Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘trasporto pubblico’

Giovedì 18 giugno sciopero nazionale di 4 ore del Trasporto Pubblico Locale

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2020

Mentre il governo continua ad emanare misure di sostegno per le aziende, alle quali viene erogato il 100% dei corrispettivi previsti per il servizio dell’anno in corso (art. 92 c. 4-bis DL Cura Italia) e un fondo di 500 milioni per il risarcimento dei mancati introiti (art. 200 DL Rilancio), le società esercenti Trasporto Pubblico locale continuano l’ingiustificabile ricorso al Fondo Bilaterale di Solidarietà, sottoscrivendo accordi con Cgil Cisl Uil che sottraggono risorse utili per la garanzia dei livelli occupazionali e aggrediscono i salariali degli addetti al settore ridotti del 50% circa.In una fase così delicata per il Paese, mentre tutti i lavoratori dei servizi pubblici essenziali hanno continuato senza sosta a garantire la propria prestazione lavorativa anche a fronte della pandemia e di misure di prevenzione del contagio decisamente inadeguate, nessuna misura del governo è stata varata a sostegno dei lavoratori. Ai quali, nella stragrande maggioranza dei casi, non viene neanche anticipata la quota degli ammortizzatori sociali. In alcune regioni, dopo 5 settimane di attivazione del fondo bilaterale, si è è passati a un’estensione di ulteriori 9 settimane; con questo meccanismo le aziende continuano a far “cassa” esercendo il minimo del servizio, non retribuendo i lavoratori lasciati a casa e incassando sia i corrispettivi che i fondi di sostegno.A fronte di tutto ciò, governo e associazioni datoriali di settore non hanno messo in campo alcuna iniziativa reale per la tutela e la sicurezza dei lavoratori e della collettività nel merito del contenimento del contagio Covid-19 nella cosiddetta, fase 2; le vetture, che inizialmente dovevano limitare l’ingresso a poco più di una decina di utenti, hanno prestano servizio completamente al di fuori da ogni canone di rispetto della distanza interpersonale, proprio a causa dell’eccesso taglio del servizio. Vale a dire vetture praticamente piene nelle ore di punta, in completa assenza di provvedimenti di prevenzione e controllo.In tale scenario forte è la preoccupazione di tutti gli operatori di esercizio in previsione della nuova organizzazione che subirà il settore in vista delle prossime scadenze di riapertura generalizzata delle attività e in particolare dei servizi scolastici.Ancora una volta, abbiamo assistito allo sciacallaggio delle varie aziende private che gestiscono appalti e subappalti nel settore, che hanno scaricato tutte le problematiche economiche e organizzative sulle spalle dei lavoratori e dei cittadini.Un dato che riporta in primo piano la necessità di una politica generale dei servizi pubblici essenziali tesa a ripristinare la gestione diretta dell’ente pubblico, abbandonando l’affidamento ad aziende che mirano a pubblicizzare le perdite e privatizzare i profitti.È necessario che i lavoratori diano una forte risposta al governo al fine di rimettere al centro le problematiche reali del Paese: il diritto alla salute, alla sanità pubblica, alla sicurezza, al lavoro e al reddito.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Regione Umbria, la privatizzazione del servizio di trasporto pubblico è un fallimento

Posted by fidest press agency su sabato, 25 gennaio 2020

È lo stesso assessorato ai trasporti della Regione Umbria, in un formale incontro con le organizzazioni sindacali presenti nella società Busitalia – Sita Nord srl, a confermare un notevole taglio al trasporto pubblico locale, privando ancora di più i cittadini di un servizio pubblico essenziale e prospettando sempre più palesemente una minaccia ai livelli occupazionali.Dopo l’aggressione ai salari, ai carichi di lavoro, questa è l’ennesima dimostrazione del fallimento della scelta politica perseguita dall’ente Regione che ha portato alla totale privatizzazione del trasporto pubblico locale. Si è voluto consegnare nelle mani dei privati enormi risorse economiche pubbliche attraverso le quali si producono ampi profitti e ben pochi servizi; profitti che dovrebbero essere reinvestiti nei servizi per i cittadini e non per finanziare padroni e padroncini, appalti e subappalti che storicamente continuano a depredare risorse pubbliche.Ancora oggi assistiamo al solito teatrino del cane che si morde la coda: il nuovo assessore che dà la colpa alla precedente amministrazione e, stavolta addirittura il segretario generale regionale della Cgil, che palesemente entra a difesa delle vecchie forze che hanno governato la Regione fino a poco tempo fa.Fuori da questo penoso e innocuo scontro politico, sul piatto rimangono però i tre milioni in più richiesti da Busitalia per il servizio, la cancellazione di tre milioni e mezzo di km di corse, l’abbandono della ex FCU e l’innalzamento ulteriore del profitto, a discapito della mobilità pubblica che risulta essere sempre più necessaria e strategica, come dimostrato dalla impietosa classifica di Legambiente che vede i due capoluoghi regionali sempre più avvolti da un’aria irrespirabile.L’Unione Sindacale di Base ribadisce la convinzione che l’unica via per garantire i lavoratori, gli utenti e la la qualità del servizio siano gli affidamenti in house, costituendo un azienda unica regionale a totale controllo pubblico ma, indipendentemente dalla nostra assoluta contrarietà alle gare, riteniamo necessario che sia definita una legge regionale sul trasporto pubblico locale o, in alternativa, una delibera di giunta regionale che introduca una norma che preveda l’obbligo per gli enti affidatari, prima della eventuale emissione dei bandi di gara, di sottoscrivere un accordo con le organizzazioni sindacali presenti nelle varie aziende a salvaguardia dei diritti dei lavoratori (economici, normativi e sindacali) in caso di cambio del soggetto gestore e che lo stesso sia inserito, obbligatoriamente, all’interno sia dei bandi che dei capitolati, sancendo che il non rispetto di questo obbligo (applicazione dei vecchi accordi vigenti) sia causa di decadenza dall’affidamento.Il ricorso a strategie imprenditoriali diverse, che vedono lievitare i costi delle tariffe a danno dei cittadini e la messa in campo di proposte di appalti e subappalti, capaci di far lavorare personale senza contratti né tutele, sono deleterie e saranno motivo della nostra massima mobilitazione.I lavoratori autoferrotranvieri non permetteranno che sulla loro pelle e su quella dei cittadini si continui a lucrare. È indispensabile che la tutela del bene comune, dei servizi pubblici essenziali diventi una vertenza ampia di patrimonio dei cittadini e dei lavoratori tutti. By USB Lavoro Privato, settore TPL

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Referendum per la privatizzazione del trasporto pubblico di Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Roma. Hanno vinto le ragioni del NO nonostante abbia prevalso il SI al referendum consultivo sul trasporto pubblico locale. Con un’affluenza alle urne che non supera neppure il 50% del quorum richiesto, con solo il 16% dei votanti su oltre 2 mln 367 mila aventi diritto, i cittadini hanno scelto l’astensione per rispedire al mittente un referendum che tradisce la volontà popolare, quella espressa già nel 2011 quando il 98% dei cittadini italiani votarono a favore del mantenimento della gestione pubblica dei servizi essenziali.Ma il dato rivelatore del fatto che i romani non si siano bevuti la storiella del “privato è meglio” è stato l’alto astensionismo registrato in quasi tutte le periferie. Di certo ciò non è un caso, visto che è proprio nelle periferie di Roma che il servizio di trasporto è gestito dai privati ed è proprio in periferia che si registrano i maggiori disagi e le interminabili attese alle fermate.Prevalgono le ragioni del NO, nonostante il ridotto spazio che ci hanno dedicato gli organi di stampa, nonostante la campagna diffamatoria nei confronti dei lavoratori, nonostante i potenti mezzi economici del Partito Radicale. Perché noi, utenti e lavoratori, nelle periferie ci viviamo e ci lavoriamo, per questo sappiamo discernere il grande inganno delle liberalizzazioni e delle privatizzazioni. Tornare alla completa gestione pubblica di tutti i servizi primari, a partire dal trasporto, continuerà ad essere la nostra priorità anche dopo che le luci dei riflettori del referendum si spegneranno, perché un bene pubblico è un bene di tutti e non un privilegio per pochi.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Usb: referendum flop, fallito a Roma il tentativo di privatizzare il trasporto locale

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 novembre 2018

Bocciato il referendum consultivo promosso dai radicali sulla privatizzazione del trasporto pubblico pubblico di Roma. Un vero e proprio fallimento di partecipazione: per tutta la giornata si sono registrati bassi livelli di affluenza, tanto che il quorum del 33% richiesto per convalidare il referendum è stato un miraggio fin dalla rilevazione delle ore 12, quando aveva votato il 4% degli aventi diritto, saliti alle 16 all’8,95%. Un segno inequivocabile che il referendum è stato respinto e con esso la volontà dei radicali di strumentalizzare il malcontento dei cittadini.È tempo adesso che l’amministrazione comunale faccia la sua parte, chiedendo alla Regione Lazio e al Governo finanziamenti adeguati e lavorando seriamente ad un progetto di ripubblicizzazione al 100% di tutto il trasporto pubblico romano, che preveda la reinternalizzazione di tutte le attività e di tutti i lavoratori. (fonte Usb)

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporto pubblico di Roma al collasso, lunedì 300 bus fermi e 10 linee soppresse

Posted by fidest press agency su giovedì, 12 luglio 2018

È estate e a Roma, oltre a salire le temperature, salgono vertiginosamente i numeri dei turisti che affollano la città. Non si tratta di un’eccezione: ogni anno, durante il periodo estivo, la città eterna vede aumentare l’afflusso di centinaia di migliaia di persone.Solo nel 2017 gli arrivi nella Capitale hanno raggiunto i 30 mln di unità. Ma quello che ci si aspetterebbe da una amministrazione attenta a garantire gli adeguati servizi, soprattutto nei picchi estivi, si trasforma in un vero e proprio incubo per cittadini e turisti.A farne le spese sono soprattutto coloro che devono spostarsi nella città e che si ritrovano a dover attendere autobus e treni sistematicamente in ritardo.
Solo nella giornata di ieri oltre 300 autobus sono rimasti fermi per guasto.Oltre 10 le linee che sono state addirittura soppresse per indisponibilità di vetture. E per quei pochi fortunati che riescono a salire su di un autobus l’avventura continua sulle decine di vetture sprovviste dell’aria condizionata, offrendo ai turisti un’inaspettata sauna interamente gratuita e in alcuni casi anche una bella doccia integrata, visto che in alcune vetture piove acqua dal sistema di climatizzazione.A questo si va ad aggiungere il dramma che vivono quotidianamente gli autisti, che oltre a guidare quasi sempre mezzi che cadono a pezzi, sono continuamente esposti alle vessazioni e alle aggressioni degli utenti imbufaliti. O ancor peggio, come nel caso degli autisti del Tpl privato, a lavorare senza stipendio da due mesi.
Chissà come mai queste realtà non fanno notizia e quando si parla dei disagi del trasporto pubblico romano se ne parla solo in occasione degli scioperi. Questa volta i dati e le ragioni del collasso in cui versa il tpl della Capitale ve li abbiamo voluti dare noi ed in largo anticipo rispetto al prossimo sciopero che abbiamo proclamato per il 26 luglio, dalle 20 alle 24. Uno sciopero che vedrà i lavoratori in prima linea per combattere queste ingiustizie di cui sono vittime gli unici non colpevoli, dipendenti e utenti.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Roma: Parte Piano Natale trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 dicembre 2017

atac-romaRafforzamento delle linee di trasporto pubblico nei fine settimana dall’8 al 24 dicembre, attivazione di una navetta dello Shopping, una linea circolare a servizio delle vie del Centro Storico, potenziamento delle Linee metropolitane A e B-B1 e orari più stringenti nei giorni festivi per le Ztl Centro Storico e Ztl Tridente. Questi i principali interventi, messi in atto dall’Amministrazione, per favorire l’utilizzo del trasporto pubblico e migliorare l’offerta nel periodo delle festività natalizie.
Linee Bus. Previsto piano d’intensificazione delle linee TPL nei fine settimana dall’8 al 24 dicembre (dalle 10.30 alle 20.30). Rafforzato soprattutto il trasporto verso il Centro Storico. Come la 46, Stazione Monte Mario-Piazza Venezia, 85 Stazione Termini-Arco di Travertino; 170 Piazzale Agricoltura-Termini; 492 Stazione Tiburtina-Cipro; 301 Piazza Augusto Imperatore-Via di Grottarossa (l’elenco completo delle linee è consultabile sul sito Atac e la piattaforma di Agenzia per la Mobilità)
Navetta Shopping. Per agevolare gli spostamenti all’interno del Centro Storico sarà attiva nei giorni 8,9,10,16,17,23,24 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018 dalle 10.30 alle 19.30, una linea circolare che consentirà il raggiungimento delle principali vie dello shopping, creando un collegamento diretto con importanti nodi di scambio, come le Metro e i capolinea del TPL. La navetta parte e termina la sua corsa a Piazzale delle Canestre, passando per via Del Corso, Largo Arenula, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Venezia, via Del Tritone, via Vittorio Veneto (l’elenco completo delle linee è consultabile sul sito Atac e la piattaforma di Agenzia per la Mobilità).
metro-romaMetro. Previsto anche il potenziamento delle linee metropolitane A e B-B1, nei giorni 8,10,17 e 24 dicembre 2017, attraverso l’utilizzo di ulteriori 8 treni e 32 corse aggiuntive, rispetto al servizio normale.
ZTL. Nei giorni festivi l’8, 10, 17 e 24 dicembre 2017 e il 6 gennaio 2018 la Ztl del Centro Storico (diurna) e la Ztl A1 (Tridente) saranno attive dalle ore 14 alle 18.
A eccezione di queste giornate (8, 10, 17 e 24 dicembre 2017 e il 6 gennaio) la ZTL Centro Storico (diurna e notturna) e la Ztl A1 (Tridente) resteranno attive nei seguenti orari:
ZTL Centro Storico (diurna) attiva dal lunedì al venerdì (escluso i festivi), dalle ore 6.30 alle 18;
ZTL Centro Storico (diurna) attiva il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 14 alle 18
ZTL Centro Storico (notturna) attiva il venerdì e il sabato dalle ore 23 alle ore 03.00
ZTL A1 (Tridente) attiva dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 6.30 alle ore 19
ZTL A1 (Tridente) attiva il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 10 alle ore 19
Le comunicazioni del nuovo Piano di Natale saranno effettuate sul sito web e social di Atac e sulla piattaforma multimediale di Agenzia per la Mobilità: le comunicazioni passeranno anche sui monitor in banchina e a bordo metro. Il pacchetto d’interventi sarà comunicato attraverso messaggi informativi su radio locali.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Trasporto pubblico locale: 29 settembre sciopero Atac

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 settembre 2017

atac trasporti romaDopo mesi di lotte e denunce nessun intervento risolutivo per il trasporto pubblico locale da parte del Comune di Roma, a partire da ATAC, ai lavoratori degli appalti fino ai lavoratori del Consorzio Roma TPL, il privato che gestisce il 20% del trasporto di Roma. Aziende private che vantano crediti milionari con il Comune, che continuano impunemente a farsi beffa dell’amministrazione comunale e dei lavoratori non pagando neppure gli stipendi ai dipendenti.L’immobilismo della giunta e l’assenza di coraggio sta pesando come un macigno sulla testa della categoria, l’unica che andrebbe garantita perché porta avanti la baracca. Come per ATAC, dove con la scelta del concordato di fatto si libera delle responsabilità politiche ed inizia il balletto del “non è colpa mia”, anche per i lavoratori delle aziende private la promessa di un reale cambio di passo con le precedenti amministrazioni è divenuta ormai una chimera.E’ sempre più evidente che le ragioni dello sciopero proclamato per il 29 settembre si vanno a moltiplicare e la Sindaca non può continuare per molto a far finta di niente, voltando le spalle ai lavoratori. L’unica strada sicura per salvare il trasporto pubblico locale era la ricontrattazione del debito, a partire da quello contratto con la Regione Lazio ed un piano regionale sulla mobilità che prevedesse la reinternalizzazione di tutto il trasporto e di tutti i servizi. Il comune ha scelto la strada più impervia e pericolosa e noi glie lo abbiamo detto in tutti i modi ed è quello che gli ricorderemo il 29 settembre. (USB Lavoro Privato – Provincia Roma TPL)

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un trasporto pubblico degno di capitale europea

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 luglio 2017

atac-romaRoma “L’assessore Meleo mostra ancora una volta un’eccessiva dose di disinvoltura nel trattare temi spinosi come la qualità dell’offerta del trasporto pubblico di Roma e la sua azienda di riferimento. Come PD ci siamo impegnati nel risanamento dell’ATAC con il risultato confermato anche dall’assessore Colomban di riportare in pareggio il bilancio dell’azienda. Ad un anno dall’insediamento dell’amministrazione Raggi siamo ancora in attesa del piano industriale e il bilancio dell’azienda non è stato ancora approvato dal nuovo management. Pur avendo visioni diverse dal collega Giachetti e non concordando sul referendum proposto dai radicali è nostro primario obiettivo dare ai romani un trasporto efficiente e degno di una capitale europea, al tempo stesso è anche nostra ferma intenzione non licenziare nessuno”. Così in una nota la consigliera del PD capitolino Ilaria Piccolo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Implementare il trasporto pubblico delle linee periferiche di Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 giugno 2017

atac-romaCon 30-45 milioni di vetture-km/anno da ripartire in due lotti, confermata la durata del contratto a otto anni, così come l’inclusione della “clausola sociale” per la tutela del lavoro. Questi gli aspetti salienti elencati nell’avviso di pre-informazione, indispensabile alla procedura di gara per l’assegnazione e la gestione delle reti periferiche del Tpl della Capitale, approvati dalla Giunta capitolina tramite delibera, in vista della scadenza del contratto, prevista per maggio 2018.L’Amministrazione, inoltre, ha indicato tra le attività utili al miglioramento dell’offerta anche l’installazione di pensiline, il controllo di titoli di viaggio da parte del conducente, la vendita dei biglietti a bordo dei mezzi e l’attività di controllo e sorveglianza delle corsie protette e riservate.“Rispetto alla precedente gara vogliamo definire un capitolato che sia più rigoroso e maggiormente strutturato per garantire servizi aggiuntivi ai cittadini, inoltre, nostro obiettivo è la tutela del lavoro, come dimostra l’inserimento della clausola sociale”, spiega l’Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo.

Posted in Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Torino: Trasporto pubblico locale

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

torino5gIl consigliere della Città metropolitana di Torino Dimitri De Vita, che ha ricevuto da Chiara Appendino la delega per i trasporti, ha invitato i sindaci del territorio a collaborare nella creazione di un dossier che raccolga tutte le criticità e i problemi relativi al trasporto pubblico locale.“Ritengo indispensabile procedere ad un confronto con tutto il territorio metropolitano suddiviso in zone omogenee – dice De Vita in una lettera che ha indirizzato ai sindaci – per analizzare le criticità presenti e verificare la possibilità di risolverle nel rispetto delle competenze dell’Ente, delle risorse disponibili e di quelle che potrebbero rendersi tali con la partecipazione finanziaria di soggetti privati”.Per raggiungere questo obiettivo, De Vita ha invitato i sindaci “ad esporre i problemi del loro territorio ed anche a prospettare possibili soluzioni e suggerimenti, in modo da arrivare alla realizzazione di un dossier complessivo sullo stato del trasporto pubblico locale; un dossier che costituisca la fase propedeutica preliminare per poter avviare una serie di incontri sui territori”.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Meleo, scongiurato sciopero trasporto pubblico dell’11 gennaio

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2017

atac-roma“Ieri ho incontrato i sindacati che avevano proclamato uno sciopero del trasporto pubblico per mercoledì 11 gennaio. È stata trovata un’intesa e così abbiamo scongiurato lo sciopero di dopodomani che avrebbe causato, come sempre, disagi ai romani e alle romane”. Così in una nota l’Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale Linda Meleo. “Il motivo della mobilitazione era sempre quello che ha portato le stesse sigle sindacali ad altri scioperi nel 2016: ovvero la richiesta ad Atac di effettuare un referendum sull’accordo sindacale del 17 luglio 2015. Su questo si apriranno a breve dei tavoli di confronto con l’azienda. Nulla osta che al termine di questi, trovato un accordo sulle modifiche da apportare, i lavoratori potranno esprimersi attraverso una consultazione secondo la normativa vigente” conclude.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilità: nuovi bus a Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2011

Roma. «Quelli che abbiamo presentato sono i primi ottanta mezzi Euro 5 che entrano a far parte della flotta di Roma Tpl. Si tratta di bus dotati di tutti i comfort e adeguati alle richieste fatte dalle associazioni delle persone disabili. Entro la fine del 2012 l’intera flotta, parliamo di 500 mezzi, sarà costituita da autobus a basso impatto ambientale. Anche nei prossimi bandi riguardanti trasporto pubblico e piano merci, l’Amministrazione capitolina ha previsto dei meccanismi premiali per quelle aziende che adotteranno mezzi poco inquinanti o elettrici. Ciò per ribadire la nostra volontà di migliorare la qualità del trasporto pubblico di Roma e contemporaneamente di tutelare la salute dei cittadini». Lo dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale.

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mobilità sostenibile

Posted by fidest press agency su domenica, 12 giugno 2011

Roma. «L’Amministrazione capitolina è particolarmente sensibile al tema della mobilità sostenibile e ha messo in campo una serie di iniziative per ridurre il traffico veicolare privato classico a vantaggio dell’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici ed ecologici. In questo senso è strategica la collaborazione con le aziende: una proficua sinergia tra istituzioni e privati può infatti contribuire ad aumentare sensibilmente il livello di vivibilità di una città così delicata sotto il profilo della viabilità e dei trasporti come Roma. La mobilità sostenibile è un tema centrale per questa Amministrazione e intendiamo portarlo avanti e svilupparlo con forza ed entusiasmo». Lo dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale, intervenuto alla conferenza stampa di consegna delle vetture elettriche.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tariffe per il trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 aprile 2011

Roma. «In merito a quanto apparso oggi su alcuni organi di stampa, dopo essermi consultato con il Sindaco, posso ribadire che non è all’ordine del giorno alcun adeguamento delle tariffe della bigliettazione del trasporto pubblico. Sono ben altre le priorità del trasporto pubblico. L’Amministrazione capitolina sta lavorando per risolvere i problemi strutturali e di liquidità di Atac S.p.A. al fine di migliorare qualitativamente e quantitativamente l’offerta di servizi di trasporto pubblico ai cittadini romani. Solo dopo aver migliorato l’erogazione del servizio sarà possibile individuare una nuova politica tariffaria». Lo dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capi

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma primo maggio: trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2011

«Per accogliere i numerosi fedeli che verranno in città il primo maggio, per l’evento della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, l’Amministrazione capitolina ha predisposto un piano eccezionale del trasporto pubblico, diviso in tre fasi: collocazione in apposite aree di 5.046 pullman, per un totale di oltre 260.000 persone trasportate; potenziamento della Metropolitana, attraverso l’apertura delle linee fino alle 2 del mattino di domenica primo maggio (compresa la linea A, solitamente chiusa dalle ore 21 per i lavori di realizzazione del nodo di interscambio con la nuova linea C), la riapertura delle stesse alle ore 4 e l’intensificazione della frequenza delle corse sia sabato 30 aprile che domenica primo maggio (fino a 3’ per la linea A e 4’ per la B); incremento di 180.000 chilometri/vettura del trasporto su gomma negli stessi due giorni, per agevolare i collegamenti con San Pietro e il Circo Massimo. Nello spirito del celeberrimo “Damose da fa’” di Papa Giovanni Paolo II, ci stiamo adoperando per dare la possibilità a tutti i fedeli di partecipare con i mezzi del trasporto pubblico anche alle tante manifestazioni che verranno organizzate in vari punti della città». È quanto dichiara l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lazio: taglio trasporto pubblico

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2011

“La Regione Lazio non può tagliare 500 milioni di euro di fondi europei per il trasporto pubblico, sarebbe una scelta assurda in questo momento di crisi, sia per i cittadini che per i lavoratori, ci appelliamo alla Polverini e al Consiglio regionale -ha afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, partecipando alla conferenza stampa indetta da CGIL Lazio e FILT Lazio, con l’Osservatorio regionale trasporti-. Nei giorni scorsi il comitato di sorveglianza POR, nonostante le pesanti critiche espresse da diversi dei componenti del tavolo stesso tra i quali il Sindacato e la Legautonomie Lazio, ha deciso di tagliare circa 500 milioni di Euro dei fondi europei del Piano Operativo Regionale POR che nel 2008 aveva finanziato il piano per il ‘miglioramento della qualità e dell’efficienza del TPL, potenziamento della rete infrastrutturale e dei nodi di scambio’ per 590 milioni di Euro, dei quali 279 milioni di fondi FAS, 241 di fondi FESR e 70 di fondi regionali. In sostanza, spostando quasi tutte le risorse disponibili dall’asse 3 “accessibilità” ad altri assi del programma europeo, per gli investimenti sul trasporto rimangono solo 90,5 milioni. Tra gli investimenti, fondamentali per il trasporto pubblico del Lazio, che erano previsti nel piano si leggevano: l’acquisto di nuovi treni per 35 milioni e di nuovi bus per 49 milioni, il piano di sicurezza per le stazioni per 55 milioni, un programma per i nodi di scambio per 33,6 milioni e il parziale raddoppio della Roma-Viterbo per ben 326 milioni, oltre al potenziamento della ferrovia Campoleone-Aprilia per oltre 30 milioni, che rimarrebbe previsto. Una scelta inspiegabile, in parte legata alla decisione di utilizzare tutti i fondi FAS per il piano di rientro del debito sanitario, in parte ad alcune “difficoltà di attuazione” che in realtà si potrebbero superare se ci fosse la volontà. Servono investimenti in questa direzione, a partire da quelli dei fondi POR, per opere che garantirebbero anche lavoro e occupazione, favorendo l’uscita dalla crisi, molto più di generici fondi ‘a pioggia’ per l’innovazione delle imprese”.  Legambiente nell’occasione ricorda alcuni numeri del trasporto nel Lazio: negli ultimi dieci anni l’utilizzo del trasporto ferroviario è cresciuto moltissimo, i pendolari che viaggiano ogni giorno sulle ferrovie nel Lazio sono raddoppiati, passando da 187 mila a oltre 350 mila, ai quali si aggiungono i 200 mila delle ferrovie concesse. Numeri destinati a crescere ancora, secondo le stime di Legambiente, fino a 472mila passeggeri trasportati ogni giorno nel vicino 2015 sulle sole ferrovie regionali (con un incremento del 35%), che richiederanno almeno 40 nuovi treni, oltre a consistenti interventi di manutenzione sui 115 che circolano oggi ogni giorno e un assetto nuovo del nodo di Roma, con il quadrupicamento di alcune strozzature come quella di Campoleone ma anche completando finalmente l’anello ferroviario a nord tra la stazione Nomentana e Tor di Quinto, con la creazione di tre linee di attraversamento della città, aumentando la possibilità di interscambio nell’area urbana. Per il COTRAL i numeri sono ugualmente importanti, con 104 milioni di viaggiatori annui, e una forte esigenza di miglioramento del parco mezzi, delle fermate, delle informazioni delle 9.000 corse giornaliere dei 4.554 collegamenti/linee, con 81,5 milioni di vetture/km all’anno.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporto pubblico in montagna

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 dicembre 2010

il miglioramento del Servizio di Trasporto Pubblico è per il PD uno dei punti cardine al fine di mantenere la gente nei propri luoghi d’origine. Sappiamo che questo Governo taglia tutto quanto è necessario e vitale per la montagna considerandola un mero “residuo elettorale” per la sua scarsa rilevanza percentuale elettorale. Ma sappiamo anche dello sforzo che la Regione Emilia-Romagna sta facendo per mantenere il più possibile efficiente questo servizio, nonostante i tagli indiscriminati effettuati dallo Stato. Per tutti questi motivi CHIEDIAMO di lavorare insieme alla Provincia di Forlì-Cesena e ad ATR affinché possano essere messe in pratica poche e semplici misure atte a consentire un sensibile miglioramento del servizio di trasporto pubblico che di seguito elenchiamo:
Riduzione dei tempi di percorrenza attraverso l’istituzione di alcune corse “rapide” che evitino il passaggio dal centro di Meldola. Il risparmio di 10 minuti a viaggio determina, nell’arco di un mese, il recupero di quasi 7 ore di tempo che nell’arco di un anno diventano 80. Non vogliamo dire che il tempo è denaro, ma sicuramente è tempo “rubato” allo studio o al riposo di tutti gli utenti.
Istituzione di un tavolo di lavoro da parte della Provincia, da riunirsi anche solo un paio di volte all’anno, a cui invitare la rappresentanza degli studenti, la rappresentanza dei pendolari, la rappresentanza degli autisti delle corriere e ATR, al fine di discutere insieme delle soluzioni possibili ai problemi che periodicamente si presentano.
L’obiettivo del “diritto al posto seduto”. Crediamo che per migliorare un servizio sia necessario porsi un obiettivo preciso e perseguibile. L’obiettivo che proponiamo è il raggiungimento del diritto al posto seduto per chi deve fare più di quaranticinque (45) minuti di corriera. Oggi non è per niente scontato, ma possiamo provare a lavorarci.
Questi tre punti risolti potrebbero dare un grande segnale a chi vive in montagna. Un punto di partenza per iniziare a discutere insieme di qualità del trasporto e del suo futuro, per condividere i problemi di chi vive il trasporto come utente o come gestore.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le regioni intendono restituire le competenze

Posted by fidest press agency su sabato, 26 giugno 2010

Non senza ostacoli è il cammino intrapreso recentemente dalle Regioni in risposta ai tagli decisi dalla manovra finanziaria: il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Vasco Errani, ha annunciato in conferenza stampa la decisione assunta all’unanimità di restituire allo Stato le competenze assegnate agli enti locali dalla legge Bassanini e di convocare prontamente una conferenza straordinaria Stato-Regioni per fare il punto sulle spese di funzionamento, sui costi gestionali e sugli sprechi.  Tra le principali competenze in tema figurano il trasporto pubblico locale, il mercato del lavoro, la polizia amministrativa, gli incentivi alle imprese, la Protezione Civile, gli invalidi civili, la salute, le opere pubbliche, l’ambiente.  Il vicepresidente dell’Italia dei Diritti,  Roberto Soldà, esprime le sue considerazioni in merito alla questione e afferma: “È sintomatico che la posizione dichiarata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province sia stata presa all’unanimità. L’intento è quello di rinviare al mittente la stretta mortale dei tagli che serra le amministrazioni locali e conseguentemente i cittadini che devono pagare le tasse. Persino le Regioni con maggioranza di centro-destra sono concorde nel riconoscere la gravità della situazione. Le parole del presidente Errani – conclude il numero due del movimento guidato da Antonello De Pierro – sono indubbiamente un significativo risvolto politico al quale il Governo dovrà presto rispondere”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma Ztl, 15 maggio varchi aperti tutto il giorno

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 maggio 2009

“L’Amministrazione capitolina ha deciso di aprire le Zone a Traffico Limitato ai veicoli privati per l’intera giornata di venerdì 15 maggio 2009, in considerazione della concomitanza di tre eventi che potrebbero comportare non solo problemi alla circolazione ma anche possibili difficoltà nei collegamenti tra la periferia e le zone centrali della città: lo sciopero dei mezzi di trasporto pubblico urbano, al quale hanno aderito le sigle sindacali Cobas, Slai Cobas, Sdl e Cub; il corteo dei sindacati di base della scuola che dalle 9.00 alle 14.00 si sposterà da Trastevere a Piazza Navona; il passaggio delle auto d’epoca della Mille Miglia, che in serata attraverserà Roma”. E’ quanto dichiara l’assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Roma, Sergio Marchi.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Crisi e investimento pubblico

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

«Uno dei fattori chiave per uscire dall’attuale crisi economica è l’investimento nel trasporto pubblico». Dopo la prima mattinata di lavori, l’amministratore delegato di Transdev Italia, Frank-Olivier Rossignolle spiega come la TEC (Transport Economics Commission) di Uitp, l’associazione internazionale delle aziende di trasporto pubblico, sta operando per affrontare la crisi economica mondiale. «Anche le nostre aziende hanno ripercussioni dirette della crisi«, afferma Rossignolle. «Abbiamo riscontrato una riduzione dei passeggeri e il calo di finanziamenti pubblici per il rinnovo delle flotte, per la gestione corrente e per lo sviluppo di progetti infrastrutturali». La commissione TEC è riunita a Belluno fino a domani e ha deciso di elaborare un documento con l’analisi della situazione economica europea, indicando una rotta per uscire dalla crisi: «Pensiamo a un pacchetto di soluzioni che sia di stimolo agli investimenti nel trasporto pubblico, considerato come valida alternativa al trasporto individuale privato», annuncia l’amministratore delegato di Transdev. «Prevediamo alleanze strategiche tra soggetti pubblici, privati e istituti di credito. Il trasporto pubblico è strategico per le città e per i territori. Lo sviluppo di questo settore ha infatti ricadute positive sia dal punto di vista sociale, sia economico».
Tec e Uitp Tec sono la sigla che identifica la Commissione economica dei trasporti di Uitp, l’Associazione internazionale del trasporto pubblico. Uitp rappresenta oltre 3100 attori della mobilità urbana, locale, regionale e nazionale provenienti da oltre 90 paesi di tutti i continenti. Uitp rappresenta il punto di incontro tra società operanti nel settore, autorità locali, regionali e nazionali, industria dei servizi e delle forniture, istituti di ricerca e università e si occupa di tutte le modalità del trasporto pubblico. Tec è la Commissione economica di Uitp, si occupa di questioni legate economiche applicate al settore del trasporto pubblico e costituisce la base per la discussione e l’efficienza degli sviluppi del settore. La Commissione lavora a stretto contatto con gli altri organi di Uitp, compresa la rete accademica, per affrontare le questioni economiche che sono rilevanti per i membri dell’Associazione internazionale del trasporto pubblico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »