Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘trasmissione’

Telemedicina: in Italia la prima trasmissione dati mondiale tra pacemaker e smartphone

Posted by fidest press agency su martedì, 17 aprile 2018

Si chiama Bluesync® ed è il nuovo sistema di comunicazione Bluetooth di Medtronic presentato oggi a Bologna in occasione del Congresso nazionale dell’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione (AIAC). Permette la trasmissione dei dati provenienti da un pacemaker direttamente su smartphone o tablet. Il primo paziente a godere di questa tecnologia a livello mondiale è un italiano in terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT) con dispositivo impiantabile, seguito dall’equipe del dottor Giulio Molon dell’ospedale Sacro Cuore di Negrar in provincia di Verona.
Il tele-monitoraggio a distanza è possibile già da diversi anni grazie al sistema Medtronic CareLink. Un monitor installato presso l’abitazione del paziente che, connesso a internet, permette l’invio dei dati dal pacemaker in modo automatico o manuale, visionabili dal medico tramite un sito web dedicato e protetto. In Italia sono circa 65mila i pazienti a cui ogni anno viene impiantato un pacemaker, il 10% sono controllati in remoto con questa tecnologia.
Oggi, grazie a Bluesync®, il pacemaker può comunicare direttamente e in qualsiasi momento con un’applicazione scaricabile gratuitamente su un dispositivo mobile, tramite un protocollo sicuro e protetto NIST (National Institute of Standard Technology). I dati memorizzati dal dispositivo vengono inviati automaticamente tramite smartphone al cardiologo. Il paziente, inoltre, attraverso la App può avere accesso per la prima volta ad alcune informazioni come lo stato della batteria, l’attività fisica giornaliera e il numero di trasmissioni che invia allo specialista.
Una tecnologia oggetto di studio e di sviluppo da parte di Medtronic negli ultimi cinque anni: progettata per essere parte integrante di tutti i nuovi prodotti, è la prima soluzione disponibile sul mercato capace di gestire in remoto e in maniera completamente automatica e sicura, tramite piattaforma mobile, il paziente portatore di pacemaker.
“Attraverso questa nuova tecnologia si riuscirà a gestire il paziente in remoto in maniera semplice e snella – ha affermato il dottor Giulio Molon, responsabile di Elettrofisiologia dell’ospedale Sacro Cuore di Negrar in provincia di Verona -. Essere coinvolti nella gestione del proprio dispositivo cardiaco impiantabile direttamente dal proprio smartphone o tablet, permette al paziente di sentirsi opportunamente monitorato durante la sua vita quotidiana. Condividendo, infatti, alcuni dati del pacemaker, si potrà avere un individuo sempre più informato e consapevole della propria terapia”.
Il sistema composto da App e tecnologia Bluesync® rappresenta, quindi, il primo passo di Medtronic verso una trasformazione della cura, che si pone l’obiettivo di migliorare la gestione dei pazienti, coinvolgendoli in prima persona nel monitoraggio della propria condizione clinica.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il problema della trasmissione della fede

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 agosto 2017

albero-natale-vaticanoNon è risolvibile soltanto all’interno della comunità cristiana, senza porsi il problema del divenire della società e della sua cultura e delle nostre capacità di orientare questo divenire, nelle sue manifestazioni ma anzitutto nei suoi presupposti e fattori dinamici. Su questo versante la consapevolezza delle trasformazioni culturali e del loro impatto sulla vita e sui processi di costruzione dell’identità personale e sociale sta portando la comunità ecclesiale nel nostro paese a interrogarsi sulla necessità di dare il primato all’evangelizzazione anche e soprattutto nei percorsi di iniziazione alla fede, coinvolgendo in questo radicale ripensamento anche la parrocchia. Ma il Vangelo di Gesù altro non è che il Vangelo che è Gesù. In lui appare a noi il volto di Dio e nel contempo l’uomo è rivelato a se stesso. In lui si rivela e si compie l’umanità nuova, l’uomo nuovo. Non basta quindi ripetere verbalmente la formula del kerygma (“Cristo è morto ed è risorto”) senza un adeguato sforzo di ritraduzione del messaggio e di una sua intelligente e creativa inculturazione. L’irrinunciabile dovere della proposta della Chiesa di dire in Cristo la verità sull’uomo chiede oggi di essere adempiuto mediante un rinnovato e convinto annuncio accompagnato dal dialogo con la cultura odierna (spesso pesantemente condizionata da visioni unilaterali) allo scopo di superare la separazione tra Vangelo e cultura. (Riccardo Alfonso direttore del centro studi religiosi e filosofici della Fidest)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il problema della trasmissione della fede

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 luglio 2017

coranoNon è risolvibile soltanto all’interno della comunità cristiana, senza porsi il problema del divenire della società e della sua cultura e delle nostre capacità di orientare questo divenire, nelle sue manifestazioni ma anzitutto nei suoi presupposti e fattori dinamici. Su questo versante la consapevolezza delle trasformazioni culturali e del loro impatto sulla vita e sui processi di costruzione dell’identità personale e sociale sta portando la comunità ecclesiale nel nostro paese a interrogarsi sulla necessità di dare il primato all’evangelizzazione anche e soprattutto nei percorsi di iniziazione alla fede, coinvolgendo in questo radicale ripensamento anche la parrocchia. Ma il Vangelo di Gesù altro non è che il Vangelo che è Gesù. In lui appare a noi il volto di Dio, e nel contempo l’uomo è rivelato a se stesso. In lui si rivela e si compie l’umanità nuova, l’uomo nuovo. Non basta quindi ripetere verbalmente la formula del kerygma (“Cristo è morto ed è risorto”) senza un adeguato sforzo di ritraduzione del messaggio e di una sua intelligente e creativa inculturazione. L’irrinunciabile dovere della proposta della Chiesa di dire in Cristo la verità sull’uomo chiede oggi di essere adempiuto mediante un rinnovato e convinto annuncio accompagnato dal dialogo con la cultura odierna.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ebola: nuove scoperte sulla trasmissione del virus

Posted by fidest press agency su sabato, 7 gennaio 2017

virus-ebolaPer la prima volta, un gruppo di scienziati internazionali ha identificato alcuni markers della replicazione del virus Ebola (EBOV) nel polmone di un paziente in fase di guarigione dall’infezione. Lo studio è stato condotto dall’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” (INMI) a Roma (Italia), in collaborazione con i colleghi dell’University College a Londra (UK), del Friedrich-Loeffler-Institut Riems (Germania) e dell’Université Laval, Quebec (Canada).
La devastante epidemia di Ebola, che ha colpito l’Africa Occidentale dal 2013 al 2016, ha causato 28,610 casi, tra cui 11,308 morti. La rapida diffusione del virus ha rappresentato una sfida per la sanità pubblica, mai incontrata nelle precedenti epidemie del virus. Le principali preoccupazioni sono state il rischio della trasmissione interumana e definire le reali vie di trasmissione del virus Ebola. Gli studi sui pazienti affetti da malattia da virus Ebola evacuati in Europa e negli USA hanno suggerito l’idea che Ebola possa provocare danni ai polmoni, anche se ancora mancano prove reali della capacità del virus di replicare in questo organo.
Lo studio effettuato da Biava et al. e pubblicato il 5 Gennaio 2017 sulla rivista scientifica PLOS Pathogens indaga riguardo la presenza del materiale genetico del virus Ebola nei polmoni e nel sangue, durante il trattamento e la guarigione di un operatore sanitario, evacuato dall’Africa Occidentale e trattato a Roma, in Italia. Il paziente ha mostrato una persistenza dei markers di replicazione virale all’interno del tratto respiratorio. I ricercatori hanno monitorato i livelli degli RNA viralidi Ebola (RNA a polarità positiva e RNA a polarità negativa), già precedentemente associati con la replicazione virale, e li hanno comparati con i livelli presenti nel sangue. Hanno scoperto che l’RNA virale e i markers di replicazione virale permangono nel polmone fino a 5 giorni dopo la loro eliminazione dal sangue. Questi risultati suggeriscono la possibilità che Ebola replichi nell’apparato respiratorio. E’ possibile che i polmoni forniscano semplicemente un ambiente protetto all’interno del quale l’RNA virale può resistere più a lungo rispetto a quanto osservato nel sangue, anche se gli scienziati scartano fortemente questa ipotesi in quanto hanno evidenziato la presenza dell’RNA virale totale e di entrambi i markers di replicazione, sostenendo l’ipotesi di una replicazione virale attiva.
L’autore Giuseppe Ippolito, dell’INMI ha detto: “Questi risultati suggeriscono un ruolo importante del tratto respiratorio nella patogenesi della malattia da virus Ebola e potrebbero avere nuove implicazioni nelle procedure di prevenzione e nelle misure di controllo, specialmente per gli operatori sanitari e le famiglie, i quali sono i primi a fornire cure dirette e indirette ai pazienti affetti dal virus. Inoltre, aumentano anche le preoccupazioni riguardo al rischio della trasmissione interumana e al bisogno di ridisegnare le misure di prevenzione.”Il coautore, professore Alimuddin Zumla dell’University College di Londra ha dichiarato che “queste scoperte sono significative e potrebbero spiegare la rapida diffusione del virus durante l’epidemia, come anche quei cluster che sono stati notificati e per i quali non è stata identificata nessuna catena di trasmissione”. Ha inoltre aggiunto che “ulteriori studi saranno necessari per comprendere al meglio il ruolo di EBOV nella patologia del polmone, e il ruolo specifico della trasmissione tramite aerosol. Le mancate opportunità di ricerca durante l’epidemia del virus evidenziano il bisogno critico di finanziatori e di governi che siano in grado di costruire e implementare le capacità degli operatori sanitari e dei ricercatori al fine di condurre ricerca di base, ricerca sulla patogenesi e trial clinici durante le epidemie.” Secondo l’opinione del professor Gary Kobinger, co-autore dell’Université Laval in Quebec, Canada: “Questi risultati hanno necessariamente bisogno di ulteriori ricerche sulla patogenesi dell’infezione da EBOV nell’uomo, mirate a identificare e sviluppare le appropriate misure di intervento per migliorare gli esiti dei trattamenti.”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasmissione Porta a Porta: Vespa nella bufera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 giugno 2016

Bruno VespaIl presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha presentato un’interrogazione al presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico, in merito ad alcuni episodi avvenuti durante la puntata speciale del programma “Porta a Porta”, andata in onda su Rai Uno lo scorso 23 giungo per commentare i risultati del referendum sulla Brexit.
“Il conduttore della trasmissione Bruno Vespa – scrive il capogruppo azzurro a Montecitorio – non ha tenuto conto dei princìpi cardine su cui dovrebbe basarsi il servizio pubblico radiotelevisivo, cioè la correttezza, la completezza, l’imparzialità e il pluralismo dell’informazione, e non ha rispettato alcuna deontologia professionale, riguardo agli ospiti politici, presenti in trasmissione”.
“In particolare, il conduttore non ha presentato correttamente il finanziere Davide Serra, omettendo di dichiarare la sua vicinanza al premier Renzi. Ne è scaturito uno scontro nel quale il giornalista Vespa, mancando completamente di rispetto al sottoscritto, ospite della trasmissione, dichiarava quanto segue: ‘Onorevole Brunetta sta impazzendo? Sta parlando una persona, stia al suo posto … lei non ha il diritto…, che titolo ha…, chi è lei per decidere chi parla e chi no…?!’. Il sottoscritto aveva semplicemente rilevato che il conduttore non aveva evidenziato la vicinanza politica al premier Renzi del finanziere Davide Serra (suo finanziatore, relatore in varie edizioni della Leopolda e consulente finanziario molto discusso), chiedendo quindi a Vespa una maggior trasparenza e chiarezza in tal senso, nei confronti del pubblico. Vespa ha ulteriormente replicato, offendendo il sottoscritto e parlando di ‘propaganda politica’, quando invece, il suo comportamento è stato in completa violazione delle più elementari norme proprie della deontologia giornalistica, oltreché del buonsenso”.
“La senatrice Barbara Lezzi del M5S, interrotta nel suo intervento dal direttore del Tg1 Orfeo, lo definiva direttore di Pd1. Orfeo, chiedeva sostanzialmente a Vespa di essere difeso; a quel punto il conduttore si avvicinava alla postazione di Orfeo, affermando, ‘Che devo fare? La prendo a schiaffi?’. Si sono verificati una serie di comportamenti inaccettabili da parte del conduttore, completamente irrispettosi degli ospiti presenti in studio e in violazione dei princìpi, già richiamati, di pluralismo, imparzialità e completezza dell’informazione”.
Il presidente dei deputati azzurri chiede di sapere se i vertici Rai (Campo Dall’Orto e Maggioni) siano a conoscenza dei fatti esposti e se non ritengano urgente fornire gli opportuni chiarimenti circa la gestione della puntata in questione di ‘Porta a Porta’, anche attraverso un’audizione del giornalista Rai Bruno Vespa presso la Commissione parlamentare di vigilanza, organo di controllo del servizio pubblico radiotelevisivo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Geronimo Stilton” arriva sugli schermi della televisione pubblica spagnola

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2015

geronimoGeronimo Stilton – brand di proprietà di Atlantyca Entertainment, rafforza la sua presenza in Spagna grazie a due importanti accordi. La società, infatti, ha firmato con la tv pubblica spagnola TVE la cessione dei diritti di trasmissione televisiva di 78 episodi x 22 minuti della famosa serie animata Geronimo Stilton. TVE ha acquisito le prime due stagioni ed ha inoltre pre- acquisito i diritti per l’attesissima terza stagione, intitolata “Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton” (26 episodi x 22 minuti). Oltre a questo accordo, primo tra Atlantyca e TVE, è stato siglato anche quello con la tv catalana TV3, la quale oltre a rinnovare le stagioni 1 e 2 e ha anch’essa pre- acquisito Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton.“Questo accordo è particolarmente importante per noi dato il vasto e fedelissimo pubblico di lettori dei libri di Geronimo Stilton in Spagna”, afferma Pedro Citaristi, Sales Manager, Atlantyca Entertainment. “Abbiamo desiderato a lungo avere TVE tra i nostri broadcasting partners. Non poteva esserci una condizione migliore che avere sia TVE sia TV3 a bordo per Le Nuove avventure di Geronimo Stilton, una partnership perfetta. Non vediamo l’ora di lavorare con TVE e TV3 per poter portare al nostro giovane pubblico tutto il divertimento che Geronimo può offrire.”Le Nuove avventure di Geronimo Stilton verrà lanciata in contemporanea in ottobre 2016 sul seguitissimo canale per bambini Clan TVE e su Super 3, canale tematico di TV3.
Le stagioni 1 e 2 sono state vendute in oltre 130 paesi, con licenze a importanti broadcasters quali RAI, France Television, M6, KIKA, Cartoon Network, Nickelodeon, Channel 1 Russia, Al Jazeera, Network 10 (Australia e Nuova Zelanda) e Universal Pictures. Sono intanto aperte anche le prevendite per la imminente Le Nuove Avventure di Geronimo Stilton, una co-produzione con la francese Superprod con la partecipazione di RAI e di France Television, includono ARD e Kika (Germania), Nickelodeon per Belgio e Olanda e Canal Panda per il Portogallo. La nuova serie attualmente in produzione, prevede nuove storyline più rapide e costanti avventuredel famoso topo-giornalista,Geronimo Stilton.
Ispirata dalla famosa collana di libri, la serie animata “Geronimo Stilton”, lanciata nel 2008, ruota attorno alla vita e alle avventure del famoso giornalista Geronimo Stilton, topo erudito e incorreggibile pasticcione, direttore dell’Eco del Roditore. I libri, di grande successo, sono pubblicati in spagna da Planeta (in castigliano) e da Grup 62(in catalano). Ad oggi sono stati venduti 13 milioni di libri in castigliano e 2,1 milioni in catalano.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coagulopatie congenite

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 aprile 2015

emofilia-geneticaL’emofilia è una malattia rara la cui diagnosi è generalmente posta in età pediatrica o nel periodo prenatale (in caso di familiarità nota), che colpisce quasi esclusivamente il sesso maschile, mentre la malattia di von Willebrand colpisce prevalentemente il sesso femminile.Ammontano a 400 milioni di euro i costi sostenuti annualmente dal Sistema Sanitario Nazionale per il trattamento delle due patologie, caratterizzate da mutazioni genetiche responsabili di una ridotta o assente sintesi di alcuni fattori della coagulazione. Le persone affette, a seguito di traumi anche lievi, potrebbero avere importanti perdite di sangue, intra o extra corporee.
Ad oggi le uniche terapie possibili sono quelle sostitutive, in grado cioè di fornire o supplementare il fattore della coagulazione mancante. Questi farmaci, a somministrazione esclusivamente endovenosa, devono essere infusi con un’alta frequenza di somministrazione (2 o 3 volte a settimana in caso di profilassi, tutti i giorni e ad alto dosaggio in caso di immunotolleranza) rendendo assolutamente necessaria l’autogestione della terapia da parte del Paziente e dei suoi familiari.“Le difficoltà di somministrazione della terapia che presenta un’elevata complessità, spesso associate a disagio emotivo e sociale, fanno sì che queste patologie condizionino l’intero nucleo familiare – commenta Maurizio Pèrcopo, Amministratore Delegato di Domedica –. Soprattutto la gestione dei pazienti pediatrici, rende particolarmente necessario il supporto continuativo alla famiglia da parte di personale infermieristico specializzato nell’approccio all’età pediatrica e nella gestione domiciliare delle cure”.L’obiettivo dei nostri programmi di Integrated Health Care è rendere autonomi pazienti e caregivers nella corretta gestione del loro trattamento, nell’aderenza al piano terapeutico prescritto dallo specialista, nel mantenimento del corretto stile di vita”.Figura centrale è l’ematologo, che spiega le finalità del servizio e affida all’infermiere Domedica la gestione del paziente a domicilio. Soprattutto ai pazienti pediatrici, vengono dedicate visite della durata di due/tre ore erogate spesso in orari particolari come il mattino molto presto, per garantire che il bambino sia coperto dall’effetto della terapia durante la giornata di scuola.L’infermiere instaura una relazione di gioco ed educazione sia col piccolo paziente che con i familiari, seguendo in prima persona tutte le fasi dell’approccio alla terapia: dalla preparazione del farmaco al reperimento dell’accesso venoso, dalla somministrazione allo smaltimento dei rifiuti.Per i pazienti adolescenti e adulti l’obiettivo è il raggiungimento dell’autonomia: la frequenza delle visite domiciliari è molto alta nella prima fase, per poi allentarsi al progressivo raggiungimento della capacità di autogestione, sia della terapia che dei piccoli problemi quotidiani. Il raggiungimento di questo obiettivo rappresenta un momento significativo nella vita di questi pazienti e delle loro famiglie. In ogni caso gli infermieri effettuano periodicamente visite domiciliari di controllo a garanzia della corretta gestione della terapia nel tempo, così come il Contact Centre Domedica è sempre a disposizione dei pazienti e dei Centri Clinici per ogni necessità di supporto.Domedica gestisce anche situazioni particolari, nelle quali, spesso per motivi psicologici e sociali, il raggiungimento dell’autonomia non è possibile: è questo il caso di una paziente con malattia di Von Willebrand alla quale viene somministrata l’infusione dall’infermiere Domedica tutti i mesi a domicilio, due volte al giorno, durante il periodo mestruale. Prima che l’ematologo inoltrasse a Domedica richiesta di supporto specifico, la paziente si recava tutte le volte in ospedale per ricevere la terapia.“Il Sistema Domedica – prosegue Maurizio Pèrcopo – rappresenta un modello virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato, focalizzato al miglioramento della qualità di vita dei pazienti e all’ampliamento sul territorio della capacità di assistenza dei Centri Clinici. Dal 2005 Domedica ha operato in 20 aree terapeutiche, tra cui: neurologia, endocrinologia, ematologia, cardiovascolare, reumatologia, malattie rare e supporto domiciliare alla nutrizione parenterale”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si vede che in me c’è qualcosa che non va

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 luglio 2011

Lettera al direttore. “Chi la visto?” (Rai 3): 4.196.000 spettatori, pari a 19,86% di share. Si farà una puntata più del previsto. E Federica Sciarelli, bella e sempre mestamente sorridente, è tutta soddisfatta per il successo, e ieri sera è stata persino invitata a Linea Notte Estate (sempre Rai 3). Così brava, e poi donna, la si può mai criticare di condurre una trasmissione che non ha rispetto per le donne straziate, violentate, uccise? Come una litania, un rosario, un mantra, il racconto illustrato, ben illustrato, di come le donne, spesso ragazzine, vengano uccise, di come s’infierisca sul loro corpo, si ripete in ogni trasmissione ineluttabilmente, senza misericordia. A raccontare, mentre si mostrano particolari raccapriccianti, è un giornalista dalla voce calda suadente, quasi allettante, il quale ogni tanto, per far vedere che prova pena per la vittima, intercala un “poveretta”. Ieri ho girato canale appena ho visto che cominciava l’allegro racconto, ma faccio male, lo so che faccio male, non posso essere diversa da milioni di spettatori. Si vede che in me c’è qualcosa che non va. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Miss Italia nel mondo

Posted by fidest press agency su domenica, 3 luglio 2011

Reggio Calabria. «Abbiamo voluto ospitare Miss Italia nel Mondo perché è una manifestazione che per noi riveste un grande significato. Sono tanti gli italiani residenti all’estero che seguono la trasmissione. Vogliamo raggiungere anche loro e promuovere la nostra terra non solo a livello nazionale ma anche sul piano internazionale», ha detto il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti in apertura della conferenza stampa di questa mattina al Palazzo Campanella di Reggio Calabria. «L’evento trasmetterà sicuramente un messaggio positivo della nostra terra. – ha concluso Scopelliti – Questo è un punto di partenza per la nostra Regione, che ospita una manifestazione finora svoltasi oltre la linea del Po». «Installeremo diversi maxischermi sul Lungomare per permettere anche a chi non riesce ad entrare nell’Arena di seguire la trasmissione: alcuni saranno posizionati nei quattro Lidi mentre uno sarà a Piazza Indipendenza (Rosa dei Venti)», ha detto il sindaco di Reggio Calabria Demetrio Arena che ha poi ringraziato Patrizia Mirigliani. «La sua decisione di tornare in Calabria è stata molto apprezzata. La nostra città è felice di accogliere una manifestazione che sicuramente ci può dare un ritorno importante in termini di visibilità. A chi ci critica per aver speso soldi per Miss Italia nel Mondo ribadiamo che non è una spesa ma un investimento». La patron del Concorso, da parte sua, ha esordito omaggiando la regione dove è nato suo padre. «Che bel ritorno al Sud! Che bel ritorno in Calabria!», ha detto. «Ero venuta qui come figlia di Enzo Mirigliani ed oggi ci torno come nuova patron, anche se nel mio cuore è lui l’unico patron del concorso». La Mirigliani ha ringraziato poi l’Onorevole Lella Golfo, impegnata nella questione delle quote rosa e presente alla conferenza stampa perché calabrese ed amica del Concorso. Infine, un omaggio della patron alla città di Reggio Calabria, per le bellezze del territorio e per la forte concentrazione di gioventù che il capoluogo vanta. «Faccio i complimenti al sindaco di Reggio Calabria perché ho trovato questa città molto moderna e piena di giovani. Sarà una deformazione professionale, ma ho incontrato bellissime ragazze, degne di Miss Italia, passeggiando sul Lungomare». Il capostruttura di Raiuno, Antonio Azzalini, ha illustrato il minuzioso lavoro svolto dalla Rai nelle settimane passate: «Abbiamo cercato di promuovere il più possibile regione Calabria. – ha detto – La Rai ha impegnato nelle riprese del territorio 120 troupe». Kimberly Castillo Mota, Miss Italia nel Mondo 2011, ha chiuso la conferenza stampa ringraziando tutti gli italiani per l’affetto dimostratole nell’anno in cui è stata ambasciatrice della bellezza all’estero e ha lanciando un grosso in bocca al lupo alla prossima reginetta, che rappresenterà a testa alta tutti i nostri connazionali sparsi per il mondo.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’infedele su La sette

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 giugno 2011

Milano 20 giugno “L’Infedele” parlerà della situazione politica dopo Pontida, il terremoto della nuova inchiesta che ha coinvolto il potere dei palazzi romani con l’arresto di Luigi Bisignani e l’importanza del movimento femminile per l’inizio del cambiamento. La trasmissione sarà realizzata in diretta il giorno lunedì 20 giugno alle ore 21:10 presso gli studi televisivi INTERACTIVE in Via Feltre 17, Milano.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Elezioni amministrative”

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 maggio 2011

Description unavailable

Image by Simone Ramella via Flickr

Milano 16 maggio l’Infedele nella puntata di lunedì parlerà di “Elezioni amministrative” La trasmissione sarà realizzata in diretta il giorno lunedì 16 maggio alle ore 21:10 presso gli studi televisivi INTERACTIVE in Via Feltre 17,Milano (fermata UDINE, linea verde). La convocazione è prevista alle ore 20:00.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Molisani per trasmissione su Canale 5

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 maggio 2011

Nell’ambito della costruzione del nuovo gioco a premi di Canale 5 che prenderà il via il prossimo settembre con la conduzione di Paolo Bonolis, la produzione è alla ricerca di persone che interpretino perfettamente la lingua dialettale di origine. Insomma si cercano soggetti che sappiano parlare perfettamente il proprio dialetto, in quanto il gioco verterà proprio sull’individuazione della “parlata” di origine. Alcune di queste persone verranno scelte in rappresentanza delle varie regioni italiane e saranno parte attiva del gioco enunciando frasi in dialetto di cui i concorrenti dovranno decifrare significato e appartenenza geografica. La ricerca è indirizzata a maggiorenni donne e uomini. I provini si svolgono a Roma, in zona Prati. La ricerca verte soprattutto sulle persone originarie di piccole regioni, quindi Val d’Aosta, Umbria, Molise e Basilicata, in quanto più difficili da reperire. Chi fosse interessato può inviare una mail a: info@forchecaudine.it. L’associazione “Forche Caudine”, dei molisani a Roma, fa soltanto da tramite tra la produzione e il pubblico molisano, girando quindi i contatti ricevuti ai selezionatori.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’intelligenza di Giuliano Ferrara

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2011

Lettera al direttore. Che bella notizia!  Giuliano Ferrara, tornerà presto in Rai. Dovrebbero essere contenti i telespettatori di Rai1, e soprattutto le telespettatrici. Giuliano Ferrara, infatti, è un giornalista intelligente. Come non ricordare le sue battaglie intelligenti e i suoi discorsi intelligenti? Nel 2005 si batté strenuamente a difesa della “libertà” degli embrioni, a scapito della libertà delle donne. Nel mese di novembre dello stesso anno, durante la trasmissione Matrix, affermò per ben tre volte che l’aborto è uno schifo, il che significa che le donne le quali, magari per disperazione, per necessità, abortiscono, fanno una cosa schifosa e quindi fanno schifo. Intelligente e raffinato, Giuliano Ferrara. Poi aggiunse: “Partorire è salute della donna, abortire è malattia”. Profondità difficilmente raggiungibile. Consapevole del suo valore, il 23 aprile del 2006, nella trasmissione Report, poiché un giornalista gli faceva notare che percepiva uno stipendio suppergiù uguale a quello di Antonio Padellaro, replicava: «Ma io valgo di più di Antonio Padellaro; io sono Giuliano Ferrara!». Intelligente, raffinato, modesto. Il 27 settembre 2006, durante la trasmissione Otto e mezzo, poiché si parlava di accanimento terapeutico, chiese a Rodotà se la sofferenza secondo lui aveva un senso, quasi come se un’eventuale legge su questa materia, dovesse dipendere dal senso della sofferenza: se stabiliamo che la sofferenza di un malato terminale ha senso, ce ne laviamo le mani, altrimenti provvediamo a fare una legge che possa permettergli di porre fine al suo tormento. Il 14 febbraio 2007, nella trasmissione Otto e mezzo, affermò che reputare l’omosessualità peccato, è cosa da non scandalizzare giacché il termine peccato è presente nel nostro vocabolario. Nel dicembre dello stesso anno propose una moratoria universale sull’aborto. Giuliano Ferrara è un giornalista intelligente. Lo dicono tutti. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Radio 24: Iva Zanicchi a L’Infedele

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

“Ero a disagio perché fin dall’inizio della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e un pò becero. Sono rimasta per difenderlo. Io credo in Berlusconi” “Gad Lerner è certamente un bravissimo giornalista però ieri ero a disagio perché fin dall’inizio, dal primo minuto della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e quando Berlusconi mi ha invitato ad uscire ho pensato che fosse opportuno rimanere li e fare il mio dovere fino in fondo per poter ribattere a quelle accuse incredibili.” Così Iva Zanicchi risponde a Radio 24 sulla sua presenza di ieri sera alla trasmissione L’ Infedele e sulle offese di Berlusconi, e continua: “Il Presidente è certamente esasperato dagli attacchi di questi giorni ma l’atmosfera in studio era eccessiva e si è parlato di bordello. Tutti oggi si atteggiano da moralisti però estrapolare alcune frasi del Cardinale Bagnasco e sbatterle contro Berlusconi anche questo è scorretto e non è vero. Io credo in Berlusconi e aspettiamo a giudicare. Io non frequento personalmente Berlusconi perché preferirà frequentare donne belle e giovani che una babbiona vecchia come me, la sua casa è aperta a tutti e se negli ultimi tempi avessi frequentato la casa di Arcore gli avrei dato dei buoni consigli per evitargli di fare certe cose “. Alla domanda se secondo la cantante il modello Berlusconi sia un cattivo esempio per i giovani, risponde: “Credo che sia sbagliato indagare e guardare cosa fa una persona in casa propria: non voglio sapere cosa fa Vendola a letto come ci va e con chi lo fa!” Sulla prostituzione: “La prostituzione è deprecabile ma attendiamo perché è sbagliato giudicare prima di capire e credo che non abbia fatto nulla di male, non credo penalmente”. Sulla telefonata in questura di Milano per Ruby: ” Io non l’avrei mai fatta ma chi conosce Berlusconi sa, come ieri sera, che è un uomo così e se avesse riflettuto non l’avrebbe fatta quella telefonata. In ogni caso Berlusconi telefonando in questura non ha imposto nulla, non ha fatto pressioni. Ha solo detto che c’era quella ragazza, che poteva essere la nipote di … tutto qui. Io conosco Berlusconi e ho lavorato con lui per 25 anni ed era amatissimo da tutti. Un uomo non può essere cambiato cosi: è solo sotto pressione.” (Maria Luisa Chioda) “Ero a disagio perché fin dall’inizio della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e un pò becero. Sono rimasta per difenderlo. Io credo in Berlusconi” “Gad Lerner è certamente un bravissimo giornalista però ieri ero a disagio perché fin dall’inizio, dal primo minuto della trasmissione è stato un continuo attacco immediato e quando Berlusconi mi ha invitato ad uscire ho pensato che fosse opportuno rimanere li e fare il mio dovere fino in fondo per poter ribattere a quelle accuse incredibili.” Così Iva Zanicchi risponde a Radio 24 sulla sua presenza di ieri sera alla trasmissione L’ Infedele e sulle offese di Berlusconi,  e continua: “Il Presidente è certamente esasperato dagli attacchi di questi giorni ma l’atmosfera in studio era eccessiva e si è parlato di bordello. Tutti oggi si atteggiano da moralisti però estrapolare alcune frasi del Cardinale Bagnasco e sbatterle contro Berlusconi anche questo è scorretto e non è vero. Io credo in Berlusconi e aspettiamo a giudicare. Io non frequento personalmente Berlusconi perché preferirà frequentare donne belle e giovani che una babbiona vecchia come me, la sua casa è aperta a tutti e se negli ultimi tempi avessi  frequentato la casa di Arcore gli avrei dato dei buoni consigli per evitargli di fare certe cose “. Alla domanda se secondo la cantante il modello Berlusconi sia un cattivo esempio per i giovani, risponde: “Credo che sia sbagliato indagare e guardare cosa fa una persona in casa propria: non voglio sapere cosa fa Vendola a letto come ci va e con chi lo fa!” Sulla prostituzione: “La prostituzione è deprecabile ma attendiamo perché è sbagliato giudicare prima di capire e credo che non abbia fatto nulla di male, non credo penalmente”.  Sulla telefonata in questura  di Milano per Ruby: ” Io non l’avrei mai fatta ma chi conosce Berlusconi sa, come ieri sera, che è un uomo così e se avesse riflettuto non l’avrebbe fatta quella telefonata. In ogni caso Berlusconi telefonando in questura non ha imposto nulla, non ha fatto pressioni. Ha solo detto che c’era quella ragazza, che poteva essere la nipote di …  tutto qui. Io conosco Berlusconi  e ho lavorato con lui per 25 anni ed era amatissimo da tutti.  Un uomo non può essere cambiato cosi: è solo sotto pressione.” (Maria Luisa Chioda)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No limits: nuova puntata

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 gennaio 2011

19 gennaio, alle ore 21 su Gold Tv va in onda la quattordicesima puntata di “No Limits – Sportivamente Abili”, la trasmissione dedicata allo sport paralimpico, a cura della Redazione di Sociale.it, della Cooperativa integrata Tandem, del Cip e di Roma Salute News, grazie al contributo della Presidenza del Consiglio del Lazio.  L’argomento principale sarà ancora il Basket in carrozzina, con la presenza in studio di Fernando Zappìle, presidente nazionale della FISPIC. Si commenteranno le partite del weekend, di A1 e A2, e si parlerà della situazione di tutto il movimento sportivo, con le immagini dai campi ed ulteriori collegamenti telefonici. Inoltre, in studio Carla Martella de “il Cavallino rosso”, agriturismo di Pavona dove si fa anche attività di ippoterapia.
Sono previsti l’intervento Maria Teresa Diodati del Presidio del Lazio, che presenterà la nuova guida allegata su accessibilità nei Castelli Romani, ed il consueto contributo di Daniela Orlandi sull’organizzazione delle Olimpiadi/Paralimpiadi di Londra 2012. Infine saranno date tutte le notizie sulle principali attività della settimana legate agli sport paralimpici a livello regionale e nazionale.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Speciale No Limits. Sportivamente Abili

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 dicembre 2010

Mercoledì 22 dicembre andrà in onda, alle ore 21.00, una puntata speciale di “No Limits – Sportivamente Abili”, la trasmissione di Gold Tv dedicata allo sport paralimpico laziale e nazionale, che vede la collaborazione della Redazione di Sociale.it, della Cooperativa integrata Tandem, del Cip e di Roma Salute News, grazie al contributo della Presidenza di Consiglio del Lazio. La trasmissione, organizzata in occasione delle festività natalizie, consisterà in una miscellanea dei più interessanti servizi ed interviste realizzate dalla nostra Redazione sugli argomenti più di attualità quest’anno per il movimento paralimpico. I frammenti saranno accompagnati ed uniti da immagini delle varie discipline e dai consueti spot per la promozione del settore e dell’accessibilità. Questi saranno gli argomenti trattati: l’inizio della prima puntata con la Conferenza stampa di presentazione della trasmissione con intervista a Mario Abbruzzese (pres. Consiglio Regionale Lazio); ) Le interviste, girate in occasione della giornata dello Sport Paralimpico, al presidente del Cip Nazionale Pancalli, alle ‘madrine’ Maria Grazia Cucinotta ed Annalisa Minetti e agli atleti, tra cui la campionessa di nuoto Cecilia Camellini. Inoltre andranno in onda un servizio sul CICO FORMIA 2010 (vela) e gli interventi in trasmissione del giocatore di basket in carrozzina Brad Ness (Lottomatica Elecom), di Roberto Valori (pres. FINP) e di Marco Ferrazza (giocatore Thunder Roma – hockey in carrozzina). Vi sarà anche il servizio sul derby di basket in carrozzina Santa Lucia-Lottomatica Elecom, con intervento in trasmissione di Matteo Cavagnini (giocatore Santa Lucia)Infine si parlerà dei recenti “Premi CIP Lazio 2010”, con lo scorso intervento in trasmissione del presidente del CIP Lazio Pasquale Barone ed alcune immagini ed interviste realizzate nel corso della manifestazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La libertà è vita

Posted by fidest press agency su domenica, 28 novembre 2010

Lettera al direttore. Un mio nipotino una volta protestò vivacemente, sentendo un noto cantante in una trasmissione televisiva, fare gli elogi della Roma. “Perché non parlano anche della Lazio?”. Gli spiegai: “Non devi avertela a male. Nessuno impedisce ad un’altra trasmissione d’invitare un noto personaggio che parli bene della tua squadra”. Ma non sembrava molto convinto. L’episodio mi è tornato alla mente sentendo in questi giorni le proteste delle associazioni “per la vita”, che pretendono di partecipare alla trasmissione di Fazio e Saviano.  Il bambino però doveva avere, allora, cinque anni. Un’età in cui si ha necessità di spiegazioni. Ho l’impressione che anche i signori che protestano abbiano bisogno di spiegazioni. Innanzi tutto devono sapere che tutti, indistintamente, sono a favore della vita. Anche Welby era a favore della vita. Anche il papà di Eluana Englaro era a favore della vita. La distinzione non è tra chi è a favore della vita, e chi è contro la vita. La distinzione è un’altra. Per comprenderla,  è necessario non parlare della vita, bensì della persona, della libertà della persona. Libertà che per alcuni s’identifica con la vita stessa. Allora la differenza appare evidente. Alcuni vogliono il rispetto totale di un principio (l’inviolabilità della vita), altri vogliono il rispetto totale della persona, della sua libertà. La tutela della vita ad ogni costo può andare a scapito della persona; la tutela della persona può andare a scapito della vita, ma di quale vita? Solo ed unicamente della vita di colui che la rifiuta; di colui al quale in qualche modo la vita già è stata negata. Quando si discute di problemi che riguardano malati in preda a terribili sofferenze, parlare della vita in genere, anziché delle persone, è un grave errore. E’ mancanza di rispetto verso queste ultime. Per ogni individuo, infatti, la propria vita può avere un senso e può non averlo, e nessuno può decidere per lui quale senso darle. Ma c’è anche un’altra distinzione da fare: chi sostiene il totale rispetto della persona, non pretende d’imporre agli altri il proprio punto di vista. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prima trasmissione su sport e disabilità

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 ottobre 2010

“No limits – Sportivamente abili, una finestra in tv”: questo il titolo della trasmissione che per i prossimi mercoledì, con inizio alle ore 21, prenderà il via su Gold  Tv. “Un progetto ambizioso”, ha affermato il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese. “Sarà La prima trasmissione tv nel Lazio interamente dedicata al mondo sportivo delle persone con disabilità”. Il progetto – che ha ricevuto un contributo da parte della Presidenza del Consiglio regionale e il patrocinio del Cip (Comitato Italiano Paralimpico) – è stato illustrato questa mattina all’interno della Sala dell’Ufficio di Presidenza di via della Pisana, a Roma. Alla conferenza stampa di presentazione, oltre ad Abbruzzese, hanno preso parte il presidente della Cooperativa “Tandem”, Giovanni Sansone, il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Pasquale Barone, e Maurizio Marotta, presidente del consorzio sociale “Gruppo Darco”. A moderare l’incontro è stato Tiziano Battisti, direttore editoriale di Roma Salute News. (sportivamente abili)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Radio2 Supermax

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 ottobre 2010

Roma 6 ottobre ore 10.45 Sala B via Asiago, 10 Presentazione di Radio2 Supermax con Max Giusti e Francesca Zanni Regia di Marco Lolli Il nuovo varietà, rigorosamente dal vivo, riapre le porte  di Radio 2 al grande pubblico. Al termine della trasmissione, ore 12.30 circa, incontro con i conduttori e il Direttore di Radio 2 Flavio Mucciante In onda dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 12.30 su Radio 2

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Coisp e un ministro infuriato

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 ottobre 2010

il Sindacato Indipendente di Polizia, per bocca del suo Segretario Generale Franco Maccari, commenta l’aggressione verbale del ministro della Difesa La Russa nei confronti del Segretario Generale Aggiunto del Sindacato Coisp, Domenico Pianese, nel corso della trasmissione Annozero. Non ha tollerato che gli si dicesse apertamente che “Questo Governo ha costruito le sue politiche della Sicurezza solo sulla propaganda, raccontando un cumulo di menzogne ai cittadini”. “Pur di non far sapere – aggiunge Maccari – agli italiani che i presidi di polizia sul territorio sono al collasso, che mancano i soldi per il carburante delle Volanti, che gli Agenti sono costretti a comprare la carta per le fotocopie!” “La verità – continua Maccari – è che questo Governo sa bene di aver tradito le promesse fatte in campagna elettorale ai cittadini e alle stesse Forze dell’Ordine, ma non riesce ad accettare di essere sbugiardato! Per questo le sagome dei poliziotti pugnalati alle spalle, che sono diventate il simbolo della protesta di tutte le Forze di Polizia, fanno saltare i nervi ai Ministri. Prima è toccato a Maroni e Brunetta. Ora persino il sempre composto La Russa ha rischiato di essere soffocato da un embolo quando, alla vista di Pianese, è stato colto da una crisi di rabbia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »