Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘transumanza’

Transumanza: Popoli, vie e culture del pascolo

Posted by fidest press agency su sabato, 21 aprile 2018

Roma 4-6 maggio 2018 Piazza Guglielmo Marconi 14 museo preistorico etnografico “Luigi Pigorini”
Per il secondo anno il Museo delle Civiltà ospita la manifestazione Archeofest.Sperimentare è un ottimo metodo per comprendere ed imparare. Sperimentare la Storia, attraverso attività manuali e lo studio delle tecnologie antiche, ci consente di trasformarla da bagaglio nozionistico ad agire quotidiano.Lo studio della Preistoria e della Storia, attraverso l’Archeologia sperimentale, non si limita al racconto delle tecnologie usate nel passato, ma porta alla riscoperta del mondo naturale in cui vivevano i nostri antenati e dal quale ricavavano il necessario per il vivere quotidiano.L’Archeologia sperimentale è un importante strumento di recupero del rapporto con la natura, ma anche lo strumento didattico per comprendere una storia che da millenni accompagna il nostro cammino.
L’Associazione Culturale Paleoes – eXperimentalTech ArcheoDrome, fondatore, insieme alla CoopAcai Phoenix dell’RTI ADITUM Cultura, concessionario delle attività culturali e didattiche del Museo delle Civiltà (EUR, Roma) organizza l’evento Archeofest 2018, il festival di Archeologia sperimentale giunto alla V edizione, presso il Museo delle Civiltà, nello specifico presso il museo preistorico etnografico “Luigi Pigorini”, nei giorni 4-6 maggio.
Il festival verrà presentato in una giornata speciale, il 28 aprile, al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, presso il quale si terrà una tavola rotonda sull’Archeologia sperimentale, pubblica e partecipata e saranno presenti aree sperimentali accessibili al pubblico.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rito della transumanza all’Alpe di Siusi

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 agosto 2016

transumanzaIl 1° ottobre 2016 sfilano sullo sfondo delle Dolomiti – da Compaccio a Castelrotto – i 250 capi bardati condotti dai contadini verso valle, per una grande festa di passaggio all’autunno. L’arrivo dell’autunno sull’altipiano più grande d’Europa è segnato dal ritmo melodioso di 250 campanacci che risuonano verso le valli, mentre i colori dei boschi e delle praterie al cospetto delle Dolomiti (Patrimonio Mondiale UNESCO) cominciano a farsi più caldi ed ambrati. È il rito della Transumanza, che nell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol) – http://www.seiseralm.it/it/vacanze-alto-adige/dolomiti.html – è ancora un vivo e sentito momento di passaggio alla stagione del foliage e degli intensi profumi nelle malghe. Una grande festa il 1° ottobre 2016 accoglie il colorato corteo di pastori vestiti con i caratteristici abiti della tradizione contadina e di bestiame bardato all’Alpe di Siusi e nel paese di Castelrotto. In occasione del “Rosari-Samstag”, il sabato prima del giorno del Ringraziamento, le strade sono invase dalle bellissime vacche che sfilano dietro le loro guide, sfoggiando copricapi fioriti e campanacci scelti con cura. A quella considerata più bella, il privilegio di indossare l’addobbo più importante. Il corteo parte da Compaccio all’Alpe di Siusi alle 10.00 e arriverà nel centro di Castelrotto verso le 13.00. Ma per tutto il giorno si festeggia: i cuochi preparano le più golose specialità della cucina locale, il mercato contadino si imbandisce di prelibatezze, la banda musicale rallegra le caratteristiche vie del paese dalle case dipinte, le donne preparano piatti tipici e krapfen, deliziando gli ospiti con i famosi dolci ripieni di marmellata. Il magico rito della Transumanza si compie. (foto: transumanza)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ancora un autogol del cavaliere

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

«Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, mi ha prospettato problemi ed esigenze di rafforzamento della compagine governativa» ha detto il presidente Napolitano (Il Messaggero del 16 marzo). Una ammissione decisamente (omissis…) il presidente del consiglio, praticamente  ha confermato  al Presidente della Repubblica che gli serve nominare ministri e aumentare i sottosegretari per premiarli della transumanza che ha rafforzato il suo fallimentare  governo; se non dovesse nominarli costoro si infurierebbero come bufali  e caricherebbero a testa bassa il governo, facendone strazio. Non si tratta di nomine utili al paese, necessarie per ben condurre l’agricoltura e i beni culturali; si tratta di nomine di comodo, di gente assolutamente digiuna dei dicasteri che andranno ad occupare (insieme all’auto blu e ai benefit ministeriali !) che valgono solo il voto che esprimono e in cambio di quel voto hanno ottenuto il pagamento pattuito: un ministero. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

“Transumanza: i segni del tempo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

Città Sant’Angelo Village dal 20 marzo al 9 maggio mostra storico-documentaria.  Il percorso espositivo proposto è una riedizione della mostra “Tratturi” realizzata nel 1989 dalla Soprintendenza e ampliata nel 2000. Arricchita dalla presenza di prodotti e manufatti rappresentativi dell’economia agro-pastorale, la mostra promuove una lettura nuova e diversa della civiltà della transumanza, questo periodico migrare di uomini e di armenti tra i pascoli della Puglia e dell’Abruzzo attraverso i tratturi, le interminabili vie d’erba che per secoli hanno visto il lento snodarsi delle greggi nei trasferimenti stagionali dalla pianura alla montagna e viceversa. Le principali novità rispetto alla mostra originaria sono la riproduzione di un arazzo cucito da Sandro Visca, “In itinere”; una riproduzione di una serigrafia di Remo Brindisi, “Pastorale”; la mostra didattica “La transumanza e la vita del pastore” realizzata dagli alunni della V A (a.s. 2005-2006) della scuola primaria “Gabriele d’Annunzio” di Francavilla, realizzata nell’ambito di un progetto curato dall’insegnante Luisa Miccoli; la partecipazione dei Parchi dì Abruzzo; e il coinvolgimento di Nino Di Fazio per la realizzazione del manifesto. Nei fine settimana, inoltre, nello spazio espositivo saranno proposti prodotti agroalimentari legati al mondo della pastorizia. Dalla ricerca archivistica e dall’analisi dei documenti nasce una rassegna fotografica e documentaria che rivista la tradizionale concezione della via di passaggio degli armenti e lo reinserisce nel territorio cui è strettamente correlato. Percorrendo un ampio itinerario, la mostra presenta infatti alcuni scorci delle principali direttrici della transumanza (L’Aquila-Foggia, Celano-Foggia, Pescasseroli-Candela) nel loro tracciato abruzzese, soffermandosi in particolare sul tratto Centurelle-Motesecco nel territorio di Caporciano. Numerose immagini fotografiche mettono a confronto la situazione attuale con quella passata, testimoniata da un’abbondante cartografia storica. In particolare, nella mostra sono esposte le piante degli Atlanti delle Reintegre, le prime ricognizioni operate fin dal XVI secolo per l’esatta misurazione delle superfici tratturali e delle aree pascolive. Gli stessi temi vengono presentati anche in un racconto filmico: un documentario didattico che ripercorre le fasi fondamentali di lavorazione della lana e del latte. (guliver transumanza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »