Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘trasporti’

Nuovi carburanti sostenibili nel settore dei trasporti

Posted by fidest press agency su sabato, 20 agosto 2022

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) e il Politecnico di Torino hanno sottoscritto un importante accordo di collaborazione della durata di tre anni volto ad analizzare e promuovere l’utilizzo di nuovi carburanti sostenibili nel settore dei trasporti, con specifico riferimento al settore dell’aviazione. L’obiettivo è quello di definire, in collaborazione con ENAC, una roadmap nazionale per il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione del settore, la sua integrazione nelle iniziative Internazionali (UN-ICAO) ed europee, e il monitoraggio dello stato di avanzamento delle politiche di settore e della loro implementazione.In particolare, sul piano tecnologico-industriale, sarà analizzato e monitorato lo stato di sviluppo dei processi nel settore dei biofuels per aviazione (Sustainable Aviation Fuels – SAF), lo sviluppo di possibili scenari per la definizione di una roadmap per l’introduzione a larga scala dei SAF, la valutazione, in ottica del pacchetto europeo Fit for 55 (che contiene proposte legislative per raggiungere entro il 2030 gli obiettivi del Green Deal), del potenziale di decarbonizzazione del settore, nonché l’analisi dell’evoluzione della normativa tecnica del settore. Sul piano economico, l’analisi riguarderà l’evoluzione dei costi di produzione dei SAF, nonché lo studio di eventuali proposte di policy o regolatorie per favorirne la diffusione e l’utilizzo.La collaborazione, coordinata per il Politecnico dal professor David Chiaramonti del Dipartimento di Energia (DENERG) e realizzata con il coinvolgimento di ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione (DIGEP) diretti dal professor Carlo Cambini, si svilupperà attraverso lo studio delle misure di regolazione nel settore dei carburanti sostenibili per aviazione, sia da un punto di vista tecnico-industriale, sia di policy/regolamentazione ed economico. Il Politecnico metterà a disposizione le proprie competenze multidisciplinari e favorirà l’interazione con soggetti e strutture (accademiche e industriali, nazionali e internazionali) cui lo stesso partecipa o con cui stabilmente collabora e supporterà il Ministero nei rapporti con i principali stakeholders nazionali e internazionali. Secondo il Rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco: “Il progetto di collaborazione con il MIMS è un importante passo avanti per studiare nuovi strumenti di policy a supporto della decarbonizzazione del settore dei trasporti in primis, così come dell’intero sistema economico Italiano, temi centrali nell’agenda dei prossimi anni del nostro Ateneo e del supporto che intendiamo dare allo sviluppo sostenibile del nostro Paese”.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intermodalità dei trasporti

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 Maggio 2022

Utilizzare al meglio i 25,4 miliardi di euro messi a disposizione dal PNRR per favorire l’intermodalità tra i vari mezzi e la sostenibilità del sistema dei trasporti. Questa la premessa del dialogo tra i principali player del comparto del trasporto durante l’evento “Il Futuro della Mobilità tra Innovazione e Sostenibilità” promosso da SITA, fornitore globale di tecnologie per il trasporto aereo, in collaborazione con l’Università di Bologna.Il futuro del trasporto è connesso, digitale e sostenibile: per la ferrovia l’obiettivo è ridurre del 90% le emissioni di CO2 entro i prossimi 30 anni, mentre gli aeroporti italiani, in linea con l’accordo “NetZero2050”, puntano a neutralizzare le emissioni di CO2 entro il 2050. La tecnologia è pronta e gli operatori del settore aereo investono già in soluzioni IT per migliorare l’efficienza in volo e ridurre il consumo di carburante. Secondo i dati raccolti da SITA, il 56% delle compagnie aeree implementerà nuove tecnologie per ridurre le emissioni di carbonio di tipo 1 e 2, mentre un terzo aviolinee (32%) prevede di farlo entro il 2024.Secondo il CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo) molti dei fattori che rendono difficile l’intermodalità (come i problemi che rendono il trasporto multimodale più costoso, più lento e meno affidabile rispetto, in particolare, al trasporto unimodale su strada, i lunghi tempi di consegna, la complessità, i rischi più elevati e la minore affidabilità), possono essere risolti mediante soluzioni digitali intelligenti come le possibilità di tracciatura e localizzazione e altre procedure digitali che facilitano la gestione efficace dei flussi di trasporto multimodali. Il regolamento (UE) 2020/1056 relativo alle informazioni elettroniche sul trasporto merci faciliterà lo scambio di informazioni regolamentari tra operatori e autorità su piattaforme digitali a partire dall’agosto 2024, e risolverà almeno in parte il problema della documentazione standard e dello scambio elettronico di documenti tra Paesi. Al centro del dibattito la necessità di rendere le operazioni efficienti e favorire un transito senza intoppi tra i vari mezzi, dall’aereo al treno, dalle navi al trasporto merci su gomma. “Secondo i nostri dati, i passeggeri che utilizzano la tecnologia hanno un tasso di soddisfazione più alto, per questo diventa essenziale promuovere un viaggio che sia integrato dal punto di vista digitale, indipendentemente dal mezzo, che sia in aereo, treno o nave. Sulla stessa linea si muove anche il PNRR con i fondi messi a disposizione per favorire l’intermodalità e la sostenibilità dei mezzi di trasporto” ha continuato Colella. “I player dell’industria, invece di continuare a dialogare con una decina di operatori, per garantire operazioni fluide e integrate tra i vari mezzi di trasporto dovranno interfacciarsi con un ecosistema di oltre 100 entità. Occasioni come questa ci permettono di venire a conoscenza delle istanze dei settori e porre le basi per un lavoro che dovrà continuare nel futuro”.L’evento è stata un’occasione anche per mostrare come le tecnologie siano pronte da anni e adesso devono essere estese a tutti i settori dei trasporti. Gia oggi il 75% degli aeroporti intervistati da SITA intende investire in soluzioni come la biometria, poiché permette di risparmiare il 30% del tempo. La stessa tecnologia è adatta anche ad altre forme di mobilità come le ferrovie, le crociere, o gli ingressi agli eventi, uniti sotto il paradigma dell’intermodalità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporti: Art avvia indagine su diritti utenti autostrade

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2022

L’Autorità dei Trasporti ha avviato un’indagine conoscitiva per raccogliere ogni elemento utile ad avviare un procedimento di definizione del contenuto minimo degli specifici diritti, anche di natura risarcitoria, che gli utenti possono esigere nei confronti dei concessionari autostradali e dei gestori delle aree di servizio.”Bene, ottima notizia! Questi diritti degli utenti avrebbero dovuto essere fissati già nelle concessioni, quando si sono svenduti monopoli pubblici per trasformali in monopoli privati” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Invece l’unica cosa che fu garantita fu la remunerazione degli investimenti, con i gestori delle autostrade che avevano diritto per legge alla rivalutazione della tariffa in base all’inflazione, a differenza di dipendenti e pensionati. Poi per fortuna, grazie all’Authority dei Trasporti, a partire dal 2019 si è almeno impedito alle concessionarie di inserire voci improprie per giustificare gli aumenti dei pedaggi autostradali. Ora speriamo in un altro passo a difesa dei diritti calpestati degli automobilisti, considerati polli da spennare” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporti: “Situazione ingestibile, serve segnale da Governo”

Posted by fidest press agency su domenica, 13 marzo 2022

“Per gli autotrasportatori non ci sono garanzie: il caro carburante ha determinato una situazione ingestibile. Il 15 marzo è in programma un incontro con il governo, saranno presenti le associazioni degli autotrasportatori accreditate: se l’esito sarà negativo, dal 19 marzo inizieremo a organizzare delle proteste. L’idea è di preparare delle ‘postazioni di dissenso’, ad esempio all’interno di parcheggi privati, in cui spieghiamo le nostre ragioni. L’extrema ratio sarà quella di effettuare giornate di fermo: non bloccheremo le strade o le autostrade, protesteremo ma in modo civile”. A dirlo il presidente di Confartigianato Trasporti Firenze e vice presidente nazionale Roberto Tegas, in riferimento alla difficile situazione che stanno vivendo le aziende del settore. “Il problema del carburante – ha aggiunto Tegas – può diventare di carattere strutturale. Il Governo deve varare un pacchetto di emergenza che sia concreto, in modo da far fronte all’attuale emergenza sugli aumenti di carburante ma anche avviare un percorso che elimini il ripresentarsi in futuro di queste criticità. Oltre allo stanziamento degli 80 milioni per il trasporto merci, ci aspettiamo da Roma un segnale a tutela dell’intera categoria”. “Il governo – ha precisato Tegas – nicchia, sembrava ci dovesse concedere molto e invece ci ha dato poco al momento. Adesso è il momento di un confronto serio, anche sul tema dell’abusivismo”. Tra le richieste anche una “regolamentazione efficace delle soste e delle attese al carico e un tavolo delle regole per l’accesso al mercato e alla professione dell’autotrasporto”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporti. FdI: MIMS e Trenitalia ripristino normalità servizi. Governo ha abbandonato settore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 gennaio 2022

“Fa sorridere la dichiarazione del presidente della Commissione Trasporti alla Camera in merito alla richiesta di ‘strategia che deve adottare il MIMS sul tema del trasporto ferroviario regionale e nazionale’. Fratelli d’Italia lo ha denunciato da tempo: il settore del TPL è in grave affanno e questo governo non lo ritiene centrale nella propria agenda così come il trasporto ferroviario regionale, asset strategico per la mobilità dei tanti pendolari che si spostano per andare a lavorare o per gli studenti che si recano a lezione. Trenitalia, di par suo, non ha proceduto ad alcun intervento dopo che avevamo segnalato la possibilità di scioperi e disagi per gli utenti. Quanto sta accadendo in questi giorni in relazione all’elevato numero di soppressioni disposte da Trenitalia non è più accettabile, visto anche la normale ripresa delle attività lavorative e scolastiche. Fratelli d’Italia denuncia da tempo la grave crisi che attanaglia il settore ed invita MIMS e TRENITALIA a ripristinare prontamente la normalità dei servizi programmati, nel rispetto delle regole per il personale attraverso una ridefinizione del coefficiente di sostituzione degli assenti ed una profonda revisione del piano di gestione del personale (miglioramento del sistema ferie, riequilibrio dei carichi di lavoro, rispetto della squadra minima di scorta)”. È quanto dichiarano il senatore di Fratelli d’Italia, Massimo Ruspandini, capogruppo in Commissione Trasporti e Responsabile Nazionale del Dipartimento Trasporti di Fratelli d’Italia, e Marco Carmine Foti, dirigente nazionale del Dipartimento Trasporti di Fratelli d’Italia.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporti. Sicurezza

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 settembre 2021

Mongelli (Faisa Cisal) al ministro Giovannini: “Tavolo permanente per protocollo operativo”

“Nel valutare positivamente le dichiarazioni del Ministro Giovannini, il quale si è impegnato a porre particolare attenzione al tema della sicurezza sui mezzi pubblici, riteniamo necessaria l’immediata costituzione di un tavolo permanente che coinvolga i Ministeri competenti, i rappresentanti delle aziende ed i rappresentati dei lavoratori, finalizzato alla sottoscrizione di un Protocollo operativo sulla prevenzione e sulla gestione delle situazioni di pericolo per gli operatori e per gli utenti del Trasporto Pubblico Locale”. Lo ha detto il Segretario generale della Faisa Cisal, Mauro Mongelli a margine del confronto promosso dal Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, alla presenza dei rappresentanti del Ministero degli Interni, delle parti sociali, delle associazioni datoriali e di alcune aziende ferroviarie, a seguito alle ripetute aggressioni subite dai lavoratori operanti nel settore del trasporto pubblico locale, automobilistico e ferroviario. “Le frequenti e ripetute aggressioni al personale, sia di terra che di bordo, impiegato nei servizi di guida, di controllo e di scorta delle aziende del Trasporto Pubblico Locale e Ferroviario – ha spiegato Mongelli – hanno ormai raggiunto livelli di intollerabilità, aggravate dall’attuale situazione pandemica che impone il rispetto delle previste misure di contenimento a bordo dei mezzi, lasciando ancor più spazio a perplessità su chi debba verificarne il rispetto, compito che certamente non può ricadere sull’autista”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Rischi per la sicurezza nel nuovo Regolamento sulla circolazione ferroviaria”

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2021

“La FAST-Confsal è nettamente contraria alla possibilità di sostituzione ad interim (integrale) di un mezzo tecnologico alla figura di un professionista certificato alla condotta del mezzo ed esprime forti dubbi sulla bozza del nuovo Regolamento sulla circolazione ferroviaria dove l’assenza della parola “capotreno” viene surrogata da articoli non chiari su come l’equipaggio formato da un membro dovrebbe affrontare situazioni di emergenza che prevedono l’abbandono della cabina”. Questi sono alcuni dei passaggi contenuti nella lettera inviata dalla FAST-Confsal alla ANSFISA.Nella missiva, che contiene una serie di dettagliate proposte emendative del testo, il sindacato dei trasporti punta il dito sui rischi che possono derivare da “una sintassi scarna su principi di sicurezza fondamentali” che delega “importanti decisioni in materia di sicurezza d’esercizio alle Imprese Ferroviarie (IF) e al Gestore Infrastruttura (GI) in modo del tutto arbitrario ed asimmetrico, rischiando un degrado, se non regresso, degli attuali rigidi standard di sicurezza”.”Vi invitiamo a riflettere – spiega il segretario nazionale FAST-Confsal – su quali conseguenze sociali possa avere il vostro documento, dato che nonostante la devastante crisi causata dal Covid-19 si è dimostrato che attualmente il settore Ferroviario Italiano è ancora stabile e resiliente. Fattori come la liberalizzazione del mercato, forte crisi economica, possibilità di rimodulare modelli di business costosi (trasporti) potrebbero insieme diventare una miccia per la destabilizzazione improvvisa di organizzazioni settoriali le cui conseguenze potrebbero essere importanti per la comunità”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Covid. FdI: sistema trasporti ferroviario regionale al collasso per limite capienza al 50 per cento

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 luglio 2021

“Il sistema dei trasporti ferroviario regionale è al collasso a causa delle limitazioni della capienza massima consentita al 50 per cento sui treni a lunga percorrenza”.È quanto dichiarano il senatore Massimo Ruspandini, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Trasporti al Senato e responsabile Nazionale del Dipartimento Trasporti, e Marco Carmine Foti, dirigente nazionale del Dipartimento Trasporti di Fratelli d’Italia.”Intercity e Frecce viaggiano mezzi vuoti sottraendo la possibilità a 500 persone per treno di poter viaggiare con i servizi nazionali e riversarsi sui treni regionali, dove peraltro permane il limite (teorico) dell’80 per cento di capienza e dove molto spesso si creano grandi assembramenti a discapito di sicurezza e qualità dei servizi. Si aggiunga anche che la soluzione della prenotazione sui treni a lunga percorrenza sta mandando in tilt il sistema, con intercity e frecce semi-vuoti ed i passeggeri ad optare per la scelta dei servizi regionali. Contribuendo ancora di più al caos del settore. Il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile non ascolta gli appelli delle Regioni che si ritrovano a gestire servizi che comunque non possono superare l’80 per cento della capacità di carico. Siamo l’unica Nazione al mondo in cui è stato prima inserito il limite delle restrizioni e successivamente non è stato mai eliminato. Si è deciso quindi di penalizzare pesantemente il trasporto pubblico locale ferroviario in un momento così delicato per la mobilità turistica e sistematica” concludono Ruspandini e Foti.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Trasporti, logistica, sostenibilità”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 luglio 2021

Sono tre parole chiave nell’Italia di domani, quella che stiamo ridisegnando anche grazie alle risorse del Next Generation EU ed al Piano nazionale di ripresa e resilienza. Quello della logistica è un “cluster” fondamentale per l’economia italiana, la spina dorsale per il nostro Paese a livello mondiale, considerato il forte impatto che ha anche sulle esportazioni. È giusto dare voce alle istanze di questo settore e con loro guardare, assieme, alle tante opportunità che deriveranno proprio dall’attuazione del PNRR. Oggi ne ho parlato a Sorrento, intervenendo all’interessante evento organizzato da ALIS Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile, che ringrazio per l’invito assieme al suo presidente Guido Grimaldi. Il lavoro che stanno facendo rappresenta un grande esempio per il Paese, per costruire una strategia che sappia identificare quelle “costellazioni” economiche in cui siamo top player nel mondo. Mi auguro che a valle di questa manifestazione, com’è già accaduto in passato, ci siano anche input normativi immediatamente utilizzabili dalla politica. Per ripartire velocemente, come Sistema Paese, dobbiamo fare, sempre di più, gioco di squadra. >> Così, sui social, il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Hyperloop Italia per progettare il futuro dei trasporti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 giugno 2021

Hyperloop® trasporta passeggeri ad altissima velocità in modo sicuro, economico e sostenibile. Utilizzando la tecnologia di levitazione magnetica passiva alimentata interamente da fonti rinnovabili, Hyperloop® spinge le capsule di passeggeri e merci attraverso tubi a bassa pressione per ridurre al minimo l’attrito, richiedendo solo una frazione dell’energia necessaria per alimentare i sistemi tradizionali di trasporto pubblico.La combinazione di energia da fonti rinnovabili con sistemi di frenata rigenerativa rende l’infrastruttura di Hyperloop® in grado di produrre più energia di quanta ne consumi. Le capsule passeggeri climatizzate viaggiano in tubi sigillati e non vengono influenzate dalle condizioni esterne.La partnership di ZHA con Hyperloop Italia continua la trentennale esperienza dello studio di architettura nella realizzazione di acclamati edifici civili e culturali come il Museo MAXXI di Roma e l’Olympic Aquatics Centre di Londra 2012. ZHA ha anche costruito infrastrutture di trasporto pluripremiate in tutto il mondo, tra cui la funicolare di Hungerburg Nordpark in Austria, la stazione ferroviaria ad alta velocità Napoli-Afragola, l’aeroporto internazionale di Pechino Daxing e la stazione di interscambio KAFD del nuovo sistema metropolitano di Riyadh, oltre al famoso ponte Sheikh Zayed ad Abu Dhabi e il ponte Danjiang attualmente in costruzione a Taipei.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il PNRR fallisce sui trasporti

Posted by fidest press agency su sabato, 16 gennaio 2021

Le città, l’elettrificazione dei trasporti e la sicurezza stradale non sono una priorità per il PNRR approvato dal Consiglio dei Ministri. Nonostante la crisi di Governo, il piano sarà discusso in Parlamento nei prossimi giorni. Solo 7,5 miliardi di euro per la mobilità urbana e regionale, contro i 29 miliardi necessari, nessuna voce specifica sullo sviluppo di un’adeguata rete di ricarica elettrica nazionale ad uso pubblico, nessun investimento per la riconversione industriale del comparto trasporti, briciole per la sicurezza stradale.A lanciare l’allarme sono le principali associazioni ambientaliste Kyoto Club, Transport & Environment, Legambiente, Cittadini per l’Aria, Greenpeace Italia e WWf Italia, secondo cui il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza contiene, tra le altre, tre importanti criticità a cui è necessario far fronte: l’elettrificazione dei trasporti, le città e la mobilità urbana, gli investimenti sulle reti e la sicurezza delle persone sulle strade.
Su un pacchetto da 200 miliardi, non un euro viene stanziato per la necessaria riconversione del settore produttivo automobilistico. I veicoli elettrici sono destinati a passare da nicchia a tecnologia predominante nel giro di pochi anni. I principali paesi europei stanno investendo in modo massivo nella creazione della catena di valore della mobilità elettrica, e molti hanno già indicato una data di fine vendita delle auto a combustione interna.Inoltre, il testo trascura la questione cruciale dello sviluppo di una adeguata rete di ricarica elettrica nazionale ad uso pubblico per servire i 6 milioni di veicoli elettrici previsti entro il 2030 dal Piano nazionale integrato per l’energia e il clima. Il Parlamento deve affrontare questo tema con un serio investimento dedicato al fine di raggiungere i nostri obiettivi climatici per il 2030. In secondo luogo, il Recovery Plan risulta troppo sbilanciato verso gli investimenti sulle grandi opere extraurbane, come l’alta velocità, quando serve dare centralità al potenziamento della mobilità su ferro regionale, locale e del trasporto urbano. Nel documento brilla la scarsità degli investimenti per le metropolitane e tramvie, la carenza di investimenti per le ferrovie suburbane, le briciole dedicate alla mobilità ciclabile. Inoltre, nel PNRR sono previsti 7,5 miliardi per gli investimenti per la mobilità di tutte le città italiane e sono davvero insufficienti per dare una svolta e migliorare il trasporto locale, e per il rinnovo parco rotabile. Anche gli obiettivi riguardanti la costruzione delle reti ciclabili urbane non sono in linea con i PUMS delle principali città italiane, molto più ambiziosi rispetto al PNRR. Inoltre si prevedono ancora sussidi alle tecnologie fossili – in particolare agli autobus a gas – mentre gli investimenti per la cura del ferro sono davvero minimi (sarebbe sostituito solo il 3% dei treni regionali). Infine, per la sicurezza stradale sono previsti fondi minimi, quasi inesistenti. Per le città e la moderazione del traffico non c’è nemmeno un richiamo nel PNRR. Per la sicurezza sulle strade vi sono solo le briciole con 1,6 miliardi, nonostante la dura lezione del crollo del Ponte Morandi. E poi c’è da restare colpiti che di queste scarse risorse ben 1,15 miliardi siano destinate alla messa in sicurezza della sola autostrada A24-25 (a cui dovrebbe provvedere il concessionario) mentre ad Anas per la sua rete solo 0,45 miliardi.
Come organizzazioni ambientaliste ci auguriamo che il Parlamento italiano sappia rimediare alle macro-criticità sottolineate, e chiediamo di essere consultate nelle Commissioni parlamentari preposte.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporti: Difficoltà a mantenere il distanziamento

Posted by fidest press agency su domenica, 1 novembre 2020

“Il presidente del Consiglio ammette che per i trasporti c’è un’oggettiva difficoltà a mantenere il distanziamento, smentendo la ministra De Micheli. Le responsabilità, secondo Conte, sarebbero degli utenti in quanto incapaci di rispettare le regole. Incredibile. La decisione quindi di incentivare il lavoro da casa e la didattica a distanza ricadrebbe su studenti e pendolari. Una deprecabile abilità nello scaricare sulle vittime le colpe del carnefice. Il governo non è stato capace di potenziare il trasporto pubblico, questa l’unica verità, pur potendo coinvolgere i privati – taxi, ncc, pullman turistici, car sharing – nel tentativo di aumentare l’offerta e disperdere gli assembramenti.Servono soldi e serve tempestività, ma nel decreto Ristori mancano entrambi, di potenziamento del trasporto nemmeno l’ombra”. È quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Campidoglio, nessun blocco su progetti trasporti e lavori pubblici

Posted by fidest press agency su domenica, 25 ottobre 2020

In relazione a notizie di stampa apparse oggi, si segnala che non esiste alcun rischio di congelamento o blocco dei fondi per la realizzazione di opere pubbliche nel settore dei trasporti e delle infrastrutture.Roma Capitale, infatti, sta portando avanti i progetti come previsto. Le ipotesi fantasiose ricostruite da alcuni a partire dal nuovo Documento Unico di Programmazione, recentemente licenziato in progetto dalla Giunta, sono prive di ogni fondamento.Per quanto riguarda il comparto dei trasporti, abbiamo già ottenuto finanziamenti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione di progetti presentati a dicembre 2018, come le nuove linee tram su viale Palmiro Togliatti e via Tiburtina.Per la parte relativa alle Infrastrutture, ci sono sia progetti preliminari sia ulteriori nuove opere, appena programmate, il cui inserimento nel DUP è propedeutico all’uso del fondo per i livelli minimi di progettazione.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Il 25 settembre sciopero dei trasporti locali del Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 12 settembre 2020

USB ha proclamato proclamato lo sciopero dei trasporti locali a Roma e nel Lazio per venerdì 25 settembre, astensione che si aggiunge allo sciopero nazionale della scuola già proclamato da tempo per il 24 e 25 settembre. L’agitazione, formalmente di 24 ore, avrà inizio alle ore 10 per favorire la partecipazione alle proteste da parte di insegnanti e studenti (che il 25 saranno sotto il MIUR in viale Trastevere).USB Trasporti di Roma e Lazio aveva già fatto ricorso al TAR contro l’ordinanza regionale che ad aprile permetteva l’affluenza al 60%. Ed eravamo in una fase nella quale l’utilizzo dei mezzi pubblici era fortemente diradato. Ora che i mezzi sono destinati ad essere presi d’assalto, con la riapertura delle scuole, invece di procedere al potenziamento del servizio si utilizza il giochino di alzare la soglia all’80% (come recita il provvedimento ministeriale) per rendere legale quello che fino ad oggi legale non è. A rischio c’è non solo la salute degli autisti ma anche quella di migliaia di utenti, ai quali poi a scuola verranno prescritte norme diverse sul distanziamento in aula. Provvedimenti contraddittori che rendono senza senso le stesse precauzioni adottate e che sono destinati a favorire una diffusione molto forte dei contagi.
Scuola e trasporti sono oggi accomunati da una identica necessità: tornare ad essere considerati servizi primari per la popolazione sui quali investire, non risparmiare, perché indispensabili alla salvaguardia della salute dei cittadini.Tanto i trasporti quanto la scuola pubblica vengono invece da decenni di tagli che hanno influito sia sul personale che sulle infrastrutture ed i mezzi. Per affrontare questa crisi non c’è alternativa: bisogna assumere, migliorare ed aumentare le strutture e potenziare il servizio.Lo sciopero è la nostra arma migliore perché i fondi a disposizione vengano spesi lì dove servono.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola e Trasporti: un nodo decisivo per la riapertura

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2020

L’imminente riapertura delle scuole mette in subbuglio l’intera organizzazione della società. Un nodo decisivo riguarda certamente i trasporti. È evidente che approntare un complesso sistema di monitoraggio, distanziamento e messa in sicurezza delle scuole – ammesso e per nulla concesso che si stia facendo – per poi non avere altrettanta cura e attenzione nell’organizzazione del trasporto pubblico locale, grazie al quale si muove una parte consistente dell’utenza scolastica almeno dalla secondaria di primo grado in su, oltre che una percentuale importante del personale lavorativo delle scuole, significa non avere veramente a cuore la salute e la sicurezza della popolazione di questo Paese.Usb Scuola e Usb Trasporti intendono lanciare una campagna su questi temi e ragionare su forme comuni di mobilitazione, perché studenti e lavoratori non sono carne da macello e per loro, come per tutti, dobbiamo pretendere diritti e sicurezzaA pochi giorni dalla riapertura delle scuole, le varie aziende di TPL non hanno strategie e mezzi per poter garantire le misure di sicurezza necessarie. Le stime dimostrano che servirebbero circa 20 mila autobus in più per poter rispondere alle esigenze minime di sicurezza anti-contagio a bordo dei mezzi pubblici. È necessario un incremento del 70% nel servizio urbano e del 42% di quello extraurbano e questo è un primo grosso problema.Altro problema, ancora più incisivo, riguarda il distanziamento sociale a bordo dei mezzi con le percentuali massime di carico stabiliti dai protocolli sicurezza. Chi controlla e verifica il rispetto di questi limiti? I conducenti non hanno autorità e possibilità di limitare l’accesso a bordo dei mezzi.È necessario un intervento politico su questi temi, che preveda nel primo caso, in via emergenziale, il coinvolgimento di numerose aziende private presenti sul territorio nazionale a supporto del TPL e l’assunzione di personale che controlli e sensibilizzi l’utenza al rispetto delle capienze massime.Questi interventi sono assolutamente indispensabili e necessari per affrontare concretamente il problema.Chiediamo a gran voce un rapido intervento su queste questioni, che sono in concreto quello che potrà arginare l’enorme disagio, il caos sociale e il contagio virale che si prospetta nell’imminente futuro.Se a tutto questo non ci saranno risposte, USB non escluderà iniziative di protesta nazionali congiunte di due settori di servizi essenziali come Scuola e Trasporti, e ribadisce la necessità dei due giorni di sciopero della scuola del 24 e del 25 settembre.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporti, Faisa Cisal: “Rischio di blocco totale”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2020

“Al fine di scongiurare il blocco del trasporto pubblico locale, turistico, di linea e merci in ambito nazionale ed internazionale, chiediamo che lo Stato italiano, attraverso il Ministero dei Trasporti, si faccia carico di supportare e sostenere nei confronti delle competenti autorità europee, la proroga delle Carte di Qualificazione del Conducente. La scadenza è prevista già a settembre del corrente anno, e non è stata rinnovata per l’emergenza Covid-19, che causa l’impossibilità di poter svolgere il regolare percorso formativo obbligatorio”.
Così il Segretario Generale della Faisa Cisal, Mauro Mongelli ha commentato l’attuale drammatica situazione dei trasporti italiani, ed ha aggiunto: “Sarebbe davvero paradossale che settori che hanno garantito il proprio servizio costantemente anche durante la fase più critica della pandemia, possano rischiare, nei prossimi mesi, di essere messi letteralmente in ginocchio dalla scadenza dei titoli abilitanti dei propri conducenti”.“Infatti le criticità che già a suo tempo avevamo rilevato ed evidenziato alle aziende e poi, insieme, al Ministero dei Trasporti in ordine alla estrema difficoltà di organizzare e finalizzare in tempo utile i corsi di formazione professionale in questione alla luce dell’adozione delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria ancora in atto, sono ancora contemporanee ed emergenti”, conclude il segretario della Faisa-Cisal, Mauro Mongelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Trasporti: è il passeggero a scegliere voucher o rimborso

Posted by fidest press agency su martedì, 28 luglio 2020

Per il presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti (Art) Andrea Camanzi, la scelta tra voucher o rimborso in caso di cancellazione del viaggio è nella esclusiva disponibilità del passeggero.”Una bocciatura clamorosa ed una vittoria dei consumatori. Ora il ministro Franceschini, il fautore dei voucher, si deve dimettere” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Anche L’Autorità dei trasporti, esattamente come l’Antitrust, ha dichiarato che interverrà per garantire la concreta applicazione dei diritti di fonte europea disapplicando, ove necessario, la norma nazionale in contrasto. Un conflitto istituzionale senza precedenti, che vede le Authority, Antitrust ed Art, da una parte e Governo e Parlamento dall’altro. Per non parlare dell’apertura di una procedura d’infrazione dell’Ue. Insomma, peggio di così non si può” prosegue Dona.”Era evidente fin dall’inizio che la normativa italiana, per quanto ritenuta impropriamente di applicazione necessaria, non poteva derogare a quella europea. Per questo, fin dal 4 marzo, abbiamo scritto al ministro del Turismo, chiedendogli di rivedere questa regola assurda dei voucher, controproducente per le stesse agenzie di viaggio, visto che nessuno prenota un viaggio non obbligatorio se poi, in caso di annullamento, non può riavere i soldi. Ma non c’è stato verso! Ora, il ministro Franceschini dovrebbe prendere atto di questo autogol e rassegnare le sue dimissioni” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’efficienza energetica nei trasporti e il ruolo della PA

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 luglio 2020

Il settore dei trasporti in Italia pesa per il 32,4% del consumo energetico nazionale: circa l’83% riguarda il trasporto stradale (sia merci che passeggeri), il resto l’aviazione, la navigazione e le ferrovie. Negli ultimi 10 anni si è registrata una riduzione di circa il 10% dei consumi totali, rappresentati per il 91,8% da prodotti petroliferi; seguono FER (3,7%), gas naturale (2,8%) ed energia elettrica prodotta da fonti fossili (1,6%). Il trasporto pubblico locale impiega circa 124.000 addetti in 930 aziende, ha un fatturato annuo di 12 miliardi di euro (ricavi da traffico e contributi pubblici) e trasporta 5,4 miliardi di passeggeri, oltre 15 milioni al giorno: analizzandone i consumi energetici, si vede che essi rappresentano circa l’1% del totale con 308 ktep, mentre il trasporto a lunga percorrenza pesa per il 14% (2.400 ktep). Negli ultimi anni si sta assistendo a una graduale sostituzione dei veicoli più obsoleti con mezzi a più ecologici. Tuttavia, la quota di autobus che utilizzano combustibili ad alto livello di emissioni resta la più alta sia in ambito urbano che extraurbano. Sono molte le potenzialità di intervento e riguardano, più che i veicoli, le infrastrutture: gli investimenti stanziati al 2033 sono 22,7 miliardi di euro, il 60% dei quali per lo sviluppo delle infrastrutture metropolitane, tranviarie e per il trasporto rapido di massa, con la creazione attesa di 110.000 posti di lavoro.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Settore dei trasporti per vie navigabili dell’UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2020

Il 5 giugno, il Consiglio dei ministri dei trasporti ha adottato le sue conclusioni su “Settore dei trasporti per vie navigabili dell’UE – Prospettive future: verso un settore dei trasporti per vie navigabili dell’UE neutro in termini di emissioni di Co2, senza incidenti, automatizzato e competitivo”. Questa decisione approva la Dichiarazione di Opatija adottata a livello politico l’11 marzo 2020.
Tuttavia, i progressi verso tale visione si sono arrestati dall’inizio della pandemia di COVID-19, che ha colpito l’intera industria marittima in Europa e nel resto del mondo. Nonostante le varie difficoltà che la crisi ha creato, come la mancanza di cambiamenti dell’equipaggio e problemi di liquidità, le aziende e i dipendenti continuano a lavorare per garantire che le catene di approvvigionamento rimangano in funzione. Le conclusioni del Consiglio hanno inoltre messo in luce il lavoro essenziale svolto dai marittimi per mantenere funzionanti le linee di approvvigionamento, compreso il loro diritto a un trattamento equo. L’ECSA, insieme ad altri partner e istituzioni europei e internazionali, sta fortemente sollecitando i governi a designare i lavoratori marittimi come lavoratori chiave in modo da garantire che possano avvenire i cambi di equipaggio e che i diritti dei marittimi siano rispettati. L’assistenza dell’equipaggio è fondamentale per la salute, la sicurezza e il benessere dei lavoratori marittimi e il corretto funzionamento delle linee di approvvigionamento marittimo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per un Piano Pubblico dei Trasporti in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 giugno 2020

L’emergenza sanitaria ha mostrato a tutta l’Italia l’importanza e la strategicità dei trasporti; durante i momenti più cruciali, in un contesto di grande difficoltà nel quale l’interesse generale era molto più importante del profitto, questo servizio pubblico essenziale è stato garantito esclusivamente dalle aziende pubbliche e nazionali. Oggi che si corre con celerità alle riaperture sarebbe un grave errore ritornare al regime precedente senza fare tesoro di quanto visto durante gli ultimi mesi.Per questo motivo, dentro il rilancio della discussione generale sul ruolo dello stato nell’economia che la pandemia ha aperto, USB Trasporti assume l’iniziativa di avviare la discussione sulla necessità di un Piano Nazionale dei Trasporti pensato e costruito per i bisogni del Paese.Un intervento pubblico strategico che a nostro avviso parte dalle riforme di sistema su regole, tariffe e contratti, che passa attraverso il ripensamento del sistema di gestione delle infrastrutture e delle lucrose concessioni alle rendite private, per approdare all’ambizione di costruire una politica nazionale di comparto attraverso la rinazionalizzazione del grandi imprese in crisi, allo stop definitivo ai sempreverdi progetti di privatizzazione e al rilancio del servizio pubblico di linea e non di linea.Una linea governativa che nel decreto rilancio appena emanato dal Governo appare ambigua e contraddittoria, nel quale a fronte del positivo progetto di nazionalizzazione di Alitalia si incontrano troppi articoli che sussidiano le imprese senza vincolo rispetto la tutela del lavoro e di sviluppo dl comparto.Rilanceremo anche la priorità della sicurezza di operatori e utenti, tema sempre cruciale in un servizio complesso e delicato ma reso ancora più importante ai tempi del Covid-19, proprio nella fase in cui assistiamo alla riapertura generalizzata delle attività e della mobilità nazionale e internazionale.Obiettivo del dibattito è fornire spunti di riflessione per avviare la discussione su un Piano nazionale che punti a riformare questo settore strategico nell’ottica di garantire la sicurezza, l’efficienza, la missione sociale e la tutela ambientale nonché l’intermodalità di un sistema dei trasporti, puntando a riprendere in mano i flussi turistici e commerciali in Italia spesso lasciati in mano di privati e di interessi stranieri.Al dibattito che si terrà sui canali Facebook e YouTube e sul sito http://www.usb.it parteciperanno:
Luciano Vasapollo – professore di Analisi Dati di Economia Applicata “Sapienza – Univeristà di Roma”
Ugo Arrigo – Docente Economia Politica e Finanza Pubblica – Università Bicocca di Milano
Francesco Tuccino – Salute e Sicurezza sul Lavoro
I Coordinatori Nazionali di USB Lavoro Privato del Comparto Trasporti e di ogni singlo settore: Trasporto Pubblico di Linea, Attività Ferroviarie, Mare e Porti, Trasporto Aereo e Taxi.
Sono stati invitati alla partecipazione i massimi esponenti del Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo Economico (fonte: Unione Sindacale di Base – Lavoro Privato – Trasporti)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »