solite: “C’è troppa gente oggi, torni domani” oppure “Il sabato e la domenica l’ordinanza non è valida”. Secondo le norme vigenti, infatti, il bagnante ha diritto di transitare negli impianti gratuitamente, attraverso appositi varchi, per raggiungere la riva e poter anche fare il bagno. Inoltre gli spazi che secondo il regolamento dovrebbero restare vuoti per permettere il transito sulla battigia sono occupati da ombrelloni e attrezzature dello stabilimento. “Questi bagnanti diventano ogni giorno più molesti. e la loro ottusità rasenta l’incredibile. Come si fa infatti a non capire ancora che L’Italia è il paese dei pochi furbi e della moltitudine di poveri fessi?” Commenta così la vicenda Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti. “Più in generale  – continua Marinelli – il problema riguarda la progressiva privatizzazione dei  beni pubblici che non risparmia ormai niente di quello che fino a pochi anni fa era pacifico e assodato. Svendiamo quindi acque minerali a pochi centesimi per poi consentire  l’inquinamento in largo e soprattutto in lungo dell’italico stivale. Si deve, di conseguenza, gridare allo scandalo in relazione a  un vergognoso regolamento della regione Lazio che, invece di <<ridare al popolo ciò che è del popolo>>, pone una sorta di pietra tombale sulle giuste pretese della collettività. In questi casi viene proprio da pensare che forse non tutti gli Tsunami vengono per nuocere”.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »