Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 255

Posts Tagged ‘trasporti’

Trasporti: è il passeggero a scegliere voucher o rimborso

Posted by fidest press agency su martedì, 28 luglio 2020

Per il presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti (Art) Andrea Camanzi, la scelta tra voucher o rimborso in caso di cancellazione del viaggio è nella esclusiva disponibilità del passeggero.”Una bocciatura clamorosa ed una vittoria dei consumatori. Ora il ministro Franceschini, il fautore dei voucher, si deve dimettere” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Anche L’Autorità dei trasporti, esattamente come l’Antitrust, ha dichiarato che interverrà per garantire la concreta applicazione dei diritti di fonte europea disapplicando, ove necessario, la norma nazionale in contrasto. Un conflitto istituzionale senza precedenti, che vede le Authority, Antitrust ed Art, da una parte e Governo e Parlamento dall’altro. Per non parlare dell’apertura di una procedura d’infrazione dell’Ue. Insomma, peggio di così non si può” prosegue Dona.”Era evidente fin dall’inizio che la normativa italiana, per quanto ritenuta impropriamente di applicazione necessaria, non poteva derogare a quella europea. Per questo, fin dal 4 marzo, abbiamo scritto al ministro del Turismo, chiedendogli di rivedere questa regola assurda dei voucher, controproducente per le stesse agenzie di viaggio, visto che nessuno prenota un viaggio non obbligatorio se poi, in caso di annullamento, non può riavere i soldi. Ma non c’è stato verso! Ora, il ministro Franceschini dovrebbe prendere atto di questo autogol e rassegnare le sue dimissioni” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’efficienza energetica nei trasporti e il ruolo della PA

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2020

Il settore dei trasporti in Italia pesa per il 32,4% del consumo energetico nazionale: circa l’83% riguarda il trasporto stradale (sia merci che passeggeri), il resto l’aviazione, la navigazione e le ferrovie. Negli ultimi 10 anni si è registrata una riduzione di circa il 10% dei consumi totali, rappresentati per il 91,8% da prodotti petroliferi; seguono FER (3,7%), gas naturale (2,8%) ed energia elettrica prodotta da fonti fossili (1,6%). Il trasporto pubblico locale impiega circa 124.000 addetti in 930 aziende, ha un fatturato annuo di 12 miliardi di euro (ricavi da traffico e contributi pubblici) e trasporta 5,4 miliardi di passeggeri, oltre 15 milioni al giorno: analizzandone i consumi energetici, si vede che essi rappresentano circa l’1% del totale con 308 ktep, mentre il trasporto a lunga percorrenza pesa per il 14% (2.400 ktep). Negli ultimi anni si sta assistendo a una graduale sostituzione dei veicoli più obsoleti con mezzi a più ecologici. Tuttavia, la quota di autobus che utilizzano combustibili ad alto livello di emissioni resta la più alta sia in ambito urbano che extraurbano. Sono molte le potenzialità di intervento e riguardano, più che i veicoli, le infrastrutture: gli investimenti stanziati al 2033 sono 22,7 miliardi di euro, il 60% dei quali per lo sviluppo delle infrastrutture metropolitane, tranviarie e per il trasporto rapido di massa, con la creazione attesa di 110.000 posti di lavoro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settore dei trasporti per vie navigabili dell’UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2020

Il 5 giugno, il Consiglio dei ministri dei trasporti ha adottato le sue conclusioni su “Settore dei trasporti per vie navigabili dell’UE – Prospettive future: verso un settore dei trasporti per vie navigabili dell’UE neutro in termini di emissioni di Co2, senza incidenti, automatizzato e competitivo”. Questa decisione approva la Dichiarazione di Opatija adottata a livello politico l’11 marzo 2020.
Tuttavia, i progressi verso tale visione si sono arrestati dall’inizio della pandemia di COVID-19, che ha colpito l’intera industria marittima in Europa e nel resto del mondo. Nonostante le varie difficoltà che la crisi ha creato, come la mancanza di cambiamenti dell’equipaggio e problemi di liquidità, le aziende e i dipendenti continuano a lavorare per garantire che le catene di approvvigionamento rimangano in funzione. Le conclusioni del Consiglio hanno inoltre messo in luce il lavoro essenziale svolto dai marittimi per mantenere funzionanti le linee di approvvigionamento, compreso il loro diritto a un trattamento equo. L’ECSA, insieme ad altri partner e istituzioni europei e internazionali, sta fortemente sollecitando i governi a designare i lavoratori marittimi come lavoratori chiave in modo da garantire che possano avvenire i cambi di equipaggio e che i diritti dei marittimi siano rispettati. L’assistenza dell’equipaggio è fondamentale per la salute, la sicurezza e il benessere dei lavoratori marittimi e il corretto funzionamento delle linee di approvvigionamento marittimo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per un Piano Pubblico dei Trasporti in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

L’emergenza sanitaria ha mostrato a tutta l’Italia l’importanza e la strategicità dei trasporti; durante i momenti più cruciali, in un contesto di grande difficoltà nel quale l’interesse generale era molto più importante del profitto, questo servizio pubblico essenziale è stato garantito esclusivamente dalle aziende pubbliche e nazionali. Oggi che si corre con celerità alle riaperture sarebbe un grave errore ritornare al regime precedente senza fare tesoro di quanto visto durante gli ultimi mesi.Per questo motivo, dentro il rilancio della discussione generale sul ruolo dello stato nell’economia che la pandemia ha aperto, USB Trasporti assume l’iniziativa di avviare la discussione sulla necessità di un Piano Nazionale dei Trasporti pensato e costruito per i bisogni del Paese.Un intervento pubblico strategico che a nostro avviso parte dalle riforme di sistema su regole, tariffe e contratti, che passa attraverso il ripensamento del sistema di gestione delle infrastrutture e delle lucrose concessioni alle rendite private, per approdare all’ambizione di costruire una politica nazionale di comparto attraverso la rinazionalizzazione del grandi imprese in crisi, allo stop definitivo ai sempreverdi progetti di privatizzazione e al rilancio del servizio pubblico di linea e non di linea.Una linea governativa che nel decreto rilancio appena emanato dal Governo appare ambigua e contraddittoria, nel quale a fronte del positivo progetto di nazionalizzazione di Alitalia si incontrano troppi articoli che sussidiano le imprese senza vincolo rispetto la tutela del lavoro e di sviluppo dl comparto.Rilanceremo anche la priorità della sicurezza di operatori e utenti, tema sempre cruciale in un servizio complesso e delicato ma reso ancora più importante ai tempi del Covid-19, proprio nella fase in cui assistiamo alla riapertura generalizzata delle attività e della mobilità nazionale e internazionale.Obiettivo del dibattito è fornire spunti di riflessione per avviare la discussione su un Piano nazionale che punti a riformare questo settore strategico nell’ottica di garantire la sicurezza, l’efficienza, la missione sociale e la tutela ambientale nonché l’intermodalità di un sistema dei trasporti, puntando a riprendere in mano i flussi turistici e commerciali in Italia spesso lasciati in mano di privati e di interessi stranieri.Al dibattito che si terrà sui canali Facebook e YouTube e sul sito http://www.usb.it parteciperanno:
Luciano Vasapollo – professore di Analisi Dati di Economia Applicata “Sapienza – Univeristà di Roma”
Ugo Arrigo – Docente Economia Politica e Finanza Pubblica – Università Bicocca di Milano
Francesco Tuccino – Salute e Sicurezza sul Lavoro
I Coordinatori Nazionali di USB Lavoro Privato del Comparto Trasporti e di ogni singlo settore: Trasporto Pubblico di Linea, Attività Ferroviarie, Mare e Porti, Trasporto Aereo e Taxi.
Sono stati invitati alla partecipazione i massimi esponenti del Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo Economico (fonte: Unione Sindacale di Base – Lavoro Privato – Trasporti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Commissione europea: Turismo e trasporti

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 maggio 2020

La Commissione presenta oggi un pacchetto di orientamenti e raccomandazioni per aiutare gli Stati membri a eliminare gradualmente le restrizioni di viaggio e consentire, dopo mesi di lockdown, la riapertura delle imprese turistiche nel rispetto delle necessarie precauzioni sanitarie. Gli orientamenti della Commissione mirano a offrire ai cittadini la possibilità di concedersi il necessario riposo, rilassarsi e stare all’aria aperta per qualche tempo. Non appena la situazione sanitaria lo consentirà, i cittadini dovrebbero avere la possibilità di incontrare parenti e amici, nel proprio paese o in un altro paese dell’UE, con tutte le necessarie misure di precauzione e di sicurezza in essere.Il pacchetto mira inoltre ad aiutare la ripresa del settore turistico dell’UE dalla pandemia sostenendo le imprese e garantendo che l’Europa continui a essere la prima destinazione dei visitatori.
L’Europa vanta un ecosistema turistico dinamico. Attività quali viaggi, trasporti, strutture ricettive, ristorazione, attività ricreative e cultura contribuiscono a quasi il 10% del PIL dell’UE e rappresentano una fonte di occupazione e reddito fondamentale in molte regioni europee. 267 milioni di europei (il 62% della popolazione) effettuano almeno un viaggio privato di piacere ogni anno e il 78% dei cittadini europei trascorre le vacanze nel paese di origine o in un altro paese dell’UE.L’ecosistema turistico è stato anche uno dei più duramente colpiti dalle rigorose misure di confinamento e di restrizione dei viaggi imposte a seguito della pandemia da coronavirus. L’Organizzazione mondiale del turismo (UNWTO) prevede una riduzione degli arrivi internazionali compresa tra il 20% e il 30%, con perdite che oscilleranno tra i 280 e i 420 miliardi di € per l’industria dei viaggi a livello mondiale. L’estate è una stagione fondamentale per il settore turistico europeo, che con 360 milioni di arrivi registra in media ricavi per 150 miliardi di €.
Il pacchetto odierno segue il percorso tracciato dalla tabella di marcia comune europea pubblicata dalla Commissione in cooperazione con il Consiglio europeo il 14 aprile. La tabella di marcia ha definito un approccio graduale alla revoca delle misure di contenimento introdotte a seguito della pandemia da coronavirus.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Cura Italia, trasporti: la Faisa Cisal chiede garanzie per i lavoratori

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2020

“Il Senato approva l’emendamento al Decreto Cura Italia, e ne condividiamo la scelta di confermare inalterati i corrispettivi ed i contributi di servizio alle aziende del Trasporto Pubblico Locale ritenendo che sarebbe impensabile che la contrazione dei servizi in ottemperanza alle misure di contrasto al contagio da Covid-19 adottate dal Governo e dalle Regioni venissero fatte gravare sulle imprese”. Così il Segretario Generale della Faisa Cisal, Mauro Mongelli il quale aggiunge e rilancia che “adesso è ora di pensare ai lavoratori del comparto, al pari di altri in prima linea, che oggi sperano a giusta ragione che questa emergenza non si trasformi da sanitaria ad economica dovendo accedere a misure di sostegno al reddito che, a questo punto, tutte le aziende senza alibi dovrebbero integrare. Quanto al Governo – aggiunge Mongelli – ascolti il grido di allarme di questo settore che ordinariamente muove 5miliardi di persone ma che soccombe a tagli già previsti al Fondo Nazionale Trasporti che va evidentemente implementato. Questo risulta ancor più necessario nella fase di ripresa del servizio, proprio perché l’offerta dello stesso, dovrà tener conto del distanziamento tra le persone e sarà necessario implementarlo. E’ ovvio – conclude – che più servizio, con meno risorse, non è possibile”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commissione trasporti si impegna a fermare i voli ‘fantasma’ causati dal COVID-19

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2020

La Presidente della commissione per i trasporti e il turismo ha accolto con favore la proposta della Commissione e promesso che i deputati lavoreranno rapidamente alla legislazione.”Non è nell’interesse di nessuno far volare aerei vuoti e ciò comporta un grande costo ambientale ed economico. Dobbiamo fermare questa pratica e fare in modo che l’industria dell’aviazione possa far fronte alle attuali circostanze straordinarie causate dall’epidemia di COVID-19″, ha detto la Presidente della commissione per i trasporti Karima Delli (Verdi/EFA, FR).”La regola “usalo o lo perdi” è già stata temporaneamente sospesa in passato in diverse occasioni e il Parlamento è impegnato a trovare una soluzione rapida con il Consiglio”, ha aggiunto la Presidente.Le regole di assegnazione degli slot riguardano sempre la stagione seguente. Gli slot per l’estate 2020 sono già stati confermati l’anno scorso. Ciò significa che c’è tempo sufficiente per lavorare e votare su questo dossier prioritario.Il Parlamento sta ora esaminando la proposta della Commissione e nei prossimi giorni annuncerà i dettagli del’iter necessario per avviare il lavoro legislativo insieme al Consiglio.In base alle regole attuali (regolamento UE sulle bande orarie negli aeroporti (CEE 95/93)), le bande orarie (slot) per il decollo e l’atterraggio degli aeromobili sono assegnate nell’UE da coordinatori indipendenti, per le stagioni di programmazione estiva o invernale. Se un vettore aereo ha utilizzato le bande orarie per almeno l’80% del tempo durante una determinata stagione, le conserva anche per la stagione corrispondente successiva (questa convenzione è denominata “bande orarie storiche”, “diritti acquisiti” o “regola 80-20”). In caso contrario, le bande orarie rientrano nel pool per la riassegnazione. Di conseguenza, gli slot sottoutilizzati dai vettori aerei vengono riassegnate (la cosiddetta regola “use it or lose it”).La regola “use it or lose it” è stata temporaneamente sospesa in passato in diverse occasioni, ad esempio in seguito agli eventi dell’11 settembre 2001, durante la guerra in Iraq, durante l’epidemia di SARS nel 2003 e, nel 2009, in risposta alla crisi economica e al suo impatto sull’industria dell’aviazione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Regione Lazio. Trasporti ferroviari: Un disastro

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 dicembre 2019

Il Lazio è al secondo e terzo posto delle peggiore linee ferroviarie italiane. Questa la classifica, secondo il rapporto della Legambiente, delle tratte laziali Roma-Ostia e Roma-Viterbo.
La linea Roma-Ostia Lido fu completata nel 1924, lunga 27 km, collega la Capitale con un proprio Municipio situato sul litorale.
La linea Roma-Civitacastellana-Viterbo fu completata nel 1932, è lunga 102 km, collega Roma con Viterbo.
Le tratte sono di proprietà della Regione Lazio che le ha date in gestione all’Atac, l’azienda dei trasporti del Comune di Roma. Si può immaginare come siano gestite, tant’è che puntualmente si rinnova la classifica negativa. Che aspetta la Regione a togliere all’Atac la gestione di queste due linee ferroviarie e indire una gara europea? Era stato proposto un projet financing della società Ratp per trasformare la linea Roma-Ostia in metropolitana. La procedura è stata interrotta dalla Regione, ma il Tar aveva dato ragione alla Ratp.
A che punto siamo? Non è dato di sapere.Nel 2017, il Centro di ricerca per il trasporto e la logistica dell’Università degli Studi di Roma, la Sapienza, aveva consegnato il Piano regionale della mobilità.
Si programmavano linee ferroviarie, stradali, porti, aeroporti, addirittura piste ciclabili. Lo studio, commissionato dalla Regione, è costato circa 1 milione di euro.A che punto siamo? Non è dato di sapere.L’urgenza, comunque, di ammodernare le due linee ferroviarie è nota da tempo, anche per la quantità di utenti trasportati, si pensi che solo la linea Roma-Ostia trasporta giornalmente 55 mila passeggeri.Che vuole fare il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti? E’ da 6 anni che dirige la Regione e sarebbe il caso che si occupasse del problema.I cittadini aspettano, sempre più impazienti.(Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporti ed ecologia

Posted by fidest press agency su domenica, 17 novembre 2019

Nel 2015 i camion che hanno percorso l’Europa hanno emesso 366 milioni di tonnellate di anidride carbonica e, dal 1990, il settore dei trasporti, è l’unico a non aver registrato un notevole calo nelle emissioni di gas serra. Le ricerche condotte nel 2014 hanno evidenziato come, il settore dei trasporti, sia responsabile della produzione di circa il 21% di anidride carbonica dell’Unione Europea. Per fare però un quadro che davvero dimostri il vero impatto dei trasporti, è necessario valutare i dati in base alla tipologia di mezzo: van e auto sono responsabili per il 15% delle emissioni di CO2 mentre i camion per il 6%. Non solo, questi dati non tengono conto della crescita dei volumi dei trasporti in corso dagli anni 90’; considerando questo aspetto e valutando ad esempio l’emissione di CO2 per tonnellate al chilometro, si nota che, già nel 2012, essa era cinque volte inferiore rispetto al 1990.Raben Group, uno dei protagonisti europei nel settore dei trasporti e della logistica -di cui Raben SITTAM fa parte, è costantemente impegnato nella ricerca di innovazioni e tecnologie che possano ridurre i danni al nostro pianeta. Essendo leader di mercato nel settore della logistica, il Gruppo ha potuto constatare come, un approccio eco-sostenibile, possa portare vantaggi sostanziali tanto all’azienda quanto all’ambiente.Oltre ad ottimizzare i trasporti, Raben Group, presta molta attenzione alla formazione dei propri driver, organizzando corsi di eco-guida (eco-driving) nei quali possono imparare come essere ecologici al volante. Seguire questi consigli significa consumare meno carburante e, contemporaneamente, emettere meno anidride carbonica.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporti e logistica, Cerved Rating Agency

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 ottobre 2019

San Donato Milanese. Cerved Rating Agency ha confermato il rating B2.1 di Tgroup S.p.A, società campana di Nola (NA) che opera nel settore del trasporto merci su gomma (93% dei ricavi 2018) e della logistica integrata (7%), prevalentemente per aziende del settore alimentare del Centro-Sud.Secondo Cerved Rating Agency, agenzia di rating europea che fa capo al Gruppo Cerved, il rischio di credito di Tgroup SpA risulta inferiore alla media. L’esperienza maturata in circa trent’anni d’attività e la crescita per linee esterne, infatti, hanno consentito a Tgroup di affiancare all’attività storica di trasporto merci, i servizi di logistica e movimentazione. La strategia adottata ha favorito l’incremento dei ricavi a 24,2 milioni nel 2018, con un CAGR 2016-2018 pari al 26,5%, e il consolidamento dei profitti al di sopra del 6%. Nell’ultimo biennio, Tgroup ha migliorato la propria capacità di generare flussi di cassa operativi: nel 2018 il Cash Flow Operativo Netto si è attestato a 1,4 milioni di euro, consentendo di coprire circa l’85% delle Capex dell’esercizio. La restante parte è stata supportata da finanziamenti bancari che hanno comportato un aumento della Posizione Finanziaria Netta e il mantenimento di un leverage ratio superiore a 2,0x. https://ratingagency.cerved.com/

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sciopero nazionale dei Trasporti

Posted by fidest press agency su domenica, 21 luglio 2019

24 luglio 2019, sciopero nazionale dei Trasporti. Le Società ACI Global S.p.A., ACI Global Servizi S.p.A e ACI Infomobility S.p.A. comunicano che le Federazioni Nazionali della FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI hanno indetto uno sciopero nazionale dei Trasporti.di 24 ore. Per quanto riguarda il settore dell’autonoleggio, del soccorso stradale e dell’infomobilità le modalità di adesione allo sciopero saranno le seguenti:
· personale delle Centrali Operative: ultime 4 ore del turno/prestazione;
· restante personale: l’intero turno di lavoro/prestazione.
Le Società garantiranno, comunque, i servizi minimi essenziali delle proprie centrali operative di assistenza di Roma e di Milano.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sciopero generale dei trasporti di 4 ore proclamato oggi dall’ Unione Sindacale di Base

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 maggio 2019

Una mobiliatazione a tutela e per garantire il reale esercizio del diritto di sciopero e le continue interpretazioni restrittive operate dalla commissione nazionale di garanzia; contro le privatizzazioni e per la nazionalizzazione delle imprese di trasporto; per la salute sicurezza delle operazioni a tutela di lavoratori e utenti, basta omicidi; contro il sistema degli appalti indiscriminati e per la reinternalizzazione delle attività; per la definizione di una reale politica dei trasporti in Italia e per l’avvio dei tavoli sulla riforma dei settori; per ottenere politiche contrattuali realmente nazionali e esigibili per tutti i lavoratori che impediscano il dumping salariale e dei diritti; per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario; per la piena occupazione e contro la precarietà;
Fra le città in cui si è scioperato di mattina, a Trieste dove i lavoratori hanno dato vita ad un presidio davanti alla sede della società, Trieste Trasporti, sono rientrati negli impianti il 60% delle vetture; a Bologna ha incrociato le braccia il 50% dei lavoratori del servizio urbano su gomma. Rientrati negli impinti circa il 50% dei mezzi della Trentino Trasporti, ampia l’adesione nella SAD di Bolzano. A Ferrara è il 75% del servizio a fermarsi, circa il 20% l’adesione dei lavoratori del trasporto su ferro della regione Emilia Romagna.
A Napoli i lavoratori hanno dato vita ad un flaschmob davanti al palazzo San Giacomo; l’adesione del 70% del personale ha costretto alla chiusura di 3 linee funicolari su 4, nel servizio su gomma è circa il 40% dei lavoratori delle società ANM e CTT ad incrociare le braccia. Oltre il 30% l’adesione allo sciopero nelle città di Mestre e Venezia. A Gorizia l’adesione allo sciopero è stata del 60%. Oltre il 30% delle vetture in turno della società ATAC di Roma sono rientrate negli impianti mentre, nella società privata Roma TPL, ha aderito il 60% del personale comandato in servizio e le linee della metropolitana hanno subito rallentamenti. A singhiozzo le linee extraurbane della regione Sicilia; numerosi i turni soppressi nelle linee regionali della Calabria.Ma la giornata di mobilitazione continua; in molte altre città lo sciopero si è attivato nelle ore pomeridiane e serali, come a Milano e Torino, Modena e molte altre dalle 18.00 alle 22.00.
Questo primo bilancio consegna all’USB un chiaro mandato da parte dei lavoratori, che non hanno alcuna intenzione di rimanere a guardare lo smantellamento del servizio pubblico, la precarizzazione della loro vita, la continua aggressione ai propri diritti compreso l’esercizio del diritto di sciopero.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pacchetto mobilità: Parlamento adotta revisione norme sui trasporti su strada

Posted by fidest press agency su domenica, 7 aprile 2019

I deputati hanno approvato la loro posizione sulle norme per combattere le pratiche illegali nel trasporto stradale e migliorare le condizioni di lavoro dei conducenti.
Giovedì, il Parlamento ha approvato la sua posizione per negoziare con il Consiglio la revisione delle norme sul distacco dei conducenti, sui periodi di riposo dei conducenti e su una migliore applicazione delle norme in materia di cabotaggio. L’obiettivo è anche di porre fine alle distorsioni della concorrenza da parte dei trasportatori che utilizzano società fittizie. Concorrenza più equa e lotta alle pratiche illegali nei trasporti internazionali
Per individuare i casi di violazione delle norme da parte dei trasportatori stradali, il Parlamento intende sostituire l’attuale limite che si applica al numero complessivo delle operazioni di cabotaggio (le operazioni di trasporto in un altro paese UE effettuate a seguito di una consegna transfrontaliera) con un limite temporale di 3 giorni e introdurre la registrazione dei passaggi di frontiera tramite i tachigrafi.Dovrebbe inoltre essere previsto un “periodo di riposo” per i veicoli di 60 ore, da trascorrere nel paese d’origine prima di poter dirigersi verso un altro cabotaggio, per evitare il cosiddetto “cabotaggio sistematico”.
Per combattere l’uso delle società fittizie, le imprese di trasporto dovrebbero avere la parte sostanziale delle proprie attività nello Stato membro in cui sono registrate. Poiché sempre più operatori utilizzano veicoli commerciali leggeri per fornire servizi di trasporto, i deputati vogliono che queste regole si applichino anche a tali operatori.Le norme comunitarie sul distacco dei lavoratori dovrebbero applicarsi anche ai lavoratori distaccati nel settore dei trasporti, per evitare il peso burocratico causato dai diversi approcci nazionali e garantire un’equa remunerazione dei conducenti.In pratica, i deputati chiedono che le norme esistenti sul distacco dei lavoratori si applichino al cabotaggio e alle operazioni di trasporto transfrontaliero, escludendo però il transito e le operazioni bilaterali con un carico o scarico supplementare in ogni direzione (o zero in uscita e due al ritorno).I deputati vogliono inoltre che le tecnologie digitali siano utilizzate per semplificare la vita dei conducenti e ridurre i tempi di controllo su strada. Chiedono anche che le autorità nazionali si concentrino sulle imprese con risultati insoddisfacenti in materia di conformità, riducendo nel contempo i controlli casuali sugli operatori che rispettano la legge.I deputati hanno infine proposto modifiche per garantire migliori condizioni di riposo per i conducenti. Le imprese dovranno organizzare i loro orari in modo che i conducenti possano tornare a casa a intervalli regolari (almeno ogni 4 settimane). Il periodo di riposo obbligatorio alla fine della settimana non dovrebbe essere speso nella cabina del camion, aggiungono i deputati.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporti: vittoria di FdI, il terminal resterà a Tiburtina

Posted by fidest press agency su lunedì, 3 dicembre 2018

“Dopo la risposta all’interrogazione in Senato, nella quale il Ministero aveva ammesso la totale inadeguatezza del terminal Anagnina ad accogliere nuove linee, la discussione si è spostata in Campidoglio dove, grazie alla mozione presentata da Giorgia Meloni e gli altri consiglieri di FdI, si è potuto affrontare il tema anche alla presenza delle Istituzioni abruzzesi, a cominciare dal sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi che è intervenuto nella discussione. Al termine tutti i gruppi hanno condiviso una riscrittura del documento, che nella sostanza accoglie la richiesta di lasciare il terminal a Tiburtina, spostando lo stazionamento dei pullman dal piazzale Est a quello Ovest, tranne che per i pochi stalli che può ospitare Anagnina e che saranno riservati ad alcune linee provenienti da Sud. La giunta capitolina ha capito l’errore e FdI è stata determinante nel raggiungere questo obiettivo, che tutelerà i pendolari laziali, abruzzesi e marchigiani, oltre i cittadini del Municipio VII che non vedranno intasare il già congestionato snodo di Anagnina”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Marco Marsilio.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aumenti tariffari sul trasporto pubblico in Lombardia: leciti, ma ingiusti!

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 agosto 2018

Milano. Con la DgR XI/335 emessa a metà luglio, la Giunta Fontana ha stabilito gli aumenti tariffari agli abbonamenti dei mezzi pubblici. Tali aumenti seppur leciti, in quanto dovuti all’adeguamento ISTAT previsto dal contratto, sono ingiusti perché il servizio ferroviario elargito da Trenord ha segnato enormi disagi e non accenna a migliorare, anzi.
“È semplicemente offensivo che la Giunta Fontana stabilisca aumenti tariffari al trasporto pubblico lombardo in un anno iniziato con la tragedia di Pioltello, proseguito con performances pessime e che vede il sistema ferroviario nell’inefficienza e nell’incertezza gestionale più totali” commenta Simone Verni.
“Fontana smentisce se stesso: prima fa proclami pieni di insoddisfazione nei confronti di Trenord, poi opera per aumentare il prezzo degli abbonamenti. Purtroppo in questi primi mesi di governo lo abbiamo visto in diversi ambiti – si pensi ad esempio alla chiusura di Lombardia Mobilità, presentata prima delle elezioni come la panacea di tutti i problemi infrastrutturali lombardi e rivelatasi invece un buco nell’acqua.“Siamo tutti quanti consapevoli che l’adeguamento ISTAT sia previsto dal contratto, ma a fronte di un servizio assolutamente inadeguato ogni aumento viene visto come offensivo e ingiustificato: data la situazione, Trenord farebbe bella figura se rinunciasse a tali aumenti e come gesto simbolico lo considerasse come una sorta di indennità risarcitoria dei disagi subiti da quelli che dovrebbero essere considerati clienti.”Ci attiveremo per presentare la richiesta di annullamento della DgR alla prima occasione utile perché riteniamo vergognoso che a pagare siano sempre e solo gli utenti e cioè principalmente i pendolari: stiamo parlando di clienti e contribuenti che pagano per usufruire un servizio pessimo e che, grazie a questi aumenti, dovranno pagare anche di più a fronte di livelli d’inefficienza paragonabili a quelli di un Paese del terzo mondo. Quando si dice: cornuti e mazziati!”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo su Trasporti su strada

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

I deputati voteranno la revisione delle norme a luglio. Il PE ha deciso di votare a luglio le proposte relative al distacco e ai periodi di riposo dei conducenti e quelle per contrastare le pratiche illegali nel settore dei trasporti su strada. Nel corso della sessione plenaria di luglio, i deputati terranno un dibattito e voteranno le proposte relative all’applicazione delle norme sul distacco dei lavoratori nel settore dei trasporti su strada, il miglioramento delle condizioni di riposo e una migliore applicazione delle regole per contrastare le pratiche illegali, come il ricorso alle società fittizie. I deputati hanno respinto la proposta della commissione trasporti di avviare immediatamente i negoziati con i Ministri UE.Per maggiori informazioni sulle proposte adottate dalla commissione per i trasporti cliccare qui.Le tre proposte relative al distacco dei conducenti, ai periodi di riposo dei conducenti e all’accesso alla professione di trasportatore su strada e al trasporto di merci su strada fanno parte del Pacchetto mobilità presentato dalla Commissione nel maggio 2017.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporti eccezionali: regole chiare e risolutive

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 novembre 2017

trasporto1“Dopo i gravi incidenti avvenuti sui tratti stradali dove persistono ponti o cavalcavia si è proceduto ad una maggiore cautela nel rilascio delle autorizzazioni al transito dei veicoli eccezionali. Se da una parte è stato giusto porre maggiore attenzione nelle autorizzazioni, dall’altra si è determinata di fatto una paralisi del settore per un comparto nel quale operano settemila addetti, con un parco di sei settemila mezzi ed un fatturato di 3 miliardi di euro”
“I tempi di rilascio delle autorizzazioni si sono sensibilmente allungati ed esistono casi di diniego di nulla-osta al transito prive di sufficienti ed esaustive spiegazioni tecniche. Inoltre, lo scadere delle autorizzazioni periodiche sta generando confusione tra i gestori costretti ad inventarsi nuove regole, rimpallo di responsabilità tra i circa 150 enti di riferimento e oneri aggiuntivi a carico degli utenti. Il governo ha emanato giustamente una direttiva ma la sua applicazione sta rischiando di mettere in crisi l’intero settore. Se, infatti, da una parte gli operatori riconoscono la bontà dell’azione del governo dall’altra segnalano una situazione d’empasse con ritardi pesanti e scadenze fuori tempo massimo” Quello che chiediamo al Governo, dunque, è di convocare al più presto un tavolo operativo con tutti gli enti interessati alla materia in modo da pervenire ad una procedura chiara e rapida per il rilascio delle autorizzazioni a transito dei veicoli eccezionali nei tratti stradali con ponti e cavalcavia. Il rischio è la paralisi delle attività economiche ed imprenditoriali che si avvalgono di questo tipo di trasporto e che rischiano pesanti ricadute anche in termini di penali, per il mancato rispetto dei tempi previsti dai contratti”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La politica di coesione investe in una rete moderna di trasporti nel Sud dell’Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 7 ottobre 2017

TRENOPiù di 314 milioni di euro provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) saranno investiti in quattro progetti di trasporto in Calabria, Campania e Sicilia, allo scopo di migliorare i collegamenti del Sud dell’Italia con il Nord del paese e con i suoi vicini europei. “Questi progetti finanziati dall’UE ridurranno i tempi di viaggio ed accelereranno la crescita del Mezzogiorno; sono stata quindi lieta di dar loro il via libera”, ha dichiarato la Commissaria per la Politica regionale Corina Creţu. In Calabria, 106,5 milioni di euro finanzieranno la costruzione di una nuova linea ferroviaria tra Catanzaro e Germaneto, sede di un campus universitario e di un nuovo ospedale. Sarà inoltre rinnovata la linea tra la stazione principale di Catanzaro (Cantazaro Sala) e la stazione balneare di Catanzaro Lido. I lavori dovrebbero essere ultimati nel marzo 2020. Sempre in Calabria, 106 milioni di euro contribuiranno alla costruzione di una linea tranviaria di 21 km nell’agglomerato di Cosenza, che collegherà il centro di Cosenza al campus dell’Università della Calabria, passando per Rende. I lavori dovrebbero essere conclusi nel maggio 2020. In Sicilia, 56,5 milioni di euro serviranno a rinnovare il collegamento ferroviario tra la stazione Catania Bicocca e Augusta, sulla linea Siracusa-Messina che costeggia la parte orientale dell’isola e la collega al continente. Il progetto, il cui completamento è previsto nel giugno 2021, comprende lavori nelle stazioni, la ricostruzione di una galleria e nuove rotaie. In Campania, 45,4 milioni di euro finanzieranno infine una nuova strada che collegherà il porto di Salerno all’autostrada A3, parte dell’asse di trasporto strategico che va da Palermo a Berlino. Il progetto, che dovrebbe essere concluso nel giugno 2019, contribuirà a ridurre il traffico nella città, ad agevolare il trasporto di merci da e verso il porto e a rinvigorire così l’economia dell’intera regione.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Atac e il concordato preventivo

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 settembre 2017

atac trasporti roma“Se sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Alla maggioranza capitolina continuo a consigliare quello che ho già detto in Aula: per la via del concordato preventivo di Atac non può bastare una memoria di Giunta. L’unico atto legittimo è e deve essere una delibera approvata dall’Aula Giulio Cesare. Qual è il vero motivo per cui la maggioranza teme il passaggio in Assemblea? Forse non tutti i consiglieri sono d’accordo? E perché ad oggi non abbiamo il bilancio 2016 di Atac? Il rischio vero e sottostimato dal M5S è la svalutazione che si prospetta con la ricontrattazione dei debiti. E in assenza di un bilancio che certifichi questa svalutazione, quella del concordato è una scelta al buio e piena di rischi per i romani. Ad oggi infatti non è chiaro chi pagherà gli ammanchi delle mancate entrate. Le scelte poco trasparenti di chi sta governando in questo modo la Capitale, e ambisce al governo del Paese, non sono più tollerabili. Non è più solo una questione di buone prassi e buoni principi, i romani con questa Amministrazione rischiano di dover pagare un prezzo altissimo”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporti Roma: chiusura tratta Metro A

Posted by fidest press agency su lunedì, 31 luglio 2017

meleoRoma “Con la chiusura della tratta della Metro A che va da Termini ad Arco di Travertino, dal 31 luglio al 3 settembre, impiegheremo 60 autobus sostitutivi, così come abbiamo già provveduto a destinare corsie dedicate a uso esclusivo della circolazione delle navette per l’intero percorso”. Lo dichiara in una nota l’Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo. Inoltre nei tratti dedicati una squadra di ausiliari del traffico presidierà tutta l’area riservata al trasporto pubblico per evitare soste selvagge nei punti riservati al transito e alla sosta dei bus.“Siamo consapevoli del sacrificio che chiediamo ai cittadini, ma il nostro obiettivo rimane quello di aprire la stazione di San Giovanni nel più breve tempo possibile e con il potenziamento del servizio sostitutivo di superficie scopo è quello di limitare i disagi ai tanti cittadini che si muovono in città”, spiega Meleo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »